Il Blog delle Stelle
L'Europa stronca lo Sblocca Italia: investire in recupero materia non inceneritori

L'Europa stronca lo Sblocca Italia: investire in recupero materia non inceneritori

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 25

Dall'Europa (quella per la quale il Pd si straccia le vesti tutti i giorni) arriva una nuova mazzata contro la politica inceneritorista dello Sblocca Italia di Renzi (e Gentiloni) e del disastroso ministro Galletti.

I FATTI

La Commissione Europea ha appena pubblicato il nuovo documento sul 'Waste to Energy' (energia da rifiuti). Da una prima analisi di Enzo Favoino, uno dei massimi esperti internazionali , che lavora presso la Scuola Agraria del Parco di Monza (ente morale che annovera tra i massimi europei in campo di recupero materia e compostaggio e politiche Rifiuti Zero) il documento stronca nettamente le politiche pro inceneritori dello 'Sblocca Italia' del Pd. La stessa analisi viene riproposta da Zero Waste Europe

INVESTIMENTI IN RECUPERO MATERIA, DEFINANZIARE INCENERIMENTO
In questo documento il ruolo futuro dell'incenerimento viene fortemente ristretto e compresso, rispetto alla situazione attuale, i piani in essere ed alle politiche di finanziamento.
In particolare nel documento si sottolinea la necessità di riorientare gli investimenti (anche quelli della Banca Europea degli Investimenti - BEI) verso i più alti livelli della gerarchia di gestione dei rifiuti cioè riduzione, riutilizzo, riciclo, recupero di materia, una cosa importantissima perchè sinora i programmi di finanziamento ed i fondi strutturali sono andati soprattutto ad inceneritori e discariche, un problema è stato più volte segnalato anche da organizzazioni come Bankwatch.

TROPPI INCENERITORI
Nel documento si cita poi la presenza di eccesso di capacità d'incenerimento già oggi in molti Paesi . L'Italia è peraltro elencata tra i Paesi che hanno molti inceneritori, non tra quelli in cui mancano, togliendo un argomento a chi dice "dobbiamo portarci al passo di altri Paesi" tipico di Galletti e Pd.

PROGRAMMARE PENSANDO A RICICLO E RECUPERO NON SMALTIMENTO
Ma ancora più importante è 'la necessità che gli Stati Membri e le Autorità che si occupano di pianificazione prendano in considerazione, quando programmano inceneritori l'evoluzione a lungo termine di raccolta differenziata e riciclaggio: dunque, si dovrebbe prendere in considerazione il 65 o 70% di effettivo recupero di materia al 2030, come previsto dalla discussione in corso sul Pacchetto Economia Circolare, non la situazione attuale'.

RIDURRE INVESTIMENTI IN INCENERITORI
Secondo l'analisi dell'esperto della Scuola Agraria Parco di Monza e di Zero Waste Europe, in generale, vi è un forte mandato alla BEI (Banca Europea per gli investimenti) ed ai Paesi Membri di rivedere i loro finanziamenti/fondi per la realizzazione delle infrastrutture di settore, riducendone la quota all'incenerimento (e comprimendone fortemente la possibilità) ed allineandoli invece con l'evoluzione prevista della politica di rifiuti 'Economia Circolare' .In pratica l'affossamento totale delle politiche dello Sblocca Italia di Renzi, Galletti e Gentiloni e di tutti gli inceneritoristi e filo-discariche d'Italia. Proprio quello che il Movimento 5 Stelle sostiene da anni.

LA PROPOSTA M5S
L'impianto complessivo dello Sblocca-Italia è da rivedere e va cancellata definitivamente la previsione di nuovi inceneritori di rifiuti in Italia, anzi bisogna incentivare a livello industriale la loro dismissione progressiva e programmata degli impianti d'incenerimento (già oggi con una corretta gestione dei rifiuti si potrebbero spegnere i primi 10), come propone da sempre il Movimento 5 Stelle attraverso investimenti industriali nell'estensione della raccolta differenziata domiciliare ('porta a porta' ) per cittadini e utenze con tariffa puntuale in tutti i Comuni d'Italia , la creazione di nuove filiere del riciclo e recupero di materia. Queste politiche tra l'altro potrebbero creare 195.000 posti di lavoro attraverso il recupero di materia spinto.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

28 Gen 2017, 12:30 | Scrivi | Commenti (25) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 25


Tags: Galletti, inceneritori, sblocca italia, ue

Commenti

 

Buongiorno a tutti;
Siete vietato bancario, non arrivate più a a farne uscire finanziariamente. Per aiutarli a realizzare il vostro sognati ed i vostri progetti, metto a vostra disposizione un'opportunità di prestito di denaro a breve e lungo termine sul 3% di interessi. Di 6000€ a 7.000.000€ ad ogni persona capace di rimborsare. Per ulteriori informazioni, contatta per mail: ( regnovalentina@gmail.com )

Valentina 18.03.17 16:58| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Dal prestito di due anni, il Credit Mutuel Bank sta facendo la cosa giusta nel nostro paese l'Italia. Questa banca sta facendo tutti i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito di prestito. Così ho preso a condividere questo messaggio, questa azione da parte della banca non è riconosciuto il nostro stato. Così se avete veramente bisogno di un prestito, vi chiedo di contatto con loro su questa mail perché stanno già facendo prestiti anche ha molte persone e me.

Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

romaine pinna, roma Commentatore certificato 31.01.17 19:07| 
 |
Rispondi al commento

Censurato, ma sempre della stessa idea razionale.

Alessandro Poggi 31.01.17 13:21| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
E ora, alla luce delle nuove tendenze che facciamo? ci sono inceneritori in funzione, in costruzione e in progetto. Occorre fermare subito la corrente pro inceneritori, sarebbe sperpero di miliardi inutili.
Signori non so voi, io mi sento prigioniero degli inciuci, e vorrei liberarmene in tutta fretta come una tuta contaminata.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 29.01.17 08:59| 
 |
Rispondi al commento

...BASTA CONSUMISMO!
...AL SUPER MARCATO CON IL CESTO DI VIMINI!
...E PRODOTTI NOSTRANI A KM ZERO!
...IL RESTO E' SPAZZATURA E SON VELENI!

Fabio Ciottoli, Pistoia Commentatore certificato 29.01.17 00:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dal momento che l'Europa non c'è, essendo, nei fatti, soltanto un'indicazione continentale. Credo che tutti abbiano capito, da quando ha mostrato il suo vero volto, che l'unione europea, altro non è che un’associazione banco finanziaria con l'obiettivo di depredare le popolazioni. Per questo ho deciso che l’argomento Europa sarà fuori dai miei interessi, aspetto, pazientemente, che si dissolva, date le sue condizioni. Per quanto riguarda il riciclo/recupero, credo non ci siano alternative. Per poter accelerare i processi di riciclaggio/recupero, e renderlo realmente dinamico, dobbiamo iniziare a produrre cose di qualità, durevoli, scomponibili, riparabili ed integralmente riciclabili. Dobbiamo ridurre, fino all’eliminazione, le produzioni scadenti, usa e getta, Dobbiamo investire in ricerca non meno del 3% del PIL . Dobbiamo agevolare, realmente, l’utilizzo di mezzi ad emissioni 0, a partire dai mezzi pubblici. Dobbiamo imporre a tutte le nuove costruzioni, e le ristrutturazioni, escluso i beni d’interesse storico e monumentale, le coperture atte a produrre energia pulita, e le strutture con materiali isolanti e antisismici, in modo da disperderne il meno possibile l'energia e ridurre al minimo il rischio in caso di terremoti. . Tanto altro potremmo fare .In questo modo rilanceremo l’artigianato (coloro che fanno riparazioni) e daremo lavoro a centinai di migliaia di addetti alle produzione, installazione e manutenzione dei nuovi sistemi. Purtroppo, all’orizzonte vedo solo una grigia grettezza e la salvaguardia d’interessi consolidati.
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 29.01.17 00:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le cosiddette energie alternative, così chiamate sommariamente perché si mettono in diretto contrasto con gli enormi interessi economici di tutti i produttori di energia proveniente da combustibili fossili, vengono sempre contrastate con estremo sospetto. Se ricordassimo che questo pianeta l'abbiamo avuto in eredità dai nostri padri e che a nostra volta dovremo lasciarlo ai nostri figli. Forse non penseremo di costruire discariche e produrre in modo dissennato prodotti inquinanti e non riciclabili. A macchina di leopardo, si vedono tentativi, e a volte vere e proprie startup, che producendo in modo responsabile, riescono addirittura a fare business. Basterebbe dare uno sguardo agli accordi di Parigi del 2016, che Trump ha già mandato all'aria, sulle riduzioni dei gas serra: ha ceduto agli stakeolders del petrolio, del carbone e dei gas serra. Chi è interessato alla salvaguardia dell'ambiente, quindi della nostra salute, non propone di riportare indietro le lancette del progresso, ma di produrre in modo responsabile e con tecniche già disponibile, ma politicamente boicottate a livello globale. Eppure queste tecniche e tecnologie esistono e sono realmente proponibili. Basta vedere auto ad idrogeno e ibride idrogeno-elettrico. Riscaldamenti tramite pannelli solari ad energia immagazzinata disponibile quando serve. Nuovi prodotti provenienti dalle nanotecnologie, etc. Le resistenze e gli interessi economici contrari sono immensi e globalizzati. Eppure se una startup con il giusto know how fosse sostenuta inizialmente dallo Stato, si potrebbero raggiungere risultati straordinari reali. Sinceramente da uno di scienza, mi lascia un po' perplesso la storia della fusione fredda. Siamo in questo caso verso i limiti delle attuali conoscenze. In ogni caso non si tratterebbe di costruire una serie di mini bombe atomiche, perché non si basa sulla fissione (rottura di atomi di uranio 235 o di plutonio 238), ma di fondere il deuterio ed il trizio senza radiazioni, mini-soli.

Giuseppe Galiotto 28.01.17 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Al PD è stato bocciato tutto il bocciabile , in Italia e in Europa : ci ha fatto perdere solo tempo e denaro .

Prende voti solo grazie a media asserviti e mancette elettorali : è il niente con il buco intorno .

A riveder le stelle .

Gianfranco .

Gianfranco 28.01.17 19:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Energia:

riprendiamo seriamente in mano le ricerche di Del Giudice , Preparata , Deninno sulla fusione fredda.

Le conferme da parte di molti scenziati e la comprensione che ho per la fisica mi fanno ritenere che la cosa funziona.

Il prof. Del Giudice, riteneva che vi era la possibilita' di usare la fusione fredda come innesco per ordigni nucleari di piccole dimensioni e che questa cosa sia stata la ragione per cui e' boicottata.

Vorra' dire che ci faremo anche noi un po' di bombe nucleari , ma piccole.

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 28.01.17 19:04| 
 |
Rispondi al commento

Visto l'articolo 143 TFUE (ex articolo 119 del TCE)
Visto l'articolo 144 (ex articolo 120 del TCE)
Viste le
DICHIARAZIONI RELATIVE A PROTOCOLLI ALLEGATI
AI TRATTATI
ed in particolare
49. Dichiarazione concernente l'Italia

Lo stato italiano adotta una imposta di bollo sulle transazioni finanziarie di pagamento registrate nel TARGET 2 ai fini di compensare il disavanzo della bilancia dei pagamenti attuale e pregressa con l'obbiettivo di sterilizzare la pressione sul cambio reale che si traduce in una perdita di competitivita' ed in disoccupazione.

Yes we can !!

Perche' si puo': perche' e' un bollo (es.: il 3% della transazione) e non tocca ne' le merci , ne' lepersone ma SOLO i bonifici di pagamento di merci provenienti dai paesi che non hanno correttoil loro surplus di bilancia dei pagamenti.

E se non si puo' qualcuno mi tira fuori perche' dal TFUE ?

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 28.01.17 18:56| 
 |
Rispondi al commento

ENERGIA DAI RIFIUTI;

Biometanolo; Si può produrre a partire da rifiuti organici e distillazione secca della legna. Può essere impiegato sia come carburante per alimentare stufe, sia nel settore dei trasporti in combinazione con benzina o biodiesel.

Biometano; biocombustibile ottenuto raffinando il biogas generato dalla “digestione anaerobica”, tecnica utilizzata nel riciclaggio della frazione organica dei rifiuti che consente di abbinare il recupero di materia al recupero di energia.

Biogas; Il biogas è prodotto tramite digestione anaerobica (in assenza di ossigeno) con un processo biologico che, a partire da rifiuti organici, conduce alla formazione di differenti metaboliti intermedi che vengono, via via, trasformati fino alla produzione di biometano e anidride carbonica.

Pirolisi dei rifiuti urbani; termovalorizzatori a pirolisi anche se i danni ambientali sembrano essere gli stessi visti con i classici inceneritori di rifiuti urbani.

Biomassa; gli scarti legnosi, potrebbero avere un ruolo da protagonista nella produzione energetica.

L’olio in biodiesel; L’olio esausto rappresenta un’ottima fonte energetica e può essere trasformato in biocarburante o impiegata direttamente per la produzione di elettricità mediante combustione nelle centrali elettriche.

EOLICO; generatore eolico per la produzione di elettricità dal vento.

Pannelli solari con accumulatori di energia.

Produrre energia nelle abitazioni; illuminazione naturale, coibentazione, apparecchi a risparmio energetica,

Energia geotermica dalla terra.

Oggi la tecnologia esiste manca la volontà...


Lavoriamo tutti per andare verso una cultura prima del riuso e poi del riciclo, utilizzando i materiali più adatti e puliti. Con un progetto serio a monte, a valle non avremmo alcun rifiuto da smaltire! Per fare questo, dobbiamo fare leva sulla nostra responsabilità e sul nostro impegno sociale. La cultura si cambia in pochi attimi, se tutti ne vediamo la convenienza! Vi ricordate quando si fumava nei locali pubblici? In pochissimo tempo è cambiata la nostra cultura. C'è un Movimento che in poco tempo cambierà la nostra bellissima Italia... crediamoci italiani!

Sergio S., Rossano Veneto (VI) Commentatore certificato 28.01.17 16:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Parla l'ingegnere di Montichiari
L´Ingegnere: ho trovato il modo trasformare i rifiuti in petrolio, gas e carbone. E sto già producendo"https://www.youtube.com/embed/tcwvbdO8TXY

puddu Carlo 28.01.17 15:45| 
 |
Rispondi al commento

Elementare Watson ! Ma in Italia ancora in troppi non vogliono capire l'utilità' è la civiltà del riciclo. Basterebbe alzare gli occhi e guardare a ciò' che si fa nei più' "virtuosi" Paesi europei.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 28.01.17 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Grande il M*****

che si batte x i suoi concittadini e che oltre a cambiare la politica si interessa del loro benessere

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌

old dog 28.01.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento

eh eh lo sblocca Italia

certo che il Pd a qualcuno a dato retta e la sua responsabilità e grande

e il salva Italia?

i dieci miliardi di buco dell'INPDAP portati nell'INPS da MONTI eccheca77o sono poca roba

e sempre il Pd con silviuccio loro non hanno protestato x questa vergogna

è stata fatta una riforma lacrime e sangue x chi?

saluti ai monelli del blog

▌│█║▌║▌║ σℓ∂ ∂σg ║▌║▌║█│▌


old dog 28.01.17 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SBLOCCA ITLIA ..CRIMINOGENO ..DICEVA CANTONE ..POI NULLA PIU

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 28.01.17 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Negli anni si è fatta informazione talmente confusa che molta gente pensa che bruciare i rifiuti riavvii il ciclo producendo la stessa energia usata per produrli dimenticando che ad ogni passaggio se ne perde parecchia, per un principio della fisica. Anche la differenziata non è una soluzione dobbiamo mirare a produrre meno spazzatura possibile o continueremo a buttare soldi nel bidone dei rifiuti.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 28.01.17 13:21| 
 |
Rispondi al commento

ALCUNI PAESI DEL NORD EUROPA ADDIRITTURA ACQUISTANO RIFIUTI DA RICICLARE PER QUANTO SONO IMPORTANTI !!!

Franco Della Rosa 28.01.17 13:11| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori