Il Blog delle Stelle
L'intelligenza artificiale spiegata alle PMI

L'intelligenza artificiale spiegata alle PMI

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 12

dall'inserto Corriere Economia del 13 novembre 2017: intervista di Francesca Gambarini a Davide Casaleggio

Perché vi siete dedicati all’intelligenza artificiale quest’anno? Perché lo definite un treno da non perdere?

Il mercato dell’intelligenza artificiale varrà 18,3 miliardi di dollari a livello mondiale a fine 2017 e potrà far quasi raddoppiare la crescita del PIL italiano in meno di dieci anni portando ulteriori 200 miliardi di euro di valore aggiunto annuo. Quando alla fine degli anni ’90 si diffuse Internet poche aziende ne colsero subito il valore strategico. Oggi quattro delle dieci società con maggiore capitalizzazione in borsa a livello mondiale sono nate proprio in quegli anni o hanno basato il loro modello di business sulla Rete, innovando e superando società storiche. La principale potenzialità al momento consiste nella combinazione dell’Intelligenza Artificiale con altre innovazioni già a disposizione come l’Internet of Things, il riconoscimento automatizzato di immagini e audio, le Blockchain e gli Smart Contract. Siamo agli albori di una rivoluzione industriale molto più importante e rapida di quelle precedenti. Se le aziende italiane vogliono esserne parte, questo è il momento.

Non è un modello ancora molto distante da molte delle Pmi che rappresentano il tessuto economico italiano?

La genialità, la cura per i dettagli, la passione e la capacità di pensare fuori dagli schemi di molti imprenditori italiani potranno fare la differenza anche in futuro. Nelle nostre costruzioni di scenari futuri per le imprese, ci troviamo a considerare l’Intelligenza Artificiale come una commodity su cui poter costruire nuovi campi di applicazione e creare nuovi mercati. Da anni l’Italia ha perso una posizione di primo piano nello sviluppo tecnologico. Se produrre software non è la cosa che riesce meglio al nostro Paese, questo non significa che non possa diventare uno dei Paesi dove se ne fa l’uso migliore. Sogno una futura Olivetti nel campo delle applicazioni di Intelligenza Artificiale che nasca in Italia e che abbia successo in tutto il mondo. Sarebbe un traino per il Paese.

Nella ricerca vengono definiti 4 ambiti di applicazione dell’intelligenza artificiale in azienda. Ma quanto può impiegare un’azienda a innovare attraverso l’intelligenza artificiale? Qual è lo step più difficoltoso secondo lei?

Nella ricerca abbiamo visto che già oggi esistono applicazioni di Intelligenza Artificiale applicabili a tutti i settori aziendali: dalla relazione con i clienti, al marketing, alla vendita per arrivare all’organizzazione aziendale. Tutti i case study che abbiamo analizzato indicano sempre miglioramenti percentuali nelle due cifre in termini di risparmi di costi o maggiori ricavi per le singoli funzioni a cui sono state applicate queste tecnologie. L’innovazione con l’Intelligenza Artificiale richiede quindi di partire dagli obiettivi di business che si vogliono raggiungere. Il passo più complicato per le aziende italiane è lo scontrarsi con un mercato dell’innovazione che sempre più spesso è all’estero sia in termini di soluzioni adottabili, di finanziamenti ottenibili e aziende con cui creare partnership. Più aziende italiane investiranno in questa direzione e più si innescheranno dinamiche positive.

In che modo voi come Casaleggio Associati potete dare una spinta all’innovazione?

Innovare non significa adottare una tecnologia che va di moda, quanto tradurre il futuro in azioni presenti. Il nostro spirito è stato sempre quello di unire lo studio e la ricerca alle nostre attività di consulenza strategica alle imprese. Per noi è fondamentale condividere e promuovere la discussione su temi strategici per le imprese italiane come l’Intelligenza Artificiale.

Innovazione e occupazione: un tandem pericoloso?

L’innovazione è pericolosa per l’occupazione delle aziende che non l’adottano.

Chi sono i vostri interlocutori al convegno di martedì? Come li avete selezionati?

All’evento di domani verranno condivisi i percorsi di imprese che hanno adottato soluzioni di Intelligenza Artificiale per creare nuovi servizi per il mercato e di imprese che hanno iniziato ad offrire soluzioni di AI per attività all’interno delle organizzazioni. Saranno presenti imprese che racconteranno esperienze molto interessanti oltre ai main sponsor dell’evento Poste Italiane e Microsoft.

In che modo produttività e intelligenza artificiale sono collegate?

Si stima che entro otto anni la produttività del lavoro possa migliorare fino al 40% in alcuni Paesi grazie all’Intelligenza Artificiale. Per l’Italia la stima si ferma al 12%.
A creare questa differenza con altri Paesi sono elementi su cui l’Italia deve ancora agire in modo deciso. Tra i principali colloco senza dubbio l’infrastruttura tecnologica, il supporto legislativo all’innovazione e l’ecosistema del finanziamento pubblico e privato per l’economia digitale. E’ importante lavorare su questi aspetti prima di raggiungere gap incolmabili con gli altri Paesi.

Anche in Italia il venture capital ha investito sull’intelligenza artificiale? Se sì, mi può fare degli esempi?

Il venture capital italiano ha ancora dimensioni troppo piccole. In Italia lo scorso anno abbiamo avuto investimenti pari a un quinto della Spagna e un ventesimo della Francia. Per questa ragione molte società fondate da imprenditori italiani devono poi andare all’estero per trovare finanziamenti. Un esempio molto interessante è Loop.ai, tra i relatori del nostro convegno, che ha creato un algoritmo cognitivo che non necessita supervisione e che oggi è basata a San Francisco. Tuttavia esistono anche realtà italiane finanziate da venture capital come Moneyfarm che ha recentemente investito in Ernest, un personal investor automatizzato che combina la tecnologia di elaborazione delle lingue naturali con l’apprendimento automatico. O ancora Selfiewealth, altra iniziativa di cui si parlerà al convegno, uno dei primi consulenti per i propri investimenti totalmente basato su intelligenza artificiale e accessibile online.

Avete già in mente temi da sviluppare per il 2018 per quanto riguarda la trasformazione digitale delle imprese?

Riteniamo che il tema dell’Intelligenza Artificiale applicata al business rivestirà grande importanza durante il prossimo anno. Insieme a questo, sono diversi i temi che stiamo sviluppando. Dalla costruzione di Future Studies per la strategia digitale, agli investimenti nel venture capital, all’utilizzo delle Blockchain, fino all’evoluzione del Brand sulla Rete ed il Made in Italy online.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

13 Nov 2017, 15:19 | Scrivi | Commenti (12) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 12


Tags: casaleggio associati, corriere, davide casaleggio, intelligenza artificiale, intervista

Commenti

 

"Questo messaggio è per gli individui, o chiunque sia nella
hanno bisogno di un prestito speciale per ricostruire la propria vita.
stai cercando un prestito per rivitalizzare le tue attività o per
la realizzazione di un progetto,
per comprarti un appartamento ma siete bancati o
il tuo file è stato rifiutato presso la banca.
Sono in particolare concesso prestiti da qualsiasi importo a
tutte le persone in grado di rispettare le condizioni. Il mio tasso di
interesse
è del 3% all'anno. Se hai bisogno di soldi per altri motivi,
non esitate a me
contatto per ulteriori informazioni. seri e onesti individui. grazie
per contattarmi WATTSAP / + 33 7 56 86 16 90
E-mail: maries.garreau.fabienne@gmail.com"

smune 15.11.17 14:48| 
 |
Rispondi al commento

SCHIAVITÙ, I MORTI NEL MARE E I LAGER IN LIBIA

Quando le "organizzazioni d'accoglienza" in modo furbesco pubblicano in tutti i canali social le foto di una giornata in piscina di ragazzi africani o in in bici a spasso ben vestiti con cellulare, e gli invitano a inviare le foto ai loro amici in Africa è un chiaro invito a lasciare il loro paese per venire in Italia ma metà strada sui confine con Libia finiscono nei lager.

Il Ghetto di Sabha, la più spaventosa delle prigioni dei trafficanti di uomini in Libia la fortezza al confine del deserto in cui sono tenuti prigionieri migliaia di migranti costretti a subire torture, lavori forzati e violenze atroci per chiedere alle famiglie altri soldi come riscatto per la loro liberazione.

ENORMI VANTAGGI ECONOMICI IN NOME DELLA SOLIDARIETÀ E SCHIAVITÙ...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 15.11.17 07:10| 
 |
Rispondi al commento

OT? Bill Joy: AI - Calculating Better Medicine

https://www.youtube.com/watch?v=YYJDEQdguaY

id &as Commentatore certificato 14.11.17 19:22| 
 |
Rispondi al commento

TRAGEDIA NELLA TRAGEDIA TERREMOTO

Questa volta non era il rombo del missile, da poche settimane che è finita, ma dalla profondità di 25 chilometri, a una trentina di chilometri a sud-ovest della città di Halabja, in una zona montuosa e fredda della provincia irachena di Suleimaniyeh e kurdestan iraniana, la bellissima città immersa nella natura "dolce castello " Gasre shirin non c'è più .

I GUAI NON VENGONO MAI DA SOLI.....

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 14.11.17 06:49| 
 |
Rispondi al commento

a Davide...sei forte!

fabio S., roma Commentatore certificato 13.11.17 23:33| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera Davide Casaleggio tutto questo è meraviglioso ma il problema enorme è questa criminalità di governo in Italia per sconfiggere loro, e fare capire agli italiani ignorante che il futuro non può perdere tempo. Perché il cambiamento è diventato molto urgente soprattutto i giovani italiani che non combatte, per colpa dello stato mafia Massoneria è questa Europa da quando è nata è già fallito, c'è tanto da fare carissimo Davide Casaleggio se in Italia continua a fare il pulcinella dal sistema del burattino Renzi Gentiloni, boschi eccetera gli anni passano i giovani italiani diventano vecchi senza progetti e senza pensioni bloccati dallo stato mafia Massoneria. Moriranno questi vecchi mafiosi però verranno rimpiazzato dei familiari mafiosi, perché in Italia la giustizia non è mai esistito. E la giustizia quella buona onestà saranno bloccati sempre...
Franco WMV5S buona serata

franco iannucciello 13.11.17 23:11| 
 |
Rispondi al commento

Povera Italia, rinchiusa in una oscura caverna da quattro cialtroni trogloditi che pur di conservare loro stessi e chi li finanzia (fossili preistorici) ancora si domanda:

- Innovazione e occupazione: un tandem pericoloso? -

"L’innovazione è pericolosa per l’occupazione delle aziende che non l’adottano" (Casaleggio).

Grazie Davide, forza e buon lavoro!

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.11.17 21:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo perché quando si ha la mente sgombra dalla maledizione dei soldi , del potere e del sesso chi fa politica può programmare.

bruno fiocca 13.11.17 19:11| 
 |
Rispondi al commento

Ripeto commento fatto sull'altro post.
Le aziende private solo ? E la P.A. no ?

Ritorno a dare la definizione della mia proposta: "disintermediare la pubblica amministrazione":

Definizione di "Disintermediazione della Pubblica Amministrazione"
Il processo attraverso il quale l'attribuzione della "discrezionalita'" e la "discrezionalita' del controllo" passa da un essere umano ad una forma di AI in modo da azzerare i tempi autorizzativi e/o procedurali e renderli omologhi su scala nazionale, laddove le informazioni utili alla decisione siano alimentate o alimentabili da procedure informatiche esistenti per qualsiasi scopo o utilizzo , riservando agli umani il "controllo" ex post laddove necessario .

Per spendere soldi pubblici (anche in deficit) occorre SIA uscire da euro e trattati (condizione necessaria) ma anche escludere la P.A. dal processo di spesa in quanto (per svariati motivi) disfunziona, cioe' non funziona.

Aldo Masotti 13.11.17 18:38| 
 |
Rispondi al commento

EFFETTO POSITIVO DI SICILIA PER CREARE UN MODELLO PROGRAMMATO PER TUTTA ITALIA

Se fossimo in Borsa, si parlerebbe di rimbalzo perché M5S torna a crescere e in modo anche significativo, dal 27,5 del 27 ottobre al 29,3 di oggi.

Sono riconducibili al rafforzamento delle tesi principali del M5s, all'entusiasmo per la sfida e all'organizzazione e il tempo necessaria alla preparazione della campagna elettorale che deve essere trasmessa a tutti gruppi di attivisti e simpatizzanti a livello nazionale.

RIACCENDERE L'ENTUSIASMO; L’ago della bilancia è stata l’affluenza ai minimi storici, e proprio qui che bisogna lavorare, riaccendere l'entusiasmo nel cuore dei cittadini delusi nelle piazze spiegando il programma e i temi più importanti del M5S come il lavoro, pensioni e l'immigrazione.

Gli attivisti si devono organizzare sui temi del M5S già da adesso e la squadra presentata da Luigi Di Maio, saranno l’elementi fondamentali che il M5S ha a disposizione per vincere.

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 13.11.17 16:43| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori