Il Blog delle Stelle
#ProgrammaAgricoltura: Sostegno ai settori agricoli più in difficoltà

#ProgrammaAgricoltura: Sostegno ai settori agricoli più in difficoltà

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 72

di MoVimento 5 Stelle

Apistico, brassicolo, fungicolo e ippico sono settori considerati inopportunamente secondari ma che offrono da un lato opportunità di sviluppo sostenibile e di lavoro, dall'altro però non godono di tutele e sono spesso soggetti a speculazioni o scarse politiche di sostegno.
Il risultato è che pur essendo importanti per il mantenimento della biodiversità e per un miglioramento della qualità produttiva anche degli affini, l'assenza di salvaguardia espone questi mercati produttivi all'orda dell'importazione senza garanzie di qualità (apistico), alla perdita di quote di mercato e redditività per le famiglie (ippico e brassicolo) e l'apertura del mercato nero (fungicolo).

di Franco Poggianti, Direttore responsabile di Agricolae

Alcune considerazioni su quattro settori che impropriamente vengono definiti minori e che versano in difficoltà, per cui è necessario un intervento o vari interventi del settore pubblico. Questi sono i comparti della birra, dei tartufi e dei funghi, delle api e del cavallo. Non sono filiere minori, diciamolo subito, a meno che non si guardi esclusivamente al fatturato che produce ciascuno di essi. Perché l'agricoltura italiana, anzi le agricolture italiane, non sono un monolite ma sono un mosaico, nel quale ciascun settore piccolo o grande che sia rappresenta una tessera. Queste tessere si devono combinare tra loro per formare il quadro generale di questa nostra agricoltura che, lo possiamo dire senza tema di smentita, è una delle migliori agricolture del mondo.

Comincerei col settore delle api, perché il settore delle api è strategico: le api operaie producono miele e cera, ma le api non sono soltanto operaie, sono anche sentinelle dell'ambiente e soprattutto sono impollinatrici. Se valutiamo la semplice produzione delle api, relativamente al miele, noi sappiamo che questo settore pesa grossolanamente per 35 milioni di euro, una goccia nel mare. Ma se noi dovessimo retribuire alle api o all'apicoltura la funzione che svolge come sentinella dell'ambiente e come impollinatrice, ci renderemo conto che il ha fatturato delle api operaie e circa un miliardo e mezzo / 2 miliardi.

Ecco perché è necessario intervenire in un settore che è in particolare difficoltà per ragioni ambientali, manche per l’esiguità dei finanziamenti. Ricordiamo che lo Stato se la cava con un contributo di 6 milioni l'anno per il settore apistico, in regime di cofinanziamento con l'Europa che mette gli altri 6 milioni. Le regioni non danno una lira. C’è una legge quadro, una buona legge per quanto riguarda il settore apistico, che è stata votata e approvata nel 2004 ed è stata recepita a tutt'oggi da solo 3 regioni su 20. E questo è un problema.
Di che cosa c'è bisogno? C'è bisogno di meno burocrazia, di formazione per gli apicoltori, di maggiori tutele nel senso che le api vanno protette dai parassiti, vanno protette dai pesticidi e vanno aiutate a svolgere la loro funzione.

La filiera del cavallo, e io la chiamerei proprio così, piuttosto che filiera ippica, perché i cavalli sono da ippica ed equitazione. Ricordiamo che gli allevamenti di cavalli in Italia sono pochi, contano su 600 mila ettari e producono pochi cavalli, sia da sella, sia da corsa.

Cosa c’è da fare? Tanto per cominciare c'è bisogno non solo di rilanciare l’ippica attraverso uno strumento che sostituisca la vecchia Unire, possibilmente con criteri molto diversi da quelli che hanno governato l'Unire nel passato, e poi è necessario investire in informazione e in formazione. Per esempio c'è la necessità di istituire un albo dei maniscalchi che oggi langue, molti sono improvvisati. Un tempo si qualsiasi faceva il ferro di cavallo su misura, ora invece si cerca di adeguare una ferro standard a qualsiasi cavallo, con problemi anche molto seri. Poi c'è un altro problema, quello della tutela delle biodiversità. In Italia abbiamo una biodiversità del cavallo piuttosto pronunciata.

E’ inoltre indispensabile un rilancio del turismo equestre, anzi direi un lancio del turismo equestre. Perché in Italia le passeggiate sono di poche ore e all'estero le passeggiate durano giorni e giorni e diventano anche economicamente remunerative? Perché per esempio all'estero c'è una maggiore sviluppo di ippovie e soprattutto di luoghi di sosta. È inutile fare le ippovie se il cavallo viaggia per giorni e non trova un luogo dove può essere ricoverato, dove può mangiare e dove può essere accudito. Queste sono le questioni fondamentali sul tappeto.

Passiamo ora ad un altro aspetto: funghi e tartufi. I mutamenti ambientali hanno fatto la loro parte nella riduzione della produzione di funghi e tartufi che sta naturalmente languendo. Bisogna anche qui intervenire per esempio per disciplinare la ricerca e la raccolta dei funghi, bisogna mettere un occhio attento alle importazioni selvagge di funghi e tartufi che vengono dall'estero e non danno la minima garanzia di sicurezza. E poi anche intervenire, da un punto di vista normativo, per distinguere, per esempio, tra i ricercatori occasionali e amatoriali e le aziende strutturate. Molto spesso nei funghi trasformati si aggiungono aromi di sintesi, bisognerà anche su questo intervenire affinché almeno in etichetta sia avvertito il consumatore che non sta mangiando del tartufo tour court ma un tartufo “potenziato” con un aroma artificiale che non avrebbe di suo perché magari non è all'altezza della situazione.

Birra. Il comparto birrario è un comparto interessante. Tanto per cominciare ha 130000 addetti che sono una bella cifra (si parla naturalmente nell'indotto allargato). Il consumo della birra e di 29 litri pro-capite in Italia, la Sardegna ci aiuta ad aumentare la media perché ha un consumo che è il doppio della media. È un consumo relativamente al resto dell'Europa molto contenuto. La parte del leone la fanno due grandi major che producono il 50/60 percento della birra che si consuma in Italia. e poi C'è però una novità piuttosto interessante che è quella dei birrifici artigianali. Sono circa 600 in Italia ed hanno dato finora buona prova. Lì per esempio c'è bisogno di intervenire per aiutare i titolari dei birrifici che sono, sottolineiamolo, in gran parte giovani, per accedere a finanziamenti per poter implementare le loro aziende che sono di solito aziende piccole e che sono ormai sature perché il comparto ha avuto un successo inaspettato. I soldi ci sono e provengono direttamente la birra, perché il comparto birrario versa all’erario imposte per 4 miliardi l'anno. Se una parte di questi introiti fosse utilizzata per la formazione degli operatori si potrebbe fare qualcosa di veramente serio. E poi bisognerebbe veramente intervenire per quanto riguarda le accise che sono mediamente il doppio di quelle che si pagano in Francia in Germania e in Spagna. Il settore ha bisogno di una mano, bisognerà cercare di dargliela.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

2 Mag 2017, 09:18 | Scrivi | Commenti (72) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 72


Tags: agricoltura, api, birra, cavalli, m5s, programma

Commenti

 

Bisogno di avere nessuna preoccupazione per la vostra richiesta di prestito. La signora Chouinard, Romano mi ha concesso un prestito di€ 40.000, del 2% l'anno, i mesi passano, e due di me gli amici anche senza alcuna difficoltà. Così in contatto con se avete bisogno di un prestito tra particolare. Ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 03.05.17 16:43| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Ecco la mia posta "prestitobancario2017@gmail.com" Caro Signor e la signora desiderosi di fare un prestito, con un capitale di € 28.000.000, destinare ha privati prestiti di brevi e lungo termine da 2000 a € 500.000 ha tutte persone serie, affidabile e integrate, desiderano fare un prestito. "" Il mio tasso di interesse varia dal 2% all'anno a seconda della quantità in prestito e il termine del rendimento del fondo, come essere unico e avere una banca che non voglio violare la legge sull'usura. Si può rimborsare il 5 15 anni al massimo a seconda della quantità di pronto. Hai bisogno di fare un prestito: finanziamenti immobiliari prestiti sono prestiti personali si registra vietato bancario e non avete il favore delle banche, o meglio, si ha un progetto e necessità di finanziamento, bisogno di soldi per pagare le bollette, fondo per investire in società. La nostra organizzazione non è una banca, e non abbiamo bisogno di un sacco di documenti. Prestito giusto e onesto e affidabile. Cordiali saluti.. Quindi, se avete bisogno di prestito...

sico rita Commentatore certificato 03.05.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento

QUESTA DOVREBBE ESSERE LA SESTA CAGATA PIU' PAZZESCA.
Potremmo risanare il bilancio dello stato mandando a casa sti geni.Si son dimenticati l'elicicoltura !

franco selmin, montegrotto terme Commentatore certificato 03.05.17 11:32| 
 |
Rispondi al commento

Ciao gente

Non ho molto da dirvi, vi chiedo di consultare questa banca: https://cibanque.com

Ecco il numero di telefono del direttore della Banca: + 330644146852

Ho successo nella mia vita a causa di un prestito che ho ricevuto in questa banca. Darvi più sbagliato non il ladro.

È possibile contattare la banca su questa mail: infos@cibanque.com

Grazie

rolaznde danderas, molise Commentatore certificato 03.05.17 00:40| 
 |
Rispondi al commento

volevo anche dire che non basta parlare di finanziamenti anche se necessari al mantenimento ed al rilancio dell'agricoltura italiana, è necessario cambiare le norme, permettere ai piccoli e medi agricoltori di produrre. Ricordate la battaglia di Beppe Grillo sul latte crudo? un produttore di latte potrebbe vendere il proprio latte dietro casa ad €1,00 invece è costretto a venderlo a fantomatiche "centrali del latte" a € 0,40 questo comporta uno svilimento della qualità produttiva perchè l'allevatore dovrà allevare macchine che producono 40/45 litri giorno e uno svilimento del prodotto finito che dovrà essere conservato e quindi trattato in varie forme tutte lesive della qualità originale

Luigi Canino 02.05.17 19:55| 
 |
Rispondi al commento

i cavalli sono molto utili per incrementare il turismo, poi in agricoltura si possono usare per tenere pulite alcune colture dove non possono andare altri animali come le capre, pecore e mucche perchè arrecherebbero danni alle piante, ad esempio potrebbero essere usati per tenere basse le erbe infestanti negli uliveti, mandorleti ecc. permettendo all'azienda di risparmiare sull'impiego di macchine a gasolio e all'ambiente di respirare un po di più

Luigi Canino 02.05.17 19:42| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici
molto bene per i punti sulle Api, la Birra,e i Funghi ma non vedo l'importanza dell'equitazione con tutti i seri problemi che abbiamo.
Grazie per quello che fate.
G. Balzi Torino 2 5 2017

Giovanni Balzi , Torino Commentatore certificato 02.05.17 18:41| 
 |
Rispondi al commento

tutti questi esperti ci propongono idee anche interessanti ma quasi sempre legate alla situazione esistente.
Penso che il Movimento è nato e cresciuto sull'obbiettivo del cambiamento profondo. In agricoltura penso che siano da superare gli interventi a pioggia sui vari settori, ma servono idee che possono portare ad un massiccio arrivo di giovani in agricoltura.
Eliminare Imu sui terreni agricoli, riduzione al minimo degli adempimenti burocratici compresi quelli fiscali e poi far sorgere capillarmente le "fattorie sociali" in cui sia evidente la sinergia tra programma di autosufficienza energetica e programma di autosufficienza alimentare. E' un ambito che veramente può far restare in campagna gli agricoltori e far arrivare tanti giovani.
Invece di interventi a pioggia, si può finanziare ogni azienda agricola per diventare indipendente energeticamente con piccoli impianti di rinnovabili, fotovoltaico e minieolico, dando la possibilità di vendita di energia prodotta in eccedenza rispetto al proprio fabbisogno. Questo reddito consentirebbe di sopravvivere all'agricoltore che subisce danni dal maltempo (siccità, grandine, perturbazioni varie, insetti dannosi, etc,).
La diffusione di tali piccoli impianti sarebbe alternativa alla costruzione di grandi centrali che spesso distolgono i terreni dall'agricoltura, anzi essi sono da contrastare su terreni agricoli fertili.
Queste "fattorie solari" sono una alternativa che ci fa ricordare quanto abbiamo parlato di microgenerazione elettrica diffusa sul territorio e l'agricoltura può essere trainante.

maria t., olbia Commentatore certificato 02.05.17 18:40| 
 |
Rispondi al commento

"Il settore ha bisogno di una mano, bisognerà cercare di dargliela."
ultima frase del post

qualsiasi settore in italia non ha bisogno di "una mano" ha bisogno che questa "mano" si tolga dal portafoglio e da ogni iniziativa onesta che vuole manifestarsi

Psichiatria. 1 02.05.17 17:26| 
 |
Rispondi al commento

L'agricoltura e gli allevamenti in Italia sono rallentati in prima battuta da stringenti regolamenti sanitari che impediscono agli artigiani di produrre, o sei un agricoltore industriale o non puoi produrre. Es. fare una struttura che timbra le uova oggi può costare minimo € 40/50.000, chi vuole allevare 400/500 galline non rientrerà mai della spesa. Lo scopo sanitario di tale struttura è l'igiene, quindi evitare che si propaghino eventuali malattie derivanti dall'allevamento. Sarebbe molto più facile ed economico monitorare con delle analisi specifiche gli allevamenti per assicurarsi che all'interno degli stessi non si annidino malattie! in questo modo ci sarebbe un sicuro proliferare di produttori artigianali locali che porterebbero sul mercato prodotti più genuini a prezzi competitivi. Stesso discorso si potrebbe fare su tutti gli altri settori agricoli

Luigi Canino 02.05.17 16:54| 
 |
Rispondi al commento

SALVIAMO IL MONDO DEL CALCIO CON LA REGEL 50+1 TEDESCA.
i club di calcio devono essere di proprietà di tifosi e non di prenditori senza scrupoli come zamparini, preziosi, cairo, della valle, lotito, gli americani, i cinesi e gli agnelli.
50,1% ai tifosi con la regel 50+1 tedesca.
FACCIAMOLO !!!!!

maurizio d., ao Commentatore certificato 02.05.17 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Queste primarie farlocche , dai numeri impietosi oltre che ancor oggi incerti , sono un feticcio in mano al capo del partito delinquenziale che ha il coraggio di farne vanto. Un milione di voti in meno rispetto alle precedenti, crollo nelle regioni rosse. e altre due correnti all' interno del partito sono il bilancio da catastrofe .
"Il nuovo corso " è un altro amministratore arrestato assieme al suo assessore , entrambi pd (sindaco e assessore di Terni)
FATECI VOTARE LADRIIIIII !!!!!!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 02.05.17 16:15| 
 |
Rispondi al commento

.....pausa pranzo............. e riposino.

®GNAMGNAMZZZZZZZZZZ 02.05.17 15:49| 
 |
Rispondi al commento

"E ora , nuovo corso del pd"

Ultim' ora: appalti a Terni, arrestati sindaco e assessore del pd .
Evvaiii !!

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 02.05.17 15:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Renzi non nasce a caso. Renzi è stato, come è stato scelto Macron, perché aveva le caratteristiche di Berlusconi in un corpo più giovane ed era adatto a convincere un elettorato bambino che era quello degli spot televisivi e della Vanna Marchi. E' stato scelto perché aveva doti da imbonitore, un agran scilinguagnola su uno zero di coscienza, ed era talmente privo di moralità da poter dire tutto ed il contrario di tutto con la massima impudenza. Ma soprattutto è stato scelto perché era disposto a vendere se stesso e il proprio Paese per ubbidire agli interessi dei poteri forti europei che avevano deciso di distruggere l'Italia e avevano bisogno di un traditore che li aiutasse dall'interno.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 02.05.17 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

.....coop PD & ONG soros hanno trovato la "scarpetta" giusta e ...cooomoda...


http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/05/02/ong-procuratore-siracusa-nessun-legame-con-trafficanti_aX6EiUoRgzsoR7FWc7IrkN.html

Tony 02.05.17 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Ma quando lo facciamo un bel post sul lievito di birra ? ! Un argomento così interessante e urgente che potrebbe cambiare le nostre vite riportandoci ai fasti di un tempo quando le nostre donne venivano stuprate raramente e sempre da gente del paese nostro ! Dormivamo con le finestre aperte per il caldo e i fabbricanti di inferriate facevano la fame , i pronto soccorso erano quasi vuoti e la polizia si annoiava .

vincenzodigiorgio 02.05.17 14:49| 
 |
Rispondi al commento

Si il programma è ampio anche se i punti sono pochi,ma sono determinanti..approfondire per acquisire nozioni,consapevolezza dei problemi che da anni ci stanno creando ...i COMPETENTI!
Il fatto che non esista un "Manifesto" di studiosi,poeti,giornalisti,di esperti fuori dai partiti tradizionali(indipendenti) la dice lunga sulla frammentazione culturale che hanno creato questi scellerati.
La gente per bene si è allontanata dai problemi,ognuno si cura il proprio orticello pensando di non essere colpito da leggi e decreti di infami!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 02.05.17 14:44| 
 |
Rispondi al commento

.......Vivia...ne sai nulla....???


http://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2017/05/02/fuggitivo-igor-dove-nasconde_QYvXZfCbn8Lhw2dWQbNiMJ.html

koki 02.05.17 14:39| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia tra dieci anni . Dieci milioni di clandestini scorazzanti e stupranti tranne una minoranza al lavoro per pagarci le pensioni . Pronto soccorsi e ospedali strapieni di donne violentate e anche qualche uomo . Polizia indaffarata a arrestare chi cerca di difendersi dalle violenze dei clandestini liberi di fare quello che vogliono o quasi ! Il grido che percorre il Paese attraverso gli altoparlanti piazzati dal regime guidato dalla cara leader Boldrini è : " Integratevi italiani !"

vincenzodigiorgio 02.05.17 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Consiglio di stato boccia decreto attuativo ape social.
poletti aveva garantito la partenza al 1 maggio.
E' tutto organizzato per continuare a prenderci per il culo.
Questi politici andrebbero ghigliottinati,certamente non solo per questo episodio.

marco c., pianoro Commentatore certificato 02.05.17 14:37| 
 |
Rispondi al commento

E' morto Valentino Parlato, un amico.
Ciao Tino.

Antonio* D., Carrara Commentatore certificato 02.05.17 14:31| 
 |
Rispondi al commento

a)Togliere tasse
b)Togliere sussidi
c)Dazi sui prodotti esteri
E che vinca il migliore , ma italiano

Poiche' non si puo' sussidiare tutto e' meglio fare poche regole chiare e protezionistiche .

E' ovvio che se mi confronto con paesi baciati dalla natura (es.: Argentina per la carne) qui bisogna sovvenzionare tutto .

E' ragionevole non sovvenzionare nulla ma porre dazi che limitino le importazioni al soddisfacimento del fabbisogno minimo nazionale in reciprocita' di bilancia dei pagamenti.

Il che significa importazioni solo per consumo interno senza la temporanea importazione per ri-esportazione in esenzione di dazio che si trasforma in truffa.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 02.05.17 13:57| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo 02.05.17 13:41| 
 |
Rispondi al commento

per le primarie, non sono "quasi" due milioni i votanti, ma 1.800.000.

cioe' un milione in meno delle primarie 2013.

se renzi non sta attento, si ritrova con un pd, alle prossime elezioni, che neanche con la destra avra' la maggioranza.

carlo 02.05.17 13:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scippano orologio da 30mila euro a una turista

A Napoli, i banditi portano via un Philippe Patek a una 35enne thailandese in pieno centro. Le indagini dei carabinieri

*********

E' già tanto se le hanno lasciato il braccio attaccato...

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.05.17 13:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"È morto Valentino Parlato, tra i fondatori del Manifesto, di cui è stato più volte direttore e presidente della cooperativa editrice". Ad annunciare la morte dell'ultimo grande comunista è il sito del Manifesto. Parlato, giornalista e politico nato a Tripoli nel 1931, aveva 87 anni e alle ultime elezioni comunali di Roma raccontò di aver tradito la sua sinistra per votare la grillina Virginia Raggi.

Avventurosa la vita di Parlato, espulso dalla Libia per la sua militanza comunista, si trasferì a Roma dove lavorò per L'Unità e divenne membro del Comitato centrale del Pci. Nel 1969 fu espulso dal partito comunista e fu tra i fondatori de Il Manifesto di cui è stato a più riprese, direttore. Curò l'edizione di opere di Adam Smith, Lenin, Antonio Gramsci e Mu'ammar Gheddafi.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.05.17 13:08| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Concertone del Primo Maggio e "censura" in Rai. A lanciare la bomba è Edoardo Bennato, dalla propria pagina Facebook. Il cantautore napoletano era uno degli ospiti del tradizionale evento romano ma, scrive, "durante l'esecuzione dell'ultimo brano, Meno male che adesso non c'è Nerone, la Rai ha deciso di interrompere in modo brutale la trasmissione, mandando in onda la pubblicità". Bennato, 70 anni, ha parlato di un "trattamento inaccettabile". "A questo punto ci chiediamo il motivo - conclude polemico -: disguido, disorganizzazione o, magari, censura?". Negli ultimi anni Bennato, dopo una carriera controcorrente con spunti spesso polemici contro la "dittatura di sinistra" nel mondo dello spettacolo, si è schierato apertamente contro il governo di Matteo Renzi. In questo senso, tutto il Concertone è stato caratterizzato da classici toni-antigovernativi, anche se meno pungenti rispetto ai tempi "d'oro" di Silvio Berlusconi.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.05.17 13:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

poco fa, su la7, hanno parlato di borghi medioevali abbandonati. paesi bellissimi, circondati dalla natura, che vanno a catafascio.

cosa puo' far pensare questo? a me vengono in mente lavoro ben retribuito e continuativo e benessere:

lo stato che crea delle comunita' che si preoccupano di gestire il villaggio, vivendoci, e coltivando le terre intorno (sempre per conto dello stato). coltivando prodotti adatti a fare biocombustibile, tipo ortica e canapa. facili da gestire e di grande resa.
biocombustibile che lo stato utilizzera' per produrre energia abbassando i propri costi energetici.

quanto lavoro si puo' creare facendo cosi'? penso tanto. ci vuole un po' di investimenti, poi la cosa si ripagherebbe da sola.

oltretutto, quei paesi-villaggi, se restaurati e gestiti, possono diventare attrazione per i turisti, con mercatini, feste etcetc.
creando cosi' altro benessere e lavoro.

alla larga naturalmente cooperative e/o altri mezzi bastardamenti privati che trovano il personale e/o vogliono gestire qualsiasi cosa.

solo stato. niente "appalti", subappalti etcetc.

chi ci guadagna deve essere solo chi ci lavora e lo stato, cioe' tutti i cittadini.

carlo 02.05.17 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In grave difficoltà, ha promesso bonus salariali e pensionistici oltre alla revisione della costituzione . Chi è?
A- Maduro
B- Renxi
C- Tutti e due

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 02.05.17 12:38| 
 |
Rispondi al commento

stiamo mangiando schifezze, noi roba estera con pesticidi ecc,perchè la nostra non possiamo permettercela è troppo cara,siamo in mano a criminali,bisogna votare subito e vincere noi

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 02.05.17 12:04| 
 |
Rispondi al commento

Troppa, troppa carne al fuoco, gli argomenti che proponete sono interessanti ma è come fare una passeggiata fuori porta in tempo di guerra, e col nemico che ha le fanfare della propaganda dalla sua parte io starei più dentro i temi politici, alle prossime elezioni chi sinora ha sbagliato deve pagare. Il PD si fa forte per il discreto afflusso dei votanti alle primarie, ma qualcuno ha sussurrato che lo stesso elettore poteva votare più volte in gazebo diversi e allora la questione prende un odore diverso…

Franco Mas 02.05.17 11:54| 
 |
Rispondi al commento

renzi e' della destra dc. quella di cossiga, andreotti etcec.
cossiga si "interessava" di antistato (p2, gladio), andreotti di mafie. si dividevano cosi' i compiti.

renzi mi sa che sia un esponente della nuova p2. quella dove, alla morte di licio gelli, berlusconi ne e' diventato il gran maestro.

sallusti l'altro giorno diceva che un'alleanza berlusconi-renzi non e' possibile perche' due galli in un pollaio non ci possono stare.

mentiva sapendo di mentire, classica strategia per intorbidare l'acqua.

perche' sallusti sa benissimo che berlusconi si vorrebbe fare il front man, ma non puo' piu', per motivi di salute e per l'eta'. non ce la fa piu'. vorrebbe, senz'altro , ma non ce la fa piu'.

cosi', c'e'bisogno di un nuovo front man. e questo, siccome la destra non ne ha sfornato uno, l'hanno trovato con renzi. berlusconi sta dietro, a fare il "maestro".
come un gruppo musicale. c'e' quello che deve intrattenere, presentare, portare la gente sulla pista da ballo. e quello e' renzi, dal momento che berlusconi non puo' piu' esserlo. e dietro di lui c'e' il gruppo, che scrive le musiche e le suona.

carlo 02.05.17 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PERCHE’ HANNO SCELTO RENZI?

Perché era un venditore di pentole utilissimo dopo che Berlusconi aveva dimostrato che questo è un popolo che abbocca ai venditori di pentole, per cui quelli che tirano i fili hanno scelto un simil Berlusconi, solo più giovane, per curare i loro interessi, uno che doveva parlare ai giovani. Peccato che proprio i giovani abbiano smascherato il suo giochetto non abboccando alle promesse del parolaio. Purtroppo questo è anche un paese di vecchi rincoglioniti e questa è la sua zavorra fatale. Anche alle primarie, malgrado l'offerta illegale di voto anche ai sedicenni e ai diciassettenni, quelli che hanno votato in maggioranza sono stati gli ultrasessantenni e ultrasettantenni che hanno dimostrato che quando il cervello si sclera si vede solo il passato e non si riesce più a vedere il presente.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 02.05.17 11:29| 
 |
Rispondi al commento

O.T.

Primarie Pd, un Feltri brutale: "Una masturbazione, cosa sarà costretto a fare Renzi adesso"

L'esito delle primarie Pd era scontato. La vittoria di Matteo Renzi è come il giorno che segue la notte. Orlando ed Emiliano si sono prestati quali comparse e già domani saranno scomparsi. Non c'è nulla di più inutile delle consultazioni interne ad un partito, altro che dimostrazione di grande sensibilità democratica. Esse si svolgono a livello di volontariato, non hanno regole rigide e controllate. La gente ha votato nelle osterie, nei bar, nelle bocciofile. Non vedo come si possa attribuire importanza a un esercizio tanto sgangherato. Comunque l'ex premier, per quanto attaccato dai suoi compagni, che hanno addirittura organizzato una mini-scissione insulsa, si è imposto e bisognerà tenerne conto. Sarà ancora lui a scrivere lo spartito della politica di sinistra. Tutti gli altri dem si sono rivelati inconsistenti e incapaci di promuovere una opposizione di qualche peso.

Il Pd si dà un sacco di arie perché è l'unico partito che si è regalato le primarie, giudicate fondamentali. Dimentica che questo tipo di verifiche, se non è posto in essere da norme di legge valide per tutte le forze politiche, ha il valore di una masturbazione. Trattasi di iniziativa privata, di gioco senza capo né coda. Pretendere che anche Forza Italia, il Movimento 5 stelle ed altri partiti lo adottino è ridicolo.

per lettere l'intero articolo

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12372171/vittorio-feltri-primarie-pd-masturbazione-renzi-ammucchiata-governo-.html

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 02.05.17 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Ancora post fuori tema, devo segnalare che:

Ieri eravamo in coda alla cassa di un Museo, davanti a noi un gruppetto di ragazzi che volevano spendere il bonus studenti che Renzino ha regalato ai giovani.
Bene, NON è stato possibile per i ragazzi in quanto la cassiera ha loro riposto:

-- " scusate ragazzi non possiamo accettare i buoni in quanto non ci sono stati ancora rimborsati i buoni richiesti alcuni mesi fa" --

Ecco l'efficienza del nostro sistema, l'ennesima sparata dei nostri governanti.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 02.05.17 11:11| 
 |
Rispondi al commento

È MOLTO MERAVIGLIOSO
Se
ho trovato il sorriso è grazie alla Signora Chouinard Romana che ho ricevuto un prestito di 55.000€ e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora, senza difficoltà, con un tasso del 2% all'Anno. Io ti suggerisco di non ingannare se stessi se si desidera fare domanda per un prestito in denaro per il vostro progetto e di qualsiasi altro. Ho pubblicare questo messaggio perché la Signora Chouinard Romano mi ha fatto bene con questo prestito.È attraverso un amico che ho incontrato questa donna onesta e generosa che mi ha permesso di ottenere questo prestito. Quindi consigliamo di mettersi in contatto con lui e lui è in grado di soddisfare tutti i servizi da te richiesti. ecco la sua email: chouinardromaine@hotmail.com

Dupa12 daniel Commentatore certificato 02.05.17 11:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La diversificazione delle attività agricole incentivata dalla programmazione nazionale e comunitaria non esclude i settori richiamati, da quello apistico, ai funghi. Eventuali carenze/insufficienze potranno essere colmate attraverso la revisione delle programmazioni in atto nell'ambito dei Comitati di sorveglianza costituiti tra partner istituzionali ed economico sociali.

Antonino Minciullo 02.05.17 11:06| 
 |
Rispondi al commento

Renzi ha perso esattamente 611.943 voti rispetto alle precedenti primarie che erano già in perdita. Ma vittoria dove??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 02.05.17 10:55| 
 |
Rispondi al commento

Scusate ma non sono affatto d'accordo con questo mantra che Renzi è uguale alla Dc. Ogni tanto lo sento ripetere ma è una fesseria. Renzi purtroppo ha fatto cose che la Dc non avrebbe fatto mai. Io non ho mai votato per la Dc ma questo partito ha dato lo stato sociale all'Italia e Renzi lo ha tagliato, ha dato importanza ai sindacati e Renzi li ha ignorati, ha creato le pensioni sociali e Renzi vuole togliere la pensione anche alle vedove, ha costruito case popolari che Renzi ha totalmente dimenticato, ha dato assistenza agli invalidi e Renzi voleva tagliare i fondi anche ai malati di Sla e ai malati di cancro di Taranto, non ha sempre ubbidito agli americani e Renzi si è sottomesso anche ai tedeschi, è stato contro i suoi avversari politici in una contrapposizione destra e sinistra e Renzi ha confuso totalmente le due cose e ora vuole fare la grande coalizione che sarà una ammucchiata in cui sparirà la sx, ...Oltre a ciò la DC non si è mai permessa di tentare di stravolgere completamente la Costituzione come ha tentato di fare Renzi. insomma Renzi non è stato affatto come la DC. E' stato molto peggio.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 02.05.17 10:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD SUD CI VUOLE UNA POLITICA PER IL MEZZOGIORNO, CI VUOLE UNA POLITICA PER IL MEZZOGIORNO, CI VUOLE UNA POLITICA PER IL MEZZOGIORNO....

Francesco Zurlo, Crotone Commentatore certificato 02.05.17 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' GIUSTISSIMO STUDIARE OGNI SETTORE DELL'AGRICOLTURA.
In Italia bisogna rivedere tutto. I partiti in oltre 30 anni di politica devastante hanno distrutto tutto. Il duo Berlusconi- PD poi è stato micidiale.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 02.05.17 10:34| 
 |
Rispondi al commento

------.....si, 'facciamo l 'albo dei maniscalchi..poi l albo delle api, poi l albo della birra..poi albo del tartufo.....e poi l'albo delle figurine panini.... ci serve un po di burocrazia in più.. così tanto per non cambiare..albo degli avvocati..albo notai...albo giornalisti....
Libertà di iniziativa ..libertà da lacci e laccetti...poche regole ma certe..questo occorre....ciò di cui non ha bisogno l'Italia sono gli ennesimi carrozzoni per sistemare amici & parenti & politici tipo U n i r e....Se il 5S continua la tradizione del carrozzone italietta tanto vale votare DC. sono più esperti in materia carrozze..

Marco G 02.05.17 10:22| 
 |
Rispondi al commento

I settori in grande difficoltà non sono naturalmente questi, ma quelli molto maggiori di volume, totalmente dipendenti dai grandi trasformatori e dalla GDO, e rovinati dalla speculazione.
Capisco che è tema ben più difficile da risolvere, mentre quelli di nicchia, appena elencati, godono di naturale curiosità da parte del grande pubblico, e sono peraltro molto meno problematici ed assai più remunerativi, almeno relativamente.
Non sono questi i veri problemi dell'agricoltura nazionale!

Alessandro 02.05.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Scherzo...filiera corta dei cavalli?
Ma no abbiamo tanti asini che ci comandano...basta andare a Roma!
Grande allevamento !
E non muoiono di fame,anzi!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 02.05.17 10:08| 
 |
Rispondi al commento

------------ Non preoccupiamoci ---------------

sono andati a votare solo gli amici degli amici, solo chi ha beneficiato di intrallazzi ed aiuti, in parle povere solo i venduti a cui non gli frega nulla del bene comune.

Il vero banco di prova saranno le politiche, è li che bisogna vigilare con attenzione , cercheranno brogli a tutte le latitudini.

Che abbia vinto il Bomba è un punto a nostro favore, nella sua immensa sicurezza ed egocentrismo cavalcherà questo risultato nella sicurezza di replicarlo alle politiche.

Gli Italiani sono al limite e vogliono rinnovamento.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 02.05.17 09:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori