Il Blog delle Stelle
#ProgrammaSalute, Salute e ambiente

#ProgrammaSalute, Salute e ambiente

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 64

Salute e ambiente, strettamente legati tra loro, sono due facce di una stessa medaglia per garantire uno sviluppo sostenibile complessivo. Per raggiungere questa prospettiva discutiamo due proposte: a) condivisione dei dati sanitari e ambientali tra le agenzie con obiettivi condivisi e lavoro coordinato; b) integrare, eventualmente anche a livello strutturale, il Ministero della Salute e il Ministero dell’Ambiente

di Ivan Cavicchi, Docente di sociologia sanitaria e di filosofia della medicina, Facoltà di Medicina, Università Tor Vergata Roma

Nell’idea di sviluppo sostenibile sicuramente la salute ha un ruolo centrale. Per capire questo ruolo centrale, è necessario partire da una distinzione, e la distinzione è tra il concetto di ricchezza e il concetto di PIL. Il PIL è un’idea di ricchezza economica mentre invece nell’idea di ricchezza non rientra solo l’economia, rientra l’ambiente, rientra la salute, rientra la cultura, rientra la giustizia. Cioè, un paese senza salute non è un paese ricco, un paese che non è giusto non è un paese ricco. Quindi produrre salute, in un’idea di sviluppo sostenibile, vuol dire produrre la salute come ricchezza, ecco, questo è il concetto di fondo. Per produrre questa salute come ricchezza però dobbiamo dotarci di strutture adeguate, definendo delle istituzioni appropriate, programmi appropriati, strumenti appropriati. E devo dire che, rispetto a questo grande obbiettivo, che poi è l’unico obbiettivo che garantisce la sostenibilità del sistema di cura, noi siamo molto indietro.

Siamo il paese che spende meno del 5% in prevenzione nonostante siamo il paese che più di ogni altro ha tutte le leggi imperniate e concepite sulla base del diritto alla salute. Un po’ di errori in passato li abbiamo fatti e ora si tratta di recuperarli. Per esempio, un errore fatto è stato quello di dividere il concetto di ambiente dal concetto di salute, dividerlo anche istituzionalmente. Cioè, non ha senso che esista un Ministero dell’Ambiente e un Ministero per la Salute, anche perché i dati epidemiologici di cui noi siamo in possesso ci dicono sostanzialmente che l’ambiente è una delle principali cause di malattia nella nostra società, quindi non ha senso fare prevenzione o fare salute indipendentemente dalle politiche ambientali e mi riferisco in modo particolare a certe malattie, per esempio le malattie oncologiche che continuano a crescere. Un altro errore che abbiamo fatto è stato quello di concepire la funzione di prevenzione nella sanità tutta incardinata sulle aziende e sulle regioni. In realtà non si può fare salute nel senso che dicevo prima se non si fa “una politica di comunità”, cioè il soggetto di salute è la comunità quindi io sarei per restituire funzioni di salute ai comuni, funzione che è stata espropriata qualche anno fa. Ma c’è anche un’altra ragione per la quale io darei di nuovo funzioni di salute primaria ai comuni, che è quella che i comuni hanno un sindaco, cioè una figura che è eletta dal popolo. Quindi il sindaco è, come dire, il soggetto, la figura ideale per rappresentare i bisogni di salute di una comunità.

Se andiamo avanti di questo passo, cioè, se siamo d’accordo nel concepire una riunificazione strategica tra ambiente e sanità e salute, dobbiamo fare altre operazioni.

Quando penso a un’idea nuova di dipartimento, penso a qualcosa che sia in grado di agire almeno tre strategie importanti: la prima è quella classica, la prevenzione. La prevenzione che cos’è? Se io ho un fattore di nocività, per esempio l’amianto, lo rimuovo e ho fatto un’operazione di prevenzione di salute. Però non tutto possiamo conoscere sulla base dei fattori di causalità, molte cose ci sfuggono e soprattutto altre cose dipendono dai rischi che corriamo, quindi, un’altra strategia che suggerirei è quella della previsione. La previsione non si occupa di rimuovere fattori di nocività ma interviene sulla probabilità del rischio di ammalarsi e ha delle metodologie sue particolari. La terza strategia che suggerirei, che è quella meno conosciuta e la meno citata, è la predicibilità cioè la capacità di simulare una realtà, di organizzare una realtà, di creare una realtà nella quale il “rischio” di ammalarsi sia minimo, quindi progettare città, come dire, a rischio minimo di ammalarsi, urbanistica. È un’idea molto, molto interessante, che ti permette quasi di costruire, ecco, in maniera simulata, delle situazioni con un basso grado di nocività e di rischiosità. Ovviamente dentro queste, questi nuovi dipartimenti, se vogliamo proprio portare avanti queste strategie, dobbiamo introdurre e inserire anche nuove professioni, cioè non basta più il classico medico del lavoro, l’igienista, abbiamo bisogno di gente che sappia simulare, che sappia analizzare i rischi, etc. etc.

L’ultima cosa che vorrei dire è che, siccome la produzione di salute equivale a produrre ricchezza, io sono perché venga misurata. Quindi abbiamo bisogno di indicatori che misurino il grado di salute prodotto. È importante questo perché credo che dovremmo entrare nell’ottica di incentivare la salute tra i cittadini, e incentivare vuol dire che se io riesco a misurarla posso anche a premiarla. Si può incentivare la salute in tanti modi, per via fiscale, etc. però deve essere chiaro che è più conveniente dal punto di vista sociale produrre salute, quindi incentivare comportamenti “virtuosi”, ecco, e su questo terreno siamo ancora molto lontani.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Giu 2017, 10:00 | Scrivi | Commenti (64) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 64


Tags: ambiente, Ivan Cavicchi, prevenzione, salute

Commenti

 

È necessario ormai formare la coscienza psichiche somatiche e psicosomatica della salute dei nostri organi interni oltre che di ciò che appare E, inerire questa coscienza con le azioni opportune per situarla felice in armonia con l'ecosistema biodiverso . A questo proposito mi piace l'idea di valutare le buone prassi che connettono salute alimentazione e ambiente da parte del professor Ivan di Tor vergata . Ma voglio ricordare che noi siamo gli eredi in consapevoli di quei filosofi che per primi hanno tracciato le linee guida della medicina e di ogni forma di terapia parlo di Pitagora Parmenide Alcmeone Liside tutti vissuti e praticanti l'arte della terapia e non solo nella Magna Grecia. Ippocrate è stato uno dei loro discepoli il quale ci riporta l'importanza della valutazione dei messaggi psichici prima di attendere qualunque forma di terapia. Purtroppo proprio in Italia la terapia su base psichica e psicosomatica e negletta e asservita nella coscienza di molti alle logiche strutturanti La paura di ascoltarsi

Francesco Palmirotta 10.08.17 17:08| 
 |
Rispondi al commento

Volevo fare due riflessioni sull'organizzazione della Sanità in Toscana che sto sperimentando sulla mia pelle senza scendere nei particolari del mio caso personale. In Toscana ci sono 3 Aree Vaste, ovvero 3 Aziende con bilanci separati. Quando una di queste aziende prende un malato, non gli permette più di uscire, altrimenti il suo guadagno va ad un altra azienda. Ci sono pressioni fortissime per mantenerlo non solo nell'area, ma anche nell'ospedale dell'area in cui è capitato. Sento medici che dicono "se chiedo il trasferimento rischio di pagare le cure di tasca mia". Questa organizzazione rende i medici dipendenti dal bilancio dell'azienda e non dalla volontà e possibilità di sopravvivenza del cittadino. Se il malato vuole andarsene per essere curato da un altra parte, lo può fare solo se scoppia di salute. Firma e se ne va. Ma se sta veramente male deve "o mangiare questa minestra o saltare dalla finestra". Io faccio parte, per la mia residenza e per il luogo in cui lavoro, di un'area vasta diversa da quella di mio padre. Sarebbe meglio per me e per lui che fosse stato trasferito, ma non c'è possibilità. Rischio di perdere il lavoro, sto spendendo migliaia di soldi in infermieri perchè la carenza di personale non permette di vigilarlo durante la notte (respira male). Faccio presente che il ricongiungimento famigliare è previsto anche per i migranti, che l'art.32 della costituzione garantisce la libertà di cura ed il rispetto della persona umana, che in Italia oggi è più facile uscire di prigione per un corrotto che per un malato toscano ambire ad essere curato in un'altra area vasta. Nessuna di queste ragioni è sufficiente! Per salvare il bilancio dell'area vasta ci fanno morire di area vasta. Come può il M5S accettare questa DITTATURA SANITARIA.

Gabriella Bottai 16.06.17 10:16| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna eliminare i conflitti di interesse, impedendone la formazione e punendo chi li ha già messi in essere. Non è possibiule che ci siano DIRIGENTI AIFA NEL CDA DI AZIENDE FARMACEUTICHE COME E' ATTUALMENTE! E che poi vendiamo svenduti come cavie per i loro vaccini! E' una vergogna! Questo deve essere messo in chiaro e gridato ai quattro venti!

Lisetta Sperindei 14.06.17 17:27| 
 |
Rispondi al commento

Idea ottima, e discussa anche nell'ottimo libro di Casaleggio Veni Vidi Web. Il Pil deve misurare il benessere e non la richezza.
A mio parere il punto di partenza dovrebbero essere delle normative che impongano alle aziende di inserire nei bilanci alcune voci quali: la prevenzione, la sicurezza sul lavoro, il grado di soddisfazione dei lavoratori... A partire dai bilanci di sostenibilità delle aziende si crea questa cultura dell'ambiente e della salute

Maurizio Matteo Dècina 14.06.17 15:46| 
 |
Rispondi al commento

l'idea è ottima ma se a monte non regoliamo conflitti d'interesse ed infiltrazioni rischiamo di creare un nuovo organismo privo di anticorpi, le priorità sono altre, dai tempi sulle bonifiche e caratterizzazioni a veri controlli sanitari sui cibi, e poi invece di comprare due ministeri le lobby ne compreranno uno solo. Ripeto i problemi e le relative leve sono altrove, proposta pericolosa allo stato attuale dei fatti. I comuni sono un capitolo a parte, lì già ci sono dlgs di fatto non attuati sulla pubblica sicurezza. Non sempre cambiare è la soluzione, in italia basterebbe punire chi non osserva le leggi già esistenti ma inapplicate

giorgio santoriello 14.06.17 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Alternativa di scelta incomprensibile.
Casomai sarebbe da chiedersi,e perseguire a calci in culo,perchè non vi è questa integrazione con tutte le conferenze di servizi e cazzate varie che si sono inventati.
Sara mica che il problema è semplicemente quello che chi deve fare qualcosa non lo fà,si gira da un'altra parte,o peggio ?
Vedere l'inquinamento da pfas in Veneto:dopo 20 anni ci si accorge che c'è un'azienda che fà prodotti pericolosi e che questi sono finiti in falda.Chi doveva controllare dov'era ? in ferie ?

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 14.06.17 10:58| 
 |
Rispondi al commento

Cari amici
io graze ai 5 stelle mi er riavvicinato al voto io da laureato in scienze politice mi vergogno di non aver votato x tanti anni.Mi dispiace dirvelo ,premettendo ce io sono x la concertazione ,vi dico ce avete iiziatt col piede sbagliato,quella specie di teddesco che tedesco non era,perche modificato x bieche esigenze di avere un gran aprte di nominati vi ha fatto apparire alla pari della gentaglia CHE CI HA goernato fino a adesso spero che ritorniate in voi in modo che possa continuare a votare 5 stelle.La mia seensazione e ce abbiamo perso le ammiistrativ soprattut
Saluti

fabio aita 13.06.17 09:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a caldo è sempre difficile fare analisi serene , comunque non è andata come speravamo soprattutto tenuto conto del grande interesse mostrato verso il movimento da molti cittadini in questi ultimi tempi. Naturalmente in questi anni i ricatti esercitati da coloro che detengono le leve del potere sono aumentati a dismisura. Promesse e concessioni di vario genere, gestiti dalle cricche mafiose che occupano i nostri comuni, rappresentano un volano per estorcere consenso. Comunque il Movimento sbagli ne ha fatto. Nelle grandi città siamo stati accerchiati e attaccati da tutti coloro che nel recente passato le hanno impoverite e devastate senza che noi avessimo la dovuta coesione interna per respingere tali speciosità.Inoltre continue dissonanze interne al movimento hanno contribuito a generare maggiore confusione. Infine credo che la trattativa con PD FI e Lega per la legge elettorale ha creato sconcerto tra il nostro elettorato anche perché non abbiamo mezzi di diffusione tali da raggiungere gran parte dell'elettorato e ci siamo esposti anche alla farsa finale in parlamento da parte del PD che ci ha accusato di doppiezza. Con questa gente non si possono fare accordi! Impariamo e andiamo avanti !

Vittorio La Spina 12.06.17 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Sto cercando delle riflessioni sul risultato delle elezioni, ma non trovo nulla, come mai

ENRICO RIZZI, MILANO Commentatore certificato 12.06.17 11:31| 
 |
Rispondi al commento

La salute pubblica esiste solo formalmente.
Esiste per i lauti stipendi che primari e medici percepiscono, e per il peso che questo determina sui costi della sanità.
Tutti soldi buttati via, da anni ormai questa classe di medici, ben nutrita dai soldi pubblici, ha deciso di optare nel non prestare più tanta attenzione al malato, o perlomeno, di spremerlo a cacciare il danaro (che magari non ha).
Le diagnosi sono approssimative, le cure poco efficaci, tutto fatto con approssimazione.
Solo chi può spendere denaro riesce ad avere l'attenzione del medico ospedaliero.
Liste ospedaliere fatte di tanti mesi di attese e Alla fine, diagnosi approssimative; ma di non approssimativo c'è lo stipendio, pubblico, che percepiscono dallo Stato o dalla Regione.
Negli ospedali la tensione e palpabile, si tocca con le mani, le recenti aggressioni lo dimostrano.
Bisogna rifondare tutta la sanità, motivo di spesa di grosse somme pubbliche, di corruzione e
di lobby in camice bianco.
Ma quando ?

Rosario Bonanno 11.06.17 16:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete bisogno di assistenza finanziaria per i vostri progetti?
È rifiutata dalla banche diverse?
Abbiamo compagnia di assistenza finanziaria mondiale Credit Finance per aiutarti a finire le vostre preoccupazioni finanziarie.
Sito web: www.world-credit-finances.tk
Si prega di contattarci per ulteriori informazioni per posta
Direttore: bekatima10@onet.pl

tima b., italia Commentatore certificato 11.06.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento

riflessione sullo stare bene o benestare...

spesso ho sentito dire che a TUTTI PIACE STARE BENE E TUTTI INDISTINTAMENTE VORREBBERO STARE BENE ma non è vero

ci sono almeno 6 tipi di persone

quelli sadomaso a cui piace farsi del male e/o fare del male

quelli che vorrebbero stare bene ma non riescono per per mancanza di disponibilità economica.


quelli che vorrebbero stare bene ma non conoscono il metodo di stare bene e sbagliano facendo cose che alla fine fanno più male che bene.


quelli che fanno come quell'uno che si toglieva un pruno e se lo toglieva e lo rimetteva... cioè quelli che prima si lasciano prendere dal vizio e poi si preoccupano dei danni e cercano di risolverli temporaneamene per poi ritornare a farsi male per soddisfare i propri vizi.


e poi quelli che sanno come si fa a stare bene e cercano in tutti i modi di stare bene utilizzando qualcunque mezzo possibile per il loro scopo.


infine i martiri che si sacrifianco e stanno male loro per fare stare bene qualcun'altro.

ripeto non è vero che tutti vorrebbero stare bene.


viakal 08.06.17 00:41| 
 |
Rispondi al commento

il problema salute esiste eccome sopratutto quello della salute mentale...

bimba morta in auto,dimenticata da mamma

oppure.....

terrorista islamico si fa esplodere in mezzo alla folla ( di seconda o terza generazione magari anche con la cittadinanza).


sono cose che non possono essere curate concentrandosi sugli effetti ma bisogna scoprie la causa di queste mostruosità.


nessuno in tv e nessun politico parla mai di cosa sta causando tutto ciò...

mi rifesisco ad una riflessione su causa ed effetto che lo staff ha pensato bene di bannare.


ragionano come quello che mangia male ( causa ) e poi mette la pomatina al cortisone sul brufolo superinfiammato... il brufolo viene da qualche atra parte e poi il cortisone inibisce il sistema immunitario e alle lunghe arrivano i tumori....

così ragiona la politica oggi.... si tappa alla meglio l'effetto e non si indaga sulla causa anche perché se si guardassero le cause si scoprirebbero le falsità ideologiche che ci hanno propinato in questi ultimi anni.

alecos 08.06.17 00:30| 
 |
Rispondi al commento

SPERO che in tema di salute il movimento prenda una posizione più forte e chiara e come è detto nel post la salute umana va di pari passo con quella dell'ambiente, ma nel movimento questo concetto sembra solo teorico in quanto c' è una vera e propria latitanza nei temi importanti riguardanti la sanita: vedi OBBLOGO VACCINI e il recente post che vuole regolare l'attività privata dei medici in modo a dir poco discutibile e alquanto scarso a livello deontologico soffermandosi solo sulla banale e ridondante riduzione delle lista di attesa e sulla regolametazione del tetto salariale come unico problema di base quando in realtà il problema e veramente altrove ma sembra quasi che si voglia sviare l' attenzione dalla reale morsa a cui la sanità pubblica deve sottostare che è quella delle lobby del farmaco e oggi più che mai di quelle dei vaccini, sono seriamente preoccupato e vorrei trasmettere la mia preoccupazione a altri attivisti e portavoce del movimento affinchè si esca da questo buco nero che sta logorando la mia fiducia nel movimento, cmq il post di Cavicchi anche se vago mi sembra più lungimirante e di vedute più adeguata al movimento, spero solo che non si perda nel vuoto o non si smentisca alla prima occasione utile.
Ciao


Facile prestito per tutti in 24 ore (assistance.financiaire55@gmail.com)

Email : assistance.financiaire55@gmail.com

Sono un privato e dispongo di un fondo di rotolamento me li permette di venire in aiuto attraverso prestiti e crediti tra privati.Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€, Il nostro tasso d’interesse è pari al 2% l’anno. Avete debiti, fatture non pagate, voi avete bisogno di comperarvi un'automobile, la vostra casa, o necessità di denaro per finanziare un progetto, o mettervi al vostro conto ma le banche respingono tutte le vostre domande di concessione di credito. Se avete necessità di un prestito volete contattarlo per ulteriori informazioni, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
Email : assistance.financiaire55@gmail.com

Oscar 07.06.17 11:27| 
 |
Rispondi al commento

sono molto d'accordo. la vera rivoluzione immediatamente praticabile è quella degli indicatori. Scegliere cosa misurare è già orientare.Ma serve anche uscire dalla logica feudale del monopolio medico sulla salute. Le CAM hanno molto da offrire in termini di prevenzione primaria. Se posso collaborare sono a disposizione. Giulia Boschi: executive committee European Traditional Chinese Medicine Association (ETCMA) , presidente onorario associazione professionale Operatori Tuina-Qigong e tecniche orientali (OTTO).

Giulia Boschi 07.06.17 11:12| 
 |
Rispondi al commento

Non potete pretendere che ci esprimiamo su argomenti complessi a volte proposti con quesiti incomprensibili e spiegati in modo vago e teorico!

Fateci votare su tematiche concrete, esposte da esperti che sappiano comunicare e non rimangano sul vago!

Obi Kenobi Commentatore certificato 07.06.17 09:49| 
 |
Rispondi al commento

IL CONCETTO è CHIARO ed era così nella riforma sanitaria del 78 (SEPPILLI DIOGUARDI) ma poi han tolto i sindaci, han tolto l'ambiente ma hanno incrementato il plusorario (che non vuol dire orario straordinario !!!) hanno costretto il medico di medicina generale ( l'unica specializzazione che manca ) a contratto onnicomprensivo (togliendo ogni incentivo a curare concretamente il paziente perchè sia inviato allo specialista opedaliero (che incrementa il plusorario)


per quanto dice Cavicchi porto l'esempio del progetto " CITTA' SANE " dell'OMS ufficio EUROPEO
( chissà che fine ha fatto?)

una città con orari scolastici, di uffici, e di servizi differenziati e versificati vedrebbe diminuire il traffico congestionato nelle ore di punta con riduzione dell'inquinamento atmosferico ed effetti sulla salute

questo e tanto ancora si porebbe dire sulla alimentazione e infine sulla prevenzione anche nel lavoro non quella cartacea ( DVR POS ) e quella finta buona solo per creare slogan fantasiosi quanto inutili! (vedi slogan della ridanciana ministra sulla maternità.

Carlo ., Padova Commentatore certificato 06.06.17 23:10| 
 |
Rispondi al commento

la riforma della sanità ('78) era fondata sulle autonomie locali ( sindaci)gome governo le varie controriforme fino alla aziendalizzazione ne hanno fatto pascolo per politici.L'hanno accentrata spezzettandola nelle regioni (con conseguente diseguaglianza fra nord e sud ) hanno ridotto gli ospedali (giusto provvedimento)però senza una DIRIGENZA TECNICA (hanno sopresso le idoneità a primario e i concorsi ) E senza assicurare una SANITA' DI PRIMO LIVELLO ma assicurando l'espansione della sanità private (oltre 1/3 della spesa) l'attività sanitaria è scompensata a favore della attività specialistica contro quella di MEDICINA GENERALE (malgrado la tecnologia che consentirebbe ( ad esempio ) una ecografia e ECG a domicilio (un ecografo portatile costo 700-2000 eu) ECGrafo =700 eu) IEDM per analisi ematochimiche ). LA PREVENZIONE ( ambiente /alimenti / lavoro ) che doveva essere integrata nella usl, è stata smembrata in agenzie o privati (puro businness)

lo sfascio è evidente ma serve una VERA SVOLTA
RIPARTENDO DALLA IMPOSTAZIONE DELLA RIFORMA SANITARIA DAL BASSO E LOCALE , SENZA POLITICI E CARRIERE MEDICHE PER MERITO INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE INCENTRATA SUL CITTADINO.

Carlo ., Padova Commentatore certificato 06.06.17 22:43| 
 |
Rispondi al commento

Questo e' il primo "esperto" che qui ci viene proposto il cui ragionamento mi convince .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 06.06.17 20:00| 
 |
Rispondi al commento

A proposito della connessione tra salute e ambiente, mi pare che vi siate dimenticati dell'agricoltura e, in particolare, degli effetti devastanti della zootecnia (allevamento e pesca), insostenibile anche sul piano etico (sfruttamento e sterminio di miliardi di esseri senzienti). I tumori hanno sicuramente un fattore ambientale, ma in molti casi il fattore determinante è quello alimentare, non a caso l'OMS ha inserito carne e insaccati tra le sostanze "cancerogene". Forse in questa proposta di riunificazione, andrebbe inserito anche il ministero dell'agricoltura. E bisognerebbe anche separare il comparto ortofrutticolo da quello zootecnico, in modo che i costi socio-economici di quest'ultimo ricadano solo su chi produce e consuma questi prodotti insostenibili.

Noemi Callea 06.06.17 17:48| 
 |
Rispondi al commento

L'essere umano spesso si dimentica di avere una coscienza! Questa legge elettorale viola gravemente la Costituzione ed il sacrosanto Diritto del Popolo ad avere la sua rappresentanza in parlamento.

Valentino Disero 06.06.17 16:45| 
 |
Rispondi al commento

Scusate come mai avete cancellato il mio post? Fa parte di un programma salute imposto, se non è un elogio per il movimento non lo pubblicate? Comunque per la libertà di parola lo ripeto :
Caro M5S e caro Grillo in molti pensavamo e ci eravamo illusi che foste
diversi dagli altri, purtroppo la coerenza oggi viene a mancare e con il
vostro schieramento pro vaccini di massa avete fatto un enorme buco nell'
acqua, purtroppo con questa vostra decisione avete perso un sacco di
elettori e in vista delle elezioni non è stato per niente furbo. Zappata su
i piedi!!"

Massimiliano Lotta 06.06.17 16:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiedo troppo se dico che i commenti dovrebbero essere attinenti all'argomento? Si fa una gran fatica a scambiarsi delle idee su di un blog se ognuno dei partecipanti non si automodera. Grazie

Corrado B., Bologna Commentatore certificato 06.06.17 15:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il signore che ci dona codesto sapido articolo è un filosofo e sicuramente più che di teorie abbiamo bisogno di politiche economiche.

A L., roma Commentatore certificato 06.06.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento

La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non semplicemente l’assenza di malattia o infermità.
(Organizzazione Mondiale della Sanità, 1948)


Path Walker Commentatore certificato 06.06.17 15:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT "baciamo le mani";

avant'ieri in TV, ho visto qualcosa di agghiacciante: dopo la cattura di un "pesce grosso" della 'Ndrangheta, proprio mentre lo stronzo veniva condotto via a forza, un capannello di persone gli si è fatto intorno e qualcuna di esse gli ha pure baciato le mani: secondo me un fatto di gravità inaudita, una roba da "impacchettare" quegli imbecilli e lasciarli qualche mese in galera a meditare sulla gravità di un gesto così vergognoso eppure esibito platealmente: questo sì, che mi ha fatto orrore...(anzi, "Ovvove!!).....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 06.06.17 15:00| 
 |
Rispondi al commento

*****
Parto dalla considerazione che del proprio denaro ognuno ne dispone come meglio crede. Vorrei che i soldi delle mie tasse fossero spesi secondo la mia volontà, visto che i soldi sono miei. In altre parole si potrebbe elencare dei capitoli di spesa quali sanità, sicurezza, pubblica istruzione, edilizia popolare, giustizia, ecc. ecc. ai quali il cittadino destina le sue trattenute con sua decisione quasi peioritaria, diciamo l'80% mentre il resto lo decida lo stato. Semplicemente allargando la procedura attuale del 5/°°°. Questa idea mi è nata dal fatto che io non voglio più che le mie tasse siano sperperate per mantenere clandestini e nomadi che ci ringraziano rovinando il nostro paese e rendendo la vita agli italiani sempre più difficile e sempre più vicini alla soglia della povertà. E'inaudito che lo stato non riesca a far rispettare le più basilari regole di convivenza civile in luoghi che lo stato stesso ha creato, quali Mineo, cittadella olimpionica di Torino, Bagnoli ecc, di cui ha perso completamente il controllo e l'incapacità di sanare la situazione. Perchè non posso destinare le mie tasse ad una famiglia italiana in difficoltà? M5S se potete fate qualcosa perchè è un insulto alla ragione aiutare i clandestini e osservarne i risultati che si ottengono. Un blog su questa problematica credo sarebbe interessante ma credo non lo farete viste le tendenze che avete verso l'immigrazione, mai chiarite in modo preciso ed inequivocabile.

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 06.06.17 14:01| 
 |
Rispondi al commento

Mettiamo che quei buontemponi che comandano il mondo, decidano che sia arrivato il momento di dare una scremata alla società.

Quando le bestie da soma servivano, venivano sfruttate. Ma la tecnologia le ha poi rese superflue, proprio come superflui stiamo diventando noi, ora che i robot prenderanno il nostro posto per lavori d'ogni genere.

Bene. L'imbarazzo della scelta non manca. Però, una guerra atomica renderebbe l'ambiente inquinato per millenni, e anche una bella guerretta di tipo convenzionale, rovinerebbe il paesaggio a lor signori, creando macerie che sembrerebbero discariche.

No, pare che l'ultimo grido in fatto di pulizie etniche, sia all'insegna del liberarsi dell'ingombrante fardello umano, senza creare disordine ambientale. Tipo raccolta differenziata, insomma. Una sorta di Biosterminio.

In questo contesto, le vaccinazioni obbligatorie volute da politici non certo pro-popolo, cadrebbero a fagiolo.

Le multinazionali del farmaco non dovrebbero far altro che provocare un'altra "influenza spagnola", mediante un mix di vaccini creati all'uopo.

Lo dico per celia, naturalmente. So benissimo che le famiglie più ricche del mondo, che hanno a libro paga i governanti di mezzo Pianeta, sono le persone più filantropiche che ci possano essere.

Ci amano. Non fabbricano armi e non ne vendono perché hanno in odio la guerra. Non provocano "primavere arabe" e non bombarderebbero mai neppure Gheddafi. Si guarderebbero bene anche dal lanciare atomiche su Hiroshima e Nagasaki. Infatti, non l'hanno mai fatto.

http://www.disinformazione.it/spagnola.htm

Gian Paolo ♞ 06.06.17 13:57| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

I post comunisti stanno governando questo stato con metodi malavitosi suffragate da leggi bizantine.
Terra dei fuochi, si sa dove da 30 anni (Napolitano e Bassolino hanno taciuto) ma ancora oggi il governatore sceriffo eletto in barba alla legge Severino se ne guarda bene da prendere azioni affinché venga bonificata quella terra...intanto la gente continua a morire

Angelo B., Napoli Commentatore certificato 06.06.17 13:27| 
 
  • Currently 4/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 4)
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito di salute, le istituzioni hanno tanto a cuore la salute di Totò u Curt, che nonostante le stragi, gli scioglimenti di creature nell'acido, stermini vari con quintali di tritolo, e chi più e ha ne metta, gli concedono gli arresti domiciliari per morire dignitosamente.

A loro sta più a cuore la salute di Riina che quella degli italiani onesti, che lavorano e pagano le tasse per mantenere questa manica di politici ladri e corrotti, più amici di Riina che di noi......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.06.17 13:18| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento
Discussione

Terra dei Fuochi, Basilicata, Taranto e poi proseguite leggendo sotto

http://quifinanza.it/soldi/le-44-aree-invivibili-piu-inquinate-ditalia-la-mappa-del-ministero-della-salute/60790/

in certi luoghi la salute fu.....

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.06.17 13:03| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 06.06.17 12:59| 
 |
Rispondi al commento

Fantastico! Questo si chiama futuro

undefined 06.06.17 12:51| 
 |
Rispondi al commento

La Mogherini ad Al Jazeera:

LA PACE E' EUROPA E L'EUROPA E' ISLAM

Comincio a credere quello che dicono seriamente in molti sia vero: non sembra una persona totalmente normale dai suoi caratteri somatici e ovviamente da quello che dice.

Marco F., Fermo Commentatore certificato 06.06.17 12:40| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa, ma il docente ha detto che esistono dati epidemiologici. Questi cosa avrebbero dovuto consigliare al Ministro della Salute PD? Incomincio da poco.

Ezio D'Alessandro, Avezzano Commentatore certificato 06.06.17 12:15| 
 |
Rispondi al commento

Condivido in pieno il discorso fatto dal Dott. Caicchi, tuttavia mi permetto di fare alcune considerazione in merito a quanto letto e sentito, ossia che il tema salute va associato anche al tema sicurezza sia a livello sociale sia a livello lavorativo. Per quest’ultimo aspetto, i governi che si sono succeduti negli ultimi 25 anni si sono dati molto da fare, passando dal DLgs 626:94 al Dlgs 81/08, poi corretto l’anno successivo col Dlgs 109/09, in quanto pieno di errori. Tutti questi decreti legge mirano a richiedere ai Datori di Lavoro di garantire sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Gli stessi governi, considerando che i lavoratori sono anche cittadini, hanno fatto di tutto per NON GARANTIRE la salute e sicurezza dei cittadini nei loro abitat (vedi leggi svuota carceri, lasciando in giro per l’Italia delinquenti e criminali di ogni razza), ossia nelle proprie case, nelle piazze, per strada, etc. Recentemente sono crollati dei ponti, però a morire sono stati cittadini ignari del pericolo! Sono state rapinate case e negozi, mietendo vittime (cittadini Italiani); sono state stuprate ragazze, che rischiano anche di beccarsi malattie infettive. Ecco, il tema sicurezza se non la si previene genera persone malate. Ricordo che nelle aziende c’è la valutazione obbligatoria dello stress da lavoro correlato. Gli indicatori ci sono e servono al fine di prevenire malattie e fenomeni quali: mobbing e bossing. Giuseppe Anedda

Giuseppe Anedda 06.06.17 12:11| 
 |
Rispondi al commento

Si Si ,
Mettiamo fuori Riina,
poverino lui anima buona che ha sempre avuto pietà di tutti, lui benefattore, che vada a casa.

E' proprio il paese di pulcinella.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.06.17 11:52| 
 |
Rispondi al commento

Grande Ivan Cavicchi !
L'ho sentito in TV ("la gabbia open")combattere contro i lobbisti dei vaccini e i "politici" mafiosi.
Le cose che dice quì sono veramente illuminanti.
Dobbiamo "tenercelo stretto" e imparare e meditare su quel che dice.

Daniele B., Tarcento Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 06.06.17 11:36| 
 |
Rispondi al commento

giustissimo come dice Claudia Fusari....
se c'erano i presupposti per il fermo del giovane nomade di Centocelle, perche' non si è èroceduto all'arresto? I motivi non erano sempre quelli?

Er Caciara ..... Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 06.06.17 10:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo il selfie della bella modella musulmana con Salvini, mi viene da pensare: certo che se i gommoni fossero pieni di modelle anziché di soli uomini, l'approccio verso l'invasione sarebbe diverso.

Anche gli inviti del papa all'accoglienza, avrebbero una risposta più appassionata.

Per non dire della parità di genere: come mai non si levano scudi in favore di un gommone femminile ogni gommone maschile? Le donne devono avere gli stessi diritti soltanto quando si candidano in parlamento e non anche quando "scappano dalla guerra"?

E se quegli uomini scappano tutti dalla guerra, chi è che combatte 'sta "guerra"? Le donne? i bambini? i vecchi? Come mai non li vediamo sui barconi insieme agli uomini?

Ma quanto dobbiamo farci prendere in giro dai "marciatori" milanesi?

Business, quanti crimini si commettono in tuo nome!

Gian Paolo ♞ 06.06.17 10:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori