Il Blog delle Stelle
Gentiloni prima rassicura i tassisti, poi li frega

Gentiloni prima rassicura i tassisti, poi li frega

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 56

di Luigi Di Maio

1) Nel 2017 sarebbero dovute entrare in vigore le norme per garantire più legalità nella giungla dei trasporti con conducenti.

2) In una notte di gennaio la senatrice Lanzillotta inserisce nel decreto Milleproproghe una norma che rinvia la legalità al 2018.

3) I tassisti iniziano una protesta per far cancellare l'emendamento Lanzillotta. Il Governo gli ha risposto che non era possibile perché non c'erano i tempi per la conversione del decreto.
Falso! I tempi c'erano eccome! Il governo aveva ancora 7 giorni per eliminare la modifica Lanzillotta e mandare al Senato il testo per l'approvazione definitiva. In 7 giorni si sono approvate le peggiori porcherie!

4) Per prendere tempo, il Governo ha aperto un tavolo con i tassisti promettendo una Legge ad hoc per far entrare in vigore le norme sul trasporto con conducente.
Ma mentre finge di dialogare al tavolo, intanto al Senato la maggioranza di Gentiloni continua a presentare proposte vergognose nella Legge sulla concorrenza e il Governo non riesce a garantire che non vengano respinte.

Ai tassisti tocca la stessa sorte degli italiani, prima "rassicurati" (Gentiloni docet) poi fregati non appena abbassano la guardia.

14 Mar 2017, 16:08 | Scrivi | Commenti (56) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 56


Tags: di maio, gentiloni, m5s, taxi, uber

Commenti

 

Ieri 22/03/2017, il Tribunale di Torino, nonostante i media evitino di dare spazio alla notizia, ha disposto il blocco sul territorio nazionale dell' App Uberpop(l'applicazione che avrebbe permesso a chiunque di fare il tassista senza licenza)a tempo indeterminato, per concorrenza sleale nei confronti dei tassisti.
Ora io mi chiedo, come sia stato possibile che una settimana fa il presidente dell' Antitrust (autorita' della libera concorrenza) abbia potuto avere la sciagurata idea di proporre al governo di far entrare Uberpop sul mercato. Incredibile, chi dovrebbe vigilare sul rispetto della libera concorrenza e dei mercati, sulla legalita', anziche' garantirne i diritti propone al Parlamento di fare cio' che la legge ritiene illegale. Anche il TAR di Milano due anni fa blocco' l' App per concorrenza sleale, ma evidentemente questo non era bastato a convincere l' Antitrust.Ieri abbiamo avuto la prova che la Giustizia in Italia funziona e che almeno uno dei poteri dello Stato applica le Leggi.

Roberto Rossi 23.03.17 13:36| 
 |
Rispondi al commento


Ciao
Per la realizzazione dei vostri progetti che si cura di cui non hai abbastanza fondi, la soluzione è che la signora Josina gomez offerte di prestito diversi per i vostri progetti prima fino a 70.000 euro con un tasso del 2%
-Viaggi e project financing per studi all'estero
-costruzione sfondo imprese e gli investimenti in vari commercio e costruzione progetto e altro
-Acquisto di affitto casa e appartamento
-Acquisto di auto e prestito per la salute e l'educazione dei vostri figli
-pronto soccorso per chiunque in pericolo
-settore agricolo e mondo degli affari
-finanziamento del progetto milioni
Contattare il nostro servizio e-mail prestitobancario2017@gmail.com

gomez andrien Commentatore certificato 18.03.17 06:45| 
 |
Rispondi al commento

....E BENE INFORMARSI E LEGGERE PRIMA DI ESPRIMERE ODIO VERSO CHI LAVORA ONESTAMENTE. IL PREZZO DI UNA LICENZA TAXI HA UN AMMORTAMENTO DI 15/20 ANNI. IL SUO PREZZO è ALTO SOLO PERCHE' C'E' MOLTA DISOCCUPAZIONE. SPESSO SONO I CINQUANTENNI CHE HANNO PERSO IL LORO LAVORO A FARE L'INVESTIMENTO.
POTETE ANCHE CAMBIARE PARTITO E VOTARE X CHI HA DECISO DI FAR ENTRARE LE MULTINAZIONALI, UN GIORNO TOCCHERA' ANCHE A VOI....AUGURI AMICI.

roberto rossi 18.03.17 05:12| 
 |
Rispondi al commento

"iL PREZZO DELLE LICENZE TAXI è STABILITO DAGLI STUDI DI SETTORE
TERRITORIALI, MI SEMBRA 145000 EURO SU ROMA, è STATA LA STIMA FATTA DAI
"PROFESSORI" IN ACCORDO CON L'AGENZIA DELLE ENTRATE NEL 2016. CIO' VUL DIRE
CHE UNA PER UNA LICENZA VENDUTA TRA PRIVATI AD UNA CIFRA MINORE DA QUELLA STABILITA, L'AGENZIA
DELLE ENTRATE MULTA IL TRASFERIMENTO PRETENDENDO LA RILIQIDAZIONE
DELL'IMPOSTA PRESUMIBILMENTE EVASA NELLA TRANSAZIONE.
ALLE LICENZE TAXI LA LEGGE BERSANI 248 DEL 2016 ART. 6 ATTRIBUISCE UN
VALORE IN DENARO E LEGITTIMA LA VENDITA ANCHE DA PARTE DEI COMUNI E DI
CONSEGUENZA TRA PRIVATI.
QUINDI è LEGITTIMA LA COMPRAVENDITA TRA LICENZE.
IL SERVIZIO TAXI è UN SERVIZIO PUBLICO E NON UN' ATTIVITA COMMERCIALE, è
SOTTOPOSTO A VINCOLI E REGOLAMENTI SPECIFICI,(ES ACCETTARE TUTTE LE CORSE, NON POTER SCEGLIERE I CLIENTI, ECC.)
TURNAZIONI,TARIFFE,OBBLIGHI DI VARIO GENERE E MOLTO ALTRO, MA SAREBBE LUNGO SPIEGARE TUTTO.
IL SERVIZIO NCC NON PUO' FARE UN SERVIZIO ASSIMILABILE AL QUELLO DEI TAXI
POICHE' NASCE PER SCOPI DIVERSI RIVOLGENDOSI AD UN UTENZA NON DI PIAZZA MA
ABITUALE ED ANCHE ESSENDO SERVIZIO PUBLICO NON HA GLI STESSI OBBLIGHI.
SE VOLETE APPROFONDIRE ANDATE A LEGGERVI COS'è IL SERVIZIO PUBLICO NON DI LINEA.
LA PERDITA DELLA TERRITORIALITA' VOLUTA NELL' EMENDAMENTO è LA PIU' GRANDE
SCIOCCHEZZA CHE IO ABBIA MAI SENTITO. VI FACCIO UN ESEMPIO.SE IL COMUNE DI
RIETI RILASCIA 10 LICENZE , LO FA PERCHE QUELLE AUTO SERVONO A RIETI E NON
A ROMA O ALTROVE. LA TERRITORIALITA' E' IL PRESUPPOSTO FONDAMENTALE PER
RENDERE OMOGENEO IL SERVIZIO PUBLICO. E COME SE DA DOMANI TUTTI I BUS SI
METTESSERO A FAR SERVIZIO AL COLOSSEO, SAREBBE UN BEL PROBLEMA PER CHI
ABITA A TALENTI O ALL' EUR,CHE NE PENSATE?
CI SAREBBERO TANTE ALTRE COSE DA DIRE IN FATTO DI CONCORRENZA SLEALE MA NON NE VALE LA PENA
PERCHE' VEDO CHE ALCUNI DI VOI PARLANO SENZA SAPERE E MANIFESTANO RABBIA
CONTRO CHI NON LA MERITA FORSE PERCHE' NON SANNO CON CHI PRENDERSELA PER I LORO PROBLEMI,
SOLO PER QUESTO ....
E BENE INFORMARSI E

ROBERTO ROSSI 18.03.17 05:05| 
 |
Rispondi al commento

Non conosco i problemi dei tassinari, normalmente non li prendo. Ma sono stato un periodo a Napoli e per qualche giorno ho dovuto prendere il taxi. Non c'è stata una sola volta che non abbia dovuto litigare ferocemente per comportamenti da banditi, tre volte facendo intervenire anche il personale dell'hotel. A Roma qualche volta li ho dovuti prendere (sempre il meno possibile) e la situazione è stata leggermente migliore. I collegamenti da Fiumicino sono a prezzi esagerati rispetto ad altre capitali europee. La mia impressione è che qualche mea culpa i tassinari potrebbero anche farla.

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 16.03.17 08:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La mia gioia è così grande che non so come condividerlo con voi . Ho visto testimonianze sulla signora. ANISSA e l'ho contattato per il mio prestito e da 15 giorni e, con la grazia di Dio, ho finalmente avuto questo tipo di questa mattina. Francamente, noi siamo salvati cari popolazione, e mi consiglia di contattare se non vuoi farti volare. Questa donna è così bella e io consiegnerai di andare a casa. Il suo indirizzo è (developpement. aide@gmail.com ) e potrebbe essere proprio lui a scrivere, e ti dà sue esigenze e che trovo migliore rispetto ai requisiti della banca e del falso istituti di credito. Ho avuto il mio prestito e voi ?

adelina rosina gomez Commentatore certificato 15.03.17 20:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In attesa che tutto diventi automatico (!?), non ho capito perché:

- i tassisti debbono avere una licenza, e Uber no;
- a chi pagano le tasse i tassisti italiani, e a chi Uber e i suoi collaboratori;
- perché si tollera, e si è sempre tollerato, il mercato delle licenze e non solo di quelle dei tassisti, se non ne è lecito l'acquisto;
- perché la Costituzione dice che (Art. 41) l'iniziativa economica privata è libera, se poi di fatto non lo è, obbligando ad avere una licenza che non è liberamente conseguibile;
- perché la Costituzione dice che (Art. 35) la Repubblica tutela il lavoro (qualsiasi lavoro) se poi di fatto lo impedisce a chi non possiede una licenza, come detto sopra;
- perché è rarissimo, se non del tutto assente, un dialogo tra chi scrive il post, in questo caso Di Maio, e chi lo commenta, limitando praticamente l'utilità di ogni commento ad una discussione, spesso sterile, tra i soli commentatori.

Chiedo venia se, forse per la mia poca dimestichezza con l'uso dei blog ne ho così criticato la concreta utilità al di fuori di quella di poter esprimere uno sfogo personale, altrimenti detto diritto al mugugno, e se le mie osservazioni sulla Costituzione possono sembrare, diciamo, strane. Ringrazio comunque per ogni spiegazione e giudizio che mi si vorrà dare.

Gian Paolo Barsi, Serravalle Pistoiese Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 15.03.17 18:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

A dar ragione ai tassisti è come votare per Gasparri e farlo restare in parlamento in eterno!

carlo 15.03.17 14:57| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Non va bene così?
Quando arriverà il momento del voto ci sarà sempre più gente ad accorgersi di cosa è composto il loro dna.
Troveranno altri nefasti meccanismi per impedire ai 5S di potersi esprimere?
Nessun problema, il momento per noi arriverà, la loro discesa è segnata da tempo. Spero solo che gli stra poteri economici del globo non riescano a legarci mani e piedi

paolo boccali, sarteano Commentatore certificato 15.03.17 14:16| 
 |
Rispondi al commento

SE NON USCIAMO DALL'EURO CI SARANNO LEGGI PIU' REPRESSIVE PER I CITTADINI I NOSTRI GOVERNANTI POSSONO FARE POCO

francesca Marcellino, roma Commentatore certificato 15.03.17 14:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buon mattino Luigi.
Giusto che anche questa categoria sia tutelata, NEL DIRITTO e non nell'abuso e nella prepotenza.
Il punto é politicamente spendibile e forse di aiuto a Virginia. Per converso é forse venuto il tempo in cui i taxisti non possano più ricattare il Paese.D'altra parte penso sia utile riflettere sul perché sempre più clienti usino Huber che costa di più. Tutti scemi? Tutti snobisti ? Prova a chiedere agli utenti di Huber. Se vogliamo governare questo problema va risolto. Anche i disoccupati che diventano autisti di Huber, hanno dei diritti. Inoltre cedere le licenze a titolo oneroso é un vetusto malcostume nostrano, proibito dalla legge. Poniamo rimedio nell'interesse di tutti i cittadini. Con usuale stima. gfp

Gianfilippo ., ARESE Commentatore certificato 15.03.17 11:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma perché ostinarsi a difendere i tassisti, a giusta ragione una delle categorie più odiate del paese? Hanno un peso elettorale così forte? E anche se così fosse dobbiamo comportarci come gli altri partiti? E' possibile che l'Italia rimanga il solo paese industrializzato in cui siamo costretti a utilizzare l'auto propria per non essere taglieggiati dai tassisti? Se io investo 200.000 euro in una qualsiasi attività commerciale e questa fallisce lo Stato mi rimborsa? Perché dovrebbe farlo con i tassisti?

Gaetano Gatti Commentatore certificato 15.03.17 10:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

I Tassisti e ogni comparto di questa società chiedono giustizia sociale, chiedono di vivere in un Paese dove l'orgoglio deve superare ogni altro sentimento sul senso di appartenere! Abbiamo a che fare con dei mercenari, che vivono un mondo tutto loro, senza essere consapevoli che la vita reale è ben altro! La vita reale è fatta di lealtà, senso dell'uguaglianza, senso della vera democrazia, senso di appartenenza ad un Paese, le sue radici e la sua storia scolpita in ogni luogo, dalle Alpi alla Sicilia! Basta signori della politica, vogliamo il nostro metro quadrato tutto per noi, con la sovranità che il diritto ci riconosce... Tassisti avete la mia stima profonda, un nuovo Paese ci aspetta... A riveder le stelle...

Angelo Polizzotto 15.03.17 10:16| 
 |
Rispondi al commento

La difesa dei tassisti è purtroppo una delle "cantonate" di Grillo e del M5S.
E' vero sono dei comuni lavoratori e cittadini ma sono anche una corporazione aggressiva che per difendere i suoi interessi non si fa scrupolo di bloccare una città in barba alle regole sugli scioperi nei pubblici servizi. Sono una categoria che evade regolarmente le tasse (lo dice un dettagliato studio della Banca D'Italia) non dovendo emettere fatture o scontrini fiscali. Tanto è vero che dichiarano un reddito che non consentirebbe a nessuno di loro di acquistare e ammortizzare una licenza di Taxi in meno di 30anni.
Come fa un movimento come i 5stelle a difenderli senza prima averli convinti a fare il loro dovere di cittadini rimane un mistero; o forse non è un mistero ma solo una ricerca di voti?
Ma per ogni voto di una famiglia di un tassista quanti ne perde il M5S di persone di buonsenso che vedono questo comportamento?

Giacomo Piromalli, Roma Commentatore certificato 15.03.17 09:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Avrei da dire cose poco edificanti su questa "classe politica" ma lascio immaginare agli altri il peso del mio pensiero. Si arrabbiano pure quando si fa notare a questi quanto siano corrotti! L'idea che tra poco tempo potremo richiedere indietro il maltolto mi fa stare sulle spine! #NONVEDOLORA

sergio tomei, Roma Commentatore certificato 15.03.17 07:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Questa storia infinita. Sono oltre 30 anni che il Campidoglio non ha emanato bandi di concorso N.C.C. per cui i "titolati" li hanno fatti nei comuni italiani che venivano emanati. Le lobby tassisti vogliono impadronirsi del mercato. Sono lavori e clientele differenti, vanno regolamentati una volta per tutti entrambi. Gli abusivi sono da un lato e dall'altro. Una sanatoria definitiva e corretta. Leggetevi il libro di Luigi Zingales: "Salvare il capitalismo dai capitalismi". E' scritto chi sono i tassisti nel mondo.

Renato Pieroni 15.03.17 06:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Che pena...ogni giorno che passa e più mi rendo conto che si allontana sempre più la mia iniziale simpatia nei confronti della maggior parte dei 5 stelle. Invece di fare l'interesse dei CITTADINI, studiare come risolvere questa vergognosa guerra di lavoratori (taxisti) organizzati ed aggressivi contro altri lavoratori (NCC) che avendo un'altra tipologia di clienti e organizzazione del proprio lavoro, sono meno in grado di gridare o bloccare le città. Eccovi a difendere interessi privati a danno di CITTADINI. Taxisti non rispettano da tempo la Legge che li regolamenta e giorno per giorno invadono il lavoro che sarebbe degli NCC, e per far questo, prima hanno ottenuto che con un blitz notturno venisse inserito un emendamento, il famigerato 29/1 quater, che lo stesso Governo Berlusconi bloccò, perché si rese conto quale danno avrebbe recato, non solo ai lavoratori NCC, ma anche ai CITTADINI, che voi fate credere di voler difendere, al TURISMO.
Cosa vuol dire Luigi Di Maio quando afferma
"nel 2017 sarebbero dovute entrare in vigore le norme per garantire più legalità...." ?....
la seconda parte di quanto affermato dal Di Maio invece mi trova concorde "nella giungla dei trasporti con conducente" purché nella giungla ci metta sia taxisti che NCC:
infatti nessuna delle 2 categorie di LAVORATORI è in grado rispettare la normativa, già nata vecchia, della Legge 21/1992:
TAXISTI hanno ormai abbandonato da tempo il telefono posto nella PIAZZA mentre i servizi li prendono da anni tramite RADIOTAXI, prendono PRENOTAZIONI anche se non potrebbero, spariscono dalle città per seguire x intere giornate i turisti (anche se questo sarebbe lavoro specifico degli NCC) fanno il TAXI WEDDING (era il lavoro tipico dei NCC) e tutto questo senza IVA (almeno teoricamente fino a 50km distanza) e senza RICEVUTE FISCALI (chissà se Luigi di Maio si è accorto di questo vantaggio che hanno i taxisti rispetto a tutti gli altri CITTADINI sofferenti per IVA al 22% e scontrino fiscale)

Giovanni La Porta 14.03.17 23:21| 
 |
Rispondi al commento

E' comunistaaaaaaaaaa

Lo si vuole capire o no l'ideologia in voga da sempre presso l'élite di sinistra o no?

Eppure non è difficile: frega il tuo prossimo e quando l'hai fregato fregalo di nuovo che ci casca all'infinito, tant'è che Montanelli diceva - Il Comunismo ama talmente i poveri, che quando va al governo li raddoppia, in questepoca si sono superati fregando oltre i poveri anche la classe media, affondando la Nazione se li lasciamo governare.

E anche questa volta, ho detto tutto.

freeitaly 14.03.17 21:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gent. Sig. Di maio... lei sa che fu un emendamento nel milleproroghe del 2009 a stravolgere la legge del settore? Lei sa che da allora perfino il ministero ha dichiarato di non conoscere la legge in vigore... lei sa che su 100 sentenze non ce ne era una uguale? L'Emendamento attuale ha solo chiarito che emendamento infilato nel milleproroghe del 2009 non e' in vigore facendo chiarezza su quale legge rispettare. (Ora si puo discutere o meno se piace la legge ma almeno si sa quale applicare e rispettare....

Claudio carino 14.03.17 21:29| 
 |
Rispondi al commento

STARE DIETRO AL PD E A QUESTI GOVERNI, CHE GOVERNI NON LO SONO PER NIENTE, E' DA FARSI SCOPPIARE LA TESTA, D'ALTRA PARTE LASCIAR PERDERE NON E' POSSIBILE, PER CUI SIAMO DESTINATI A MORIRE DI FAME E DI CREPACUORE, IL GOVERNO CHE DOVREBBE ESSERE GARANTISTA PER I CITTADINI, DIVENTA UN GOVERNO MASCALZONE, PEGGIO DEI LADRI DI GALLINE, DICE UNA COSA PER CALMARTI E POI TI INCULA. TUTTI DOBBIAMO RICORDARCI QUANDO ANDREMO A VOTARE, A QUESTO PUNTO MI SORGE IL DUBBIO SE ANDREMO MAI A VOTARE, BOH!!! W IL M5S PRESTISSIMO AL GOVERNO.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 14.03.17 21:23| 
 |
Rispondi al commento

la storia continua .........

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 14.03.17 21:20| 
 |
Rispondi al commento

Questa volta non capisco. Racconto un aneddoto:
quando venne inventata la macchina da scrivere i "copisti" parigini, scrivani che copiavano le lettere e gli atti, vedendosi "rubare" il lavoro dalle imprese che usavano le macchine da scrivere, pensarono di dare a fuoco tutti i negozi di copisteria che le utilizzavano. Com'è andata a finire non c'è bisogno di dirlo! Tra un pò non ci sarà più bisogno di Taxi perchè dal proprio cellulare si potrà prenotare un'auto senza autista senza bisogno di fare la fila alla stazione e pagare direttamente con la propia carta di credito. Probabilmente non ci sarà neanche bisogno di guidare, perché sarà tutto AUTOMATICO. Che faranno i tassisti daranno fuoco a tutte queste auto?


Qualche malizioso potrebbe sospettare che Uber (elusore totale) paghi fior di mazzette per continuare ad avere autisti esentasse.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 14.03.17 21:11| 
 |
Rispondi al commento

I tassisti si sono fatti fregare? Succede sempre così quando uno si fida dei politici.

Qualcuno ricorda un politico che abbia mantenuto quello che aveva promesso?

giorgio peruffo Commentatore certificato 14.03.17 21:09| 
 |
Rispondi al commento

...tutto normale --che si aspettavano ?

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 14.03.17 20:43| 
 |
Rispondi al commento

Cara Di Maio
Difendere una categoria senza sapere di cosa si tratta solo perché vi hanno eletto è una cosa vergognosa, queste è una marchetta che dovete fare X ringraziare quelli che hanno votato la raggi.
Dite di combattere la vecchia politica ma fate la stessa cosa.
L'articolo che è stato sospeso xchè incostituzionale e demenziale ed è stato inserito la notte di nascosta nel 2008 nel mille proroghe da Gasparri e alemanno anche loro x "ringraziare" la lobby dei tassisti.
Imprese che pagavano 200000,00 Euro X acquistare le licenze(vietato dalla legge) e poi dichiarazione dei redditi da 15000,00 euro.
Ma fatemi il piacere se questo è il nuovo, corretto e onesto.....
L'Italia nn è della lobby dei tassisti.
Vergogna

Riccardo Mita 14.03.17 20:23| 
 |
Rispondi al commento

sfido chiunque dopo aver pagato una licenza per il taxi 100.000/150.000 euro essere contento dell'attuale concorrenza sleale di uber.
Tutti per la concorrenza è il libero mercato purché si faccia sulla pelle degli altri.

Paolo Graziosi, Roma Commentatore certificato 14.03.17 17:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

io sono genovese e votero' sicuramente alle comunali, ma se dovesse vincere una come la cassi. matis che non me ne voglia, pero' nel suo curriculum una laurea in scienze politiche nel 1986! questo mi da da pensare che gia' puntava o era predestinata ad una carriera politica!(stiamo attenti a chi poi candidiamo,non facciamoci fregare)

se comunque dovesse vincere ed essere il nostro candidato sindaco cassi. matis,spiacente ma sara' la prima volta che non votero' il movimento 5 stelle ed invito gli altri a fare altrettanto

IN FEDE UN CITTADINO ZEINESE

genova stellata, genova Commentatore certificato 14.03.17 17:17| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo troppi Italiani ,"CREDULONI",HANNO VOTATO questi soggetti politici. In primis per una vergognosa ignoranza ( non conoscenza dei fatti) un po, anche, perché mal influenzati. La mia delusione e rancore é piu per chi li ha votati. Vi basta sentire i commenti fra persone di una certa eta', esempio: mentre fate la fila all'ufficio postale. Sentirete commenti tra utenti , che vi faranno venire l'ulcera, per quanto sballati. Spero solo che gli Italiani consapevoli siano di piu' degli inconsapevoli in futuro.

Luciano Dentamaro, Bari Commentatore certificato 14.03.17 16:47| 
 |
Rispondi al commento

La mafietta dei tassisti meriterebbe una bella strigliata, che nessuno ha il coraggio di dare. Eppure i tassisti sono molto meno dei cittadini utenti che periodicamente pagano le loro prepotenze.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.03.17 16:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma questi non sanno fare altro, come fregare da 20 anni a questa parte il popolo italiano, mance e bricioline lasciate cadere dalle loro abbuffate milionarie, sono talmente tronfi egocentrici e alienati dalla loro fame di soldi e potere che hanno perso il senso della realtà.

Clesippo Geganio, LT Commentatore certificato 14.03.17 16:23| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori