Il Blog delle Stelle
#ProgrammaEsteri: Smantellamento della Troika

#ProgrammaEsteri: Smantellamento della Troika

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 78


Oggi parliamo del primo dei dieci punti del Programma Esteri del MoVimento 5 Stelle. Una volta terminata l'esposizione dei punti, si procederà a una votazione online su Rousseau con la quale gli iscritti decideranno le priorità del programma. Informatevi e partecipate!

di Lidia Undiemi, Dott. Ricerca Diritto dell’Economia

L’anno zero della deriva europea risale a 10 anni fa. La crisi finanziaria mondiale, di cui l’Europa ha subito la ricaduta, è stata affrontata dalle istituzioni europee nel peggiore dei modi possibili: con la creazione e realizzazione della Troika, cioè un’istituzione finanziaria internazionale che è stata propagandata al grande pubblico col nome di “Fondo Salva-Stati”. Un nome rassicurante per ribattezzare qualcosa che di rassicurante non ha assolutamente nulla, perché si tratta di un'entità politica.

La Troika, detta anche MES (Meccanismo Europeo di Stabilità), ha due obiettivi fondamentali: il primo, continuare a salvaguardare questo sistema finanziario europeo anche se evidentemente fallimentare, il secondo, quello di far gravare sulle popolazioni dei Paesi in difficoltà il peso della crisi. Come? L'organizzazione funziona in questa maniera: se un Paese si trova in difficoltà di natura finanziaria e chiede un prestito, quel Paese deve poi sottostare a condizioni rigorose, cioè attuare le famose riforme che abbiamo visto in Grecia ma anche Spagna e in Portogallo. Riforme realizzate anche in Italia, o a Cipro di cui ricordiamo il prelievo forzoso del 2012. Queste riforme hanno portato alla distruzione del diritto del lavoro in molti Paesi europei, alla drastica riduzione della spesa pubblica per servizi sociali come per le riforme sulle pensioni, insomma tutta una serie di provvedimenti che hanno salvato gli interessi finanziari dell'Europa ma hanno tradito quell'obiettivo europeo per cui è nata la comunità europea, cioè quello di garantire il benessere generale e la piena occupazione.

Tutti gli obiettivi delle riforme sono stati smentiti dai fatti. Se vogliamo pensare di uscire dalla crisi nell'ottica di una tutela degli interessi collettivi e di una salvaguardia dei valori fondamentali costituzionali, e senza anteporre gli interessi finanziari a tutto questo, dobbiamo mettere in discussione questa architettura politica che fa sì che il capitale debba essere salvato a tutti i costi e che a pagare debba essere il popolo. Per mettere in discussione questo sistema (ricordiamoci che siamo in un ambito strettamente politico, e anche se molto spesso le questioni vengono ricondotte soltanto a problematiche economiche in realtà è una questione politica, la troika è un organo politico) è necessario anche chiedersi quale è oggi il ruolo che le multinazionali rivestono nell'ambito dell'economia globale. In questi mercati che sono fortemente integrati nel sistema di globalizzazione finanziaria ed economica, l'espansione delle multinazionali ha un impatto politico: attraverso le organizzazioni internazionali infatti abbiamo da un lato dato potere politico al capitale, dall'altro con l’enorme espansione delle multinazionali occorre comprendere fino in fondo l'impatto di queste entità anche sotto il profilo fiscale, e questa è una delle questioni principali. Perché oggi le multinazionali hanno la possibilità di insediarsi in diversi Paesi ed ottenere grandissimi vantaggi fiscali.

Le crisi in un modo o nell'altro portano grandi opportunità di cambiamento. Noi dobbiamo sì cambiare, ma cambiare questo sistema di governo dell'economia e della finanza in senso favorevole alla popolazione, nel rispetto della Costituzione e delle democrazie dei vari Paesi coinvolti. Lasciando tutto così com’è, la situazione non migliorerà.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

25 Mar 2017, 13:41 | Scrivi | Commenti (78) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 78


Tags: austerità, economia, esteri, finanza internazionale, programma, programmaesteri, Rousseau, smantellamento della troika, troika

Commenti

 

Buona sera
Evito tedioso giri di parole ed esprimo subito il mio punto di vista sull'attuale ed esistente unione europea: va presa di sana pianta e va gettata nella pattumiera della storia. La Troina va ridimensionata a quello che è realmente, cioè una scatola vuota. Possibile che venga temuta come una superpotenza nucleare? Per piacere! Che vadano a zappare e li si facciano smettere con le loro assurdità economiche di affamate i Popoli.

angelo de marco 05.04.17 21:56| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non avete inserito la proposta che l'immigrazione venga trattata come un problema europeo e non italiano tra i punti sul programma esteri!? credo che sarebbe stata la più votata

leonardo cincinelli Commentatore certificato 05.04.17 12:44| 
 |
Rispondi al commento

Occorre seguire al più presto il Regno Unito nell'uscita da questa associazione per delinquere chiamata eurozona. La spesa degli stati va aumentata e non tagliata, le tasse ridotte ai minimi termini e sopra ogni cosa, siamo obbligati a tornare alla lira se non vogliamo finire nell'indigenza.

Fabio Contro 30.03.17 14:44| 
 |
Rispondi al commento

LA RESPONSABILITÀ DI POLITICI E LA QUESTIONE DI AUSTERITÀ IN EUROPEA

Sulla questione dell’austerità si giocano in Europa tante partite, anche in Italia. Ma la partita drammatica è quella che si gioca sui 26 milioni di disoccupati nell'area dell’euro, una stima che non tiene conto dei lavoratori autonomi che hanno perduto il proprio reddito e di altri ex lavoratori scoraggiati dalla crisi. prosegue le politiche di austerità.

La responsabilità di politici ed economisti di fronte a questa tragedia è enorme e costringe a un lento declino della civiltà europea tra divisioni, contrapposizioni, crisi e rabbia sociale.

La politica che ha ispirato gli ultimi anni è stata quella del ‘rigore’ e dell’equilibrio dei conti pubblici. La crisi dell’occupazione, che è anche la crisi delle imprese, soprattutto piccole e medie, è una crisi da fatturato in picchiata. La domanda è caduta grazie all'effetto congiunto di due elementi deflagranti:

1) Il ‘deleveraging’(riduzione del livello di indebitamento) da crisi finanziaria, un massiccio sforzo a risparmiare di più per pagare i debiti che si fa fatica a pagare a fronte di redditi e utili in calo;

2) Il contestuale aumento delle imposte che rende vano il deleveraging. Come si fa a risparmiare di più per pagare i debiti se contestualmente debiti col fisco e le banche crescono invece che diminuire? produrre debiti...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 28.03.17 07:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
-settore agricolo e mondo degli affari
-finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

bertha ramos () Commentatore certificato 27.03.17 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo, ma il problema non è l'Europa. E' il potere finanziario internzaionale, l'Europaq del debito e della banche. Ma è sostenuta dai nazionalismi Europei: sono i governi nazionali europei, non la commissione o il parlamento europei che non hanno potere, che supportano di fatto la troika. La strada è l'Europa dei Popoli, non il ritorno ai nazionalismi del passato.

"Credo nell'Europa come comunita' di popoli, sono un'europeista". Lo dice Chiara Appendino. Io sono d'accordo e credo che la maggioranza di noi lo sia.

Giuseppe C., Udine Commentatore certificato 27.03.17 12:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La troika è una struttura per tutelare chi (i cittadini degli altri stati attraverso le loro tasse) presta soldi ad un paese che i soldi se li è mangiati o se li è rubati, e pretenderebbe che gli altri gli diano soldi senza regole o garanzie su come verranno impiegati.

fabio tercovich 27.03.17 08:18| 
 |
Rispondi al commento

Dovreste chiarire nonché rispondere ad un noto alpinista italiano di fama mondiale che vi dipinge come quelli che , con quello che dicono o non dicono, che fanno o che non fanno, apriranno le porte ad un nuovo nazismo. È pesante come affermazione, se messa a paragone con le accuse di populismo e demagogia che ormai sono applicabili a chiunque faccia politica. Qualcuno risponda, grazie.

Barlafuss 26.03.17 22:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto giusto e assolutamente condivisibile da chiunque abbia minimamente approfondita, negli ultimi anni, il dramma assolutamente criminale di cui il nostro Paese é stato vittima, complice una multitudine di alte cariche politiche macchiatesi di alto tradimento. Tuttavia, non viene chiarito un ´´dettaglio´´: senza tornare padroni della nostra moneta, ovvero uscire dall´eurozona, non c´é nulla, zero, assolutamente niente che qualsiasi governo, democratico e onesto, possa fare ber dare un cambiamento sostanziale di rotta. Uscire dall´euro é il problema numero uno e chiunque ignori questo dato di fatto é destinato a sprecare tempo e voti. Meglio che tutti coloro che pansano di poter cambiare l´Europa dall´interno si diano una svegliata, e comincino ad ascoltare che ripete le stesse cose da anni e anni. Uscita dal giogo dell´euro, senza se e senza ma. Tutto il resto sono sogni, esogna solo chi dorme.

Riccardo Fiorilla 26.03.17 22:02| 
 |
Rispondi al commento

mi fa piacere che non si parla di uscita dall'Euro


Ciao
Aiuto le persone che hanno bisogno di prestito
Offriamo prestiti a livello internazionale. Con il capitale da utilizzare per fare prestiti tra singoli breve - e a lungo termine di 1000 a 5.000.000 di euro per tutte le persone serie sono davvero bisogno:
-Fornire prestiti finanziari
-Prestito immobiliare
-Investimenti prestito
-Prestito auto
-Prestito personale
Vi preghiamo di contattarci via e-mail per ulteriori dettagli
E-mail: prestitobancario2017@gmail.com

rotine c. Commentatore certificato 26.03.17 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Ancora una volta approfitto dell'occasione per attira l'attenzione sui lavori di Bagnai e Barra Caracciolo :
http://goofynomics.blogspot.it/
http://orizzonte48.blogspot.it/
In cui questi problemi sono affrontati ad un livello scientifico e giuridico inoppugnabile.

La sola cosa su cui il M5S dovrebbe aprire un dibattito al suo interno e' il "come" .

Se si pensa di uscire dall'euro passando per una patrimoniale o altre vie demolitorie della superstite ricchezza delle famiglie non vi sara' consenso sufficiente.

Il cerchiobottismo per arrivare al 40% per poi fregare la meta' di coloro che avranno votato non credo che questa volta possa pagare.

Metodo abusato troppe volte nel recente passato.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 26.03.17 16:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo argomento è importantissimo, tutti abbiamo visto che il sistema Mes permette per esempio alla Grecia di pagare gli interessi dell'enorme debito, non certamente di abbattere il capitale di debito, che non avverrà mai, il debito rimarrà perpetuo. Se non è strozzinaggio questo.

Rosa 26.03.17 11:53| 
 |
Rispondi al commento

http://www.occhidellaguerra.it/cittadini-greci-piu-poveri/


Senza perdersi in troppe ciance, Vi lascio da leggere l’articolo suddetto , Occhi della Guerra.

Sappiate solo che se l’Italia NON ESCE rapidamente dalla moneta unica farà la stessa fine di Atene, solo un po’ più tardi (a partire dal 2018 ... , SEGNATEVELO )

Leggete bene l’articolo,
almeno saprete cosa Vi aspetta.

A proposito: la sanità a danno dei vostri vecchi (che sono troppi e troppo ben pagati in termini di pensioni) sarà la prima a dimostrare la veridicità della profezia
su quello che dovrà capitare in Italia nei prossimi 2-5 anni !!!,
diventare come la Grecia.
La conclusione la sapete già.
E se non la sapete leggetevi l’articolo proposto, almeno Vi portate avanti col lavoro.

.... Auguri.

Lino Viotti Commentatore certificato 26.03.17 10:16| 
 |
Rispondi al commento

riflessione sulla giustezza italiota

La morte di D'Elisa e la pena di DiLello sono da imputare alla giustizia italiana, se avessero tenuto in carcere l'investitore tutto questo non sarebbe accaduto... ah già,e poi gli avvocati come camperebbero!!!

riflettorio 26.03.17 07:47| 
 |
Rispondi al commento

Ritirate questo video. Come detto già da altri commenti, non è accettabile che si dica che la Troika è il MES.

Maria Cristina Migliore Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 25.03.17 23:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

IL SIGNORE IDDIO ONNIPOTENTE UNIVERSALE CIAO

GIANLUIGI 25.03.17 23:45| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo, questo primo punto! Continuate così!

Renato O., Venezia Commentatore certificato 25.03.17 22:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io sono un convinto europeista. Son0 anche un convito avversario dell’Europa delle banche. Facendo alcune semplici considerazioni, diciamo simili a quelle dei padri fondatori, una federazione solidale di stati europei mantenendo le identità nazionali.
1) L’Europa, nel suo insieme, è la prima economia mondiale. L’Italia è la decima economia mondiale in continua discesa.
2) L’Europa potrebbe essere la prima potenza militare, evitandio così di sottostare ai diktat americani.
3) L’Europa è il continente col welfare e la cultura sociale più avanzate del mondo
4) L’Europa detiene il primato storico, culturale, scientifico mondiale.
5) Gli europei hanno più cose in comune di quanto si possa immaginare.

Per contro.
1) Una classe si politici, non statisti, incapaci o corrotti si è fatta abbindolare o comprare, per pura ambizione personale, dal sistema banco finanziario mondiali sta che ha, come è logico che sia, interessi contrapposti a quelli dei cittadini
2) Hanno aperto alla globalizzazione, in modo demenziale, nell’interessi dei loro sostenitori, distruggendo grossa parte del patrimonio industriale e lavorativo con l’obiettivo a breve termine di distruggere il rimanente welfare.
3) Hanno costruito e imposto un moneta senza stato per stati senza moneta. Una moneta totalmente in mano a banche private le quali hanno a loro volta costituito la troika, che non ha, come dichiara, lo scopo di salvar gli stati ma quello di spogliarli, depredarli, ridurli alla fame. (vedi Grecia)
4) Hanno una burocrazia invadente che si occupa dei particolari, dei dettagli ma non esiste un sistema di sicurezza intereuropeo.
5)In 60 anni non hanno voluto imporre una lingua comune, fin dai primi anno di scuola, perché questo avrebbe permesso di dialogare direttamente tra popoli.

L’elenco di cose da fare, per un’Europa dei popoli e non delle banche, sarebbe lungo e dettagliato. La politica estera del nostro paese deve, prima di tutto, partire dal > SEGUE

Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 25.03.17 22:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DIO, IL SIGNORE IMPERATORE DEGLI UNIVERSI. CIAO BEPPE E VIRGINIA, CIAO.

GIANLUIGI 25.03.17 22:13| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei un aiuto per poter votare e suggerire le mie idee,grazie.

Gianfranco Colombo 25.03.17 21:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi piacerebbe sostenere un europa degli anni 90.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 25.03.17 17:14| 
 |
Rispondi al commento

'La calunnia é un venticello...'
L'amico Crozza (o chi per lui), s'inventa qualsiasi
cosa pur di far audience e far ridere.
Quella di 'Grillology' é esattamente una calunnia
perché oscura due punti fondamentali del ruolo di
Beppe Grillo, i.e., garantire che venga presa una
decisione, in merito a questioni importanti, che non rechi (neanche potenzialmente) danno al Movimento (e quindi alla sua causa) e selezioni una
scelta fra tante che rappresenta la parte piú stretta dell'imbuto, a cui giungono le selezioni operate in rete e dalla rete. Ergo, la democrazia
é fatta anche di restrizioni e costrizioni, perché é la decisione finale che da corso alle intenzioni espresse in rete. Spiegate bene che senza fiducia
ne Grillo ne altro puó garantire il funzionamento di qualcosa come quello di raccogliere le intenzioni di migliaia di persone riguardo un argomento specifico e far si che la decisione, la scelta operata porti vantaggi e non distrugga il Movimento.
A Beppe Grillo si possono riconoscere delle caratteristiche peculiari quali la capacitá di gestire un flusso elevato di comunicazione in uscita; senso di responsabilitá; spirito compassionevole; volontá e capacitá di aiutare.

Carlo Martello 25.03.17 17:14| 
 |
Rispondi al commento

Io credo che prima di darsi una politica estera con cui presentarsi avendola come biglietto da visita sia quello di stamparlo uno per tutti gli immigrati in Italia.
Se noi sulle ali di "Via col vento" non costruiamo una piattaforma che consenta ad'ogni singolo extracomunitario sia uomo che donna organizzarsi e compiere un'ascesa come la stella di Barack Obama non ne verremo mai fuori da questa problematica che taglia risorse umane e materiali per ogni progetto...una piattaforma che sia utile anche a chiarire e far da ponte sullo stesso tema tra est e ovest.

Gianfranco Rambaldi, Roma Commentatore certificato 25.03.17 16:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Porto all'attenzione di questa stimata platea questi articoli:

https://tinyurl.com/ks7xcrh

https://tinyurl.com/lzd5esc

Se poi qualcuno volesse commentare o contestare quanto vi si afferma (da parte mia ho già da parecchio cominciato a sentire puzza di bruciato, c'è qualcosa che non quadra nei comportamenti di chi dirige la baracca, sembra quasi che si voglia menare il can per l'aia ad indefinitum)...


Pierino La Peste 25.03.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Su questi temi Lidia Unidiemi ha scritto un libro prezioso: "Il ricatto dei mercati" con prefazione del grande Magistrato Roberto Scarpinato, collaboratore di Paolo Borsellino e, dal mio punto di vista, il milgior Presidente della repubblica che non abbiamo mai avuto.

Il competente e lucido punto di vista di Lidia Unidiemi è un serio punto fermo su ciò che io intendo per una posizione netta del M5S rispetto alla realtà di un'Unione Europea, o meglio FMI+BCE+UE che non potrà MAI fare gli interessi dei cittadini (al di là delle propagandistiche celebrazioni di questi giorni).

La troika è stata pensata per favorire gli interessi dei pochi sui molti e pervicacemente si continua a perseguire questo scopo.
Lidia Unidiemi sarebbe un perfetto Ministro dell'Economia per il M5S.
Se a questo aggiungessimo la riconquista della nostra sovranità monetaria, potremmo cominciare a sperare davvero in un nuovo Rinascimento italiano.

Nicola Nicolini Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 25.03.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

VIA I VITALIZZI TUTTI ANCHE QUELLI REGRESSI.


VIA TUTTI I BENEFIT DEI POLITICI IN PENSIONE TUTTI CON LA LEGGE FORNERO.

davide colizzi 25.03.17 16:33| 
 |
Rispondi al commento

Troica: (Commissione Europea, BCE e FMI)+
MES =
1

Un unico cocchio INFERNALE guidato da 4 cavalli affiancati.

Non sbaglia per me la Dottoressa Lidia quando scrive: "La Troika, detta anche MES (Meccanismo Europeo di Stabilità)..."

Si vedono 4 componenti, ma si contano uno

massimo m., Roma Commentatore certificato 25.03.17 16:22| 
 |
Rispondi al commento

IL MES non c'entra una mazza con la TROIKA ,
( è molto peggio )

informarsi un pò prima di rispondere fesserie non sarebbe sbagliato ,
ad es. su youtube ....

https://youtu.be/lfoUggNlEaw

Lino Viotti Commentatore certificato 25.03.17 16:00| 
 |
Rispondi al commento

Guardatevi questo video e si capisce di più cos'è la Troika https://www.facebook.com/hashtag/obiettivoesteritour?source=feed_text&story_id=1373854215970889

Rosa 25.03.17 15:47| 
 |
Rispondi al commento

http://www.economia.rai.it/articoli/la-troika-e-i-sicari-delleconomia-globale/22652/default.aspx

.-|||


Il MES è il cavallo di Troia della finanza "creativa" mondiale e delle multinazionali, atto a distruggere la sovranità nazionale: Ci salva, con i nostri soldi(!) e ci chiede in cambio soltanto la nostra sovranità!
Una troia insomma, ed anche un pochino troppo costosa

massimo m., Roma Commentatore certificato 25.03.17 15:28| 
 |
Rispondi al commento

Trattati di Roma: al Campidoglio scoppia il caso Raggi, il discorso della sindaca oscurato in tv e in sala stampa

http://www.huffingtonpost.it/2017/03/25/trattati-roma-raggi_n_15600256.html?ncid=fcbklnkithpmg00000001

Rio Savè Commentatore certificato 25.03.17 15:24| 
 |
Rispondi al commento

sulla Europa: a mio piccolo parere non perche'sono iscritto al movimento 5 stelle ma perche' dai concetti di base del movimento di gia' 5 anni fa che ricordi per logica si derivo' l'qrchitettura europa 5 stelle come una piramide capovolta ovvero i soggetti viventi sostengono l' Europa che deve essere fatta di stati liberi, autosufficienti, con le proprie tradizioni e le proprie culture perche' il progresso e' solo nella tutela delle singolarita' passate e future e quindi nella tutela del contesto che deve essere non polarizzato in alcuna dimensione ma completamente aperto come da natura primordiale. Sulla base di tali analisi su oggettivita' e per logica deduttiva si arrivo' alla vera europa dove i cittadini decidono sugli investimenti singolari che necessitano l' unione di contributi di tutti per raggiungere obiettivi eccezionali come per esempio il CERN o sintesi di DNA ecc. Quindi nessuna impalcatura all' Americana che globalizza tutto come ora intrufolandosi nei comportamenti di ognuno per capire anche quanti soldi ogni singolo ha a disposizione e che desideri avrebbe in modo da foraggiare di informazioni mega societa' che invadono di prodotti piatti tutta l'europa ma ritorno all' artigianato (ARTE) che nel suo settore e' culla di cultura e di innovazione continua e cosi per ogni ambito delle polivalenze degli esseri viventi incluse piante ed animali.Se oggi siamo dove siamo nella peggiore situazione dell' essere vivente e dovuto al fatto che la piramide e' all'oppsto di quanto su detto con ovvie ripercussioni sugli esseri viventi tutti che non hanno spazi dove evolvere con le prorie appunto singolarita'.

giampaolo gottardo, go Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 25.03.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di rapporti con l'Europa, notata la cafonaggine dei nostri politici a partire da quel vecchio che lucrava sui biglietti aerei, non ha neppure salutato la sindaca; proprio un segno di inciviltà ancorché senile. Viva la Merkel che quando si è accorta di avere difronte la sindaca si è soffermata stringendo nuovamente la mano. Virginia, con questa gente ci vuole il trattamento che meritano i cafoni: ignorali !!!

Carlo D'Ottone, Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 25.03.17 15:14| 
 |
Rispondi al commento

Fra gli argomenti che avete in programma di portare all'attenzione dei simpatizzanti nel vostro giro attraverso l'Italia c'è "Riformare la NATO".
Provate con "USCIRE DALLA NATO" e vediamo un po' i commenti.

franco 25.03.17 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Mai l'assioma :" La qualità è nella quantità " è stato azzeccato nella qualificazione della ricchezza ! Se è giusto che esistano i ricchi è altrettanto giusto che la loro ricchezza sia relativa allo stato degli altri . Non è difficile capire che un ricco in mezzo a tanti poveri è una aberrazione , immaginiamo una famiglia , una tribù in cui solo uno o due detengono la ricchezza e tutti gli altri siano poveri , cosa accadrebbe ? La rivolta sicuramente ! La grande tribù Italia non sfugge a questa ipotesi : Pochi ricchissimi , moltissimi poveri e il gioco è fatto ! Dunque apprezziamo la ricchezza moderata e facciamo in modo che non ci siano poveri se vogliamo la pace !

vincenzodigiorgio 25.03.17 15:09| 
 |
Rispondi al commento

Non so voi ma io sto male a leggere queste cose :((
Beppe per dio non prestiamo il fianco a questa gente con scelte scriteriate e che ci danneggiano :(((


Gianluigi Piras PD (da FB)

M5S di destra? Fascista è più appropriato.

Fratelli d'Italia, a confronto, sono dei moderati di sinistra.
La verità è che il M5S non è, banalmente, un partito di destra, ma è proprio la rigenerazione di un partito fascista in salsa ''moderna''.
''Moderno'', nel senso che almeno, nel partito fascista, esisteva anche gente colta e anche più capace ad amministrare la cosa pubblica. Al netto di tutto il resto.
Questi sono dei violenti, irresponsabili ed incapaci.
E si, anche dei disonesti.
Poi resta che anche tra loro ci sono quelli in buona fede, quelli capaci, quelli per bene.
Ma è quella determinata struttura di partito dove la trasparenza tanto annunciata non esiste che rende i singoli ininfluenti.
E non provo alcuna vergogna (io che appartengo alla filosofia del meno peggio) a dire che non avrei dubbi a scegliere altri 17 anni di governo Berlusconi piuttosto che un solo anno di governo 5stelle.

P.s.: non è un post soggetto a dibattito. Sarebbe lungo ed insensato. È un'opinione, una convinzione, immutabile. Una presa d'atto

Dora M. Commentatore certificato 25.03.17 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La TRIOKA è peggio del MES :

http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=127546&typeb=0&a-proposito-di-dijsselbloem-e-della-solidarieta-dell-usuraio

... Ma Dijsselbloem, nella stessa intervista, va ben oltre. E di ciò nessuno parla.
Il tecnocrate olandese lancia una proposta innovativa: l'Europa non vuole certamente rinunciare alla sua solidarietà (quando mai si è visto un usuraio che rinunci a fare prestiti??) ma tale ambito non dovrebbe più essere governato dalla Troika
bensì direttamente dal MES !! .
Alcuni ricorderanno che durante la crisi greca la Troika (Fondo Monetario Internazionale, Banca Centrale Europea, Commissione Europea),
a un certo punto, si mosse in maniera ondivaga e con contrasti al proprio interno.
Ciò è normale perché le tre istituzioni che la compongono possono rispondere ad esigenze, interessi, centri di potere diversi.
Tanto più in questa fase di crisi e sommovimenti tettonici nelle élite finanziarie e politiche transnazionali.
Ecco, dunque,
la necessità di NON avere slabbrature, di non concedersi tentennamenti.
Il MES è lo strumento perfetto, e spietato, per il recupero crediti.
È un carrarmato giuridico.
Se finisci nel suo abbraccio amorevole puoi star sicuro che non ti salvi.

Continuando con le metafore ardite,
la Troika è il diavolo travestito da gentiluomo;
il MES è il diavolo con tanto di corna, forcone, coda, zoccoli e puzzo di zolfo.
......... AIUTOOOO !!!!


Lino Viotti Commentatore certificato 25.03.17 15:03| 
 |
Rispondi al commento

Siamo in un cul de sac ! Non abbiamo vie d'uscita , siamo in trappola ! Abbiamo governi illegali a ripetizione , le istituzioni sono in mano a un gruppo di avventurieri senza coscienza che fanno tutto ciò che vogliono , vandali moderni che ci stanno spogliando di tutto ! Non contenti distruggono tutto quello che non possono portarsi nei paradisi fiscali o nei nascondigli in tutto il mondo . Obbediscono a ordini ben precisi : " Distruggete l'Italia ! " ! Ordini a cui non possono disobbedire pena la loro decadenza da parte dei comandanti del mondo : i ricchissimi , gli ultraricchi da centomila miliardi di euro ! I nuovi dei hanno il loro Olimpo a Wall-street e da li comandano il mondo , mandano a morte milioni di esseri umani per guadagnare altri miliardi di cui non sapranno che farsene , l'importante è ammucchiare ! Fondano la loro immensa potenza sull'ignoranza della gente che manipolano come marionette , che mandano al macello intortando i loro cervelli con chiacchiere e religioni ! C'è un lumicino di speranza , per noi italiani , nel Movimento che sembra il liberatore , lo è veramente o è anch'esso una costruzione raffinatissima dei giudo-massonici nuovi dei ? Paradossalmente non importa , se è loro creatura non cambia niente , se è vero movimento di ribellione è l'unico possibile per tentare di cambiare le cose .

vincenzodigiorgio 25.03.17 15:00| 
 |
Rispondi al commento

Da www.topbtw.com/ del 25 Marzo: “Europa disfatta, Europa prigioniera..” …. “ L'Europa si é appena disfatta aumentandosi da sola, la scorsa settimana, il suo budget di spesa, alla chetichella, senza dire niente a nessuno. L'Europa si è disfatta con terrificanti sprechi di quattrini: per esempio i 45 parlamentari in missione alle Isole Fiji ben spesati e coccolati.. L'Europa poi si è disfatta in innumerevoli direttive assolutamente inutili, dal calibro delle mele, piuttosto che del limite di microscopiche tracce chimiche nell'acqua potabile. Prigioniera della supponenza e dell'arroganza dei suoi burocrati….”
…. “L'Europa ci impone i parametri di austerità ma la Germania trasborda, con il suo export, ovunque: senza pareggiare i conti con un pari import. Ingrassando la sue casse con i quattrini dei partner europei per poi "imprestarglieli" , ma alle sue condizioni e con le dovute garanzie..ovviamente!”…. E per finire: ….” Potrebbe essere un vero sprone a modificare la mentalità della burocrazia europea e ad attuare le vere forme di integrazione che interessano: prezzi dei prodotti, imposte, servizi. Per liberare i cittadini europei da questa Europa, negligente nell'attuare la vera integrazione, ormai prigioniera dei suoi stessi regolamenti. Perché, appunto, del diametro delle mele non gliene frega niente a nessuno..” Ma ecco tutto il testo: Cliccare su: http://www.topbtw.com/topbtw-784.html

giorgio comerio 25.03.17 14:59| 
 |
Rispondi al commento

Voglio Alberto Bagnai ministro dell'economia e Lidia Undiemi sottosegretaria all'economia

Lorenzo Ragusa Commentatore certificato 25.03.17 14:59| 
 |
Rispondi al commento

La Merkel fa la Troika con le palle degli altri

Giulio T. 25.03.17 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Concordo con quello sotto: e allora che si fa ?

Perche' non citate i lavori di Barra Caracciolo e di Bagnai ?

Il M5S ha paura di perdere consenso schierandosi o facendoci votare per schierarsi ?

Mi sembra cerchiobottismo di democristiana memoria.

Veramente deludente.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 25.03.17 14:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Correggo e mi scuso

La Troika non è un organo politico

Rosa Anna 25.03.17 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La TROIKA Nob è un organo politico
I suoi firmatari sono quasi sconosciuti e nessuno di loro è stato prescelto da una istituzione legittimata da componenti derivanti da votazioni di nessun apparato di rappresentanza dei cittadini
Inoltre alcune clausole sono di fine pena mai
Un ergastolo per i cittadini di ogni nazione Europa
Se oggi possono essere le nazioni mediterranee in affanno
Con i cambiamenti velocitizzati le contingenze possono accadere ovunque
Ma questo organismo è una cosa avulsa dalla Unione Europea
È solo un interferenza dei mercati finanziari di origine non europea
È la beffa del danno dato con la crisi originata oltre oceano
In concomitanza all'erroneo sistema originato dalla conversione dell'euro forzata nel nostro caso dalla solita
faciloneria, posso dire in questo caso con nomi e cognomi

Ecco perché occorre chiudere la partita con un referendum
per abrogare sia la Troika sia la Comissione Europea
Organismi qualificati solo per allestire il mercato finanziario e della multinazionali
Dobbiamo ricostruire un Europa capace di fronteggiare le altre nazioni forti che si sono agguerrite negli ultimi quindici anni
senza impoverire nessuno
"Nessuno deve rimanere indietro "

Rosa Anna 25.03.17 14:31| 
 |
Rispondi al commento

Il Mes è in realtà la Troika, il prestare soldi agli stati.
Siamo finiti in un labirinto che apparentemente non vede una via d'uscita. Tutto questo perchè il sistema bancario è nelle mani delle banche, dei privati. I debiti sono dei cittadini e i proventi bancari sono delle banche, questi sono gli strozzini d'europa. Mai più a una BCE. Dobbiamo ripartire da lì, rivedere il sistema bancario. Non può esistere che uno stato non abbia una banca propria e non ci sia la suddivisione tra banca di risparmio e banca d'affari.
La politica deve essere al centro, non la finanza.
L'europa deve essere un insieme di potere democratico, dipendente dai cittadini, con specifici compiti. Non certamente quello di frustare gli stati.
Vanno rivisti i compiti a livello europeo, Gli stati non possono perdere la loro sovranità, certamente in determinati ambiti, altrimenti si rischia di diventare una colonia del più forte, come sta accadendo.

Rosa 25.03.17 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

rimango della solita idea.

tempo fa a renzi, ancora pdc, dissero che i ricercatori italiani erano i peggio pagati d'europa. lui rispose che andava bene cosi', avrebbero fatto piu' concorrenza a quelli degli altri stati.

berlusconi, appena promulagata la legge biagi, durante un convegno di imprenditori di mezzo mondo, li invito' a investire in italia perche' grazie alla l"sua" legge biagi il mercato del lavoro in in italia era diventato il piu' "precario" d'europa.

italiani che hanno governato l'italia. con delle teste di cazzo cosi' alla guida del paese, talmente ignoranti, arroganti, cinici, cattivi, incoscienti, canaglie, venduti e vigliacchi, cosa potevamo aspettarci? il paese dei campanelli? di vincere il nobel per l'economia? o di diventare noi la "locomotiva d'europa"? lo siamo diventati la punta di diamante d'europa, ma non per l'economia, per il neoliberismo spinto criminal- fascistoide-piduista.

purtroppo ci e' andata di merda cosi'. e l'europa non c'entra niente.

puoi anche avere una ferrari, ma se il pilota e'ropa non c'entra niente. scarso rischi, e se e' un balordo ti vai a schiantare di sicuro. come e' successo a noi italiani.

carlo 25.03.17 14:29| 
 |
Rispondi al commento

D'accordo, e allora CHE SI FA?
Non siete riusciti neanche a organizzare un miserrimo referendum per l'abolizione del canone TV (che, per inciso, SI PUO' fare), potendo probabilmente contare sul consenso della maggioranza degli italiani!
Di questo passo tra dieci anni staremo ancora a pingerci addosso in questo blog...


Pierino La Peste 25.03.17 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Sinceramente si capisce poco...
Io sono d'accordo per fucilare i membri della trojka e riprendere con la forza i soldi buttati nel mes anche se nel post non c'è scritto nulla di concreto a parte un vago "cambiare" che non è sinonimo di smantellare.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 25.03.17 14:25| 
 |
Rispondi al commento

"La Troika, detta anche MES (Meccanismo Europeo di Stabilità)... "

Un post che cominci così, denotando completo analfabetismo sulla forma e sulla sostanza di che pretende di parlare, va buttato immediatamente nella pattumiera senza continuare a leggerne neppure un rigo, per INAFFIDABILITA' ASSOLUTA.

Se è così che vi preparate a governare, rifilando ai vostri aderenti definizioni sballate come questa su materia di tale importanza, non si sa se siate messi peggio voi o chi vi sta pure a sentire sperando in un mondo migliore.

Guglielmo M.R. 25.03.17 14:04| 
 |
Rispondi al commento

ma nooo,questo documento...cosa ho firmato oggi a Roma?

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 25.03.17 13:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori