Il Blog delle Stelle
Mobilità sostenibile, siamo gli ultimi della classe

Mobilità sostenibile, siamo gli ultimi della classe

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 117

di Gianni Girotto

Sulla mobilità elettrica l’Italia è ferma al palo. Troppa burocrazia. Talmente tanta che non si riescono a spendere neanche i soldi pubblici già stanziati. Infatti, dei 50.000.000 di euro stanziati in tre anni per le ricariche delle auto elettriche, dal 2013 al 2015, finora lo Stato è riuscito a spenderne meno di 6.300 di tipografia per stampare i bandi.
A segnalarlo è la Corte dei Conti in un documento di accusa alla politica di grave inefficienze in un settore strategico per il futuro della sostenibilità in cui il cittadino italiano è doppiamente scoraggiato dai prezzi alti delle vetture elettriche e da un numero di colonnine di ricarica non adeguato.

Le colonnine attualmente esistenti infatti sono tutte dovute ad iniziative private. Un'ennesima storia di ritardi e palleggiamenti, che inizia nel 2009 con l'UE che vara un programma per "veicoli puliti ed efficienti", ma che da allora vede accumularsi, anziché la sua attuazione, ritardi su ritardi. Gravissime le responsabilità della politica e del Governo, che in questi tre anni è passato da una consultazione all'altra, senza però arrivare ad installare una sola colonnina. Ricordiamo che presso la presidenza del Consiglio dei Ministri venne istituito il tavolo Tiscar sulla mobilità sostenibile che con la partecipazione dei diversi stakeholders (portatori di interesse) avrebbe dovuto dar luce ad una road map (pianificazione) di cui non vi è traccia per l’opposizione anche di alcuni grossi gruppi industriali, Fiat ed Eni in primis. Il documento doveva servire per condividere delle proposte in sostegno della mobilità sostenibile che sarebbero state presentate già nella discussione della legge di bilancio tenuta a dicembre. Le dimissioni di Renzi durante l’esame della legge di bilancio hanno congelato la discussione anche delle proposte di modifiche presentate dal M5S per inserire alcuni miglioramenti in questo ambito.

Parallelamente a questo percorso, un mesetto fa il Parlamento Italiano ha recepito la direttiva europea sui combustibili alternativi dove ha "scelto" di privilegiare le infrastrutture gas anziché appunto quelle elettriche. Con l'aggravante che viene previsto un sistema di scelta dei fornitori di colonnine che, come al solito, privilegerà i grandi oligopolisti, col rischio quindi di incorrere in un'ennesima procedura di infrazione della direttiva europea che impone ai distributori di favorire e non limitare la concorrenza nel settore le infrastrutture di ricarica. Indovinate chi ci guadagna?

Bisognerebbe “accelerare al massimo” lo sviluppo delle elettrificazione della mobilità, come sostiene la Corte dei Conti. Ma non è sufficiente. E’ il Governo, anche per tutelare la salute dei cittadini, che deve impegnarsi quotidianamente per lo sviluppo di questo settore fortemente innovativo. Non può continuare a rimanere indifferenti alle estreme e drammatiche conseguenze: l'Italia paga un tributo di 85mila morti all'anno dovute all'inquinamento dell'aria. In 32 città italiane capoluoghi di provincia siamo con l'aria fuorilegge, con le polveri sottili che hanno superato, nell'anno che si è appena concluso, la soglia massima consentita. Ora poco più di 1/4 di questo inquinamento proviene dal settore dei trasporti, precisamente il 72% auto/camion, 11% navi, 10% aerei e 3% treni (dati ufficiali UE da cui l'Italia si discosta di pochissimo).

Nonostante tutto questo inquinamento cosa succede invece in Italia? Le Ferrovie varano un piano di investimenti in cui la parte del leone la fanno i trasporti su gomma (sì avete capito bene, gomma!). Ed intanto ci sono almeno 1.000 Km di ferrovie locali sospese, che meriterebbero progetti di recupero. Indovinate chi ci guadagna?

Sarebbe opportuno adottare subito norme "tecniche" per permettere alle auto elettriche di connettersi agli edifici e partecipare al mercato elettrico. Le auto elettriche infatti sono letteralmente delle "batterie elettriche mobili", che potrebbero contribuire alla sicurezza e alla stabilità del sistema elettrico, oltre che a funzionare appunto come accumuli nel momento in cui le fonti di energia rinnovabili producono più del richiesto. Attualmente nei momenti di picco di produzione alcune rinnovabili devono purtroppo essere scollegate perché non vi sono accumulatori a sufficienza per immagazzinare la loro energia. Uno spreco ed un'inefficienza incredibile. Ed indovinate chi ne guadagna? Ciliegina sulla torta, si fa per dire, l'Italia è il peggior Paese UE in termini di incentivi alle auto elettriche! Negli altri Paesi esistono tutta una serie di misure che potrebbero essere replicate in Italia, selezionando le migliori.

Ed ovviamente ricordiamo che, quando si parla di mobilità sostenibile non si deve compiere l'errore di pensare alla mera sostituzione del parco auto benzina/gasolio/gas con altrettante auto elettriche. Certamente queste ultime devono sostituirsi alle precedenti (parlando alle tasche dei consumatori, ricordiamo che, a livello di combustibile, si spendono circa 8 centesimi di euro al Km con le auto comuni, contro circa 1 centesimo al km delle elettriche), ma si deve implementare un sistema con molto, molto più trasporto pubblico (sopratutto su rotaie; l’Italia ha il 52% in meno di di metropolitane e il 68% in meno di reti tramviarie rispetto alla media europea - fonte), molta più condivisione (il cosidetto car sharing/car pooling) e molta più mobilità leggera (almeno urbana), recuperando quello che nel resto d'europa è stato recuperato da tempo, cioè le bici, che però ovviamente devono poter circolare in sicurezza.

Assistiamo invece ad una politica sulla mobilità pessima, di cortissimo respiro, che tra l'altro non favorisce affatto quell'enorme tessuto di aziende italiane che hanno enormi capacità nel settore. A titolo di esempio pensate che il Governo cinese ha recentemente ordinato ad una ditta italiana 650mila motori elettrici per equipaggiare altrettante vetture di servizio cinesi.

Il M5S invece continua e continuerà a perseguire politiche di efficienza energetica, fonti rinnovabili e modalità sostenibile, ed a tenervi informati, e se personalmente volete valutare l'acquisto di un'auto elettrica, vi ricordo che esistono già degli efficaci Gruppi d'Acquisto che permettono risparmi di qualche migliaio di euro, mentre da gennaio 2016 è possibile anche effettuare il cosidetto “retrofit” delle vetture, cioè togliere il motore a scoppio sostituendolo con quello elettrico.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

16 Gen 2017, 16:11 | Scrivi | Commenti (117) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 117


Tags: auto elettriche, corte dei conti, m5s, mobilità, mobilità elettrica

Commenti

 

Ma io trovo diverse incongruenze non ho fatto caso alla data dell'articolo ma vi posso dire da esperto del settore che Enel ha preso soldoni dalla comunità europea e solo perché sono stati fatti bandi ad DOC per Agevolare Enel. Io vi faccio solo una riflessione Enel=SIP anni ottanta per le cabine telefoniche, sveglia tutti qui siamo nel 2017 e nel libero mercato delle utenze in Italia credo il Decreto Bersani se non erro. Vi ricordate le cabine telefoniche che si poteva accedere alle telefonate grazie ad un gettone che era gestito dalla SIP ? Be se non ve lo ricordate andate a chiederlo alla Mamma che vi spiegherà Meglio!!!

Alessandro 17.10.17 14:43| 
 |
Rispondi al commento

ciao

dal prestito di due anni, la banca Credit Mutuel sta facendo una buona cosa nel nostro paese l'Italia. questa banca sta facendo tutto pronto per i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito. Quindi ho preso a condividere questo messaggio, questa azione della banca non viene riconosciuto il nostro stato. Quindi, se si ha realmente bisogno di prestito, vi chiedo di contattare in questa e-mail perché hanno pronti a fare diversi persona troppo.

Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

maria 01 gianni, molise Commentatore certificato 21.01.17 17:07| 
 |
Rispondi al commento

È necessario che il prestito, potete contattarci su questa e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

LOIC durois, molise Commentatore certificato 21.01.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Ciao Mr / Mrs / Ms
E ' con profonda gratitudine che ringrazio
portare qui la mia testimonianza, È che sono alla ricerca
pronti i soldi, non so come condividere con voi
la mia gioia perché me di essere ancora alla ricerca per il prestito, io sono
cadde sulla Signora Anissa KHERALLAH donna d'affari. Lei mi ha concesso
un prestito di 20.000 euro è ho parlato
diversi colleghi che hanno anche ricevuto prestiti in
questo Madame senza preoccupazioni. Soprattutto a me,
Ho ricevuto la mia domanda di credito, tramite bonifico bancario in un
durata di 72 ore senza protocollo e sono abbastanza
soddisfatto. Il motivo che mi spinge a pubblicare questo annuncio
è questa donna continua a fare
meraviglie per le persone che sono veramente nel bisogno.
Così ho deciso di condividere questa opportunità
che non hanno il favore delle banche, o che aveva dovuto
fare finanziatori disonesti che fanno abuso
la personalità degli altri; hai un progetto o di un bisogno
il finanziamento, è possibile scrivere a lui e spiegare a lui
la vostra situazione, vi aiuterà se lei è convinto di
la tua onestà. Ecco la sua email : developpement.aide@gmail.com

pik sousana rosa Commentatore certificato 19.01.17 10:05| 
 |
Rispondi al commento

E se invece delle comuque lente colonnine di ricarica si usasse la sostituzione veloce delle batterie, non sarebbe meglio?

Si paga il noleggio della batteria e il costo di ricarica, e al "distributore" ti sostituiscono la batteria esaurita con una carica.

Basterebbe imporre uno standard unico per dimensioni, posizionamento (es: in un tunnel centrale longitudinale), e carica unitaria delle batterie!

Poi comunque e' piu' facile tnere sotto controllo l'inquinamneto prodotto da una grossa centrale elettrica piuttosto che di migliaia di autovetture...... salvo bustarelle.

Enrico Richetti, Carmagnola (To) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 18.01.17 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Continuare a sentire ancora parlare di "Piantumazione di Colonnine", Car Sharing o di vetture usate come stoccaggio, mi da l'idea che in materia di Mobilità Elettrica e Energia sostenibile, l'imprinting imposto dagli "Interessi Forti" è ormai difficile da contrastare. Quello che mi dispiace è che una materia complessa sia tecnicamente che culturalmente venga trattata per luoghi comuni o asserzioni "dogmatiche" senza alcun elemento di analisi o approfondimento.
Quello di cui non ci si rende conto è che tutto il sistema (Mobilità ed Energia) è fortemente inquinato e forviato in partenza. Si continua per esempio ad insistere sulla necessità di estendere la "PIANTUMAZIONE delle COLONNINE" con una grande disonestà intellettuale e tecnica. Il primo punto che viene sottaciuto di enorme rilevanza politica è che il Piano Nazionale Installazione Ricariche Elettriche è stato promosso dalla EX Ministra Guidi, Enel, Eni ... in una situazione di "PERFETTO CONFLITTO D'INTERESSI" . La Sig.ra GUIDI è proprietaria della DUCATI ENERGIA il maggior produttore italiano di Colonnine di ricarica, e ha nominato i vertici ENEL e ENI. E' quindi ovvio che ci venga presentata la Piantumazione come l'unico modo per sviluppare la Mobilità Elettrica. Certo nessuno si sogna di spiegare che con le potenze in gioco aumentando le Colonnine bisogna fare enormi investimenti per potenziare la rete elettrica di distribuzione e sviluppare tecnologie costose e sofisticate per gestire i tempi di ricarica, perché è paradossalmente interessi di tutti che che ciò avvenga; Ma la domanda è se questo è veramente necessario non se la pone nessuno o meglio quasi. Io penso che sia necessario un modo "nuovo" per affrontare il Tema Mobilità ed Energia. Mi dispiace che in questa sede non possa rendere pubblico un progetto che in questo momento è al vaglio di diversi amministratori del M5S che potrebbe cambiare radicalmente l'approccio.

Giovanni Velato, Roma Commentatore certificato 17.01.17 13:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Www.e-corner.eu


sull'euro e sul "ce lo chiede l'europa":

un esempio:

un'azienda. uno dei soci si riempie di debiti per farsi i c...zi suoi. coca, troie, lusso etcetc.
siccome l'azienda e' strutturata in modo che i debiti di un socio in qualche modo ricadono sugli altri, qeusti fanno pressioni sul socio indebitato per ridurre i suoi debiti.

il tipo cosi',non smette di scialacquare. ma quando torna a casa, dice ai familiari: da domani si mangia pane e cicoria. ce lo chiedono i soci dell'azienda, colpa loro.

la legge fornero? a noi l'europa ci chiese di rimettere a posto i conti, siamo stati noi a farlo con la legge fornero. l'europa puo' solo stare addosso perche' i vari stati rispettino i parametri concordati. come farlo, e' farina del sacco di ogni stato. li' l'europa non ha nessun diritto di interporsi ai vari governi.

il nostro apparato politico ha deciso di far pagare a noi. b4rlusconi lo disse: "il debito? non ci preoccupa, perche' i risparmi degli italiani sono di 3500 miliardi". ragioniamo su questa frase.l il suo significato.
sono loro, non l'europa.

p.s. e' ad es dal 1999 che l'euriopa ci chiede una legge contro la corruzione, e sono 18 anni che l'italia fqa orecchie da mercante.

altra considerazione: non mi sembra che la competizione per la spogliazione dei diritti dei lavoratori la stiamo facendo con l'olanda o la danimarca, ma con l'albania e il vietnam.
tutta farina del sacco italiota.

carlo 17.01.17 11:34| 
 |
Rispondi al commento

Il Marpione quando lo stato ha chiuso i rubinetti per finanziare la Fiat, ha portato via tutto e adesso porta via anche laparte amministrativa e quindi le tasse non le paga certo all'italia. Fiat e Wolvaghen producevano lo stesso numero di auto ma la tedesca sempre in attivo, l'italiana sempre a picco, come mai? Gli Agnelli strapieni di miliardi. Tutto all'italiana, finchè dura. Se l'auto elettrica interessasse economicamente ai potenti avrebbe uno sviluppo enorme con costi alla portata di quasi tutti, ma se non interessa resterà un bel sogno come il solare, il fotovoltaico dissolti in una bolla di sapone. Il vero risparmio è la lotta allo spreco in tutti i settori, cominciando dall'apparato politico. Tempaddietro ho visto le spese del quirinale, non so come facciano a spendere tutti quei soldi.

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 17.01.17 11:24| 
 |
Rispondi al commento

Contro Delrio che stupidamente fa un'alzata di scudi a favore di una presunta sovranità italiana...

Rorro David: L'italia NON è uno stato "sovrano" ma uno stato "satellite"
Per "Stato sovrano" si intende uno "Stato indipendente" che, in posizione di uguaglianza con gli altri stati, è in grado di determinare e gestire a proprio piacimento , la propria "sovranità politica" , "monetaria" e "territoriale" , senza influenze internazionale. Per "stato satellite", al contrario di uno stato indipendente , si intende una nazione che è "formalmente sovrana" ,
ma che in realtà a ceduto le proprie "sovranità" ad una più grande potenza che le gestisce a proprio uso e consumo , limitandone cosi le scelte interne.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.01.17 10:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Per questo tipo di progetti è che diventa necesario un governo del M5S... perché per poter ridisegnare la nostra società e necesario avere le mani libere!

Maria Y., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 17.01.17 10:26| 
 |
Rispondi al commento

sul cosiddetto protezionismo:


se io, semplice cittadino italiano, vado ad es in vacanza in india, e sempre tanto per fare un esempio mi compero qualche metro di seta per farmi delle lenzuola, quando torno in italia, alla dogana del'aeroporto mi fanno pagare l'iva. e molto probabilmente, non sul reale costo sostenhuto per comperare la seta, ma su quello che costa in italia.

lo stesso non vedo perche' non debba essere per l'azienda che importa merce dall'estero, oltretutto facendolo per lucro.
e lo stesso si puo' fare, senza nessuno scandalo, anche per i servizi. tu azienda apri in albania un call center? paghi per portare quel servizio in italia.
mi sembra logico e ben fatto e non c'e' nessun motivo perche' non debba essere cosi'.

carlo 17.01.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Voi pretendete che un partito come il Pd, che di politiche di investimento e di economia in genere non ha mai capito niente, risolva di colpo i problemi economici dell' Italia. Ovviamente non vi e' riuscito. In questo il Pd non ha colpa alcuna perche' tutto quanto ruota intorno al mondo capitalista e' completamente estraneo al dna del Pd, storicamente estraneo. Tutti sappiamo che il credo ideologico del Pd si e' formato su un unico testo, il Capitale di Marx, le cui analisi sono state ampiamente e severamente contestate gia' da esponenti marxisti. Il Pd ha di fatto dimostrato di conoscere una sola cosa, tentare inutilmente di risolvere i problemi economici del Paese attraverso la tassazione. E oggi ci troviamo tutti oberati di tasse, con aziende andate in malora perche' incapaci di far fronte alla pressione fiscale, con un numero record di imprenditori che si sono suicidati, con un tasso di disoccupazione da far venire i brividi, con salari da fame e con un numero sempre crescente di famiglie costrette a ricorrere alle mense dei poveri. Il Pd ha quindi pensato bene di destinare le poche risorse del Paese ai migranti, come se l[ Italia nuotasse nell' oro. A questo punto si deve dedurre che chi continuera' a votare Pd viva fuori dal mondo, incapace di rendersi conto che le cose devono radicalmente cambiare.

Francesco C. Commentatore certificato 17.01.17 10:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' inutile girarci attorno, dobbiamo ammettere che la colpa principale è da addebitare a Eva, colpevole di aver voluto spingere Adamo a mangiare insieme a Lei quel voluttuoso frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male.

gianfranco chiarello 17.01.17 09:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo è il momento per il M5S, di decidere quello che vorrà fare da grande.

Vista l'irrealizzabile prospettiva di poter governare da soli, è indispensabile cercare un dialogo con delle forze politiche, al fine di realizzare un programma comune di Governo, finalizzato a determinati e limitati punti:

1)lotta alla corruzione ed al malaffare, mettendo mani ad una radicale Riforma della Giustizia;
2)Reddito di Cittadinanza;
3)Riforma della Costituzione, con introduzione di una massiccia dose di Democrazia Diretta, vincolo di due mandati elettivi, decadenza se si esce dal gruppo politico in cui si è stati eletti, eliminare definitivamente il Senato;
4)netta presa di distanza da questa moneta (Euro) e da questa fasulla Unione Europea;
5)lotta all'immigrazione clandestina.

Isolarsi, invece, significa solo vegetare alle spalle dei cittadini, esattamente come fanno tanti altri.

gianfranco chiarello 17.01.17 09:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Sogno un paese ,che tramite sms, manda una scossa elettrica nel basso-ventre, ai politici e banchieri responsabili di aver prestato soldi senza garanzie a dei marpioni , svuotando banche.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 17.01.17 09:17| 
 |
Rispondi al commento

“Sogno un Paese dove il governo trova in 24 ore 20 miliardi per le vittime del terremoto e istituisce un sms solidale per salvare MPS".

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.01.17 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Tra le bufale del 2017 mettiamo in prima fila quelle di Delrio che sul caso Fiat, dice che non ci facciamo dare ordini dalla Germania perché difendiamo la nostra sovranità

Thiglat Pileser
Ci trattano come esattamente si merita la nostra classe politica degli ultimi 25 anni, e l'argomento è una multinazionale straniera che ci ha scroccato soldi per quasi un secolo, ha distrutto i diritti dei lavoratori e poi se ne è scappata via......e adesso paghiamo ancora noi??
.
libero948
Del Rio mi spieghi la sovranità dell'Italia, Ci hanno imposto, Olio di Oliva Africano, Mandarini Africani, Pomodori Cinesi, Noci Australiane, avete svenduto l'Italia alla Francia, le maggiore industrie le avete fatte scappare all'Estero, non sapete fare rispettare il Made in Italy in Europa.. Ma per favore..

.
Viviana
e aggiungiamo che Renzi e Calenda già firmatari di TTIP (che favorisce le merci americane) e Ceta (che favorisce le merci canadesi) stavano per firmare il Mes con la Cina per farci invadere dalle merci cinesi. Sarebbe questa la difesa della sovranità nazionale ovvero la difesa degli interessi dell'Italia???

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.01.17 08:55| 
 |
Rispondi al commento

O.T.:

TRA I PRIMI CLANDESTINI

entrati nelle Americhe senza chiedere permesso e quindi da espellere immediatamente ci sono:

britannici,
portoghesi,
spagnoli,
olandesi... ...

... se volete essere onesti!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 17.01.17 08:54| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Incominciamo dai comuni 5Stelle (Roma, Torino, Livorno, Parma ecc.). Come nelle città nord europee da una certa data si consente la circolazione solo a veicoli a inquinamento zero. Diamo l'esempio e vediamo se qualcuno ha il coraggio di obbiettare.

e 17.01.17 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Solo per rispetto della verità.

In un vero Paese democratico, la sovranità appartiene al popolo, in Italia, invece, per volere dei cosiddetti padri costituenti, la sovranità appartiene ai partiti politici, ed ai loro rappresentanti (parlamentari).
Per questo Beppe Grillo auspicava una dose massiccia di Democrazia Diretta.

gianfranco chiarello 17.01.17 08:39| 
 |
Rispondi al commento

-Netta opposizione alla globalizzazione e ai trattati TTIP;
-pesanti critiche alla NATO e all'ONU;
-plauso alla Brexit e chiare indicazioni a diffidare di questa dannosa Unione Europea, asservita solo agli interessi della Germania;
-lotta senza quartiere all'immigrazione clandestina.

Se questo è il tuo bigliettino da visita, non posso che augurarti benvenuto Donald Trump.

gianfranco chiarello 17.01.17 08:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Viviana
Delrio dice che siamo uno Stato sovrano. Veda, Ministro, sovrano non vuol dire monarchico o lobbista.
In una democrazia la sovranità appartiene al popolo. L'origine e il fondamento di ogni potere pubblico è il popolo. Sovranità popolare significa anche che il popolo dovrebbe essere il destinatario delle attività dei pubblici poteri: leggi, sentenze, atti amministrativi che servono a curare gli interessi dei cittadini. I cittadini, non gli Stati stranieri, i potenti, i politici, le multinazionali o le lobby.
.
nuanda
Siamo un paese sovrano solo quando c'è da difendere la Fiat. Che sta negli USA (Le idee di sovranità di Delrio sono alquanto confuse)
.
Andrea Binetti
Quando la FIAT ha delocalizzato le produzioni in Brasile o in Polonia nessuno si è mosso, quando la FIAT spostava sede legale e fiscale all'estero per eludere le tasse il governo non ha mosso un dito e ora gli stessi ciarlatani sono sul piede di guerra per difendere una multinazionale straniera che truffava per inquinare di più.
Ma siete lì per difendere gli interessi dei cittadini italiani o dei lobbisti a cui fate riferimento?
.
Viviana
Provate a cercare su google 'Delrio facebook'
E' ammirevole vedere come tutti i post siano elogiativi di Delrio, nemmeno una critica piccola così. E' il concetto di democrazia che ha questa banda a delinquere, Renzi & C. Un pensiero unico e all'inferno le differenze!
.
Alexone1
L'"Italia è sovrana" suona un po' come "Cicciolina è vergine".
In questi ultimi anni dobbiamo dovuto chiedere all'Europa pure se potevamo andarci a fare una pizza. Ogni minima cosa abbiamo richiesto autorizzazione a Berlino e per ogni problema abbiamo atteso invano le mitologiche "soluzioni europee" (mai viste ovviamente).
Delrio, ci faccia il piacere per cortesia. Non offenda ulteriormente l'intelligenza residua degli italiani. Il PD non sa neanche dove sta di casa l'interesse nazionale.
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.01.17 08:29| 
 |
Rispondi al commento

ZITTA VIVI!

Adesso parla Lui!

https://www.youtube.com/watch?v=7MeLILBONKI

Buenos Dias!

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 17.01.17 08:28| 
 |
Rispondi al commento

La Germania travolta dallo scandalo delle emissioni truccate della Vokswagen attacca la Fiat per tre modelli che avrebbero lo stesso problema e intima il loro ritiro. Il ministro dei trasporti Delrio ribadisce vantando i diritti di sovranità italiani.
Delrio rivendica i diritti sovrani dell’Italia.

Delrio chi? Quello che è stato fotografato con grossi esponenti della mafia? Quello che ha elogiato il ponte sullo Stretto? Quello che ha negato la presenza della 'ndrangheta in Sicilia? Quello che ha detto: "Non abbiamo nessuna sudditanza con le case automobilistiche"? Quello che ha detto "Diamo soldi alle banche per evitare nuovi poveri, ma il Pd non si piega alla finanza"? Quello che dichiarò alla stampa che entro dicembre (scorso) la Salerno- Reggio Calabria sarebbe finita? Quello che ha detto che la ricostruzione dal terremoto era prioritaria? Quello che ha detto che lo scandalo degli appalti in Italia si poteva migliorare con 'piccole' modifiche? Quello che ha detto sì all'elezione diretta dei senatori e poi ha detto sì alla cancellazione dei diritti elettorali? Chissà perché ogni volta che sto per scrivere Delrio mi esce Delirio!
.
Fra'Diavolo
ma piantala siamo "sovrani" solo per difendere agnelli e marchionne

grognard
per intrecci di potere sono costretti a difendere una società con sede in Olanda e che paga le tasse in Inghilterra
manco nelle repubbliche delle banane, almeno quelle le producono in loco

donatella.savastafiore
“La proposta tedesca è irricevibile non si danno ordini ad un Paese sovrano come l’Italia”. D'accordo, signor ministro, ma allora perché l'Italia ha obbedito ciecamente agli ordini dell'Europa quando si è trattato di togliere la pensione a tutti i lavoratori con la legge Fornero? La sovranità del nostro paese è a fisarmonica? Si allarga quando si tratta della Fiat e si stringe quando si tratta dei diritti dei lavoratori?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.01.17 08:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Severità e ancora Severità, se necessario, per far sparire la genia dei ladri. Far Tornare Roma alla grandezza e ai fasti dei Cesari. Cacciare per sempre chi ha occupato rubando e disperdendo storia e civiltà ai quattro venti. Nessuno si sta pentendo di aver votato la Raggi. I bugiardi pennivendoli di regime che scrivono a comando per diffamare e gettare fango sono i primi che dovranno essere cacciati nell'ignominia. La pacchia ladresca è finita e sono tanti a sentirsi con l'acqua alla gola. Ne inventano di tutte e un diluvio li sommergetà. I ladri di regime troveranno le legioni dei Cesari ad attenderli nel redde rationem e non è da escludere che il vecchio Colosseo possa servire ancora. L'alto tradimento degli interesi sostanziali delo Stato e dei Cittadini dovrà essere pagato come previsto dalla Legge. Nessun dorma e nessuno pensi di farla franca. Ad attendervi l'elenco degli articoli del Codice Penale dei delitti contro la Personalistà dello Stato. Per l'alto tradimento in combutta con potenza straniera e per azioni contro l'interesse sostanziale dello Stato è previsto l'ergasoto.

Fabrizio ., Milano Commentatore certificato 17.01.17 04:17| 
 |
Rispondi al commento

Di iniziative molto interessanti in Italia sono già in essere e potrebbero con poco essere potenziate ed incentivate. Oggi è attivo un servizio di car sharing elettrico a flusso libero già attivo su Roma,Firenze,Milano con 1500 veicoli elettrici senza aiuto di nessuno.
Toc Toc italia sveglia!!!
Queste attività dovrebbero essere almeno considerate e aiutate e non danneggiate ma almeno con questo articolo si inizia a parlarne. Grazie almeno dello sforzo

Emiliano Niccolai 17.01.17 02:16| 
 |
Rispondi al commento

A proposito di auto elettriche c'e' stato qualcuno che ha tentato un' approccio diverso e che purtroppo e' morto poco tempo dopo aver pubblicato il suo video...In uno dei commenti velenosamente negativi si sostiene che il motore non sia mai stato scollegato dalla presa. In realta' il cavo che si vede ancora collegato appena dietro il tavolo e' connesso alla batteria a terra che, come e' spiegato nello stesso video, ha il solo compito di dare l'avvio al motore (magnetico). Un semplice sistema di "messa in moto". Noi sempre indietro. Buon divertimento e vai con il link: https://www.youtube.com/watch?v=X9d2VKXhcgs

Francesco C. Commentatore certificato 17.01.17 02:06| 
 |
Rispondi al commento

Il Marpionne ci ha fregato di nuovo. Con una scarpa a Detroit e una tra i tulipani riesce a far richiedere giustificazioni da tedeschi ed euroburocrati. Quell'uomo è un genio. Svicolone tutto a mancina
P.s.: qua di elettrico mi sa che serve solo la sedia;)

D. Pavan Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.01.17 00:56| 
 |
Rispondi al commento

BASTA!

Adesso parla Lei:

https://www.youtube.com/watch?v=_1jL8A20H_k

Buenas Noches.

Ernesto✰✰✰✰✰ - La Habana 17.01.17 00:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Sulla mobilità elettrica l’Italia è ferma al palo."!...
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Eureka!... basterà inventare il "palo" elettrico mobile! .-)))

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.01.17 00:23| 
 |
Rispondi al commento

Bisognerebbe inventare un'auto che si autoricarica con il suo stesso movimento!... tipo quegli orologi meccanici di un tempo che si ricaricavano con il movimento del polso!...
Magari riuscendo a trovare un rapporto ottimale fra il peso del veicolo e l'energia ricaricabile tale che si stabilisca una sorta di movimento perpetuo di origine... controllata! .-)))


Magari fossimo gli ultimi solo per la mobilità sostenibile, siamo ultimi su tutto quello che è legale, onesto e primi su tutto quello che serve per distruggere il bel paese diventato il merd paese.

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 17.01.17 00:04| 
 |
Rispondi al commento

riguardo le colonnine quasi tutti i distributori sel metano sono in grado di metterle perché il metano comporta l'utilizzo di impianti elettrici sovradimensionati intorno a 50kw per i piccolissimi fino a 500kwatt e più per quelli grandi.

per loro mettere le colonnine è semplice solo che poi chi le aspetta tutte quelle ore?

meglio caricare a casa la notte o nel parcheggio del lavoro quando sei in ufficio o in fabbrica.

solare solari 16.01.17 23:48| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/EvVzGAxC1Fo

sabino sergio 16.01.17 23:47| 
 |
Rispondi al commento

..l'energia elettrica per ricaricare le automobili, spero non si produca col nucleare o con combustibili ...fossili..eh ?

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 16.01.17 23:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

nel nordi italia ci sono diverse ditte che giò qualche anno fa si sono mobilitate per creare dei kit di trasformazione delle auto tradizionali in auto elettriche con costi molto inferiori alla macchina nata direttamente elettrica ( illogico ma è così e non si sa perché a meno di non voler pensare male e fare peccato ).

purtroppo, nonostante l'iteressamenteo di varie camere di commercio e artigianato ... c'è un blocco a livello governativo che .....

se sbloccate vi posso dire che è già pronto un kit anche per le auto d'epoca come la macchina di fantozzi e altre ....

sbloccate a livello governativo e tutto procederà in tempi brevi sopratutto per chi ha i pannelli solari per la ricarica delle auto.

cattivelli cattivello 16.01.17 23:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

riguardo la storia della fiat e del governo tedesco.

1 che i tedeschi si guardino per loro.

2 se vuoi una macchina potente non puoi non inquinare

3 la stessa auto in USA inquina di più perché hanno del carburante molto meno raffinato di quello europeo e dunque che si diano una mossa loro a migliorarlo.

3 le auto USA inquinanno molto di più di quelle UE però di auto usa in UE quasi zero mentre gli ammericani palancari ambiscono all'auto italiana e dunque è un fattore di protezionismo belleo e buono.

4 volendo risolvere il problema basterebbe una piccolissima integrazione di HHO oppure ridurre la potenza dei motori ma dopo gli ammericani non le vorrebbero le nostre auto che gli piace correre come pazzi....

5 e utlimo punto manon da meno degli altri***** MA LA FIAT E MINGHIINNE NON ERANO DOVENTATO OLANDESI?.... SE LE TASSE LE PAGANO LA SAREBBE PIU GIUSTO CHE SE NE OCCUPI L'OLANDA!!!!*****

altrimenti che tornino a pagare le tasse qui e a produrre qui!

cattivelli cattivello 16.01.17 23:22| 
 |
Rispondi al commento

Lo stato dove li prende i soldi se non dai carburanti con le accise,non ha interessi a cambiare registro potrebbe fallire.

Rubino Antonio 16.01.17 23:20| 
 |
Rispondi al commento

Le auto "ad induzione".
Tra 10 anni le auto elettriche si ricaricheranno wireless, ovunque.


http://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/auto-elettriche-ricarica


p.s le sette sorelle permettendo, che si sono sposate ed adesso hanno 150 nipotine.


ciao,fanno le guerre per accaparrarsi il petrolio e noi ci domandiamo perche' le auto eletriche stentano ad entrare nei mercati.......

giuliano da jesi 16.01.17 23:01| 
 |
Rispondi al commento

Compriamo tutti macchine elettriche!
...si lo so, sono più costose...le assicurazioni pessime, le colonnine scarseggiano. MA magari le compriamo a rate...CI INDEBITIAMO PER UNA GIUSTA CAUSA!

Quì invece ci indebitano per salvare de benedetti!

Scherzi a parte, se riusciamo ad andare al governo, solo così voleremo sulle rinnovabili!

ivo montefiore, Roma Commentatore certificato 16.01.17 22:11| 
 |
Rispondi al commento

Finché Marchionne non sarà pronto con le sue automobiline elettriche le colonnine di ricarica le vedremo con il cannocchiale. Poi quando, bontà Sua , le produrrà, spunteranno come funghi e, miracolosamente, non si troverà più un distributore di benzina, gasolio e gas . Così va il mondo .....

Paolo C., Roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 22:05| 
 |
Rispondi al commento

Come al solito la BUFALA lilli offre sul vassoio

i prodotti di BUFALA ai soliti giornalisti ANTI 5S.

(COMPRESO Scanzi) Bufala lilli e del ministro lotti

indagato per divulgazione di segreto perchè non ne

parli?

matteo pidi 16.01.17 21:46| 
 |
Rispondi al commento

sono cattivo.. sarà mica che la Fiat ha il fiatone sulle elettriche e sulle ibride?.. a pensar amle si fa peccato ma si indovina...

Aldo ., Marene (CN) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 16.01.17 21:42| 
 |
Rispondi al commento

Il JFK e' largo 6 Km e largo quasi 3 .

La citta' di Verona e' grande uguale.

Qualcuno esperto di "mobilita' sostenibile" mi sa spiegare perche' nell'aeroporto JFK mi muovo sui tapis-roulants e a Verona vogliono far passare un megabus per la citta' , naturalmente "rigorosamente elettrico" ?

La cosa che colpisce e' la insipienza dei nostri "espertoni" che non vedono le soluzioni pratiche ed economiche che altrove si mettono in funzione a parita' di dimensioni.

Mi ripeto: non si possono copiare le soluzioni di altri , sopratutto se di diversa realta' dimensionale .

Per i consiglieri comunali di Verona:
il JFK e' uno degli aeroporti internazionali di New York (USA)

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 16.01.17 21:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2017/1/16/SONDAGGI-ELETTORALI-E-POLITICI-News-futuro-Pd-Renzi-deve-dimettersi-da-segretario-Ultime-notizie-oggi-16-gennaio-2017-/742680/

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 16.01.17 21:38| 
 |
Rispondi al commento

In Italia solo il 50% del fabbisogno di energia elettrica è coperto dall'utilizzo di fonti rinnovabili... per cui prima di utilizzare l'energia elettrica per le automobili non sarebbe opportuno coprire tutto il fabbisogno energetico?
Altrimenti va a finire che l'automobile non inquina il luogo in cui la guido ma inquina il luogo dove la centrale termoelettrica (a carbone!!!) produce l'energia che utilizzo.
Un' altra cosa evitiamo di dare numeri a vanvera ... a meno che non ricordo male una batteria per una macchina elettrica (24 Kwh) permette un autonomia di circa 160 Km .. ora se un Kw costa 0,3 € il costo totale della ricarica della batteria sarebbe di 7,2 € che divisi per 160 km fanno 4,5 centesimi di euro (non un centesimo come erroneamente affermato) dato che è in linea con il fatto che con un'auto elettrica si risparmia fino al 50%... fermo restando che l'energia provenga da una fonte rinnovabile

Grazie

P.M. 16.01.17 21:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nel lungo periodo saremo tutti morti.

-John Maynard Keynes-


La storia degli inquinamenti fa ridere perché le auto di produzione USA inquinano molto di più...sono guerre di altro genere non legate alla verità ma all' interesse..

undefiito undefiniti 16.01.17 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Il nostro Beppe si batte da 45 anni su questo tema!

E da sempre ti fanno fuori, dal sistema, dalla tv, dalla vita (c'è anche chi l'ha persa per queste battaglie contro i signori del petrolio).

Noi che odiamo il mitra e la guerra, e che pigroni(!) siamo ancora convinti giustamente che un viaggio di mille chilometri inizia da un solo primo e piccolo passo, nel supermercato facendo la spesa o in un autoconcessionario iniziamo a fare la nostra Rivoluzione! Se tutti si comprassero auto elettriche sarebbero costretti a moltiplicare le colonnine elettriche di ricarica auto!

ivo montefiore, Roma Commentatore certificato 16.01.17 21:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Chiacchiere e chiacchiere ma non si arriva al punto.

L'assicurazione è troppo cara nonostante che incidenti praticamente nulli.

Se una auto che costa il doppio con poca autonomia e che va pianissimo deve pagare cosi tanto di rassicurazione.... Ma chi la piglia!

undefiito undefiniti 16.01.17 21:19| 
 |
Rispondi al commento

a proposito dei dati che parrebbero truccati sui motori fiat doblò, 500 e jeep renegade

il ministro Delrio respingendo le accuse dei tedeschi ha affermato pubblicamente che l'Italia è un paese sovrano

non sarà x caso un'altra bufala e vai con le mozzarelle

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 16.01.17 21:06| 
 |
Rispondi al commento

l'italia, culturalmente, e' il paese dove la retorica (il saper parlare) si e' fatta "arte".

fin da bambini, a scuola, ci hanno insegnato a privilegiare la forma piuttosto che i contenuti.

fa aprte della nostrsa cultura. solo che la "retporica" puo' assumere aspetti inquietanti. puo' diventare "l'arte dell'infarloccamento". cosi', ci si ritrova come classe dirigente persone molto abili nel parlare (ricordo che da piccoli si teneva in grande considerazione chi, nella compagnia, "metteva in buca" gli altri, nelle discussioni, anche se casomai sparava minchiate a ripetizione), ma incapaci a fare quello che veramente dovrebbero saper fare.

da altre parti, sono piu' realisti, pragmatici. meno chiacchiere e piu' fatti. purtroppo da noi, ora, per il 90% delle volte, la capacita' retorica viene utilizzata per fottere.

e poi ci ionventiamo formule, sempre grazie alla retorica, che blindano i successi dei malfattori, tipo: "mi avete votato, cazzi vostri, faccio quello che voglio e se ne riparla tra 5 anni".
quante volte l'abbiampos entita quella frase, casomai nno detta cosi', ma il concetto era quello. in parole povere, nel momento del voto sparare piu' minchiate possibili, per farsi votare, poi ciao e va bene cosi'.
e i boccaloni fessi a crederci.

naturalmente la classe dirigente e', a parte la chiacchiera, nel migliore dei casi di incapaci, se non di persone in malafede.

carlo 16.01.17 20:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In un Paese governato da incompetenti e/o corrotti che pensano esclusivamente al proprio tornaconto fare progetti a lungo termine diventa impossibile. Per poter guarire l'ambiente prima dobbiamo necessariamente abbattere l'attuale sistema malato che "governa" il Paese da parecchi decenni. Sempre che non si abbia già superato il punto di non ritorno...

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono delle falsità dei media sul sondaggio delle citta virtuose! Guarda caso, hanno riesumato parma con pizzarotti (incredibile) Ma che lo domina sto giornale estero ?Roma penultima? Da quando? Incredibile sondaggio stupido, dove sono napoli, reggio, gioia tauro. salerno, napoli ec. ecc. INCREDIBILI IPOCRITI!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 16.01.17 20:08| 
 |
Rispondi al commento

E' triste dirlo...ma purtroppo in Italia siamo gli ultimi anche su molte altre cose....e questo ovviamente grazie al gruppetto di malviventi che si e' impossessato dei palazzi di Governo....fanno credere a tutti di essere degli amministratori, dei risolutori, dei ben pensanti che trovano soluzioni per il nostro futuro......impongono ai media di far notare se tolgono 10 centesimi di tasse, ma gli impongono nello stesso istante di non dare risalto alle notizie sugli arresti o indagati per truffa quelli del PD....o di nuove tasse che era programmato entrassero in vigore....cosi' da scaricare le colpe su altri.......abbiamo questo gruppetto da eliminare.....sono delle piccole formiche che divorano tutto cio' che incontrano.....se ne fregano di tutti, tranne nelle settimane precedenti alle elezioni.....LA CAUSA DEL PERCHE' IN ITALIA I MIGLIORI SE NE VANNO, DEL PERCHE' SIAMO ULTIMI IN QUASI TUTTO E' QUESTA.....E' PER COLAP DEI NOSTRI POLITICI.....DEL GRUPPETTO DI DELINQUENTI CHE SI SPACCIANO PER POLITICI......mandiamo la Polizia, i Carabinieri, la Guardia di Finanza AD ARRESTARLI TUTTI..........AVREMO RISOLTO L'80% DEI NOSTRI PROBLEMI!

fabio S., roma Commentatore certificato 16.01.17 19:37| 
 |
Rispondi al commento

un vero peccato per noi!

Gustavo Woltmann 16.01.17 19:23| 
 |
Rispondi al commento

MA questa è una visione; prendere la luce del sole e trasformarla in calore, energia, movimento. Il tutto fatto in maniera intelligente, aria e acqua puliti, lavoro vero, di costruzione, di manutenzione e di crescita, risparmio.

Andrea De Iaco (salanitru), Sannicola Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 16.01.17 19:20| 
 |
Rispondi al commento

“Troppa burocrazia.” concordo.
@ PortaVoce Girotto,
se mi indica -in quale luogo della Rete- gli iscritti possono -interegire- con gli eletti,
sarei lieta di valutare -tutti insieme- il punto 4 del seguente Programma

Titolo
La sovranità appartiene al popolo - Democrazia Diretta - Ognuno conta uno

Premessa
Il M5S, nato per realizzare la Democrazia Diretta, si impegna ad operare gli interventi necessari affinché la Costituzione conferisca al popolo una reale sovranità esercitata attraverso PortaVoce - terminali dei cittadini nelle Istituzioni- locali, nazionali od europee. Per agevolare l’esercizio della sovranità, ad ogni elettore verrà fornita gratuitamente una firma digitale di accesso alla Piattaforma e-democracy anti delega, uno spazio dove ognuno conta uno in cui potrà dar Voce ai PortaVoce, sia proponendo e votando proposte, sia esprimendosi sul gettito fiscale e su come vadano reperite e investite tali risorse pubbliche.

1) Il M5S intende promuovere un ordinamento Europeo di tipo confederale e realizzare un ordinamento statale di tipo federale. Ordinamenti in cui il potere sia esercitato dal basso verso l'alto.

2) Ogni accordo internazionale che comporti anche una parziale cessione di sovranità, sarà sottoposto a referendum popolare.

3) La riserva aurea appartiene al popolo e verrà dunque custodita in una Banca italiana pubblica il cui Dirigente, eletto in concomitanza con i PortaVoce, avrà il compito di stampare - moneta del popolo italiano - e di gestirla in base a un programma etico-sociale approvato dal popolo.

4) Il M5S procederà alla semplificazione delle procedure amministrative e della vigente normativa.

5) La Magistratura verrà dotata di strumenti e personale tali da abbreviare la durata dei processi specie per reati nella P.A. quali la corruzione e la criminalità economica.

6) Sarà ridiscussa la Convenzione fiscale che esenta da tributi gli immobili del Vaticano.

Buonasera

Tocotto Ottova, Mosca Commentatore certificato 16.01.17 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Senza contare quanto ci perderà il settore turistico: quando la famiglia, diciamo tedesca, olandese o inglese, non potrà più venire in Italia perché la sua è una macchina elettrica, non è che si muoverà col treno o l'aereo, nelle condizioni attuali.

Robert J. Commentatore certificato 16.01.17 19:00| 
 |
Rispondi al commento

da wikipedia del 16 Gennaio 2019

IL MOVIMENTO CINQUE STELLE - SECONDO COMITATO DI LIBERAZIONE NAZIONALE

Il Movimento Cinque Stelle - Secondo Comitato di Liberazione Nazionale (abbreviato in M5S-2°CLN) è un'organizzazione politica italiana nata su iniziativa dei signori Giuseppe Piero Grillo e Gianroberto Casaleggio costituitasi formalmente a Milano il 5 Ottobre 2009 con lo scopo di raccogliere in un unico fronte i cittadini italiani che, pur provenendo da estrazioni sociali diverse e da diverse ideologie, intendevano reagire al completo disfacimento etico ed economico dell'Italia provando a combattere, senza l'uso della violenza, l'ormai pluridecennale occupazione di tutte le Istituzioni italiane da parte dei vari clan partitici ed imprenditoriali che,d'intesa con la quasi totalità dei tradizionali organi di informazione e sotto la regia dei potentati finanziari internazionali, di tale disfacimento erano la causa.

E' da sottolineare che il M5S-2°CLN ha per anni riunito, coordinato e diretto la resistenza italiana di singoli ed autonomi cittadini finanziandosi esclusivamente con le piccole donazioni di denaro provenienti dai cittadini stessi. L'organizzazione non ha mai operato come organismo clandestino ma ebbe finalmente riconosciuti i poteri di governo solo dopo l'ennesima truffa elettorale che portò alla c.d. "Stabilità della Vergogna" ed i 5 giorni di insurrezione nazionale che ne seguirono.

giovanni d., avellino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 18:58| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

TRASPORTI ED EURO. Il nostro programma sulla mobilità sostenibile deve essere comunicato meglio a tutto il popolo italiano che oggi di fatto non lo conosce,i nostri rappresentanti devono intervenire non solo parlando delle solite domande rivolte dai giornalisti di regime, ma anche di ciò che noi vogliamo fare. Sull'EURO,la nostra posizione è insufficiente. Finora abbiamo solo parlato pubblicamente di referendum sull'euro, che è giustissimo. Ma dobbiamo proporre qualcosa: o un euro svalutato al livello delle economie del sud europa, così vediamo cosa fa la Merkel e la Germania, o una moneta diversa che rappresenti le economie più deboli, oppure una radicale modifica dei trattati europei, che mi sembra la cosa più appropriata che preveda negli accordi per l'euro, anche la piena occupazione dei giovani e un livello dei salari adeguato ad un tenore di vita accettabile, nonchè un divieto di ingresso e di commercializzazione di prodotti extraUE che non rispettino le garanzie sanitarie e di qualità che abbiamo in Europa, nonchè l'obbligo per le industrie che mantenendo residenze o anche rapporti finanziari o commerciali nei paesi europei vanno a produrre all'estero di pagare le tasse anche nei paesi ue, da cui esportano tecnologie e sistemi produttivi. Nei trattati economici europei deve essere compreso anche un livello paritario o comunque omologabile di tassazione e di servizi sociali e di istruzione tra i paesi europei Quindi o modifica dei trattati europei, oppure uscita dall'euro. Non solo referendum quindi, ma profonda modifica dei trattati europei che oggi aiutano solo la grande finanza e di cui si avvantaggiano le economie più ricche come la Germania.

fabio menin, Rossano Commentatore certificato 16.01.17 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Trenta miliardi dati ad aziende per decurtare i contributi
Molti dei quali sono stati utilizzati unicamente per raggiri
Quanti posti di lavoro avrebbero organizzato incentivando le attività di fotovoltaico e altre e energie rinnovabili
Sovvenzionando aziende di produzioni di materiali per motori elettrici e le relative colonnine per ricaricare o sostituire le batterie ?

Ed ora il bilancio dello stato deve rintracciarne tre per ottenere l'approvazione
Se li facciano dare dalle lobby che frenano l'innovazione


Rosa Anna 16.01.17 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Allora va tutto bene. Siamo al nostro posto. Come sempre.
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 16.01.17 18:24| 
 |
Rispondi al commento

Una trentina d'anni fà un meccanico di Teolo (Padova) sostituì il motore della sua fiat 500 con uno elettrico di un compressore mantenendo il cambio originale x semplicità di trasmissione e possibilità di affrontare salite ripide, Teolo è nei colli euganei, il mezzo funzionava benissimo, hà anche tentato di omologarlo ma in motorizzazione gli hanno risposto che non era possibile mancando la classe di inquinamento del mezzo, x un privato è ancora così, non è cambiato niente.....

pugnali lucio 16.01.17 18:24| 
 |
Rispondi al commento

POI CI CHIAMANO INESPERTI DELLA POLITICA! INCAPACI ! INEFFICIENTI! Gli esperti (quelli ventennali) hanno DIVORATO TUTTO CON LA LORO RETROGRADA ESPERIENZA! Non voglio più sentire che il m5s è inesperto e inadatto a governare! In 5 anni mettiamo a posto l'italia!

silvana rocca, genova Commentatore certificato 16.01.17 18:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il problema della mancanza di colonnine di ricarica è reale, come anche il costo delle EV., l'autonomia ed i tempi di ricarica che contribuiscono alla mancata crescita del mercato della mobilità elettrica. In realtà sono tutti problemi che si possono facilmente risolvere, con un'unica soluzione, che si chiama "sharing e swapping pack battery" cioè condivisione e scambio del pacco batteria. Ma le case automobilistiche fanno un pò di resistenza perché non vogliono che terze persone possano mettere le mani nel pack battery... Ma dal mio punto di vista lo sviluppo potrebbe proprio partire da questo nuovo modello di mobilità...

Gaetano Galipo' 16.01.17 18:05| 
 |
Rispondi al commento

UNITE QUESTE TRE COSE CHE SAPPIAMO FARE A CASA NOSTRA:SE FACESSIMO DEI KIT PER RICONVERTIRE I MODELLI PIù DIFFUSI CON QUESTA tecnologia, già brevettata e denominata TREV (Turbine-Recharging Electric Vehicle), è di fatto un sistema in serie di tipo range extender. http://www.lastampa.it/2016/08/30/motori/novita/techrules-ufficiale-la-supercar-cinese-sar-prodotta-a-torino-collabora-anche-giugiaro-F0jp5hvAPeEwtEDPITEHPL/pagina.html http://www.fiamm.com/it/southamerica/industrial-batteries/technologies/sodio-cloruro-di-nichel.aspx https://www.riker.it/product-item/smart-riconvertita/

gilberto gismondi 16.01.17 18:03| 
 |
Rispondi al commento

Ot ( ma neanche tanto )

Sharing

zero interventi - zero partecipazione

ottima presentazione

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 18:01| 
 |
Rispondi al commento

si ...ma siamo imbattibili su evasione corruzzione e mafia ...grazie " ai politici esperti" ...che comunque sono super inpegnati per salvarsi il c....pensano solo a quello ..basta ascoltarli

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.01.17 17:53| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda il tema mobilità sostenibile gradirei che Beppe seguisse personalmente ciò che sta accadendo alle porte della capitale con la costruzione dello stadio della A.S. Roma. Non solo problemi di mobilità, ma consumo del suolo, dissesto idrogeologico e relativi danni all'equilibrio dell'eco-sistema.

Grazie e buon MoVimento.

Mauro Orlandi 16.01.17 17:52| 
 |
Rispondi al commento

"Mobilità sostenibile, siamo gli ultimi della classe"!...
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Dopo un po' che saremo al governo...
da "ultimi della classe" passeremo a *primi della scuola*! .-)))

Chip En Sai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.01.17 17:52| 
 |
Rispondi al commento

@ Gi Gi

"indovinate chi ci guadagna"

CHI????

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 16.01.17 17:41| 
 |
Rispondi al commento

Scusate l'ot, ma non trovo da nessuna parte informazioni sulla morte di Ulfkotte. Ma siamo veramente ridotti così male?
Cioè tutta la stampa sta bellamente evitando di commentare la scomparsa del giornalista che ha sputtanato il sistema delle fake news e le manipolazioni varie.

Albano Dario 16.01.17 17:14| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori