Il Blog delle Stelle
Fermiamo la rotta del greggio

Fermiamo la rotta del greggio

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 16

di MoVimento 5 Stelle

Ogni giorno 170 camion pieni di greggio attraverseranno l’Italia dalla Basilicata verso Roma e verso Falconara per stoccare il petrolio estratto a Tempa Rossa da Total spa.
Ogni giorno un’invasione sulle strade. Ogni giorno l’ambiente a la nostra salute a rischio. Ogni giorno. Uno scenario inquietante che è stato programmato mentre gli italiani erano in vacanza, i progetti sono stati depositati in pieno agosto, cambiati e riconfermati a cavallo di ferragosto. Nel silenzio generale.

Tutto questo accadrà, se non ci opporremo tutti.

Sul sito del ministero dell’Ambiente c’è tutto il progetto, che comprende l’ampliamento della Raffineria di Roma per poter accogliere il greggio lucano. Un ampliamento per il quale addirittura si chiede l’esclusione dalla Valutazione di impatto ambientale.
Secondo la società non ci sono impatti ambientali.
Il sito naturalistico protetto più vicino è a soli 400 metri. Ma sostengono che è una distanza sufficiente alla sua salvaguardia.

Sì, ci sarà un via vai di camion, ma tanto a Malagrotta - dicono - con la chiusura della discarica, non ci sono altri traffici di tir.
Sbagliato: Malagrotta non funziona più come discarica ma continua a pretrattare i rifiuti. I camion ci sono eccome.
Si preleverà più acqua dolce dall’acquedotto romano, ma anche questo è un non problema, secondo gli illuminati imprenditori del petrolio. Dove è finito il ministro dell’Ambiente così preoccupato per l’emergenza siccità? Dove sono i ministri in prima fila a parlare di inquinamento ambientale, sostenibilità, ora che bisogna rigettare in toto un progetto che vuole far attraversare l’Italia da 170 tir al giorno?
Cosa accadrebbe se solo uno di essi avesse un problema, un incidente, un imprevisto? E le emissioni dei camion? Sono state valutate?

Il MoVimento 5 Stelle si opporrà in tutti i modi:
il Comune di Roma sta preparando le proprie osservazioni da presentare entro il 18 settembre, i parlamentari stanno scrivendo interrogazioni e predisponendo atti ispettivi, ma tutti i cittadini devono essere allertati: qualcuno sta giocando con la nostra salute, e lo fa come al solito di soppiatto, approfittando delle ferie, del sole, delle vacanze. Ma questa volta troverà di fronte un muro di cittadini informati.

I5S2017_460X230.png



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

6 Set 2017, 15:43 | Scrivi | Commenti (16) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 16


Tags: greggio, tempa rossa, total

Commenti

 

Buonasera
Bravi ragazzi scovata altra fogna sul nascere e allora.... IN TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV TV quella nostra pronta a dare notizie nude e crude con tanto di colpevoli e soluzioni.
Questo a noi manca informare il Popolo co i mezzi che più gradisce e riconosce .

sebastiano b., catania Commentatore certificato 07.09.17 21:05| 
 |
Rispondi al commento

Maledetti cialtroni di ministri di un governo mai eletto da nessuno, dobbiamo in tutti i modi bloccare questo ennesimo scempio ambientale. I presunti ministri galletti e del rio devono immediatamente venire in parlamento a spiegare questa ennesima porcata. Non dategli tregua.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 07.09.17 10:47| 
 |
Rispondi al commento

perchè abbiamo 1 ministro dell ambiente ?

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 20:55| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è che le FS hanno distrutto il trasporto su rotaia, quindi la merce pericolosa viaggia su strada aumentando i rischi e i pericoli per la gente. Dei 170 camion che attraversano l'italia potevano essere impiegati su treni cargo, 5 treni al giorno avremmo tolto 170 camion dalla strada. Ma il ministro dell'ambiente queste cose dovrebbe saperle con il suo compare di infrastruttura che hanno rovinato e mortificato il trasporto su rotaia incasinando le autostrade. Il facilone che dice meno male che lo hanno trovato pur rovinando il territorio, spero che la puzza della Lucania possa riversarsi sotto casa sua.

Pio Bovio, Milano Commentatore certificato 06.09.17 20:22| 
 |
Rispondi al commento

Non è solo un problema di Roma.
Da lucano vi chiedo di guardate anche alla fonte.
La terra lucana è sfruttata ed inquinata e la politica tutta è distante dai nostri problemi. In Basilicata ci siete?

Fabio Rossi 06.09.17 20:04| 
 |
Rispondi al commento

Antonella, è brutto ma evidente che la popolazione lì è compromessa, ma fra i vicini lucani c'è gente tosta: fate che la Basilicata occupi la Calabria e vedi che mettono a posto tutti!

Enrico Marcarlo 06.09.17 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Avete sempre questi toni castristo-landiniani.
Il problema non e', comunque, fermare queste rotte. Il problema e' identificare piu' corretti posti di stoccaggio. E, questo dovete fare. Invece di stracciarvi le vesti a protestare sbraitando qua e la', CERCATE un migliore posto di stoccaggio. Da qualche parte devono pur metterlo. E, ringraziare che l'hanno trovato e non hanno distrutto un territorio per niente.

bron shine 06.09.17 18:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

L'ambiente andrebbe tutelato a costo della vita, cominciando a buttare giù manufatti abusivi costruiti sui litorali in nome del turismo. A Crotone il soprintendente ai Beni Culturali di Cosenza ha querelato l'archeologa Margherita Corrado per aver denunciato lo scempio di Punta Scifo.La magistratura ha sequestrato un megavillaggio turistico nel parco archeologico dell'area marina protetta, dove è emerso che a curare gli interessi degli imprenditori c'era l'avvocato Grande Aracri,fratello di quel Nicolino, detto mano di gomma. E come se non bastasse il soprintendente Pagano ha chiuso tutti e due gli occhi, querelando l'archeologa. Eppure Pagano è stato rinviato a giudizio e nonostante tutto fa conferenze stampe con il sottosegretario Dorina Bianchi, invece di essere sospeso dal servizio. Questo rende l'idea di come l'ambiente sia un optional e a prevalere siano interessi speculativi a danno dei territori. Bisogna cominciare a redimere situazioni dal basso prima di sparare in alto altrimenti non si arriverá a capo di niente.

Antonella Policastrese 06.09.17 17:25| 
 |
Rispondi al commento

amici della Basilicata, se tenete alla vostra bellissima regione manifestate la vs opposizione e
noi, tutti, vi sosterremo..
il M5S non lascia indietro nessuno!

unodeitanti 06.09.17 16:42| 
 |
Rispondi al commento

La battaglia contro l'inquinamento da petrolio deve essere un cambio epocale ad iniziare dai nuovi rappresentanti politici. La terribile siccità che incombe non basta evidentemente a far capire agli attuali miseri e miopi governanti (e al popolo degli automobilisti ad ogni costo) che qui ne va di mezzo la sopravvivenza di tutti

Alessandro Panetti 06.09.17 16:06| 
 |
Rispondi al commento

Ne inventano una più del diavolo, quando finirà la tirannia del maledetto petrolio?

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 06.09.17 15:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

In Basilicata c'è gente tosta, amici di Matera e dintorni dite la vostra su quei camion

Enrico Marcarlo, Milano Commentatore certificato 06.09.17 15:33| 
 |
Rispondi al commento

urge BUTTARE GIU' IL GOVERNO E VOTARE per raddrizzare l'Italia messa a pecora da Renzi e Berlusconi!

Enrico Marcarlo 06.09.17 15:29| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori