Il Blog delle Stelle
Nell'#Italia5Stelle non c'è spazio per l'austerità

Nell'#Italia5Stelle non c'è spazio per l'austerità

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 15

di Sergio Battelli

Ciao a tutti, tra poche settimane si terrà un evento speciale, in cui ci ritroveremo per parlare di tanti temi che interessano il futuro dei cittadini italiani. Tra questi, l’Europa. Che cosa significa oggi Europa? Significa diktat e austerità, o può significare cooperazione, unione, come era nello spirito dei padri fondatori? Va ripensato l’Euro? Sono argomenti fondamentali. Anche di questo parleremo insieme a voi, a Rimini dal 22 al 24 settembre, in occasione di Italia 5 Stelle. Vi chiediamo soltanto una piccola donazione per finanziare questo evento: DONA ORA! Come sapete, il MoVimento rinuncia al finanziamento pubblico. Grazie a tutti!

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

13 Ago 2017, 10:52 | Scrivi | Commenti (15) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 15


Tags: austerità, euro, Europa, Italia 5 Stelle, MoVimento 5 Stelle, Sergio Battelli, UE

Commenti

 

Breve OT informativo ,

A proposito di AUSTERTA' ( che aumenterà dopo le prossime elezioni politiche ... )

NEL SILENZIO PIU’ TOTALE DEI MEDIA ITALIANI LA CORTE COSTITUZIONALE TEDESCA METTE UN ALTRO CHIODO SULLA BARA DELL’EURO ! ::

In Italia è ferragosto e quindi tutti sono al mare, al sole, in vacanza,
anche se magari se ne stanno a casa perchè non si possono permettere le ferie .

Non è lo stesso in Germania,
dove una pensante pronuncia della Corte Costituzionale del 14 agosto ... :

La Corte Costituzionale Tedesca
ha rinviato alla Corte di Giustizia Europea la decisione circa la legittimità della politica monetaria espansiva tramite acquisto di titoli sul mercato secondario :
infatti per Karlsruhe vi sono gravi indizi che il Q.E. esercitato dalla Banca Centrale Europea
come parte della propria politica monetaria
non sia altro che un aiuto finanziario diretto agli stati, fatto specificamente vietato dallo statuto della BCE.


Praticamente gli acquisti fatti da Draghi, secondo la Corte tedesca,
avrebbero arbitrariamente ridotto
gli interessi,
stimolato i prestiti
e quindi sarebbero intervenuti sui budget dei singoli stati facilitandone il finanziamento.

fonte :
https://scenarieconomici.it/nel-silenzio-piu-totale-dei-media-italiani-la-corte-costituzionale-tedesca-mette-il-primo-chiodo-sulla-bara-delleuro/


Lino V. Commentatore certificato 16.08.17 17:11| 
 |
Rispondi al commento

Caro Battelli, ora, stiamo usando centinaia di miliardi di euro per strapagare enti inutili e dirigenti inutili, impiegati inutili ed operai inutili, anzi, tutti questi spesso dannosi, stiamo sprecando in opere inutili, cattedrali nel deserto, TAV, portaerei, F35, abbiamo evitato per un soffio Olimpiadi…
BENE, quante altre centinaia di miliardi vorresti ancora aggiungere a queste citate e lasciarle da pagare in debito pubblico alle prossime generazioni, ai tuoi figli, per continuare a malespendere o magari, peggiospendere ???.
O si decide di cominciare a spendere BENE, ed evitare le malespese, ed allora, le tasse che raccogliamo sono molto piu’ che sufficienti, e bastano anche a diminuirlo il debito pubblico, oppure...DEFAULT...Venezuela...

bron shine 14.08.17 16:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riflessione su da dove arrivano le idee che spesso crediamo vengano da qualche politicante italiota e poi scopri che le hanno rubate a qualcun'altro.

faccio un esempio....

mi metto a leggere Andrew Carnegie "il vangelo della ricchezza" ( si trova anche in rete aggratis ) e mi aspetto un libro sul successo economico ... e invece ci trovo delle disgressioni interessanti sulla tassazione delle eredità.... il criterio di proporzionalità della tassazione.... e altre cose compresi i nomi di coloro che hanno studiato in inghilterra questo problema prima di Andrew Carnegie.

queste cose Io le conosco perché le troviamo nella nostra costituzione italiana e anche perché ci sono stati nel passato recente degli screzi tra destra e sinistra riguardo il togliere o mettere la tassa sulla successione.

E così per caso ho scoperto che molte idee che non italioti crediamo di sinistra invece arrivano dai miliardari americani che tutto erano fuorchédi sinistra.....

questo per dire che a volte cerchi qualcosa e ti arriva qualcos'altro....

ora se Io volessi studiarmi il problema saprei che dovrei andae a rileggere quel libro e a prendermi nome e cognome di quel tizio inglese citato da Carnegie nel suo libro ... e poi andere a vedere cosa aveva scritto prima di Carnegie....

Con questo voglio dire che se un PORTAVOCE si trova a giudicare sulle successioni tenendo presente solo il "sentito dire" da qualche politico italiano del passato che aveva "rubato" a Carnegie o a qualcun'altro.... è chiaro che il risultato non può essere tra i migliori.....

ciò non toglie che un intelligente senza aver studiato Carnegie potrebbe giungere alle stesse di lui conclusioni ......

e poi c'è da vedere se le idee di Carnegie ( un tizio dell'800 ) sono già state provate in altri stati del mondo e che risultati hanno dato.....


ma non vedo molti politicanti odierni fare questo tipo di ricerce... li vedo sempre in tv a fare "quaquaraqua" alla sgorbi.

dissentivo ma ora rifletto e faccio sedute spiritiche 14.08.17 13:35| 
 |
Rispondi al commento

riflessione sugli idioti acculturati.

non è vero che siamo tutti ugali come vorrebbero certe ideologie idiote..


ci sono gli intelligenti (20%) e ci sono gli idioti (80%)

poi c'è il 20% del 20% (4%) che sono i superintelligenti

in fine c'è il 20% dell 80% (16%) che sono i superidioti.

si il 16% della popolazione è SUPEIDIOTA con una capacità gongitiva molto vicina a quella di una scimmia.

non siamo tutti uguali.

come dobbiamo vedere l'istruzione pubblica rispetto a questi personaggi.

partiamo con i superintelligenti ( 4%).. quelli dell'istruzione pubblica se ne strafregano e si auto istruiscono con o senza lo stato.

poi ci sono i mediamente intelligenti (16%) che ambiscono ad avere una buona istruzione pubblica..

poi ci sono i mediamente idioti (64%) che sono i pecoroni e cioè se lo stato li obbliga a studiare lo fanno altrimenti non lo fanno.

in fine ci sono quelli superidioti (16%) per i quali lo stato può decidere di obbligarli allo studio oppure lasciarli come forza lavoro di bassissima qualità e/o mantenerli tramite lo STATO SOCIALE.


Una cosa importante... l'intelligenza non dipende dal titolo di studio perché puoi trovare un idiota acculturato e un intelligente non acculturato... inutile dire che i più pericolosi sono gli IDIOTI ACCULTURATI perché si montano la testa credendo di essere intelligenti e poi FANNO DANNI sopratutto quando finiscono per GESTRIRE la cosa pubblica.

Non c'è dubbio che quel 20% di +o- intelligenti possono trarre giovamento e affinare la loro intelligenza... anche parte degli idioti può migliorare con lo studio ....
ma c'è una buona parte di idioti che si montano la testa per il titolo di studio e FANNO GROSSISSIMI DANNI.

l'intelligente senza studio invece può arrivare a fare buone cose ma non può ambire a incariti chi importanti se non provvede a qualche forma di studio ALTERNATIVA anche fai da te.

sono molto contrario a parlamentari e ministri con titolo di studio basso e anche agli idioti acculturati magari laureati

riufletto perché sono stufo di dissentire 14.08.17 12:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Austerita' = €uro. Stop
pensare o ripensare vuol dire menare il can per l'aia o non averci capito niente

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 14.08.17 12:43| 
 |
Rispondi al commento

in un pasese dove tutti gli italiani non hanno l'ambizione di ESSERE MEGLIO dei tedeschi.. di ESSERE MEGLIO dei francesi... di ESSERE MEGLIO degli INGLESI... di ESSERE MEGLIO degli americani.... insomma in un paese dove a nessuno interessa ESSERE MEGLIO... è chiaro che poi si FINISCE PEGGIO!

ovviamente scontato 14.08.17 12:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Portavoce Battelli,
concordo che siano argomenti fondamentali, da inserire dunque nel “programma deciso dagli iscritti”.

Perciò, appena i responsabili tecnici ed amministrativi, eletti nel M5S, attiveranno una Trasparente Piattaforma decisionale, idonea a garantire che ogni iscritto possa proporre punti programmatici, discuterli e votarli contando né più né meno di uno,
metterò in votazione i seguenti 3 punti che ritengo coerenti con la Finalità del M5S

1) Il rivoluzionario M5S, nato per realizzare la Democrazia Diretta, opererà affinché la Costituzione conferisca al popolo una reale e piena sovranità, esercitata Direttamente, attraverso semplici Portavoce i quali hanno il Ruolo di accertare ed eseguire la volontà del popolo sovrano, tale e quale come espressa su un’idonea Piattaforma e-democracy anti delega uno vale uno.

2) Il M5S intende inoltre promuovere un ordinamento Europeo di tipo confederale e realizzare un ordinamento statale di tipo federale. Ordinamenti dove il potere viene esercitato Direttamente dal basso e dove i cittadini di ciascuna Regione decidono dunque Direttamente sull’ammontare del gettito fiscale regionale e su come vadano reperite e investite tali risorse, sia per gli interventi locali, sia per quelli nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono.

3) La riserva aurea, circa 100 miliardi, -appartiene al popolo sovrano- e va quindi custodita in una Banca APPARTENENTE al Popolo Sovrano, ovvero a circa 60 milioni di italiani, a ciascuno dei quali viene nominalmente attribuita una azione da 1.600 euro, non cedibile.
Il popolo esercita democraticamente la propria sovranità eleggendo il Dirigente della Banca il quale stamperà la quantità di - moneta del popolo sovrano - necessaria per attuare il Programma Economico Finanziario deciso Direttamente dal popolo - azionista.

Buongiorno

Wilma Dellaclava 14.08.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento

E’ successo che i Paesi mediterranei, capaci di risparmio e di scelte economiche mirate, sono stati lasciati nelle mani dei finanzieri d’assalto e di banchieri delinquenti, e tutto questo col beneplacito di una UE pienamente corresponsabile di ogni crimine economico. Solo un’alleanza d’intenti fra Italia, Spagna e Portogallo potrebbe rivoluzionare questa Europa malata e cambiare veramente qualcosa, ma non si possono battere i pugni se non hai il governo in mano. Nel frattempo continuiamo a studiare…

Franco Mas 14.08.17 11:05| 
 |
Rispondi al commento

Movimento verso cosa?
L'Italia non è riformabile! Assomiglia sempre di più all'URSS della perestrojka che ha generato la Russia di Putin. Occorre un'autentica, radicale rivoluzione, pacifica, si intende, ma che prosciughi una volta per tutte quella limacciosa palude di conservatorismo strisciante, di conformismo intellettuale, di gretto, miserabile, utilitarismo, che è servito per conservare il controllo reale del Paese a struttura conservatrice. Il Movimento ha l'opportunità storica di realizzare la rivoluzione che è indispensabile per salvare il Paese da un destino di inesorabile declino. Per adempiere al suo compito, cioè per fare la rivoluzione, occorre però che esso individui, senza interferenze e confusione, lo scopo da realizzare, ossia elabori il processo di societá che intende istaurare al posto di quella vecchia, da abbattere. Senza scopo definito, senza progetto, il Movimento fará la fine di altri, magari generosi, riformatori, il cui velleitarismo li ha fatti affondare nella Palude che li ha digeriti senza difficoltá. Bisogna allora chiedersi: " Movimento verso cosa?" L'adempimento della missione storica del Movimento e l'acquisizione del grande consenso necessario per realizzarla sono condizionati alla qualità della risposta data a questo centrale quesito. Occorre elaborare un progetto per vincere DAVVERO le elezioni ed é necessario vincerle per cambiare davvero il destino dell'Italia. Tutti i militanti e tutti coloro che non vogliono affondare nella Palude con il Paese devono contribuire, ciascuno nelle proprie competenze perché in questa condivisione degli scopi e degli sforzi per conseguirli sta la specificità del Movimento. Nel campo della Giustizia penale, ove chi scrive, opera professionalmente, la rivoluzione necessaria consiste nel coniugare l'efficienza del sistema con la tutela reale dei diritti fondamentali di tutti i cittadini.
Ad un prossimo intervento, qualche idea!
Avv. Massimo Mercurelli ed Alberto Mercurelli

Alberto Mercurelli Commentatore certificato 13.08.17 17:25| 
 |
Rispondi al commento

La Germania comanda e l'Italia ubbidisce.
La Germania va a gonfie vele e l'Italia impoverisce.
Se voi crederte di portare i tedeschi a ragionare ed essere flessibili siete degli illusi.
Con i tedeschi non si discute, si ubbidisce e basta.
Ed allora la vera domanda è : restare o meno in questo euro
ed in questa UE?
Pe me, NO.
Se a voi quello che abbiamo visto sinora ancora non basta,
mi spiace ma allora avete gli occhi chiusi.

Francesco Francioni 13.08.17 14:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori