Il Blog delle Stelle
I grandi debitori di MPS non pagano, Calenda fa il palo

I grandi debitori di MPS non pagano, Calenda fa il palo

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 83

di Luigi Di Maio

Dal Corriere della Sera: "Il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, dice no alla black list dei debitori, la lista delle aziende che hanno ottenuto e poi non restituito prestiti pesanti dalle banche finite poi in difficoltà, a partire dal Monte dei paschi di Siena. "No, secondo me non va pubblicata la lista dei grandi debitori insolventi", segnando un cambio di direzione rispetto all’orientamento che il governo aveva lasciato filtrare nei giorni scorsi". Il principio - spiega il ministro - è che l’imprenditore va dalla banca a chiedere i soldi. È responsabilità della banca capire se è insolvente. È un po’ strano spostare l’onere su chi chiede i soldi"
E' molto strano che siano i cittadini comuni a dover pagare per quelli, che come riportato dagli organi di stampa (Corriere, Il Sole, Libero), sono i grandi debitori insolventi di MPS, su tutti Carlo De Benedetti (tessera numero 1 del Pd e patron de La Repubblica che infatti su questo scandalo non scrive mezza riga), che con i 600 milioni di euro di Sorgenia risulta il maggior debitore del Monte dei Paschi, almeno tra i privati citati dai giornali. Perchè Calenda tutela gli interessi del numero 1 del Pd e se ne frega dei cittadini che gli pagano lo stipendio? Pensi a fare il ministro dello Sviluppo Economico di un Paese in macerie anzichè il palo ai grandi debitori insolventi. Vogliamo che la lista dei grandi debitori insolventi MPS venga pubblicata al più presto, prima di prendere altri soldi ai cittadini devono essere loro a pagare!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

16 Gen 2017, 17:42 | Scrivi | Commenti (83) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 83


Tags: banche, Calenda, cittadini, De Benedetti, ministro, MPS, Pd

Commenti

 

Ciao Mr / Mrs / Ms
E ' con profonda gratitudine che ringrazio
portare qui la mia testimonianza, È che sono alla ricerca
pronti i soldi, non so come condividere con voi
la mia gioia perché me di essere ancora alla ricerca per il prestito, io sono
cadde sulla Signora Anissa KHERALLAH donna d'affari. Lei mi ha concesso
un prestito di 20.000 euro è ho parlato
diversi colleghi che hanno anche ricevuto prestiti in
questo Madame senza preoccupazioni. Soprattutto a me,
Ho ricevuto la mia domanda di credito, tramite bonifico bancario in un
durata di 72 ore senza protocollo e sono abbastanza
soddisfatto. Il motivo che mi spinge a pubblicare questo annuncio
è questa donna continua a fare
meraviglie per le persone che sono veramente nel bisogno.
Così ho deciso di condividere questa opportunità
che non hanno il favore delle banche, o che aveva dovuto
fare finanziatori disonesti che fanno abuso
la personalità degli altri; hai un progetto o di un bisogno
il finanziamento, è possibile scrivere a lui e spiegare a lui
la vostra situazione, vi aiuterà se lei è convinto di
la tua onestà. Ecco la sua email : developpement.aide@gmail.com

pik sousana rosa Commentatore certificato 19.01.17 09:57| 
 |
Rispondi al commento

Sono vittima delle banche (per aver prestato garanzie per conto terzi). Pignorato casa...Mentre i De Benedetti, Marcegaglia,Coop, PD & Co. fanno i c...i loro attraverso connivenze politiche e massoniche.
Come sempre il povero Cristo paga per tutti.
Sento dire dai governanti che le banche si debbono salvare per tutelare i piccoli risparmiatori (solite cazzate). Rimborsate al 50% i piccoli risparmiatori e fate fallire le banche.... 8meno potere alle banche)
Aspettando il M5S al governo

Mimmo Guida 19.01.17 07:06| 
 |
Rispondi al commento

VORREI CHIEDERE A QUEL 30% CHE VOTA PD CONVINTA CHE VOTI A SINISTRA PERCHE' NON PROVA A TOGLIERE LE FETTE DI PROSCIUTTO CHE HA SUGLI OCCHI E VEDERE SOLO LA REALTA' DEI FATTI. PESCECANI CHE HANNO SPOLPATO MPS E NON RESTITUITO I PRESTITI, TUTELATI E PROTETTI, MENTRE I RISPARMIATORI CORNUTI E MAZZIATI HANNO PERSO TUTTO E DEVONO PURE RIPIANARE IL DEFICIT! QUESTO SAREBBE UN GOVERNO DI SINISTRA! CHI E' CAUSA DEL SUO MAL PIANGA SE STESSO.

Maurizio B., Roma Commentatore certificato 19.01.17 00:55| 
 |
Rispondi al commento

Il principio - spiega il ministro - è che l’imprenditore va dalla banca a chiedere i soldi. È responsabilità della banca capire se è insolvente. È un po’ strano spostare l’onere su chi chiede i soldi" ......a me sembra invece principio indiscutibile che l'onere di restituire i soldi spetti proprio a chi li chiede (e ottiene).

Piergiorgio 18.01.17 14:22| 
 |
Rispondi al commento

I soldi prestati devono essere restituiti al più presto e perché non se ne parla altrimenti vanno ad alimentare il debito del monte devono fallire loro De Benedetti ecc Sorgenia non il monte


Stanateli questi gran figli di una buona donna. Prima o poi verranno i nodi al pettine per questi boiardi di Stato! Lui fa il palo...ma sai dove glielo infilerei? Proviamo noi cittadini a contrarre un debito con la banca...ci tolgono anche il pane dalla bocca!!! Che rabbia!

Danilo Tomasino 18.01.17 10:22| 
 |
Rispondi al commento

Non è una novita' questi signori in doppio petto che prima vendevano compiuter a tutti i comuni d'italia,e a tutte le amministrazioni pubbliche,compiuter che non hanno mai funzionato,oggi fanno gli editori,banchieri ,manager e continuano a rubare a rubare rubare e vengono anche premiati:pensate che molti di loro sono stati anche nominati cavalieri del lavoro(altrui).
Questa si che è una classe dirigente di professionisti,manager, imprenditori capaci che sanno quel che fanno,rubano ma non lo sanno quel che fanno.

elio p., cagliari Commentatore certificato 18.01.17 09:41| 
 |
Rispondi al commento

RESTITUISCANO PURE NELL'ANONIMATO

luigi m., bergamo Commentatore certificato 17.01.17 22:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

se per la privacy non si può pubblicare la lista, vabbè, L'IMPORTANTE E' CHE RESTITUISCANO I SOLDI !!!!!!!!!!

luigi m., bergamo Commentatore certificato 17.01.17 22:45| 
 |
Rispondi al commento

Mi chiedo:"LA MAGISTRATURA C'E' O NO?" A chi paghiamo lo stipendio? Se non fanno niente per recuperare i crediti dei LADRI GIGANTI, nemmeno quelli PICCOLI devono pagare. O TUTTI O NESSUNO. MALAVITOSI AVETE OCCUPATO LE ISTITUZIONI. E' INUTILE DIRVI VERGOGNATEVI NON SAPETE COS'È' LA DIGNITÀ'

Antonio Errico 17.01.17 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Per accontentare Calenda, potrremmo chiedergli dipibblicare i nomi dei DS non coinvolti. Questo darebbe due vantaggi.
1) la lista sarebbe molto più corta
2) rispeteremo la privacy dei maneggioni.
Ciao
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 17.01.17 20:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro Calenda parla di rapporti bancari normali. Non ricorda che MPS è la banca del PD e quindi ha finanziato amici degli amici degli amici ovviamente protetti da politici marci. Ci ha preso tutti per stupidi? Questi debitori sporchi si sono mangiati soldi ed oggi anche lui li protegge mentre noi paghiamo...... Vergogna!


Sembra che, tra poco, fallirà il giornale dell'ingegnere e il governo darà i soldi per mantenerlo in vita. Allora il capo passerà a rovinare qualche altra azienda.

Eduardo L'Angiocola 17.01.17 19:27| 
 |
Rispondi al commento

Il Pd sulla pubblicazione dell elenco dei nomi dei grandi debitori di Montepaschi sta facendo il gioco delle tre carte tanto x cambiare:fingono di aprire a una commissione e alla pubblicazione,poii intervienne il Ministro di turno,Calenda in questo caso,che svela i veri propositi del PD.

Rino Siconolfi, Ferrara Commentatore certificato 17.01.17 19:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Scriviamo un email di protesta al Governo. Facciamo sentire la nostra vice

Antonino la porta 17.01.17 19:06| 
 |
Rispondi al commento

BUONA SERA A TUTTI. Di nuovo le banche e i Bassotti???? Ma dove siamo a Paperopoli ???
MPS scala la finanza e i Bassotti entrano nel deposito di Paperone. Chissa' che succede???

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 17.01.17 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Perché non vengono sequestrati i beni di mps e di tutti i dipendenti responsabili al disastro provocato per pagare i debiti?

ANTONIO OTTOMANIELLO 17.01.17 17:34| 
 |
Rispondi al commento

e' vergognoso quello che dice Calenda. I nomi subito fuori. Il governo si pronunci ufficialmente. Caso contrario, è corresponsabile di questo furto perpetrato sulla pelle di migliaia e migliaia di cittadini.
CALENDA SI DIMETTA IMMEDIATAMENTE!
Invito fortemente il M5S a farsi promotore di una azione class-action contro tutti: MPS,in tutto il suo gruppo dirigente, Banca d'Italia e consob(per culpa in vigilando).
Basta con i rinvii o con la logica dello scarica barile!
TUTTI IN GALERA ,DOPO AVERLI ESPROPRIATI DEI LORO AVERI COME FA LA BANCA VERSO I SEMPLICI CITTADINI!

luigi malerba 17.01.17 17:05| 
 |
Rispondi al commento

se io non pago un prestito mi sequestrano la casa. a questi truffatori insolventi non solo non gli sequestrano niente ma il prestito che hanno ricevuto lo dobbiamo pagare noi.
Spero di riuscire a vedere il giorno in cui andranno a casa anche se mi piacerebbe che questi individui soffrissero un millesimo delle umiliazioni, angherie e vessazioni che subiamo noi gente comune ogni giorno !

Silverio Mazzella (pacchiarotto), Ponza Commentatore certificato 17.01.17 16:46| 
 |
Rispondi al commento

Non vedo il bisogno di pubblicare questi nomi essendo evidente lo stato delle cose.
Vedi cosa è successo ai 500000 euro incassati da r.senior e mai più restituiti per via del gallimento.
Quello che dobbiamo fare è arrivare al più presto al timone di questo bellissimo paese.
La selezione naturale delle cose, l'autodistruzione di questa cloaca vampiresca sarà una consequenza inarrestabile.
La santa inquisizione di tutti noi facente parte del popolo vessato e stuprato ne attuerà la sepoltura.

aniello robustelli 17.01.17 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Teoricamente l'informazione è libera quindi l'opinione di un ministro non vale legalmente una pippa.
Le aziende (di grandi dimensioni) non sono tutelate da alcun diritto di segretezza cosmica riguardo ai debiti contratti.
Divulgare la lista dei debitori (almeno aziende) potrebbe fare luce su un sistema di illeciti scambi di favori quindi non divulgarla ostacola i chiarimenti, ostacola i diritti dei truffati e forse pure il lavoro della magistratura.

Continuerei a rivolgere l'attenzione su un punto poco battuto cioè che nessuno conosce realmente le condizioni di Mps perché praticamente nessuno ha accesso al dettaglio dei bilanci inoltre gli stessi sono stati pure truccati in passato.

Lasciar fallire Mps costa molto meno che salvarla e nessun economista serio è riuscito mai a quantificare i presunti apocalittici danni che tale scelta comporterebbe (ricordiamo che di banche lasciate fallire nella storia d'Italia ce n'è a dozzine):
non è che i danni sono gli stessi del fallimento del referendum?

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 17.01.17 15:24| 
 |
Rispondi al commento

Forti coi deboli e deboli coi forti...

Pep Gatto, Galatone Commentatore certificato 17.01.17 15:03| 
 |
Rispondi al commento

------- ELIMINARE CONDIZIONI AGEVOLATE (COOP, FONDAZIONI, ONLUS, PATTI LATERANENSI, ECC.)
------- ELIMINARE SOVVENZIONI A GIORNALI, PARTITI, ENTI DIVERSI, CHIESE, ECC. -----
Mangiatoie per partiti, lobbies e potentati vari.
Un po' di eguaglianza senza quel "buonismo" sotto il quale si nascondono interessi di politici, prtiti, potentati vari e dei soliti noti.

Angelo R. Commentatore certificato 17.01.17 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da sempre, se non c’è il palo, è difficile rubare. Comunque la cosa e peggio di quanto appaia. Sorgenia è stata acquistata del MPS nel 2015. Quindi, De Benedetti non ha debiti con l’MPS in quanto la stessa se ne è fatta carico. La classe non acqua.
Saluti
Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 17.01.17 14:36| 
 |
Rispondi al commento

Ha ragione calenda!!
Perché dare i nomi dell'imprenditoria di partito, quelli che fanno affari rischiando il capitali degli altri, e passano all'incasso se profittevole o saricando il fallitomento, sulla contabilità della collettività.
Tanto viviamo in un paese dove il popolo è remissivo, qualsiasi purga gli si proponga ingoiano in silenzio.
E se qualcuno vuole manifestare prima deve concordare il traccuato.
Italia! un paese che puzza gia di putrefazione
Popolato da zombie.

Daniela C. Commentatore certificato 17.01.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento

dal momento che i risparmiatori, gli azionisti di minoranza, gli obbligazionisti ed i contribuenti con le tasse, tutti questi ci hanno rimesso soldi, hanno anche il diritto di sapere perché ce li hanno rimessi oppure il sistema mafioso e omertoso della politica e qui in specie del PD non vuole che si sappia ? Forse hanno la coscienza sporca oppure devono difendere i loro interessi e quelli dei loro amici da cui sono foraggiati o a cui mandano i loro parenti per essere impiegati con stipendi da favola ?

ROBERTO SCANNAPIECO, ROMA Commentatore certificato 17.01.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento

in parte ha ragione calenda!!! dovrebbero pagare anche i corrotti cioè i manager e i politici che glieli hanno dati quei soldi la legge parla chiaro CORROTTI e CORRUTTORI

stefano vercesi 17.01.17 12:50| 
 |
Rispondi al commento

Certamente che sborsino loro fino all'ultimo cent. E si chiuda con questi volponi che creano il nulla .

milonga milonga, siena Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.01.17 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Su Repubblica online invece parlano anche di De Benedetti. C'è la sua foto in cui esce da un cespuglio nel servizio "alligatore gigante esce da un cespuglio" dopo aver fatto indigestione con troppi soldi degli italiani.

cristina cassetti 17.01.17 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Io voglio conoscere tutti i nomi di quelli che hanno preso i soldi e non li hanno più restituiti. E' un dovere diffonderli. Noi cittadini non dobbiamo assolutamente essere intaccati dai debiti che questi abominevoli personaggi non hanno onorato. Ma voglio sapere chi sono e tutti ed anche i complici. Dovrebbero essere messi ala GOGNA. e sputati, ed altro.

alegna d., argenta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.01.17 11:13| 
 |
Rispondi al commento

Non se ne può più, l'talia è im mano a poteri forti economici solo con l'unione dei cittadini in 5stelle ne usciremo. Se dobbiamo pagare noi vogliamo sapere chi è stato a non pagare i debiti e soprattutto voglio i responsabili. La trasparenza deve esserci.

sergio gilioli 17.01.17 10:52| 
 |
Rispondi al commento

Adesso, con l'aiuto di qualche politico importante, a cui finanzio la campagna elettorale, vado in Banca e mi faccio dare un bel pò di soldi. Poi li faccio sparire in qualche paradiso fiscale e faccio fallire la società intestataria dei debiti, scappo all'estero prima che se accorgano e campo da nababbo per il resto della mia vita. Tanto ci penseranno gli altri a ripagare la Banca e non potranno neanche pubblicare i nomi dei debitori perché, che diamine: c'è la PRIVACY, e io non ci rinuncio!

ferdinando santoro 17.01.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento

Se si fosse trattato di un qualsiasi cittadino incappato in una qualche disavventura , la banca gli sarebbe saltata addosso, pignorando confiscando senza sentire ragioni e senza pietà.

Questi invece sono intoccabili, perchè hanno reso partecipe la classe politica dei loro imbrogli, si sono organizzati con manovre semi legali per giustificare le loro azioni e sono sempre gli italiani a prenderla nel patellone.

Non succederà nulla in quanto gli uni sono ricattabili dai primi ed i primi hanno scheletri nei cassetti per cui coprono gli altri.

E un branco di lestofanti la cui missione è succhiare il succhiabile fino al midollo , poi tutti nei paradisi finanziari a godersi la vita per almeno 7 generazioni, brindando alla stupidità del popolo italico.

Non penso che potranno andare avanti per molto, deve succedere qualche cosa di eclatante , oramai siamo alla sopravvivenza , vogliono ridurci allo stremo , ci stanno riportando nel medioevo dove i nobili (la Casta), ha reso schiava la plebe.

Stanno intravedendo un pericolo, ecco pronto il diversivo, la terza guerra mondiale.

W M 5 * * * * *

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.01.17 09:43| 
 |
Rispondi al commento

Cosi è peggio della mafia. e poi c'è chi ancora da fiducia al PD

Arduino Zappi 17.01.17 09:32| 
 |
Rispondi al commento

C'è poco da fare: O il M5S va al governo o ci abituiamo a situazioni come queste.
Qualche dubbio ?

Tukko67 aka (acronik-nauta) Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 17.01.17 08:30| 
 |
Rispondi al commento

Poi si chiedono perchè se camminassero senza scorta per strada la gente li prenderebbe a pugni in faccia. Ecco, la risposta del ministro è una delle risposte.

Maurizio Dati Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 17.01.17 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è solo farlo sapere a tutti gli italiani e che si facciano un'appunto alle prossime elezioni.

Tre step fondamentali:

1) Ci chiedono 20 miliardi x salvare MPS perché ha prestato soldi a vanvera (e già qui mi innervosisco)

2) Esiste una lista dei maggiori debitori (l'ammissione potrebbe essere anche un'occasione di trasparenza)

3) No, NOI AL GOVERNO quella lista non la pubblichiamo (QUINDI PRESA X IL CULO, COLLUSIONE E PROTEZIONE DEGLI AMICI)

Quindi salviamo la banchetta, chi ha avuto ha avuto, 20 testoni li pagano gli italiani innocente il debitore e salviamo lo scellerato creditore ...
TUTTI LO DEVONO SAPERE QUESTO SCHIFO ... PERCHÉ CONTINUERANNO A FARLO !!!

Mauro 5*, Milano Commentatore certificato 17.01.17 07:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Siamo governati da un'associazione a delinquere. Povere pecore italiche, che non alzano mai la testa

Rolando Di Vaio 17.01.17 07:02| 
 |
Rispondi al commento

E I LADRI RINGRAZIANO!!!!!!

siamo un paese di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore di pecore

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 17.01.17 00:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Carlo Calenda,ho altro da fare ma lo scrivo qui:sei un altro delinquente della Casta,un gran bastardo!!

Alessandro iturriaga 16.01.17 22:23| 
 |
Rispondi al commento

In nazioni normali tutto sarebbe stato già pubblicato e molte "personcine perbene" starebbero,sicuramente dietro le sbarre,dei calenda e consulte(a 32.000 € al mese) gli italiani ne hanno piene le tasche.Quando poi, un'analfabeta come il sottoscritto,pensa che qui si possa configurare benissimo,un'associazione a delinquere ,della cosa chi si dovrebbe interessare ? Il Santo Padre,o qualcun'altro ,che aspetta solo di mandare un'avviso alla Raggi...cosi almeno i debenedettini e soci, per un mese qualcosa da dire ..l'avranno.

Canzio R. Commentatore certificato 16.01.17 22:03| 
 |
Rispondi al commento

Ottimo Beppe ora però occorre stare al governo del paese per mettere a dimora questi propositi occorre avere le leve del governo altrimenti restano solo ottimi propositi.

Un abbraccio a tutti gli uomini liberi.

Andrea B., Perugia Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 21:58| 
 |
Rispondi al commento

**Vogliamo la lista dei grandi debitori insolventi**
*Calenda e Del Rio si schierano in difesa dei grandi debitori-corruttori delle banche, lasciando solo uno spiraglio nei confronti dei dirigenti bancari. *Questo perché sanno che in quegli ambienti ed a quei livelli è come trattare con un convento di clausura con regola del silenzio; tutti tacciono per non finire suicidi defenestrati (MPS docet). *A mio avviso si dovrebbe trovare un modo per garantire, non l’anonimato dei disonesti, ma quello dei dirigenti pentiti che potrebbero fornire dati e prove sulle somme, sui nomi, sui recapiti e numeri di conti presso paradisi fiscali. *In tal modo molti capitali potrebbero essere recuperati,parte ad opera della Magistratura Italiana e parte con rogatorie internazionali. *Ciò che però personalmente mi darebbe maggior soddisfazione è un aspetto apparentemente secondario: qualcuno inizierebbe a temere il Popolo.
Cincinnatus da Genova

Pietro M., Genova Commentatore certificato 16.01.17 21:15| 
 |
Rispondi al commento

In america scattavano le manette.

In Italia invece la banca truffata, i balordi insolventi che l'hanno fatta fallire, in primis de benedettis, "l'anima (del li mortac..soldacci suoi!)del Pd", ed i governanti in associazione a delinquere con costoro la fanno franca!

Nazionalizziamo la banca e pentastelliamo l'Itali!!

ivo montefiore, Roma Commentatore certificato 16.01.17 21:04| 
 |
Rispondi al commento

Saranno rimborsati gli over 80.
Purché accompagnati dai genitori.

Antonio* D., Carrara Commentatore certificato 16.01.17 20:35| 
 |
Rispondi al commento

Magari se fossero stati semplici piccoli debitori si sarebbe potuto fare qualcosa: pignoramenti a pioggia immediati e forse, data la situazione particolare, qualche legge apposita. Ma dato che sono grandi debitori, quei grandi debitori, allora...

Ah, benedetto Paese con la solita democrazia a senso unico alternato...

Antonio Maria Vinci Commentatore certificato 16.01.17 20:10| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Se vogliamo ragionare con la testa bacata dei politici e dei loro amici questi magari sono indignati in quanto il Popolo mette in discussione ora ciò che loro hanno sempre fatto, la differenza sta che ora SAPPIAMO, prima era tutto top segret o meglio non interessava a nessuno ma perchè c'era di che mangiare... Questo Popolo che sta alzando la testa dall'ignoranza e che vuole rendiconto di ciò che paga. Lo stesso Popolo che deve ricordarsene al VOTO.

sebastiano b., catania Commentatore certificato 16.01.17 20:07| 
 |
Rispondi al commento

Se il default lo avessero risolto con il Fondo Interbancario i nomi potevano restare anche sconosciuti ma dal momento che vengono usati soldi pubblici cioè debito che dovremo pagare noi e le generazioni future la banca va commissariate perché chi l'ha gestita si è dimostrato inadeguato e i nomi dei debitori resi pubblici se non riparano come accade a chi fa fallimento. E' strano che questi soggetti senza fallire possano non pagare il dovuto!

Maurizio I., Roma Commentatore certificato 16.01.17 20:05| 
 |
Rispondi al commento

col cazzo che pubblicheranno la lista perché ogni nome della lista e' legato a loro per motivi di interesse

cleto cazzulani 16.01.17 19:59| 
 |
Rispondi al commento

Buonasera
Vi dirò sarebbe stato strano il contrario, questi debitori prima di essere tali sono possessori del benestare politico, dovrebbero andare in galera a braccetto oltre che pagare...

sebastiano b., catania Commentatore certificato 16.01.17 19:54| 
 |
Rispondi al commento

E' giunta l'ora di farla finita con queste smancerie a questi signori del. Quando le cose andavano bene per tutti ci poteva anche stare, con la situazione drammatica attuale questi cialtroni devono restituire tutto il maltolto. E dopo averlo restituito si togliessero dai.

giancarlo s., Taranto Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 16.01.17 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Prima di attingere ai 20 miliardi di denaro pubblico e forse non bastano neanche, il Governo pubblichi immediatamente la lista di chi ha fatto il bidone alle banche perchè è legale pubblicare la lista dei malipagatori di Mps, Banca Etruria e delle altre banche, così come sono legali gli elenchi dei protestati in ordine alfabetico con nome, cognome, indirizzo e valore della cambiale protestata, pubblicati dalle camere di commercio

Cosimo Coro, Montemesola Commentatore certificato 16.01.17 19:37| 
 |
Rispondi al commento

LADRI, AGUZZINI, BANDITI, PORCI, VIGLIACCHI, fanno quadrato, DETENUTI CONDANNATI e RECLUSI, si rispettano senza sputtanarsi per chi ha rubato più e chi ha rubato meno ed ora affibbiano il conto ai cittadini che senza entrarci nè dalla porta nè dalla finestra devono pagare i furti legalizzati.La domanda viene spontanea alla LUBRANO: a quando la rivolta ???? a quando li cacciamo a calci in culo e sui denti ?????

Emilio C., MILANO Commentatore certificato 16.01.17 19:34| 
 |
Rispondi al commento

il Governo non vuole pubblicare i nomi???? e chissa' perche'.....ma quanto e' strana questa cosa.....va be' ma noi siamo tutti bonaccioni....non l'abbiamo capito!!!!! vai Calenda....anche oggi mangi un tozzo di pane.....

fabio S., roma Commentatore certificato 16.01.17 19:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di questi "signori" non se ne può più !!!

valentino g., castelfranco veneto Commentatore certificato 16.01.17 19:17| 
 |
Rispondi al commento

Come dire che non è colpevole chi ruba ma colui che si fa rubare!

giuseppe satriano, potenza Commentatore certificato 16.01.17 19:13| 
 |
Rispondi al commento

beh... a me pare "ministro per il sottosviluppo economico". Se provassimo a non dargli più gli appannaggi e il mensile, fino a quando non rientrano i soldi che hanno preso i suoi amici ?

Francesco Gulli 16.01.17 19:09| 
 |
Rispondi al commento

**V***


Caro Luigi


Ci risiamo e non se ne rendono conto.

Diventano monotoni e patetici nella loro ripetività e prevedibilità.

Hanno distrutto una meravigliosa Democrazia fatta con il sangue dei martiri partigiani per una bieca oligarchia fatta di avari crapuloni.

Tornano in mente le parole del S. VANGELO in Luca 12, 2-3, da meditare e molto :


“ Non c' è nulla di nascosto che non sarà svelato, né di segreto che non sarà conosciuto. Pertanto ciò che avrete detto nelle tenebre, sarà udito in piena luce; e ciò che avrete detto all' orecchio nelle stanze più interne, sarà annunciato sui tetti.”

P.S. : Sempre con Luca : “ Chi ha orecchi per intendere, intenda !”


Auguri per una Politica sufficientemente Buona

Aldebrando Fitozzi Commentatore certificato 16.01.17 18:59| 
 |
Rispondi al commento

La forza del m5* sono le piazze . Il minorato morale ci ha definiti un algoritmo. Bene, riempiamole ste piazze : è probabile che le centinaia di migliaia di risparmiatori truffati , vedendo come la casta protegge i banchieri e i loro amici , abbiano voglia di renderlo visibile e udibile questo algoritmo.

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 16.01.17 18:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Cosa fare? Pignorare tutti i loro beni intestati , fino alla terza generazione , escludendo se ci sono solo aziende produttive regolari su cui vengono pagate le giuste tasse . Per non colpire ingiustamente dipendenti ignari.

vittorio sorrenti 16.01.17 18:54| 
 |
Rispondi al commento

La banca che concede fidi senza garanzie, le stesse che chiede invece ai piccoli imprenditori, è una banca corrotta, illegale. Dovrebbero essere condannati a pagare, in primis, i funzionari, i dirigenti dell'istituto di credito; altrimenti è legittimo pensare che abbiano fatto l'operazione di apertura di credito nel solco della corruzione.
L'Italia ha bisogno di far funzionare le proprie istituzioni, gli organismi di controllo. Da anni in Italia non funziona niente, grazie ai partiti che hanno occupato le strutture dello Stato, deputate al controllo e alla sicurezza; i partiti a loro volta sono ostaggio di comitati di affaristi che hanno tutti i titoli per essere definiti organismi criminali; per questo accadono i grandi furti generalizzati, a spese del futuro del Paese.

Pier 16.01.17 18:50| 
 |
Rispondi al commento

CHIEDO AL MOVIMENTO CINQUE STELLE DI fare una votazione online se chiedere al popolo italiano di dichiararsi parte civile in unA CAUSA DOVE IL tribunale si esprima sull danno economico arrecato ai cittadini che hanno pagato i 20 000 000 000 di euro per salvare MPS.

I DEBITORI LADRONI DEVONO PAGARE!!!!!!!!!!!

Non devono assolutamente scappare con il malloppo, CAPITO???????????

tirate fuori i coglioni!!!!

Franz M., Here&There Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi, come sempre accade, bisogna prima vedere chi sono gli interlocutori ed avere la "memoria storica" per capire con chi si ha a che fare.
Mi risulta che il ministro in questione (ex Italia Futura), sia stato "vicinissimo" a Montezemolo e suo uomo di fiducia in alcune attività.
Con questi presupposti, come fa a fare la "voce grossa" con gli amici di chi lo ha fatto arrivare in parlamento?
Come fa a dire "Fuori i nomi", quando tra questi ci potrebbe essere qualcuno a cui deve molto?
La memoria storica, in alcuni casi, ci fa vedere tutto molto più chiaro.
Una cosa è certa: andiamo tutti in banca a chiedere i soldini, se la banca li caccia fuori e poi non li restituiamo e colpa della banca. Mica male! Allora perchè ai comuni mortali fanno i pignoramenti e li fanno fallire?
MISTERO!

VINCENZO ANTONA, Vercelli Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 18:39| 
 |
Rispondi al commento

Che schifo, fanno un nuovo governo per dare 20.000.000 di euro al MPS, per pagare i debiti causati da mutui milionari, mai restituiti e poi neanche vogliano dirci chi sono coloro che non hanno onorato il prestito?
Io ho il sospetto che certi prenditori, abbiano utilizzato questi soldi, per foraggiare organismi stranieri.
Se un cittadino non paga cambiali ecc. il suo nome viene pubblicato e  sbandierata la sua labile affidabilità.
Per costoro non si deve sapere nulla? Vergognatevi. Alle prossime votazioni mettere sul conto anche questa.

Rosa 16.01.17 18:33| 
 |
Rispondi al commento

Fuori i nomi, non dovremmo mollare finchè non usciranno gli elenchi.
Mps, bca etruria, veneto banca fuori tutti i nomi, poi vediamo chi vince le elezioni.
Ci stanno portando alla catastrofe, dobbiamo fermarli.

Fabio Modena, milano Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 16.01.17 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Altra carne per l'arrosto .Non hanno l'umiltà di capire che i cittadini NON sono sprovveduti e NON dimenticano tutti questi scempi .Calenda ,rimanda alle calende ,ma è un palliativo alla resa dei conti finale .

franco tommaso adiletta, roma Commentatore certificato 16.01.17 18:23| 
 |
Rispondi al commento

VOGLIAMO I NOMI DI TUTTI GLI INSOLVENTI, ED ANCHE DEI DIRIGENTI, CHE HANNO PRODOTTO TUTTO CIO'.

rita s., genova Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 16.01.17 18:14| 
 |
Rispondi al commento

visto che é cosi ,lasciate fallire le banche , e quei soldi destinati alle banche vanno ai cittadini truffati , se lo stato italiano deve salvare le banche vogliamo sapere chi sono questi professionisti della finanza

Vito Della Torre 16.01.17 18:11| 
 |
Rispondi al commento

I tre miliardi di euro che mancano dite all'Europa che li addebiti a loro

Rosa Anna 16.01.17 18:01| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori