Il Blog delle Stelle
#ProgrammaTelecomunicazioni: Accesso a Internet

#ProgrammaTelecomunicazioni: Accesso a Internet

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 109

Nel nostro Paese ci sono diverse persone che non hanno strumenti adeguati per accedere a internet. Gli ostacoli che impediscono questo accesso possono essere di vario tipo, ma tutti hanno una soluzione possibile.

di Alberto Gambino, ordinario di Diritto privato all’Università europea di Roma e presidente dell’Accademia italiana del Codice di internet

La domanda da cui partiamo riguarda le priorità da affrontare per fare in modo che un accesso minimo garantito a internet sia per tutti i cittadini italiani. Sarà sicuramente necessario superare una serie di ostacoli, serve scegliere quale vogliamo si risolva prioritariamente.

L’accesso a internet è ritenuto da gran parte dei Paesi occidentali come una prosecuzione della propria libertà di informarsi, di crearsi un’opinione, e anche in particolare di estrinsecare la propria personalità fino in fondo, come peraltro richiede la nostra Carta costituzionale. C’è un divario infrastrutturale innegabile che riguarda la qualità della connessione e la qualità delle nostre comunicazioni, qui è evidente che deve intervenire l’apparato pubblico, lo Stato e l’Unione Europea. Su questo è anche compreso un coinvolgimento dei privati, perché certamente saranno le aziende di interconnessione infrastrutturale a essere coinvolte, ma bisognerà fare in modo che non ci siano dei monopoli, e cioè che si vada poi a inceppare una libera accessibilità anche per chi vuole entrare in quel mercato della connessione con le grandi reti infrastrutturali.

Un altro divario particolarmente significativo è quello che va sotto il nome di divario culturale. Il professor Rodotà parlava dell’alfabetizzazione elettronica, oggi potremmo dire che c’è bisogno di un’alfabetizzazione informatica, e cioè che l’utente per essere fino in fondo tale e poter usare liberamente la rete, deve conoscere – anche se in modo elementare – alcune dinamiche della rete stessa, e questo deve cominciare dai banchi di scuola. Quindi è molto importante che ci sia un coinvolgimento del comparto dell’istruzione, per fare dei veri e propri programmi scolastici che si riferiscano alla formazione dei nostri giovani, e in particolare anche dei corsi serali per persone più mature che non sono nativi digitali. L’ultimo aspetto di divario significativo è quello di carattere economico.

Qui bisogna fare particolarmente attenzione a una dinamica in voga oggi nella rete: che le aziende private talvolta offrono dei servizi in cambio dell’accaparramento dei dati personali, e quindi danno anche accesso largo alla rete. In cambio però vogliono un po’ governare i nostri dati. Allora qui c’è un tema di democrazia, cioè bisogna rendersi conto che certamente i costi vanno abbattuti, ma non si possono necessariamente abbattere a carico dei titolari dei device e delle aziende che poi fanno dei pacchetti, che in realtà mirano da un lato a creare di nuovo dei monopoli sul mercato e dall’altro anche a intromettersi nella sfera personale che riguarda i comportamenti. Laddove il comportamento del consumatore serve in definitiva per fare indagini di mercato e vendere pubblicità.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

8 Lug 2017, 15:25 | Scrivi | Commenti (109) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 109


Tags: accesso a internet, alberto gambino, internet, m5s, rete, telecomunicazioni

Commenti

 

ACCESSO A INTERNET GARANTITO E GRATUITO!!!
NON DIMENTICHIAMO.

Giovanni F. Commentatore certificato 19.07.17 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Siamo l'unico prestito in collaborazione con la struttura di cibanque. Questo è per voi rassicura e chiarire non questione di fiducia ovvero sul sito, vi preghiamo di contattarci per il vostro prestiti veloci e affidabili senza documento oneri che il ladro ti chiede parlo di un altro creditore che è proprio degli individui. Siamo una banca Offriamo prestiti a livello internazionale. Con il capitale da utilizzare per fare prestiti tra singoli breve - e a lungo termine di 1000 a 5.000.000 di euro per tutte le persone serie sono davvero bisogno:
-Fornire prestiti finanziari
-Prestito immobiliare
-Investimenti prestito
-Prestito auto
-Prestito personale
Vi preghiamo di contattarci via e-mail per ulteriori dettagli
E-mail: prestitobancario2017@gmail.com

monica155 cambiasso Commentatore certificato 11.07.17 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Condivido in pieno. Sono le nostre solide Basi.

Accesso minimo garantito a internet per tutti i cittadini italiani.

La nostra democrazia diretta si basa proprio sull'accesso facilitato di tutti ad internet:

"L’accesso dei cittadini alle informazioni, il rapporto diretto con il candidato, il controllo dell’attuazione dei programmi e la partecipazione collettiva alle scelte”

Controllarsi dai controllori:

“Prendiamo una piattaforma che gestisce tanti dati come Facebook… Io sono convinto che i dati debbano appartenere alle persone. Nei social network finiscono i nostri dati, ma non significa che la piattaforma che li ospita li possieda. Dobbiamo garantire alle persone un modo per far sì che quando ci si disconnette da un Facebook o un LinkedIn i dati restino con loro e non con la piattaforma“(Gianroberto Casaleggio).

massimo m., Roma Commentatore certificato 10.07.17 15:10| 
 |
Rispondi al commento

almeno nelle case popolari dovrebbero mettere uno straccio di adsl condivisa tipo condominiale per favorire le persone più disagiante... anche se ho visto che quelli che stanno nelle popolari hanno il telefonino da 1000 euri e l'abbonamento da 30 euri al mese sul cellulare... in pratica quello che risparmiano sull'affitto lo buttano in telefonini e spesso anche in auto di lusso...

capita spesso anche se non è la regola!

popolari col telefono da mille euri 10.07.17 11:49| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dovrebbe prendere delle misure contro persone arroganti che scrivono qui tipo Vivarelli che continua a aggredire gli attivisti, perfino per difendere componenti della Casta come parassiti che percepiscono il vitalizio, la madre delle ruberie dei politici, dimostrando poca sintonia con gli ideali grillini e fregandosene della lotta quotidiana dei leader 5*****, io consiglierei lo staff di bannarla, sono queste le persone che, avendo un piede nel Movimento e un'altro nella Casta, prima o poi diventano dei Pizzarotti. Oltre al fatto che non lascia spazio agli altri per scrivere, scrivendo a vanvera come se non avesse altro da fare, intassando il blog.

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 09.07.17 11:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2 (Davigo)

La corruzione non ha effetti nefasti solo dal punto di vista etico, ma anche pratico. In altri termini, costa moltissimo a tutto il Paese e a tutti i contribuenti. Ci sono settori economici che dopo la scoperta di vicende di corruzione hanno visto crollare i prezzi degli appalti anche del 50%. Senza dire che prendersi un appalto con le mazzette è una distorsione del mercato e della libera concorrenza, e ha come conseguenza una minore efficienza delle imprese.
..
Sono passati 7 anni. Nulla è stato fatto. La corruzione italiana ha continuato ad aumentare. Nella diligentissima Germania c'erano in carcere per corruzione 8.600 persone, in Italia UNDICI! 11 nel Paese che per corruzione è primo in Europa per un ammontare di denaro frodato che equivale alla metà dell'intera corruzione europea: 60 miliardi. Ed è così che arriviamo al caso Consip che coimvolge la prima autorità dello Stato e i suoi amici, il padre persino. E cosa fa il Pd per combattere la corruzione? Attacca il pm che ha aperto l'inchiesta e attacca il giornalista che l'ha fatta conoscere!!! "Bisogna fare emergere il sommerso. Deve uscire allo scoperto la notizia del reato", diceva Davigo. Ma il Partito democratico oggi lo sotterra più profondo intimidendo, come una nuova Gestapo, chi vuol far luce sui delitti del Potere.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:46| 
 |
Rispondi al commento

1
LA CORRUZIONE
Il Governo ha sfornato l'ennesima riforma della giustizia con leggi contro la corruzione, non certo un miglioramento etico ma l'ennesima presa per i fondelli che non colpirà nessuno degli imputati eccellenti.
Diceva 7 anni fa uno degli uomini migliori d'Italia, Pier Camillo Davigo, Consigliere della Corte Suprema di Cassazione ed ex pm del Pool di Mani Pulite ai tempi di Tangentopoli, autore del volume “La corruzione in Italia: percezione sociale e controllo penale”.
«Credo che anche questo disegno di legge non abbia in realtà alcuna efficacia nei confronti dei reati che dice di voler perseguire. Si possono anche inserire pene più severe per la corruzione, persino l’ergastolo, ma questo non risolve nulla. Si devono invece introdurre delle norme che aiutino a far emergere la notizia di reato. Altrimenti si finisce per avere delle pene molto severe per dei reati che non si possono scoprire. Le faccio un es.: in 20 anni alla Corte di Appello di Reggio Calabria ci sono state solo 2 condanne per corruzione. Se si vuol credere che quella è un’isola felice va bene, ma forse c’è qualcosa che non va.
La corruzione è un reato che solo in minima parte viene denunciato. La differenza tra i casi denunciati e quelli che davvero accadono è molto elevata e si deve trovare un modo per far emergere questo sommerso».
Oggi questo è molto più difficile. Le leggi degli ultimi anni, approvate sia da dx che da sx, hanno depenalizzato una serie di reati finanziari che aiutavano a smascherare la corruzione. L’abuso di ufficio oggi è molto difficile da provare, il falso in bilancio è stato in gran parte depenalizzato. Ed era proprio dal falso in bilancio e dai fondi neri creati in questo modo dalle aziende che partivano spesso le indagini per corruzione. Senza parlare dei tempi di prescrizione che hanno trasformato i processi in una corsa contro il tempo prima che scadano i termini.


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:45| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE PROFESSOR BECCHI,
SEI SEMPRE UN MITO.....

https://www.facebook.com/PaoloBecchiOfficial/videos/821619981353082/

Zampano . Commentatore certificato 09.07.17 10:32| 
 |
Rispondi al commento

Un libro bello e duro:“La libertà dei servi” di Maurizio Viroli
“Gli italiani hanno dimostrato nei secoli una spiccata capacità di inventare sistemi politici e sociali senza precedenti.Anche la trasformazione di una repubblica in una grande corte è un esperimento mai tentato e mai riuscito prima Rispetto alle corti dei secoli passati,quella che ha messo radici in Italia coinvolge non più poche centinaia,ma milioni di persone e le conseguenze sono le stesse:servilismo,adulazione, identificazione con il signore,preoccupazione ossessiva per le apparenze,arroganza,buffoni e cortigiane.Poiché il sistema di corte ha plasmato il costume diffondendo quasi ovunque la mentalità servile,il rimedio dovrà essere di necessità coerente alla natura del male,vale a dire riscoprire o imparareil mestiere di cittadini.Per quanto sia ardua,è la sola via.Il 1° passo è capire il valore e la bellezza dei doveri civili
Nel sistema della corte l’unica libertà è quella dei servi.Ma in qualunque sistema dove vi sia uno che ha un potere enorme,non esiste libertà
Dice Viroli:quando c’è un sistema di corte, bisogna apparire,per piacere ai cortigiani o al signore.Il modo di vita imposto è quello delle corti secentesche,dove il signore si deve circondare di donne giovani e belle,per manifestare sempre lo splendore del suo potere e la forza della sua virilità(e da cortigiani che elogiano la sua inesistente intelligenza)
Da secoli viviamo in un paese moralmente debole, ma ogni tanto questo paese debole sa darsi uno scatto riabilitativo.Questo paese è debole perché è debole il suo senso del dovere e bisogna recuperarlo
Leopardi diceva amaramente:gli italiani ridono della vita per disprezzo e freddezza più di ogni altro popolo.Il popolaccio italiano è il più cinico dei popolacci
Ho fede? Si chiede Viroli. No, non ho fede. Ho speranza? No, non ho speranza. E tuttavia, per disperazione, non posso far altro che impegnarmi per sostituire a questa corte un sistema civile di cittadini.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:29| 
 |
Rispondi al commento

Mario Luzi

Riconosco la nostra patria desolata
dalla nascita nostra senza origine
e dalla nostra morte senza fine
E’ questa, l’avevo chiamata il caso,
l’avevo chiamata l’avventura,
o la sorte o la notte o con quei nomi
inquieti che mi dettava l’angoscia,
non la pietà che penetra, che vede.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Visto che un vecchio troll (ilmionomeènessuno + altri 5 o 6 nick) ha detto stupidamente che io non apprezzo la poesia, vedrò di metterne più che posso

So benissimo quanto gli incolti e i troll non apprezzino né le battute di spirito (l'humor si associa all'intelligenza) né la poesia (la poesia si associa alla bellezza) né le citazioni (le citazioni ci ricordano che ci sono valori eterni e universali) e capisco le loro limitazioni

E visto che un altro vecchio troll (una ventina di nick) va in crisi se vede che scrivo troppo, vedrò di scrivere ancora di più

Almeno tutti e due avranno motivo di arrabbiarsi, cosa che può farmi solo piacere :-)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:21| 
 |
Rispondi al commento

dell'infanzia violata e dei corpi artefatti.

Parlo nel tempo di chi elemosina le briciole di una quotidiana certezza,
come fiere che si divorano per la stessa pietanza,
e tacciono
per non essere cacciate dalla mensa del padrone.

Parlo nel tempo della coscienza infetta,
ammorbata dai veleni, dai mercati,
dalla disinformazione,
che ha perduto la capacità di discernere e che non sa distinguere
gli occhi che mentono da quelli che implorano.

Parlo nel tempo degli ubriachi,
di chi si fa denudare dei propri diritti, che furono un tempo
pretesi e combattuti.

Parlo nel tempo di chi non porge rispetto e non conosce memoria,
dove ogni tragedia della Terra è un monito
che grida il dolore di chi non c'è più.

Parlo di un tempo che non a me dovrà rendere conto
ma ai figli schiavi della propria menzogna,
a quelli mancati delle sue prossime generazioni
e a quelli ammazzati dal proprio silenzio.

(Giorgia Vezzoli - Vita da streghe)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:06| 
 |
Rispondi al commento

LA PATRIA PERDUTA
E’ inutile continuare una ricerca affannosa
Non è ancora chiaro neppure dove cercare
Cercare una cosa preziosa è estenuante
Rimbalza come un continuo borbottio nel mio corpo
Ma è tanto preziosa da essermi così stremata nella ricerca?
E’ un tesoro così grande da avere messo in poco tempo sotto sopra tutto?
E’ cosi preziosa che al solo pensiero mi sciolgo in lacrime e rimango senza parole
La cerco continuamente ma tra me e lei la distanza è infinita.
La ricerca è affannosa e difficile come costruire un puzzle
Perché io cerco una cosa che non ha prezzo e non si trova in nessun mercato
Songul Abdullah

(Songul Abdullah, laureata in ingegneria, vive a Bologna con il marito e i suoi tre figli)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:01| 
 |
Rispondi al commento

Wallace Stevens, l’Angelo della realtà
Io sono l’Angelo della realtà,
intravisto un istante sulla soglia.
Non ho ala di cenere, né di oro stinto,
né tepore d’aureola mi riscalda.
Non mi seguono stelle in corteo,
in me racchiudo l’essere e il conoscere.
Sono uno come voi, e ciò che sono e so
per me come per voi è la stessa cosa.
Eppure, io sono l’angelo necessario della terra,
poiché chi vede me vede di nuovo
la terra, libera dai ceppi della mente, dura,
caparbia, e chi ascolta me ne ascolta il canto
monotono levarsi in liquide lentezze e affiorare
in sillabe d’acqua; come un significato
che si cerchi per ripetizioni, approssimando.
O forse io sono soltanto una figura a metà,
intravista un istante, un’invenzione della mente,
un’apparizione tanto lieve all’apparenza
che basta ch’io volga le spalle,
ed eccomi presto, troppo presto, scomparso?
..

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 10:00| 
 |
Rispondi al commento

WI-fi GRATIS PER TUTTI I CITTADINI!!!!!

Giovanni F. Commentatore certificato 09.07.17 09:54| 
 |
Rispondi al commento

OT?

Freevax, a Pesaro migliaia di persone da ogni regione d’Italia reclamano la libertà vaccinale

http://bit.ly/2uWp1jD

id &as Commentatore certificato 09.07.17 09:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI ZOMBI RITORNANO
E ci risiamo con la Lega+Berlusconi+Renzi,la lurida accozzaglia che difende i forti per calpestare i deboli
Non possiamo augurarci che l'Italia vada ancora peggio ma con questa gentaglia è sicuro
L'Argentina mostra che chi non ha sarà falcidiato idem la Grecia.Ora tocca a noi.L'ultimo Paese d'Europa,grazie al caro Pd
I poveri hanno solo da tremare ma chi scapperà all'estero col malloppo starà benissimo
Gli elefanti possono anche andare a calpestare altra erba(come fa Marchionne)ma l'erba calpestata rischia di non ricrescere mai più
Vedi come i soldi vengono da 30 anni rimpiattati nei paradisi fiscali?La Lega se li faceva consigliare addirittura dalla 'ndrangheta!
Vedi come B di paradisi fiscali ne usi 63
e Antigua è addirittura di sua proprietà?
Vedi come Banca Arner ha sanato 1450 MLD di soldi
E Renzi si arricchisca anche con gli appalti di Stato o la svendita dei nostri bambini alle multinazionali del farmaco
Sai quante finanziarie fanno 1450 MLD?
Sai quante cose si risanano coi 40 miliardi regalati da Renzi alle banche,coi 24 miliardi portati di corsa alla Nato,coi 124 miliardi di debito pubblico in più prodotti dai ladri di Stato e dall'inetto Padoan,l'affossatore di Argentina e Grecia,imposto da Napolitano rovinae anche noi, col 23% di spesa militare in più voluto da Renzi per ingraziarsi l'Ue
e con l'offerta vistosa di accogliere,noi e solo noi,tutti i migranti del mondo,purché chiudessero un occhio sui nostri conti a rotoli e permettessero a Renzi una pratica di regalie e bonus per tenerlo appiccicato alla poltrona?
Vedi come anche la Lega abbia rapidamente votato per lo scudo fiscale?
Vedi come anche Confindustria sposti i propri capitali su Banca Arner?
Vedi come l'inchiesta Consip su un Governo che ha fatto degli appalti merce da suk sia affossato con una censura da Ghestapo?Mentre stampa e tv sono sotto l'imperio di uno solo che è solo segretario di partito?
Ti sembra democrazia tutto questo?
"Can you see?"
"Can you think?" (Matrix)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Postura che ricorda l'Andreotti!

http://www.beppegrillo.it/immagini/immagini/pdrenzioan.jpg

Boris 09.07.17 09:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

RENZI E LA CENSURA STALINIANA
Nemmeno al tempo delle stragi, nemmeno negli anni di piombo, si era visto un tale accanimento contro i pm (Woodstock) o la stampa libera (Lillo di IFQ), come quello fatto scattare da Renzi per oscurare lo scandalo della Consip che avvolge come una ragnatela l'ex presidente del Consiglio. In qualunque altro Paese del mondo uno scandalo simile, un appalto da 3,7 miliardi, l'appalto pubblico più grande d'Europa, che diventa merce di scambio in cambio di mazzette tra i vertici dello Stato o i loro parenti e amici con imprenditori già nel mirino della giustizia in cambio di mazzette... in qualunque altro Paese uno scandalo di tali proporzioni e con soggetti inquisiti di grado così alto avrebbe raso al suolo non solo Lotti o Tiziano Renzi ma l'intero Pd, morto per secoli a venire. In Italia le alte sfere rignanesi infieriscono sul pm che ha sollevato l'indagine e sul giornalista che l'ha pubblicata, il quale ha tutto il diritto di difendere le sue fonti come la legge gli permette di fare.
Il giornalista è tenuto al segreto d'ufficio e non è tenuto a svelare le sue fonti (artilo 622 del codice penale). Ma Renzi è vendicativo e distrugge quello che gli si oppone. Per cui aspettiamoci ritorsioni proterve sullo stesso Fatto Quotidiano. La democrazia e la legalità sono morte. Abbiamo solo un tiranno che pretende di coartare lo Stato secondo i suoi voleri.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 09:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il carnevale UE/Italia!

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1994/06/15/falcone-non-si-fidava-di-bruno.html


http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/cronaca/caso-contrada/borsellino-contrada/borsellino-contrada.html

Boris 09.07.17 09:05| 
 |
Rispondi al commento

Fa pipì contro un palazzo, colpito da un casco in faccia

Stava facendo pipì in strada contro la facciata di un palazzo di via Don Minzoni a Firenze, un passante si è messo a litigare su quanto stava avvenendo e poi l’ha colpito al volto con un casco da moto. L’incredibile scena è avvenuta poco prima delle 19 di ieri, giovedì 6 luglio. Il ferito è un ventenne del posto, che è dovuto andare al pronto soccorso per le abrasioni riportate in faccia.

**************

I fiorentini dovrebbero incazzarsi più spesso con personaggi che, anche se fanno pipì nel cesso, è come se ti pisciassero addosso.......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 09.07.17 09:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando passo davanti al Monumento ai Caduti, non ho il coraggio di alzare la testa.

Lo sguardo di quel milite ignoto sa troppo di rimprovero alla mia intera generazione.

Abbiamo permesso che ci togliessero le pensioni, mentre "loro" moltiplicavano i propri vitalizi.

Li abbiamo lasciati toglierci i diritti sindacali, il lavoro, il pane per i nostri figli, la nostra stessa dignità.

Consentiamo, per il loro immondo business sulla tratta degli schiavi, un'invasione senza precedenti, in un Paese che trabocca di disoccupati.

Di fronte al Milite Ignoto, l'unica stupida cosa che sappiamo farfugliare in nostra discolpa è: "Abbiamo votato contro".

Ma se quando stanno violentando tua figlia, la sola cosa che sai fare è "votare contro", che uomo sei?

Gian Paolo ♞ 09.07.17 09:00| 
 |
Rispondi al commento

NON AL POTERE MA A CHI LO NUTRE

Il potere è tale solo se al suo cospetto
si radunano le nostre intelligenze.

Non inchinate i vostri talenti a quanti
li consumeranno per il proprio gozzoviglio.

Non mercificate di padrone in padrone
ciò che non può essere passato di mano in mano.

Non permettete che i compromessi
smarriscano il confine fra la necessità di sopravvivere
e la cupidigia di accumulare a discapito dell'altro.

Se di rado è possibile decidere del proprio talento,
sempre si può scegliere il limite entro il quale sottometterlo.

In un mondo dove ciascuna eccellenza si offrisse
non al servizio dell'uno ma dell'umanità tutta,
il potere perderebbe la radice del proprio sostentamento
in favore di una diffusa possibilità di esistere,

che voi negate,
sovente a voi medesimi.
..

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 08:52| 
 |
Rispondi al commento

Il quarto governo abusivo, Gentiloni, piagnucola in Europa per la questione migranti...


Tutti gli altri Paesi (fulgidi esempi di politicamente corretto, di progressismo, di antirazzismo, di fornicamento gender) chiudono i loro porti e amen.


L'Italia però non può. Perché come ha affermato Orlando: "Aiutarli a casa loro, non è di sinistra".


Di sinistra, evidentemente, è:

lasciare che i vari capitalisti delocalizzino

permettere che si crei un esercito di disoccupati alla faccia della Costituzione

consentire che i disperati senza lavoro si suicidino

impedire tassativamente qualsivoglia reddito di cittadinanza

fare business sulla tratta degli schiavi

non dare agli italiani poveri quel cibo e alloggio gratuiti che si dà, con ritorno affaristico, agli stranieri


Tutta roba genuinamente di sinistra.


Dunque, stavolta l'invasione "non ce la chiede l'Europa", ma è una questione "di sinistra".


Fino a quando, Signore, dovremo pazientare?

Gian Paolo ♞ 09.07.17 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Obbligare la gente a vaccinarsi in assenza di epidemie, è da idioti.

Se poi quest'obbligo comporta un business miliardario, allora è da criminali.

Gian Paolo ♞ 09.07.17 08:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ecco un nuovo troll,partito subito col piede sbagliato attaccando Rodotà:Sidney Jahnsen Medling,lungo nome,piccola testa

Rodotà è sempre stato uno degli italiani migliori, ed stato compensato dallo Stato per l'ottimo lavoro che ha fatto e per i suoi alti meriti
Chi lo accusa ha senso morale zero o non lo conosce affatto
Tutti hanno sempre riconosciuto in lui una persona competente,onesta e piena di ideali e milioni di italiani lo amano e lo stimano.Ce ne fossero di persone perbene,ispirate ad alti ideali e rette come lui!
Certo che nel Movimento bisogna essere uniti ma Rodotà è appunto una delle figure nobili che può stare al centro della nostra unione in nome di valori e ideali che oltrepassano le etichette politiche e bisogna essergli grati per le continue battaglie di civiltà che ha fatto,battaglie mai di partito ma sempre in difesa dei diritti umani
Chi lo attacca non solo è malvagio,ma non ha capito niente dei suoi valori o dei valori in genere
E' vero che per un certo tempo Rodotà fu nel partito radicale ma per due volte rifiutò di esserne candidato.Fu sempre uomo di sx,ma di una sx idealistica e pura.A 38 anni diventò deputato e poi ministro,ma rinunciò al Parlamento per tornare a fare il docente,stimatissimo nel mondo intero.Partecipò alla stesura della Carta europea dei diritti dell'uomo e fece parte del gruppo che si occupava dell'etica delle biotecnologie sempre con un punto di vista molto personale e libero da interferenze politiche per cui il suo lavoro ha avuto apprezzamenti mondiali. Fu il primo garante dei diritto personali alla privacy.Il M5S lo ha sempre ammirato e apprezzato e lo scelse come proprio candidato a Presidente della Repubblica
Rodotà ha difeso la libertà di accedere alla rete all'Onu,all'Unesco e al Parlamento europeo
Ha insegnato in molte università europee ricevendo 2 lauree ad honorem per i suoi alti meriti
Ha lottato per depenalizzare l'eutanasia
Grillo stesso lo ha ricordato come uno degli italiani migliori.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 09.07.17 07:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ieri c'è stata la manifestazione nazionale a Pesaro per la libertà vaccinale. Qual è la vostra definitiva posizione sull'argomento? Perché non affiancate in modo deciso e non ambiguo questa lotta?

Caterina cardin 09.07.17 07:44| 
 |
Rispondi al commento

ciao,so due volte che scrivo un pensiero ma non passa,allora me limito a dire che 10,000 persone oggi hanno manifestato per la liberta di vaccinazione manco il fatto quotidiano ha scritto niente ao trava glio che stai a fa , che si gido in ferie?

giuliano da jesi 09.07.17 00:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Quando i responsabili di grandi aziende, da irresponsabili, conducono le stesse al fallimento, sconvolgendo la vita di tante persone, dovrebbero pagare, non essere sollevati dall'incarico con sborsi milionari e collocamento in altre società....

Quando i giudici dando retta ai pentiti rovinano per 25 anni la vita a una persona con famiglia al seguito, dovrebbero pagare. In tutti i sensi.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 08.07.17 23:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Capisco che l’accesso garantito a internet sia una priorità per un Movimento nato con l’Obiettivo di Testimoniare quel Metodo e-democracy anti delega uno vale uno, che attribuisce, appunto, alla Rete il Ruolo di governo ed indirizzo.
Credo però che se il programma fosse veramente scritto dagli italiani, i cittadini non la metterebbero come priorità, anche perché con gli attuali Strumenti e con l’attuale metodo decisionale, il Ruolo prioritario della Rete non emerge proprio.

Buonanotte!

Lina Luna 08.07.17 22:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo signore è parente del prof Agostino Gambino,già docente di diritto commerciale in varie Università, collaboratore di diversi governi, già Ministro delle Poste col governo Dini,già membro della Commissione di governo che doveva trovare una soluzione legislativa ai problemi dei conflitti di interesse di Silvio Berlusconi?Cosi' tanto per sapere se il vento cambia oppure no.

A L., roma Commentatore certificato 08.07.17 22:06| 
 |
Rispondi al commento

Foto di Donald Dux al G20: ha SEMPRE un'espressione che sembra Bobby Solo che atteggia la mascella alla Benito! Che sia uno specchio della sua interiorità?

Lino P. Commentatore certificato 08.07.17 21:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT "'Sti cazzi 2"('a vendetta).

"Mara Venier vola oltreoceano e acquista casa nella Repubblica Domenicana. Un bel salto per la nota conduttrice abituata alle luci della ribalta. (...)Come riporta il settimanale Visto, Mara avrebbe comprato casa ai Caraibi per riposarsi dagli impegni televisivi. "È stata un'idea di mio marito che all'inizio, devo ammettere, mi ha davvero un po' sconvolto. Mi sono detta: 'Faccio una prova, ci sto una settimana e poi me ne torno sicuramente a casa'. E invece mi sono innamorata perdutamente del posto tanto da decidere di prenderci casa. La natura è meravigliosa, il mare e il sole sono pazzeschi e soprattutto zero stress. Nicola va a giocare a golf, sua grande passione. Io vado in spiaggia e poi mi occupo della casa e della spesa".


Ma 'sti caaaazzi?? Mmmmmah.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 08.07.17 21:11| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT GIUDIZIARIO
E adesso a salire tutti sul carro di Contrada!
Evvai i più grandi ladri sperano...spera-no.
Scommettiamo che contrada non è innocente?
Scommettiamo che le motivazioni...riducono solo la pena?
Mi piace vincere facile!

oreste .., sp Commentatore certificato 08.07.17 20:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Andrea Scanzi

Non è probabilmente mai esistito nulla, nella storia della Repubblica italiana, più ridicolo, vuoto, stolido, insipido, dannoso e involontariamente tragicomico del renzismo. Gli storici del futuro si chiederanno in eterno come abbia fatto un paese "democratico", già oltremodo gonzo da credere a Mussolini, Andreotti, Craxi e Berlusconi, a puntare (io no) su 'sti circensi puerili e oscenamente privi di qualsivoglia talento. Ogni giorno ne inventano una, in un tripudio inesausto di mestizia politica e morale, ma oggi si sono persino superati. Prima pubblicano questo post rubato a Salvini, che non è un fake ma un estratto dal nulla (cioè dall'ultimo libro di John J. Fagiolo, la cui attesa nei lettori è pari a quella dell'ultimo disco di Memo Remigi tra i nativi d'America). Poi lo cancellano, convinti che nessuno se ne accorga: una roba che neanche la pagina Facebook della Beppina di Vitiano. Se tutto questo (troiaio) lo avessero fatto Raggi o Appendino, don Zucconi, Padre Augias e Fra' Calabresi avrebbero marciato sui loro attici gridando al neo-nazismo, canticchiando una messa laica qualsiasi di Vecchioni e sorseggiando la Barbera migliore di Gad Lerner. Ma vedrete che anche stavolta troveranno una scusa e crederanno ancora al Poro Citrullo, "ultimo baluardo del populismo" e verosimilmente anche dell'immanente stocazzo. Che fine pietosa e ingloriosa, per il cosiddetto "centrosinistra". La pochezza di questa masnada di paninari invecchiati male (anzi malissimo) è ogni giorno più accecante. Come diceva Gaber, coi soliti quarant'anni di anticipo: "fate più schifo che spavento". Una prece.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 08.07.17 19:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non capisco tutta questa ammirazione per Rodota'. uno che e' stato membro attivo della vecchia politica e che quindi ha contribuito, o a dir poco non ha fatto niente contro, la creazione della Casta e dei suoi vergognosi privilegi, cio' contro cui si batte il Movimento.

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 08.07.17 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT?

Mps, morte di David Rossi: archiviato il fascicolo sull’istigazione al suicidio

http://bit.ly/2tYcajH

id &as Commentatore certificato 08.07.17 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*****
Vorrei tanto sentire il pensiero, l'opinione e l'indirizzo da dare ai problemi fondamentali che attanagliano l'italia, disoccupazione e politiche del lavoro, immigrazione selvaggia di clandestini portati in italia a peso d'oro, pensioni da fame o da nababbi, evasione fiscale alle stelle, sicurezza dei cittadini del Presidente della Repubblica ma sembra che questi problemi non meritino la sua attenzione: Pertini credo avrebbe agito diversamente, ma erano tempi rozzi mentre ora sono molto più raffinati e gentili.
Ora che lo stratega-statista Renzi si è accorto dopo qualche anno di meditazione che i clandestini sono troppi e che Gentiloni è tornato dai G20 amareggiato, speriamo convinto, che l'italia è stata, è e lo sarà sempre sola sul problema immigrazione daranno disposizione per impedire di andare a prendere i naufraghi, quale ipocrisia e falsità definirli naufraghi, ma prima si dovrà sentire il parere di qualche decina di " autorità " e quindi se parlerà fra qualche anno.
Aiutarli a casa loro può andare bene ma a qualche condizione: se ne aiuto 10 e questi mi fanno 100 figli non ci siamo, si peggiora la situazione quindi subito controllo nascite cosciente o imposto come avviene in tutto il mondo, questo è il problema.
Boeri ha detto che il lavoro degli immigrati risolve il problema dell'Inps ma se faccio lavorare i giovani italiani non è la stessa cosa? Ma tutti questi africani in Africa quale attività lavorativa svolgevano, non credo operai nell'industria e quindi cosa fanno in italia? Un problema dietro l'altro ma il male è che non c'è la volontà politica di risolverli e chi tenta di farlo magari viene ostacolato se tocca interessi particolari. E'fuori dubbio che l'europa ha di fatto sancito che l'italia sarà il campo di raccolta dei problemi dell'africa, se non si reagisce subito in modo netto, speriamo che gli illuminati lo facciano.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 08.07.17 18:15| 
 |
Rispondi al commento

A parte la solita solfa sulla formazione,sulla scuola cui magari ci piove dentro quale è la proposta ?
Potremo cominciare ad eliminare i non garanti e non solo della privacy.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 08.07.17 17:39| 
 |
Rispondi al commento

PROGRAMMA POPOLO :
basta immigrazione, SIAMO PIENI!
Ora vadano nel resto di europa!

Minore sfruttamento sul lavoro
ORARI PIU' CORTI.
SALARIO MAGGIORE.
PENSIONE DOPO 40 ANNI DI LAVORO.
SPAZIO AI GIOVANI.

LOTTA ALLA DELINQUENZA E CORRUZIONE IN OGNI SUA FORMA.

MAGGIOR CONTROLLO SULLE STRADE E NELLE CITTA' CONTRO LA BARBARIE IMPERANTE.

NO FINANZIAMENTI AI PRIVATI.

CHIUSURA DELLE SALE SLOT E DEI PUNTI GIOCO D'AZZARDO NEI LOCALI PUBBLICI.

USCITA DALL'EURO.

STATALIZZAZIONE DI BANCHE E GROSSE IMPRESE ENERGETICHE E TELEFONICHE/INFORMATICHE CRUCIALI PER LA SICUREZZA DEL PAESE.

Sbino D 08.07.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mancano solo 60 giorni per prenderlo nel xxxx!!!!!!!!!!!!!!! dai che ce la facciamo!!!

Sidney Jahnsen Medling, Milano Commentatore certificato 08.07.17 15:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori