Il Blog delle Stelle
Gli imprenditori devono sapere che in Europa i partiti li tradiscono

Gli imprenditori devono sapere che in Europa i partiti li tradiscono

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 103

di Tiziana Beghin, Efdd - MoVimento 5 Stelle Europa.

Forza Italia e Partito Democratico votano al Parlamento europeo contro gli interessi degli imprenditori italiani. Durante la prossima campagna elettorale, i politici faranno a gara a stringere le mani degli imprenditori, chiederanno il loro voto, rispolvereranno vecchi slogan per lusingarli. Da imprenditrice mi rivolgo a tutti gli imprenditori italiani. Giudichiamoli per i fatti. Giudichiamoli per quello che hanno fatto in questi anni. Oggi, eletta al Parlamento europeo con il MoVimento 5 Stelle, posso dire con certezza che i partiti italiani ci hanno tradito. Ecco due esempi:

A) LA POLITICA COMMERCIALE FAVORISCE SOLO LE GRANDI MULTINAZIONALI
La politica commerciale europea favorisce solo gli interessi delle grandi multinazionali, ma in Italia le microimprese (con meno di dieci addetti) sono circa 4,2 milioni e rappresentano il 95% del totale delle unità produttive. Impiegano circa 7,8 milioni di addetti, il 47% contro il 29% nella media europea. Se si vuole rappresentare e difendere l'Italia in Europa bisogna difendere le piccole e medie imprese. I politici dovrebbero sapere che la politica commerciale è fondamentale per ogni imprenditore perché stabilisce regole e tariffe con le quali si vendono le merci prodotte. Ecco come queste regole e queste tariffe vengono utilizzate dalle imprese italiane che commercializzano nel mondo. Analizziamo il "preference utilisation rate", ovvero il tasso di utilizzo di tariffe preferenziali offerte dall'Unione attraverso accordi di libero scambio, troviamo dati allarmanti. Qualche esempio:

UE-COSTA RICA:
solo il 16.6% delle esportazioni dell'UE ha beneficiato delle tariffe preferenziali mentre il Costa Rica ha beneficiato del 92% delle tariffe messe a disposizione per l'esportazione dei loro prodotti in Europa. Questo significa che le imprese europee che hanno venduto nel Paese centroamericano hanno pagato tariffe eccessive per l'83.4% delle volte.

UE-TUNISIA: un altro dato allarmante, soprattutto per la nostra agricoltura, è l'utilizzo delle esportazioni negli accordi con la Tunisia: il 96% da parte tunisina verso l'Europa e solo il 23.5% delle esportazioni possibili dall'Europa alla Tunisia.

UE-COREA DEL SUD: se guardiamo i dati dell'accordo con la Corea del Sud, uno dei migliori accordi firmati dall'UE, e ci soffermiamo sul commercio di macchinari la nostra quota utilizzata è pari solo al 48% rispetto al 72% utilizzata dai coreani. Lo stesso vale per prodotti minerali, pietre preziose e metalli dove la quota viene utilizzata al di sotto del 50%. L'accordo è in vigore dal 2011.

La domanda è: a cosa servono quindi i Trattati commerciali se le imprese europee non li utilizzano? La verità è che questi Trattati servono alle multinazionali straniere per aggredire il ricco mercato europeo. Non fatevi abbindolare dalle promesse mirabolanti di un boom delle esportazioni; in molti casi questo non avverrà perché i principali partner commerciali italiani sono europei! La conseguenza non è nelle esportazioni ma nelle importazioni: molte aziende italiane oggi fanno fatica a stare sul mercato interno perché chi produce sfruttando le economie di scala può vendere a prezzi inferiori.

A beneficiare dei Trattati commerciali sponsorizzati dai partiti sono le grandi imprese che già hanno un mercato estero esistente e che quindi possono usufruire di tariffe ridotte e quelle poche PMI che riescono ad avere quantità di prodotto utile all'esportazione, per la maggior parte delle altre imprese il commercio fuori confine è pari a zero e resta tale anche dopo l'entrata in vigore di accordi commerciali. Quello con la Tunisia ne è un esempio perché è in vigore dagli anni '90.

B) LE IMPRESE ITALIANE NON UTILIZZANO LE TARIFFE DI FAVORE DEI TRATTATI.
Il rapporto della Commissione europea sulle politiche di implementazione commerciale evidenzia che il numero ridotto di esportazioni su tariffa preferenziale dipende da tre elementi: mancanza di conoscenza sugli accordi, difficoltà nel capire le regole per ogni prodotto e lentezza burocratica per la documentazione richiesta per l'export. Questo significa una sola cosa: l'attuale governo non fa rete e informazione verso le imprese che possono usufruire delle tariffe commerciali migliori. L'Europa firma i Trattati, ma nessuno lo comunica alle imprese. Volete sapere quante sono le imprese che si sono registrate per cominciare ad usufruire dei dazi preferenziali previste dall'accordo Ceta con il Canada entrato in vigore lo scorso 21 settembre? ZERO!!!!! Zero imprese italiane contro le 12.168 inglesi, 1.006 francesi, 1.695 tedesche, 479 del Belgio e così via...Questo dato - unito a quello della pressione fiscale - dimostra una sola cosa: le imprese italiane sono abbandonate dal loro governo e da chi dovrebbe rappresentare i loro interessi. I partiti hanno fallito. È arrivato il momento di scegliere il futuro!



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

18 Nov 2017, 10:30 | Scrivi | Commenti (103) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 103


Tags: m5s, partiti, pmi, pressione fiscale, UE

Commenti

 

EMA, ennesimo ciao ne agli interessi italici!
Ci chiediamo ancora se dobbiamo restare in questa
EUROPA che ci sta depredando! È UN DISEGNO prestabilito che ci vuole una nazione debole e servile! Il job act, l attacco al welfare ( pensioni, sanità, invasione di rifugiati, rischio di perdere i risparmi e svalutazione degli immobili incertezza del futuro).
Il tessuto imprenditoriale italiano caratterizzato
da molte piccole imprese è a rischio di chiusura
con le politiche di questi anni!
Altro che Europa delle nazioni qui sono l una contro l altra quando c'è da prendere i soldi!
Poi ci stupiamo di fare la figura del cucù quando
ci soffiano sotto il naso l E MA.


Zanzara velenosa 21.11.17 15:30| 
 |
Rispondi al commento

L 'errore che fanno i piccoli imprenditori, specie quelli che votano Lega e anche Berlusconi ,è credere che l'impresa li renda tutti uguali.Si come il gatto e il topo, indovinate chi è il gatto e chi il topo. Vi voglio aiutare il gatto ha gli stivali con i tacchi e il riporto inserito nella coppa.Avete capito ??

Roby G., Cagliari Commentatore certificato 20.11.17 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

è perchè in Italia non li hanno traditi ugualmente?
gl'imprenditori sanno bene che i covoni del potere sono occupati dai politici piu biechi e imondi
BASTA con le chiachere!
BASTA con la vecchia politica del malafare!
BASTA coi voti di scambio coi maffiosi camorristi e n'drini!
la economia italiana si basa su scambi sulle nostre spalle e quindi non si faranno piu scambi ne sulle nostre spalle ne su quelle altre ma solo degli imprenditori allineati al malafare imperante
se non cominciamo a scendere per le strade a parlare coi citadini per cambiare la testa non avremo successo
non basta stare qui sul blog a sproloqquiare come galline nell'aja correndo quà e là
occorre parlare parlare e parlare con tutti e cambiare la testa con informazioni appuntino

violanna sperone 20.11.17 17:50| 
 |
Rispondi al commento

Chiedo scusa x aver scritto in fretta:

C'è (al primo rigo) ed

Esodati (ottavo rigo)

Grazie!
Paola

Paola Zito 20.11.17 09:41| 
 |
Rispondi al commento

C' chi puó e... c'è chi non può, questo è il punto focale della vita!

Ma... chi può (imprenditori piccoli o grandi) non si rende conto che ha la forza, I mezzi e l'intelligenza (credo) di "leggere, capire, valutare, esprimersi tramite il voto!"

"Chi non puó (la povera gente: la piccola o media borghesia, I disoccupati, gli esoterati, gli emarginati...) ha perso la voglia di leggere, sapere, capire e, spesso, si astiene dal votare o vota seguendo le promesse dei folli, o fa la sua"croce" a caso, tanto...

E, x queste "leggerezze" o fragilità, sono entrambi (chi può e chi non può) vittime di gente senza scrupoli che, senza pietà, li seppelliscono sotto caterve di tasse e fanno pagare a loro sempre I propri latrocini o I disastri dei loro fallimenti.

L'ITALIA è il fanalino di coda dell'Europa?

BENISSIMO!!!!

Dipende soprattutto da noi!!!!!!

Riduciamo in cenere I vecchi partiti obsoleti, sbruffoni, bugiardi, ridicoli e...

M5S tutta la vita!!!!!!

AD MAIORA
Paola


RIPETO:
IL SOGNO DI SPINELLI SI E' TRAMUTATO NEL NOSTRO INCUBO.

Giovanni F. 19.11.17 12:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stamattina a Radio Radicale hanno fatto passare la notizia che il Movimento 5stelle e la Lega avrebbero votato contro la revisione del Trattato di Dublino. Il M5S contro,la Lega astenuta. Abbiamo capito che anche loro devo tirare l'acqua al mulino del PD con il quale stanno cercando di fare accordi, però non possono falsare così le notizie. Il commentatore si è fermato al voto contro senza spiegare il perchè. Anche queste sono notizie date distorte o incomplete ,specialmente quando vengono da chi ha sempre parlato di diritti

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 19.11.17 10:19| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se Berlusconi prima ha scelto Renzi per mantenere il suo potere ora sceglie Salvini.
Se andate sulla pagina facebook della Lega Nord Veneta, trovate l'impressionante elenco delle continue apparizioni televisive dei loro portavoce.
Com'è possibile questo, se la Lega è un partito con attualmente così poco peso politico?

Veronica2 19.11.17 10:03| 
 |
Rispondi al commento

secondo
-la permanenza nei luoghi di comando a vita (nel M5S nessuno può essere candidabile oltre le due legislature),
-l'irresponsabilità penale (nel M5S nessun pregiudicato può essere candidato),
-l'irresponsabilità del proprio operato (col recall sono gli elettori che cacciano gli indegni),
-il clientelismo (col M5S si spera che sarà sostituito dalla meritocrazia che farà restare in Italia le eccellenze),
-l'avidità finanziaria (il M5S si autoriduce gli stipendi),
-il furto di democrazia (col M5S la Costituzione dei valori democratici sarà non solo rispettata finalmente applicata),
-il mercato dei beni pubblici (il M5S non lo ammette né ammette la svendita del territorio o di cose essenziali come l'acqua,
-la corrosione dello stato sociale (che è un indicatore della civiltà dello Stato),
-la connivenza con le multinazionali e col sistema bancario (il M5S è l'unico che li attacchi),
-la distruzione dell'ambiente che per il M5S viene al primo posto ma che ai partiti non interessa affatto,
-la distruzione progressiva di sempre più classi sociali subalterne o senza potere (mentre il M5S partendo già col reddito di cittadinanza salverebbe immediatamente i più deboli).
-l'annientamento delle piccole e medie imprese che sono il 99% del nostro tessuto economico (mentre sono nel cuore del M5S ha ha cominciato ad aiutarle da subito coi soldi che i parlamenti italiani ed europee dei 5stelle hanno immediatamente offerto).
.
Se questi punti rivoluzionari un giorno saranno raggiunti, noi non torneremo ai primi posti nel mondo solo per la nostra industria ed economica, ma anche per la nostra civiltà.
Ma solo un pazzo o un fanatico può non vedere che tutti gli attuali partiti italiani che non siano il Movimento non ci pensano nemmeno a realizzarli.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 09:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Primo
LA VIA VERSO IL BENE SOCIALI E CIVILE
Non è vero che in Italia mancano i mezzi e i modi per fare stare meglio il Paese. I modi per risparmiare ci sono, sono semplici e allineerebbero l'Italia ai Paesi europei migliori. Riguardano in primo luogo la Casta, i suoi abusi, i suoi sperperi, la sua avidità senza fine, il suo mostruoso egoismo e, se al governo dello Stato e delle Regioni andassero persone oneste, di buon senso e interessate al bene comune, si potrebbero immediatamente avere dei risparmi forti e costanti che porterebbero dei miliardi nelle casse dello Stato da usare immediatamente per la riduzione delle tasse, il recupero idrogeologico del territorio, la ricostruzione dei luoghi terremotati o l'aiuto ai più deboli, provvedimenti di estrema necessità che si legherebbero alla ripresa degli investimenti, dell'occupazione, dell'economia tutta, con un effetto domino positivo. Ma se continuerà la solfa di questi corrotti e se gli elettori continueranno a sostenerli in cambio di promesse o di regaletti, l'Italia resterà un Paese a struttura feudale dove una cricca di persone, in alto, pensa solo a se stessa, corrompe la legge, governa e amministra solo in funzione della sopravvivenza del proprio potere e del tornaconto personale, creando a catena altri corrotti sotto di sé che seguono gli stessi sporchi interessi, dove ognuno crea danno a qualcun altro che sta più in basso o dipende da lui, e l'Italia non diventerà mai una democrazia di fatto, restando un feudalesimo del male che, a catena, dall'alto verso il basso, crea altro male, altre oppressioni, altre illegalità, altri soprusi. Il M5S è il modo sperato di spezzare questa catena, di rovesciare la piramide degli arbitri, degli egoismi, delle impunità e irresponsabilità, attaccando il cattivo potere proprio nei punti in cui più si sostiene:
-le nomine dall'alto (nel M5S gli eletti lo sono dal popolo),

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Pensioni ed aspettativa di vita:
Se l'aspettativa di vita aumenta, la pensione si prende più tardi;
Invece, se l'aspettativa di vita si abbassa, LA PENSIONE, SI PRENDE PIU' TARDI UGUALMENTE.
E comunque, fanno bene. Continuiate a votarli.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 19.11.17 08:50| 
 |
Rispondi al commento

ciao,vorrei dire a prodi,hai svenduto e privatizzato tutte le nostre migliori aziende tipo telecom ex sip ,ci hai portato nell'euro per stare schiavi della comunita' europea,sei stato la nostra "disgrazia" e ancora stai a rompere i coglio ni ma non ti sembra troppo,ma quanto ancora gli italiani devono sopportare? ma almeno sparisci dalla nostra visione.io personalmente ti considero un cumulo di m....

giuliano da jesi 19.11.17 07:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Parlamento italiano è formato da 945 membri contro i 435 del Congresso americano, più de doppio e gli americani sono 313 milioni, noi 60. Il parlamento tedesco ha 707 membri con 82 milioni di abitanti. Con le stesse proporzioni dovremmo avere un Parlamento di 517 membri, la metà di quelli di adesso. La Camera ci costa un miliardo l’anno, il Senato 540 milioni. Dimezzando risparmieremmo 770 milioni l’anno, che potrebbero andare per es. nel recupero del territorio o nelle case ai terremotati ( al momento siamo a 838 casette su 3.600), senza che l’Ue avesse niente da dire.
La Spagna ha 350 parlamentari con 43 milioni di abitanti. Con le proporzioni spagnole dovremmo avere 488 parlamentari e non quasi mille.
E’ inspiegabile poi perché le spese per il Quirinale siano superiori del 60% di quelle dell’Eliseo (Francia).
Il Presidente della Repubblica ci costa 224 milioni, 25.700 euro l’ora. La Casa Bianca costa 2 milioni e mezzo. La regina d’Inghilterra costa 40 milioni. Il Quirinale dispone di 1.807 dipendenti e un parco auto che comprende tre Maserati. Per i 1807 dipendenti del Colle lo stipendio medio è 146mila euro, per i 456 colleghi Usa meno della metà: solo 61mila.
Il Colle costa quasi dieci volte in più dell'equivalente tedesco, circa otto volte tanto il palazzo della Regina Elisabetta, il doppio dell'Eliseo.
E almeno il Presidente americano fa qualcosa. Ma Mattarella che sta lì per firmare anche la carta igienica, potrebbe essere totalmente eliminato con enorme risparmio per i contribuenti e il suo Palazzo potrebbe essere affittato ai matrimoni o altro dei potenti del mondo. La Svizzera non ha il Presidente dello Stato e vive benissimo lo stesso.
E'un'esosità senza fine.
Poi ci prendono anche in giro dicendo che devono allungare l'età pensionabile perché i soldi non ci sono.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 07:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Claudio Romano
Il concetto ė semplice. Salvini e la Lega hanno firmato il trattato di DubliNo per la terza volta che obbliga gli immigrati economici (90%) a restare in Italia. Ora, la politica di Salvini si basa esclusivamente sugli immigrati ed i "pericoli" annessi e connessi di una loro "invasione". Senza di loro la sua politica sarebbe morta, molti non sapranno delle sue firme e della sua astensione e avranno pane per i loro denti così lui potrà quindi tranquillamente continuare ad attaccare gli immigrati voluti proprio per questo scopo. Semplice ma diabolico.......
..
Io: Ma vi rendete conto che dopo tutti gli insulti che la Lega ha eruttato contro i meridionali, ben 108.000 siciliani hanno votato Lega e così sono stati loro a far vincere Musumeci!!!!
Sconfessare questi mentitori seriali che campano sull'odio, sulle calunnie e sul cambio di bandiera dovrebbe essere il compito di ogni uomo onesto!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 06:12| 
 |
Rispondi al commento

Se avessi potere su questo blog vorrei:

-che ogni link aprisse ciò a cui rimanda
-che si potessero pubblicare foto o video
-poter leggere i nomi di chi mi dà un like e di chi mi banna
-non dover continuamente chiudere e riaprire il blog per aggiungere un commento o un post
-non vedere 4 o 5 argomenti diversi ogni giorno e alcuni ripetuti più volte
-non leggere temi di base troppo lunghi e non sintetici
-la ripresa dei temi ambientali
-la votazione di temi fiscali
-la possibilità di riavere un direttorio per l'applicazione del codice etico
-il ritorno di alte celebrità, Premi Nobel ecc.
-l'aggiornamento delle votazioni dei 5stelle al parlamento italiano ed europeo

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 06:08| 
 |
Rispondi al commento

E
Dieci giorni prima, durante la melina dei giudici. Il 14 maggio la presidente del collegio firma e deposita le motivazioni senz’avvertire le giudici a latere. E scrive che, anche senza la prescrizione, B. sarebbe stato assolto lo stesso perché la lettera-confessione di Mills al commercialista era utilizzabile contro l’avvocato inglese, ma non contro di lui. Del resto lui è più uguale degli altri. Di per sé.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 06:01| 
 |
Rispondi al commento

D
E qui siamo al triplo salto mortale logico carpiato: se B. lascia tracce su un bonifico in Svizzera, è impossibile perché è più probabile che pagasse cash; se Previti viene visto pagare cash, è impossibile perché è più probabile che usi sistemi più riservati (tipo i bonifici in Svizzera). Se ne deduce che la corruzione esiste soltanto quando non viene scoperta. Ma, se non viene scoperta, non è mai punibile. Almeno se l’imputato è B. (Previti invece verrà condannato e poi prescritto). Il Comma 22 fa giurisprudenza. Col timbro della Cassazione.
Caso Mills. B. viene rinviato a giudizio per aver corrotto un ex consulente Fininvest, l’avvocato inglese David Mills, con 600 mila dollari in cambio di testimonianze false o reticenti nei processi All Iberian e Guardia di Finanza che, – scrive lo stesso Mills al suo commercialista – “hanno salvato Mr B. da un mare di guai”. L’avvocato viene condannato due volte e prescritto in Cassazione. B., processato separatamente dopo gli infiniti rinvii imposti dalle sue leggi ad personam e agevolati dal calendario concordato dalla presidente del Tribunale Livia Pomodoro (un’udienza a settimana, poi una al mese), attende finalmente la sentenza di primo grado ai primi del 2012, appena in tempo per evitare – almeno in Tribunale – la prescrizione, che scatterà il 15 febbraio. Il 27 gennaio il processo è finito: concluse le requisitorie e le arringhe, manca solo la sentenza. Ma gli avvocati Ghedini e Longo tentano il tutto per tutto e giocano la solita carta dilatoria e pretestuosa: bloccano il collegio giudicante sulla soglia della camera di consiglio con l’ennesima ricusazione. In questi casi la Corte d’appello respinge le richieste pretestuose in pochi giorni. Ma stavolta impiega quasi un mese, temporeggiando fino al 23 febbraio. Così la sentenza arriva il 25, a processo morto: reato estinto per“sopraggiunta prescrizione ”. Sopraggiunta quando? Dieci giorni prima, durante la melina dei giudici.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 06:00| 
 |
Rispondi al commento

C
Caso Squillante. C’è un altro giudice romano a libro paga della Fininvest, secondo la supertestimone Stefania Ariosto, i pm e il gup di Milano: l’ex capo dei gip Renato Squillante. La prova è un versamento di 343 mila dollari che nel 1991, in poche ore, parte da un conto svizzero Fininvest, approda a un conto svizzero di Previti e di lì al conto svizzero di Squillante. Nel 2004 il Tribunale di Milano salva B. per la prescrizione grazie alle ennesime attenuanti generiche (sesta volta in pochi anni). La Procura ricorre in appello e qui nel 2007 la Corte si supera, scavalcando in generosità persino il Tribunale: B. è assolto col solito comma 2 del 530. Motivo: il bonifico è certo, ma “perché mai un imprenditore avveduto come Berlusconi, dotato di immense disponibilità finanziarie, avrebbe dovuto effettuare (o meglio far effettuare) un pagamento corruttivo attraverso una modalità (bonifico bancario) destinata a lasciare traccia, anziché con denaro contante? E per quale ragione il pagamento avrebbe dovuto essere eseguito attraverso il transito sul conto di Previti anziché direttamente al destinatario? […]. Lo stesso risultato pratico sarebbe stato perseguibile più prudentemente con versamenti, sia pure all’estero, per contanti”. Nasce così la “prova impossibile”: se l’imputato non lascia tracce, è innocente perché manca la prova; se invece lascia tracce, è impossibile che le abbia lasciate, dunque la prova a carico diventa prova a discarico ed è innocente lo stesso. A prescindere. I giudici non devono credere neppure ai propri occhi. Quanto alle accuse della Ariosto, già ritenuta pienamente attendibile da una quarantina di giudici, sono un po’ attendibili e un po’ inattendibili. Dipende. “Suscita ovvie perplessità laddove accredita la tesi, deviante rispetto alle massime di esperienza, che persone accorte e professionalmente qualificate come Previti e Squillante si spartissero mazzette di denaro coram populo”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:58| 
 |
Rispondi al commento

A
Toghe azzurre
Marco Travaglio
18 novembre 2017
“Non sapremmo dire chi abbia ragione, fra B. e l’ex moglie, nella causa miliardaria per gli alimenti dopo la separazione vinta in primo grado da Veronica e in appello da Silvio. Quel che possiamo dire senza tema di smentita è che dai giudici, salvo rarissime eccezioni, il Caimano non ha mai avuto nulla da temere e che la sentenza dell’altroieri, ove mai ve ne fosse ancora bisogno, spazza via definitivamente la leggenda delle “toghe rosse” milanesi che perseguiterebbero il nostro Silvio Pellico redivivo. Quattro esempi, nella lunga collezione di processi.
Guardia di Finanza. Indagato nel ’94 e poi rinviato a giudizio per quattro tangenti pagate (e confessate) da manager Fininvest a ufficiali della Guardia di Finanza per ammorbidire verifiche fiscali a Videotime, Mondadori, Mediolanum e Telepiù fra il 1990 e il ’94. Secondo i pm e il gup, le avevano autorizzate sia Silvio sia Paolo B.. Ma il Tribunale di Milano, oltre ai manager corruttori e ai finanzieri corrotti, condanna soltanto Silvio (2 anni e 9 mesi) e assolve Paolo, che pure era reo confesso (si sarebbe autocalunniato per coprire il fratello). La Corte d’appello conferma l’impianto della prima sentenza, ma concede al Cavaliere le attenuanti generiche, così la prescrizione si dimezza e falcidia le tre tangenti più antiche. La sentenza però afferma che B. era colpevole per tutte e tre. Resta quella per Telepiù, ma i giudici non la ritengono sufficientemente provata e lo assolvono col comma 2 dell’art. 530 Cpp (la vecchia insufficienza di prove). Poi, già che si sono, tornano a ipotizzare che sia responsabile anche Paolo (ormai fuori pericolo).Uno splendido assist che nel 2001 consente alla Cassazione l’autogol perfetto: conferma tutte le condanne fuorché per B, che dalla prescrizione sulle prime 3 tangenti passa all’assoluzione per insufficienza di prove (il solito comma 2 del 530),perché il via libera alle mazzette potrebbe averlo dato lui,ma pure Paolo

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:56| 
 |
Rispondi al commento

Alessandro Di Battista
TOTÒ RIINA E L'IPOCRISIA ITALIANA
Dal giorno in cui sono entrato in Parlamento ho capito che il male dell'Italia è l'ipocrisia.È morto Riina e qual è la frase ipocrita che parte della politica dice?"Adesso occorre fare piena luce sulle stragi del 1992".Adesso?Fatemi capire. Siccome è morto Riina occorre fare chiarezza?A parte magistrati eroi(alcuni ammazzati altri in pericolo di vita)e alcuni giornalisti eccezionali (merce rara e indispensabile)chi ha provato a fare chiarezza su quelle stragi?Non certo i politici Quelli parlano,scrivono comunicati stampa,dicono frasi fatte ma poi torneranno in naftalina Vogliamo fare davvero chiarezza sui mandanti occulti di quelle stragi? Benissimo.
Uno: serve una legge per rendere il carcere duro ancora più duro. I mafiosi questo temono. Il 41bis va inasprito ancora di più. Perché la verità è che quelle stragi (che si interruppero magicamente nel 1994, segno che la mafia aveva raggiunto l'obiettivo) hanno ammorbidito il carcere duro per i mafiosi. Con un carcere incredibilmente duro altri pentiti parleranno, statene certi.
Due: serve una legge durissima per la confisca dei beni dei mafiosi. Perché la ricchezza di Cosa Nostra è stata solo in parte attaccata.
Tre: serve coltivare la memoria collettiva, senza memoria resteremo un Popolo di pecore. Io ricorderò dovunque che Riina, intercettato in carcere, disse che Berlusconi gli dava 250 milioni di lire ogni sei mesi. Denari che erano segno di un patto. Io ricorderò dovunque che il fondatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri è in carcere per aver favorito Cosa Nostra.
L'ipocrisia mi fa vomitare. Mi fanno vomitare gli esponenti di dx che citano Borsellino ma poi vanno a braccetto con FI,che ha regolarmente portato avanti proposte gradite alla mafia(querelate pure!),e che è stato fondato da un soggetto che ha favorito quell'organizzazione criminale che ha fatto saltare in aria Borsellino!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:44| 
 |
Rispondi al commento

3
Manda un sms a Speranza: “Quando ci incontriamo?”. Risposta: “Nei prossimi giorni” (lo prende per il culo pure Speranza). Repubblica riassume: “Sia chiaro, qualcosa si muove: dal tridente iniziale gli architetti del Nazareno sono passati a uno schema a quattro punte”. Infatti l’Esploratore Piero, con l’ausilio di entomologi allenati a notare i microrganismi più invisibili all’occhio umano, imbarca Italia dei Valori e Socialisti: dipietristi e craxiani, dopo 25 anni di inseguimenti, sono un po’ stanchini e faranno insieme una lista molto omogenea: aperta anche a Vegani&Carnivori e ad altre coppie molto affiatate, tipo Boldi&De Sica, Brizzi&Iene, Tornatore&Trevisan.
I teorici delle masse diranno: e i Radicali? Quelli di obbedienza Bonino-Della Vedova-Magi si sono accordati con Renzi per una lista Forza Europa con un programma preciso: contro la politica di Minniti sui migranti appoggiata sia dall’Europa sia da Renzi. Per dirla con Fassino, “si parte da un programma coerente”. Il verde Bonelli, invece, è un po’ sulle sue, ma un quindicesimo decreto salva-Ilva potrebbe convincerlo: Piero già vede “una schiarita nel clima”. Restano quelli che non ci stanno, che poi sono gli unici con qualche voto (SI+Mdp, 6-7% nei sondaggi). Vorrebbero cancellare il Jobs Act e tornare all’art. 18, mentre Renzi e Fassino ripetono la favola del “milione di posti di lavoro”. Ma questi sono tecnicismi. Parliamo di cose serie: la quarta punta della Grande Alleanza è affidata al vice-esploratore Lorenzo Guerini che, essendo nessuno, parla con i suoi simili: “Ap, Casini, Dallai e gli altri cattolici moderati” (Corriere), cioè i noti teologi di scuola verdiniana. Da non confondere con Democrazia solidale, che a detta di Repubblica “sarebbero i cattolici dell’ex Scelta civica”. Ancora nessuna notizia dei montiani protestanti, mormoni, scintoisti e avventisti del settimo giorno.


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:37| 
 |
Rispondi al commento

2
detto Pallottoliere perché sbaglia tutti i calcoli, giura che Prodi “è sempre vicino a chi non decide di allontanarsi” (qualunque cosa voglia dire). Maria Teresa Meli, sul Corriere, aggiunge altre frasi decisive del Professore all’Esploratore: “Mai arrendersi, la strada è quella dell’unità e bisogna provarci”. Avrebbe aggiunto “Non parlare al conducente”, “Non calpestare le aiuole”, “Divieto di balneazione” e “Attenti al cane”, ma non è sicuro. Quel che è certo è che oggi a Bologna si muove nientemeno che “l’ex ministro prodiano Giulio Santagata” per la rimpatriata di un non meglio precisato “popolo del pullman”, cui sono invitati financo Pisapia e la Bonino, forse per via della patente D.
Pisapia non si sa mai con chi stia ma, anche se stesse con qualcuno, nessuno se ne accorgerebbe (“Tre giorni fa – scrive la Meli – aveva garantito ai suoi che sarebbe andato con Grasso, ma al Pd non ha ancora fatto sapere niente”). In ogni caso Fassino l’ha chiamato e il Sor Tentenna ha fatto le ordinazioni, come al ristorante: “Pisapia chiede ius soli e fine vita” (Corriere). Il povero Piero era tentato di rispondere: “Ma più soli e più fine vita di così!”, ma ha preferito tenersi buono uno dei pochi stomaci forti che digeriscono tutto (da Expo a Sala al renzian-berlusconiano Gori). Ieri si sono poi visti e naturalmente non è successo niente, però Pisapia ha detto che l’ha chiamato Prodi e l’ha autorizzato a dirlo. Roba forte. Orlando e Rosato danno una mano attaccando Grasso e Boldrini (il ministro: “Abbiamo creato due mostri”) perché l’uno ha lasciato il Pd e l’altra è sempre stata di Sel, ergo non sono “imparziali”; lo sarebbero se fossero del Pd. E il ponte sullo stretto di Fassino raccoglie i cocci. Chiama Grasso, ma quello risponde che ha sbagliato numero (“Non ho alcun titolo per parlare di alleanze”). Parla con la Boldrini, ma lei non parla con lui. Tenta con D’Alema, che lo prende per il culo: “Il capo è Speranza”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:36| 
 |
Rispondi al commento

1
Mr. Fassino, I suppose di Marco Travaglio
“Mister Livingstone, I suppose” è il saluto che raccontò di aver pronunciato nel 1871 il giornalista-esploratore gallese Henry Stanley incontrando nel deserto dell’Africa nera il missionario-esploratore scozzese David Livingstone, scomparso cinque anni prima mentre risaliva verso le fonti del Nilo. Ora, siccome la storia si ripete in forma di farsa, abbiamo l’esploratore torinese Piero Fassino, in missione per conto di Renzi nel deserto della sinistra. Ma, per sua e nostra fortuna, lui non rischia di perdersi, tallonato com’è giorno e notte dai cronisti dei giornaloni che pendono dalle sue labbra e infatti lavorano molto di lingua, ansiosi di regalare ai lettori succulenti retroscena sulla sua infaticabile attività peripatetica. Ogni mattina il popolo della sinistra in spasmodica attesa del più impercettibile segnale s’incolonna disciplinato alle edicole, transennate per motivi di ordine pubblico, per non perdersi una dichiarazione, un’indiscrezione, un sospiro. La missione esplorativa, va detto, procede alla grande. Nei primi cinque giorni di ricerche, Mr. Fassino ha già trovato l’accordo con quelli che erano già d’accordo. Manca ancora l’accordo con quelli che erano e restano in disaccordo, ma sono dettagli.
Renzi, per dire, è entusiasta di allearsi con Renzi e infatti sta con Fassino senza se e senza ma (“Abbiamo fatto un capolavoro”, si dice da solo). Veltroni, che fa teatro, film e libri, “incoraggia Fassino” e Rutelli, che presiede l’Anica (cinema) e ha pure scritto un libro, anche. Il che è già una bella soddisfazione. Letta, che insegna a Parigi, ha fatto un “assist”: una svolta elettrizzante. Prodi, che non è nemmeno iscritto al Pd e ripete di aver spostato la tenda a debita distanza, parla solo tramite ventriloqui, però Fassino e Pisapia assicurano che “condivide e apprezza l’iniziativa per una comune strategia” di Fassino e Pisapia. Un trionfo, tanto più che il fido Parisi,

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:36| 
 |
Rispondi al commento

quarta parte segue
Se succede qualcosa, Sokos sarà responsabile del danno ma dal Comune non esce segno di vita. Dopo 4 mesi di appelli inutili, ci dicono che "La situazione è sotto controllo" (falso) e che "Faranno un gruppo di studio" (a che pro?). Sokos decide di sospendere le visite sanitarie nei dormitori. Se scoppiasse una epidemia di tubercolosi, ci sarebbero i soliti razzisti pronti a dire che l'hanno portata i migranti, ma la cosa è più complessa e mostra appieno la pochezza, l'irresponsabilità e il lavativismo di chi ci dovrebbe amministrare.
Ad un vecchio operaio combattente chiesero una volta come si dovrebbe salvare l'Italia, rispose: "Si dovrebbe introdurre la democrazia dentro i partiti e si dovrebbe 'responsabilizzare' chiunque abbia un incarico pubblico".
Bellissima frase.
L'altra frase è contenuta nell'art. 4 della Costituzione: "La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società."


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

terza parte segue
. In Spagna ogni regione ha un Ufficio centrale che coordina gli interventi e le politiche per gli zingari in cui lavorano sia funzionari del governo che rom con funzioni di mediatori culturali. Il risultato è che non esistono quasi più campi nomadi, quasi tutti - chi non lavora ha un sussidio di circa 700 euro al mese per sei mesi - vivono in affitto nei condomini popolari o in case di proprietà, nelle periferie ma anche nelle città.


A Sokos abbiamo più di 30 medici, 4 psicologi, un antropologo, una psichiatra e un numero variabile di volontari che si occupano della segreteria, dall'accoglienza, della mediazione culturale ecc. Tutti lavorano gratuitamente e davvero vedo persone straordinarie. Io faccio il lavoro più umile e sono anche separata dagli altri perché sto da sola in una stanza in fondo al corridoio dei gabinetti e dei magazzini, per cui gli altri almeno chiacchierano tra loro, mentre io sono isolata. A volte mi stanco tanto perché portare lì sacchi pieni di vestiti e smistarli e riordinarli per ore, con tanti che mi buttano tutto a terra, mi spacca le spalle dove ho già due tendini rotti e l'artrosi e spesso non posso dormire per il dolore. Il lavoro non è divertente ma sono contenta di farlo.

L'altra settimana sono venuta a sapere un fatto increscioso. 4 medici di Sokos vanno la notte nei dormitori a coppie. E scoprono un malato di tubercolosi. Ora la tubercolosi, se non è sotto farmaco, è infettiva e va denunciata alle pubbliche autorità per legge perché c'è il rischio potenziale di una epidemia. Si avverte subito il Comune di Bologna, il sindaco, l'assessore alla sanità, ma nulla. La cosa viene scoperta ad agosto e per 4 mesi gli operatori di Sokos martellano il Comune in ogni modo possibile, con telefonate, email, lettere, richieste di colloquio affinché si faccia qualcosa. Del fatto parla anche il Resto del Carlino che è il giornale di Bologna ma nessuno si muove.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:33| 
 |
Rispondi al commento

segue
allevatori di cavalli, gestori di macellerie equine, giostrai, bancarellai o raccoglitori di ferro. Non sono aiutati nemmeno dalla Chiesa anche se molti sono cattolici. In Turchia per es. sono fiorai e solo poche città hanno campi nomadi. Oltre a ciò, nessuno dà loro un lavoro se sanno che sono zingari.
Insomma a Bologna c'è un altissimo numero di disperati che non hanno casa né assistenza sanitaria.
Il problema dei rom è gravissimo e non esiste Paese europeo che lo abbia risolto. I Rom risultano la popolazione più discriminata d'Europa. Svantaggiati nel lavoro, nell'alloggio, nell'istruzione e nella legislazione e anche vittime regolari di continue violenze razziste. L'Italia è quella peggio di tutti, non è riuscita nemmeno a far avere loro documenti di identità e di soggiorno mentre in altri paesi hanno la carta di soggiorno e anche i passaporti,e senza casa né documenti come puoi trovare lavoro? Nonostante molti Rom e Sinti vivano in Italia da decenni, non hanno la cittadinanza col risultato che migliaia di bambini rom nati in Italia risultano apolidi; gli stessi bambini non vanno a scuola e non hanno accesso all'educazione; non sono nemmeno riconosciuti come minoranza linguistica. L'Italia continua ad insistere nell'errore di considerare queste persone nomadi segregandole in campi sprovvisti dei servizi e diritti basilari mentre invece sono persone a tutti gli effetti stanziali. In Germania i 130 mila circa tra Rom e Sinti sono considerati per legge "minoranza nazionale", e hanno diritti e doveri. In Francia vivono in case popolari e vecchi quartieri dove pagano affitto, luce e acqua, sono responsabilizzati, vivono nei centri abitati, non sono emarginati, lavorano come facchino, gommista, piccolo trasporto, pulizie, hanno firmato un Patto di stabilità per cui i ragazzi sono obbligati ad andare a scuola ed è vietato chiedere l'elemosina.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:32| 
 |
Rispondi al commento

MIGRANTI,ZINGARI E SENZA TETTO
Come molti sanno, lavoro in un centro di volontariato di Bologna che si chiama Sokos, ci vado due volte la settimana, raccolgo e distribuisco ai più poveri abiti, coperte e altre cose, e mi porto il lavoro a casa (capi da lavare o da riparare). Ci sono a Bologna moltissime persone che non hanno assistenza sanitaria perché non hanno una casa o non sono in regola col permesso di soggiorno. Se non hai casa, non puoi fare nulla, né lavorate, né avere documenti, né avere cure mediche. Questo è uno Stato organizzato per i più ricchi. Chi è troppo povero è abbandonato a se stesso. Solo a Bologna (388.000 abitanti) abbiamo un migliaio di senzatetto (!), poi ci sono i migranti appena arrivati e gli zingari. Intanto é falso che i migranti ricevano 40 euro euro al giorno, questi soldi vanno alle cooperative che ci speculano senza controllo alcuno e i soldi non sono nemmeno nostri, vengono dall'Ue. Quella dei 35 o 40 euro dati ad ogni migrante è una balla leghista per diffondere odio e prendere voti. E non è vero che danno loro le case popolari, anche perché la maggioranza sono single e si preferiscono le famiglie. Per questo discorso degli alloggi mancanti abbiamo avuto già diverse condanna dall'Ue.
Poi ci sono gli zingari, a Bologna ce ne sono più di 200 e ora è passata la decisione di smistare i campi grandi in campi più piccoli con poche famiglie mentre la cultura rom prevede la famiglia allargata. In tutta Italia sono 170.000 e solo 70.000 hanno la cittadinanza, il loro numero è il più basso dei Paesi europei e sono quasi tutti italiani, non nomadi ma stanziali. Metà di loro sono bambini. Ci sono in Italia 167 accampamenti, di cui solo 43 autorizzati. I rom italiani vivono in condizioni di degrado e ricoveri fatiscenti, peggio che nel resto d'Europa, in modi non dignitosi per la vita umana, solo il 6% di loro ha fatto le elementari e lo Stato non li aiuta a trovare un'occupazione, al massimo sono artisti di strada..

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 05:30| 
 |
Rispondi al commento

Federico Siben
Sig.Ajello,è la prima volta che scrivo su questa bacheca.Le vorrei fare una domanda:ma lei crede davvero di essere un giornalista? Crede davvero di fare cronaca,raccontare dei fatti, descrivere una realtà?Da anni mi capita di leggere i suoi articoli su esponenti del M6S (la Raggi in primis)che sono solo delle caricature di pessimo gusto di una realtà che,se fosse come lei la racconta,sarebbe deprimente ed insultante per una buona metà di romani che avrebbero votato alle comunali un partito di giocolieri,buffoni e,stando a quanto scrive lei oggi,anche ubriaconi.Mi permetta di dirle che provo un profondo senso di disgusto verso di lei.Lei non è romano,e questo solo in parte spiegherebbe(ma non giustifica)un odio represso verso tutti i romani.Sopratutto quelli che hanno votato come a lei non piace.Ciò che non si spiega è il suo odio verso la verità:lei dovrebbe essere,dopotutto,un giornalista.Nonostante un vocabolario povero e limitato,la scarsa capacità di scrivere in buon italiano (ho contato nei suoi ultimi articoli una discreta quantità di strafalcioni e forzature grammaticali e sintattiche che non sarebbero perdonabili ad un ingegnere,figuriamoci a un giornalista).Il suo è uno scrivere artcoletti che stonerebero perfino nei rotocalchi patinati, Oltretutto,a giudicare dai commenti che leggo sotto i suoi articoli,emerge i fatto che il M5S la dovrebbe ringraziare:lei induce talmente tanto risentimento con questo suo tono parziale che,ad ogni suo articolo,probabilmente il movimento prende qualche decina di voti in più.So che la sua tracotanza le impedirà di accettare consigli da chicchessia,tuttavia la prego:prenda in considerazione l'ipotesi di cambiare mestiere, credo che la nobile arte dell'agricoltura sia,ad es.,più indicata.Vorrei terminare augurandole ogni bene,ma temo che questo la indurrebbe ad altri comportamenti di dubbio gusto,sequela di gesti scaramantici,che per altro in questo caso sarebbero anche un pochino giustificati.Si riguardi.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 19.11.17 03:59| 
 |
Rispondi al commento

Quelli del PD FI e consociati...non sono politici ma criminali.....e non fregano solo gli imprenditori ma tutti indistintamente......negli ultimi 3 o 4 anni sono riusciti a fare una quantita enorme di danni a tutto il paese e a tutti i livelli...io li processerei per alto tradimento....e infine sgovernano senza il mandato del popolo ma si automandano con la complicita` del demerito presidente della FUrepubblica con il quale ormai hanno istaurato una vera e propria dittatura....

Michele Carella 18.11.17 23:25| 
 |
Rispondi al commento

Queste notizie devono arrivare in chiaro agli Italiani: investire tutto in Informazione!!!!!

Silvio ., Bolzano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.11.17 21:22| 
 |
Rispondi al commento

BRUNO FUSCO
SARÀ IL MERITO BELLEZZA!
Buongiorno lettori stellati, non sempre scrivo ciò che piace, e non sempre ciò che piace lo scrivo, ma tutto sommato, siete fantastici, direi il miglior gruppo di amici che si può avere sui social, di cuore e di pensiero; a tal proposito ne facevo uno: se i giornali e i media televisivi attaccano sempre le stelle, vedi Severgnini, Mannoni, Gruber, La Stampa, Repubblica, Il Tempo, e le stelle dimostrano moderazione, educazione, rispetto, per queste volpi ipocrite, e loro continuano con il fango e domande che includono già la loro risposta, una ragione ci sarà: si fottono dalla paura. Sanno che sono al capolinea della mangiatoia pubblica, sanno benissimo che dovranno "zappare duro" per tirare avanti la famiglia, sanno che scrivere le bugie senza contraddittorio e smentita, è l'unica viltà che gli resta, perché l'ordine dei giornalisti scomparirà, perché i finanziamenti pubblici all'editoria, scomparirà, che le reti Mediaset, avranno il giusto trattamento, sanno che il merito sarà l'unica strada per ottenere gradimento istituzionale, e che le dirigenze avranno come interlocutori persone oneste e competenti, ma soprattutto sanno che il Movimento Cinque Stelle, ha un popolo dietro, un popolo che sa distinguere la merda dal cioccolato, e i giornalisti "per bene", da quelli "per male", che usano la penna come lingua offerta al deretano del Re.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.11.17 21:08| 
 |
Rispondi al commento

quand'è che saremo NOI a stabilire l'aspettativa di vita LORO!?

testaMala:) 18.11.17 20:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le tv sono in pieno clima elettorale, infatti sono tutte un parlottare di centrosx e centrosx senza costrutto, dei cazzi degli italiani neanche l’ombra, mai accennare ai problemi perché il “sistema” potrebbe aversene a male e la “crescita” di Gentiloni passerebbe per una balla colossale. Quei pochi italiani che osannano Renzi nelle immagini che ci mostrano sembrano degli idioti. Il Circo è continuamente in funzione nonostante il pubblico si vada assottigliando sempre più, la speranza di un vero cambiamento rimane l’ultima a morire.

Franco Mas 18.11.17 20:38| 
 |
Rispondi al commento

Belin....e qui siamo i primi!
Azz...sempre ultimi no!

Co' no' scatto de orgojo...semo li primi!Evviva!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.17 20:26| 
 |
Rispondi al commento

OT Pensionistico
Questi ladri parlano di aspettativa di vita... ecco ci dicano come fanno a calcolarla!
Questi ladri Bla,bla,bla, sindacati compresi,quando vanno in Pensione...anche loro hanno l'aspettativa di vita?
Il vitalizio quando lo prendono dopo 4o anni di contributi?
Maiali e ladri... ma voi non vi togliete nulla?
Quando ve la fate anche voi L'APE?
ahhh...c'avete 'a lambretta!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.17 20:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L’ evasione non esiste, o meglio, l’evasione che danneggia i conti di uno stato, è solamente quella dove i capitali evasi, sono portati all’estero e nei paradisi fiscali.
L’altra, quella della omessa piccola fatturazione, del mancato rilascio degli scontrini, è soltanto un’ingiusta distribuzione del reddito e del carico fiscale, che va combattuta, ma non danneggia l’erario, in quanto, i soldi evasi, vengono spesi in Italia e rientrano nel ciclo dei consumi nazionali.
Ora, chi porta i soldi all’estero, il gelataio che non rilascia lo scontrino, l’ elettricista che non rilascia la fattura e magari, fa uno sconto al cliente, magari un lavoratore?
Oppure sono quelle aziende che prendono gli appalti in Italia, ed hanno le sedi fiscali all’estero? Oppure, quelli che prendono stipendi, benefit e pensioni pari agli stipendi 100, 200, 700 lavoratori?
EPPURE, CONTINUANO A DARVI DA INTENDERE CHE LE COSE VANNO MALE, PERCHE’ IL GELATAIO, NON RILASCIA LO SCONTRINO.
Portiamo i LORO stipendi/benefit etc. a massimo 5 VOLTE QUELLO DI UN OPERAIO.
Diamo modo ai LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, di portare TUTTE le spese in detrazione, creando un conflitto di interessi, così, ognuno pagherà le proprie tasse.

antonnio d., carrara Commentatore certificato 18.11.17 19:04| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT? Morte Guido Conti: una lunga ed accorata lettera all’allora premier Renzi per invitarlo a non sciogliere il Corpo Forestale dello Stato, scritta dal generale Conti che ieri si é tolto la vita.

http://bit.ly/2Ac3ydh

id &as Commentatore certificato 18.11.17 18:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Co' quasi er 70% de pressione fiscale, è difficile capi' se questa è provocata da l'evasione fiscale, o se sia 'a evasione, causata da 'na pressione fiscale esaggerata.....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 18.11.17 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Coraggio con lei, la boldrini a 5 stelle, state sicuri; una bella alleanza con pisapia..

http://www.lettera43.it/it/articoli/politica/2017/06/24/laura-ferrara-leuroparlamentare-equilibrista-del-m5s/211651/

krokus 18.11.17 17:42| 
 |
Rispondi al commento

"È arrivato il momento di scegliere il futuro!"

Appunto, fuori dall'euro quanto prima e recupero di tutte le sovranità. Dopo si può anche riparlare di UE, una volta che siamo indipendenti da questa...

Zampano . Commentatore certificato 18.11.17 17:35| 
 |
Rispondi al commento

Le trattative per la formazione del nuovo governo tedesco sono naufragate, questo vuol dire che si va verso nuove elezioni e che la carriera della Merkel è al termine.
Sarebbe la fine della UE e della bancocrazia massonica.

mario genovesi 18.11.17 17:11| 
 |
Rispondi al commento

DI BATTISTA
"Ho querelato Berlusconi. Ha detto che sono un ignorante. Io ho quasi due lauree e un master. Gli ho chiesto 100.000 euro ma mi accontenterei di una lettera di scuse.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.11.17 16:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

b
Lo stesso Salvini somma su di sé tre cariche: è europarlamentare a Bruxelles, segretario della Lega Nord e consigliere comunale a Milano. Come consigliere comunale è il più assenteista, con 33 presenze su 199. E' tacciato di assenteismo anche all’Europarlamento di Bruxelles, ruolo per cui riceve 18.000 euro al mese con i benefit. Ma è sempre presente in televisione e quasi sempre assente in Europa.
Ha fondato tutto il suo partito sull'attacco agli extracomunitari ma la Lega assieme a Berlusconi ha firmato Dublino I e Dublino II che riversano tutti i migranti sull'Italia e quando si doveva discutere sulla ripartizione in quote, la Lega si è astenuta.
Insomma La Lega è un cumulo di contraddizioni, quello che fa è l'opposto di quello che dice. E ci chiediamo sulla base di quali illusioni c'è qualcuno che la vota ancora. Solo a Catania la Lega ha avuto 100.000 voti, in tutta la Sicilia 108.000. Se Musumeci non li avesse avuti, non avrebbe vinto. I voti della Lega sono stati determinanti per la vittoria del cdx, ma io mi chiedo: chi caxxio sono i siciliani che l'hanno votata?


viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.11.17 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

a
Mi chiedo se ci sia uno che la faccia da c.. più di Salvini.
Si presenta come nemico della corruzione (contro Roma ladrona) quando il suo partito, la Lega, è stato comandato da un Bossi che ha rubato tutto quello che poteva rubare e ha incettato in Tanzania i soldi rubati dietro consiglio della 'drangheta, si è fatto fare una legge apposta affinché Telepadania e Radio Maria avessero contributi dallo Stato, e solo per il 2005 si è intascato un milione di euro e poi la sua radio l'ha fatta fallire. La radio padana ha avuto le frequenze gratis, mentre tutti devono pagare cifre salatissime, ed durata 20 anni, finendo venduta a un calabrese per 2,1 milioni di euro.
Bossi ha preso dallo Stato col quotidiano La Padania ben 61 milioni si finanziamenti pubblici e l'ha portata al fallimento. Ha tuonato contro la scuola dove insegnano meridionali ma si è fatto dare 800.000 euro per la fantomatica 'scuola padana' della moglie (meridionale), scuola che poi è stata chiusa oer mancanza di allievi. Recentemente sono stati licenziati 85 dipendenti della Lega. Nella sede di Via Bellerio non è rimasto nemmeno un funzionario.
Bossi ha ingannato i suoi elettori, incitandoli a mettere i loro soldi nella Banca di Lodi o Credinord, che si intascava anche i soldi dei morti, ed è finita in uno scandalo finanziario dopo soli 4 anni, con risarcimenti milionari per 3300 soci truffati, per lo più artigiani piccoli imprenditori, studenti e pensionati, risarcimenti che non sono stati ancora pagati.
La Lega era partita con attacchi durissimi a Berlusconi e alla mafia, poi Bossi decise di rimangiarsi tutto alleandosi con Berlusconi e ha governato per 8 anni votando tutte le sue porcherie, anche quelle pro-mafia.
Salvini riparte ora allo stesso modo, attaccando il sud e Berlusconi e finisce ugualmente appoggiando Berlusconi e candidando leghisti al Sud, dopo averne detto peste e corna. Lo stesso

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.11.17 16:29| 
 |
Rispondi al commento

Perchè non proponiamo un quesito sulla libera circolazione di tutto e di tutti in base al solo ed unico principio di reciprocità, senza passaporti e quant'altri impedimenti illiberali??
Perchè non si propone il divieto di circolazione è quindi di produzione di qualsiasi arma!!???
Certo le armi improprie non è possibile eliminarle come non si elimineranno gli omicidi , però sicuramente si elimineranno le uccisioni di massa, le stragi i genocidi i crimini di guerra etc. etc. Quanto sopra sempre in base al principio di reciprocità, percui la forza e gli armamenti dovrebbero essere in mano ad una unica organizzazione , alla quale le nazioni aderiscono, chi non aderisce deve essere "convinto" ad aderire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

salvatore carboni, oristano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 18.11.17 16:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ammazza ao'....... a scoppio ritardato..............ma toto' 'u curto è morto de venerdi' 17.......azz

Lulu' il gay 18.11.17 16:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

quante storie ...ci pensera berlusconi con l appoggio del salvini ...e finira' come l alitalia ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.11.17 15:58| 
 |
Rispondi al commento

Siamo schiavi senza diritti ! Eh che bella civiltà ! Noi intanto noi ci alleiamo con nessuno , manco con Gesù Cristo ! Va a finire che era meglio se non esistessimo .

vincenzodigiorgio 18.11.17 15:23| 
 |
Rispondi al commento

OT.
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/18/barbara-durso-accolta-dalla-polizia-col-picchetto-donore-nella-questura-di-milano-guarda-il-video/3985721/

COMMENTO COPIATO ED INCOLLATO
● 32 minuti fa
Stupendo! Oltre a quelli che lavorano in borghese nella metropolitana mancavano quelli della Dia e dei Nocs a viso scoperto e con il cartellino identificativo con nome, cognome e indirizzo privato in evidenza. Se fossimo in un paese sensato il Questore di Milano e la relativa catena gerarchica ascendente fino a crapa pelada Minniti sarebbero già stati rimossi; probabilmente arriverà un encomio solenne. Dalla motivazione: "... perché invitando la signora Barbara D'Urso ha avvicinato l'istituzione alla gggente" (Per una volta senza usare manganello e lacrimogeni a pene di segugio come sono usi fare in diverse occasioni).

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 18.11.17 15:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Ceta, l’accordo fra Europa e Canada, entrato in vigore lo scorso 21 settembre ...
http://www.movimento5stelle.it/parlamentoeuropeo/2017/09/il-ceta-entra-in-vig.html
“... è una schifezza e va rigettato”.

- Programma Esteri del Movimento 5 Stelle -
Punto 1 : Contrasto ai trattati internazionali come TTIP e CETA

P.S.
Mi interesserebbe sapere se e come Di Maio ha parlato in America di questo e degli altri punti del programma esteri del M5S.
Se e come ha parlato della sovranità, indipendenza e autodeterminazione dei popoli, del principio di non ingerenza negli affari interni dei singoli Paesi. Dello smantellamento della Troika, organismo sovranazionale che ha appaltato la democrazia delle popolazioni senza alcun mandato popolare.

Se e come ha parlato della non disponibilità per il deposito e il transito di armi nucleari, batteriologiche e chimiche sul territorio italiano. Del disarmo, del ripudio della guerra e di ogni intervento armato. Della cessazione immediata dell’interventismo militare camuffato da “umanitario”. Del disimpegno dell'Italia da tutte le missioni militari della NATO in aperto contrasto con la lettera e lo spirito dell'art. 11 della nostra Costituzione.

Se e come ha parlato del riconoscimento dello Stato di Palestina nei confini stabiliti dalle Nazioni Unite nel 1967. Della risoluzione dei conflitti in Medio Oriente. Dell'embargo totale di armi a tutti quei Paesi sospettati di finanziare direttamente o indirettamente i terroristi internazionali e della cessazioni di quegli embarghi economici che colpiscono quasi esclusivamente le popolazioni civili.

Renza Chiari 18.11.17 15:09| 
 |
Rispondi al commento

E poi si lamentano se gli imprenditori delocalizzano......

Secondo me certe menti hanno lo hanno deciso apposta.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.11.17 14:52| 
 |
Rispondi al commento

@Antonio

Patty, sì, sono poveri, ma dignitosi, hanno l’indispensabile, ma sono sereni. Tu vedessi i giovani; non hanno tutti i telefonini che hanno i nostri, ma sono legati l’uno all’all’altro, giocano e si divertono con poco. Ci sono medici giovanissimi, e ce ne sono tanti, che sono partiti per l’ Africa a combattere l’ebola e raccontano delle loro esperienze con orgoglio. Detto questo, io abito nel più bel posto del mondo, e quindi, non non abiterei che qui. E poi, devo votare M5*, come farei da Cuba?
antonnio d., carrara Commentatore certificato 18.11.17 13:54 |

**********

La povertà non è mai dignitosa, in quanto un individuo povero, non ha il necessario per vivere.

I sinistri hanno sempre giustificato la povertà dei paesi comunisti, qualificandola come "dignitosa".

I giovani non hanno tutti il telefonino? Il regime permette internet a "fasi alterne". I richiedenti asilo africani, poverissimi, hanno il telefonino ultima generazione.

Non sono solo i giovani medici cubani che partono per l'Africa per dare una mano.

Qui puoi votare M5S oppure altro, a Cuba troveresti poche alternative al partito di Castro........

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.11.17 14:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come dice Di Maio..."siamo andati in America per dire che cosa è il m5s"...benissimo,poi andremo anche in altri paesi(spero).
Ma allora perchè non fare altrettanto quando andiamo nelle TV Italiane?
Perchè gli Italiani sanno che cosa è il m5s?
E' vero che "gli altri",conduttori e giornali,ci fanno passare per quelli che non siamo?
E allora diciamo come stanno le cose.
Ci interrompono?E noi allora urliamo!
Non ci permettono di dire le nostre?
Diranno:"ma lei non risponde a quello che le chiedo"!
La risposta sarebbe...caro amico noi rispondiamo ai cittadini non alla sua direzione o palinsesto editoriale!
E chi se ne frega... gli Italiani debbono sapere...altrimenti l'astensionismo trionferà ancora una volta con grande soddisfazione del Partito Nazionale!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 18.11.17 14:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Di Battista
TOTÒ RIINA E L'IPOCRISIA ITALIANA
Dal giorno in cui sono entrato in Parlamento ho capito che il male dell'Italia è l'ipocrisia. È morto Totò Riina e qual è la frase ipocrita che parte della politica dice? "Adesso occorre fare piena luce sulle stragi del 1992". Adesso? Fatemi capire. Siccome è morto Riina occorre fare chiarezza? A parte magistrati eroi (alcuni ammazzati altri in pericolo di vita) e alcuni giornalisti eccezionali (merce rara e indispensabile) chi ha provato a fare chiarezza su quelle stragi? Non certo i politici. Quelli parlano, oggi scrivono comunicati stampa, dicono frasi fatte ma poi (tra qualche giorno) ritorneranno in naftalina. Vogliamo fare davvero chiarezza sui mandanti occulti di quelle stragi? Benissimo.
Uno: serve una legge per rendere il carcere duro ancora più duro. I mafiosi questo temono. Il 41bis va inasprito ancora di più. Perché la verità è che quelle stragi (che si interruppero magicamente nel 1994, segno che la mafia aveva raggiunto l'obiettivo) hanno ammorbidito il carcere duro per i mafiosi. Con un carcere incredibilmente duro altri pentiti parleranno, statene certi.
Due: serve una legge durissima per la confisca dei beni dei mafiosi. Perché la ricchezza di Cosa Nostra è stata solo in parte attaccata.
Tre: serve coltivare la memoria collettiva, senza memoria resteremo un Popolo di pecore. Io ricorderò dovunque che Riina, intercettato in carcere, disse che Berlusconi gli dava 250 milioni di lire ogni sei mesi. Denari che erano segno di un patto. Io ricorderò dovunque che il fondatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri è in carcere per aver favorito Cosa Nostra.
L'ipocrisia mi fa vomitare. Mi fanno vomitare gli esponenti di destra che citano Borsellino ma poi vanno a braccetto con un partito, Forza Italia, che ha regolarmente portato avanti proposte gradite alla mafia (querelate pure), e che, ripeto, è stato fondato da un soggetto che ha favorito quell'organizzazione criminale che ha fatto saltare in aria Borsellino!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.11.17 14:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Regola d'oro per il politico italiano: agli italiani è più facile metterlo in culo che in testa. Una regola che Berlusconi conosce benissimo.

giorgio peruffo Commentatore certificato 18.11.17 14:13| 
 |
Rispondi al commento

Niente paura per le Piccole e Medie imprese arriva il "padre nobile" della politica italiana,ovvero San Silvio, vedrete le faville che faranno le esportazioni delle PMI - Lui sì che è un "esperto"-

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 18.11.17 14:11| 
 |
Rispondi al commento

..sento lamentele in giro.
Le domande in Tv fatte ai ns bravissimi esponenti a 5 stelle, stanno inglobando gli intervistati con temi a raffica intrisi di politichese..ed i nostri non riescono a sganciarsi in quanto devono rispondere.
La gente non ci capisce più nulla e per loro è solita minestra ed in questo modo incoraggiamo l'astensionismo perche ci considerano alla stregua degli altri
Non so se è fattibile ma sarebbe meglio concordare con il conduttore i temi che dovranno essere "programmatici del M5s", e se poi iniziano le domande STOLTE bisogna dettare la linea .
Occorre si tocchino i temi che stanno a cuore ai cittadini tipo :
-sicurezza.
-immigrazione fuori controllo
- pensioni che non arrivano
- spese pazze della casta non escluse quelle a favore della nato.
Se le tv continuano ad invitarci vuol dire che gli siamo complementari e ci stanno manipolando a loro favore.
Poi a riguardo della visita in USA si manifestano dubbi..
Gli USA come è sempre stato detto, sono i precursori delle crisi mondiali.

Eposmail. ,,, ; Commentatore certificato 18.11.17 14:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Grande Movimento 5 Stelle

Bujar Bregu 18.11.17 13:16| 
 |
Rispondi al commento

(«Muoia Sansone con tutti i Filistei»)

luigi f 18.11.17 13:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

si ma con l evasione fiscale che c è in italia abbassiamo la pressione sotto il 20% da decenni ormai.... secondo me il dato dell evasione renderebbe la notizia piu completa

io mio 18.11.17 11:22| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori