Il Blog delle Stelle
In arrivo il maxi-gasdotto che rovinerà la Puglia #NoMoreGAS

In arrivo il maxi-gasdotto che rovinerà la Puglia #NoMoreGAS

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 49

di MoVimento 5 Stelle Europa

Il PD approfitta del caos politico da lui stesso generato per fare l'ennesimo sgambetto ai cittadini. In Puglia sta infatti per arrivare un maxi gasdotto che ne rovinerà le coste per sempre. A maggio 2016, con una cerimonia a Salonicco, sono stati avviati i cantieri del gasdotto Trans Adriatic Pipeline (TAP), che attraversa Grecia ed Albania e arriva nel nostro Paese in Salento. Sarà lungo 870 chilometri, il Trans Adriatic Pipeline da Baku porterà in Europa centrale 10 miliardi di metri cubi di gas per 50 anni. Il terminale in Italia sorgerà su una delle più belle spiagge del sud pugliese: San Basilio, a due passi da San Foca.

Una follia a cielo aperto (appoggiata dal Governo Renzi e Gentiloni) a cui il Movimento 5 Stelle intende opporsi, unendosi alla battaglia di Counter Balance. Tutta la delegazione in Europa dice , per tutelare la nostra salute e il nostro territorio.

Scarica il materiale illustrativo. Stampa i cartelli, scattati una fotografia e pubblicala sui social usando #NoMoreGAS. UNISCITI ANCHE TU ALLA BATTAGLIA il 22, 23 e 24 febbraio!

L'occasione sarà il "Southern Gas Corridor Advisory Council" di Baku del 23 febbraio, dove si riuniranno i rappresentanti dei Governi nazionali (per l'Italia Carlo Calenda - @CarloCalenda su twitter), le istituzioni europee e il settore bancario.
____________________

CARTELLO 1: +++SCARICA QUI IL FORMATO ORIGINALE +++

CARTELLO 2: +++SCARICA QUI IL FORMATO ORIGINALE +++
____________________


____________________

Il procedimento istituzionale per l'avvio dei lavori è iniziato nel silenzio generale del Governo italiano. Lo scorso 29 febbraio 2016, infatti, c'è stato il primo di questi incontri suggellato da dodici firme in calce. Tra queste c'era anche quella di Claudio De Vincenti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e oggi Ministro della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno. Di questo incontro non c'è traccia e nota sul sito del Governo italiano.

Intanto, come scrive Erica Garabizza di Re:Common, per il tratto dell'opera che coinvolge anche l'Italia, la società con sede a Baar in Svizzera deve risolvere diversi contenziosi relativi all'acquisizione delle terre e alle stesse autorizzazioni a procedere con i lavori. Il consorzio Trans Adriatic Pipeline AG, infatti, è una società elvetica a responsabilità limitata che avrebbe chiesto un prestito di 2 miliardi di euro alla Banca europea per gli investimenti.

In Grecia le ruspe del TAP sono entrate senza permessi nelle terre di diversi contadini e addirittura di un comune vicino a Kavala. Non è quindi un caso che l'associazione dei contadini abbia denunciato una delle subappaltate greche, JP Avax, e sia in attesa di capire come la Banca europea degli investimenti (BEI) pensi di districarsi da questa situazione spinosa.

Val la pena rammentare che la BEI dovrebbe infatti finanziare la costruzione del TAP, ma ancora non ha preso una decisione in merito. Oltre alle denunce, i contadini chiedono di essere ascoltati anche in merito al tracciato del gasdotto, che loro ritengono debba essere come minimo rivisto, mentre in molti mettono in discussione la stessa strategicità del progetto. In questo contesto la BEI tentenna nel decidere in merito al prestito richiesto, di ben 2 miliardi di euro. Un prestito che, se approvato, sarebbe il più grande nella storia dell'istituzione e un potenziale boomerang per la sua immagine pubblica e per la credibilità della stessa Commissione europea che di fatto potrebbe essere chiamata a coprirne il rischio.

In Italia il conflitto tra amministrazioni locali e governo è lontano dall'essere risolto. Oltre ai ricorsi amministrativi è la stessa autorizzazione unica ad essere messa in discussione dalla regione Puglia e dall'amministrazione di Melendugno, secondo cui i lavori non sono iniziati entro la scadenza di maggio 2016 nonostante le dichiarazioni contrarie della società, e l'autorizzazione sarebbe quindi scaduta. Il "cantiere" ad oggi non è niente più di un recinto, e le 58 prescrizioni ambientali, molte delle quali riguardanti il tanto contestato micro tunnel che dovrebbe passare sotto il lido di San Basilio, come anche l'espianto dei 1900 ulivi, rimangono inattese.

APPROFONDISCI QUI...

22 Feb 2017, 16:36 | Scrivi | Commenti (49) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 49


Tags: baku, europa, gasdotto, pd, puglia

Commenti

 

Sei un uomo d'affari o una donna d'affari, sono
Mercante, sei giovane, si desidera creare una società, si
Voglio pagare i vostri debiti.
Hai bisogno di soldi per questo.
ma vieni rifiutato diverse volte nelle banche e
Ora non sai dove mettere i piedi.
Se questo è il caso, volgiti a me e sarete soddisfatti in
meno di 72 ore.
Qui è il mio indirizzo di posta elettronica: micro.finanza7@gmail.com

Antonio Paglini 10.07.17 05:46| 
 |
Rispondi al commento

Caso unico al Mondo e che pertanto rende inutili i rigassificatori per le nostre necessità che richiedono anzi d’affrancarci dalla quasi totale dipendenza del carente mix energetico del Paese.
Se proprio volessimo poi perché non considerare “tout-court” l’importazione diretta dell’energia elettrica da chi in Europa o sulle sponde del mediterraneo è in grado di fornircela economica ed abbondante come invece noi non siamo capaci d’assicurare al sistema delle imprese e delle famiglie?
Renzo Riva
C.I.R.N. F-VG (Comitato Italiano Rilancio Nucleare)
Buja - UD

Renzo Riva 06.03.17 21:05| 
 |
Rispondi al commento

(continua)
A favore del turbogas però c'è la sua versatilità nel rispondere in termini relativamente brevi, da freddo può andare in servizio nel tempo da una a due ore al massimo, alle richieste di aumento di carico e perciò utili per periodi di picco dei consumi nonostante il loro basso rendimento energetico: il caso del loro utilizzo in Germania e Francia.
Ma la ciliegina sulla torta dell'insensatezza italiana nel massiccio uso del gas sta nella delibera n. 178/2005 e successive integrazioni dell'autorità dell'energia e gas che assicura, anche in caso di mancato utilizzo dell’impianto, la copertura di una quota pari all’80% di ricavi di riferimento RLC. Tale copertura è riconosciuta dal sistema tariffario del trasporto e ha durata per un periodo di 20 anni.
Che cosa vuol dire? Che se non c’è metano da rigassificare (come accadrà: vedasi i numeri sopra riportati), il gestore incasserà comunque ed ecco perché tutti vogliono venire in Italia a costruire e/o installare i rigassificatori.
Ovviamente a fronte dell'utente-cliente della rete gas a cui toccherà la parte di Pantalone cioé
di pagatore.
L'ironia della sorte vuole che l'importazione di energia elettronucleare, per grande parte dalla Francia al prezzo di 7÷8  €cents col suo 15% del nostro totale fabbisogno, compie una calmierazione del prezzo di produzione nostro che altrimenti sarebbe ancora più elevato.
Sapere poi che la bolletta pagata alla Francia negli ultimi vent'anni ha finanziato, per loro a costo zero, un terzo dei loro 59 reattori del loro parco elettronucleare dà la misura della nostra dabbenaggine, di gente dedita al buonismo e alla “politically correctness”.
Ultima considerazione che “taglia la testa al toro” è che dal prossimo anno andrà in servizio il gasdotto Nabucco e proprio questa settimana sono stati firmati gli atti ufficiali per la costruzione del gasdotto South Stream portando perciò le canne de gas che arrivano in Italia al numero di sei
(continua)

Renzo Riva 06.03.17 21:01| 
 |
Rispondi al commento

Sono favorevole alle pipeline ovvero tubature che trasportano il gas a notevoli distanze.
Sono contrario ai rigassificatori e per le ragioni che potete leggere al seguente URL:
.
http://renzoslabar.blogspot.it/2012/12/blog-post.html
.
2009.08.01 - Dati di fatto Inviato ai mass-media e mai pubblicato
Perché tanti rigassificatori in Italia?

Riprendo quanto scritto dal mio presidente ing. Paolo Fornaciari recentemente scomparso e riporto alcune cifre da un suo rapporto.
Rigassificatori esistenti oggi nel Mondo sono 54 (4 negli Usa e 15 in Europa). Le navi metaniere per il trasporto del GNL (gas naturale liquido) con stazza da 143.000 mc a 253.000 mc oggi in servizio sono 192. In tutta Italia sono state depositate richieste per la realizzazione di altri 12 rigassificatoriper che assieme agli esistenti porterebbe il loro totale a 15.
Ora da tecnico ed abituato a ragionare con i numeri e non a darli, elenco chi produce elettricità con il gas e la percentuale sul fabbisogno totale prodotto. L'Italia al primo posto con oltre il 50%, gli Usa al pari con gli inglesi con il 20%, la Germania col 10% e fanalino di coda la Francia col 5%.
Questi dati danno già la misura dell'anomalia italiana che nel 1987, in epoca di prezzi del gas irrisori, spense l'ATOMO a Montalto di Castro e nel resto d’Italia.
Oggi le centrali a gas a ciclo combinato (CGCC) con la loro resa massima del 65% e di peggio le centrali turbogas (TG) con rendimento massimo del 37% sono la causa del costo proibitivo del kWh che gli utenti utilizzano e pagano (inclusi i balzelli dei costi per l'uscita dal nucleare insieme a quelli originati dalle insensatezze delle energie alternative sponsorizzate dai Verdi che poi sono contrari a tutto: idraulico, biomasse e termovalorizzatori ecc. dove proposto.
(continua)
.
Renzo Riva
C.I.R.N. F-VG (Comitato Italiano Rilancio Nucleare)
Buja - UD
.

Renzo Riva 06.03.17 20:56| 
 |
Rispondi al commento

Io sono la Signora Clarar e di essere alla ricerca di un prestito per più di 3 mesi. Io sono stato molte volte truffati sul sito di prestito tra particolare volendo è un prestito tra individuo in diverse persone. Ma ogni volta che mi fessais strappato via da una moltitudine di carica, e alla fine ottengo nulla sul mio conto. Ma per fortuna mi sono imbattuto in una donna davvero semplice e il tipo che mi doveva aiutare a trovare il mio prestito di€ 25.000 che ho ricevuto sul mio conto questa mattina, senza troppi protocolli.
Quindi voi che sono nel bisogno, come me, è possibile scrivere a lui e spiegargli la tua situazione potrebbe aiutare la sua e-mail è : developpement.aide@gmail.com

depoulo clara Commentatore certificato 24.02.17 21:05| 
 |
Rispondi al commento

"Il procedimento istituzionale per l'avvio dei lavori è iniziato nel silenzio generale del Governo italiano. Lo scorso 29 febbraio 2016, infatti, c'è stato il primo di questi incontri suggellato da dodici firme in calce. Tra queste c'era anche quella di Claudio De Vincenti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e oggi Ministro della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno. Di questo incontro non c'è traccia e nota sul sito del Governo italiano."
QUANDO DI FA UNA PORCATA LO SI FA IN SILENZIO, SPERANDO CHE LE VITTIME NON SE NE ACCORGANO O SE NE ACCORGANO TROPPO TARDI.
Se questa grande opera fosse realmente necessaria per i fabbisogni nazionali di gas, non nociva per l'ambiente, conveniente per i consumatori, ecc. ecc. perché farla partire così, senza informazione, come ladri nella notte?

Teresa, Bari 24.02.17 19:25| 
 |
Rispondi al commento

In Italia ci arrivano tanti gasdotti.
Dall'Algeria via Sicilia, dalla Russia via Friuli, dall'Olanda, e tanti che girano nel paese.
Mi domando perchè in Puglia non possa arrivare il gasdotto, che il problema delle spiagge pugliesi, sono le immondizie ( dai frigoriferi ai pneumatici ) che ci sono all'ingresso delle spiagge stesse.
Paolo TV

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 24.02.17 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ciao

Dal prestito di due anni, il Credit Mutuel Bank sta facendo la cosa giusta nel nostro paese l'Italia. Questa banca sta facendo tutti i nostri cittadini che hanno bisogno di prestito di prestito. Così ho preso a condividere questo messaggio, questa azione da parte della banca non è riconosciuto il nostro stato. Così se avete veramente bisogno di un prestito, vi chiedo di contatto con loro su questa mail perché stanno già facendo prestiti anche ha molte persone e me.

Ecco l'e-mail: creditmutuelbanquetransfertrap@gmail.com

romaine pinna, roma Commentatore certificato 24.02.17 04:25| 
 |
Rispondi al commento

W TRUMP, uomo forte e onesto: ABBASSA LE TASSE A TUTTI, ANCHE AI SUPER-RICCHI !!!!

Chi continua a drogare l’economia mondiale, chi porta tanta droga senza lasciare tracce? L’economia del pianeta è un mostro mangia vite sempre più pericoloso, ormai sono DRAMMATICHE LE CONDIZIONI di DISUGUAGLIANZA SOCIALE:

i RICCHI DIVENTANO SEMPRE PIU’ RICCHI E I CITTADINI POVERI SEMPRE PIU’ POVERI !!! ( tutti lo sappiamo ma nessuno fa niente!)

1% DELLA POPOLAZIONE “FORTUNATA” DEL PIANETA POSSIEDE QUANTO IL RESTANTE 99% !

Con quali risorse contrasteremo l’inquinamento dilagante?


Gruppo Cinofilo Molecolare m5s

Gruppo Cinofilo Molecolare m5s 23.02.17 21:30| 
 |
Rispondi al commento

Il dramma lo sapete qual'é?!!

Che viene pubblicato un articolo del genere come se lo si d'asse in pasto agli "animali".

Dietro ad ogni articolo ci dovrebbe essere qualcuno che discuta del perché è stata messa in risalto una data notizia, dando chiarimenti sull'opinione espressa.

Invece, c'è un articolo buttato qui, senza nessuna persona competente che ne possa discutere seriamente.

Quindi, qualsiasi commento verrà semplicemente ignorato! Serve solo a far sfogare la rabbia delle persone!
Che delusione!!!

Già una volta mi sono cancellato dal M5S per la mediocre gestione del M5S.

O si cerca di mettere in evidenza le persone più competenti, oppure il M5S sarà solo il "meno peggio" degli altri partiti.

Alessandro Pulvirenti (alexpulvct), BIANCAVILLA Commentatore certificato 23.02.17 20:46| 
 |
Rispondi al commento

C'E' QUALCOSA DA FIRMARE? I NOSTRI BRAVI E PATRIOTTICI RAPPRESENTANTI SONO IN FIBRILLAZIONE
PER POTER METTERE LA FIRMA (SENZA DIRCI NIENTE)
SU QUALSIASI SCELLERATEZZA.

Maurizio B., Roma Commentatore certificato 23.02.17 18:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo! Molto meglio prendere il gas che passa dalla Germania e dal nord-europa.

Una scelta strategica ambientalista volta ad impedire la possibilità di renderci meno vincolati a gasdotti di cui paghiamo il passaggio sul suolo nor-europeo.

Ma l'ambientalismo possiamo pure scordarcelo se si tratta di uno Stadio che "abbellirà" la nostra amata capitale.

Facciamo gli ambientalisti a convenienza?
Non sarebbe possibile considerare un gasdotto come un'opera utile ad abbassare i costi di approvviggionamento del gas (CHE IN ITALIA NON ABBIAMO) magari costruendolo senza deturpare il paesaggio?

A me M5S piace sempre meno ad ogni post che leggo c'è un incongruenza o semplicemente uno scarso senso di realismo.

Mario Amabile Commentatore certificato 23.02.17 18:12| 
 |
Rispondi al commento

Che fortuna che arrivi il gasdotto nel Salento proprio adesso che si stava sviluppando un importante flusso turistico nazionale e internazionale. Correvamo il rischio di uscire da una secolare arretratezza e isolamento e per di più' di trovare lavoro per molti giovani del sud che, come tutti sanno, di lavorare non hanno proprio voglia, piuttosto emigrano.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.02.17 16:50| 
 |
Rispondi al commento

Come sempre, siamo sovrani per il voto e coglionazzi a giochi fatti, già il fatto che certi argomenti non vengano resi pubblici e quindi discussi la dice lunga su chi ci governa, non c'è più limite al peggio, spero in qualcosa di meglio per il futuro .

Giancarlo File 23.02.17 16:31| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 60.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
- -finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

jolia antonio () Commentatore certificato 23.02.17 16:16| 
 |
Rispondi al commento


Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 60.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
- -finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

jolia antonio () Commentatore certificato 23.02.17 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Negli anni 80 ho partecipato come capocantiere alla costryzione del metanodotto che dalla Tunisia approda in Sicilia.Vi assicuro che non è stato fatto alcun danno nè in Tunisia nè in Sicilia.I problemi,risolvibilissimi,della partenza e dell'arrivo non creano alcun danno purchè eseguiti in luoghi appropriati.Per spiegarmi meglio, l'arrivo in Puglia non può prevedere costruzioni in c.a.sulla spiaggia:bisognerà prolungare il metanodotto all'interno etc.etc.:si tratta di una striscia di terreno di circa 5 mt.di larghezza che, una volta interrata in profondità la tubazione, verrà normalmente coltivata dal proprietario.Chi lancia questi allarmi è senz'altro da eliminare(come persona non informata e quindi deleteria per il movimento) Vi faccio altressì notare che non stiamo parlando di petrolio ma di una delle fonti energetiche meno inquinanti che esistano.

turri giorgio 23.02.17 16:04| 
 |
Rispondi al commento

Prima di commentare questo post bisognerebbe informare i cittadini sui pro e contro di avere o meno questa condotta, poi visti i benefici o meno si puo benissimo far votare il popolo. Il problema è che non c'è informazione, non c'è un piano energetico nazionale e non si sa quali strategie politiche stanno dietro a questo progetto. Vogliamo trasparenza e informazione prima di tutto.

rosario c. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 23.02.17 14:42| 
 |
Rispondi al commento

Nel nord Italia, già' esiste, il gasdotto,che dal Ucraina, arriva a Cortemaggiore in provincia di Piacenza. In quanto a Cortemaggiore fu tra le prime,perforazioni e raffineria di prodotti, petroliferi in Italia. Nel 1984 ne fui assunto. Era un Stabilimento di produzione, lubrificanti ( tra cui lubrificante per Ferrari F1) Quel impianto aveva un sistema più' all'avangurdia di Europa.Gli scarichi, che venivano effettuati nei lavaggi( scaricando olio basa, o adottivi chimici) se effettuava, lavaggi con acqua calda, che affluiva in cisterna, con un sistema di estrazione di olio base e adottivi che venivano riutilizzati per oli per lubricazioni catene rulli( olli scadenti,) Lasciava veramente le acque pulite!! Non vedo il problema, almeno che non vogliano usufruire del gas??.Quindi veramente non vedo il problema, anzi mi sembra una cosa positiva!!

Fabrizio Bianchi 23.02.17 11:26| 
 |
Rispondi al commento

UN GASDOTTO CHE ROVINA ?

Ma avete idea di cosa si sta parlando o sono le solite "FAKE NEWS" da inoltro facile ? Non c'è nulla che inquini meno del gas ( vuoi per le emissioni e vuoi per l'efficienza energetica che si riesce a raggiungere ) e non c'è nulla di gratuito. Sarei molto felice di partecipare ad un confronto serio con chiunque del movimento si occupi di energie fossili e non. Per favore, smettiamola con i falsi allarmismi e cerchiamo , invece, di fare le cose BENE e SERIAMENTE. Si può convivere tranquillamente con Oil & Gas , rispettando l'ambiente e limitando ogni tipo di impatto, basta che :
- si rispettino le regole e norme che già esistono
- si sia disposti a pagare qualcosa di più perchè niente è gratuito.

Non serve andar lontano per vedere come si fanno bene le cose .... basta anche andare in Norvegia

stefano schiavo 23.02.17 10:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Qui sta passando la tesi che, trattandosi di una conduttura, un "tubo", non c'è da preoccuparsi, che è esagerato allarmarsi.
Cominciamo col dire che c'è l'esproprio dei terreni sotto cui passa il "tubo", come e' stato fatto in Grecia ai contadini e come sarà sulle coste pugliesi. Poi sapete vero chi è il manager responsabile in Italia della tap?
Michele Mario Elia, condannato dal tribunale di Lucca per l'esplosione del treno - gas gpl a Viareggio in cui morirono 32 persone.


Scusate, ma a chi legge, serve anche di sapere quale è l'alternativa al gasdotto...

tiziana barberini 23.02.17 05:33| 
 |
Rispondi al commento

ALLA LUCE DI QUESTA ENNESIMA PORCATA CREDO CHE CI SIANO I TERMINI PER "DENUNCIARE I RESPONSABILI DEL GOVERNO ED I DIRIGENTI DEI PARTITI DI MAGGIORANZA PER ATTENTATO CONTRO LO STATO E LE SUE ISTITUZIONI (GOVERNI ILLEGGITTIMI E SUCCUBI DI INTERESSI ESTRANEI); PER SOVVERSIONE DELL'ORDINE DEMOCRATICO (IMPEDIRE LA ESPRESSIONE DEL VOTO POPOLARE) ED ATTACCO ALLA SOVRANITA' POPOLARE (GOVERNO AL SERVIZIO DI POTENZE STRANIERE); DANNO ERARIALE (SOLDI ALLE BANCHE E NOMINE DI MINISTRI E DIRIGENTI PUBBLICI); IL CAPO DEL GOVERNO VA ARRESTATO E MESSO DAVANTI AL TRIBUNALE DEI MINISTRI PER ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE ED ALLA SOVRANITA' DEL POPOLO ITALIANO; PER ESSERE AL SERVIZIO DI INTERESSI STRANIERI; PER AVERE INTERESSI IN ISTITUZIONI FINANZIARIE STRANIERE; PER AVERE FACILITATO E/O NON SUFFICIENTEMENTE CONTRASTATO LA CORRUZIONE E LA COMMISTIONE TRA ISTITUZIONI ED ORGANIZZAZIONI EVERSIVO-MAFIOSE.- OLTRE AL PROCESSO CON LE CONDANNE DEL CASO, VANNO SEQUESTRATI I PATRIMONI, ANCHE DETENUTI ALL'ESTERO, PER RISARCIRE I CITTADINI DAL DANNO ERARIALE SUBITO.- CI DOVRA' ESSERE UNA "NORIMBERGA" PER CORROTTI E CORRUTTORI CON PENE PROPORZIONALI ANCHE ALL'ILLECITO ARRICCHIMENTO OTTENUTO DURANTE LA "CARRIERA POLITICA".- SOLO COSI' RIUSCIREMO A PACIFICARE UN POPOLO CHE HA SOPPORTATO ANCHE TROPPO E CHE INIZIA A DARE SEGNI DI "NERVOSISMO"!!!

Giovanni Pizzi 23.02.17 01:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

scusate
però sarebbe coerente che i nostri portavoce allora non vadano a mosca o baku a banchettare o flirtare con i locali petro-dittatori...http://analizebasilicata.altervista.org/blog/le-nostre-30-domande-pubbliche-al-senatore-petrocelli-dallazerbaijan-a-tecnoparco-passando-per-il-tap-ed-i-somma/

giorgio santoriello 22.02.17 23:42| 
 |
Rispondi al commento

ahh ora capisco emiliano che non vuole andare via dal pd!!! VUOLE PARTECIPARE ANCHE LUI ALLA MANGIATOIA!!!

PER FARE SOLDI STI SCHIFOSI CI DISTRUGGONO ANCHE LE NOSTRE COSTE!
SE ROVINANO PURE IL MARE DELLE PUGLIE POI NON ARRIVANO MANCO PIU' I TURISTI E LA GENTE POI COME CAMPERA? COL GAS STOCCATO SOTTO AL CULO? MA PERCHE' NON SE LO STOCCANO A CASA LORO STI SVIZZERI ? HANNO PAURA A TENERSELO SOTTO IL LORO CULO? BAH CHE SCHIFO , DOVE FINIREMO?

diana dial, genova Commentatore certificato 22.02.17 23:36| 
 |
Rispondi al commento

Posto che 1-bisogna fare una politica energetica ecosostenibile e 2-il gas appare ancora necessario 3-per sostituire prodotti a maggior inquinamento il gas puo essere utile 4-il tracciato dovra' essere rispettoso delle presenze naturali di valore 5- un'eventuale incidente e fuoriuscita non e' inquinante , mi sento di dire che della posa di una conduttura si tratta. Mi sembra eccessiva questa opposizione.

Giancarlo Braido 22.02.17 22:55| 
 |
Rispondi al commento

Come pensate di attuare il vostro programma energetico che prevede la conversione delle centrali termoelettriche da carbone/olii combustibili a gas? Da qualche parte il gas naturale necessario dovrà pur arrivare no?

http://www.beppegrillo.it/2016/04/diretta_il_programma_energia_del_movimento_5_stelle_energia5stelle.html

carlo cicognini 22.02.17 22:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mi spiegate questo messaggio:

"Io dico NO al gasdotto inquinante in Puglia, e TU?"

Mi spiegate quale sarebbe l'inquinamento che porta un tubo?!!

Sarei stato d'accordo se si fosse parlato di Fracking (cioé estrazione di petrolio dal sottosuolo con iniezioni di sostanze inquinanti e trattamento delle acque inquinanti);
ma qui si parla di un TUBO!!!

Visto che siete bravi a fare allarmismo... domani andate tutti a piedi, invece di usare l'automobile!

Fatemi parlare con l'esperto di energia del M5S e vediamo se prova a confermare tali sciocchezze!


a novembre Report fece una puntata denuncia sull'inutilità del gasdotto e degli enormi danni ambientali alla Puglia. Assolutamente da vedere dal minuto 44,00 http://www.report.rai.it/.../ContentItem-3b829e27-145d... Il nulla Casini dalla Gruber, giorni dopo, disse che il gasdotto non rovinava nulla in Puglia

Alberto C., Sesto San Giovanni Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 22.02.17 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei dire la mia opinione su quello che alcuni di voi hanno commentato, ossia di non fare molti allarmismi, okay ci puo' stare ma avremo anche il diritto di sapere se il governo decide di fare una infrastruttura o un impianto di grande importanza o deve essere fatto tutto aumma aumma? E nel caso le cose vengano fatte di nascosto, perche' c'e' la necessita' di nascondere?

FRANCESCO DI BARTOLO 22.02.17 20:43| 
 |
Rispondi al commento

La nazione che distrugge il proprio suolo, distrugge se stessa e la Regione che subisce la distruzione del proprio suolo, ha il diritto con ogni mezzo, di opporsi.

Proprio le splendide coste della Puglia!

Invidia?
"Ricompense" miracolose?
Scelleratezza?
Ignoranza?
Scelte idiote?

FORZA, CORAGGIO, GIÙ LE MANI DALLE COSTE PUGLIESI! "Lavorate'.."

E chi opera, non usando il cervello, stia a casa... e non faccia disastri

Ad Maiora
Paola


Mi viene in mente quando i Verdi fecero fuoco e fiamme contro l'autostrada Aosta Courmayeur. Esempio di opera pubblica a basso impatto ambientale rispetto a quello che invece si diceva. Bene , il gas per L'Italia è basilare per la crescita. Bisogna fare con la massima attenzione all'ambiente. SI PUÒ FARE. Buon lavoro

Alberto A. Commentatore certificato 22.02.17 20:18| 
 |
Rispondi al commento

ma non c'è almeno una raccolta di firme contro questa cosa? i tweet non servono a niente!

iani l. 22.02.17 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Cercate di NON esagerare con questi allarmismi!!

Se non si può neanche far passare un tubo... siamo messi male!

Fatemi parlare con chi si occupa di energia nel M5S, perché così la cosa NON va per niente bene!

Io conosco bene le problematiche energetiche mondiali e sarebbe meglio che non si facessero questi articoli, perché danneggiano il M5S (che io ho sempre votato).

Alessandro Pulvirenti (alexpulvct), BIANCAVILLA Commentatore certificato 22.02.17 20:14| 
 |
Rispondi al commento

Est modus in rebus.

vincenzo p., napoli Commentatore certificato 22.02.17 19:21| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori