Il Blog delle Stelle
Presentazione del #ProgrammaScuola del MoVimento 5 Stelle

Presentazione del #ProgrammaScuola del MoVimento 5 Stelle

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 67

di MoVimento 5 Stelle

La scuola a 5 Stelle è una scuola pubblica e statale, gratuita, democratica, aperta, inclusiva e innovativa, una scuola che viene messa al centro delle politiche del governo. E’ questa la scuola contenuta nel programma del M5S, votato dagli iscritti, e che presentiamo oggi.

Hanno partecipato alle votazioni sulla Piattaforma Rousseau 19.040 iscritti certificati, che hanno espresso 128.320 preferenze su cinque punti principali: qualità della scuola e offerta formativa per gli studenti, finanziamenti alle scuole statali, scuola pubblica e scuola privata, smantellamento della ‘Buona Scuola’ di Renzi e didattica innovativa.

L’obiettivo principale del programma M5S è alzare la spesa pubblica per l'istruzione, portandola nel medio termine dal 7,9% di oggi al 10,2% della media europea, e reinvestire queste risorse per avere: edifici sicuri e spazi adeguati, insegnanti valorizzati e motivati, un’offerta formativa più ampia per gli studenti, più ricerca e più innovazione didattica.

Il primo punto del programma è riparare i danni provocati dai tagli lineari all’istruzione che hanno massacrato la scuola italiana e impoverito l’offerta formativa.
Se oggi la scuola italiana non è più un’eccellenza è a causa dei governi che nel corso di questi anni, con i loro tagli, hanno drasticamente sottratto ore a discipline fondamentali e hanno portato alla scomparsa di oltre 90mila cattedre.

Il M5S, per migliorare la qualità della scuola, punta a:

- diminuire il numero di alunni per classe, prevedendo un massimo di 22 studenti per classe (opzione votata da 8080 iscritti)
- diffondere il tempo pieno e le compresenze di docenti nelle classi (opzione votata da 5308 iscritti)
- ripristinare gli insegnamenti ridotti dalla “riforma Gelmini” e inserirne di nuovi (opzione votata da 5156 iscritti).

Totale Votanti: 18544.

Il secondo punto è ridare priorità alla scuola statale, che oggi versa in uno stato di sofferenza non più tollerabile. Una scuola che non ha i soldi per comprare i fogli di carta e altri materiali didattici, ed è costretta a chiedere alle famiglie degli studenti un contributo ‘volontario’ all’atto dell’iscrizione, non è più una scuola mgratuita.
Per questo lo Stato deve fare il possibile per cancellare questa odiosa ‘tassa’, investendo prioritariamente sulle scuole statali. (Questo punto ha ricevuto 19040 preferenze, di cui 17937 voti favorevoli.)

In questa priorità restano i nidi e le scuole dell'infanzia privati, che in molti territori costituiscono l'unica possibilità per le famiglie a causa dell'assenza di strutture pubbliche, comunali o statali. L'obiettivo del M5S resta comunque quello di incrementare il più possibile la presenza di strutture statali nella fascia d’età 0-6 anni (asili nido e scuole dell’infanzia) su tutto il territorio nazionale e in particolar modo laddove il servizio è carente.

Il terzo punto ci porta direttamente alle Legge 62/2000 che ha parificato scuole statali e scuole private. E’ nostra intenzione ridiscuterla, per arrivare a una chiara e netta distinzione tra scuole statali e scuole private e combattere il fenomeno dei diplomifici.
(Questo punto ha ricevuto 18618 preferenze, di cui 15697 voti favorevoli.)

Il quarto punto del programma prevede lo smantellamento della ‘Buona scuola’ di Renzi
, la riforma che ha definitivamente distrutto la nostra scuola a colpi di bonus e mancette, introducendo nel sistema scolastico logiche aziendali che nulla hanno a che vedere con la scuola. Per farlo vogliamo:

- Rendere obbligatorie e retribuite le ore di formazione dei docenti, cancellando la “Card” da 500 euro (opzione votata da 10847 iscritti)
- Promuovere la collaborazione tra docenti, eliminando la chiamata diretta e il bonus del merito assegnato dal dirigente (opzione votata da 10422 iscritti)
- Promuovere la cooperazione tra studenti, eliminando o modificando i test INVALSI (opzione votata da 5514 iscritti)
- Aumentare gli strumenti di partecipazione degli studenti e delle famiglie (opzione votata da 5269 iscritti)
- Ridurre le ore di alternanza scuola-lavoro e migliorarne la qualità (opzione votata da 4101 iscritti)

Totale Votanti: 18261, Totale Preferenze: 36153.

Il M5S vuole costruire una scuola che guarda al futuro, capace di superare la lezione frontale e di attivare strategie didattiche e pedagogiche innovative, che introduca insegnamenti nuovi come l’educazione alimentare, ambientale e quella all’affettività. Per farlo intendiamo:

- Diffondere l’utilizzo di strumenti tecnologici e di libri digitali (opzione votata da 8175 iscritti)
- Investire su ambienti di apprendimento innovativi (opzione votata da 7849 iscritti)
- Promuovere maggiori esperienze all’esterno dell’ambiente scolastico con pieno protagonismo degli studenti (opzione votata da 7764 iscritti)
- Costituire equipe di esperti territoriali con educatori, pedagogisti, ricercatori ed esperti nel campo della didattica a supporto dei docenti (opzione votata da 6915 iscritti)
- Istituire un fondo strutturale per l’innovazione didattica (opzione votata da 5262 iscritti)

Totale Votanti: 18109, Totale Preferenze: 35965.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

25 Mag 2017, 13:33 | Scrivi | Commenti (67) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 67


Tags: buona scuola, insegnanti, m5s, programma, scuola

Commenti

 

Il tuo commento:
"Salve a tutti voi movimento 5 stelle , sono un'Insegnante che vi scrive , fino a qualche giorno fa mi eravate antipatici , poi ho letto il programma sulla scuola e sullo smantellamento di questa ed effettivamente ci sono tanti punti che condivido a pieno . Non si può riformare la scuola basata su progetti ,devi rendere alcuni insegnamenti obbligatori , tipo la musica nella scuola primaria , si, è stata approvata la delega sulla cultura umanistica dove si parla di musica nella primaria ma tutto su progetti delle scuole . Il D:M: n8 del 2011 parla di rendere obbligatoria fare
un'ora a settimana di musica per tutti ! Voi cosa ne pensate di questo ?
attendo vostre notizie a riguardo ! Tempo fa ho scritto anche a Renzi ma non ho avuto mai risposta !! Grazie .Secondo punto la mobilità Docenti .
Cosa ne pensate di questa mobilità ? E' tutto normale che una Docente sia deportata a 700 Km da casa? Ci hanno costretti ad accettare altrimenti cancellazione dalla graduatoria !!! Renzi è stato molto bravo a prenderci in giro , e ha continuato anche dopo essere stato eletto segretario del partito , non ha sprecato una parola sulla Scuola e sui Docenti deportati .
Ha detto che avrebbe fatto un decreto per far rientrare tutti nella propria provincia !!!!! Bugie e ancora Bugie !!!! Alle prossime elezione voteremo sicuro 5 STELLE !!!! Siamo tanti !!!! Dateci una Risposta Vogliamo capire ..."

Costanzo Gemma 28.05.17 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Salve , amici 5 stelle vorrei delle risposte a proposito della riforma Renzi , E' tutto normale che un'Insegnante di scuola Primaria di RUOLO e fornita di Diploma o Laurea Di secondo livello di PIANOFORTE non possa insegnare musica nella propria scuola ? Solo perchè non è stato presentato il progetto ?Ma si può riformare la scuola basata su progetti ? Ci sono Maestre con titolo specifico ( oltre ad essere abilitata per la Primaria) Laurea in violino, clarinetto , canto, flauto ,chitarra ecc..... S, smantelliamo questa riforma al più preso !!!!!! Aspettiamo una vostra risposta a riguardo !!!

Costanzo Gemma 27.05.17 10:34| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti voi movimento 5 stelle , sono un'Insegnante che vi scrive , fino a qualche giorno fa mi eravate antipatici , poi ho letto il programma sulla scuola e sullo smantellamento di questa ed effettivamente ci sono tanti punti che condivido a pieno . Non si può riformare la scuola basata su progetti ,devi rendere alcuni insegnamenti obbligatori , tipo la musica nella scuola primaria , si, è stata approvata la delega sulla cultura umanistica dove si parla di musica nella primaria ma tutto su progetti delle scuole . Il D:M: n8 del 2011 parla di rendere obbligatoria fare un'ora a settimana di musica per tutti ! Voi cosa ne pensate di questo ? attendo vostre notizie a riguardo ! Tempo fa ho scritto anche a Renzi ma non ho avuto mai risposta !! Grazie

Costanzo Gemma 27.05.17 10:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 60.000 euro con un tasso del 2% per il vostro viaggio e di project financing studi per le imprese di costruzione d'oltremare e fondo di investimento in commercio vari di progetto e costruzione e altre l'acquisto di auto a noleggio a casa e Appartamento acquisto e pronto per la salute e l'educazione dei vostri figli pronto sollievo per chiunque nel settore agricolo pericolo e affari milioni project financing
Contattare il servizio di posta elettronica prestitobancario2017@gmail.com

sandra alexandri Commentatore certificato 26.05.17 14:25| 
 |
Rispondi al commento

La mia perplessità sono gli asili nido, io penso che se una donna avesse la possibilità di scegliere fra asilo nido e seguire lei il suo bambino nei primissimi anni di vita, sceglierebbe la seconda opzione,sul bambino non ci piove che vorrebbe la sua mamma vicino, lui vive di emozioni, non sa codificare gli eventi che gli succedono attorno, se non vede vede la mamma, lui subisce la lontananza come un abbandono, non sa che tornerà a prenderlo (parlo per i bambini molto piccoli 6 mesi, un anno)ma anche fino ai tre anni, il bambino ha bisogno della mamma, poi crescendo avrà bisogno di nuove esperienze e conoscenze, ma così piccoli si sentono strappati dal loro ambiente e dalla persona che rappresenta per loro, la sicurezza, e la loro sopravvivenza.
Per il resto del programma, niente da dire.

Donata Saggiorato, Vicenza Commentatore certificato 26.05.17 14:03| 
 |
Rispondi al commento

Programma Nazionale M5S

sul tema delle Leggi , sulla Scuola , sulla Sicurezza e sulla Democrazia della nostra Nazione affrontati in qualche post e con qualche commento ?????


dove stanno i 4 ANNI di discussioni - INTERVENTI - PROPOSTE degli iscritti certificati sul Lex - parlamento !!

Dove sono gli Atti Parlamentari nei quali possiamo leggere come sono stati accolti gli interventi degli iscritti , le Leggi votate dai liberi cittadini in moVimento per un'Italia 5 Stelle !!!

- Vedi intervista a Davide Casaleggio sull'avvenuta presentazione delle Leggi in Parlamento da Lex - iscritti -

Questi mini post - spot possono andar giù a qualche neo iscritto voglioso ( giustamente ) di votare anche senza essere adeguatamente informati ..


In attesa di doverose risposte

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 26.05.17 00:00| 
 |
Rispondi al commento

Vi faccio notare, CON TUTTO IL RISPETTO, che c'è una GRAVE CARENZA NEL PROGRAMMA SULLA SCUOLA del M5S, ovvero CI SIAMO LETTERALMENTE DIMENTICATI DEL PERSONALE ATA. Secondo me ANCH'ESSO ANDREBBE ADEGUATAMENTE VALORIZZATO.

Luigi Di Pietro 25.05.17 22:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Scuola è stata invalidata dgli invalsi. Gli invalsi su chi insegna si sono rivalsi. Già invalsi vuol significare che non sono valsi. insistono i corifei dell'invalsi, di valutazione esperti falsi. Entraste nella scuola falsi e non a piedi scalzi,nel giudicare falsi. Che? Voi che non mai nessuno vi incalzi, voi osate, falsi, voi? Vi permettete di giudicare chi entrò a insegnare a piedi scalzi? Voi falsi dottori osate giudicare chi alla Scuola sacrificò i suoi amori? Voi falsi invalsi?. E se no scambio lucciole per lanterne, fuori gli invalsidati dalle mie mie speranze di insegnare avendo fede che le ho eterne.

augusto loi 25.05.17 19:47| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno.
Nel vostro programma ci sono aspetti significativi e condivisibili.
Alcuni meritano una ulteriore sottolineatura:
1.le Scuole Paritarie(Primaria, Sec. 1° e Sec. 2°), appartenenti al sistema pubblico, non possono essere penalizzate, certamente meglio regolamentate, con un'attività ispettiva più frequente ed incisiva;
2. le prove Invalsi sicuramente sono da modificare, nell'ottica di una loro maggiore aderenza ai contenuti di insegnamento degli insegnanti. Ma il punto centrale rimane quello della loro ricaduta sull'insegnamento e per questo devono essere accompagnate, con personale esperto insediato sul territorio, da azioni di tutoraggio che sostengano i docenti a utilizzarle come risorsa per il migliora-mento della loro didattica;
3.non leggo alcun cenno al Sistema nazionale di Valutazione-SNS- e all'attuale progetto INVALSI sulla valutazione esterna delle scuole, tramite i NEV, Nuclei Esterni di Valutazione;
4.ottimo e non derogabile l'investimento per costituire équipe di esperti territoriali, con specifico profilo professionale(non docenti tuttofare), a supporto di scuole e insegnanti;
5.condivido la cancellazione della CARD, da sostituire con cospicui finanziamenti, strutturali e permanenti, assegnati alle Scuole singole e/o alle Scuole-Polo, per la formazione obbligatoria (come già previsto) e retribuita di tutti i docenti;
6. anche la formazione del personale ATA, va rivista e qualificata, tenendo conto che alcune figure(Collaboratori, A.A.)potrebbero intervenire, se formate, a sostegno della didattica, nei laboratori;
7.occorre dare una adeguata risposta economica e professionale alle richieste dei Dirigenti Scolastici;
8.vanno riviste(temporalmente troppo estese) le nuove modalità di reclutamento introdotte dal Decreto attuativo della Legge 107;
9.occorre rivisitare l'area della disabilità: si investa di più in formazione sui docenti curricolari;
10.chiamata diretta da abolire e bonus premiale da modificare,privilegiando una cifra collegiale.


riflessione su quando si fanno le leggi col buco del culo:

Una legge serve

1: a risovere rapporti di contrasto tra vari uomini prima che sfocino in violenza.

2: a impedire la violenza

3: a punire i violenti dopo che hanno agito nonostante i punti 1 e 2.

una legge fatta col buco del culo invece serve

1: a esasperare i contrasti per fa si che sfocino in violenza

2: a favorire la violenza quando accade

3: a punire ingiustamente i violenti esasperati da situazioni ingestribili e a far finta di punire i veri violenti che sono violenti per gusto di violenza.

Esempi di leggi fatte col buco del culo nuovi ce ne sono tanti dalle leggi sulle successioni per arrivare alle leggi sulla famiglia riguardandi i diritti delle donne e dei minori.... ma molte altre leggi... basta prendere ad una ad una e confrontarle con quella regolina sopradescritta.

in generale le leggi più sono CONTRONATURA e più esasperano le persone percià fare una legge CONTRONATURA equivale per esempio ad esasperare i rapporti tra uomo e donna e infatti i casi di violenza contro le donne e i minori sono aumentati nonostante tutte le leggine buoniste del cazzo sinistre.
non sono tanto aumentate le piccole volenze ma delel cose del tuipo "Un uomo di 46 anni ha sparato in strada alla ex moglie di 50 anni" se ne vedono sepre di più.

ragionare col buco 25.05.17 18:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A proposito della Scuola italiana che desidero, condivido pienamente il primo capoverso del post, che mi piace riportare: "La scuola a 5 Stelle è una scuola pubblica e statale, gratuita, democratica, aperta, inclusiva e innovativa, una scuola che viene messa al centro delle politiche del governo....". Il risultato delle votazioni rispecchia tale contenuto.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.05.17 18:08| 
 |
Rispondi al commento

12 vaccini 12 studenti per aula

pretendo il certificato vaccinale di maestri, professori, bidelli, e di tutto l'organico scolastico fino al ministro della sanità

oltre al certificato antimafia alla fattura elettronica e quant'altro, d'ora in poi chiunque voglia svolgere lavori per la pubblica amministrazione deve dimostrare un certificato vaccinale completo.

Dal Presidente Della Repubblica e tutti i dipendenti pubblici devono presentare il certificato vaccinale completo...

vaglielo a dire... ;)

Psichiatria. 1 25.05.17 17:59| 
 |
Rispondi al commento

Max 22 alunni per classe? Rivediamo tale limite al ribasso: 20 sono già troppi! È importante ripristinare un vero rapporto tra docenti e discenti, e lo si può fare soltanto con classi di max 15 studenti.


Fare 12 vaccini (che poi sono 14) è come inoculare 14 malattie in forma attenuata ad un bambino, con possibili danni collaterali fino alla morte.
Che questo sia stato fatto per aumentare i miliardi di guadagno delle multinazionali del farmaco è già abbastanza grave, ma che il Governo italiano si sia offerto (in cambio di che?) di fare l'apripista per vaccini addirittura inutili ma potenzialmente dannosi per puro fine di lucro, mettendo a rischio la salute di 800.000 bambini è criminale.
Come criminale è che questa imposizione sia stata creata come comando tassativo e obbligatorio con penalizzazioni pesanti come la non iscrizione a scuola, 7.500 euro di multa o la sospensione della patria potestà.
Il tutto delinea un Governo suddito del Capitale che se ne frega del bene del popolo italiano ma ubbidisce a chi dà ordini finalizzati solo al proprio ricavo finanziario, con un cinismo e una arroganza inaccettabili.
Ma davvero dobbiamo permettere che questo abusi accadano e che i cittadini, trattati come cavie o come limoni da spremere, non possano ribellarsi?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.05.17 17:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene la centralità della scuola statale, bene la diminuzione degli alunni per classe, bene la cancellazione della riforma Gelmini e della buona scuola renziana. Bisogna ridurre drasticamente l' eccesso di sperimentazione che è stata una delle maggiori cause della decadenza della scuola italiana negli ultimo decenni; bene l' uso dei sistemi informatici: è utile, ma non deve diventare l' elemento preponderante nell' insegnamento; importante riportare al centro del sistema educativo la cultura; essenziale cancellare l' aggiornamento obbligatorio, inutile spreco di fondi ed i test INVALSI.

Paolo Rocca 25.05.17 17:24| 
 |
Rispondi al commento

domanda, (non è uno scioglilingua): chi insegna agli insegnanti a saper insegnare?

Forse questo è il 1° problema della scuola italiana!

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 25.05.17 16:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avete trattato molti punti individuando tanti malfunzionamenti che potrebbero essere risolti con le vostre proposte.
Io però non sono d'accordo sull'uso del libro elettronico. Secondo me non può assolutamente funzionare.
Per la consultazione del libro elettronico è necessario l'uso di un pc o un altro strumento che permetta di poter visionare l'oggetto virtuale: non tutti lo posseggono.
La lettura non è così agevole come quella di una pagina cartacea.
Il pc, collegato alla rete, può essere conduttore di onde ecc. non molto favorevoli alla salute.
Per ultimo, la consultazione potrebbe comportare di dover riscrivere, prendere molti appunti, quindi non credo sia una buona soluzione.

Rosa 25.05.17 16:41| 
 |
Rispondi al commento

La buona scuola di Matteo PACCIANI e' una OTTIMA scuola per gli asini della Maremma toscana che praticano incesti con altri asini ed asine compagni di merende.

Emilio C., MILANO Commentatore certificato 25.05.17 16:36| 
 |
Rispondi al commento

12 vaccini per frequentare una scuola

ora, se mi venisse detto che per visitare un qualsiasi paese da turista dovessi sottopormi a un protocollo vaccinale simile, insomma, ci penserei, forse cambio la mia meta oppure consapevolmente mi sottopongo al protocollo sapendo che vado a visitare un paese ad altissimo rischio e mi prendo la responsabilità

in sostanza frequentare una squola in italia è un'azione ad altissimo rischio non solo mentale ma anche fisico

dare una pulitina ogni tanto? aqua saponata? si prendono più malattie negli ospedali che nel terzo mondo...

Psichiatria. 1 25.05.17 16:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ATTENZIONE!!

SONO STATE LE MULTINAZIONALI A ORDINARE I 12 VACCINI AL GOVERNO ITALIANO


“L’Italia guiderà nei prossimi cinque anni le strategie e le campagne vaccinali nel mondo. È quanto deciso al Global health security agenda (Ghsa) che si è svolto il 19 maggio scorso alla Casa Bianca. Il nostro Paese, rappresentato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, accompagnata dal Presidente dell’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) prof. Sergio Pecorelli, ha ricevuto l’incarico dal Summit di 40 Paesi cui è intervenuto anche l’ex presidente USA Barack Obama” .

L’Italia, mediante una decisione presa a Washington e non certo dal nostro Stato sovrano, è stata eletta capofila e apripista della nuova strategia mondiale di vaccinazione coatta (Global health security agenda). Il capitale è controllo capillare totalizzante della vita.
Occorre concentrare l’attenzione anche su quegli “interessi materiali” che la retorica egemonica sempre omette di rendere visibili. E questi interessi materiali rispondono anzitutto al nome di profitto privato, talvolta ottenuto sulla carne viva dei cittadini sempre più ridotti al rango di sudditi passivi nel nuovo medioevo capitalistico.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 25.05.17 16:17| 
 |
Rispondi al commento

Assistenza di prestito
Siete bloccati in banca , compilare i debiti, e altri problemi della famiglia, vi preghiamo di contattarci per un prestito di 500 a 25.000 € con 2% di interesse senza protocollo sull e-mail: giuseppina.eleonora01@gmail.com, Grazie per il contatto.

Meata Elisabetta, napoli Commentatore certificato 25.05.17 16:12| 
 |
Rispondi al commento

Gentiloni: contvo tevvovismo sevve una visposta cuvtuvave......
evevo!!

Giovanni. Russo, SA Commentatore certificato 25.05.17 16:09| 
 |
Rispondi al commento

togliendomi la patria potestà il governo si fa carico di pagare gli alimenti a mio figlio oppure no?

Psichiatria. 1 25.05.17 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Una famigliola di libici scappa da Gheddafi il Cattivone e viene accolta a braccia aperte a Manchester.

Chissà, magari erano scappati in quanto amanti della libertà...
Fatto sta che passano 20 anni in Gran Bretagna, si integrano, i bimbi vanno a scuola, usufruiscono dello ius soli e diventano inglesi di pura razza nordica...

Si vaccinano da perfetti integrati, forse si ubriacano, si drogano e mangiano da McDonald, come i bravi cittadini occidentali, che fanno la raccolta differenziata e sfilano nudi sculettando ai gay pride...

Poi, Gheddafi il Cattivone finisce sotto le bombe democraticissime di Sarkozy e Logge Riunite, e la bella famigliola torna finalmente a casa. Che bella favola!

Chissà quel babbo e quella mamma quanto dovevano essere felici, quando davano istruzioni ai figli per farsi saltare in aria a un concerto di bambini...

Avranno pregato tutti insieme, tenendosi per mano, sereni come sanno esserlo solo coloro che sanno di fare la volontà di Dio...

Accoglienza. Integrazione. Ius soli. Che belle parole. Commuovono.

Gian Paolo ♞ 25.05.17 16:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' facile dare la parola agli insegnanti, soprattutto se precari. I primi punti:va be sono anche accettabili, ma vi parla un insegnante in pensione da poco, la scuola deve tornare alle origini, se vogliamo aiutare gli studenti a saper scegliere la loro posizione nella società. D'accordo sul numero degli studenti per classe, d'accordo sul creare nuove figure di supporto all'insegnante; ma non sulla didattica che deve ritornare ad essere di supporto a quello che le famiglie non danno ai propri ragazzi, o per mancanza di soldi o di esperienza, o perché non hanno tempo di seguirli. Pertanto, vi prego, non vi fate influenzare da demagoghi improvvisati!!!!!!!

Aureliano ., Este Commentatore certificato 25.05.17 16:05| 
 |
Rispondi al commento

non vorrei essere annoverato tra trolls e quantaltro.. (avete perso il mio voto e fiducia dopo la vostra posizione sul tema vaccini)

sandro bunkel Commentatore certificato 25.05.17 15:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PER ISCRIVERMI A SCUOLA DOVRO' FARE 12 VACCINAZIONI ?

aldo m. Commentatore certificato 25.05.17 15:47| 
 |
Rispondi al commento

La difficolta' dell'argomento e' suggerita dal basso numero di votanti rispetto ad altri argomenti.

Chi ha prodotto le domande e chi ha votato sembrano appartenere al mondo della scuola.

Come chiedere all'oste se il vino e' buono .

Poiche' siamo molti dovrebbe essere data anche la percentuale dei votanti su coloro che sono certificati in quanto votare in 2 su 30.000 significa che le domande erano fuori bersaglio.

Come nel caso in esame.

Vi sono molti mopdi di distorgere la democrazia, questo e' uno di quelli .


Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 25.05.17 15:38| 
 |
Rispondi al commento

Ma vogliamo fare dei post più attuali ? Siamo nella m.... totale , i nostri presidenti della repubblica son delle amebe anemiche , i terroristi ci stanno decimando , i clandestini imperversano sempre più numerosi riempiendoci di deiezioni e malattie e stuprano allegramente le nostre donne , e noi a parlare della scuola ! Ma per favore !

vincenzodigiorgio 25.05.17 15:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si dovrebbero modificare molte cose all'interno della scuola! MA MAI NESSUNO PENSA PERÒ AGLI STIPENDI DEGLI INSEGNANTI! negli anni 80-90 gli insegnanti guadagnava 2.milioni e 400 mila lire ... e potevano veramente essere fieri di fare gli insegnanti ... non voglio risultare venale ma come si fa a guadagnare oggi 1.200 euro e pagare l'affitto non permettersi di ammalarsi e per giunta pagare le bollette e vivere con quello che rimane... ADEGUATE ANCHE GLI STIPENDI!

Rosa Tamiano 25.05.17 14:57| 
 |
Rispondi al commento

Riguardo la prova Invalsi:

Eliminarla sarebbe un errore molto grosso ed anche grossolano.
Grazie alle prove invalsi si può avere un quandro puntuale dello stato della preparazione degli alunni. Si possono evidenziare Situazioni critiche, ma anche situazioni di eccellenza.

Per esempio se per una scuola i risultati sono palesemente inferiori alla media, più o meno in tutte le materie, per 3 anni consecutivi, è un campanello d'allarme che dovrebbe far scattare provvedimenti. Non per forza punitivi. Magari si tratta di una scuola posta in un quartiere "difficile". Il problema potrebbe essere affrontato diminuendo gli alunni per classe, e prevededndo più ore a scuola magari con rientri pomeridiani, in 2 parle investendo di più. Ma investendo anche al di fuori della scuola in collaborazione con le altre istituzioni.

Come disse Lord Kelvin: "non puoi migliorare ciò che non puoi misurare" quindi se non "misuri" la preparazione degli studenti come puoi migliorarla?

Capisco che il concetto di misura applicato all'essere umano a molti possa sembrare inconcepibile ma vi invito a riflettere su questo:
Nessuno è in grado di misurare una persona o plasmarla totalmente. La scuola può provare a dare un istruzione. Cosa sarà quella persona in futuro è comunque un mistero. La sua formazione sarà influenzata da molteplici fattori: la famiglia, la televisione, ciò che legge anche su internet, dalle sue esperienze di vita e tanto altro.
Se la scuola si limitsse a dare un istruzione, una buona istruzione e si concentrasse su quello, responsabilizzando quindi anche i genitori sul loro ruolo, se ne guadagnerebbe tanto. Misurare l'istruzione di una persona, limitatamente ai programmi scolastici, non è poi così inconcepibile.

Ovvio che la scuola non deve limitarsi alla preparazione degli alunni al superamento delle prove invalsi. Ma eleimiarle del tutto è un erorre. Sono uno strumento che può essere motlo utile, bisogna utilizzarlo nel miglior modo possibile.

Rosario S., Catania Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 25.05.17 14:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ot ri-vaccini

oggi a Bari:
Un centinaio di persone con figli al seguito ha manifestato a Bari fuori dal consiglio regionale della Puglia contro la discussione della recente legge fascista sui vaccini. L'assemblea regionale ha sospeso la discussione.

Il silenzio qui continua. Di Battista Di Maio Taverna vi siete nascosti all'italiana?

Marco F., Fermo Commentatore certificato 25.05.17 14:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sarebbe utile distribuire nelle scuole(o quantomeno appenderne un paio all'ingresso di ogni istituto scolastico) dei volantini stampati dai vari meetup locali con questo articolo... Che ne pensate?
Il 95% degli insegnanti, sono certo che neanche sa che è stato discusso e votato un programma scuola così stimolante qui sul blog..
Aspetto un vostro parere...

Gilles 25.05.17 14:08| 
 |
Rispondi al commento

Le zucchine non sono più quelle di una volta ! Non hanno più quel sapore e profumo di venti-trenta anni fa . Sarà l'inquinamento o che sono d'importazione ma sembrano diverse , meno turgide e luminose e poi non sanno di niente . Le puoi cucinare come ti pare ma non ce niente da fare , quasi non ti sembra che stai mangiando una zucchina ! Suggerirei un bel post sull'argomento e una interrogazione parlamentare .

vincenzodigiorgio 25.05.17 13:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottimo.

Sembra un sogno.

Forza Movimento!!

massimo m., Roma Commentatore certificato 25.05.17 13:39| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori