Il Blog delle Stelle
#ProgrammaAmbiente: dai rifiuti a nuova materia

#ProgrammaAmbiente: dai rifiuti a nuova materia

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 122

Grazie alle raccolte differenziate domiciliari di qualità ed a nuove tecnologie di recupero materia a freddo oggi si può arrivare al recupero quasi completo di ogni tipo di "rifiuto". Ad esempio da materie plastiche oggi considerate difficilmente riciclabili possono trasformarsi in bauletti porta casco, arredamenti da giardino, vasi, sottovasi, pannelli fonoassorbenti per autostrade, etc. Basterebbe defiscalizzare l'extracosto che oggi frena lo sviluppo di questo mercato virtuoso. Inoltre è fondamentale una vera riduzione dei rifiuti a monte. Ad oggi non è mai stata fatta perché va a toccare gli interessi sia di chi li produce che di chi li smaltisce in discariche e inceneritori. Vi sono azioni fondamentali e innovative che vanno fatte per avviarci verso una vera e propria Economia Circolare che superi la cultura dello scarto e dell' "usa e getta" in favore di quella del riutilizzo e del riciclo. Nel quesito vi chiederemo quali azioni ritenete prioritarie per una politica di sostegno alla prevenzione dei rifiuti, al recupero di materia e al mercato dei prodotti post-consumo.

di Paolo Contò, Consorzio Contarina

Quali strumenti per una transizione verso l’economia circolare, possiamo mettere in campo nella gestione dei rifiuti, in particolare quelli di tutti i giorni che sono quelli urbani, quelli che la gente ha ogni giorno in mano.

Bisogna agire su tre assi principali. Strumenti operativi, strumenti economici ed innovazione. Tutte e tre queste cose sono caratterizzate da un principio di responsabilizzazione degli attori. Gli strumenti operativi responsabili ad esempio sono i sistemi che intercettano quantitativamente e qualitativamente bene i rifiuti.

Il sistema porta a porta è un sistema adeguato per responsabilizzare tutti gli utenti ad una buona raccolta differenziata. Non è l’unico. Ma sono alcuni e non tutti, i sistemi di raccolta che permettono di separare bene e di qualità al fine di transitare questi ex rifiuti verso altri materiali. Quindi una buona raccolta porta a porta come strumento di responsabilità, come strumento di transizione verso l’economia circolare.

La prima cosa che deve fare un sistema domiciliare, o simile, e che comunque identifica l’utente, è separare le frazioni organiche. Le frazioni organiche sono un terzo del nostro problema dei rifiuti. Una volta tolta questa frazione separandola con qualità elevata, noi possiamo trasformarla facilmente in altri prodotti, in compost o addirittura in alcuni biochemical utili ad altri processi.
Fatta questa separazione quello che rimane è molto più separabile e più facilmente avviabile ai sistemi di recupero e riciclo materia.

Il primo processo è sicuramente quello del recupero di materiali quali carta, vetro, plastica, tutti gli imballaggi, tutti materiali riciclabili. Poi vi è una parte che è anche residua. Ciò che non è stato possibile separare e riciclare adeguatamente da parte degli utenti.

Bene tutta questa massa di materiali, dalle frazioni organiche, che sono la frazione principale, le frazioni secche e quelle riciclabili, dovrebbero essere convogliate verso impianti orientati verso l’economia circolare. Non più impianti distruttivi, quindi non più discariche e non più incenerimento senza possibilità di recupero di materie di cui abbiamo molto bisogno, visto che l’Europa è priva di materie prime.
Per cui gli impianti sono: gli impianti di compostaggio per la produzione di compost e impianti per gli altri prodotti che possono essere recuperati come carta, vetro eccetera.

Che cosa ne facciamo del residuo? Bene un residuo che ha subito una buona separazione, una ottima separazione delle frazioni organiche e delle altre frazioni, è suscettibile di ulteriore valorizzazione di materia. Perché anche all’interno del “secco” continueremo a trovare delle quantità di materiali da recuperare e riciclare. E infine all’interno di quello che nel ‘secco residuo’ non è più “buono” dovremmo evitare di produrlo. Questa è una filiera operativa nella responsabilità. Ma come ottenerla? Andiamo sugli altri assi. Gli strumenti economici, gli strumenti economici a monte.

Far pagare i prodotti prima della loro immissione nel mercato. Quindi in base alla loro riciclabilità, alla loro suscettibilità ad essere riutilizzati, caricarli già a monte del suo futuro esito che dovrà essere quello del recupero. Differenziandoli in quelli che dovranno essere prodotti migliori e prodotti peggiori. Migliori rispetto al riutilizzo e il riciclo e peggiori rispetto al loro smaltimento, cioè alla loro linearizzazione e non circolarizzazione.

Gli strumenti sono vari
. Ad esempio se vogliamo favorire il riuso dobbiamo intervenire sull’Iva come sta facendo la Svezia. La riparazione va favorita dal punto di vista di un minor aggravio di Iva o addirittura non imponibilità dell’Iva. Oppure a valle altro strumento economico è la tariffa puntuale. L’utente che produce più rifiuti più paga. L’utente che produce i peggiori rifiuti più paga.
Quindi sia il produttore ma anche chi ha in mano i rifiuti deve essere incentivato dal punto di vista economico.

Un modo nuovo che si potrebbe proporre è incentivare la produzione di compost. Oggi in Italia e in Europa le frazioni organiche non sono incentivate, perché il compost è un ottimo fertilizzante sostitutivo di ammendanti di origine chimica ma non ha nessun incentivo.
Quale è il motore che può mettere in circolo questo nuovo strumento d’incentivazione? Uno strumento potrebbe essere una compensazione tra le attività di stabilizzazione e produzione di compost con un incentivo che provenga dalle fonti chimiche dei fertilizzanti. Troviamo risorse per sfavorirne alcune e favorirne altre.

Altri incentivi? Il contributo Conai potremmo graduarlo in funzione della qualità dell’imballaggio.
Più l’imballaggio è facile da riciclare e meno paga. Un rifiuto da imballaggio che è difficile da riciclare, come ad esempio molti tipi di plastiche purtroppo, deve essere penalizzato già a monte e con quei soldi favorire il riciclo.
Infine un grande tema che riguarda sia le filiere operative che economiche è l’innovazione. E’ necessario incentivare la ricerca, la crescita delle imprese per produrre tecniche e tecnologie sempre più orientate verso l’economia circolare.

Ps: Il MoVimento 5 Stelle non dà indicazioni di voto ai cittadini che votano al ballottaggio in comuni in cui tra i due candidati non ce ne sia uno del MoVimento (non è il caso del Fake Ballottaggio di Trapani). Chi dà indicazioni diverse non parla a nome del MoVimento 5 Stelle.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

23 Giu 2017, 16:21 | Scrivi | Commenti (122) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 122


Tags: m5s, materia, Paolo Contò, programma ambiente, rifiuti

Commenti

 

Un saluto a voi. Vi lascio un idea di progetto che riguarda il trattamento dei rifiuti organici finalizzato al rispetto ambientale e all'abbattimento del contributo TARI. Il progetto è stato premiato da una associazione internazionale CETRI TIRES patrocinato dalla presidenza del senato. Al seguente link trovate illustrato il progetto http://www.rinnovabili.it/ambiente/progetto-cusp-compost-km0/

Spero che qualche amministrazione illuminata a 5S possa metterlo in pratica. Io ho provato a farlo con scarso successo a Civitavecchia invitando più volte l'amministrazione a 5S ad adottarlo. Spero voi siate più fortunati di me.

Salvatore I., napoli Commentatore certificato 28.06.17 15:47| 
 |
Rispondi al commento

non mi spaventa tutto lo spam!!!

mi spaventa chi non lo critica attivamente!!!!!
ragazzi ma allora e' vero che siete tutti idioti a 5 stelle??

SIETE RIDICOLI!!!!!!
NON VOTERO' PIU' UNA MASSA DI INCOMPETENTI INFORMATICI!!!!

fabio p., rocca priora Commentatore certificato 27.06.17 15:18| 
 |
Rispondi al commento

e perchè non elimimare il conai,ed enti inutili consimili ?
avete fatto il conto di cosa costano per fare che?
pubblicità autorefereniziale e oneri a costo delle imprese.

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 26.06.17 18:17| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Madame e monsieur non prestare più attenzione a tutti questi prestito numerose pubblicità che abbiamo su questo blog. Non ho mai chiedere un prestito in questi falsi finanziatore della Francia. Questi mutuante sono il ladro, un truffatore. Essi rubare soldi da persone diverse. Mio marito ha ricevuto un prestito di 300.000 euro all'interno di una banca tedesca e ha fatto il trasferimento sono account di 72 ore, la procedura ha durato una settimana. Lo consiglierei per le hai strappato via da questi ladro se avete bisogno di finanziamenti solo contatto più lasciare questa mail per informazioni. informazioni non esitate a contattarci: investissementcrediti@gmail.com

Ecco il mail:investissementcrediti@gmail.com

Ecco i nostri contatti whatsapp: + 330644146852

toscano molise, molise Commentatore certificato 26.06.17 15:34| 
 |
Rispondi al commento

Una domanda pertinente.Quante volte possono essere riciclate: carta ,plastica,vetro,alluminio,metalli riciclati? Ovverossia quando diventano irriciclabili? E se avviene, cosa se ne fa'?

Antonio Rizzi 25.06.17 21:29| 
 |
Rispondi al commento

Mi dispiace che di fronte alla morte di una persona seria, professionale e coerente anche se non sempre d'accordo con il movimento non venga neppure citata nel blog. Parlo naturalmente di Rodotà. Appartengo al movimento , ma non approvo lo stile di eliminare le persone che hanno pensieri diversi, ma onesti anche perché abbiamo sempre da imparare... Vedi le scelte sbagliate che spesso facciamo.

Carla g. 25.06.17 16:25| 
 |
Rispondi al commento

Il concetto che chi piu' produce (Rifiuti) piu' paga , in teoria potrebbe essere giusto ma in pratica potrebbe incentivare " sacchetto selvaggio" che in questo modo produrrebbe di meno per pagare meno.

Sandro Giordano 25.06.17 09:39| 
 |
Rispondi al commento

UNA TELEFONATA A CONTARINA
Parliamo di spazzatura e di ecocentri. Sono nuovo e chiedo informazioni e già commento cn un è "ASSURDO".
Nel depliant delle istruzioni per la raccolta differenziata dell'abbigliamento c'è un simbolo giallo per il loro trattamento, ma non c'è un posto dove scaricarli, bisogna andare all'Ecocentro
- Ma non ho la macchina, l'Ecocentro è fuori mano..
- vai in bicicletta!
- ma devo portare un cappotto consunto dismesso, non si potrebbe metterlo in un sacchetto nero più grande di quei vostri piccoletti, che non ci sta?
- no, non te lo ritirano.
- Devo andare per forza all'ec0ocentro?????
- Signore non voglio ripetermi, sono cavoli suoi, consumi un po' di benzina che l'inquinamento non la rovina!
- Dopo questa risposta a me Contarina mi suona come cretina: almeno una volta ogni 4 dovrebbe darti un sacco un po' più grande, non per mettere un cadavere, ma un semplice cappotto, ma non si può non te lo ritirano.
- Ma dalle altre parti lo fanno tutti, non dico di accettare altri sacchi oltre a quello del secco, perché cosi si vanifica la raccolta differenziata ma qui siamo nella rigidità più totale un po' sado-maso.
-poi ancora ho 4 piatti di plastica giusto una
cena affrettata e secndo le vostre istruzini devo portarli all'econcentro, sempre in bicicletta?
- Eh si.
- Allora mi conviene i tenerli in garage per averne un altro mezzo kilo
- Faccia come crede
- Ma puzzano? Altro che il secco, è molto meglio il.... prosecco

giancarlo sartoretto 24.06.17 22:42| 
 |
Rispondi al commento

Salvo per un fugace riferimento al riuso, il post si occupa di rimediare a posteriori, senza mettere in discussione il modello di vita che genera questi disastri ambientali, di mettere una toppa tecnocratica, con lo stesso approccio efficientista che ha prodotto il problema. Così vai coi microchip nei sacchetti, schedare i rifiuti fatti dagli utenti, creare business del riciclo e così via. Si cavalca la vecchia idea dell' alchimia, che voleva trasformare in oro metalli vili: in questo caso si vuole far credere che la cacca possa diventare oro (sicuramente vero per i soliti speculatori e che hanno solo in testa di sfruttare tutto e tutti per loro tornaconto). Il M5S deve decidere qual'è la sua prospettiva di fondo: o superare queste ideologie oppure accodarsi a un "riformismo strategico" che alla fine ricalcherebbe quello del PD, inseguendo idee come quella che si possa dall'indifferenziato ricavare ottimo compost per far crescere le nostre verdure. Cose che vanno bene nel mondo virtuale e per tutte le brave personcine che ci vogliono credere, ma non funziona nel mondo reale, con il caos ingestibile di un ciclo di rifiuti (almeno nei grandi agglomerati urbani) impazzito, in cui separare efficacemente una frazione organica "pulita" dal resto avrebbe costi complessivi (non solo economici) altissimi. Chi propone questa roba mi sembra sia sulla stessa lunghezza d'onda di chi è riuscito ad appioppare il MOSE ai veneziani e agli italiani tutti, un'opera che sarà principalmente una enorme mangiasoldi dei contribuenti e che crea più problemi di quelli che dice di voler risolvere. Business as usual.
Cordiali saluti a tutti e occhi aperti

Enzo Rossi 24.06.17 11:36| 
 |
Rispondi al commento

Provate a immaginarvi oltre 8 MILIARDI, OGNI ANNO, DI BOTTIGLIE IN PET (PLASTICA) UTILIZZATE PER LE ACQUE MINERALI, più tutte le altre confezioni utilizzate per confezionare bibite, detersivi, cosmetici ecc. Domandatevi che senso possa avere , avendo le alternative, autodistruggerci in questo modo e lasciare ai nostri figli, nipoti, un pianeta strabocchevole di rifiuti. Avere enormi isole, di rifiuti plastici, negli oceani. Avere nel ciclo alimentare attivo particelle di plastica. Si deve obbligare, entro un periodo ragionevole, tutta l’industria, a convertire le linee di confezionamento con materiali totalmente riciclabili: vetro, metallo o altro che possa essere riutilizzato e riciclato una volta a fine vita.
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 24.06.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui sotto si legge, che si deve fare qualcosa per questa valanga di notizie false. Io credo che anche noi possiamo fare qualcosa. Per esempio, quando una trasmissione televisiva crea situazioni vomitevoli per diffamare il M5S, collegatevi con facebook sulla diretta della trasmissione e protestate.
Quando leggiamo un articolo diffamatorio e pieno di bugie, scrivete che il giornalista ( nome e cognome) ha disinformato, che il suo è solo un punto di vista con il solo scopo di parlar male del M5S, metendo un vostro commento. Scrivete che attribuite un 2 al suo articolo. Insomma protestate.

Rosa 24.06.17 10:17| 
 |
Rispondi al commento

OT? incentiviamo anche il pubblico...

Capsule del caffè troppo inquinanti, Amburgo le vieta La città tedesca ha infatti introdotto il divieto di acquisto di "certi prodotti inquinanti o componenti di prodotti" negli edifici pubblici con i soldi del Consiglio comunale

http://bit.ly/2rN3k44

id &as Commentatore certificato 24.06.17 10:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..un esempio di un fallito datosi alla politica..!!!
Il suo unico ''ideale'' è ingrassare il suo già grosso culo come il suo amico ''pompetta'' Berlusca ...Da fucilazione per alto tradimento....


http://www.ansa.it/sito/videogallery/italia/2017/06/23/tajani-a-roma-spesso-ci-si-dimentica-di-bruxelles_c54df2e6-a108-42b3-9e8f-6d129e28a292.html

Tony 24.06.17 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Sono ovviamente d'accordo, ma è la seconda (importantissima) fase.
ORA bisogna fare in modo che tutta la sporca stampa e tv non abbiano modo di fare servizi schifosamente denigranti del M5S!

aldino c., Messina Commentatore certificato 24.06.17 09:13| 
 |
Rispondi al commento

Il ciclo dei rifiuti è stato messo in risalto solo ultimamente, penso dopo che l'assessore Montanari è stato eletto al comune di Roma.
Infatti per esempio il governo ha solamente incentivato gli inceneritori, accendendone sempre dei nuovi. Abbiamo ben presente il caso di Parma, dove ben 5 anni fa, nonostante il M5S avesse demonizzato l'accensione dell'inceneritore, l'esimio Pizzarotti ne ha concesso l'attivazione.
Si apprende per esempio che, a Canosa, dove è al ballottaggio un candidato sindaco del M5S, sono presenti ben 3 discariche, raccolgono i rifiuti di tutta la regione, una situazione allucinante.
Tutto questo perchè i rifiuti sono un grande business per il privato e per i malavitosi, ci guadagnano una montagna di soldi.
Quindi è assolutamente necessario, predisporre dei piani che disciplinino il riutilizzo, la trasformazione di questa materia per impedire il progredire dell'inquinamento e per stoppare l'avanzamento delle attività criminose in questo settore.

Rosa 24.06.17 09:06| 
 |
Rispondi al commento

..Il MIRACOLATO dalla RETE ?

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 24.06.17 09:01| 
 |
Rispondi al commento

RODOTA'
No [non cominciai nel partito radicale], in realtà esordii nell’Unione goliardica italiana, che era il movimento giovanile universitario. Lì è cominciata la mia storiella da cane sciolto. Lettore del Mondo ma insofferente alle chiusure anticomuniste di Pannunzio. Compagno di viaggio dei radicali, ma allergico all’autoritarismo di Pannella. Poi molto vicino al Psi guidato da De Martino, ma pronto a litigare con un arrogantissimo Craxi divenuto vicesegretario. Infine nella Sinistra Indipendente, che però era irregolare di suo. Non sono mai stato intrinseco a nessun partito. L’unico mio punto fermo sono stati i diritti.“

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:53| 
 |
Rispondi al commento

RODOTA' SUL M5S
„Aggiungo che proprio questa vicenda [la rielezione di Giorgio Napolitano] ha smentito l'immagine di un Movimento tutto autoreferenziale, arroccato. Ha pubblicamente e ripetutamente dichiarato che non ero il candidato del Movimento, ma una personalità (bontà loro) nella quale si riconoscevano per la sua vita e la sua storia, mostrando così di voler aprire un dialogo con una società più larga. La prova è nel fatto che, con sempre maggiore chiarezza, i responsabili parlamentari e lo stesso Grillo hanno esplicitamente detto che la mia elezione li avrebbe resi pienamente disponibili per un via libera a un governo. Questo fatto politico, nuovo rispetto alle posizioni di qualche settimana fa, è stato ignorato, perché disturbava la strategia rovinosa, per sé e per la democrazia italiana, scelta dal Pd. E ora, libero della mia ingombrante presenza, forse il Pd dovrebbe seriamente interrogarsi su che cosa sia successo in questi giorni nella società italiana, senza giustificare la sua distrazione con l'alibi del Movimento 5Stelle e con il fantasma della Rete.“

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:52| 
 |
Rispondi al commento

RODOTA'

„La persona è irriducibile alla logica di mercato.“

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:51| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO RODOTA'
„L’accesso alla conoscenza va garantito nella maniera più larga. Qui le grandi opportunità offerte dalla tecnologia, dalla creazione di quell’immenso spazio pubblico che è Internet, rappresentano una risorsa grande per la crescita della persona, e in relazione a ciò devono trovare la loro misura.“

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:50| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO RODOTA'
„Marchionne non nasce dal nulla, Marchionne nasce da decenni nel corso dei quali diritti, legalità e magistratura sono stati oggetto di un attacco violento. Chi parla della FIOM come di un sindacato aggressivo sbaglia obiettivo: l'aggressività e la violenza sono dall'altra parte.“

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:48| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO RODOTA'
“Un innegabile bisogno di diritti, e di diritto, si manifesta ovunque, sfida ogni forma di repressione, innerva la stessa politica.”

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:47| 
 |
Rispondi al commento

..-STEFANO RODOTA'
"Un principio inaccettabile per la sinistra è la riduzione della persona a homo oeconomicus, che si accompagna all'idea di mercato naturalizzato: è il mercato che vota, decide, governa le nostre vite. Ne discende lo svuotamento di alcuni diritti fondamentali come istruzione e salute, i quali non possono essere vincolati alle risorse economiche. Allora occorre tornare alle parole della triade rivoluzionaria, eguaglianza, libertà e fraternità, che noi traduciamo in solidarietà: e questa non ha a che fare con i buoni sentimenti ma con una pratica sociale che favorisce i legami tra le persone. Non si tratta di ferri vecchi di una cultura politica defunta, ma di bussole imprescindibili. Alle quali aggiungerei un'altra parola-chiave fondamentale che è dignità"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:45| 
 |
Rispondi al commento

.Stefano Rodotà
"Nel 1994 ho deciso di non candidarmi più. Con l'avanzare del degrado culturale ho maturato un distacco non dalla politica, perché ho continuata a farla in tutti i modi possibili, ma dai partiti. Di fronte all'involuzione dei partiti, non c'era solo l'antipolitica ma un'altra politica che andava riconosciuta. Nasce da qui la mia attenzione verso i movimenti. Tra la seconda parte del 2010 e la prima del 2011 hanno avuto anche vittorie significative: la legge bavaglio è stata bloccata, poi i successi alle elezioni amministrative del 2011 e la vittoria nei referendum. Tutto questo è il risultato di qualcosa che io chiamo "altra politica".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:43| 
 |
Rispondi al commento

.Stefano Rodotà
"Quali sono oggi i temi per l'auspicato ritorno ad una seria elaborazione culturale, per mettere a punto programmi non raffazzonati?
Comincio con l'indicarne tre: i diritti fondamentali; i servizi pubblici; i limiti alla libertà d'iniziativa economica privata.
Non li scelgo a caso. Dietro ciascuno di questi temi si trovano soggetti reali, iniziative concrete. Molti comuni e gruppi si adoperano ogni giorno perché trovino effettivo riconoscimento i diritti degli immigrati, delle coppie di fatto, di quanti vogliono liberamente decidere sulla fine della loro vita. La questione dei servizi è simboleggiata dal servizio idrico, dall'acqua come bene comune: l'Italia è l'epicentro di un largo movimento, che ha visto 27 milioni di elettori votare contro la privatizzazione dell'acqua, che produce analisi sempre più accurate, che ha visto convenire a Napoli e Roma rappresentanti da molti Paesi, che è all'origine di una rete di comuni europei e di iniziative popolari rivolte alla Commissione di Bruxelles.
Altrettanto intensa è la discussione intorno ai limiti del mercato, accesissima intorno ai temi del lavoro e che vede l'inquietante tentativo di cancellare l'articolo 41 della Costituzione che congiunge il decreto berlusconiano di luglio e il decreto "Cresci Italia", ponendo il problema se sia ancora possibile in economia una politica "costituzionale". Questa è l'altra politica.
E ciascuno di questi temi pone la questione di quale idea di società debba oggi sostenere l'azione politica"

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:42| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Rodotà
"Le parole sono pietre. Suscitano umori, li fanno sedimentare, li trasformano in consenso, ne fanno la componente profonda di un modello culturale inevitabilmente destinato ad influenzare le dinamiche politiche. Parliamo chiaro. Una ventata razzista e forcaiola sta attraversando l'Italia, e rischia di consolidarsi. La reazione può essere quella di chi alza le mani, si arrende culturalmente e politicamente e si consegna al modello messo a punto dagli altri, con un esercizio che vuol essere realista e, invece, è suicida? Se si pensa che vi sono emergenze che devono essere fronteggiate con forte spirito politico, e il degrado culturale lo è al massimo grado, bisogna essere chiari e necessariamente polemici".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 24.06.17 08:40| 
 |
Rispondi al commento

Fazio 11 milioni
Il canone in Bolletta Enel...
35 inviati laddove la7 ne aveva uno...
Questa è la RAI 2017 !


In più la pubblicità che rompe le palle ad ogni momento.

Io credo che ci siano gli estremi di incostituzionalità per il canone in bolletta.

Inoltre se lo lasciassero si dovrebbe imporre il divieto di spot pubblicitari.

Finalmente lo sfoltimento graduale di almeno il 20-30 % di fancazzisti figli di ... o amici di ...

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 24.06.17 08:36| 
 |
Rispondi al commento

Sono una freelance ma oggi rispondo come MAMMA alla notizia del bambino malato di leucemia e morto per complicanze da morbillo. C'è anche una domanda per il Ministro Lorenzin e per i Senatori che stanno valutando il decreto"

https://youtu.be/19wiafy8Y1k

Lalla M., Arezzo Commentatore certificato 24.06.17 07:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ius soli? 14 volte no!

http://blog.ilgiornale.it/iannone/2017/06/19/ius-soli-14volte-no/

Zampano . Commentatore certificato 24.06.17 07:27| 
 |
Rispondi al commento

Si chiama Iara ed è italiana italiana (la doppia denominazione si rende necessaria per distinguere gli italiani "di sangue" da quelli "di sole").

Ha 26 anni, si è convertita all'islam e ha combattuto in Siria per Daesh. Suo marito, anch'egli italiano e convertito, sarebbe morto in battaglia.

Lei è stata arrestata dalla Digos, mentre tentava di ripartire per quelle terre d'oriente dove alcuni giovani vanno a morire con chissà quali sogni in mente.

Giovani che non hanno più stracci di valori, in quest'Italia portata alla deriva dai benpensanti della borghesia di sinistra.

La parola Italia non significa più nulla. Questa classe dirigente traditrice è riuscita a mettere in pratica l'"espressione geografica" del Metternich: essere italiani, oggi, non ci distingue per peculiarità che affondino nelle tradizioni millenarie di quello che un tempo è stato un Popolo. Essere italiani, in questi tempi di tradimento, vuol dire solo far da coloni e servitori allo straniero di Bruxelles.

Lo svuotamento di valori è tale, che si può rinunciare al privilegio più grande, essere nati cristiani, per abbracciare qualsiasi altra confessione, purché porti alla sopraffazione, alla violenza e al terrorismo.

E quando dico il privilegio di essere cristiani, non mi riferisco certo alle gerarchie ecclesiastiche, che caccerei a pedate come fece Cristo coi mercanti del tempio. Penso agli insegnamenti di quel Nazareno che si rivolse agli ultimi, elevandoli sopra i re.

Quando politici corrotti e senza ideali inquinano e distruggono ogni valore, il risultato è questo: una ragazza senza più radici, può rinunciare al diritto di esser Donna, per sottomettersi al maschio padrone. E può buttare nel cesso la propria vita, sognando solo di tagliare gole e di farsi saltare in aria, facendo a pezzi giovani e bambini a un concerto.

Grazie, cattocomunisti e neoliberisti.

Gian Paolo ♞ 24.06.17 06:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

per rimanere in tema ......è stata fatta la raccolta domiciliare dei " rifiuti domestici " con contenitori che diventano sporchi dopo poco e non vengono piu' igienizzati, puzzolenti , ogniuno per il materiale da selezionare ( la maggior parte delle persone non sa dove mettere la roba quali ...carta unta della pizza, contenitori di detersivo o liquido per pulizie ecc....) ebbene cosa è successo ??? Hanno aumentato il costo per le famiglie per lo smaltimento della MONNEZZA.......................Questa si che è coerenza.........

Carlo A., forli' Commentatore certificato 24.06.17 06:22| 
 |
Rispondi al commento

Da innesperto, ma discreto osservatore, oltre l'ottima soluzione della racolta differenziata, ecc. potremmo, parallelalmente , pensare ad una drastica riduzione dei rifiuti. Per questo ho una sola proposta da fare. Eliminare, in un tempo ragionevole, tute le confezioni in PET-PVC, plastica in genere, dove non sia strettamente necessario. Solo di bottiglie in PET per acque minerali, si producono, in ITALIA, OLTRE OTTO MILIARDI DI PEZZI OGNI ANNO, UNA FOLLlA NON NECESSARIA. SOMMATE A QUESTO STRABILIANTE NUMERO LE CONFEZIONI PER detersivi, cosmetici e tanto altro che potrebbe essere confezionato in vetro, o altro materiale riciclabile, si arriva a numeri spaziali. So che la cosa più dura sarà convertire al vetro l’industria delle acque minerali, perché il confezionamento in PET comporta, per loro, enormi risparmi sui trasporti. Comunque, cominciamo a proteggere l’ambiente partendo da cose di facile applicazione. Evitiamo di dover andare in vacanza sulle , già numerose, isole di materiali plastici sparse negli oceani. Evitiamo di dover mangiare il pesce con particelle di plastica nella struttura carnosa. Cerchiamo, per una volta, di essere i primo paese a prendere un provvedimento di tale portata.
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 24.06.17 01:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Standardizzazione e riutilizzo dei contenitori porterebbero:
- riduzione dei rifiuti e del costo energetico;
- maggiori posti di impiego nel ciclo di riuso;
- responsabilizzazione collettiva sul problema (cauzione vuoro a rendere)

paolo 24.06.17 01:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

..morto S Rodotà...Il PD', ipocritamente, esprime ''profondo cordoglio.....eheheheh''.......

http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2017/06/23/morto-stefano-rodota_025e82ee-1435-4bfe-874c-17d0182d8d9f.html

Tony 23.06.17 23:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

...perché cercare di raggiungere una meta a piedi quando ci si può arrivare a cavallo...

http://www.pyromex.it

Tony 23.06.17 23:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché non ridurre le bottiglie di plastica dell'acqua. Incrementato l'uso di Ooho palline commestibili piene di acqua.
https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=/amp/s/www.wired.it/amp/177715/lifestyle/food/2017/04/17/sfere-acqua-commestibili/&ved=0ahUKEwifs7eA8dTUAhVGK1AKHXlVALMQFggcMAA&usg=AFQjCNHHfE1dz8pBNfMAxvDxm9P_TxF7ZA


O.T.

ecco a voi alcuni dei famosi 25 punti del "TERRORE" proposti a 12 banchieri di FRANCOFORTE da Amschel Mayer Rothschild nel 1773 dei quali anche noi oggi stiamo 'assaporando' i frutti....

Scopo? "dominare le ricchezze, le risorse naturali e la forza lavoro di tutto il mondo”

-«La nostra politica deve essere quella di fomentare le guerre, per sprofondare sempre di più le nazioni nel loro debito, e di dirigere le Conferenze di Pace».

-«Grazie alla nostra STAMPA, noi abbiamo ottenuto l’oro nelle nostre mani, nonostante il fatto che noi abbiamo dovuto raccoglierlo da oceani di lacrime e sangue».

-«Noi provocheremo la depressione industriale e il panico finanziario. La disoccupazione e la fame, imposte alle masse, creerà il diritto del capitale di regnare in modo più sicuro».

-«Il “regno del terrore” dovrà accompagnare ogni sforzo rivoluzionario, perchè questo è il mezzo più economico per portare la popolazione ad una rapida sottomissione».

-«Spoglieremo i popoli delle loro proprietà terriere e industriali con una combinazione di tasse e concorrenza sleale e li porteremo alla rovina economica nei loro interessi finanziari nazionali e nei loro investimenti».

-«Gli aumenti salariali, ottenuti dai lavoratori, non dovranno beneficiarli in alcun modo».(infatti anche oggi ci mangiano il salario con gli aumenti e sempre nuove tasse...ndr)

-«I Governi dell’Occidente non potranno sollevarsi contro di noi, perché, noi creeremo, nelle capitali e nelle città di tutti i paesi, un’organizzazione di un tale TERRORE TERRIFICANTE da far tremare anche i cuori più gagliardi».

Il contenuto di questo articolo è tratto dal libro "Pawns in the Game", Pedine nel Gioco, di William Guy Carr

al link
https://unmondoimpossibile.blogspot.it/2016/05/la-dottrina-del-terrore-i-25-punti-di.html

tutto l'articolo.


Rgazzi TUTTO GIUSTO CIO CHE RIGUARDA L AMBIENTE. MA NON DIMENTICHIAMOCI CHE LA LEGGE RENZI N 6 O 4 NON RICORDO DEL 2014 HA PERMESSO DI BRUCIARE NELLE CAMPAGNE E NEI PAESI E CITTA' FINO TRE METRI STERI DI SFALCI ERBE E POTATURE. ALLORA LA GENTE BRUCIA TRANQUILLAMENTE SENZA UN CANE CHE CONTROLLI E INSERISCE ANCHE PLASTICHE E RIFIUTI VARI. IN MOLTE ZONE D ITALIA SOPRATTUTTO ESTATE AUTUNNO E INVERNO L ARIA E' IRRESPIRABILE E LA SERA SI FORMA LA CAPPA. I VIGILI SONO COLLUSI CON SINDACO E ELETTORI, SI SA FANNO POCHISSIMO. LA FORESTALE SONO RIMASTI QUATTRO FATTI INTEGRATI NEI CARABINIERI E CASTRATI E INCAZZATI COME DELLE IENE....IN SOSTANZA GUARDIAMO LA REALTA'''TANTA ECOLOGIA E POI IN PRATICA CI RESPIRIAMO UN SACCO DI FUMO...IO ABITO NEL CUNEESE A CERVASCA E DA OTTOBRE E' UN INFERNO,,,SI BRUCIANO TUTTO IL POSSIBILE E LO FANNO RESPIRARE ANCHE A MOGLI FIGLI E NIPOTI. L IGNORANZA IN ITALIA REGNA SOVRANA. MA NON SOLO PLASTICA E' CANCEROGENA...ANCHE IL FUMO DERIVANTE DALL ABBRUCIAMENTO VEGETALE LO E' COME LE SIGARETTE...ALLORA FACCIAMO QUALCOSA PER RISOLVERE QUESTO PROBLEMA...CIAO

DEMETRIO MERLO 23.06.17 22:33| 
 |
Rispondi al commento

OT...
Sala per alberi strapagati?
Ma per favore andiamo alle radici delle cose: Expò!
Quale bilancio?
Quali ricadute?
Il Dopo expò?
Le areee da destinare ?
A chi?
Per Che cosa?
Per quanto?
Quanto è costata l'intera operazione ai cittadini?
Mantovani e company?
Quanti operai ancora da pagare,quanti volontari hanno contribuito ad ingrassare qualcuno?
Quando si potranno conoscere i bilanci e i conti?
Gli alberi?
Ma per favore cerchiamo di essere seri!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.06.17 22:26| 
 |
Rispondi al commento

heee! quant'è bella l' AUTONOMIA SICILIANA!

da un quotidiano locale:

(di Giacinto Pipitone— 22 Giugno 2017)


PALERMO. Appena 3 sedute in 52 giorni, per un totale di 137 minuti netti di lavoro a una media di 140 euro e 40 centesimi AL MINUTO(!) di guadagno assicurato.

Se non è un record, poco ci manca per i 90 deputati di Sala d’Ercole: la maggior parte dei quali, tra l’altro, SPESSO ASSENTE anche nei 137 minuti in cui il Parlamento si è riunito. Non a caso è mancato spesso il numero legale.

L’Ars ha di fatto chiuso i battenti da quasi due mesi e anche ieri è riuscita a lavorare per meno di un’ora prima di rinviare tutto a oggi. L’ultima votazione è avvenuta il 29 aprile, quando è stata approvata la Finanziaria. Da allora in poi solo annunci."

E CI CREDO CHE MOLTI FANNO A GARA PER FARSI ELEGGERE...

Ma in Sicilia lo Stato c'è?


Per robona di catania se non c'è il m5s a catania attivati te con tua moglie per fare in modo che ci sia. È troppo facile sperare che siano sempre gli altri a fare le cose. difatti se siamo arrivati a questo punto è perche si è sempre demandato ad altri quello che si doveva fare noi e chi ha fatto a badato solo a fare i propri interessi inizia fai la tua parte.

bartolini emilio 23.06.17 22:09| 
 |
Rispondi al commento

ciao,hanno giornali televisioni ,la comunita' europea ,tutte le varie lobbi di potere,sono radicati in tutto il pianeta,si riciclano in continuazione ,fanno le leggi elettorali a secondo del loro consenso,attaccano tutti gli stati che non seguono i loro diktat,vedi gli inglesi(che tra l'altro non essendo mai stati nell'euro hanno un tasso di disoccupazione di solo il 4,5 %) come possiamo pensare di fermarli,bo io ci spero ma la vedo molto dura,questi al posto del cuore hanno un conto corrente.

giuliano da jesi 23.06.17 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Inoltre si dovrebbe chiedere ai produttori di imballaggi di scrivere di che materiale sono fatti e come si devono riciclare. ci sono cose poi assurde come le tre fettine di prosciutto in un contenitore di plastica che pesa più di loro o la famosa tazzina di caffè che si autoriscalda con la soda caustica che poi viene buttata o le milionate di capsule del caffè di materiale non degradabile!
Invece di darsi una regolata se ne inventano sempre di nuove, come le vaschette della carne nei supermercati che prima si potevano riciclare dandogli una lavata ora ci hanno messo un assorbitore di sangue incorporato e credo non siano più riciclabili.

Renzo S., padova Commentatore certificato 23.06.17 21:52| 
 |
Rispondi al commento

Scusate le ripetizioni, ma è necessario

-------ANDATE A VOTARE ANCHE DOVE NON SIAMO AL BALLOTTAGGIO!--------

Non è difficle capire per chi votare! Grillo non può scriverlo, ma abbiamo un cervello anche noi; anzi dovremmo averlo!

DOBBIAMO SCONFIGGERLI UNO ALLA VOLTA!

Indipendentemente dal nostro voto di appoggio ad uno o all'altro, L'UNO O L'ALTRO VINCERANNO UGUALMENTE DOVE SONO AL BALLOTTAGGIO. TANTO VALE QUINDI, ESSERE NOI DECISIVI NEL DARE UN COLPO AL NOSTRO NEMICO PRIMARIO E MORTALE, SE DICENTE DI SINISTRA.

Questa è la classica situazione in cui "il nemico del mio nemico è, momentaneamente, mio amico"
Battuto il BOMBA, sarà più facile battere la destra.

La mia strategia di lotta è finalizzata a sconfiggere entrambi, proprio perchè essi sono "gemelli". La mia strategia punta solo a sconfiggerli uno alla volta, perché il tentativo di sconfiggerli contemporaneamente, secondo me porterà noi alla sconfitta.
Io punto a distruggere prima il PD, perché parte dei suoi elettori potrebbero, rimasti orfani, votare successivamente per noi, contro la destra, in seconda battuta.

Ora fatevi pure tutte le vostre masturbazioni strategiche e le dichiarazioni di "purezza" che volete, ma rifletteteci bene prima di rinunciare a dare un colpo al BOMBA!

ANDATE A VOTARE OVUNQUE SI VOTI!


sono del parere che la tari andrebbe abolita e che la parte che serve per la pulizia delle strade, ecc inglobata in altra imposta. Riguardo alla raccolta dei rifiuti bisognerebbe o darla in mano ai privati con un azienda unica nazionale, o darla a piccoli privati che svolgono il servizio per chi non puo' o non vuole fare la raccolta differenziata, oppure per chi lo vuole, portare i rifiuti a piccoli centri privati di riciclaggio. Il tutto si puo' finanziare benissimo con i contributi raee, una percentuale di iva, e una percentuale di fondi statali.

Marcello C. 23.06.17 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera a tutti,
PURTROPPO, sto guardando il TG1 i primi 10 minuti di orologio si è parlato solo del M5s, firme in Sicilia e la Raggi a Roma, si sono svegliati tutti adesso anche quella mummia di Berlusconi, detto tutto questo ora tutti danno le soluzioni di cosa bisogna fare per l' Italia e la Boschi per Roma, ma fino a ieri chi governava l'Italia e la città.
Possibile che dobbiamo essere solo spettatori e non attori primari!!!!
Mi auguro che si faccia qualcosa per questo malaffare perverso.
Grazie a tutti


E' morto Stefano Rodotà. Il suo nome mi ricorderà sempre quel momento cruciale di speranza, finito poi nel peggiore dei modi con l'elezione della mummia.

RIP

Lino P. Commentatore certificato 23.06.17 19:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho seguito l'intervista fatta da Paolo Liguori al Cavaliere e devo ammettere che è stato molto convincente.Berlusconi dice le cose senza ambiguità e senza girarci intorno,al contrario del M5S che su argomenti importanti ancora non sa come posizionarsi.Sono fermamente convinto della bontà del Movimento ma credo che alle prossime elezioni,per una questione di serietà e di trasparenza, tornerò a votare Forza Italia
VIVA il Movimento 5 Stelle

Franco .....M, Rm Commentatore certificato 23.06.17 19:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Credo che non tutti i rifiuti siano una materia nuova da implementare per risorse.
Prendiamo ad esempio "erstatista"... nun c'ha un belino di buono....è proprio un rifiuto della società.
C' è poco da riciclare..... avesse un pò di cervello...forse...,ma messo insieme a quello di una gallina, emergerebbe l'intelligenza solo dell'ultimo animale!
BHHHHHHUUUUUUUAAAA...hahahahaha...

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.06.17 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Er cojon... alias Mantov-ano ve lo andate a leggere su no-censura!
Nun ja fà più...er ricovero ar Poma nun serve!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 23.06.17 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

troppi interessi tra le lobby petrolifere e le industrie del settore che produce involucri contenitori per il confezionamento non biodegradabili, basterebbe una legge che obblighi queste industrie a sostituire e riconvertire, dove e quando possibile, in pochi anni le produzioni di plastiche con materiali biodegradabili, così il problema si risolve all'origine.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 23.06.17 18:32| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI:"Grillo era un comico formidabile, peccato che voleva sempre farsi pagare in nero..."
Compagni, il Cavaliere è ridisceso in campo

Franco .....M, Rm Commentatore certificato 23.06.17 17:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera
Si mi sembra la giusta strada, ma anche qui si dovranno scardinare degli assetti e degli interessi molto opachi e sporchi, quindi pressioni, demolizioni politiche dell'iniziativa e alla fine dovrà fare luce la magistratura. Ma ci fosse una cosa anche sbagliata ma pulita?, questa assuefazione mi intimorisce e mi stanca. Forza per questa strada, mi sto convincendo che nel contesto politico Italiano, è propedeutico fare i sordi e ciechi, con tutto il rispetto per chi ne è affetto , per potere andare avanti.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 23.06.17 17:46| 
 |
Rispondi al commento

Gli Orazi hanno avuto fortuna, se fanno la rivincita non lo so....

livio 23.06.17 17:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avanti così!!!

Paolo V 23.06.17 17:29| 
 |
Rispondi al commento

A proposito dell'articolo qui a lato: "la polizia tedesca ordina..." : ATTENZIONE a non cadere nelle BUFALE:
http://gas.social/2017/06/in-germania-le-bufale-del-corriere-si-fanno-mandria/

Mauro Heimann, Aachen - D Commentatore certificato 23.06.17 17:28| 
 |
Rispondi al commento

Ma a Catania esiste il movimento a 5 stelle ?
Alle ultime votazioni e anche alle penultime con mia moglie decidemmo di votare il movimento.
Oggi non c'è sentore di questo movimento nella città di Catania, eppure siamo, nel "regno di Bianco", ormai Sindaco stanco di fare il sindaco, la città nelle sue periferie è sporca, disordinata nella circolazione stradale o forse più adatto dire caotica; il rilievo fotografico funziona solo per gli abitanti della parte nord della città, stessa cosa per le tasse comunali, insomma metà catania non paga, e il buon comune le carica addosso a quelli che pagano, si è proprio così, nei quartieri del centro storico e difficile (ma lo so per certo) che la TASI pochi la pagano, come le multe fatte con il rilievo fotografico, nei quartieri periferici non vengono fatte neanche le strisce blu, tanto soldi non ne mette nessuno, e se mettono le macchinette in qualche giorno le rompono. Questa è l'altra catania del sindaco Bianco,quella a cui à meglio non dire niente.
Il movimento a 5 stelle a Catania ?
Caro Grillo, forse di interesserà poco saperlo, ma
qui non c'è niente di niente.

robona 23.06.17 17:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In alcuni comuni del Veneto è stato vietato l'uso dell'acqua per innaffiare gli orti, riempire le piscine, lavare le auto.

Non vorrei, (temo) se continua questa sicità ci razionassero l'energia elettrica in quanto le centrali idroelettriche alpine resteranno senza acqua.

Il sole invece che abbonda, lo ignoriamo o non lo teniamo in giusta considerazione, lungimiranti i nostri politici.

Solo chiacchere e nulla più.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.06.17 16:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Noi decidiamo insieme. Ni siamo un grande Movimento fatto di cittadini che decidono. Tutto il resto sono chiacchiere di invidia.

Maurizio Dati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 23.06.17 16:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori