Il Blog delle Stelle
Il #ProgrammaLazio del MoVimento 5 Stelle: la sanità

Il #ProgrammaLazio del MoVimento 5 Stelle: la sanità

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 20

Oggi prende avvio il percorso che ci condurrà alla stesura del programma del MoVimento 5 Stelle per il Lazio in vista delle prossime elezioni regionali. Un programma che partirà dall'esperienza acquisita in questi 5 anni di consiliatura e che si caratterizzerà per la condivisione e la partecipazione Questi video spiegheranno brevemente la situazione che abbiamo trovato e come intendiamo dare un cambio di rotta. Per noi sono molto importanti le vostre idee, le vostre proposte e i vostri suggerimenti. Perciò nelle prossime settimane vi indicheremo come potrete contribuire alla redazione del programma del MoVimento 5 Stelle per il Lazio.

di Davide Barillari

La salute è il bene più prezioso che abbiamo, un bene comune che deve essere tutelato e difeso. La sanità non deve essere un privilegio riservato a pochi ma è un diritto per tutti, come garantisce la nostra Costituzione. La Regione Lazio spende ogni anno solo per la sanità 24 miliardi di euro, circa due terzi del bilancio complessivo! una cifra enorme che se utilizzata bene e con rigore, ci permetterebbe di essere al primo posto in Italia per qualità ed efficienza delle cure. Sappiamo tutti invece quanto il livello sia sceso nel Lazio, nonostante la professionalità degli operatori sanitari, sfruttati, sottopagati e sottoposti a turni massacranti di lavoro, che tengono ancora in piedi da soli i nostri ospedali.
24 miliardi di soldi pubblici spesi ogni anno dalla Regione Lazio. Soldi spesi male.

Ma perché il Lazio, rispetto alle altre regioni italiane, è agli ultimi posti? Perché se vado al pronto soccorso per un'emergenza, trovo sempre sivraffollato e devo aspettare 2 ore, 3 ore o anche mezza giornata? Perché se chiamo il CUP per prenotare un esame, la prima visita è fra 8 o 10 mesi e cosi intanto la mia malattia peggiora? perché il giorno dopo invece, a pagamento, me la a subito un medico privato? Basta!!! Corruzione, sprechi, inefficienze, nomine politiche di dirigenti e funzionari, fortissime ingerenze dei partiti e dei sindacati. Questo è il cancro della nostra sanità laziale. Il Movimento 5 Stelle Lazio lavora da anni sulla sanità, studiando soluzioni concrete e proposte attuabili anche a costo zero. Chiediamo il vostro aiuto, da unire alla nostra competenza ed esperienza dopo 5 anni dentro la regione. Ora è il momento di costruire un nuovo modello di salute che metta davvero al centro la persona, la qualità delle cure e l'efficienza delle strutture e il merito. Chiediamo il vostro contributo, in termini di idee e proposte, per far ripartire la sanità della nostra regione: la sanità pubblica, efficiente ed efficace, sarà il cuore delle nostre riforme una volta il governo della Regione Lazio, fra pochi mesi.
Democrazia è condivisione.
Nelle prossime settimane raccoglieremo le vostre idee, proposte, suggerimenti.
Insieme governeremo il Lazio.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

7 Set 2017, 15:26 | Scrivi | Commenti (20) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 20


Tags: barillari, lazio, m5s, programma, sanità

Commenti

 

Se vogliamo risolvere i problemi della sanità dobbiamo cominciare a smetterla con gli slogan e passare alle cose serie, cioè informarsi su come funziona e poi si vede cos'è che non va; questo lo si fa studiando profondamente e non limitandosi a tre parole. Finché ce la prendiamo col Pronto Soccorso, con l'attività intramoenia e con le liste di attesa si fa solo il gioco di chi campa di Sanità. Non saprei da dove cominciare e sarei anche stufo di ripetermi. Cominciamo col dire che il sistema delle Coop è uno stupendo sistema per prendere tangenti con le mani pulite (non solo in Sanità, ma ovunque). Quindi tra le prime cose bisogna togliere il bocco delle assunzioni ed eliminare le Cooperative dalla Sanità. Aggiungerei la scelta dei Dirigenti, che ora si fa con un finto concorso, ma in pratica con la chiamata diretta; nessun medico diventa Direttore se dietro non ha i meriti italiani (sesso, bandiera e cromosomi) e risponde solo al politico che lo ha chiamato. I controlli sull'attività medica dovrebbero essere demandati ad Autorità neutre (magari stranieri) e non al politico di turno che vede solo se il Direttore ha obbedito. Aggiungerei u numero verde dove segnalare in incognito le schifezze che nessun operatore del settore può denunciare se non vuole finire male. Già queste cose sarebbero un netto progresso. Aggiungo, tanto per dire, che entro dieci anni il 75% dei medici andrà in pensione, mi viene da ridere. Per dibattiti seri sono sempre disponibile, ma vedo che nel Movimento vige in genere un'assoluta ignoranza.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 13.09.17 19:15| 
 |
Rispondi al commento

Da infermiere professionale ora in pensione dopo 35. anni di servizio di cui gli ultimi 20 anni in pronto soccorso affermo che l'ospedale è una trappola senza scampo di cui non puoi difenderti.
Ho visto di tutto e di più ma non ho mai visto i carabinieri trascinarsi via qualche qualche primario o chi per lui .Vige il così fan tutti .! Sembra che tutti sappiano cos'è che non va ma non si possa dire..
Solo un esempio sui vaccini : tutti i sanitari sanno che la prognosi delle malattie infettive dell'infanzia È.FAVOREVOLE e non trova l'indicazione ai vaccini
Poliomielite,Difterite eTetano la prognosi È SFAVOREVOLE QUINDI TROVA
L'INDICAZIONE in quanto svantaggi-vantaggi si equivalgono . Ma guai a dirlo rischi la radiazione . Devi lasciar spazio al marketing ! E il così fan tutti !
La piccola Sofia morta di Malaria al 99/100 contagiata in ospedale da 2 bambini ammalati di Malaria che invece di stare in isolamento erano a contatto con altri bambini
omettendo le norme antinfortunistiche che l'isolamento comporta per cui nessun ago intriso di sangue poteva esser lasciato in giro o qualsiasi altro materiale potenzialmente infetto.Hanno detto che poteva esser stata la zanzara in valigia e io mi chiedo come un sanitario possa dire una stronzata del genere.
E quel ginecologo ipocrita che per una imposta obiezione di coscienza in urgenza omette l'assistenza in ospedale determinando la morte di donna incinta.
COSÌ FAN TUTTI !
Carofiglio Giuseppe

Giuseppe Carofiglio 11.09.17 02:06| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda le iniziative Comunali portate avanti a Ferrara con il logo del M5s , si comunica quanto segue :

Obiezione riportata in Sharing

Questa iniziativa non ha nulla a che vedere con il nostro MoVimento 5 Stelle

Gli iscritti sono pregati di non tenere minimamente IN CONSIDERAZIONE queste Istanze nel Comune di Ferrara , che vengono depositate a nome e titolo personali , non per conto degli iscritti certificati che compongono il nostro Progetto Politico M5s .

http://www.quibrescia.it/cms/2013/06/26/no-slot-presidio-di-forza-nuova-sul-garda-bresciano/

Se volete seguire i vostri mentori dell'Estrema Destra Italiana fatelo , ma fuori dal MoVimento nel quale sono i comuni e liberi cittadini Italiani a partecipare e a decidere su come intervenire nelle loro / Nostre Istituzioni

http://www.quibrescia.it/cms/2013/06/26/no-slot-presidio-di-forza-nuova-sul-garda-bresciano/


Aspetto che il portaVoce eletto in Senato per il nostro M5S Giovanni Endrizzi comunichi la data per l'incontro in Parlamento nel quale elaborare la stesura del Testo del Disegno di Legge votato sulla nostra
Piattaforma Operativa Rousseau

Proposta di Legge votata da oltre 5600 Iscritti Certificati M5s

antonello c., pescara Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 10.09.17 06:19| 
 |
Rispondi al commento

Per il pronto soccorso bisogna far pagare effettivamente chi lo intasa per necessità ridicole perchè è gratuito ! Poi bisogna eliminare l'intramenia che permette di saltare liste di attesa. I dottori della Sanità pubblica devono essere pagati di più ma NON possono fare il pubblico e il privato, devono scegliere !

pericle seneca () Commentatore certificato 09.09.17 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Da medico penso che sia decisivo per l'efficienza , la qualità e l'economicità dei servizi erogati avere dalla regione trasparenza, immediatezza e tracciabilità delle interlocuzioni con i funzionari addetti e accesso a tutti gli atti burocratici relativi. Non è accettabile che spesso non si conosca o non sia individuabile l'interlocutore per una richiesta e con il quale diventa poi difficilissimo o impossibile interloquire. Quando finalmente si riesce a stabilire il contatto non è infrequente che si generino risposte vaghe e contraddittorie. Appare incomprensibile che non si possa entrare in regione fisicamente per chiedere qualche informazione precisa se non previo appuntamento piuttosto difficile da ottenere.
Il tempo impiegato per raggiungere l' obiettivo dovuto e voluto produce costi elevatissimi che si riverberano sulla collettività dei pazienti

claudio manna 08.09.17 21:51| 
 |
Rispondi al commento

Perché i ticket costano quasi uguali e in certi casi anche di più degli esami fatti privatamente o in intramenia ? È normale che poi il cittadino si appoggia al privato . Ti fanno l'esame prima è costa solo pochi euro di più. È qui il nodo da sciogliere.

loredana vangelisti, roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 08.09.17 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Voglio sentire il M5S dire con fermezza: ABOLIAMO COMPLETAMENTE LA SANITA' PRIVATA! E' normale che io che non ho i soldi sufficienti non posso comprarmi neanche un'auto nuova mentre un altro sì. Ma è ingiusto che non mi posso permettere visite o esami medici privati e perciò devo attendere moltissimi mesi! LA SANITA' NON PUO' ESSERE PRIVATA!!!!!

Andrea Galvan 07.09.17 22:47| 
 |
Rispondi al commento

Le vaccinazioni non devono essere legiferate con voti e obbligazioni. Ma spontanee sotto la tutela dei genitori e non dello stato. I cittadini devono essere loro i responsabili per la loro salute. Lo stato deve solo essere al servizio per assicurare un assistenza adeguata alle sue esigenze.

Vittorio Di Donato 07.09.17 20:11| 
 |
Rispondi al commento

Cari Amici, purtroppo alcune domande vengono spontanee (come diceva un giornalista):
"Se un privato gestisce la sanità pubblica con i proventi pubblici e fa degli utili, per quale motivo la sanità pubblica, che non ha alcuni costi dei privati è un pozzo senza fondo?"

Bisogna cambiare visione!!!!:inserire la meritocrazia e i risultati nelle varie posizioni.
Chi vive di "rendita" deve cambiare mestiere.

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 07.09.17 18:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Mettere mano alla sanità...
Da brivido, eppur si deve.
Secondo me la precondizione per un buon esito del gravoso impegno è quella di spuntare le armi agli interessi privati (medici, case di cura, laboratori analisi, ortopedici, di riabilitazione, ecc -naturalmente non sono tutti collusi, ma lì c'è molto da raddrizzare); poi i sindacati (specie i microsindacati); infine sradicare la gramigna del comparaggio (mi raccomando vada lì che sono bravi) perché è un ulteriore costo per l'assistito.
Soprattutto dite chiaramente che ci vorrà molto tempo per vedere i risultati, altrimenti i cittadini, esasperati da anni di angherie, si sentono autorizzati a pretendere dal M5S la bacchetta magica.

Antonio Valentini 07.09.17 17:30| 
 |
Rispondi al commento

La Sanità privata è la rovina di quella Pubblica.
Il Privato fa i suoi interessi e non quelli della collettività,ma quello che fa più schifo che li fa con il denaro pubblico.
Basta è ora di finirla!
Un medico,un paramedico,un infermiere deve decidere o pubblico o privato.

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 07.09.17 17:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT (Stirner, Fini, noi e l'atomica)

Fini Ha ragione sull'articolo di quel polipo di Panebianco. Ma non dice espressamente che Kim opera una legittima difesa, anche se da alfiere della nuova (!) destra ne è tentato e vi allude. Ma, Fini o non fini, chiunque faccia o abbia fatto test nucleari è un criminale bastardo punto e basta, dagli US a Israele, dall'India a Kim. Finchè non si prende una posizione netta in questo senso si è interni al sistema che si dice di voler combattere, che è un sistema globale di guerre continue. Il destino dei popoli è un'altra faccenda, da regolare quando questi ultimi avranno cacciato e certo non addirittura votato i Nixon e i Trump, i Rabin e i Kim.

cosa sarà 07.09.17 16:51| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno dei politici o politicanti sta facendo qualche cosa per le migliaia di persone che a 60 anni sono rimaste senza lavoro e senza nessuna tutela?
Cosa pensate di fare?

Daniela fringuelli 07.09.17 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Mettere on line e su monitor nei CUP, l'elenco dei giorni ed a che ore le viste e l'elenco delle prenotazioni.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 07.09.17 15:42| 
 |
Rispondi al commento

Intramoenia allargata (di chiappe).
E BASTA CON LA CONTINUA PRESA PER IL CULO.
Tu fai morire un mio parente stretto per indolenza o profitto?
ED IO TI STENDO. Punto.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 07.09.17 15:35| 
 |
Rispondi al commento

Ho chiesto un esame ecodoppler al CUP della mia città ,avezzano,l'operatore mi ha risposto che tale esame non può esserte prenotato se non in regime intramoenia.Io dico allora a tutti i rappresentanti d M5S di portare avanti una battaglia per eliminare il regime privato dentro gli ospedali pubblici. E' una battaglia di civiltà e di difesa della nostra costituzione : Tutti hanno diritto alle cure non solo chi può pagarle!

mauro ciccarelli, avezzano Commentatore certificato 07.09.17 15:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori