Il Blog delle Stelle
In Sicilia e Sardegna boom di nuovi sbarchi: è il fallimento della Trattativa Stato-Mafie libiche

In Sicilia e Sardegna boom di nuovi sbarchi: è il fallimento della Trattativa Stato-Mafie libiche

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 37

di MoVimento 5 Stelle Europa

Le rotte dell'immigrazione sono infinite. Minniti pensava che dialogando con i miliziani libici potesse raggiungere la tregua necessaria per far dimenticare in campagna elettorale i disastri del Partito Democratico sull'immigrazione (li ricordiamo: regolamento di Dublino, accordo Triton, procedure di identificazione lunghissime, tagli alla cooperazione internazionale) e invece nulla è cambiato. I barconi adesso salpano dalla Tunisia e dall'Algeria. Probabilmente il business degli scafisti si è semplicemente spostato di qualche km. La Sicilia è di nuovo al collasso.

Dall'inizio dell'anno sono sbarcati illegalmente in Italia oltre 106.000 migranti. Alcuni di essi hanno diritto alla protezione internazionale, altri no. L'Europa non si fa carico di entrambi. Siamo lasciati soli. E la colpa è anche dei partiti italiani che sono stati complici in questi anni della definizione delle politiche europee. Si potevano opporre, non lo hanno fatto e adesso ci ritroviamo a gestire questo fenomeno con regole assurde e controproducenti.

Le nuove rotte che partono da Tunisia e Algeria arrivano adesso persino in Sardegna. Secondo il quotidiano algerino El Watan, il viaggio costa a ciascun migrante 700 dollari circa. Segno che nulla è cambiato. Lo abbiamo detto più volte e il nostro programma Immigrazione parla chiaro: a cambiare rotta deve essere l'Europa. Queste politiche miopi e tampone non risolvono nulla: serve un nuovo approccio basato su vie legali di accesso e aiuti reali ai Paesi di transito e origine. Va rafforzata la cooperazione internazionale e la lotta agli schiavisti che sfruttano la disperazione delle persone per fare affari. Bisogna ascoltare e rispondere agli allarmi lanciati dai sindaci di Lampedusa e Pozzallo, ma serve un governo nuovo che non sia schiavo dei diktat di Bruxelles.

Le prossime settimane saranno decisive. Il Parlamento europeo inizierà a discutere e a votare la riforma del regolamento di Dublino e il nuovo codice frontiere Schengen. Vigileremo e combatteremo se ci saranno nuove trappole per il nostro Paese. I partiti ci hanno trasformato nel campo profughi d'Europa. Faremo di tutto per rendere l'Italia forte e rispettata in Europa.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Ott 2017, 10:46 | Scrivi | Commenti (37) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 37


Tags: immigrati, m5s, mafie libiche, minniti, sardegna, sbarchi, sicilia

Commenti

 

Si tratta sempre di gente che con l'Italia c'entra poco o niente.
Vorrei ben vedere se io arrivassi su un barcone in quei paesi da dove provengono suddetta gente come mi rimanderebbero in Italia a calci nel culo.

Lorenzo Accornero 11.10.17 11:38| 
 |
Rispondi al commento

Quando si discute dell’immigrazione e dell’uscire dall'euro o dall’Unione europea, io non posso non pensare che i miei nonni, con tre figlie di 10-11-12 anni, si trasferirono a Nuova York, nella V strada, in una zona non deturpata da grattacieli, dove lavorarono per circa 10 anni per una sartoria. La famiglia- quando ormai tutti lì erano stati conquistati dall’arte di Enrico Caruso, e non tirava più una brutta aria per gli italiani, rientrò in Italia nel paese di origine con il ricavato in dollari. Al cambio in lire essi risultarono milionari. La loro vita era cambiata per una semplice operazione di cambio di valuta. Le conclusioni elementari che ne traggo sono le seguenti. Gli stati nazionali indipendenti dell’eurozona devono statalizzare le loro banche centrali nazionali. Dal sistema monetario centrale europeo (dalla BCE) devono essere espulsi i banchieri privati, rei di attività detestabile e criminale, puniti, e devono essere sostituiti da esperti incaricati con adeguati referendum internazionali popolari europei (Art.113 del Trattato di Maastricht. Cesseranno gli attacchi del dollaro all’euro e si aprirà una reale prospettiva politica della Unità della nostra piccola Europa.


STEFANO A. Commentatore certificato 10.10.17 21:22| 
 |
Rispondi al commento

PERSINO IN SARDEGNA? Sono anni che sbarcano in Sardegna, a bordo di piccoli barchini di legno, nel silenzio assoluto di tutti i media nazionali.
Finirà molto male.

Mara T., Oristano Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 09.10.17 17:30| 
 |
Rispondi al commento

Tra poco i prossimi immigrati li troveremo paracadutati direttamente in Piazza Duomo o presso la Rena di Verona.

PD , a voi non ti frega un ca..o , tanto siete chiusi nei vostri palazzi dorati, questi poveretti che le mafie illudono , vengono poi inviati verso la delinquenza comune, la prostituzione, ecc. ecc.
Agli Italiani vengono sottratte risorse importanti, i nostri terremotati si faranno un altro inverno nei containers .

W l'Italia.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 09.10.17 11:19| 
 |
Rispondi al commento

PD Mai Più

Rino Siconolfi, Ferrara Commentatore certificato 08.10.17 18:51| 
 |
Rispondi al commento

REPORT GABBANELLI:
http://www.raiplay.it/video/2016/10/Report-aa0f5bac-3aff-4344-bf4e-eea1d769190c.html
Guardate bene!
...ed intanto...a casa loro
...arrivano i soldi dalla NORVEGIA!!!!
:-)
https://www.aftenposten.no/norge/i/n1K5/Alle-far-norsk-bistand---men-kutt-gir-brak
...e loro...
vengono su a prenderti...
per il...

Gabriele Favro 08.10.17 10:23| 
 |
Rispondi al commento

Questi PDocchi che ci hanno ridotto così fanno solo schifo, auguro a tutti loro il cancro

Stefano 08.10.17 09:16| 
 |
Rispondi al commento

"Ma come si può avere fiducia a dei governanti fantocci libici che si sono
spartita la loro nazione in vari brandelli svendendola agli interessi
stranieri! Non si è accorto nessuno che la ex Libia è stata riportata
indietro nel tempo quando le varie tribù erano organizzate in bande
incontrollabili di predoni del deserto?
Mi pare di rivedere la rinascita dei famigerati "pirati barbareschi" che un
tempo assalivano le nostre coste per depredare ogni cosa persino giovani
sia maschi che femmine per poi venderli come schiavi, o se figli di
possidenti chiedevano il riscatto in oro ai loro genitori italiani. Oggi si
assiste ad un'operazione inversa: vengono sequestrati e schiavizzati i
disperati sub-sahariani che fuggono da morte certa incalzati da bande
criminali (armate anche dall'Italia attraverso il sistema della
triangolazione) e venduti in Italia, infatti ce li cedono in cambio di
denaro sotto forma di aiuto economico al corrotto regime libico. D'altra
parte: l'Italia ufficialmente li accoglie perché siamo buoni e caritatevoli
mentre chi ne gode sono le false coop. di assistenza e soprattutto il
caporalato del sud-italia. Qui sappiamo bene che gli immigrati forzati
vengono resi in condizione di semi-schiavitù.
Che dire delle migliaia di giovani minori immigrati che sistematicamente
SCOMPAIONO e il nostro Stato non ne viaene a capo di nulla.
Che fine fanno i minorenni? qual'è la loro reale destinazione?

Stefano Monacò 07.10.17 22:27| 
 |
Rispondi al commento

Ma come si può avere fiducia a dei governanti fantocci libici che si sono spartita la loro nazione in vari brandelli svendendola agli interessi stranieri! Non si è accorto nessuno che la ex Libia è stata riportata indietro nel tempo quando le varie tribù erano organizzate in bande incontrollabili di predoni del deserto?
Mi pare di rivedere la rinascita dei famigerati "pirati barbareschi" che un tempo assalivano le nostre coste per depredare ogni cosa persino giovani sia maschi che femmine per poi venderli come schiavi, o se figli di possidenti chiedevano il riscatto in oro ai loro genitori italiani. Oggi si assiste ad un'operazione inversa: vengono sequestrati e schiavizzati i disperati sub-sahariani che fuggono da morte certa incalzati da bande criminali (armate anche dall'Italia attraverso il sistema della triangolazione) e venduti in Italia, infatti ce li cedono in cambio di denaro sotto forma di aiuto economico al corrotto regime libico. D'altra parte: l'Italia ufficialmente li accoglie perché siamo buoni e caritatevoli mentre chi ne gode sono le false coop. di assistenza e soprattutto il caporalato del sud-italia. Qui sappiamo bene che gli immigrati forzati vengono resi in condizione di semi-schiavitù.
Che dire delle migliaia di giovani minori immigrati che sistematicamente SCOMPAIONO e il nostro Stato non ne viaene a capo di nulla.
Che fine fanno i minorenni? qualcuno vuole fare un'inchiesta su tale mistero ?
Vuoi vedere che i loro corpi servono per fornire la grande richiesta di ORGANI UMANI da trapiantare in tutta l'Europa ?


Azzardo un pronostico (che spero non si avveri come quello della vittoria di Trump): il voto prossimo venturo si giocherà sugli immigrati, vecchi e nuovi. Chi andrà al seggio (rinunciando all'astensionismo) lo farà per dare il voto a Salvini. Sarà un voto non ragionato ma, difronte a ministri della repubblica italiana che fanno la staffetta per fare lo sciopero della fame per lo ius soli, non c'è altra scelta. Gli italiani hanno capito che per loro nessuno mai farà uno sciopero della fame e che sono stati rottamati, esclusi dal dogma dell'accoglienza a tutti i costi.

Maria 07.10.17 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Quella in atto è una vera e propria guerra - fomentata da oltre atlantico per destabilizzare il continente europeo. Usano il sentimentalismo e le lacrime ("poveri migranti") come alibi, e i partiti come il PD (ma non solo) sono complici e collaboratori.
Poiché di guerra si tratta, c'è da richiamare i militari e proteggere i nostri confini.
Poi, ci sarebbe da uscire dall'Euro che ha portato solo male e povertà, disoccupazione e frustrazione !
Questa Europa qui non va: non è dei popoli, e il caso Catalogna lo dimostra.....

Martin Gies 07.10.17 19:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dalla Tunisia si può arrivare quasi a nuoto, hanno fatto un affare.
Io non accoglierei più nessuno, aggancio la barca e la riporto indietro. Dobbiamo vedere che sbarcano dai filmati dei turisti o dei locali? Come se fossero emersi dall'acqua a 100 metri dalla spiaggia?
Ma quelle minchie di satelliti artificiali non sono in grado di individuarle alla partenza? Lo Spuntnik no ma forse già da quelli dell'anno dopo in poi sì.

GIORGIO S. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.10.17 19:05| 
 |
Rispondi al commento

Nemmeno voi avete il coraggio di affermare che l'unica soluzione è quella di chiudere o porti e pattugliare le coste. Gli aiuti ai paesi africani sono inutili (a chi dare gli aiuti? Ai governanti?) e richiedono molto tempo per essere efficaci : i sistemi economici non si cambiano in breve tempo. Coraggio sostenete la chiusura dei porti e sarete più credibili e concreti. Mi

Benny leoci 07.10.17 18:22| 
 |
Rispondi al commento

...ed intanto...a casa loro
...arrivano i soldi dalla NORVEGIA!!!!
:-)
https://www.aftenposten.no/norge/i/n1K5/Alle-far-norsk-bistand---men-kutt-gir-brak
...e loro...
vengono su a prenderti...
per il...

Gabriele Favro 07.10.17 17:28| 
 |
Rispondi al commento

E intanto Delrio fa lo sciopero della fame a intermittenza se non si mette la fiducia allo Ius Soli........................
Vanno richiamati tutti i militari in giro per il mondo, Afganistan in testa, a presidiare i confini nazionali colabrodo.

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 07.10.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Volere il successo di una trattativa con delle mafie non è mai gran cosa, Beppe. Tu lo sai bene, perché stanno ritornando ad arrivare tanti migranti in questo periodo. Il problema è che siamo in un decisivo periodo pre-consultazione elettorale, specialmente nazionale. Per i peggio in Italia, e questi sono sia partiti che movimenti, non il vostro assolutamente, e persone, questo decisivo periodo deve essere soltanto o prevalentemente occupato da un unico problema: l’immigrazione. Ma non lo è, e tu lo sai bene Beppe, l’unico problema. E tu sai benissimo anche che non è nemmeno il principale. Ma per i peggio che ci sono in Italia, questo periodo però è l’occasione ghiotta per mostrare tutto il loro peggio di loro stessi, unicamente contro il flusso migratorio. Arrivassero anche dei migranti pacifici e buoni osservanti delle leggi del nostro paese, per i peggio in Italia, che tanto qui e altrove sbraitano, arriverebbero solo dei possibili criminali. I peggio in Italia vorrebbero ottenere tanti consensi elettorali, facendo di questo problema dell’immigrazione una lotta contro il terrore che i migranti per loro stanno provocando in Italia. Ma sarà molto complicato, o sostanzialmente impossibile, farlo credere ai più. I peggio in Italia vorrebbero arrivare ad avere tanti rappresentati parlamentari, ma essendo assolutamente i peggio, al governo non potrebbero che fare il peggio che si possa fare. Gli elettori fanno attenzione a tutto. Per questo i peggio avranno molto meno rappresentanti di quel che si aspettano.

Locci Riccardo 07.10.17 16:20| 
 |
Rispondi al commento

ACCOGLIAMOLI TUTTI ma cerrrrrto.
però accogliamoli solo se arrivano SU UN GOMMONE .
Solo chi è a BORDO di un GOMMONE guidato da UNO SCAFISTA..(profumatamente pagato )..ha la possibilità di vedere UN FUTURO.
ma se le VITE UMANE arrivano A BORDO di un GREMBO MATERNO ..tutto diventa TRENDY UCCIDENDOLE con un ABORTO…vietando il LORO FUTURO ..o no ?
“I DIRITTI prima di TUTTO” ( SLOGAN ) in una nazione CIVILE (accoglienza – ius Soli quant’altro….vero ?)
però IL DIRITTO di VIVERE di un FUTURO NASCITURO (quasi 100 mila Aborti all’anno in italia ) quel diritto di VITA o MORTE …..è a PIACIMENTO…ma guarda un po’..!
Quindi i DIRITTI sono tali solo SE PIACCIONO ?
ma se NON PIACCIONO ..i ..DIRITTI UNIVERSALI come il diritto alla vita o alla libertà..ecc..ecc..: come per INCANTO VENGONO ANNIENTATI.
Qualcuno mi dirà che uccidere una vita in un grembo materno, la quale non ha ancora sviluppato
il senso COSCIENTE della PROPRIA esistenza cioè non si rende conto,.. NON è UN OMICIDIO VERO !
..ma allora per lo stesso motivo ..basterebbe ANESTETIZZARE una persona rendendola incosciente e poi UCCIDERLA a PIACIMENTO e non si commetterebbe nessun reato (proprio come in un ABORTO effettuato senza particolari motivazioni)…qual è la differenza ?
COSA dovremmo dire ad UN FETO che stà per essere UCCISO da un aborto ?..dovremmo dire che in ITALIA lo spazio
per un IMMIGRATO c’è..ma per UN BAMBINO che deve nascere… NO ?
O è forse più importante arrivare con un gommone al posto di un utero ?
Destiniamo i 30 euro giornalieri a strutture che accolgano la vita di bambini destinati alla soppressione di un bimbo in grembo...altrochè darli a clandestini.
CIVILTA' e DIRITTO alla VITA solo se CONVIENE e se è alla MODA vero ?

le femministe cosa dicono ? eh????

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 07.10.17 15:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://www.facebook.com/LucaDofficial/posts/467952436909846

paola 07.10.17 14:52| 
 |
Rispondi al commento

ma c'e' la volonta' di fermarli? io credo di no. non so come cinque stelle. non parlate mai chiaro su temi cosi' importanti. il governo poi avra' i sui interessi per non fare nulla. poveri noi! dobbiamo per forza espatriare? tanti scrupoli quando si parla di fermarli ma nessuno scrupolo nel vendere armi a quei paesi. che schifo.

rosanna scarpa 07.10.17 14:20| 
 |
Rispondi al commento

Se andavano direttamente in vaticano avrebbero parlato con gli organizzatori del traffico
Chi ha organizzato l'immigrazione di Filippini e sudamericani? A chi ci si rivolgeva per la badante ucraina?

bruno devecchi , peschiera borromeo Commentatore certificato 07.10.17 13:56| 
 |
Rispondi al commento

In rete si legge che ci sono accordi anche con l'Irlanda per andare a raccattare gli africani, nessuno ne ha mai parlato. Si tratterrebbe dell'
OPERAZIONE PONTUS
Questa operazione impiegherebbe Marina Irlandese a recuperare migranti al largo della Libia per sbarcarli in Italia, al di fuori degli accordi di Dublino, dei protocolli Europei che governano le operazioni "Triton" e "Sophia".
Si legge che le navi militari irlandesi avrebbero sbarcato in due anni circa 18.000 migranti.
Ma i costi di gestione di queste persone, sbarcate al di fuori degli accordi con i nostri partners europei, chi li sostiene? Si parla di parecchie decine di milioni di euro.
I costi di navigazione di queste navi chi li paga, visto che si riforniscono nei porti italiani?
I militari ed il personale di bordo (200 euro al giorno cad.)? Ci si chiede:
La liceità giuridica dell'operazione è mai stata dibattuta in parlamento?
O audita in commissione Shengen?
Come mai c'è un silenzio cosi assordante da parte delle istituzioni Italiane e dei mainstream media sull'operazione Pontus?
C'è chi aspetta chiarimenti sull' operazione Pontus.

Veronica2 07.10.17 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Prima o poi il governo si inventerà la soluzione che conviene spostare l'Italia dal punto di vista geografico, per evitare gli sbarchi. Saranno convinti di questo. L'Europa con il suo commissario di turno dirà che è possibile e che verrà subito attivato un fondo, di miliardi di euro, per i finanziamenti. Importante è non mettere la Svizzera e il Belgio al posto dell'Italia. Gli sbarchi potrebbero arrivare direttamente nelle stanze di Bruxelles. Non è bello a vedersi.

davide di noia, Torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.10.17 13:43| 
 |
Rispondi al commento

"Queste politiche miopi e tampone non risolvono nulla: serve un nuovo approccio basato su vie legali di accesso e aiuti reali ai Paesi di transito e origine. Va rafforzata la cooperazione internazionale..."
Concordo sulla miopia delle politiche.Concordo sulla cooperazione internazionale anche se abbiamo capito che non si realizzera' mai. Su vie legali di accesso vi riferite ai corridoi umanitari? Bisognava pretendere i siriani che si è fregata la Merkel, quelli sono migranti degni di accoglienza e che certamente avrebbero apportato benefici all'Italia. In quanto agli aiuti - e non sono leghista ci tengo a dirlo - vanno assolutamente e totalmente forniti in loco. Non è possibile che un continente si riversi in un altro, non ha senso. Migrazioni anche numerose ci sono sempre state ma dagli albanesi in poi (se volete riepiloghiamo tutti insieme che cosa ci hanno portato gli albanesi: armi,prostituzione,rapine, traffici illegali di ogni tipo grazie ai quali oggi l'Albania ha un pil spettacolare, e te credo)penso che possiamo contentarci del numero congruo di stranieri residenti in Italia. Quelli che Boeri chiama risorse. Quelli integrati che lavorano. Io ne vedo ancora troppi in giro senza casa, senza lavoro, senza prospettive. Il paragone con l'immigrazione italiana in America non ha proprio senso

paola 07.10.17 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Quando fai un accordo con la Mafia devi pagare, magari a rate ma devi pagare.
Minniti, la rata, l'ha pagata?

giorgio peruffo Commentatore certificato 07.10.17 12:46| 
 |
Rispondi al commento

2
ora ne sta discutendo l’assemblea legislativa regionale e poi si aprirà il negoziato con il governo.
Maroni e Zaia potevano fare altrettanto e andare a Roma per negoziare più autonomia, come dice l’articolo 116 della Costituzione. Invece hanno preferito indire un referendum che diventa un pezzo della campagna elettorale della Lega. Fatta a spese non del partito, ma dei cittadini.
Cittadini imbrogliati due volte. Maroni e Zaia non hanno spiegato che le loro Regioni potevano chiedere di più a Roma senza passare da un referendum che si dimostra oggettivamente inutile (o meglio: utile solo al partito che l’ha promosso). Ma spiegano invece che l’obiettivo che sarà raggiunto è quello di tenersi le tasse pagate in regione, invece “di darle a Roma”. E questo è proprio un imbroglio: la materia fiscale non può essere messa a referendum, tanto che la Corte costituzionale ha già bocciato nel 2015 il quesito referendario proposto dal Veneto che diceva: “Vuoi che la Regione mantenga almeno l’80 per cento dei tributi riscossi nel territorio regionale?”. Non si può.
Eppure, in questi giorni i sindaci leghisti lombardi stanno mandando a casa degli elettori (a spese nostre) una lettera “informativa” sul referendum del 22 ottobre in cui scrivono che l’obiettivo della consultazione “è di trattenere almeno la metà dei 56 miliardi in tasse che ogni anno versiamo al governo centrale di Roma”. È una falsa promessa che sanno bene di non poter mantenere. È un falso obiettivo che sanno bene di non poter raggiungere. In questo referendum truffa sono vere solo le spese: almeno 64 milioni di euro.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 11:01| 
 |
Rispondi al commento

1
Referendum per l’autonomia, ma Lombardia e Veneto non sono la Catalogna
Gianni Barbacetto

Il referendum per la secessione in Catalogna e le tensioni tra Barcellona e il governo centrale di Madrid hanno ringalluzzito i leghisti della (ex) Padania che stanno cercando di rilanciare il loro modesto “referendum per l’autonomia”. Il 22 ottobre, infatti, si voterà in Lombardia e in Veneto per una consultazione che finora ha suscitato da noi, qui al Nord, la stessa passione politica che suscita ai telespettatori il monoscopio della tv. Dopo le immagini drammatiche provenienti da Barcellona, però, i leghisti di casa nostra stanno tentando di dare una spruzzatina epica e “storica” anche al loro mesto referendum padano.
Per capire l’impossibilità di confrontare l’inesistente Padania con la Catalogna basterebbe constatare che la regione di Barcellona ha una sua lingua, una sua cultura, una sua storia. Ma per comprendere che il referendum (consultivo) di casa nostra è una truffa, pura propaganda elettorale per la Lega e per i “governatori” Roberto Maroni e Luca Zaia, è sufficiente capire il meccanismo referendario messo in moto dai due. Ben lontani dal chiedere la secessione alla catalana, le due consultazioni lombardo-venete hanno l’obiettivo di aprire una negoziazione con il governo per ottenere “ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia”, secondo quanto previsto dall’articolo 116 della nostra Costituzione.
Ma l’articolo 116 non impone un referendum: ogni Regione può aprire quando vuole un procedimento per negoziare maggiori poteri. Lo ha già fatto l’Emilia Romagna: la giunta regionale ha adottato una risoluzione per chiedere più autonomia in materia di “tutela e sicurezza del lavoro, istruzione tecnica e professionale; internazionalizzazione delle imprese, ricerca scientifica e tecnologica, sostegno all’innovazione; territorio e rigenerazione urbana, ambiente e infrastrutture; tutela della salute”;

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 07.10.17 11:01| 
 |
Rispondi al commento

ot

avevo atteso tanto...avevo evitato anche l'uragano viviana...
lo riporto, in parte, anche sotto questo...

"un saluto a er fruttarolo... chi può e sa faccia pervenire al suddetto i miei saluti...sperando graditi..."

pabblo 07.10.17 10:56| 
 |
Rispondi al commento

La cosa più preoccupante, è che si tratta in massima parte di gentaglia (parlo degli Algerini): risse, furti, scippi ed aggressioni verso le donne sono praticamente cosa quotidiana: dove si deve fermare, il dovere di accogliere sconosciuti e clandestini in violazione delle nostre leggi??.......

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 07.10.17 10:51| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori