Il Blog delle Stelle
Il Reddito di cittadinanza lo faremo coi fatti

Il Reddito di cittadinanza lo faremo coi fatti

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 22

di Riccardo Fraccaro

L'attuale classe politica ha fatto tutto meno che rinunciare ai suoi privilegi. Vogliono portare avanti la legislatura almeno fino a settembre per poter aver diritto ad una pensione privilegiata dopo solo 4 anni 6 mesi e 1 giorno di mandato. Ci penseremo noi del M5S a imporre i sacrifici alla classe politica taglieremo i costi della politica proprio per finanziare il reddito di cittadinanza. In questi anni abbiamo restituito oltre 80 milioni di euro tra rimborsi elettorali e tagli in stipendi dimostrando che le nostre non sono parole ma fatti. Vi aspettiamo il prossimo 20 maggio a Perugia.

Banner_marcia_460x230.jpg



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

4 Mag 2017, 11:12 | Scrivi | Commenti (22) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 22


Tags: fraccaro, m5s, perugia, reddito di cittadinanza

Commenti

 

Proporrei di approfondire realmente i risultati che si otterrebbero con il reddito di cittadinanza, il quale ritengo si rivelerebbe solo un mero aiuto temporaneo, senza ottenere dei risultati concreti a lungo termine, e indurrebbero i più “debosciati” a vivere nel dolce far nulla o “arrotondare” col lavoro nero. Soprattutto in Italia, in una fase storica in cui il lavoro non c’è per nessuno, visto l’alto costo del lavoro
O dovrebbe durare al massimo sei mesi. Il tempo di utilizzare il più efficace “REDDITO DI DISOCCUPAZIONE”
Il reddito di disoccupazione, invece, potrebbe essere una grande occasione per creare lavoro vero e non diventare un mero ammortizzatore sociale (usato inoltre come scambio di voti) a condizione che sia dato come reddito di disoccupazione con un bonus, non in contanti, a chi ne ha diritto, bonus da poter spendere presso qualsiasi impresa, micro impresa, artigiano, società di servizi o commercianti vari.
Mi spiego: Posto che ogni cittadino senza lavoro abbia il bonus di 700/800 euro al mese e che questi si rivolga ad un’impresa che abbia fra le proprie qualifiche le attitudini o le aspirazioni proprie del soggetto beneficiato. Questi, offrirebbe tale bonus all’impresa a fronte di un contratto di lavoro di almeno tre anni, consentendo quindi all’azienda un provvidenziale abbattimento del costo del lavoro. Di contro, otterrebbe la possibilità di qualificarsi secondo le proprie aspirazioni, ottenendo dall’impresa uno stipendio sindacale con pagamento degli oneri sociali, solo sulla differenza in busta paga.
Risultato: dopo tre anni il beneficiato avrebbe, non solo conseguito sul campo una qualifica spendibile sul mercato del lavoro, ma avrebbe consentito, alla stessa impresa, la potenziale possibilità di assunzione a tempo indeterminato dei migliori soggetti qualificati.
Quest’idea scaturisce da un’analisi sul campo, che vede in grave crisi le PMI per l’alto costo del lavoro, in una fase storica di concorrenza sleale dei Paesi extraeuropei.

ALDO BALASSI, Napoli Commentatore certificato 07.05.17 03:07| 
 |
Rispondi al commento

I privilegi della classe politica non sono le indennità e le pensioni facili . I suoi privilegi sono nel potere di decidere per gli altri anche senza interpellarli.
mov

gina alba, altamura Commentatore certificato 07.05.17 00:08| 
 |
Rispondi al commento

Ciao
Ci sono un particolare che offre un prestito alle persone serio. La nostra offerta di prestito è del 2% all'anno. Se avete bisogno di credito tra i 2.000€ a 10.000.000€ cntacter noi avrete la vostra richiesta di prestito in 48 ore. Ecco il nostro indirizzo: chouinardromaine@hotmail.com

Corinne Letifi Commentatore certificato 06.05.17 08:47| 
 |
Rispondi al commento

Certo che mi trovate d'accordo. Continuate così. Viva l'italianità.

Aureliano ., Este Commentatore certificato 05.05.17 18:35| 
 |
Rispondi al commento

Il reddito di cittadinanza lo prenderanno,
Gli inbianchini, parrucchieri e barbieri a domicilio, fisioterapisti a domicilio, manicuriste e piedicuriste a domicilio, giardinieri a domicilio e molti venditori ambulanti e parcheggiatori abusivi che a Napoli c'è ne sono molti anche dove ci sono le strisce blu e tanti altri che lavorano in nero con il reddito Zero.


Il reddito di cittadinanza, naturalmente, non dovrà essere a carico dell'INPS, ove fluiscono i versamenti che i lavoratori fanno per la LORO pensione e che NON dovrebbero essere usati, come accade, per l'assistenza. Le due cose previdenza ed assistenza andrebbero separate e l'assistenza dovrebbe gravare SULLA FISCALITA' GENERALE.
Premesso ciò, penso che il reddito di cittadinanza sarebbe utile come arma di difesa contro la mia impressione di eventuali copioni che mirano, per ricattare al ribasso dei salari i lavoratori, a far lavorare solo pochi tante ore per pagarli poco grazie al ricatto: "se non ti sta bene c'è la fila di quelli che vogliono lavorare"; io applicherei il principio "lavorare meno, lavorare tutti" (sapete che in Germania e Francia si lavorano molte meno ore che in Italia?): ma questo non è funzionale al suddetto ricatto tra poveri disoccupati.
Quindi, un reddito di cittadinanza posto a carico non dei lavoratori (ovvero dell'INPS) ma della fiscalità generale (ovvero di tutti, anche dei grandi, ricchi, datori di lavoro) può essere uno stimolo per dire: "se tanto dobbiamo pagarli per non lavorare, tanto vale che li paghiamo per lavorare, assumiamone tanti, e a parità di stipendio facciamoli lavorare meno e lavorare tutti; come in molti altri Paesi europei".

Giuseppe Casagrande 05.05.17 10:33| 
 |
Rispondi al commento

Il testo ufficiale è consultabile qui (Fonte Deputato Daniele Pesco): http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/00814007.pdf Alla fine ci sono 2 allegati, il primo una tabella, il secondo invece serve per poter calcolare il reddito che si ottiene. Continuo a dire che conviene inserire una pagina dove sia presente il testo sopra e dove i cittadini possano postare i propri commenti e le proprie domande e i responsabili del testo dare delle risposte.

Lucas Fusaro, Rende (CS) Commentatore certificato 05.05.17 07:58| 
 |
Rispondi al commento

No mi pare di avere capito nucleo familiare. Non è che se in famiglia ci sono 5 disoccupati vi sono 5 redditi di cittadinanza. Solo se vi sono minori si prende una quota in più. Si stranieri con permesso di soggiorno lunga durata e quindi residenti avranno reddito di cittadinanza. Si tutti i comunitari che hanno patto di sicurezza con Italia. Più minori si hanno più quota aumenta. Conta idee....nucleo familiare. Buona serata

Monica. vi 04.05.17 21:37| 
 |
Rispondi al commento

“Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione.”
Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (Articolo 23), 1948

1 saluto a tutti.
1 Esodato Super Incazzato

Giovanni Antonio 04.05.17 21:31| 
 |
Rispondi al commento

Nessuno ha ancora risposto alle mie seguenti domande:
1) Se uno è costretto a vivere con i genitori o con i nonni per sopravvivere perché non trova uno straccio di lavoro l'ottiene il reddito di cittadinanza (genitori e nonni che superano il reddito minimo)?
2)Le partite IVA possono accedere al reddito?
3)Gli stranieri dotati di permesso di soggiorno potranno usufruire del reddito di cittadinanza?
4) C'è un limite di età?

Albert Consuli, Napoli Commentatore certificato 04.05.17 21:09| 
 |
Rispondi al commento

SI, MA AL GRIDO "COMPRIAMO ITALIANO" !!!
INIZIANDO DAGLI AUTOMEZZI, PARI AD OGGI A 5-6.000 MILIARDI DI EURO BUTTATI ALL'ESTERO !!!
PARI A 200 ANNI DI FINANZIARIE, ECC. !!!

Franco Della Rosa 04.05.17 20:33| 
 |
Rispondi al commento

iL REDDITO DI CITTADINANZA COSì COME è ESPOSTO NELLE 43 PAGINE E'VERAMENTE UN BEL PASTICCIO.:costerebbe più di quello che riceverebbero i cittadini.Se non verrà modificato con spirito più realistico e sottoposto al voto degli ISCRITTI si ritorcerà contro il movimento stesso.Dobbiamo pensare che non è assolutamente semplice mettere in atto una cosa del genere.Pensiamo solo al fatto che la Grecia, che se la passa molto peggio di noi,avrebbe varato un reddito di cittadinanza molto prima di noi SE SOLO AVESSE POTUTO !Gli stati che ce l'hanno o sono stati con al massimo 7/8 milioni di abitanti e che hanno impostato bene tutte le spese o sono stati che non hanno assolutamente il nostro DEBITO PUBBLICO CHE,VI RICORDO,STA AUMENTANDO SEMPRE PIU'.

turri giorgio 04.05.17 19:00| 
 |
Rispondi al commento

Grande Riccardo Fraccaro
Reddito garantito M5S =
sana politica sociale rediviva finalmente a favore del cittadino,

Ripartenza dell'economia interna

Fine del voto di scambio

Lotta contro la depressione e le multinazionali dello psicofarmaco

Incentivo per le nascite e un aiuto concreto per metter su famiglia, alla faccia della Turchia

Ripopolamento del suolo italico da parte di italiani, e non solo di immigrati

e per finire...un gran Vaffanculo alla Bancocrazia

massimo m., Roma Commentatore certificato 04.05.17 15:13| 
 |
Rispondi al commento

Ma fatemi capire,redd cittadinanza che ha meno a 6mil€ reddito?ma quandi italiani hanno questo reddito ,voi favorite solo gli emigranti e poveri Italiano con 11mil xtutti voi sono ricchi

undefined 04.05.17 14:32| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto il testo sul Reddito di cittadinanza. Nella premessa si parla che è un reddito minimo garantito e che si tratta di un primo passo. Il secondo sarebbe un reddito di cittadinanza universale dato indistintamente a tutti indipendentemente dal proprio reddito o patrimonio. Io invece sono per una via di mezzo. Sono favorevole ad un reddito minimo garantito ma calcolato sul singolo individuo e non come il reddito di cittadinanza che è calcolato in base alla somma dei redditi del nucleo familiare. Avrei preferito questa via di mezzo. Ritengo tuttavia indispensabile far passare questa manovra che eliminerà la povertà delle famiglie. Consiglierei di aggiornare il blog di Grillo dove parla del reddito di cittadinanza inserendo il testo ufficiale che è sul sito del Senato e magari aprendo uno spazio o un forum dove i cittadini possono scrivere le proprie domande e i responsabili del m5s risolvere i loro dubbi. Grazie.

Lucas Fusaro, Rende (CS) Commentatore certificato 04.05.17 13:23| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo, la distanza ed i miei impedimenti fisici, mi tengono materialmente lontano da questo evento.

Con la mente e con il cuore, però, sarò costantemente con voi.

Che sia un grande evento, una kermesse epocale ed indimenticabile !!!!

Forza pentastellati !!!!

A riveder le stelle !!!!

Vincino Fivestar 04.05.17 12:03| 
 |
Rispondi al commento

non posso venire ad ASSISI ma consiglio a tutti i vicini di aderire alla marcia. Grazie

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 04.05.17 11:56| 
 |
Rispondi al commento

Anche questa volta sarò a Perugia per sostenere il reddito di cittadinanza

marina omiccioli 04.05.17 11:53| 
 |
Rispondi al commento

confondete il sussidio per poveri con il reddito di cittadinanza Il primo si da ai poveri, il secondo a tutti quelli che hanno la cittadinanza, ricchi e poveri, notai e netturbini e macellai e senzatetto E' un affrancamento dalle spese base della persona, per questo si da' a tutti

francecso barnaba, milano Commentatore certificato 04.05.17 11:45| 
 |
Rispondi al commento

REDDITO DI CITTADINANZA NON E' ELEMOSINA AI POVERI MA AIUTA I CITTADINI A REINSERIMENTO NEL MONDO DI LAVORO.

20 MAGGIO LA MARCIA DI ASSISI...

Il Parlamento europeo, nella sua risoluzione concernente la lotta contro la povertà nella Comunità europea, ha auspicato l'introduzione in tutti gli Stati membri di un reddito minimo garantito, inteso quale fattore d'inserimento nella società dei cittadini;

Il Comitato economico e sociale, nel suo parere del 12 luglio 1989 in merito alla povertà, ha anch'esso raccomandato l'introduzione di un minimo sociale, concepito ad un tempo come rete di sicurezza per coloro che sono fuori dal mercato di lavoro e strumento del loro reinserimento sociale.

REDDITO DI CITTADINANZA NON E' PROPAGANDA ELETTORALE E' UNA NECESSITÀ DI CRESCITA' PER IL PAESE 20 MAGGIO LA MARCIA DI ASSISI...

Shahab Shirakbari, TERNI Commentatore certificato 04.05.17 11:23| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori