Il Blog delle Stelle
#ProgrammaFisco: Agenzia partecipata

#ProgrammaFisco: Agenzia partecipata

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 173

di Federico Macaddino, Analista economico-finanziario, Corpo ufficio studi di economie e fiscalità Federazione Dirpubblica

Il quesito agenzia partecipata individua nella premessa, sostanzialmente, tre grandi tematiche che potremmo riassumere così: il rapporto di fiducia reciproca tra Istituzioni e collettività e il ruolo dell’Agenzia delle Entrate, il principio della giusta imposizione fiscale sancito dall’articolo 53 della Costituzione. Nella seconda tematica si affronta il tema della partecipazione del contribuente in ogni fase del procedimento fiscale. Nella terza tematica l’azione di contrasto all’evasione. Conseguentemente, vengono forniti quattro obbiettivi che si possono riassumere in: funzione del contraddittorio tra Fisco e contribuente, misure premiali, strumenti d’indagine presuntivi e banche dati.

La parte di programma che mi è stata sottoposta cerca di risolvere una delle problematiche più delicate nel rapporto tra Stato e cittadino, ossia il rapporto fra Fisco e cittadino, e parte dal rapporto di fiducia e stima che esiste fra le Istituzioni e la collettività. È inutile nascondere che, in questo tipo di rapporto, siamo a dei minimi storici. Lo stesso nome del principale ente dell’amministrazione finanziaria, cioè l’Agenzia delle Entrate, oggi suona come altamente impopolare e andrebbe, anche solo per fini di marketing, mutato. Se a questo aggiungiamo i risultati sensibilmente scarsi di recupero del sommerso, il trend di semplificazione che è stato decisamente invertito negli ultimi mesi con una serie di provvedimenti che accrescono gli adempimenti fiscali e una gestione del personale alquanto discutibile così come dei fenomeni di corruzione, viene da pensare che questa amministrazione e quest’istituzione vada profondamente mutata.

Ciò, certo non è facile e quasi impossibile, se consideriamo che il cittadino ancora oggi viene visto come un potenziale evasore a prescindere, se consideriamo che il Fisco viene percepito come un nemico e, in buona sostanza, come un qualche cosa che sta aggravando la crisi economica, se il Fisco non riesce ad avere una contezza della realtà economica del Paese e quindi un controllo e un presidio del territorio e se il Fisco non dà soprattutto l’idea di rispettare la legge dello Stato all’interno, ancor prima che all’esterno, quindi è necessario un cambiamento di rotta, che vuol dire un cambiamento di organizzazione e di sistemi adottati dall’amministrazione finanziaria quindi, meno aziendalistici, meno alla ricerca del ricavo, più preventivi e tutoriali, probabilmente anche più legati all’analitico e alla realtà. Ciò non è possibile con una struttura, come quella di oggi, che lavora per obbiettivi e standardizzazione.

È necessaria un’amministrazione pubblica che adotti come mission principale il rispetto del Diritto tributario e non i numeri e l’incasso. Più autonomia a un ente come quello esistente oggi, comporta notevoli rischi perché non dimentichiamo che è l’ente più poderoso nell’apparato pubblico, ha un potere di invasività su ogni cittadino, dalla nascita a fin dopo la morte quindi, autonomia sì, ma con stretto controllo ministeriale e possibilmente parlamentare. È per questo che il primo intervento, a mio modo di vedere, va fatto proprio sul Ministero di Economia e Finanze, facendo riassumere a questo Ministero, con una guida di autorità politica consapevole e attenta, quelle funzioni che piano piano sono state transitate all’Agenzia: mi riferisco, ad esempio, all’interpretazione delle norme oppure al controllo e al cosiddetto auditing.

Per quanto riguarda il principio dell’articolo 53 Costituzione, vale a dire la capacità contributiva, semplificato nel quesito come giusta imposizione fiscale, va detto che questo principio è stato disatteso dall’introduzione di strumenti presuntivi negli ultimi anni della storia del Fisco italiano. E quando ci si scollega dai dati reali si corre il rischio di innescare sistemi di contrattazione del tributo, di mercanteggiamento con eccessiva discrezionalità, nei quali si può annidare certamente il germe della corruzione, come stiamo vedendo in molti casi concreti di recente. È necessario quindi, a mio modo di vedere, uscire dagli uffici, avere un contatto diretto con la realtà imprenditoriale e aziendale, conoscere la realtà economica del territorio, e controllarlo.

Basta, in altri termini, accertamenti a tavolino. L’85% delle imprese italiane ha una dimensione ridotta tale che può e deve essere riconosciuta. È necessario quindi avere una strategia di controlli mirati su attività, di solito, meno controllate e poi, in generale, sui bilanci delle imprese. Attività come enti no-profit, società di gestione di appalti pubblici, dove spesso si annida, anche qua, la corruzione.

Con riferimento ai grandi gruppi e alle società multi- e transnazionali, lì sì è necessario, invece, operare con i moderni sistemi d’indagine e di incrocio informatico delle banche dati, quindi, costituendo centrali di intelligence interforze e di cooperazione internazionale. Prioritaria in questo settore, appare l’istituzione di un’efficace ed equa web tax e un controllo sistematico sui gruppi bancari.

Non ultimo, direi che bisogna far entrare l’amministrazione fiscale, anche civile, nella lotta alla malavita organizzata e al malaffare, attualmente, se non proprio trascurata, ben poco praticata. Sullo scambio di informazioni tra autorità amministrative, infine, sarebbe, a mio modo di vedere, sufficiente attuare una legge che fu pensata tra il ‘93 e il ‘94 e partorita nel ‘97, nella quale veniva prevista la rete unica della pubblica amministrazione. È un qualcosa che non solo consentirebbe alle amministrazioni di avere un interscambio di informazioni, ma sgraverebbe i cittadini da una serie di domande e di requisiti che vengono chiesti per qualsiasi pratica amministrativa. Bisogna comunque fare molta attenzione a dare al campo accessibilità alle banche dati, delle regole procedimentali stringenti e precise, al fine di evitare quella che potrebbe essere anche una deriva “poliziesca”, tra virgolette, ovviamente, delle pretese di accesso a banche dati private e aziendali oppure a usi impropri di questi strumenti.

Fatto questo quadro generale, ora avete la possibilità di scegliere quali siano gli obbiettivi prioritari da perseguire nella riforma del Fisco.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

1 Lug 2017, 11:17 | Scrivi | Commenti (173) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 173


Tags: agenzia partecipata, federico maccadino, fisco, movimento 5 stelle, programma movimento 5 stelle

Commenti

 

salve, a proposito di democrazia partecipata, anche se vado fuori argomento principale, vorrei denunciare un regolamento e comportamento degli attivisti meetup di Ragusa poco democratico, piuttosto arroganti ed autoritari Gino a creare un circolo vizioso come solo molti i siciliani iblei con delíri di onnipotenza sanno fare. E senza andare consapevolmente al nocciolo della situazione ottusa che si é venuta a creare.

Maria Ausilia Chiaramonte 18.07.17 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Non ci sarà mai un Paese "normale" in cui siano garantiti: etica, giustizia vera, tassazione in base ai redditi reali di tutti, merito, istruzione, ecc. se non cambieremo tutti il ns. atteggiamento ambiguo.

I guai dell'Italia sono iniziati prima della sua presunta unità e sono continuati assai peggio subito dopo. Sono secoli che il Paese è in mano alle mafie di ogni genere con cui si spiegano molti dei vostri commenti nei vari blog. Se li cuciste insieme, avreste il quadro corretto della situazione reale.

Comunque:

Se qualcuno di voi non sapesse ancora cosa ci sia stato dietro l’Unità d’Italia, qui troverà la risposta che nessun libro di testo scolastico si è mai degnata di dare.

Se qualcuno di voi nutra dei dubbi sulle capacità e il potere delle organizzazioni mafiose, ‘Ndrangheta in testa, qui troverà solide argomentazioni al riguardo.

Se qualcuno di voi non sappia cosa sia il “Male Assoluto”, qui toccherà con mano a che livello di abiezione possa arrivare l’uomo pur di agognare fama, soldi e potere.

Se al prossimo terremoto di magnitudo maggiore o eguale a 6.0 al Sud (ma anche altrove) ci saranno molte migliaia di morti, qui troverà le ragioni per cui ciò è stato permesso.

I link in calce a questa nota sono riferiti alle lezioni che il Procuratore della Repubblica Nicola Gratteri - a cui andrebbe fatto più di un monumento in vita per la meritoria opera di divulgazione e i rischi mortali corsi finora – ha tenuto nel 2012 presso l’università LUISS “Guido Carli” e il 14 aprile 2016 presso l’Istituto “Majorana” di San Lazzaro di Savena

Basta avere il tempo di ascoltare, anche per pochi minuti, e la mente si apre verso orizzonti che quasi nessuno finora si è brigato di esplorare e tanto meno narrare così dettagliatamente e compiutamente.
AA

Nicola Gratteri – LUISS Guido Carli

https://www.youtube.com/watch?v=nEMgLER7FT8

https://www.youtube.com/watch?v=5DgumTSGjbM

Istituto Majorana 14 aprile 2016
https://www.youtube.com/watch?v=ipx6CF6vuU

Antonio Alei, Capena Commentatore certificato 18.07.17 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao, Signore e signori,

Bisogno di assistenza finanziaria per il tuo business o per motivi personali? Sì, offriamo prestiti veloci ed economici. Contatti: investissementcrediti@gmail.com

Ecco il mail:investissementcrediti@gmail.com

Sito Web della Banca: https://cibanque.com/

Ecco i nostri contatti whatsapp: + 33 644146852

franky fansy, rome Commentatore certificato 04.07.17 03:43| 
 |
Rispondi al commento

A parte cambiare nome alla agenzia delle entrate quale è la sua proposta ?
Si son mangiati chissà quanti soldi per fare lo statuto del contribuente.Disatteso sempre.Già fare lo statuto del contribuente significa certificare che da una parte c'è lo statoaltro e dall'altra i cittadini.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 03.07.17 11:12| 
 |
Rispondi al commento

GRANDE OPPORTUNITA MICROFINANZA
Offriamo prestiti a qualsiasi persona sincera e onesta bisogno di soldi. Hai bisogno di soldi per un progetto, comprare una casa, una macchina, o per qualsiasi altra situazione, siamo in grado di dare prestiti a un tasso di interesse del 3% se si è sul serio e in grado di rimborsare potete contattarci a questo indirizzo
E-mail: o al nostro numero financedevelopp@gmail.com WhatsApp:
+ 1 337 324 2196
Attenzione: non facciamo prestiti a persone disoneste che non possono soddisfare gli impegni

alejandro pointe Commentatore certificato 02.07.17 14:18| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Avviso ai miei clienti, l'indirizzo e-mail è: investissementcrediti@gmail.com

Mi ricordo che io sono il direttore della banca di credito e io do credito a chi ha bisogno di finanziamenti. Ho anche fare investimenti e prestiti tra individui di tutti i tipi. Offro prestiti a breve, medio e lungo termine. La mia offerta è compreso tra €5.000 e €10.000.000 con un tasso di interesse del 3%, e il rimborso avviene su base mensile.
Se qualsiasi momento che siete interessati, prego e chiedere di contattarmi via:
Ecco i nostri contatti whatsapp: + 33 644146852

piero fiavi, rome Commentatore certificato 02.07.17 12:28| 
 |
Rispondi al commento

APPELLO

Il compenso di Fazio di 11,2 milioni di euro, da erogare in quattro anni, ha fatto indignare tutti. Soldi pubblici che arricchiscono ancor di più, il già ricco compagno Fazio.
Non guardate RAI 3 e boicottate i programmi di Fazio e della giullare piemontese, anche lei super pagata per dire due o tre stronzate.
Se nessuno guarda più Fazio, probabilmente, le cose cambiano.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.07.17 11:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Troppi migranti ? Ringraziare chi si è comprato il governo della ''accoglienza'' ( ricordare il suo incontro con il venduto compare Renziloni....)

http://www.ilprimatonazionale.it/economia/wu-ming-internazionale-arrivata-la-cavalleria-difesa-soros-63598/amp/

Tony 02.07.17 10:59| 
 |
Rispondi al commento

Inps, la verità sulle pensioni agli immigrati: la maggioranza le prende senza contributi

"Gli immigrati ci pagano le pensioni". È il ritornello di chi tifa per porte aperte, accoglienza senza limiti, integrazione a ogni costo. Ma non raccontano tutta la verità. Basta guardare un grafico, pubblicato dal Giornale, per capire che sì, i contributi versati dagli stranieri che vivono e lavorano regolarmente in Italia sono maggiori delle uscite che l'Inps riserva alle loro pensioni, ma è vero anche che la maggioranza degl immigrati che percepiscono pensioni in Italia non ha versato alcun contributo.

Secondo i dati della stessa Inps, nel 2015 gli stranieri che percepivano pensione erano 81.619. Di questi, 49.852 (il 61%) incassano pensioni assistenziali che non prevedono il versamento di alcun contributo. Altri 9.071 percepiscono assegni di indennità o civili (anche questi ottenibili senza contributi) e solo nei casi di incidenti sul lavoro il soggetto garantito ha l'obbligo di aver versato contributi all'Inps.

************

Ha ragione Max quando dice che bisogna tagliare le teste di chi permette tutto questo......

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.07.17 10:43| 
 |
Rispondi al commento

UN PROBLEMA GIGANTESCO
La convenzione di Dublino fu stipulata da Berlusconi e Maroni il 1-9-1997 e prevedeva che ogni Paese si tenesse i migranti che lo prendevano come 1° Paese di arrivo, per cui l'Italia si sarebbe tenuta tutti quelli che arrivavano dall'Africa.
Oggi la Lega e Fi a parole sono per frenare il flusso dei migranti,ma cosa pensavano quando firmarono quel patto? Erano scemi? Firmarono cose che non riuscivano a capire? Perché non glielo chiede nessuno?
Il regolamento dice: "Lo Stato membro competente all'esame della domanda d'asilo è quello in cui il richiedente asilo ha fatto il proprio ingresso nell'Ue".
Per il regolamento di Dublino, se una persona che ha presentato istanza di asilo in un paese dell'UE attraversa illegalmente le frontiere di un altro Stato, deve essere restituita al primo. Dunque, se da noi sbarcano migranti che vogliono andare in altri Paesi europei, ce li dobbiamo tenere, e, se riescono ad arrivarci, possono rimandarli a noi come li rimandano in Grecia, anche se cercano di ricongiungersi alle famiglie altrove.
Il 24 agosto2015, la Germania ha deciso di sospendere il regolamento di Dublino per i profughi siriani e di accoglierli.
Il Trattato di Dublino è folle e penalizza in pratica solo tre Paesi, andrebbe rivisto almeno con una divisione dei migranti per quote, ma Repubblica Ceca, Ungheria, Slovacchia e Polonia non vogliono cambiare il patto di Dublino e introdurre quote permanenti ed obbligatorie per tutti gli stati membri.Ora abbiamo addirittura navi ON norvegesi che vanno a prendere i profughi per portarli in Italia
Il grosso dei migranti africani ovviamente sbarca in Spagna, Grecia e Italia ma l'Ue se ne frega. Addirittura la Spagna ha navi ONG per trasferire in Italia anche i marocchini che per vicinanza vorrebbero andare in Spagna
L'Ue ha dato 3 miliardi alla Turchia per bloccare i siriani, ma 3 milioni di siriani sono già sul territorio turco e Erdogan minaccia di mandarceli se non gli danno altri miliardi

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 02.07.17 10:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..ma per ritrovare il POLITOMETRO ?
bisogna andare su chi l'ha visto ?

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 02.07.17 09:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il fisco, l'eredità di caino, tasse a chi ha soldi, non ai soliti e tanti tassati alla fonte. basta sto macello e sta storia del fisco amico. i signori del castello martoriavano la plebe con tasse e balzelli e fino a oggi ne abbiamo pieni i coglioni.

Giovanni F. Commentatore certificato 02.07.17 09:14| 
 |
Rispondi al commento

IL TRIBUNALE SPECIALE DELLA SANTA INQUISIZIONE FISCALE HA CAMBIATO IL NOME

Ha a disposizione un arsenale di controlli degno di paesi del est tempi di guerra fredda, vede tutto e sa tutto” intimidatori annunci come “redditometri”, “spesometri”; dichiarazioni trimestrale dell'Iva.

L’accesso illimitato e totale dell’Agenzia delle Entrate ai conti correnti bancari; “limite” di prelievo dal “proprio” conto; l’abolizione, di fatto, del contante con l’imposizione della moneta elettronica anche ai pensionati.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 02.07.17 08:54| 
 |
Rispondi al commento

--2 BREXIT
Il Regno Unito continuerà a rispettare i trattati e le leggi comunitarie, ma non prenderà parte a processi decisionali. Ritrattare 43 anni di trattati e accordi che riguardano migliaia di soggetti diversi non sarà semplice. In più questo non è mai stato fatto prima per cui le cose si aggiusteranno strafa facendo. Un accordo commerciale è più che probabile e sarà complicato perché richiederà l’approvazione unanime di più di 30 parlamenti nazionali e regionali europei. Circa i lavoranti stranieri in UK, forse si introdurranno dei permessi di lavoro come per i cittadini non comunitari, limitando l’ingresso a lavoratori qualificati nelle professioni in cui vi è carenza (come sarebbe giusto facessimo tutti). La Bank of England ha tagliato i tassi di interesse. Per ora, a parte lo sconvolgimento politico in Gran Bretagna, in cui comunque tutti i partiti sono rimasti deboli come sono deboli ovunque, l'unico risultato immediato è che la Gran Bretagna non paga più 10 miliardi di sterline l’anno all'Ue (noi le diamo 20 miliardi!!).

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 02.07.17 08:27| 
 |
Rispondi al commento

--1
PRODI PARLA DI SUICIDIO DELLA GRAN BRETAGNA NELLA BREXIT. MA DI CHE PARLA????
L'Ue è sempre più in crisi e si regge solo su una rete di bugie. Tutte le fosche previsioni di economisti e politici sulla Brexit si sono rivelati fandonie.
Prima hanno detto che non si poteva uscire dall'Europa quando c'era l'art. 50 che lo prevedeva. Una volta attivato dalla Gran Bretagna, si aprono ora 2 anni almeno di negoziati. Nessuno sa veramente cosa accadrà, visto che l’art. 50 nato alla fine del 2009 non è mai stato utilizzato. Ma questo 'suicidio' di UK, come dice Prodi, non essite proprio. Prodi ha riconosciuto solo larvatamente l'immane errore che ha fatto mettendo l'Italia nell'euro (se fossimo rimasti in Europa ma con la nostra moneta nazionale, l'economia sarebbe andata molto meglio) e ora continua a difendere l'Ue contro ogni credibilità e con la massima ipocrisia e il fatto che il Pd lo rispolveri mostra una ulteriore ipocrisia. Non basta il danno che ha già fatto e che ha fatto il Pd votando il fiscal compact? Gli economisti avevano disegnato previsioni tragiche per la Brexit ma nessuno le vede. Nel 2016 l’economia britannica è cresciuta dell’1,8%, 2a solo alla Germania (+1,9%) tra i G7. La disoccupazione ha continuato a diminuire, è scesa ai minimi di 11 anni al 4,8%. L’aumento annualizzato dei prezzi delle case è sceso dal 9,4% al 7%. La Banca d'Inghilterra ha tagliato i tassi di interesse e sostiene la sterlina.
Se la May non trova un accordo con la Merkel, farà poca differenza, perché i partner commerciali europei un accordo sicuramente lo troveranno, considerato che la Gran Bretagna incide per un 15% sull'economia europea. I trattati politici saranno anche importanti ma quelli economici lo sono di più. I termini dell’uscita della Gran Bretagna dovranno essere concordati con cura dai 27 parlamenti nazionali europei, un processo che potrebbe richiedere diversi anni e il diritto UE resterà valido nel Regno Unito fino all'ultimo.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 02.07.17 08:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per Harry Haller
C'è un commento nella cantina delle ore 21:35
Cordialmente saluto

innavoiG ossuR, AS Commentatore certificato 02.07.17 05:51| 
 |
Rispondi al commento

OT ?
-----------
EATALY-
ale',
pochi nomi furono piu' appropriati
congratulation
--OK il nome e' giusto !

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 02.07.17 05:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dall'ultima intervista di Di Maio

https://www.youtube.com/watch?v=bmn41_2-e3E

Si capisce finalmente qual'è la politica ufficiale del M5S: completamente interna e alla narrazione usamericana e bramosa di esserne riconosciuta..
A parte la permanenza nella NATO, Di Maio si spinge a CONDIVIDERE LE MOTIVAZIONI DELLE SANZIONI ALLA RUSSIA, (ma ad essere contro le sanzioni...!!!). Di Maio esplicitamente afferma che la Russia andava punita per 'la crimea'....

Cioè di Maio crede e accetta ufficialmente la bufala della Russia che ha 'invaso la Crimea'...

Il bello è che io ho cominciato a partecipare a questo forum esattamente nell'agosto 2008, scrivendo post per denunciare la falsificazione mass mediatica che all'epoca veniva fatta della guerra in Georgia. Una guerra dirata tre giorni e iniziata quando il presidente
fantoccio Sakashvili (talmente fantoccio che oggi fa il governatore
del governo nazista filo-americano e filo-UE in una provincia Ucraina) attacca con l'esercito alcune postazioni russe in Ossezia del sud per scacciarle dal territorio Osseto (le truppe stavano li su mandato ONU). In tre giorni Sakashvili, che si immaginava che tutto il mondo avrebbe dichiarato guerra alla Rusisia (provocando la III guerra mondiale) conduce il suo paese al disastro militare. Sarà poi cacciato al canto di 'bella ciao' dalla popolazione georgiana, e oggi
è ricercato dalle autorità del suo paese per crimini di guerra, ma appunto prontamente salvato dai suoi padroni e paracadutato nell'altro scenario sensibile, l'Ucraina.
Intervenni all'epoca su questo blog, e ciò spiega il mio pseudonimo
(recitavo la parte di uno Stalin che scrive dall'aldilà per difendere il suo paese natale..).
Dopo 10 anni, il M5S getta finalmente la maschera. Naturalmente me l'aspettavo (e lo scrissi più volte..). Diciamo che ci siamo usati a vicenda finora, ma adesso credo sia davvero finita..

Se Di Maio continuerà con questa politica estera riceverà la nostra
risposta più dura.



Josef Dzugashvili (stalin) Commentatore certificato 02.07.17 02:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.youtube.com/watch?v=pu20meccPQ4

out-of-time 02.07.17 02:04| 
 |
Rispondi al commento

Desidero dire che Berlusconi offende ed ingiuria continuamente Beppe Grillo e tutto il M5S dicendo che il M5S non è capace di governare, che rovinerà l'Italia e che il M5S è fatto di comunisti che rovineranno tutto il Paese!!!
Diciamo BASTA a questo infame Berlusconi che è il vero grande rovinatore dell'Italia ed anzi replichiamo e rendiamo pan per focaccia dicendo che Berlusconi è un infame mafioso, corrotto, corruttore, evasore e frodatore fiscale, plurindagato, pluricondannato e prescritto dalle molte nefandezze che ha combinato nel nostro Paese!!!
Diciamo così e se è possibile diciamogli pure "VAFFANCULO" e magari un colpetto sulla testa non gli farebbe male anzi!!!
Inoltre il 22 novembre 2017 Berlusconi sarà giudicato dalla Corte Europea dei Diritti dell' Uomo ed allora scriviamo a tale Corte Europea dicendo che Berlusconi è un mafioso corrotto ed evasore fiscale e che non va affatto salvato ma anzi va buttato in galera e per sempre!!!
Facciamo così tutti e vedrete che Berlusconi farà davvero una brutta fine!!!
Grazie e cordiali saluti.

Franco Rinaldin 02.07.17 01:35| 
 |
Rispondi al commento

Ritengo assai difficile avere un quadro della situazione sulle basi di quanto letto nei post, l'unica cosa che mi rimane chiara è la volontà di non cambiare assolutamente niente nel sistema. Spero vivamente di sbagliare ma ho la sensazione che il M5S non abbia le possibilità e soprattutto la volontà di operare quei cambiamenti sociali e istituzionali fortemente paventati nel programma elettorale.

Maurizio Farroni 01.07.17 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Ma si parla di riduzione delle tasse o sempre a parlare di noccioline stiamo? Le tasse in italia sono inumane. Cosa mi interessa del rapporto col fisco se vi prendete un terzo dello stipendio e poi ancora il 22% di iva? Come facciamo a vivere cosi? E un paese assurdo. Nei comuni dove governano i cinque stelle non si parla di riduzione, anzi a Torino sono aumentate, battendo tutti i record del maiale che ha fatto chiudere un sacco di attività aumentando di decine di volte immondizia e suolo pubblico negli ultimi anni. Saremo schiavi anche con un governo a 5 stelle?

tom ugo 01.07.17 23:10| 
 |
Rispondi al commento

E' mia opinione personale che siano gli stati colonizzatori dell'Africa, con l'interesse di impossessarsi delle immense ricchezze di questo continente,la causa dell'esodo degli africani.
Ricordate che cosa è successo agli indiani d'America? Li hanno sterminati e rinchiusi dentro le riserve. Stessa cosa capita agli abitanti dell'Amazzonia: sono sterminati, perchè le multinazionali si impossessano del legname della foresta.
Gli africani sono spinti verso l'Italia e la Grecia per liberare dei territori. Il nostro governo, la chiesa (con la scusa del buonismo), sono d'accordo perchè questa situazione si realizzi.
Torno a scrivere: il M5S deve aprire dei dibattiti, su questo problema, come ha fatto per esempio con il tema della giustizia.
Si devono poter sentire i pareri su Frontex, triton, gli insuccessi di Minniti e del pd, a livello Europeo, in materia di immigrazione.
Abbiamo bisogno di conoscere quale sarà l'impatto futuro sul bilancio e sulla sicurezza nazionale.
Gli altri paese dell'ue si defilano e ci sfottono.
Questo enorme problema rimarrà sulle spalle degli italiani.
Attiviamoci, dobbiamo fare qualcosa.

Rosa 01.07.17 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INSOSPETTABILI

https://www.youtube.com/watch?v=XXrAtdvDgfE

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 21:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma in Africa sanno che esiste la pillola anticoncezionale o il buon vecchio preservativo?

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 01.07.17 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma alla fine questo Renzi è stato utilissimo perché ha rimosso i veli e ha mostrato il PD nella sua indecente nudità

innavoiG ossuR, AS Commentatore certificato 01.07.17 21:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Borghezio lancia l'allarme per il Congo. La Kyenge tace

Migliaia di persone uccise e più di un milione di sfollati nella Repubblica Democratica del Congo fanno tornare lo spettro della guerra civile che fra il 1996 e il 2003 provocò la morte di 5 milioni di persone.

Assente la voce della deputata europea del Pd Cécile Kyenge, nonostante che sia nata nella provincia congolese del Katanga, l' unico a preoccuparsene sembra l' esponente politico forse più accusato di razzismo e xenofobia, Mario Borghezio. Il quale, in realtà, in gioventù aveva lavorato nell' allora Zaire, ricevendo anche un pubblico elogio dal presidente Joseph Desirè Mobutu per la sua opera nel Paese africano, fra i primi produttori mondiali di cobalto, oro, argento, nichel e diamanti. «È il Paese del cosiddetto "scandalo geologico", dove vi sono immense ricchezze, ma la popolazione sta morendo di fame, mentre la classe politica locale sta guadagnando dallo sfruttamento delle risorse minerarie del territorio.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 20:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


APPELLO


Il compenso di Fazio di 11,2 milioni di euro, da erogare in quattro anni, ha fatto indignare tutti. Soldi pubblici che arricchiscono ancor di più, il già ricco compagno Fazio.
Non guardate RAI 3 e boicottate i programmi di Fazio e della giullare piemontese, anche lei super pagata per dire due o tre stronzate.
Se nessuno guarda più Fazio, probabilmente, le cose cambiano.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 20:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pseufilosofi e segaioli mentali passeggiano per il blog.....

Sera

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Lo SWIFT

Eee...no. Non ci siamo proprio (a mio parere). Vedo ancora molto, molto lavoro da fare. L' ambiente è un po' più caldo ma ben lungi dall' essere carburato al punto giusto. Propongo, allora, una bella ricerca sullo SWIFT. Una bella presa di coscienza di come ed in qual modo ci tengono per i co....ni. Quale politico entourage sarà mai in grado di affronatare il problema? Mi rivolgo umilmente al Pd, in particolare a quello di Renzi (anche se non ho alcun titolo per farlo se non essere un comune cittadino) per il quale tutto sembra possibile. Che ci facciamo con il club dello SWIFT in caso di conflitti d' interesse e per i danni che da tale iscrizione del nostro Paese potrebbero derivare, se già non ne sono derivati? Ecco, questo mi sembra un bel tavolo al quale sedersi per discutere - mi si risponderà che è già stato fatto nel qual caso replicherei "non abbastanza e comunque con conseguenze nefaste". Approfondire e parlare dello SWIFT alla gente comune e poi tutto il resto. Il mio umilissimo parere. [IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 01.07.17 20:09| 
 |
Rispondi al commento

al progresso di una repubblica fa più danno il lavoratore che evade o il governo che sperpera fin rubare legalmente ?

mario d., orbetello Commentatore certificato 01.07.17 19:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mah...riappare l'italico vizio di riposizionarsi...
Prima tutti fascisti, poi tutti antifascisti.... e domani?

innavoiG ossuR, AS Commentatore certificato 01.07.17 19:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A.Masotti ''Archimede''l'inventttore

https://it.wikipedia.org/wiki/Disintermediazione

Archicaxx 01.07.17 19:31| 
 |
Rispondi al commento

quando scrivo "problema culturale" non è per offendere, ma per esemplificare un concetto complesso, la nostra cultura da per vincente o esempio da seguire ed imitare l'uomo ricco, idem il concetto di ricchezza senza alcuna limitazione come unico obiettivo e soluzione per poter vivere dignitosamente o presunto riscatto sociale, questo è un concetto paradossale e limitativo che incrina e uccide ogni rivoluzione o prospettiva culturale volta al progresso civile e umano, 7 miliardi di persone non possono arricchirsi tutte, le risorse naturali e artificiali sono limitate, concentrarle nelle mani di poche persone significa scatenare fame e rabbia nella moltitudine degli esseri umani, usare il metro di misura del benessere complessivo dei popoli non può essere solo il PIL o denaro depositato presso le banche, come non può più essere tollerato dal sistema umano l'accumulo senza limitazioni di soldi da parte di alcuni individui (non è un concetto comunista ma realista) perchè sottratti dall'ammontare delle banconote diffuse dalle banche centrali, drenarle significa toglierle dal sistema democratico del libero mercato per impiegarle in operazioni finanziarie assurde tendenti a moltiplicare soldi con altri soldi senza aver prodotto nessun bene materiale diffuso.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 01.07.17 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Equita' fiscale: si puo' usare il metodo quantitativo ricavato dalla curva di Laffer per formare parametri condivisi .

Esiste una curva di Laffer per ogni settore produttivo (es.: edilizia) .

Quando le imposte del settore calano si e' superata la cima e bisogna ridurle altrimenti il gettito cala ed il PIL pure .

L'economia (correttamente calcolata) si puo' usare per risolvere i problemi , se si usa la demogogia (cosa fatta da Vincenzo Visco fino a Padoan oggi ) le cose non funzionano .

Partecipare l'Agenzia delle Entrate ?
Cioe' trasformare le commissioni tributarie in tribunali del popolo ?

Puo' essere una idea , ma prima dobbiamo chiarire:
-come applicare il dettato costituzionale sulla contribuzione

Argomento sul quale non vi e' corrispondenza di base etica fra stato e cittadini .

Lo stato infatti tassa cose che l'etica di noi cittadini non accetta come tassabili (es.: casa ) .

La magistratura ha sempre appoggiato le scelte politiche in tale senso avendo in cambio stipendi elevati .


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 01.07.17 19:21| 
 |
Rispondi al commento

sono daccordo con il vostro programma intendo solo fare alcune precisazioni.Perche non reintrodurre l'IMU 1 casa sui ceti piu facoltosi,la proposta della Lega aliquota unica 15%per tutti oltre ad essere incostituzionale sarebbe ingiusta,andate a vedere quanta burocrazia viene chiesta per presentare la domanda per accedere alla pensione con 41 anni di contributi lavori precoci+usuranti/gravosi.
lotta senza tregua alla corruzione ed evasione,reintrodurre il reato (depenalizzato)di falso in bilancio.per ora basta cosi se possibile e apprezzato mi rendo sempre disponibile

gianni perga 01.07.17 19:18| 
 |
Rispondi al commento

Teoria
La metodica si chiama "disintermediazione della pubblica amministrazione" (il termine disintermediazione lo ho inventato io qui ed e' stato ripreso poi da un giornalista del Corsera in un articolo che trattava del sindacato ).

Infatti:
cio' che e' eticamente insostenibile agli occhi di chi lavora non e' la spesa pubblica ma il dipendente pubblico che si e' intestato una forma di discrezionalita' di intermediazione fra il cittadino e lo stato e su tale intermediazione fa poggiare una funzione di ricatto da monopolista .

-Cost. art 1:".....fondata sul lavoro" e non "....fondata sul lavoro pubblico dipendente"
pertanto si tratta di quagliare questa equazione:
+spesa pubblica = -dipendenti pubblici
Cosa che si ottiene attraverso un uso "cavalcato" e non "a rimorchio" della tecnologia .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 01.07.17 19:06| 
 |
Rispondi al commento

Fisco partecipato e' un diritto di un popolo libero e non servo..cosi' lo Statuto dei Lavoratori prevede il rinnovo dei contratti anche nel pubblico impiego dopo tre anni!!!come mai dopo dieci anni, nemmeno per quattro soldi,non ancora viene rinnovato???Silenzio assordante di tutti i politici???Il popolo non puo' essere libero se non si applicano i diritti vero???

Felice d'Adamo 01.07.17 18:24| 
 |
Rispondi al commento

IPOCRISIA DELLA CHIESA
Tutti elogiano Papa Bergoglio come sinonimo di clemenza e modernità. In realtà sotto il suo sorriso e la sua faccia paciosa, nulla è stato fatto per suo volere per migliorare e rendere più liberale e progressista la sua Chiesa: non è stata riconosciuta la parità femminile e ancora alle donne è fatto divieto di impartire i sacramenti o essere a capo dei loro stessi ordini religiosi, la prevenzione delle nascite non viene accettata e nemmeno il diritto di decidere quanti figli avere, è fatto divieto ai preti di sposarsi, i gay sono ancora considerati dei peccatori anormali, i palazzi della Chiesa non si aprono ai migranti, la Chiesa continua a non pagare le tasse allo Stato, ma soprattutto i preti pedofili e addirittura i cardinali pedofili continuano i loro indegni mercati e nessuno di loro viene cacciato dalla Chiesa o scomunicato.
Papa Bergoglio sorride ed è simpatico. Ma in realtà sotto quel sorriso non c’è niente.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 18:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'è qualcuno che ha preso fischi per fiaschi e voglio dirlo chiaramente
Credo che qualcuno sia incappato in un equivoco
Il fatto che io non provi un odio razzista non vuol dire che non difenda la sostenibilità di questo Paese
e io credo che quello che l'Italia possa sostenere in termini di migranti sia stato già ampiamente superato
Per cui sostengo i tentativi del M5S di frenare e controllare i flussi
Mi sembra di aver postato più volte quello che Di Battista e altri rappresentanti del M5S hanno detto e cioè

-che devono cambiare totalmente sia le leggi sull'accoglienza (quello che accade oggi è frutto anche della Bossi Fini che è l'unica legge in materia e ha ampiamente dimostrato tutta la sua dannosità e inefficacia)

-sia i rapporti con l'Europa (non crederete certo alle puttanate di Gentiloni e agli 'eroici sforzi'!)

-sia i rapporti con gli altri paesi europei (siamo arrivati al punto che navi spagnole portano i marocchini da noi quando il Marocco è di fronte alla Spagna, o a Mattarella che riceve in segreto Soros e lascia libere le ONG pagate da Soros per destabilizzare questo Paese)

-sia i rapporti con i Paesi africani che al momento sono a un nulla di fatto

Che io non mi lasci andare a sentimenti di odio contro le persone come fanno Patty Ghera o altri non significa che approvi l'inerzia e l'inutilità del governo Renzi-Gentiloni o dimentichi che il patto di Dublino lo hanno firmato Berlusconi o Maroni
Io rispetto la miseria ma rispetto anche la sostenibilità e, lo ripeto, l'Italia ha superato da un pezzo la soglia massima di quanti migranti può sostenere

Non cadete nell'errore di chiedere a tutti l'odio
Io non provo odio verso chi arriva
provo rabbia verso gli ipocriti
verso chi predica l'odio ma finora ha votato proprio quei partiti che ci hanno portato a questo punto e che sono Fi, Pd, Lega e destra

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 18:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è un problema prettamente culturale non ha nulla di tecnico, possiamo studiare e applicare qualunque meccanismo per risolvere la pressione fiscale ma se la classe politica e dirigente del nostro Paese è a dir poco truffaldina sarà inutile sprecare energie per trovare soluzioni aritmetiche e % ad un problema che matematico non è!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 01.07.17 18:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

,2
Così la riforma della Pubblica Amministrazione della Madia respinta perché incostituzionale. Così la legge sulla legittima difesa, per cui si poteva sparare ‘di notte’, che ha fatto scompisciare dalle risate anche i polli. Così la vaccinazione di massa, dirigista e dispotica, che è soggetta, ora, a ogni sorta di correzione e ha fatto scattare la rivolta di massa delle Regioni, che non sanno dove trovare i fondi per applicarla visto che la legge, contro ogni suo dovere e obbligo, non li prevede. Così le pene per l’omicidio stradale così alte che ora tutti scapperanno in caso di incidente. Un enorme calderone di orrori, che accompagnano altri orrori più vecchi, come la Fini-Giovanardi che equipara droghe leggere e pesanti e che è stata abolita solo 3 ani fa dopo aver ingorgato le galere, o la depenalizzazione del reato di clandestinità che è rimasta in sospeso e non si sa quando sarà approvata, o la legge sullo ius soli ripescata nel momento sbagliato e nel modo sbagliato che resterà sospesa come altri provvedimenti legislativi di Renzi (uno ogni 2 giorni e mezzo) buttati là a caso, mai portati a termine, robaccia priva di qualità che intasa il corpaccione legislativo dello Stato, rendendo l’Italia uno dei Paesi peggio regolamentati al mondo. E a momenti stava per essere abolito anche il 2° passaggio delle leggi al Senato, con danni di qualità e di sostanza, mentre, come dice giustamente Travaglio, di Senati se ne dovrebbe avere 4 per rallentare questa legiferazione inconsulta e delirante. Come diceva Cicerone, lo Stato peggiore è quello che ha più leggi, per cui alla fine non se ne obbedisce nessuna.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 18:04| 
 |
Rispondi al commento

,1
L’INCOMPETENZA AL POTERE
Il Governo di Renzi si è marchiato non solo di criminalità ma anche di incompetenza.
E’ raro vedere un tale insieme di incapacità giuridica e amministrativa. Non c’è stata riforma o legge che non sembrasse uscita dalla mente delirante di un inetto.
Ma, per la legge psichica per cui nessun reo riesce a vedere la sua colpa se non proiettandola fuori di sé su un capro espiatorio, così la modalità di governo di Renzi si è basata sul denominare ‘incompetenti’ e ‘incapaci’ proprio i suoi avversari, i 5stelle.
Le leggi di Renzi sono state fatte tutte coi piedi, le sue riforme sono state in maggioranza incostituzionali fino al tentativo di colpo di stato sulla Costituzione stessa respinto da 19 milioni di elettori. Ma ogni cosa uscita da Renzi è stata un miscuglio di assurdità giuridiche.
E non solo da lui ma anche dai suoi collaboratori, uno più inetto dell’altro, gente presa non si da dove e sbalzata dalle stalle alle stelle o oriundi di altri partiti venduti al conquistatore, spesso in lunghe peregrinazioni da un partito all’altro in cerca della poltrona più comoda. Si veda quel borioso di Franceschini che prima fa una legge per cui si vietano le nomine di dirigenti stranieri nei musei e poi nomina 5 stranieri come dirigenti dei musei, nomine annullate dal Tar, per cui chiede di cambiare non la legge ma i dirigenti del Tar (!).
Dall’Italicum incostituzionale alle leggi della Boschi fatte pro patrem suum, i decreti si succedono uno peggio dell’altro e sempre senza che ve ne sia necessità e urgenza, sorretti solo dalle firme celeri di un Mattarella che si fa servo del potere e non custode del diritto. La riforma della Costituzione svetta in cima a questa piramide di orrori legislativi che contrassegnano il regno di Renzi come la massima puttanata, testo che già prima i costituzionalisti avevano bollato come “mal scritto, improvvisato, lacunoso, ambiguo e contraddittorio”.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 18:03| 
 |
Rispondi al commento

il caso Consip ne è la prova inconfutabile della corsa alla "politica", 2.7 miliardi da piazzare agli amici degli amici traendone benefici personali e famigliari, il caso del "celeste" ex pres. della Lombardia condannato per reati penali è la prova provata di quanto avviene di sovversivo a danno degli italiani tutti, anche quelli che da decenni votano le stesse persone nascoste sotto simboli partitici diversi ma con gli stessi obiettivi finali, spolpare le casse dello Stato.
Dovrebbe apparire ovvio a tutti del perchè la pressione fiscale è altissima spesso insostenibile, perchè i politici sono ingordi non conoscono limiti allo sperpero del denaro pubblico.
Avete mai visto un potente o ricco sazio del denaro accumulato?

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 01.07.17 17:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pienamente d'accordo su tutto.
In particolare per quanto riguarda essere più presenti sul territorio ci sarebbe un sistema molto semplice per liberare risorse da mandare sul territorio (e semplificare la vita ai contribuenti).
I tributi erariali sono moltissimi. Non ricordo bene ma l'ordine di grandezza è a 3 cifre.
Ora più dell'85% del gettito erariale proviene da soli 3 tributi: IRPEF, IVA e imposta di fabbricazione.
Si potrebbe spalmare quel 15% sui tre tributi suddetti ed eliminare le centinaia degli altri tributi che danno appunto solo il 15%.
Era una delle idee di Tremonti ma poi non se ne è fatto nulla?!

SERGIO BALDELLI, ALBANO LAZIALE Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 17:53| 
 |
Rispondi al commento

a regà proprio non si vuol capire... se esiste una corsa alla politica come una corsa all'oro il motivo è sotto agli occhi di tutti, tranne dei giornalisti che fanno finta di non vedere e sentire, l'UNICO MOTIVO è il gettito fiscale che annualmente entra nelle casse dello Stato che ammonta ad oltre 750 MLD di euro!!!! Chiaro il motivo della corsa in politica e delle guerre interne ai partiti ed esterne tra presunte compagini ideologiche politiche, ciò che si contende senza esclusioni di colpi (magistratura compresa) sono quei 750 miliardi di euro da gestire a proprio uso e consumo.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 01.07.17 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Sig. lettori ma secondo voi quante persone può accogliere l'italia nelle attuali condizioni. Per accoglienza intendo averne il diritto e come minimo dare un'abitazione, un lavoro.

P.S. Ho sentito che il Perù ha una crescita annua del 6%, mandiamo i nostri illumina ad un corso di aggiornamento.

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 01.07.17 17:45| 
 |
Rispondi al commento

Propongo a supporto dell'azione di Fico in commissione di vigilanza RAI di boicottare a livello nazionale ogni trasmissione in cui compaia FAZIO cui sono elargiti 11 milioni e 200 mila euro del sudore dei cittadini italiani.
SPERO CHE QUESTO APPELLO SIA RACCOLTO

TORQUATO CARDILLI, Formello (RM) Commentatore certificato 01.07.17 17:31| 
 |
Rispondi al commento

per Viviana, senza polemiche né motivi per giudicarti, ma ti fa stare bene sentirti accogliente per esser a posto con la coscienza civica, sapendo che da anni i morti annegati nel mediterraneo sono migliaia? E delle altre migliaia che non sappiamo, morti nelle traversate desertiche, o uccisi da predoni e schiavisti?
Forse non ci si rende conto che con la nostra ipocrita solidarietà diamo imputo alla tratta degli esseri umani rendendoci complici di un eccidio infinito, peggiore di quello compiuto dai nazisti mentre lasciavano l'Italia.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 01.07.17 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A parte che non si parla minimamente del come utilizzare i soldi delle nostre tasse incamerati dallo stato, per realizzare realisticamente un progetto del genere è che tutte le aliquote, iva irpef ivs siano dimezzate.
Allora giù cattivi con gli evesori, ma prima cattivissimi con i cattivi utilizzatori dei nostri soldi.
Ingaggi come quelli di Fazio alla Rai meritano l'evasione totale.

carlo casali 01.07.17 17:24| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 01.07.17 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Diego Fusaro

Il nemico non è chi HA FAME ma chi AFFAMA; chi getta nella DISPERAZIONE i popoli e non chi è DISPERATO; chi costringe gli esseri umani a fuggire, non chi fugge; chi provoca l'immigrazione, non chi la subisce. Svegliamoci! E' il capolavoro del potere quando si pensa che il nemico sia chi sta più in basso di noi e non chi sta sopra di noi!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 16:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E LA CHIAMANO "ACCOGLIENZA". Da una diversa prospettiva, mediante le pratiche della deportazione di massa che la neolingua ha scelto di chiamare “accoglienza” e “integrazione”, il Capitale deporta dall’Africa migliaia di nuovi schiavi disposti a tutto e pronti a essere sfruttati illimitatamente, il “materiale umano” ideale per le nuove pratiche dello sfruttamento neofeudale. E, con movimento simmetrico, aspira a sostituire con questi nuovi schiavi il vecchio popolo europeo, composto da individui ancora troppo avvezzi ai diritti sociali, alla dignità del lavoro, alla coscienza di classe, alle conquiste salariali: in una parola, ancora memori del precedente assetto borghese e proletario del capitalismo non del tutto finanziarizzato. (Diego Fusaro)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 16:56| 
 |
Rispondi al commento

Non si puo' fare assolutamente nulla senza uscire da euro e trattati.

Neanche asfaltare le strade .

Su tale aspetto ha ragione Borghi Aquilini .

La BCE chiude i rubinetti e noi si deve subire qualsiasi ricatto .

E' una condizione inaccettabile per una nazione libera.

Se poi M5S decide che essere schiavi dei tedeschi e' meglio.....

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 01.07.17 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUANDO IL PROGRAMMA FISCO VERRA' UTILIZZATO A TUTTI I CITTADINI ITALIANI, VUOL DIRE CHE IL MOVIMENTO 5 STELLE E' ORMAI AL GOVERNO, QUINDI IL CITTADINO SARA' PROTETTO DALLO STATO, ANCHE PERCHE' TUTTO SARA' PROPOSTO DAL MOVIMENTO E DECISO DAI CITTADINI, SARA' FINALMENTE LA LIBERAZIONE DEL FISCO, LE TASSE NON SARANNO PIU' UNA PERSECUZIONE E GUIDARE IL CITTADINO AL SUICIDIO COME ACCADE OGGI, QUANDO TUTTO IL POPOLO ITALIANO AVRA' PIENA FIDUCIA, TUTTO QUESTO ED ALTRO ANCORA' SARA' UNA REALTA' CON IL M5S, VIVREMO TUTTI PIU' SERENI SOTTO OGNI ASPETTO.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 01.07.17 16:33| 
 |
Rispondi al commento

-2
Ci sono persone in stato di grave debilità mentale per cui l’aggressione a una donna costituisce il mezzo per sentirsi forti, potenti, una ossessione che riempie i buchi di una vita fallita, le carenze di una degenerazione dell’anima.
Ma dal 6 febbraio 2017 perseguitare una donna, metterla in grave stato di angoscia, rendere impossibile la sua vita non sono più un delitto. Renzi l’ha fatto diventare un illecito amministrativo per cui al massimo il persecutore può ricevere una multa, come avesse messo un’auto in sosta vietata. Insomma basta pagare una piccola cifra e il reato è condonato. Come ha detto Paola Taverna: “Molesti, paghi e il reato è cancellato. Al persecutore facciamogli pure lo sconto!” Così si può liberamente fare violenza ad una donna, poi si paga una multa e non ci sono nemmeno effetti sulla fedina penale!
Interrogato su questo, Migliore del Pd, sottosegretario di stato al Ministero di Giustizia, ha avuto la faccia di dire che la cosa era un fake, ma non lo è, Migliore mente: lo stalking, che spesso è solo l’anticamera della morte, in Italia è consentito.
Quasi ogni giorno la tv trasmette casi terribili di donne aggredite, molestate, uccise e Mai, MAI, che il giornalista che cura il servizio si degni di ricordare che colui ha commesso questi fatti è stato benignamente liberalizzato da Renzi che un giorno ha deciso che il suo persecutore non commetteva nessun reato. Insomma lo Stato si fa garante della violenza, la permette.
In Italia le donne tra i 16 e i 70 anni vittima di una qualche forma di violenza sono quasi 7 milioni, una cifra gigantesca, da terzo mondo.
Ora ci manca che Renzi faccia un’altra cosa che ha promesso: togliere la pensione di reversibilità a 4 milioni di vedove (anche questa è violenza) e poi il suo odio contro le donne sarà completo. E che il Pd sostenga simili abomini in nome di un fanatismo cieco e acefalo fa nascere una sola speranza: che il Pd abbia a perire presto assieme al suo capo, perché non merita altro.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 16:20| 
 |
Rispondi al commento

-1
INDUZIONE ALO STALKING, LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
Nella mia vita non ho fatto altro che studiare e insegnare. Ho frequentato 4 università, ho studiato legge, ho anche una abilitazione per insegnare diritto ed economia, ho studiato filosofia ed ho amato la storia della filosofia politica. Per questo ho sempre fatto molta attenzione alle spregevoli leggi e riforme di Renzi e ho denunciato i suoi abomini, ma, con mia grande sorpresa, quando, 5 mesi fa Renzi cancellò con un colpo di spugna 120 orrendi reati, e ho gridato il mio allarme, sono rimasta inascoltata, eppure quello che Renzi toglieva dal diritto penale erano veri delitti come il furto, la corruzione di minore, il mobbing, lo stalking. Da 5 mesi grido la mia protesta ma oggi finalmente ho visto che Il Fatto Quotidiano si è svegliato dal suo torpore e ha attaccato una di queste depenalizzazioni: lo STALKING, la violenza contro le donne, quel comportamento persecutorio reiterato che in troppi casi finisce con un femminicidio. Ogni 3 giorni una donna, in Italia, viene uccisa da un convivente o da un partner respinto. 128 l’anno scorso. Negli ultimi dieci anni le donne uccise in Italia sono state 1.740. Molte di più hanno subito persecuzioni, molestie, aggressioni, per anni, dal ‘cacciatore in agguato’. Ci sono menti gravemente malate per cui perseguitare una donna è una grande soddisfazione, è la fissazione della loro vita. Di fronte a questa aggressione perpetrata da una parte deviata del genere umano, la magistratura è stata in genere impotente ma c’era tuttavia una legge del codice penale che puniva lo stalking come reato con la pena da 6 mesi a 5 anni e ordinava che il persecutore stesse a distanza di sicurezza dalla sua vittima, purtroppo questa legge non scattava d’ufficio ma solo dopo querela da parte della vittima.
A questa situazione di grande precarietà Renzi ha avuto la faccia di aggiungere la depenalizzazione del reato.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 01.07.17 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.
In questo stesso momento ho appreso da Virgilio che Renzino .... il mio simpatichino .... partirà in un tour il 24 settembre prossimo , non mi frega di sapere per dove e per che cosa.
Spero che prenda la Transiberiana e se ne vada a fanculo... ma so che è una speranza vana.
Se, come crede parte per romperci i coglioni... allora merdino, parti dalla metropolitana di Napoli, quella piazza Garibaldi-Pozzuoli, poi prendi la Cumana, la Circumvesuviana e cosi vedrai che il tuo tour si perderà nei meandri e nei labirinti dei ritardi e delle soppressione treni.
Fai ancora meglio poi, grande chiavica di premier se viaggi solo ed esclusivamente con i regionali e solo su quelli a binario unico... sperando che non ritorni a fare il premier ma se capita cosi forse ti ricorderari che a noi non serve la Tav ma dei premier veri e non dei manichini telecomandati da Bruxelles ....

caio tizio, napoli Commentatore certificato 01.07.17 16:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

M5S: Incompetenti? furbi? Boh in ogni caso peggio ,molto peggio degli altri
Vergognatevi
Cristian G., rm Commentatore certificato

************

Ti conviene andare via da Roma e ti consiglio qualche città della Toscana dove, ancora per poco, governano i piddioti.... lì si che vivi bene... altro che Raggi.... trovi raggiri...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 15:17| 
 |
Rispondi al commento

*****
Avanti ancora con i blog per le allodole, LAVORO, IMMIGRAZIONE SELVAGGIA E DISTRUTTIVA, SPRECHI - intedo stipendi della politica a funzionari, parlamentari a dir poco senza alcuna vergogna e rispetto per il popolo, gli stipendi della politica devono essere adeguati alle consizioni economiche del paese - GIUSTIZIA INESORABILE E VELOCE PER I FURBI LADRONI, RISPETTO DEGLI ANZIANI CHE HANNO LAVORATO, SPESSO SFRUTTATI, UNA VITA E SONO COSTRETTI A VIVERE MALE NEL PROPRIO PAESE e non mi dilungo. Abbiamo perso una generazione e anche la prossima perchè quella attuyale non fa figli solo per una questione economica, ormai il sangue ribolle a sentire parlare gli illuminati di roma, ma non vedono il degrado sociale che ha portato questa marea di clandestini? Ma quanti ne dobbiamo andare a prendere per sentirli dire che siamo alla saturazione? Nessuno in europa li vuole, tutti i italia in modo da destabilizzarla in favore della Germania e della Francia che detteranno legge a chi obbedisce, non certo alla Spagna che giustamente fà i suoi interessi prima di quelli degli altri. Italia e Grecia sono la discarica dei problemi europei, i nostri illuminati ministri sono contenti perchè la Merk.. ha assicurato che l'italia non sarà abbandonata, una manata sulla spalla e i nostri tornano contenti da Brussels. Spero in blog che tocchino i veri problemi con scelte rigide e fatte rispettare anche perchè mi sembra che anche il M5S molte volte sia nell'ambiguità come per l'immigrazione.

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 01.07.17 15:16| 
 |
Rispondi al commento

Ovvio..ma aggiungerei i rischi culturali...

http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/veneziani-fronte-uninvasione-clandestini-preti-applaudono-stop-agli-sbarchi-68522/amp/

Tony 01.07.17 14:24| 
 |
Rispondi al commento

Concerto Vasco! 65 anni che canta ''Coca Cola, Coca Cola .."

Maturitaaaaaaa 01.07.17 14:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

FURBATA GRILLINA PER SPREMERE I ROMANI

Portonaccio, la preferenziale trappola per le multe. Il caso finisce in Campidoglio
Fratelli D'italia parla di "preferenziale trappola".Non vorremmo, che il Comune facesse cassa sulla pelle dei romani, così com’è è una ‘preferenziale trappola’ che si trasformerà in un salasso per cittadini. Si tratta dell'ennesima furbata grillina e per questo presenteremo un’interrogazione in Campidoglio. L’Amministrazione spieghi".“


Cristian G., rm Commentatore certificato 01.07.17 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Identificati,.....arrestato l'intero equipaggio e il capitano .........................Sarebbe ora!


http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2017/07/01/migranti-in-650-a-cataniaanche-9-morti_61152aab-f5d9-4a04-aed9-90b9bbf76308.html

Tony 01.07.17 13:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fuori tema:
credo che il M5S debba predisporre un convegno sui problemi immigrazione, come per esempio quello che si terrà lunedì, sul debito pubblico.
E' stato un ottimo lavoro quello che hanno fatto Di Maio e Bonafede sulle ONG, ma si deve parlare di Frontex, di Triton, dei fallimenti di Minniti nonchè del pd, a livello europeo. E' un problema molto sentito dai cittadini e il M5S dovrebbe lavorarci di più.

Rosa 01.07.17 13:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MA QUALE FISCO
A Roma il M5S ruba i soldi ai Cittadini con Multe inventate ,Fino a 8000 euro in un mese per migliaia di automobilisti caduti nella rete della Giunta RAGGI
“Corsia vietata ma senza informazioni”
A Portonaccio è stata ripristinata la corsia preferenziale, ma per vedere la segnaletica ci vuole la lente d'ingrandimento
Corsia vietata ma senza informazioni, per spremere soldi e far cassa alle spalle della povera gente
M5S: Incompetenti? furbi? Boh in ogni caso peggio ,molto peggio degli altri
Vergognatevi

Cristian G., rm Commentatore certificato 01.07.17 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT Necessario
Grande Sedriano:
Le risorse fresche le abbiamo indirizzate sulla spesa corrente per le scuola, i servizi sociali nonché per la manutenzione del nostro verde cittadino.
^^^^
Non se le sono messe i saccoccia come fanno gli altri...i cittadini vi ringrazieranno!
Grandiiiii!
Belin...ce ne fossero altri comuni così,ma siamo amministrati da Ladri e delinquenti!

5* 01.07.17 13:11| 
 |
Rispondi al commento


Il Nuovo Machiavelli : manuale da consulatre per perdere e far perdere tempo senza che nulla cambi.

Si adatta un po' a tutto, dal Belice all' Aquila, da Amatrice, Accumoli e Arquata alla disoccupazione, dagli sfratti a chi ha perso tutto in banca, dalle imprese che falliscono ogni giorno agli ospedali che non hanno il filo per i punti, dai suicidi all' enorme pressione fiscale, dal costo esageratamente assurdo delle bollette agli stipendi da pezzenti di polizia, carabinieri e vigili del fuoco, dai giovani senza speranza di lavoro alle migliaia di persone che il lavoro lo hanno perso perchè sono state licenziate, dalle multe stradali al costo delle assicurazioni, dalle farmacie che falliscono perchè anticipano sempre capitali e non vengono mai rimborsate, ai 7 (o 10) milioni di persone che vengono lasciate marcire in strada in attesa di un sussidio sociale che non sia di 247 euro al mese, da chi prenota una Tac e deve aspettare 6 mesi per sapere che ha un tumore ormai incurabile a chi da 5 anni ha diritto ad una pensione che non ha ancora visto, da chi è al primo posto della graduatoria per una casa e dopo 3 anni è sempre al primo posto senza casa a chi deve pagare cartelle esattoriali senza senso. L' elenco non finisce qui ma il Nuovo Manuale Machiavelli ha una risposta a tutto.

1-La strategia della distrazione
2- Creare problemi e poi offrire le soluzioni.
3- La strategia della gradualità.
4- La strategia del differire.
5- Rivolgersi al pubblico come ai bambini.
6- Usare l’aspetto emotivo molto più della riflessione.
7 – Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità.
8 – Stimolare il pubblico ad essere compiacente con la mediocrità.
9 – Rafforzare l’auto-colpevolezza.
10 – Conoscere gli individui meglio di quanto loro stessi si conoscano
(Noam Chomsky) [IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 01.07.17 13:10| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro governo dovrebbe
Fare qualcosa , oltre il dire o far finta di battere i bugni sul tavolo. Gli stati che hanno FATTO, Spagna e FRancia hanno almeno in parte e subito cominciato a "risolvere il Flusso Migratorio"
Per cominciare comunicare all'U E la nostra unilaterale


1. Denuncia ufficialmente di non poter seguire più da subito i trattati firmati (Dublino etc.) come non corrispondenti né alla volontà del popolo, né alle situazioni contingenti createsi nel frattempo e come conseguenza immediata
2. Respingere da subito le navi-taxi battenti bandiera non italiana appunto per creare i casi concreti di contestazione.
Nel frattempo
3. Promuovere segretamente squadre speciali di intelligence per sapere con precisione chi fornisce i barconi/canotti/natanti e i luoghi di partenza. Di conseguenza
4. Organizzare raid di squadre speciali operative notturne in segreto, sabotatrici nei luoghi di partenza dei natanti stessi. Magari sabotando in segreto le stesse ditte produttrici dei natanti. Che so… qualche incendio strano… qualche corto circuito…
5. Rifiutarsi di seguitare l’embargo contro la Russia per servire come mezzo di ricatto Vs Unione Europea, (embargo che tra l’altro nuoce alla ns economia).

Ovviamente la posizione ufficiale dell’Italia per il punto n° 4 e di assoluto diniego.

Ministro MInniti, cosa ne pensa?

I ns. servizi hanno dimostrato di non indietreggiare di fronte a nulla – e sì che – ne hanno combinate! – ma non si è maI venuti a capo di nulla!!!!

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 01.07.17 12:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

concordo con Lorenzo B., Trieste.

La complessità del sistema fiscale è dovuta alla balordaggine di chi ha governato l'Italia fino ad oggi, o meglio, le furberie di chi ha Sgovernato il Paese per sistemare i propri interessi mandando in malora l'intera nazione.
Sono quegli stessi che oggi si mostrano in tv come salvatori della Patria accusando altri dei loro reati, ma che sotto simboli partitici cambiati di legislatura in legislatura ingannano il popolicchio credulone e beota.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 01.07.17 12:53| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V 01.07.17 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dimenticavo la retroattività. come si può modificare i termini di deducibilità con le istruzioni del Mod. 730 emesse l'anno successivo a quando un contribuente ha sostenuto e magati programmato le proprie spese deducibili? Esempio: spese di ristrutturazione, sono cambiati gli anni di deducibilità (10 anni) solo con le istruzioni e forse qualcuno aveva fatto conti diversi. E' incostituzionale.

Paolo M., milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 12:17| 
 |
Rispondi al commento

La ricostruzione del rapporto con i contribuenti passa attraverso la semplificazione. E' necessario emanare nuovi e omnicomprensivi testi unici che superino tutte, ma veramente tutte, le norme precedenti. E le regole devono essere poche e chiare (basta commercialisti per persone fisiche e per piccole imprese!) Condivido l'attenzione alle multinazionali - non solo web - si dovrebbe adottare un metodo presuntivo di reddito imponibile basato sulle attività svolte in Italia ovvero dal costo del personale sostenuto. Facile che un'attività commericale venga svolta da personale italiano e il caontratto alla fine firmato da una consociata irlandese, olandese, ecc senza contropartita per l'attività degli italiani e con conseguente generazione di perdita fiscale in Italia. Sul transfer price c'è grande attenzione da parte dei controllori ma spesso troppo poca competenza per decidere se il transfer price sia corretto.

Paolo M., milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 01.07.17 12:14| 
 |
Rispondi al commento

#ProgrammaFisco e Democrazia partecipata.

- Premesso che
quando uno Stato assoggetta il popolo a politiche economiche e fiscali decise da chi in realtà detiene il potere finanziario, il popolo non può definirsi sovrano ma suddito e lo Stato non può definirsi una Repubblica democratica
ma un’oligarchia o una dittatura finanziaria

- Propongo vengano messi in votazione i 3 seguenti obiettivi rivoluzionari:

1) Il rivoluzionario M5S, nato per realizzare la Democrazia Diretta, intende operare affinché la Costituzione conferisca al popolo una reale e piena sovranità, esercitata Direttamente, attraverso semplici PortaVoce (terminali dei cittadini nelle Istituzioni- locali, nazionali od europee) i quali accertano la volontà del popolo sovrano tramite un’idonea Piattaforma e-democracy anti delega uno vale uno.
Strumento con cui il popolo sovrano potrà dettare la linea politica, incluso l’ammontare del GETTITO FISCALE e come vadano reperite ed investite tali risorse pubbliche.

2) Chiunque contragga debiti a nome del popolo sovrano senza avergli richiesto una preventiva ed esplicita autorizzazione, ne sarà direttamente responsabile verso i creditori.

3) La riserva aurea, circa 75 miliardi, attualmente in mano a Banche private (Banca d’Italia e FED) -appartiene al popolo sovrano- e va dunque custodita in una Banca APPARTENENTE al Popolo Sovrano, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene nominalmente attribuita una azione da 1.250 euro, non cedibile.
Il popolo esercita democraticamente la propria sovranità eleggendo il Dirigente della Banca il quale, in base al Programma Economico Finanziario deciso dal popolo - azionista, stamperà la quantità di moneta che il popolo sovrano ritiene necessaria.

Unapoca Degracia 01.07.17 12:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono le grandi imprese, quelle piccole, gli artigiani, i professionisti, ma anche tanti cittadini che presentano il 730 o non presentano nessuna denuncia dei redditi. A mio avviso per queste ultime categorie dovrebbe essere lo stato, a predisporre le cartelle da pagare, perchè dobbiamo andare ai caf o dal commercialista e spendere dei soldi?
D'accordissimo che l'ufficio delle entrate sia un ente pubblico, non soggetto a speculazioni e soprattutto a possibili atti di corruzione.
Per quel che riguarda lo scambio di dati fra i vari enti, questo deve essere fattibile ed efficace. Il problema è che in questo settore sono state fatte grandi speculazioni. Infatti ogni ente ha banche dati a se, codifiche proprie, e molte volte non è stato possibile far parlare fra loro i sistemi. Quindi pulizia, regole precise, per la costituzione delle informazioni di interesse comune.
E' importantissimo aver un sistema fiscale ben normato, dà credibilità a un paese e invoglia gli investitori.
Basta al continua cambiamento delle regole, ogni anno ne nascono delle nuove e un cittadino è costretto a rivolgersi ai professionisti per non sbagliare.

Rosa 01.07.17 12:10| 
 |
Rispondi al commento

Perché se una nave battente bandiera norvegese salva gente in mare e per giunta militare sbarca poi in Italia?
In base a quale principio?
Perché non usiamo anche noi la marina X caricare sta gente e portarla in Francia Germania o Norvegia?

Paolo . Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 01.07.17 11:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Caro il mio professore, il Fisco È MIO NEMICO, se per compilare la mia dichiarazione mi ci vuole un commercialista; il Fisco È MIO NEMICO, se produce 276 pagine di istruzioni per la compilazione di un modello dichiarativo; il Fisco È MIO NEMICO, se ogni anno mi cambia le carte in tavola, modificando nomi e codici; il Fisco È MIO NEMICO, se si prende cinque anni di tempo per verificare quanto dichiaro; il Fisco È MIO NEMICO, se per avere informazioni devo perdere ore lavorative in defatiganti attese; il Fisco È MIO NEMICO, se mette degli incompetenti agli sportelli; il Fisco È MIO NEMICO, se impone tasse inique su un bene che non produce reddito (ad esempio le case sfitte); il Fisco È MIO NEMICO, quando mantiene in vita imposte che esistevano ai tempi dei Borboni e che non trovano riscontro in altri Paesi, come l'imposta di bollo o quella di registro; il Fisco È MIO NEMICO. E tutti quelli che vogliono mantenere questo sistema fiscale SONO MIEI NEMICI.

Lorenzo B., Trieste Commentatore certificato 01.07.17 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori