Il Blog delle Stelle
Libero accesso alla ricerca scientifica!

Libero accesso alla ricerca scientifica!

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 21

di Luigi Gallo

Una società che consenta l’accesso libero e gratuito alle ricerche scientifiche attraverso internet e le riviste elettroniche. Una rivoluzione culturale che darebbe agli stessi scienziati la possibilità di condividere le proprie informazioni e di accedere alla letteratura scientifica in modo semplice ed economico.

Una rivoluzione che in Germania, ad esempio, è già realtà grazie all’applicazione degli obiettivi fissati dal programma europeo Horizon 2020 tra quali c’è, appunto, l’accesso libero alla ricerca scientifica a 12 mesi dalla pubblicazione degli studi su riviste scientifiche a pagamento. A tutela dei ricercatori resta fermo il mantenimento della paternità sul brevetto e sulla proprietà intellettuale.

L’Italia non si è ancora allineata agli obiettivi di Horizon 2020 ed è questo che chiediamo attraverso la proposta di legge a prima firma Luigi Gallo, che in questo momento è sottoposta a consigli e suggerimenti della rete su Lex, applicazione di Rousseau.

Questa misura guarda al futuro e può rappresentare una vera rivoluzione: oggi infatti il mercato dell’editoria scientifica è dominato da poche case editrici che detengono rilevanti quote di mercato. In sostanza, si tratta di un oligopolio. Quello che noi vogliamo è l’esatto contrario: maggiore fruibilità e facilità di accesso al sapere scientifico.

La proposta M5S prevede anche il coinvolgimento della Rai attraverso l’istituzione di una Commissione per la divulgazione dei prodotti scientifici di maggiore interesse attraverso i canali della tv pubblica. Leggete la proposta e commentatela su Lex!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

4 Mar 2017, 10:59 | Scrivi | Commenti (21) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 21


Tags: cultura, luigi gallo, m5s, ricerca, università

Commenti

 

SOLUZIONE PER LE VOSTRE ESIGENZE FINANZIARIE O DI TUTTI I TUOI PRESTITI
Volete - ottenervi un prestito per la realizzazione di un progetto o di un commercio ed o per un bene immobile?
Tengo a dirvi che offriamo di prestito che va di 5000€ a 1000000€ purché il cliente sia onesto e responsabile di garantire il rimborso mensili. Attualmente siamo in campagna di prestito ed il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno.
Allora se siete interessati volete contattarlo all'indirizzo mail:

Mail personale: piombiipatrizia@gmail.com
Mail della nostra impresa: loanprivate.invest@gmail.com
Ecco il nostro numero whatsapp: +33755015299

Grazie e passate un buono giorno.

Piombi 25.07.17 10:48| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per i vostri progetti, la soluzione è la signora Josina gomez. Lei offre di diverso in prestito fino a 50.000 euro con un tasso del 2% per il vostro viaggio e progetti di finanziamento di studi per affari d'oltremare edificio e fondo di investimento in commercio vari di progetto e costruzione, acquisto della casa, noleggio auto e appartamento, settore agricolo e la finanza di progetto mondo aziendale per la somma di milioni di prestiti per la salute e l'istruzione di tuo sollievo di bambini pronto per chiunque in pericolo
Contattare il servizio di posta elettronica bancadiaccreditamento2017@gmail.com

gatuso amdronia Commentatore certificato 08.03.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Ciao signore/signora,
Sto cercando il prestito di denaro per diversi mesi che ho avuto debiti e bollette da pagare. Pensavo che fosse finita per me. Ma per fortuna ho visto la testimonianza fatta da molte persone su Mm Josina gomez, che è come ho contattato mio mutuante per pagare i miei debiti e il mio progetto. e signora Josina mio concesse un prestito di 60,000 euro sul mio conto, posso assicurarvi che tutti questi carta suo governarlo mio aiuto per pagare fuori il mio contatto di debito la e sarebbe la verità Se avete bisogno di finanziamenti; prendere in prestito denaro o qualsiasi progetto ti rendi cont questo vi aiuterà a raggiungere e sostenere finanziariamente sua e-mail prestitobancario2017@gmail.com

matines guissipi Commentatore certificato 06.03.17 19:34| 
 |
Rispondi al commento

Il Grillo, invece di trovare da dire agli altri si ricordi sempre le persone alle quali ha provocato la morte per una bravata a Limone Piemonte nel 1981!

renato de giorgio 05.03.17 11:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

GLI ARTICOLI 33 - 34 DELLA COSTITUZIONE la lIBERTA' DI RICERCA:

Concretamente, l’opera di promozione culturale si svolge garantendo:

— la libertà di insegnamento (art. 33, comma 1 Cost.);

— la presenza di scuole statali per tutti i tipi, ordini e gradi di istruzione (art. 33, comma 2 Cost.);

— il libero accesso all’istruzione scolastica, senza alcuna discriminazione (art. 34, comma 1 Cost.);

— l’obbligatorietà e gratuità dell’istruzione dell’obbligo (art. 34, comma 2 Cost.);

— il riconoscimento del diritto allo studio anche a coloro che sono privi di mezzi, purché capaci e meritevoli mediante borse di studio, assegni ed altre provvidenze da attribuirsi per concorso (art. 34, comma 3 Cost.);

— l’ammissione, per esami, ai vari gradi dell’istruzione scolastica e dell’abilitazione professionale (art. 33, comma 5 Cost.);

— la libera istituzione di scuole da parte di enti o privati (art. 33, comma 3 Cost.);

— la parificazione delle scuole private a quelle statali, quanto agli effetti legali e al riconoscimento professionale del titolo di studio (art. 33, comma 4 Cost.).

La libertà dell’arte e della scienza.
La libertà nell'insegnamento.
La libera gestione dell’istruzione.
Il diritto all'istruzione.
La partecipazione democratica.
Il diritto allo studio.

LA RICERCA SCIENTIFICA E' LA BASE FONDAMENTALE DELLA CRESCITA...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 05.03.17 07:18| 
 |
Rispondi al commento

un difetto a mio parere ben più grave
chiunque provi a pubblicare su ARXIV.org senza farlo da account accademico può constatare che in risposta verrà insultato

Gino Sighicelli, Pontremoli Commentatore certificato 04.03.17 18:59| 
 |
Rispondi al commento

Si giustissimo ,riassumendo la ricerca e investire sulla tecnologia ,in italia porterebbe tanta ricchezza,le persone adatte ci sono basta potergli far fare il loro lavoro.

francesco s., Coreglia antelminelli Commentatore certificato 04.03.17 18:23| 
 |
Rispondi al commento

OT?

oggi ho chiesto una risposta a quelli di radio24, ma nessuno risponde
quindi, ora ci riprovo con chiunque stia leggendo i commenti pubblicati nel nostro blog

«
Hai messo in vendita un appartamento del valore di 500k;
hai un acquirente inadempiente che ti ha “bloccato” dandoti soltanto 200k;
perché non fai l'affarone di metterti in tasca 200k per poi vendere a qualcun altro a 400k?
Non è che, magari, in realtà i 200k già intascati, SONO k TUOI?
»

Gino Sighicelli, Pontremoli Commentatore certificato 04.03.17 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Assolutamente sì!!!

Franc A Commentatore certificato 04.03.17 16:27| 
 |
Rispondi al commento

D’accordissimo per il libero accesso alle informazioni scientifiche e non solo. Sui brevetti e la loro proprietà intellettuale, ci sarebbero diverse cose sulle quali intervenire. Per prima cosa andrebbe messo sotto controllo l’ufficio centrale brevetti di Monaco (D), dove vige una gestione molto autonoma, troppo autonoma, che prevede più vie d'accesso privilegiate o meno, o zone di sosta più o meno lunghe. L’interventi sulla proprietà intellettuale dei brevetti, ferma restando la paternità, dovrebbero incidere radicalmente, quando la natura del brevetto potrà incidere, in modo determinante, sui sistemi produttivi o sulla salute pubblica. In questi due casi il brevetto, una volta pagato il valore reale dello stesso, dovrà essere di proprietà pubblica o essere da questa controllato a maggioranza. Queste modalità impedirebbero il brevetto possa essere oggetto di speculazione sociale o d’arricchimento individuale fuori controllo. Potrebbe essere un’arma di ricatto sociale nei confronti dell’intera collettività. Faccio due esempi semplici per poter rendere comprensibile il concetto.
1) Brevetto di intelligenza artificiale che ridurrà i posti lavoro. Possiamo lasciare i benefici assoluti al profitto di un solo individuo? O dobbiamo fare in modo che questi benefici possano essere gestiti e ridistribuiti a favore della collettività?
2) Brevetto su un farmaco salvavita. Possiamo accettare che sia oggetto di speculazione a costo della vita dei più o dobbiamo fare in modo che tutti possano beneficiarne?
L’argomento è molto complesso ma dovrà essere affrontarlo con lucido realismo. Non a caso la perdita, da parte dei governi, del controllo di certe leve, ha permesso una folle concentrazione di ricchezza su pochi individui: 1% della popolazione detiene oltre il 50% della ricchezza totale, Vogliamo continuare a vivere in un mondo così?
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 04.03.17 16:19| 
 |
Rispondi al commento

Sbrigatevi a formalizzare la proposta, il tempo stringe per il Parlamento italiano. Rischiamo di arrivare alla prossima legislatura e, con i nostri tempi, a Horizon 2050.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 04.03.17 15:02| 
 |
Rispondi al commento

La scienza è il nostro futuro! Chi non investe nella ricerca non costruisce il futuro e a pagarne le spese saranno le nuove generazioni. La scienza è amore, perchè permette agli esseri umani di beneficiare dello sviluppo scientifico per poter vivere meglio e a lungo...! Grazie alla scienza un domani non avremo più bisogno di lavorare, la robotica ne è un esempio e così ci libereremo anche del denaro. E' un passo obbligato di questa umanità...! www.paradism.org

Ezael d., Orgnao di Basiliano Commentatore certificato 04.03.17 13:48| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questo, siamo noi dei 5stelle........vogliamo dare una mano anche alla crescita del sapere, della scienza. Vogliamo dare una mano alla crescità di tutti i cittadini.
Grazie

Marina V., sanmartinoinstrada Commentatore certificato 04.03.17 11:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

QUEST'ITALIA NON E' PIU’ ALLINEATA A NIENTE.
Gli unici allineamenti che riesce a fare con gli altri paesi sono quando deve prenderti dei soldi allora e solo allora te li porta come esempio.

In un paese dove ormai gli unici esempi sono le bugie, il tradimento, degli amici e degli elettori, il rubare, il corrompere e farsi corrompere, il mantenere privilegi e poltrone, cosa volete che glie ne importi della ricerca o di altro utile all'umanità
Se l'avessero mai capito, lo avrebbero tenuto per se pronti a lucrare anche su quello vedi le scuole.

Ma vi immaginate quanti dei nostri ragazzi e dei nostri insegnanti nonostante questi fanfaroni sono riusciti a preparare e far dare lustro alla nostra scuola alla nostra Italia, con scienziati e menti di grande levatura.

Ve la immaginate un'Italia dove le scuole sono scuole, dove tutto l'insegnamento è insegnamento, dove gli strumenti di studio sono presenti cosa avremmo saputo sfornare.

Mi ricordo quando la Francia utilizzava gratuitamente nelle case, già il pc offerto dei servizi telefonici, mentre a noi lo stesso pc veniva fatto pagare 4 milioni e mezzo.

Così loro, quando scoppio l'era dei computer sapevano già come districarsi e utilizzarlo e noi ancora oggi abbiamo il più grande numero di analfabeti in informatica e conoscenza della rete.

Questa gentaglia pur di guadagnare anche solo pochi spiccioli e che possa fare ricco anche uno solo di loro, altro che la ricerca si LA venderebbero o la terrebbero nascosta.

Ma lo si nota già dai vari tentativi di bloccare e controllare buona parte della rete, con la solita baggianata la Privacy.

Quando ormai ogni telefonino è una cimice delle più potenti, quando ormai basta scaricare un app per dare il consenso a spiarti in tutti i contenuti del tuo telefono.

Quando basta digitare una frase o guardare un film per vederti la tua cronologia pubblicata sul Web.

Quando ogni spazio nelle città è coperto da telecamere e i tuoi spostamenti sono controllati al secondo con le card.

angelo dam 04.03.17 10:58| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori