Il Blog delle Stelle
La corruzione in Italia 25 anni dopo Tangentopoli

La corruzione in Italia 25 anni dopo Tangentopoli

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 120

di Sebastiano Ardita, magistrato

Dopo 25 anni la corruzione è cambiata poco, sono cambiate forse le forme del suo contrasto, non in senso migliorativo come potrebbe pensarsi ma in senso peggiorativo. Oggi è molto più difficile sia individuare la corruzione rispetto a quanto non lo fosse 25 o 26 anni fa, sia portare i responsabili di fronte alle loro responsabilità, far sì che paghino per le loro colpe. Questo perché il nostro sistema si è in qualche misura adeguato a una visione restrittiva degli strumenti di contrasto.

Si è pensato, in Italia, di intervenire sugli strumenti di giustizia considerando questa esperienza giudiziaria un'anomalia. Esattamente il contrario di quello che avveniva in America, dove dei primi anni 90, nel 91, scoppiò quasi in parallelo con le indagini di Tangentopoli uno scandalo molto importante che coinvolse alcuni parlamentari dell'Arizona, e che riguardava l'approvazione di una legge per la quale erano state versate delle tangenti da soggetti che erano interessati all'apertura di alcuni casinò. L'operazione venne condotta in America attraverso agenti sotto copertura, e portò all'incriminazione di oltre 20 persone.

Quello scandalo è rimasto nella coscienza del popolo americano come un fatto gravissimo che non deve mai più ripetersi. L'opposto di ciò che accade in Italia, dove si parla di Tangentopoli come di un fenomeno quasi di deviazione istituzionale, quasi un'esondazione del mondo giudiziario sulle vicende della politica. Ciò ha condotto quindi a conseguenze opposte, cioè nel nostro Paese si sono adottate misure anche processuali che limitano l'azione investigativa e si è fatto ritenere purtroppo da parte della politica che si potesse incidere sulla corruzione con strumenti del tutto blandi, come ad esempio strumenti amministrativi.

Fa sorridere l'idea che la lotta alla corruzione passi per l'autorità anticorruzione, perché la corruzione è un fenomeno non solo seriale ma raffinatissimo, divenuto in Italia ormai quasi specialistico e dunque vaccinato dalle possibili indagini, con una cifra nera altissima. Nel nostro Paese sono state rilevate dalla Corte dei Conti, da organi ufficiali, misure impressionanti del fenomeno, che potrebbe incidere nell'ordine dei 60 miliardi di euro. Ma se noi andiamo a guardare in concreto quelle che sono state le attività di ablazione – e cioè i sequestri dei beni per corruzione - ci accorgiamo che non superano i 15 milioni di euro e quindi una cifra assolutamente marginale. Il fenomeno della corruzione è dunque in qualche misura collegato a variabili nascoste, occulte, che però emergono da semplici constatazioni in ordine alle quali le responsabilità politiche nella gestione degli strumenti di giustizia sono enormi, perché negli ultimi anni si è assistito ad un depotenziamento degli strumenti.

Ciò è avvenuto prima con i collaboratori di giustizia, - utilizzati negli anni 90 come strumento per incidere contro Cosa Nostra dopo le stragi - e poi con le intercettazioni telefoniche; per non parlare poi degli strumenti che rendono inutili i processi, per esempio la prescrizione o una serie di strumenti che consentono vie alternative alla sanzione che finiscono per depotenziare il sistema penale, e che nel nostro Paese sono molto presenti. Il dato dei 60 miliardi di incidenza della corruzione - che da qualcuno viene contestato, è un dato spaventoso, e fa comprendere da subito come il nostro Paese rinunci alla sua stabilità di bilancio, rinunci alla sua integrità sul piano finanziario, non contrastando un fenomeno - risolto il quale - queste somme rientrerebbero in possesso della collettività: l'opposto di quello che avviene ancora una volta in America. Obama che si trovò all'inizio della sua esperienza di presidente a confrontarsi con il fenomeno del debito pubblico e col problema della crisi finanziaria, ha deciso di combatterlo attraverso la legge anticorruzione e anche grazie a questa, per espressa rilevazione degli analisti americani, è riuscito a risolvere il problema della crisi economica negli USA. Il nostro Paese non fa questa scelta.

Chiunque commette una corruzione sia che svolga una funzione dal lato del pubblico ufficiale, sia che la svolga dal lato del privato interessato ad avere un vantaggio, risponde penalmente, dunque nessuno denuncia, tutti hanno l'interesse a coprirsi. Tempo fa un ricercatore ha provato a verificare quale fosse il costo chilometrico della TAV, della ferrovia alta velocità in Europa. Ebbene: mentre in Spagna e in Francia questo costo si aggira orientativamente in modo omogeneo intorno ai 10 milioni di euro al km, nel nostro Paese oscilla tra i 70 e i 100 milioni di euro. Bisogna interrogarsi, chiedersi il motivo di una differenza così rilevante di costi. La spiegazione non può essere che questa: l'incidenza della corruzione. Negli anni 70-80, prima di Tangentopoli, questo fenomeno era abbastanza diffuso attraverso un meccanismo di riversamento diretto di mezzi economici ai soggetti corrotti, le cosiddette mazzette, le valigette.

E' chiaro che negli anni 2000 e via andando è accaduto che la tracciabilità dei versamenti, di ogni forma di trasferimento economico bancario e le impossibilità di effettuare prelevamenti per contanti, hanno fatto sì che si cambiasse sistema. Prima si è passati dall’ utilizzo di strumenti bancari esteri; poi quando la tracciabilità è divenuta la regola ed è stato possibile avere informazioni e reti di collaborazione istituzionale con altri Paesi, si è cambiato metodo. Dunque oggi la corruzione passa attraverso le consulenze oppure attraverso altre forme di partecipazione o la cessione apparente di attività economiche ultra valutate, ovvero di servizi pagati con corrispettivi che sono multipli di quello che è il valore effettivo.

Oppure addirittura attraverso la partecipazione societaria, cioè il soggetto che è interessato, il pubblico ufficiale, partecipa in qualche misura ad aziende, a società, con pacchetti, con opzioni che consentono di ritirare una parte del beneficio come se fosse il frutto di un'attività aziendale. Per combattere il fenomeno della corruzione occorrono diverse risposte, in primo luogo sul piano investigativo della repressione e poi anche sul sul piano culturale. Quella sul piano della repressione presuppone l'utilizzo di strumenti che siano particolarmente capaci di individuare un fenomeno che è sommerso.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

22 Feb 2017, 10:09 | Scrivi | Commenti (120) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 120


Tags: ardita, corruzione, m5s, magistrato

Commenti

 

offerta di prestito
Sei alla ricerca di finanziamenti, per riprendere le vostre attività, sia per un progetto, o per comprare un appartamento, ma, purtroppo, la banca ti chiede le condizioni in cui si è in grado di riempire. Una donna d'affari disponibili a concedere prestiti a chiunque in grado di far fronte ai propri impegni. Egli aiutare ottenere il mio prestito di 45.000 € per la mia attività e mi sento sollevato grazie a questa donna, in caso contrario il tasso di interesse è del 2% annuo. Si prega di contattare lei che hai bisogno di un prestito
E-mail: varonealessandra01@gmail.com
WhatsApp: 0033 644398743

elisa ziani Commentatore certificato 02.03.17 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici, non perdete il vostro tempo con falsi istituti di credito che non potrà mai fornire ciò che si desidera. Io che ti parlo, ho già fatto l'esperienza con un sacco di suoi falsi istituti di credito e con l'aiuto di Dio, mi sono imbattuto in ms. ANISSA KHERALLAH ( developpement.aide@gmail.com ) una donna, molto modesto e gentile. Esorto voi ha il contatto di questa donna, se non, avrai sempre essere vittime di false istituti di credito. Ho avuto il mio prestito e so di cosa parlo. Ascoltate quello che vi dico, io non guadagna nulla da dirvi tutto quello che io vi dico in questo momento, ma io lo faccio per salvare dalle mani delle persone sbagliate. Se si vuole veramente prestito, è questa donna saggia che può aiutare. Sono orgoglioso di essere il suo testimone, perché mi sento sollevato il giorno in cui ho preso il mio denaro. Questo non è un gioco, i miei amici, i genitori e i fratelli

depoulo clara Commentatore certificato 26.02.17 13:02| 
 |
Rispondi al commento

Un grave errore mettere fine a tangentopoli senza fare luce per porre fine al malaffare che imperversava e ancora imperversa nel sistema Italia...
Prima o poi bisogna tornarci con un nuovo pool di magistrati.
Se vogliamo una nuova Italia sana dalle fondamenta, non ci sono altre scelte.

Non bisogna dimenticare che chi ha inventato il sistema carcerario 41 Bis per i mafiosi é stato eletto con i voti della mafia, e finanziati dai medesimi; e questi non sono migliori di tanti mafiosi oggi al gabbio.

Salvatore Z., Essen Commentatore certificato 26.02.17 00:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione


Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
-settore agricolo e mondo degli affari
-finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

gomez calita Commentatore certificato 25.02.17 15:11| 
 |
Rispondi al commento

Io sono la Signora Clarar e di essere alla ricerca di un prestito per più di 3 mesi. Io sono stato molte volte truffati sul sito di prestito tra particolare volendo è un prestito tra individuo in diverse persone. Ma ogni volta che mi fessais strappato via da una moltitudine di carica, e alla fine ottengo nulla sul mio conto. Ma per fortuna mi sono imbattuto in una donna davvero semplice e il tipo che mi doveva aiutare a trovare il mio prestito di€ 25.000 che ho ricevuto sul mio conto questa mattina, senza troppi protocolli.
Quindi voi che sono nel bisogno, come me, è possibile scrivere a lui e spiegargli la tua situazione potrebbe aiutare la sua e-mail è : developpement.aide@gmail.com

depoulo clara Commentatore certificato 24.02.17 21:09| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
-settore agricolo e mondo degli affari
-finanziamento del progetto milioni
Contatta il tuo servizio di posta elettronica
bancadiaccreditamento2017@gmail.com

borgie darsie Commentatore certificato 24.02.17 20:04| 
 |
Rispondi al commento

È reale madame romana PINNA, la banca Credit Mutuel mio make un prestito di 125.000 euro in due mese di gennaio. lei facendo prestiti ha anche due dei miei amici. Penso che sia un aiuto che la banca ha la popolazione.

Ecco il loro indirizzo mail:creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

rolando guissep, molise Commentatore certificato 24.02.17 05:01| 
 |
Rispondi al commento

Ciao

Dal prestito di due anni, il Credit Mutuel Bank sta facendo la cosa giusta nel nostro paese l'Italia. Questa banca sta facendo tutti i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito di prestito. Così ho preso a condividere questo messaggio, questa azione da parte della banca non è riconosciuto il nostro stato. Così se avete veramente bisogno di un prestito, vi chiedo di contatto con loro su questa mail perché stanno già facendo prestiti anche ha molte persone e me.

Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

romaine pinna, roma Commentatore certificato 24.02.17 04:15| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera
Per la realizzazione della vostra costruzione, progetti di finanziamento viaggi in varie soluzioni di settore è lei vi offriamo prestiti in modo sicuro per maggiori informazioni contattare l'email prestitobancario2017@gmail.com

jolia antonio () Commentatore certificato 23.02.17 19:48| 
 |
Rispondi al commento

Il 25° anniversario di TANGENTOPOLI.

NOZZE D'ARGENTO PAGATE A PESO D'ORO

Ho sempre avuto una mia idea precisa sul perché, in un certo momento, a seguito di certi eventi storici, sia esplosa, col plauso acritico dell'italiani, "tangentopoli".

Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 23.02.17 12:21| 
 |
Rispondi al commento

Ai tempi di Di Pietro mi diceva una persona bene informata che erano aumentate le "tariffe" delle tangenti, perché era aumentato il rischio: questo è stato il primo effetto di meni pulite. Tale Chiesa, quando fu arrestato, disse: "Peccato che mi avete preso adesso, ci stavamo organizzando, non avete idea di quali traguardi avremmo potuto raggiungere". Sempre allora si svilupparono le cooperative, cioè quel sistema che permette, attenzione, non di rubare un pezzo della torta, ma di papparsi tutta la torta. Il sistema è preso dalla mafia. Quella bassa pretende un pizzo, quella più sofisticata si impossessa dell'impresa e lascia l'ex titolare a fare l'impiegato a basso prezzo. Ed ecco un fiorire di coop. Non si assume gente che lava l'ospedale, si esternalizza ad una cooperativa, questa prende poveri ricattabili pagandoli il minimo, la coop intasca tutto l'appalto direttamente e senza pagare tangenti. Cambia il partito alle elezioni? La coop da "Ottobre rosso" diventa "Faccetta nera", il resto è uguale. Invece di avere cuochi, si appalta alla solita coop anche la mensa, poi anche gli infermieri, poi anche le scuole, poi tutto il possibile. Si promuovono gli addetti, se ne impedisce l'assunzione e si mette la solita coop. Tutto legalissimo, quali indagini. Con Huber siamo arrivati all'internazionalizzazione del sistema. Agente provocatore? ah no, siamo la patria del diritto (e del rovescio, ndR). Persino quando li beccano non pagano nulla. Prescrizione? Ah no, abbiamo ordinato di fare i processi in tempi minori, pazienza se non hanno dato gli strumenti per farlo. Abbiamo raddoppiato le pene, dicono i Pd. Certo, prima pagavano 0, ora pagano 00, smetto perché sono nauseato.... penso a certi paesi barbari dove il sindaco corrotto viene portato allo stadio e giustiziato con una pallottola nella nuca a spese dei familiari......

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 23.02.17 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Basta con la solidarietà ai tassisti, agli ambulanti, agli operai di quella e dell’altra fabbrica . Basta con la solidarietà a qualsiasi singola categoria. Dobbiamo dare la nostra solidarietà solo a noi stessi, tutti uniti compatti, a prescindere dalla categoria d’appartenenza . Non sono in ballo l’interessi o la tutela di quella o di l’altra categoria. Prima o poi tutte le categorie saranno passate per il tritacarne, che noi alimentiamo. Chiunque pensi di rimanere fuori da tritacarne o è stupido o è un povero sprovveduto. La differenza tra noi e il tritacarne è che lui macina un pezzo di carne per volta, mentre noi stiamo a guardare, compiaciuti o dispiaciuti, pensando: sono affari loro non miei. Sicuramente in quel preciso momento sarà così ma quando quel momento arriverà anche a te? Quale sarà la tua razione, quali saranno i tuoi pensieri? Dov’è la solidarietà che speravi ci fosse ma che invece non c’è? Questo è il giuoco che, inesorabilmente, stanno vincendo su tutti i fronti. Se non abbiamo ancora capito che le lotte per categoria lavorativa o corporazione sono tutte destinate alla sconfitta, non abbiamo capito il mondo in cui stiamo vivendo. L’unica categoria da tutelare e la categoria umana, ed ha solo una speranza; marciare compatta e unita per bloccare il tritacarne. Se dobbiamo manifestare dovremo farlo tutti insieme, trasversalmente, fino al collasso del tritacarne. Altrimenti faranno di tutti noi, come stanno già facendo, degli hamburger a basso prezzo. O marciamo tutti insieme o marciremo un poco per volta.

Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 23.02.17 00:24| 
 |
Rispondi al commento

Quanto scritto in questo post mi sconforta come non potrebbe ? Ma d'altro canto è il motivo per cui diciamo di voler "mandare tutti a casa", cioè il motivo per cui siamo nati. La cosa che mi spaventa è che combattere contro persone come queste rispettando le regole è come fare a botte con le braccia legate, vedi la giunta Raggi. Abbiamo di fronte persone che se ne fottono della legge, che hanno un sacco di soldi da spendere (soldi pubblici) e che vivono dentro le istituzioni da quando sono nati, abbiamo contro dei grandissimi figli di zoccola che non si fanno scrupoli ad usare qualunque mezzo pur di mantenere i privilegi di cui godono illegalmente. Dobbiamo esser pronti, uniti, ed avere ben chiaro l'obbiettivo che vogliamo raggiungere perché di bastoni nei cerchi delle ruote ce ne infileranno a quintali. O si lotta o ci si cala le braghe. Io non ho dubbi sulla scelta.

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 22.02.17 22:59| 
 |
Rispondi al commento

Per esempio in un'altro paese in seguito all'inchiesta Consip uno come Luca Lotti starebbe nel carcere di Sollicciano a prenderlo in quel posto nelle docce dai galeotti, da noi fa il ministro.

mario genovesi 22.02.17 20:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Evidente che i nostri governi abbiano ben studiato il modo per derubarci e rimanere anonimi facendo leggi che lasciano rubare anche altri in una catena infinita di ladrocini dove chi ruba chiaramente vota PD ma questi PiDioti non si rendono conto che quanto prendono illecitamente è di gran lunga inferiore a quanto versano mandando il paese in malora limitando il progresso a scapito della propria progenie

Fabio Luciani 22.02.17 19:56| 
 |
Rispondi al commento

VERO DECRETO ANTICORRUZIONE!

IN ITALIA MANCANO NORME SERIE E DISINCENTIVANTI PER I CORRUTTORI E I CORROTTI!
IL BUROCRATE O POLITICANTE DI TURNO CHE PRENDE UNA O PIU' TANGENTI FA' SEMPLICEMENTE UN FREDDO E MATEMATICO CALCOLO DI COSTI E BENEFICI :
"SE QUEST' ANNO RIESCO A PRENDERE TANGENTI PER UN MILIONE DI EURO E POI MI BECCANO, A COSA VADO INCONTRO"?
"DUNQUE, TRA PRESCRIZIONE, INDULTO, INDULTINO, TUTELE GIUDIZIARIE E' PROBABILE CHE NON FACCIA NEANCHE UN GIONRO DI CARCERE; BENE, STI' SOLDINI ME LI FOTTO SERENO SERENO"!
PERTANTO, IL FUNZIONARIO PUBBLICO CHE PER SUO RUOLO E NELL' ESERCIZIO DELLE SUE FUNZIONI, PRENDE TANGENTI, DEVE ESSERE EQUIPARATO E PERSEGUITO COME IL PEGGIOR MAFIOSO, CON IL SEQUESTRO DI TUTTI I SUOI BENI E QUELLI DEI SUOI FAMILIARI, L' INTERDIZIONE A VITA DAI PUBBLICI UFFICI E LA POSSIBILITA' DI ESSERE SOTTOPOSTO A MISURE RESTRITTIVE COME IL 41 BIS!
OLTRE A PENE SEVERISSIME, CON MOLTISSIMI ANNI DI CARCERE COMMINATI!
E VEDIAMO SE CONTINUANO A RUBARE!
MA FINCHE' SAREMO GOVERNATI DAI PARTITI CHE NEI DECENNI HANNO DISTRUTTO IL BEL PAESE, DUBITO CHE CIO' SUCCEDERA' MAI!
MEDITATE ITALIANI, MEDITATE!

VIVA L' ITALIA!

ANTONINO CRISCUOLO, TORINO Commentatore certificato 22.02.17 17:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta con questa storia della corruzione. La corruzione c´é sempre stata in Italia e non solo da noi, vedi caso Siemens e Volkswagen.

Riccardo F., Londra Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 22.02.17 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e' ovvio che per legge fanno di tutto per rendere la corruzione piu' facile e meno scovabile!

i delinquenti ormai sono dentro alla politica e nelle cariche piu' importanti , l'unico modo per far finire tutto questo e' che noi movimento 5 stelle andiamo al governo e cambiamo le cose

diana dial, genova Commentatore certificato 22.02.17 16:08| 
 |
Rispondi al commento

Non è sempre vera l'opinione popolare; i più, se non sono bene informati, possono errare grossolanamente come i pochi

massimo m., Roma Commentatore certificato 22.02.17 15:40| 
 |
Rispondi al commento

Cosa è' rimasto 25 anni dopo Tangentopoli ? Sono rimasti i ladri, anzi sono aumentati. E siccome si nascondono nella politica, nella pubblica amministrazione, nelle società', insieme costituiscono un sistema che si autoalimenta. È' chiara la mancanza di volontà' politica di contrastare la corruzione cosi' come l'evasione fiscale. Al contrario si contrasta la magistratura, la si indebolisce sul piano normativo come sul piano operativo e funzionale. Salvo poi ad applicare foglie di fico sul fenomeno corruttivo, tipo Autorità' anticorruzione. Si chiama sistema Italia, famoso in tutto il mondo.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.02.17 15:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

MENTRE ER PD SE STA A FA 'NA GRANNE DIVISIONE, ER GRAN FIO DE 'NA...

E' VOLATO IN AMERICA PE' IMPARA' COME SE FA LA GUERA DE SECESSIONE!

Aldo B. 22.02.17 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Lo sciopero dei tassisti è per il momento tamponato(anche se ha dato ai media assassini il diritto di diffamare la Raggi come fascista per aver colloquiato con i dimostranti,mentre il M5S si batteva in Parlamento per evitare l'applicazione della direttiva Bolkestein,tesa ad annullare i diritti di tutti i lavoratori)
Si continua in modo idiota a non capire che il fascismo è proprio la nullificazione di uno Stato e delle sue leggi,facilitando lo spaventoso accentramento di potere sovrastatale delle multinazionali che vogliono assoggettare il mondo
Molti hanno attaccato il M5S come se Uber fosse la modernità e il progresso,ignorando un servizio pubblico predato da una multinazionale,e hanno parlato di luddismo,il movimento che vide gli operai spaccare a martellate le prime macchine,ma il luddismo qui non c'entra niente, non abbiamo macchine che sostituiscono l'uomo, abbiamo sempre auto contro auto, è il trattamento legislativo che cambia e il trattamento legale sia passivo che attivo dei conducenti (diritti e doveri) che discrimina pesantemente tra lavoratori dello stesso tipo.
Una multinazionale si presenta sempre con le stesse caratteristiche: possibilità di comprare i governi, capacità di far sparire tutti o parte dei ricavi nei paradisi fiscali, aumento di sfruttamento dei dipendenti, in caso di contestazione per danni o illegalità: giudizi fatti da tribunali di parte creati da loro stesse...
Non è un mondo umano quello che ci si prospetta.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 14:42| 
 |
Rispondi al commento

ATTENZIONE ATTENZIONE
PEPPE KRILLO DOPO AVER DETTO CHE GLI ITALIANI NON FIGLIANO E VAN SOSTITUITI COI CLANDESTINI OGGI INSEGNA ECONOMIA!!!!

ECCO IL TEOREMA DI PEPPE!
"CASTA+CRICCA+CORRUZZZZZZIONE = DEBBITOOOOOOOOOO" !

MAGISTRATI = BANCHE = EURO

MOVIMENTO 5 SèTTE = COMUNISTI!

The Vengeance 22.02.17 14:29| 
 |
Rispondi al commento

Ma cos'è questo dei tassinari, l'ordine dei poeti?

Torquato Tassinaro 22.02.17 14:19| 
 |
Rispondi al commento

Non c' è più vergogna a rubare e corrompere?

IN CASO DI CONDANNA DEFINITIVA, IL PUBBLICO UFFICIALE O FUNZIONARIO INFEDELE SI VEDRA' PUBBLICATA FOTO E SENTENZA NELL' ALBO PRETORIO DEL COMUNE DI RESIDENZA PER DIECI ANNI.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 22.02.17 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Italiani Anticorruzione.

Voteranno M5S e, cosi' come sembrava assurdo che Trump avrebbe vinto le elezioni Usa, allo stesso modo avremo il Movimento (movimento trump - movimento grillo) al governo. Hanno voglia di opporsi. Sembra tanto che vuolsi cosi' cola' dove si puote (e piu' non dimandare). Sai, quelle sensazioni che non sai spiegare. [IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 22.02.17 14:17| 
 |
Rispondi al commento

Dopo sei giorni di sciopero dei taxi, il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha trovato l’intesa con le 21 sigle proponendo due decreti per il riordino del comparto, uno per il riordino del settore e l’altro per la lotta all’abusivismo: "L'impegno è a presentare i testi entro un mese". Superato l’emendamento al Milleproroghe a firma di Linda Lanzillotta che ha scatenato la protesta. I decreti dovranno includere tutti i temi, già concordati con le categorie a suo tempo, tra cui miglioramento del sistema di programmazione e organizzazione su base territoriale, regolazione e salvaguardia del servizio pubblico, necessità di migliorare i servizi ai cittadini evoluzione tecnologica del settore, lotta all’abusivismo, migliore incontro tra domanda e offerta. Come vedete, nessun cedimento a strutture fasciste, come tuonavano i giornali contro la Raggi, ma solo legalità e buon senso.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 14:09| 
 |
Rispondi al commento

L'unica via per ridurre la corruzione e' togliere potere decisionale (disintermediare) la pubblica amministrazione.

Il che non signofica togliere il controllo ex post sugli atti ma solo la parte di discrezionalita' .

Con l'informatica si puo' fare .

Aldo Masotti, Verona Commentatore certificato 22.02.17 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Firma per chiedere l'abolizione dei vitalizi

https://www.change.org/p/pietrograsso-e-lauraboldrini-vitalizi-poniamo-fine-al-privilegio?source_location=discover_feed

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 13:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT
Che Mattarella pensi meno ai cinesi e più al Dalai Lama!
Se vuol essere il presidente di tutti e non delle lobbies che hanno distrutto il Paese.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 22.02.17 13:59| 
 |
Rispondi al commento

Al momento è slittato a venerdì l’incontro in programma oggi tra i proponenti del nuovo stadio della Roma e il Campidoglio. Tuttavia “non è stata presa ancora alcuna decisione da parte dell’amministrazione sullo stadio della Roma”.
In questo momento “si stanno facendo tutte le valutazioni, le carte ci sono tutte. Noi abbiamo sempre detto di voler fare uno stadio nel rispetto della legge, se nell’ambito di queste valutazioni si troveranno i requisiti per poterlo fare lo faremo. Prenderemo presto una decisione”. Per quanto riguarda i tempi, “non sono dettati da noi ma dalla conferenza dei servizi che si chiude il 28 febbraio, quindi bisognerà essere rapidi”.
Ad ogni modo, se davvero la delibera sarà annullata, le opposizioni all’Assemblea Capitolina chiedono che la decisione passi per l’aula e sia presa soltanto dopo il voto di tutti i consiglieri e non con una delibera di giunta.
Il sindaco Raggi ancora non ha detto se vuole o non fare lo stadio. L’unico dato certo al momento, è il parere negativo che il comune di Roma ha inviato alla conferenza dei servizi che si chiuderà il 3 marzo. La Taverna insiste che lo stadio “vogliamo farlo e farlo nelle regole: non vogliamo privare Roma di un’opera così importante. Noi ce la stiamo mettendo tutta e non vogliamo né una cementificazione né speculazioni. Se riuscissimo a dare uno stadio alla città, perché dire no?”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 13:56| 
 |
Rispondi al commento

In Romania, non in Francia, in Inghilterra o in Germania; in Romania(sic!) per una cosa del genere sono scesi in piazza centinaia di migliaia di persone per 5 giorni, finchè il governo è stato costretto a ritirare il decreto. In Italia siamo solo capaci di fare seghe mentali sul blog. Auguri

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.02.17 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Pasquale Colicchio


Ma allora bersani, si è scisso? Non aveva detto che non voleva scissersi? E gli altri scissisti, si sono scissi, o non si sono scissi? Che razza di scissisti sono se poi non si scindono, non ci sono più i scissisti di una volta!!

Ho capito, scindo e vado a farmi un giro!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 13:45| 
 |
Rispondi al commento

In Italia rubare conviene. Specialmente se sei un politico.
Quando ti beccano, se ti beccano, ti prendi un massimo di 9 mesi (con impegno di due mezze giornate la settimana) a far compagnia agli anziani ospiti di un ricovero anche se hai rubato sette o otto miliardi. Dopodichè ne esci pulito perchè hai scontato la tua pena: un affare.

Qualcuno pensa che i politici cambieranno queste leggi di loro spontanea volontà?

giorgio peruffo Commentatore certificato 22.02.17 13:41| 
 |
Rispondi al commento

Pronto Huber?
Si dica?
Avrei bisogno d'uno strappo verso la stazione!
Dove si trova?
In Largo Nazzareno 10!
Allora salga gli scalini,,sopra al primo piano trova la nostra sede centrale!
Grazieee!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.02.17 13:40| 
 |
Rispondi al commento

Dunque l'Europa vuole una manovra dall'Italia per essere in regola con i conti ?????.
Ma perché l'Europa non dice che chi dirige questo Paese è un branco di Ladri e Farabutti.
La verità signori. Va detta la verità.
Ditelo apertamente signori dell'Europa.
L'Italia è governata da politici mafiosi e corrotti.
Solo e Sempre M5*

italo libero 22.02.17 13:39| 
 |
Rispondi al commento

GRAZIE AL BERLUSCONE CHE IN VENT'ANNI L'HA ESPLICITAMENTE INVOGLIATA E INCENTIVATA !!!

Franco Della Rosa 22.02.17 13:39| 
 |
Rispondi al commento

In pieno deserto.... chiamo huber... azz... ho dimenticato il cell. a casa!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.02.17 13:38| 
 |
Rispondi al commento

Il Pd doveva chiamarsi PM, partito dei masochisti, salvo che l'emme poteva significare altre cose, ma andava bene lo stesso.
Per dirla con Lazzaro 64: "Non è importante che il PD non si scinda, ma che non si riproduca". ;-))

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 13:37| 
 |
Rispondi al commento

La cosa che più meraviglia dell'elefante non è la sua grandezza ma il fatto che ci sia chi non lo vede perché ha deciso di negare l'elefante

FRESCHE FRESCHE:
Cacciari:"Quella del Pd non è una scissione ma una frantumazione.Fassino ha avuto la faccia di dire che non capisce quello che accade,ma non capisce cosa?Sono 3 anni che litigano"
Mieli:"Nel Pd è sparito ogni principio di realtà, quella è una famiglia dove da tempo ognuno fa quello che vuole.Normalmente in qualsiasi situazione c'è una maggioranza e c'è una minoranza,la minoranza o si adegua o se ne va"
Enrico Rossi:"Questo è il governo che ha messo più fiducie(50).Nella DC quando le cose non funzionavano,era la maggioranza che si occupava di ricreare una dialettica interna.Nel Pd c'è solo l'identificazione col capo unico.I partiti hanno perso ogni contatto col mondo del lavoro.Il lavoro in Italia sta sparendo.Ormai si licenzia con un messaggino.E aumenta il lavoro illegale"
Cacciari:"Ma davvero vogliamo un mondo dove sopravvivono solo banchieri,finanzieri e creativi?"
Giannini a Bersani:"Renzi ha ucciso il Pd con l'aiuto di tutti.Renzi non ha futuro,il Pd non ha futuro.Il Paese non capisce quello che state facendo ma temo che come conseguenza l'unica onda che salirà non sarà la dx ma Grillo"
Bersani:"Se il Pd si riassume nel capo,siamo indietro"
Franco a Bersani:"Il M5S è l'unica forza che non si sia spaccata.Dovevate arginare i 5stelle,fare riforme e portare avanti il Pd.Risultati:il M5S non è stato fermato,le riforme sono state rifiutate disastrosamente dal Paese e il Pd si sta spaccando.L'Italia è stato ferma 3 anni,per ottenere cosa? Ora faranno due partiti:una cosa che sputa sul rosso e una cosa che non sputa sul rosso?"

Ma c'è ancora chi nega la scissione?!
L'unico vero cieco è quello mentale,che non vede quello che non vuol vedere
"Emiliano:"Renzi ha scelto la scissione".E poi come le smaltiamo le scorie?"(Marchthulhu)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Se le parole hanno un significato ed un peso, come dovrebbe essere per gli aderenti al movimento, Virginia deve immediatamente denunciare Romano e chiedere i danni morali per diffamazione.
È ora di finirla con questi parolai.

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.02.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Dopo Tangentopoli ci si è illusi del grande cambiamento dando in mano l' Italia alla magistratura..vomitando leggi su leggi che ci hanno portato i risultati che abbiamo sotto gli occhi: giustizia inesistente. Se i magistrati, tanto per iniziare lavorassero, invece di fare i politici,i dispensatori di saggezza a gogò, gli showman, gli scrittori, i fondatori e scalatori di partiti, gli autori Rai/Mediaset, gli accomodatori degli affari delle proprie famiglie, sarebbe già qualcosa.Noi cittadini che viviamo l'ingiustizie del quotidiano a tutti i livelli, siamo francamente stufi di sentire codesti personaggi pontificare dalle loro inamovibili poltrone. Nello specifico questo signore non sembra un grande conoscitore di come funziona il sistema giudiziario e soprattutto com'è ridotto il sociale nel Nordamerica.Forse è bene si chieda perché gli americani hanno dato in mano il loro Paese al miliardario di turno. Noi lo abbiamo già fatto oltre 20 anni fa e siamo ancora qui a discutere di cosa sono fatte le nuvole.

A L., roma Commentatore certificato 22.02.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento

Dopo 25 anni finita "Manipulite" oggi continua con i" Guanti" con un nuovo sistema..."mazzettopoli"!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.02.17 13:34| 
 |
Rispondi al commento

" Un popolo che elegge I corrotti o offre loro incarichi di prestigio, non è vittima, ma complice."
(GEORGE ORWELL)

Ad Maiora!

Paola

Paola Zito 22.02.17 13:33| 
 |
Rispondi al commento

Per me la PRIMA cosa che dovrà fare il M5S se mai arriverà al Governo è la Riforma della Giustizia !
Inclusa la seria legge Anticorruzione !!!

Monica C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.02.17 13:33| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gentile Ardita, se hanno depotenziato le armi che avevate l'hanno fatto anche col silenzio-assenso della magistratura, e infatti mi dica quanti di voi hanno battuto i pugni sul tavolo per riformare le leggi anti-corruzione e quanti politici incarcerati ci sono oggi in Italia. Ben vengano magistrati che la pensano come lei.

Franco Mas 22.02.17 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Vi racconto questa :
Un certo Tass' Sta...sta aspettando a Roma-termini stazione un tassi Huber...è circa mezzora che sta smanettando con il cellulare per chiamare,ma non si è accorto che non ha più credito sulla scheda e che la batteria è scarica..... se lo trovate a piedi con valigia lungo la salaria,dategli un passaggio e fatevi pagare con tariffa Taxi!
Grazie!

oreste ★★★★★ °.°, sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 22.02.17 13:30| 
 |
Rispondi al commento

Se ci fosse davvero la volontà politica di debellare la corruzione, così comel'evasione fiscale e tante altre cose, a quest'ora sarebbe già stato fatto e l'Italia sarebbe più pulita.

Tangentopoli ha dimostrato che quella via non è percorribile e che ha prodotto l'effetto di vedere aumentare le corruttele, su tutti i fronti.

L'Italia non ne verrà mai a capo con questi personaggetti, come dice De Luca, e politicanti. L'unica speranza è che il M5S riesca a conquistare il cuore degli italiani e che questi lo votino in massa.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.02.17 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Stadio Roma, nel 2013 Parnasi finanziò mezzo consiglio comunale

Aveva visto lungo, il gruppo guidato da Luca Parnasi. Proprio pochi mesi prima di trovare nel progetto dello Stadio della Roma la soluzione ai propri guai finanziari decise di dare una mano alla formazione del consiglio comunale di Roma capitale che per lui si sarebbe rivelato decisivo.

Il costruttore romano mise in campo tutte o quasi le società del proprio gruppo, e decise di finanziare molte campagne elettorali di consiglieri comunali del Pd e del Pdl nella quasi certezza che insieme avrebbero fatto la maggioranza della futura assemblea che avrebbe visto sindaco Ignazio Marino. ……

… E alla fine (insieme alle società di Sergio Scarpellini) Parnasi risultò il maggiore finanziatore della politica romana, anche con piccoli contributi che ovviamente furono ben graditi dai politici che correvano in quel turno elettorale.

Restarono fuori i 5 stelle, che per altro non raccolgono quasi mai finanziamenti che non siano interni al movimento e spendono meno di 3-400 euro per la propria campagna elettorale.

Spezzettando per ogni sua società i finanziamenti in quote da 5 mila euro, Parnasi cercò di non dare troppo nell’occhio. Ma diede una bella mano a tutti.

Con queste premesse ovvio che il consiglio comunale di Roma arrivò ben disposto all’appuntamento del 22 dicembre 2014 con la votazione che definitiva di pubblica utilità il progetto di Parnasi sullo stadio di Roma. Che fu approvata quasi alla vigilia di Natale in un’aula dove brillavano le assenze (all’inizio della seduta risultavano non presenti tutti e 4 i consiglieri del M5s, compresa la Raggi. Ma arrivarono in tempo e alla fine tutti e 4 votarono no). Alla fine la delibera Parnasi ottenne 29 voti favorevoli, 8 contrari e tre astensioni.Qualcuno aveva detto sì anche perchè ci credeva...

http://limbeccata.it/retroscena/stadio-roma-nel-2013-parnasi-finanzio-mezzo-consiglio-comunale/


*OCCHI APERTI*


*OCCHI APERTI* 22.02.17 13:17| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi!!!

Paolo V. 22.02.17 13:08| 
 |
Rispondi al commento

.....25 anni anni dopo ...e i " giornalisti" tanti ..salvo rare eccezzioni ...in coro ...mani pulite ha fallito ...non la politica che è allo sfascio ...ma mani puliti ...ovviamente per "i giornalisti liberi "...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 22.02.17 13:01| 
 |
Rispondi al commento

Odioso come il figlio !!!!
Cordialità

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/02/22/inchiesta-consip-tiziano-renzi-rispetto-la-magistratura-non-i-giornalisti-oggi-liberta-di-diffamazione-non-di-informazione/3407571/

Toto A., Milano Commentatore certificato 22.02.17 13:01| 
 |
Rispondi al commento

L'argomento è serio e non vorrei affrontarlo; piuttosto faccio presente che l'anno passato il CSM (?) avrebbe aperto delle scuole di italiano per magistrati perché si sono accorti che ormai non sanno più l'italiano. Questo post me lo conferma.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 22.02.17 12:56| 
 |
Rispondi al commento

.3
25 anni fa chi parlava dicendo la verità, confessava e collaborava con la giustizia era un benemerito, oggi è un infame che fa la spia.
25 anni fa chi confessava si affrettava a patteggiare una pena scontata per uscire al più presto dal processo, liberati. Oggi, a parte i fessi, tutti restano imputati per uscire dal processo al più tardi, prescritti.
25 anni fa, quando due persone litigavano, la minaccia era “ti faccio causa”. Oggi è “fammi causa” (copyright Piercamillo Davigo).
25 anni fa i magistrati che andavano per la maggiore erano quelli che indagavano senza guardare in faccia a nessuno. Oggi sono quelli che indagano senza guardare in tasca a nessuno.
25 anni fa il segretario del maggiore partito di sinistra, Achille Occhetto, ringraziava il pool Mani Pulite e lo spronava a non fermarsi. Oggi il segretario del maggiore partito di sinistra, Matteo Renzi, accusa il pool Mani Pulite di “barbarie giustizialista”.
25 anni fa il pm Antonio DiPietro riceveva inviti da destra, centro e sinistra per fare il ministro.
Oggi (anzi, tre anni fa) Giorgio Napolitano ha depennato il pm Nicola Gratteri dalla lista del governo Renzi perché “un magistrato non può fare il ministro”.
25 anni fa tutti sapevano e ricordavano tutto delle tangenti, oggi quasi nessuno sa e ricorda niente.
25 anni fa, “vergogna”. Oggi, “chi se ne frega”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 12:52| 
 |
Rispondi al commento

.2
25 anni fa l’intera giunta d’Abruzzo finiva in galera per abuso d’ufficio.
Oggi il governatore d’Abruzzo è sotto inchiesta per appalti.
25 anni fa finiva dentro Primo Greganti per tangenti al Pci-Pds, ma non diceva chi lo mandava. Oggi ha appena patteggiato una nuova condanna per le tangenti Expo, ma non dice chi l’ha mandato.
25 anni fa giornali e tv di solito stavano con le guardie, oggi di solito stanno con i ladri. 25 anni fa B. stava con i pm, oggi è un pregiudicato.
25 anni fa Berlusconi doveva salvare il suo gruppo dal fallimento. Oggi il governo Gentiloni deve salvare il suo gruppo dal salvataggio.
25 anni fa Di Pietro mandava la Guardia di Finanza ad arrestare i corrotti e centinaia di aziende pagavano la Guardia di Finanza perché chiudesse un occhio. Oggi una madre chiama la Finanza perché suo figlio si fa le canne.
25 anni fa i politici accusavano le forze dell’ordine di torturare i corrotti arrestati per farli confessare. Oggi difendono le forze dell’ordine che torturano gli innocenti arrestati perché non hanno nulla da confessare.
25 anni fa gli italiani scendevano in piazza contro la corruzione e le leggi salva-ladri. Oggi i romeni scendono in piazza contro i corrotti e le leggi salva-ladri.
25 anni fa i politici facevano di tutto, anche rubare, pur di essere candidati. Oggi si ritrovano candidati anche a loro insaputa.
25 anni fa i tangentari, per sottrarsi alle manette, si rifugiavano all’estero. Oggi si rifugiano in Parlamento.
25 anni fa (anzi 24) Bettino Craxi si dimetteva da segretario del Psi in quanto indagato. Oggi il sindaco Pd di Milano vuole dedicargli una strada in quanto pregiudicato.
25 anni fa, quando un indagato confessava o era incastrato da prove schiaccianti, nessuno invocava il “garantismo” e la presunzione di innocenza. Oggi la invocano tutti anche per i condannati definitivi (vedi B.).
25 anni fa si smise provvisoriamente di rubare perché erano finiti i soldi. Oggi i soldi sono sempre finiti, ma si ruba lo stesso.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 12:51| 
 |
Rispondi al commento

.1
OGGI E 25 ANNI FA
Marco Travaglio

Oggi Mani Pulite compie 25 anni e dicono che non è cambiato nulla. Magari.
25 anni fa veniva arrestato Mario Chiesa, amico del figlio di Craxi. Oggi è indagato il padre di Renzi.
25 anni fa la corruzione ci costava 5 miliardi in euro l’anno, oggi 60 miliardi di euro.
25 anni fa il debito pubblico era a 805 miliardi in euro, oggi è a 2.380 di euro.
25 anni fa il debito pubblico era il 105% del Pil, oggi è il 133.25%.
Anni fa i cronisti giudiziari attendevano trepidanti l’avviso di garanzia a Craxi, segretario del Psi e presidente del Consiglio in pectore e gli interrogatori di Agnelli, Romiti, Andreotti, Forlani, Cuccia, Berlusconi, De Benedetti, Ligresti, Gardini, Pacini Battaglia. Oggi attendono con ansia l’interrogatorio di Raffaele Marra, ex capo del Personale del Comune di Roma.
25 anni fa i giornali titolavano su Craxi, Andreotti e Forlani che tremavano.
Oggi titolano su Orlando e Orfini che tramano.
25 anni fa chi era accusato di truccare le gare d’appalto a Milano finiva dentro, o almeno indagato.
Oggi diventa sindaco di Milano.
25 anni fa la cronaca giudiziaria era dominata dalle tangenti miliardarie (in lire), oggi è dominata dalle polizze di Salvatore Romeo (funzionario del Comune di Roma) e dagli sms di Luigi Di Maio e Virginia Raggi, mentre dell’appalto miliardario (in euro) truccato dalla Consip per favorire gli amici dell’ex premier Matteo Renzi non frega niente a nessuno.
25 anni fa non c’era bisogno di inventare scandali: ogni giorno montagne di prove che i partiti (salvo un paio) erano tutti uguali.
Oggi si inventano notizie false per dimostrare che sono tutti uguali.
25 anni fa i ministri, i sindaci, i governatori e gli assessori indagati per tangenti & affini si dimettevano. Oggi restano e fanno carriera, infatti sono sempre “sereni”.
25 anni fa la gente diffidava dei politici ma si fidava dei giornalisti, oggi non si fida dei politici e neppure dei magistrati e dei giornalisti.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Vergognoso Andrea Romano a #lariachetira: "Raggi al fianco di squadristi e fascisti perché gli hanno finanziato la campagna elettorale ed ora deve rendere il favore".


Ma che si aspetta a querelare una simile feccia??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 12:38| 
 |
Rispondi al commento

Magistrato Sebastiano Ardita,

a conclusione del suo interessante intervento Lei indica la necessità di utilizzare “strumenti che siano particolarmente capaci di individuare un fenomeno che è sommerso”.

Mi permetto di chiederle, se Lei oggi fosse il Legislatore, come scriverebbe una legge idonea a fornire la Magistratura di quegli “strumenti”?

Le dispiacerebbe se il suo testo di legge fosse poi postato su Lex iscritti?

Carmela Bene Commentatore certificato 22.02.17 12:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Italia l'unico modo per far lavorare i politici in carica è fare manifestazioni!?? Possibile che non riescono proprio a fare il proprio dovere...solo le proroghe per rimandare i problemi!!
Così i tassisti ora otterranno una regolamentazione che bisognava fare senza arrivare alla manifestazione!!
Ma in Italia va così...bisogna sempre reagire per ottenere semplici diritti!
E quelli che difendono i diritti e sollecitano il lavoro per cui i politici sono pagati, vengono attaccati!
Cari politici di sistema, quando verrà il giorno che vi ricorderete che non siete lì per sistemare tutte le vostre famiglie e i vostri amici e i vostri affari ma per migliorare la vita dei cittadini come loro rappresentanti???
Utopia per voi vero??? Il Dio Denaro e il Dio Potere vi ha corrotto l'anima...purtroppo!
Ma ci sarà un grande Cambiamento perchè i cittadini sono stanchi delle vostre bugie e di quelle dei vostri servi!!!
Forza Movimento 5 stelle!

fabiola rossi 22.02.17 12:20| 
 |
Rispondi al commento

Abbiamo l'esempio della Romania , a volte il popolo può fare quello che le istituzioni non fanno o non vogliono fare . Quando le cose si fanno tragiche si deve intervenire con mezzi eccezionali proporzionali al compito . Noi stiamo facendo finta di essere in una situazione normale che non c'è , non siamo più uno stato di diritto , una democrazia , siamo diventati una dittatura in cui un gruppo ristretto di politici ha preso il potere con un colpo di stato e , cambiando alleanze alla bisogna , sfrutta le ricchezze del Paese . La corruzione è molto di più dei 60 miliardi sopracitati , bisogna considerare i danni causati dal ladrocinio continuo : opere faraoniche costate il doppi o il triplo del giusto abbandonate o mai finite poichè senza più interesse per i ladroni ! Il Paese è pieno di tali opere . La politica deve cambiare , non deve essere più possibile cambiare casacca o allearsi dopo le elezioni . Le pene vanno almeno raddoppiate , la magistratura responsabilizzata .

vincenzodigiorgio 22.02.17 12:12| 
 |
Rispondi al commento

Il 25° anniversario di TANGENTOPOLI.
Nozze d’argento pagate a peso d’oro.

Ho sempre avuto una mia idea precisa sul perché, in un certo momento, a seguito di certi eventi, si sia verificato l'evento "tangentopoli".

Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 22.02.17 12:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Queste disamine meritano non solo consenso, ma è bensì azione a supporto.
A partire dalle scuole elementari, perché la corruzione è attualmente endemizzata nell'anima della società.
Seguendo con le nuove intraprese e iniziative ad azionariato diffuso, corredate da codice etico di stretta osservanza.
Nessuna è la soluzione, ma tutte sono il principio.
Tutti assieme possiamo.
L'animo dell'uomo non è corrotto, il contesto sì.
Cordialmente
www.labinspe.it

Gianfilippo ., ARESE Commentatore certificato 22.02.17 11:58| 
 |
Rispondi al commento

NEGARE SEMPRE NEGARE
Volete farvi una risata? Questo è quanto scrive un piddiota di ferro, Andrea Chiari, sul blog di Alessandro Gilioli (Piovono rane, Espresso):
"Al di là di ogni valutazione mi preme fare una osservazione semantica. Non è corretto parlare di scissione del PD, che resta saldo nelle sue strutture, nel simbolo, nella fiducia e nel lavoro della stragrande parte dei suoi militanti ed elettori indipendentemente dalle loro specifiche simpatie politiche per questo o quell'altro orientamento. Abbiamo davanti piuttosto alcune persone che se ne vanno. Cosa già successa. Auguri."

..e poi dicono che è ai grillini che hanno impiantato un microchip nel cervello!!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 11:58| 
 |
Rispondi al commento

Satan
Reddito di cittadinanza?
BUUUUUUUUUUU
Una "dark room", dove vengono organizzate orge e dove alcune persone si prostituiscono, finanziata con 55mila euro dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, quindi con soldi pubblici.
Ma voi vi rendete conto cosa sarebbe successo se il babbo di Di Maio avesse mandato pizzini e preso 70 mila euro per un appalto da 3 miliardi?
O se Raggi avesse finanziato i viados a Tor Bella Monaca
LI AVREMMO UCCISI MEDIATICAMENTE. E ci sarebbe stata la processione di editoriali con le picche su cui infilare il cranio dello sprovveduto. Sarebbero spuntate chat, sms, mutande, intercettazioni telefoniche, ambientali. Ne avrebbero scritto i colleghi traduttori sul Financial Times, sull'Economist, sul New York Times... su Al Jazeera e pure sul canale twitter dell'ISIS.
Ed invece tutt'a posto. Zero inchieste. Zero notizie
Roba che neppure un quotidiano controllato dai Narcos messicani...

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 11:48| 
 |
Rispondi al commento

21 FEBBRAIO 2017

Stadio Roma, il video realizzato dal club per denunciare il degrado a Tor di Valle
Impianti abbandonati, rifiuti ovunque, in pratica una discarica a cielo aperto. L'A.S. Roma ha pubblicato sulla propria pagina Facebook un video che mostra il degrado a Tor di Valle, la zona prescelta dalla società capitolina per la costruzione del nuovo stadio

Video Facebook / AS Roma

ECCO COME FUNZIONA IL GIOCO (naturalmente in estrema sintesi):

1--> COMPRARE TERRENI AGRICOLI A 2 SOLDI

2-> NON FARE ALCUNA LAVORAZIONE AGRICOLA CHE DEVE ESSERE EVITATA COME LA PESTE

3-> ATTENDERE IN FIDUCIOSA ATTESA CHE LA GRANDE AREA AGRICOLA (naturalmente si fa per dire..) DIVENTI UN CESSO SOTTO IL BEL CIELO DI ROMA

4-> PAGARE UN ESPERTO DI DEGRADO AMBIENTALE PER AVERE LA CONFERMA CHE IL LIVELLO “CESSO” SIA STATO FINALMENTE RAGGIUNTO, CIOE’ SE SUL TERRENO AGRICOLO ( ancora si fa per dire) SIA POSSIBILE AMMIRARE UN SUFFICIENTE NUMERO DI EX MUTANDE, CANOTTIERE, MATERASSI, PEZZI DI ARMADIO, SACCHETTI, STIVALI, SECCHI SFONDATI, COPERTE STRACCIATE, E INFINE VASCHE DA BAGNO E GLORIOSI CESSI!

5-> SGRIDARE I RAGAZZINI CHE TIRANO SASSI CON LA FIONDA A DEI POVERI RATTI COL RISCHIO DI STECCHIRNE QUALCUNO, E POI COME SI MOLTIPLICANO? ( vedi, a volte, come nasce l’amore per gli animali!)

6-> SPERARE CHE QUALCHE GIORNALISTA FOTOGRAFI QUELLA SCHIFEZZA DI POSTO, MAGARI CON UN BEL RATTO CHE SORRIDE AL FOTOGRAFO SOPRA UN MATERASSO SVENTRATO; NON SI DEVONO TEMERE LE CRITICHE, PERCHE’ NESSUNO SI E’ MAI PERMESSO DI DIRE: “NON TI VERGOGNI DI TENERE IL TERRENO AGRICOLO CHE HAI COMPRATO IN QUESTO MODO, PROPRIO COME FANNO GLI SPECULATORI!”

7-> SPERARE CHE IL DEPURATORE DI TOR DI VALLE FACCIA SEMPRE PIU’ PUZZA!

8-> INIZIA LA FASE PIU’ DELICATA: ARRIVANO I NOSTRI! CITTADINI SEMPRE PIU’ NUMEROSI SI LAMENTANO PER QUELLO SCHIFO DI DEGRADO (manna dal cielo per il finto agricoltore!); SI INIZIA UN PROGETTINO DI RISANAMENTO........

*OCCHI APERTI* 22.02.17 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Ho appena sentito che la giunta Romana ha detto no allo stadio.

Chi mi può confermare la notizia, di questi giornalai NON mi fido.

SEMPRE:

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.02.17 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Primo
REPUBBLICA CONTINUA A VOMITARE VELENO SUI 5 STELLE. MA IL M5S IN VESTE LAICA SARA' PRONTO PER GOVERNARE QUANDO VERRA' IL MOMENTO
La solita Repubblica di Carlo De Benedetti tessera n.1 del Pd si produce anche oggi nel rituale attacco al M5s.Questa volta la vomitata di veleno è di Sebastiano Messina.“Tassisti,ambulanti e tifosi:Grillo cavalca la tigre populista”, scrive a commento di una giornata in cui l'emendamento notturno di Trottolina Lanzillotta ha prodotto più danni di mille black bloc messi insieme.Attacca Grillo e dimentica la responsabile di quanto accaduto.Amnesia tipica dei grandi giornalisti al servizio del potere
Intanto,la frantumazione di quello che appariva un incorruttibile e non scheggiabile monolito renziano fa risplendere in modo sempre più abbagliante la costellazione dei 5 stelle.E di fronte alle storie di piccoli uomini,agli interessi di bottega correntizi,alle beghe interne di un partito–il Pd–sempre più lontano dagli interessi della gente;di fronte alle jacovelle verbali che propongono gli altri esponenti di soggetti politici alleati o avversari del Pd e alla pochezza e alla povertà intellettuale delle proposte politiche,si staglia gigantesca l'incorrotta immagine del M5s.Lo dice uno che non ha lesinato critiche ai 5stelle e che in passato spesso è finito sotto un diluvio di insulti e di “troll” da parte dei soliti scalmanati da sempre onnipresenti sotto tutte le bandiere e sotto tutte le sigle
Detto ciò, trovo convincente presso i cittadini la nuova immagine che sta proponendo di sé il M5s. Accantonati i vecchi irragionevoli dogmi (tutti i dogmi non favoriscono mai il ragionamento) e ribadito il rigore morale,Grillo ha deciso di indossare l'abito della laicità.Un abito che consente di porsi con mente aperta di fronte a fatti,eventi e problemi.Un atteggiamento che non scalfisce il rigore morale che è la bandiera di sempre del M5s.I 5stelle,insomma, continuano a crescere e a maturare politicamente e sono pronti per governare
RINA BIZZARR

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 11:34| 
 |
Rispondi al commento

"Sto lottando perché il movimento rimanga onesto

Qui sta accadendo con i dovuti distinguo delle proporzioni quello che. accadde
Fin dalla fondazione della prima repubblica con il governo di Alcide Degasperi
Occhio Signor Beppe
Ti sei assunto il compito di garante  ma riesci a farlo delegando chi ?
Non basta controllare la fedina penale
Qui ci vuole buon senso per capire chi è e chi ci fa
E non ci vuole molto
Oltretutto queste persone del mio meetup impreparate, non hanno nessun tipo di capacità ed addirittura non
hanno mai partecipato fino a pochi mesi fa ad una assemblea comunale
Questo non è un piccolo comune da nulla era il feudo di un discusso leghista che lo ha lasciato per tragiche circostanze
Che dire
Mi dispiace di essere stata costretta a denunciare la situazione sul blog
Ma non sapevo più  che altro fare
Sono una attivista che si adopera nel limite della sua infermità di salute

Scusatemi "

Rosa Anna 22.02.17 11:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quando c'e' un'azione contro qualcuno, e' inevitabile una sua reazione. e a seconda del "potere" del colpito, questa reazione sara' piu' o meno forte.

quando e'' scoppiata tangentopoli, il "sistema" ha cominciato a difendersi. non poteva certo farlo con la forza, la violenza. siamo in democrazia, non si possono usare certe armi quando la stragrande maggioranza dei cittadini ti e' contro.

cosi', dapprima hanno finto di sostenere tangentopoli, poi, hanno usato l'arma della falsita'. e sono spuntati, nei media di loro proprieta, "tuttologi" che ci spiegavano quanto sono "cattivi" i giudici, quanto sono in malafede, enfatizzando errori che in processi cosi' complessi non possono non accadere.

addirittura, hanno cercato di convincerci che siccome siamo italiani, e l'italiano ha nel dna un certo modo di agire truffaldino, va bene cosi'.

oppure che, siccome siamo appunto in democrazia e ogni classe sociale deve avere una sua rappresentanza in parlamento, e' giusto che ci siano anche dei corrotti (concetto espresso dal senatore avvocato di berlusconi e allora presidente della commissione parlamentare per l'espulsione dei parlamentari condannati).

hanno fatto a gara a chi si inventava piu' formulette tana-libera-tutti.

e quello che e' successo e' che tanti concetti malsani, come tanti virus, sono entrati nella testa della gente. cosi' puo' capitare di ascoltare qualcuno che dice che chi non ha fatto il bollino blu per la sua macchina e' uguale al corrotto che ruba dalle casse dello stato.

avendo creato un italiano tanto umiliato dentro, a testa bassa e pieno di sensi di colpa, e' facile per loro far passare certe leggi salvaladri.

carlo 22.02.17 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Con tangentopoli si è solo tolto il coperchio ad una parte della pentola e chi ha vissuto di tangenti e malaffare ha avuto, con tangentopoli, la possibilità di affinare i metodi.
Dire che la corruzione è stata in qualche modo arginata è una delle più grandi bugie del secolo.
La corruzione ormai si annida anche nei posti più impensabili.
Ma quello che dobbiamo chiederci è se noi facciamo qualcosa, nel nostro piccolo della vita di tutti i giorni, per denunciare tutti i comportamenti sbagliati.
Dobbiamo farci un esame di coscienza e capire che la corruzione inizia anche quando per ricevere un servizio che è dovuto, e per non aspettare tempi biblici, pensiamo subito "chi conosco in quell'ufficio?" ecco, in questa maniera abbiamo, nel nostro piccolo, dato il via a quella spirale che porta, senza dubbio, al clientelismo, ai favori che poi devono essere ricambiati, all'avere un privilegio nei confronti di chi, non conoscendo nessuno, arriva ad elemosinare un diritto.
Dobbiamo essere coscienti che per denunciare comportamenti illeciti, dobbiamo cambiare mentalità: un diritto è un diritto, e bisogna pretenderlo.

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 22.02.17 11:22| 
 |
Rispondi al commento

O.T
Stamattina per caso mi sono sintonizzata su Radio Popolare di Milano (ai tempi una radio storica di tutto rispetto) e ho sentito una tizia credo di nome Ghidini,responsabile di redazione,dare i titoli del radiogiornale e dire: "ieri a Roma c'e stato uno sciopero dei taxisti,ci sono stati tafferugli tra esponenti di forza nuova davanti alla sede PD e la Raggi ha detto "io sono con voi"", poi ha continuato con altre anticipazioni del radiogiornale.
Si evince benissimo che si voleva intenzionalmente far capire altro.
Ora,secondo voi, vi sembra il modo corretto di informare?
Io dico che più fazioso di così non si può.
Dovrebbero solo vergognarsi!!!

Terry E. (), Mi Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 22.02.17 11:10| 
 |
Rispondi al commento

Come si può pretendere di debellare la corruzione se si continua a votare per le stesse persone da 30 anni. Se si continua a dare fiducia agli stessi partiti che hanno devastato l'Italia?? Che hanno fatto le leggi per sfuggire alle condanne per corruzione?
UNA VERA ALTERNATIVA DOPO 30 ANNI ORA C'E'...FORZA 5 STELLE E ANDIAMO AL VOTO AL PIU' PRESTO!!!!

Giacomo E. Commentatore certificato 22.02.17 11:09| 
 |
Rispondi al commento

Ci sono un paio di rospi che mi stanno in gola e che devono uscire anche qui sul blog
Oggi mi sento una merda e sto di merda
e butterò merda da tutte le parti
Accade in provincia del profondo nord
Che attivisti onestissimi che si sono profusi per sette anni vengano buttati fuori dal meetup da loro fondato da persone che non sono in grado di gestirlo ma che mirano solo a fare una lista per raggiungere delle poltrone
Ditemi come faccio a denipunciarle
Oltretutto costoro ora fanno riunioni private in un negozio di una signora che esercita lla professione di cartomante
Non hanno mai fatto un evento pubblico e chi dovrebbe controllarli se ne infischia
Compreso il parlamentare che ha avuto i voti raccolti dagli umili attivisti a cui ho scritto 7 lettere senza una risposta

Rosa Anna 22.02.17 11:07| 
 |
Rispondi al commento

Invece di tutelare la gente dai tariffari selvaggi e dall'evasione fiscale dei tassinari, voi vi schierate dalla loro parte.

Allora dato che voi siete avanti... che siete gli anti-casta... che siete dalla parte della gente...che il potere vi teme... spiegatevi questo:

BOOM DI DOWNLOAD DELLE APP DI UBER

Meravigliosi 22.02.17 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

l'italia ha preso una storta negli ultimi venti anni che fa schifo al cazzo.

penso che sia dovuto al fatto di un'autodifesa che e' scattata nella classe politica e imprenditoriale del paese. dove, invece che riformarsi, aggiustarsi e ripulirsi dopo tangentopoli, hanno iniziato una guerra contro la legge, la magistratura e la societa' stessaq per comtniuare a perpetuare il loro sistema di malaffare a tutti i livelli, dalla corruzione fino alla mafia.

glie l'abbiamo permesso anche noi, quando accettavamo i "comizi" fuori di testa, allucinati e completamente sconnessi che i vari sgarbi &c facevano tutti i giorni in tv. anzi, senza il nostro tacito consenso, infarloccati senza pieta' dai tanti wanna marchi che infestavano i media, non avrebbero potuto fare niente.

e' per quello anche che si dice ci stare nel semplice, di stare nel buon senso. quello umano, che usiamo tutti i giorni per noi e le nostre famiglie. senza tanti voli pindarici, il piu' delle volte pilotati da veri professionisti del quacquaracqua', messi li' proprio per strapparci dal sanissimo terraterra, e per portare la nostra mente nel niente, dove vale tutto e il suo contrario.

carlo 22.02.17 10:57| 
 |
Rispondi al commento

3
Anche per coloro che, avendo rivestito cariche in diverse assemblee elettive (Parlamento nazionale, Parlamento europeo e Consigli regionali), percepiscono o percepiranno, in base alle regole attualmente vigenti, più assegni previdenziali.
4) Analogo tetto deve valere anche per tutti coloro che godono o godranno di un trattamento previdenziale frutto dei contributi versati nel corso della propria carriera professionale: se la pensione maturata attraverso l’attività lavorativa privata è pari o superiore a 5 mila euro lordi al mese, l’ex parlamentare non avrà diritto al vitalizio erogato dall’organo elettivo nel quale ha svolto il mandato, ma solo al rimborso dei contributi versati.
Una classe politica ai minimi storici di credibilità e fiducia dovrebbe correre ad approvare all’unanimità queste modifiche di puro buonsenso. Possibilmente prima di metà settembre, quando anche i privilegi dei parlamentari di prima nomina diventeranno diritti acquisiti, aumentando vieppiù lo sputtanamento agli occhi dei cittadini che tirano la cinghia e la carretta. Il Fatto è a disposizione dei politici che vogliono aderire alla proposta. L’altro giorno, sul sito dell’Unità (quello che ha sede nell’isola di Tuvalu, noto paradiso fiscale della Polinesia), Fabrizio Rondolino ha scritto che la nostra campagna “si chiama fascismo”. Se il poveretto sapesse quel che dice, scoprirebbe che i fascismi arrivano quando la gente non si fida più dei partiti democratici. Il giorno del giudizio, anzi del vitalizio, è vicino.
Il Fatto Quotidiano - 22 febbraio 2017

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:56| 
 |
Rispondi al commento

2
I maestrini del programma-fogna hanno fatto notare che i vitalizi non esistono più.Invece,comunque li vogliamo chiamare,esistono eccome,anche se dal 2012 sono stati riformati per adeguarli al sistema contributivo che vale per tutti noi cittadini Solo che anche il nuovo regime continua a favorire smaccatamente i cosiddetti rappresentanti del popolo rispetto a noi comuni mortali.A partire dall’età pensionabile
I parlamentari eletti per la prima volta nel febbraio 2013,se le Camere non vengono sciolte prima di metà settembre (cioè se la legislatura dura almeno 4 anni 6 mesi e un giorno),a 65 anni incasseranno una pensione di circa mille euro netti al mese con meno di 5 anni di contributi versati.Chi invece avrà fatto due mandati,con 10 o 9 anni di contributi,intascherà un assegno più alto addirittura a 60 anni.Per noi cittadini “normali”,intanto,dal 2018 l’età pensionabile minima salirà a 66 anni e 7 mesi
Ecco dunque la nostra proposta,che in pochi giorni ha già raccolto quasi 50 mila firme su change.org. Non occorre alcuna riforma costituzionale nè una nuova legge.Basta una semplice modifica ai regolamenti parlamentari sui vitalizi,varati negli scorsi decenni dagli uffici di presidenza di Camera e Senato.Perciò ci appelliamo ai presidenti Piero Grasso e Laura Boldrini perché cancellino una volta per tutte sia i privilegi maturati dagli ex parlamentari prima del 2012,sia quelli mantenuti dalla riforma di 5 anni fa.Come?Con 4 ritocchi
1)Ricalcolare tutti i vitalizi attualmente in essere con il sistema contributivo in vigore a Montecitorio e Palazzo Madama dal 2012.E che prevede un ammontare di circa 200 € lordi al mese per ciascun anno di mandato parlamentare
2)Elevare il limite d’età per la percezione dell’assegno previdenziale allo stesso livello previsto dalla legge Fornero per i comuni lavoratori
3)Introdurre un tetto massimo al vitalizio di 5.000 € lordi al mese

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:56| 
 |
Rispondi al commento

1
Travaglio. Firmiamo per fermarli
Ogni tanto facciamo una proposta.Siccome di solito è buona e ragionevole,è certo che verrà ignorata (l’ultima, per una riforma costituzionale ed elettorale che ci desse più e non meno democrazia, avrebbe consentito agli italiani di contare di più,ai politici di recuperare un po’ di consenso, all’Italia di migliorare e a Renzi di vincere il referendum e restare premier).Molti lettori continuano a domandarci:perché,oltre a demolire, non provate a costruire qualcosa?E allora insistiamo,vedi mai che qualcosa o qualcuno si muova.Due settimane fa abbiamo mandato in edicola e in libreria con la nostra casa editrice Paper First un formidabile saggio-denuncia di Primo Di Nicola con Antonio Pitoni e Giorgio Velardi: Orgoglio e vitalizio.Il libro racconta uno degli scandali più indecenti della Repubblica:il più odioso privilegio che la casta s’è regalata a spese nostre,un vergognoso spreco di denaro pubblico che continuerà a pesare sulle casse dello Stato,cioè sulle nostre tasche,fino alla totale estinzione dei beneficiari.Una legione di 2 mila ex deputati ed ex senatori che intascano cifre da capogiro(fino a 10 mila o più € netti al mese),anche senz’aver mai messo piede in Parlamento o avendolo fatto per una manciata di sedute.Magari cumulandoli con altri vitalizi per qualche puntatina nei consigli regionali o all’Europarlamento,oltre a quelli maturati per le attività private
L’altra sera,in uno dei tanti programmi-cloaca della Rai,alcuni buontemponi si divertivano a darmi del bugiardo perché mi ero permesso di respingere al mittente una delle ultime sparate demagogiche di Renzi.L’ex premier aveva invocato le elezioni subito,prima di settembre per “evitare che scattino i vitalizi,perché sarebbe molto ingiusto verso i cittadini.Sarebbe assurdo”.Avevo risposto:“Se Renzi trova ingiusti e assurdi i vitalizi,perché aveva promesso di abolirli e poi, in 3 anni di governo non l’ha fatto?”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:51| 
 |
Rispondi al commento

E' inutile che continuiamo a menare il can per l'aia.

Queste leggi dovranno essere cambiate o eliminate , solo il Movimento lo potrà fare quando andrà al potere, la Casta si AUTOTUTELA.

Sarà un lavoro lungo e difficile, vedi le contestazioni rivolte a Trump da una minoranza manovrata a distanza.

l'UNICA ALTERNATIVA CHE HANNO GLI ITALIANI E' ANDARE AL VOTO SUBITO, tutto il resto sono chiacchere inutili.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 22.02.17 10:50| 
 |
Rispondi al commento

Abbastanza strano che un magistrato tanto esperto non sappia che il reato di corruzione di fatto NON fa finire in carcere nessuno grazie all'ordinamento penitenziario...
le leggi particolarmente blande verso i ladri NON sono un problema culturale (cosa ca##o vuol dire?) ma legislativo.

Il problema non può essere solo investigativo poiché senza pene reali si ha di fatto una
completa perdita di tempo che NON può avere nessun effetto repressivo reale:
l'impiegato pubblico magistrato è in pratica un burocrate passacarte INUTILE anche se riesce a scovare il 100% dei reati di corruzione.

Da notare l'articolo 54 ordinamento penitenziario che sconta un quarto della pena praticamente a tutti, a meno che non si siano compiuti altri reati negli ultimi sei mesi di carcerazione (reati che comunque non arrivano quasi mai a un processo) o abbia commesso gravi atti di indisciplina.
Poi si aggiungono i permessi premio (anche per i recidivi e pari a un mese e mezzo ogni anno per i maggiorenni e due mesi per i minori) art 30.
Poi art 47-ter gli ultimi 4 anni di pena (o pene inferiori ai 4 anni) possono essere scontati ai domiciliari
Poi gli ultimi tre anni vengono scontati con l'affido ai servizi sociali grazie all'art 47
Poi l'art 48 permette di uscire dopo aver scontato metà della pena e di rientrare in carcere solo per dormire (semilibertà).

Per i non credenti o diversamente magistrati ecco il link
http://www.studiocataldi.it/normativa/ordinamento-penitenziario/

p.s. io i "magistrati-problema-culturale" li licenzierei tutti in tronco e con disonore specialmente se divulgano panzane e falsità invece di lavorare.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 22.02.17 10:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

e
Lo vogliamo dire che quel signore è stato arrestato per fatti che non riguardavano la giunta Raggi ma la giunta precedente? Qui vogliono far sembrare che ci siamo intascati soldi. 30.000 euro di polizze, Noi abbiamo restituito 20 milioni presi dai nostri stipendi e abbiamo fatto partire 4000 imprese”
Berlinguer insiste sull’incompetenza.
“Tutti possiamo fare errori. Non voglio che ci sia assolutamente questa visione catastrofica su Roma perché si fanno due pesi e due misure. Su noi si spacca il capello, si centellina ogni cosa che facciamo e diventa una cosa enorme. La giunta di Firenze ha fatto un rimpasto, qualcuno ne ha sentito parlare? Crocetta in Sicilia ha cambiato 55 assessori in 4 anni, qualcuno lo ha saputo? Noi siamo gli incompetenti e poi quelli che si sono fatti bocciare il referendum, l’Italicum e le altre leggi son i competenti. Io questo non riesco a capirlo. Noi abbiamo fatto degli errori ma il più grave è che non stiamo comunicando adeguatamente quello che stiamo facendo nei nostri Comuni, ma non mi colpevolizzo per Roma, perché quando si governa una città così complicata gli errori ci possono essere, solo che al M5S non si passa nulla mentre agli altri si permette tutto, addirittura che si facciano leggi incostituzionali. Ormai è dimostrato che c’è un accanimento della stampa.
Degli errori di Renzi non si parla proprio e noi siamo in prima pagina da 7 mesi. Quelli che ci chiedono di cambiare tutto a Roma sono quelli che in 7 mesi non hanno dato nemmeno le casette ai terremotati.”
Labate chiede “Perché secondo lei la stampa dovrebbe accanirsi contro i 5stelle?”
Di Maio: “Ci sono tre giornali che in questo momenti ci attaccano continuamente: uno è il Messaggero, Caltagirone, gli abbiamo fatto saltare le Olimpiadi; uno è Repubblica, De Benedetti, tessera n° 1 del Pd; e uno è il Corriere della Sera, in cui c’è Mediobanca. Questi direttori a cui ho chiesto di chiedere scusa sul mio sms e la questione di Matta, non mi hanno chiesto neanche scusa.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:42| 
 |
Rispondi al commento

d
Per le Olimpiadi si stava indebitando il Comune perché, e nessuno lo ha detto, il Comune doveva dare delle garanzie economiche alla realizzazione delle opere. Se poi chi faceva le opere non le faceva a regola d’arte, ci rimettevano i cittadini romani e avremmo indebitato ulteriormente Roma mandandolo in default,..”
Una giornalista di IFQ gli dice che il M5S potrebbe vincere le elezioni e diventare la nuova classe dirigente
Di Maio: “Io il termine classe dirigente l’ho archiviato un po’, preferisco pensare a una generazione di cittadini che resiste e prova a cambiare le cose per spirito, per modo di fare politica, di partecipare alla vita pubblica. Dal caso Roma ho imparato che le squadre di governo devono essere pronte prima delle elezioni..”
Berlinguer: “Pensate di selezionare anche quella col web?”
“Non abbiamo ancora affrontato il problema dei requisiti richiesti ma finora sia la scelta dei candidati che dei temi di programma passa dalla scelta on line col metodo certificato Rousseau. Questo è un metodo, non dico che sia perfetto. Il capo della nostra squadra di Governo sarà individuato dai nostri iscritti. Questo è il metodo di una forza politica che è nata attraverso internet ed è diventata la prima forza politica del Paese. I metodi degli altri, che io rispetto ma non condivido, sono i metodi che hanno portato con le tessere sempre gli stessi nelle istituzioni negli ultimi 30 anni. Noi stiamo sperimentando questo sistema. Ma perché si continua a paragonare l’esperienza di governo di un Comune all’esperienza di governo di un Paese? Il Paese lo cambiamo con le leggi. Il Sindaco le leggi non le può fare, e poi: si parla bene di Torino ma non si dice mai “Allora siccome governano bene a Torino, possono governare bene il Paese”. Poi si parla male di Roma e secondo me in maniera ingiusta e si dice: “Non sapranno governare il Paese”.
Lo vogliamo dire che la cosa delle polizze è una bufala?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento

25 anni dopo tangentopoli sempre lo stesso, se non peggio.

Giovanni F. Commentatore certificato 22.02.17 10:41| 
 |
Rispondi al commento

c
Berlinguer insinua che ai 5stelle non conviene andare al voto ora con la partenza sbagliata della Raggi.
“Rigetto sempre questa visione catastrofica di Roma. Qui non è oggetto la convenienza. C’è bisogno di una ricetta per i mali del Paese. Per questo occorrono nuove elezioni. Come pensiamo che questa ricetta possano darla quelli che questo Paese l’hanno distrutto governandolo fino a oggi con Governi mai passati per le elezioni?”
La Berlinguer insiste sul cambio degli assessori a Roma
Di Maio: “Anche il Governo degli USA ha perso un pezzo. Abbiamo visto tante città che perdono pezzi della giunta iniziale e cambiano i loro assessori. A Roma si sta lavorando alacremente per tagliare gli sprechi: 40 milioni di tagli, 130 nuovi autobus, investimenti nei servizi essenziali, disabili e scuole. Per vedere i risultati serve tempo. Si sono dati 20 a quelli che governavano prima per fare 20 miliardi di debiti… chiediamo il tempo di un mandato. “
Berlinguer chiede sullo stadio che dice non c’era nel programma della Raggi
“Noi abbiamo sempre detto che i tifosi della Roma hanno diritto ad avere uno stadio e il progetto originale non ci piaceva tant’è che la sindaca è al tavolo di trattativa con la società per cercare di trovare un progetto che rispetti i valori del nostri programmi: consumo di suolo, rischio idrogeologico, cementificazione del territorio, e questo deve fare una giunta, quando eredita un progetto del passato. Il punto non è che non c’era nel programma, c’era nelle delibere della passata amministrazione. Quando uno eredita un progetto dal passato, deve cercare di portare avanti al massimo i propri valori e il proprio programma a far sì che quello che è stato scritto possa essere realizzato al meglio. Io penso che sia giusto che ci sia uno stadio ma questo stadio è il 13% dell’intero progetto. Il dibattito è su quello. Stiamo facendo una trattativa proprio perché non abbiamo dimenticato quanto abbiamo detto contro i palazzinari, la cementificazione ecc

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:40| 
 |
Rispondi al commento

b
. Nel decreto c’è scritto una cosa molto semplice: finalmente si stabiliscono delle norme per combattere i tassisti abusivi e i noleggi con conducente (ncc) abusivi ..
Berlinguer dice che non si può solidarizzare con questa forma di protesta e non si può entrare nel merito..
“E come no? e mica è andata a solidarizzare con le molotov..! Noi solidarizziamo con chi chiede legalità contro tassisti abusivi, Ncc abusivi. Con questo decreto all’inizio del 2’17 entrava in vigore una norma che finalmente istituiva più controlli. Ma è successo che in una notte al Senato la senatrice Lanzillotta ha detto che la legalità la rinviamo di un anno.
E’ giusto che una categoria di arrabbi. Non abbiamo mai sostenuto proteste non pacifiche ..”
Tommaso l’Abate del Corriere della sera: “La Costituzione vieta l’apologia del fascismo. se la sente di dire ferme parole di condanna contro braccia tese ecc.?”
Di Maio: “Gliel’ho già detto: prendo le distanze dagli atti di violenza, prendo le distanze dall’apologia del fascismo, ma c’è una protesta sacrosanta che fa parte di quei cittadini che in piazza erano pacificamente oggi che dicono: vogliamo legalità e vogliamo fermare una direttiva che svenderà il lavoro dei venditori ambulanti di tutta Italia dandolo in mano alle grandi corporazioni”
Berlinguer devia chiedendo:”Lei cosa pensa di quel che avviene nel Pd?”
“Penso che elezioni si allontanino per lo spirito atavico di alcuni parlamentari che mirano a settembre a prendere la pensione e lo stipendio altri 6 mesi. Si allontanano sicuramente per questa ambizione legata agli interessi personali. Siamo in un Paese che ha 17 milioni di cittadini a rischio povertà, 100 imprese che muoiono ogni giorno, con 11 milioni di cittadini che hanno rinunciato a curarsi per difficoltà economiche e il partito di governo o litiga lasciando il governo o resta al governo e si mette a lavorare senza litigare, non ci si può permettere ci lasciare questo Paese in mezzo a una guerra per bande.”

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:39| 
 |
Rispondi al commento

a
DI MAIO SU RAI 3 CON LA BERLINGUER
https://www.youtube.com/watch?v=7Mi9Gf_aIxE

La Berlinguer:”Renzi dice che dovete ringraziarlo per la scissione del Pd”
Di Maio:“Veramente spero che il M5S acquisti sempre più attivisti per i temi che porta avanti. Certo in questi giorni incontro tanti elettori del Pd che sono fortemente disorientati e guardano al M5S perché noi abbiamo superato lo schema dx/sx
La disgregazione dei partiti in questo momento testimonia proprio questo.Per quanto ognuno di noi ha dei valori che possono ricondursi a dx o a sx, nei partito questo non esiste più.Ricordiamoci che la dx ha fatto Equitalia e la sx ha voluto togliere l’art. 18”
“Voi non temete che tanti che hanno scelto il m5S tornino a questo nuovo partito?
“Non credo che qualcuno possa tornare da noi a D’Alema o Bersani.Qui non c’è nessuna verginella (Io. Bersani ha detto di aver votato sì a 50 fiducie!).Quelli che oggi combattono Renzi sono quelli che hanno votato la legge Fornero in passato e altre leggi vergognose,poi è arrivato Renzi e ha fatto altre leggi vergognose come il Jobs act o La buona scuola e adesso torna la vecchia politica.Io credo che leggi come il reddito minimo di cittadinanza,legge anticorruzione,aiuto alle piccole e medie imprese non sono più né di dx né di sx,sono leggi di buon senso che si devono fare”
“E allora parliamo dei problemi della Giunta Raggi a Roma.Le sembra opportuno che la sindaca oggi ha detto che sostiene i tassisti in un momento in cui la loro protesta è diventata selvaggia con due bombe carta e due feriti?”
“Quando c’è una protesta,c’è sempre qualche cretino che fa atti violenti e diventa poi il pretesto per prenderne le distanze.In piazza c’erano anche gli ambulanti che manifestavano contro la direttiva Bolkestein.La sindaca Raggi è scesa in piazza oggi tra i tassisti anche per chiedere di riprendere il servizio,ma ho l’impressione che nessuno sia letto l’emendamento incriminato.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 22.02.17 10:38| 
 |
Rispondi al commento

Bell' articolo

Giovanni Traverso 22.02.17 10:37| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori