Il Blog delle Stelle
#FakePoint: 9 bufale di Repubblica sui successi di Virginia Raggi a Roma

#FakePoint: 9 bufale di Repubblica sui successi di Virginia Raggi a Roma

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 44


In una rubrica video di Repubblica, dal titolo Checkpoint, si tenta di fare un fact-checking sui successi di Virginia Raggi. Peccato che questa verifica sia piena di bufale. Ecco il nostro Fakepoint, il primo di una lunga serie. Diffondete questo post: aiutateci a ristabilire la verità!

1) “La diminuzione della Tari era già prevista a partire dal 2015”: MEZZA BUFALA
Esisteva l’impegno di procedere a una progressiva riduzione della Tariffa sui rifiuti (Ta.Ri.), nella misura dell’1,5% l’anno, ma la conferma di tale impegno non era affatto scontata vista la situazione disastrosa in cui le precedenti amministrazioni hanno lasciato l’azienda. E va sottolineato che l’amministrazione Raggi ha innalzato il risparmio previsto in bolletta all’1,6%.

2) “I progetti finanziati con 18 mln del Bando Periferie sono ripresi dalle precedenti amministrazioni”: BUFALA
Considerando che sono stati presentati a fine agosto, a poco più di un mese dall’insediamento della nuova giunta, è chiaro che si è lavorato sui progetti con il più alto grado di avanzamento. Si tratta comunque di opere utili per la città e l’importante è saperle portare avanti: se così non fosse, andrebbero tralasciati anche altri interventi già avviati in passato come la Metro C o lo stadio della Roma. Portando alle estreme conseguenze questa bizzarra teoria, non dovremmo gioire neppure per l’aumento di visitatori del Colosseo, perché inaugurato dall’imperatore Tito! Inoltre, il Campidoglio viene accusato di non aver già avviato la riqualificazione delle periferie con quelle risorse, ma si tralascia di spiegare che l’esito del bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale solo a inizio anno e che quei fondi non sono stati ancora erogati dal Governo.

3) “430 MLN PER il Tpl sono il corrispettivo del contratto di servizio Atac”: BUFALA
Sono i fondi previsti nel piano triennale degli investimenti 2017-2019, incluso nel Bilancio di previsione appena approvato. Il costo del contratto di servizio Atac, che non c’entra nulla, è invece inserito tra le spese correnti, come dovrebbero sapere gli esperti di bilancio e di fact-checking.

4) “I 10 mln ai Municipi per la manutenzione stradale sono pochi e diminuiscono rispetto al passato”: BUFALA
Si fa grande confusione: 10 milioni è la cifra stanziata tra gli investimenti previsti dal bilancio di previsione 2017-2019 e destinata ai Municipi per la manutenzione della viabilità di loro competenza. Queste risorse si vanno ad aggiungere a tutte le altre già previste per la manutenzione della grande viabilità e di quella municipale, che fanno parte del “Piano buche” che verrà presentato a breve. Quindi non si spende di meno ma si investe di più rispetto al passato, con interventi strutturali e di qualità.

5) “La spesa per gli incarichi esterni assegnati dalla giunta Raggi si riferisce solo ai primi mesi di amministrazione e non tiene conto degli incarichi futuri”: BUFALA
Chi appare in video dovrebbe sapere che i contratti di collaborazione esterna prevedono un impegno di spesa per l’amministrazione che riguarda l’intero anno. Per essere ancora più precisi, l’amministrazione Raggi ha stipulato contratti per una spesa ANNUA pari a poco più di 3 milioni di euro. Molto meno rispetto a tutte le altre amministrazioni precedenti, che si voglia fare la media o meno: per esempio, Alemanno nel 2012 ha speso quasi 12 milioni di euro; Marino, nel 2014, ha speso 5 milioni e 600mila; e il commissario Tronca non è stato da meno con ben 5 milioni nel 2015. I collaboratori assunti dalla Giunta Raggi sono poco più di 40. Le Giunte Alemanno e Marino dal 2012 al 2015 hanno stipulato 311 contratti. Una cosa però è vera: nessuno può sapere quanti contratti verranno siglati nel corso del mandato, né chi vincerà lo scudetto o se finalmente a Pasquetta, quest’anno, ci sarà il sole.

6) “Il servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti, elettrici ed elettronici già esisteva e la giunta Raggi aveva dimenticato di rinnovare il bando”: MEZZA BUFALA
Non è vero: la gara non si era conclusa per l’inidoneità della documentazione presentata dai concorrenti. L’attuale amministrazione ha avuto il merito di riattivare il servizio nel più breve tempo possibile.

7) “La lotta all’abusivismo è un’attività di ordinaria amministrazione”: BUFALA
È vero, ma ai controlli ordinari sono stati affiancati maggiori verifiche che hanno riguardato aree a vocazione turistica e commerciale. Quindi l’incremento degli interventi sul territorio non può che essere salutato come un successo per questa amministrazione, che ha predisposto le linee guida del nuovo ‘piano sicurezza’ della Capitale intensificando il contrasto ai fenomeni dei parcheggiatori abusivi, della sosta selvaggia, delle doppie file e dell’abusivismo commerciale. Ricordiamo, tra le altre cose, che l’utilizzo degli agenti in borghese per la lotta ai parcheggiatori abusivi è una novità assoluta. Inoltre, l’amministrazione capitolina non si è assolutamente dimenticata di rinnovare il bando per il servizio carro attrezzi, come si dice erroneamente: dal 2015, anno in cui è stata annullata la gara d’appalto, il servizio viene svolto avvalendosi dell’elenco di ditte della Prefettura. Il Campidoglio sta lavorando per inserirlo all'interno di Atac e si sono avviate tutte le procedure per realizzare questo iter.

8) “I fondi per le scuole sono dedicati dal Governo nell’ambito del piano di attuazione della Buona Scuola”: BUFALA
La giunta Raggi ha aperto una linea di finanziamento con Cassa Depositi e Prestiti di oltre 47 milioni di euro, per la messa in sicurezza e l’adeguamento alla normativa anti-incendio degli edifici scolastici. Questa operazione, quindi, non ha nulla a che vedere con i fondi stanziati dal Governo nell’ambito della sedicente “Buona Scuola” di Renzi.

9) “Anche i bilanci delle precedenti amministrazioni sono stati presentati nei termini di legge e quindi non c’è alcuna novità rispetto al recente passato o alla giunta Marino”: BUFALA
È scontato che il Bilancio di un qualsiasi Comune vada approvato entro i termini di legge, altrimenti quello stesso Comune verrebbe commissariato dal Prefetto (e neppure Alemanno, di cui si sottolineano i ritardi, arrivò a tanto). La giunta Raggi ha semplicemente e orgogliosamente rivendicato di aver approvato il bilancio preventivo 2017-2019 con due mesi di anticipo sulla scadenza fissata dal Governo e prima delle altre grandi città italiane. Confermiamo che per la prima volta, almeno negli ultimi dieci anni, il Comune di Roma da via libera al bilancio di previsione così presto rispetto ai termini di legge. Nel recente passato l’approvazione in Consiglio è avvenuta non prima della fine di marzo (Bilancio di previsione 2015 con Marino sindaco).



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

10 Feb 2017, 11:29 | Scrivi | Commenti (44) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 44


Tags: bufale, fake news, movimento 5 stelle, repubblica, roma, successi virginia raggi, virginia raggi

Commenti

 

SONO DECISAMENTE CONTRARIO ALLA REALIZZAZIONE DEL NUOVO STADIO DI CALCIO, SOPRATUTTO SE CI SONO ELEVATI COSTI A CARICO DELLA COLLETTIVITA' PER LA SPECULAZIONE DEI SOLITI.
ROMA HA ALMENO DUE STADI FATISCENTI, INUTILIZZATI O SOTTOUTILIZZATI: LO STADIO FLAMINIO, IL TRE FONTANE, L'OLIMPICO; UTILIZZIAMO L'OLIMPICO PER IL RUGBY E L'ATLETICA, MA VENDIAMO GLI ALTRI.
POI C'E' L'AREA DELLA EX-FIERA DI ROMA ORAMAI ABBANDONATA AI ROM, E ANCHE QUELLA DELLA NUOVA FIERA CHE HA COSTI ESORBITANTI PER IL COMUNE, POI C’E’ IL QUARTIERE ABORTITO DELLA ROMANINA, DI CALTAGIRONE.
I SITI DOVE IMPIANTARE IL NUOVO STADIO DELLA ROMA, O DELLA LAZIO, SONO DIVERSI, INUTILE ANTROPIZZARE UN ULTERIORE PEZZO DELLA CAMPAGNA ROMANA, PER FARE ARRICCHIRE UN GRUPPO DI SPECULATORI SULLE SPALLE DEI CITTADINI.
Antonio

Antonio D., Roma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee 14.02.17 10:06| 
 |
Rispondi al commento

La ringrazio molto di ms. ANISSA per il vostro supporto e assistenza per l'avorio per salvare la mia azienda per me. Ancora una volta, grazie per questo prestito che ho fatto sabato mattina . Per coloro che vogliono ottenere aiuto qui è il contatto della signora ANISSA : developpement.aide@gmail.com

damarice santos Commentatore certificato 13.02.17 18:49| 
 |
Rispondi al commento

seppure normalmente anche a me fa schifo, non posso non notare il fatto che Libero è a mio parere il migliore, nel novero dei nostri famigerati quotidiani spargitori di merda giornalistica. Da chi avrei altrimenti potuto apprendere le vicende giudiziarie di Errani, i nomi dei famigerati pennivendoli della fu Etruria, i nomi dei più insolventi tra i famigerati debitori della fu Etruria (tra cui il secondo è Caltagirone), i precedenti Coccodé della Boldrini, eccetera, eccetera.
Per me è stato spiacevole notare l'utilizzo della Raggi (con vocina scema) di Libero come capro espiatorio (e liberatorio nei confronti di tanti fantomatici “bravi giornalisti”)

Gino Sighicelli, Pontremoli Commentatore certificato 12.02.17 17:04| 
 |
Rispondi al commento

Possiamo dire comunque che la SOMIGLIANZA della cifra di 430 milioni, sulla voce trasporto pubblico, con questi

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/16_ottobre_12/atac-giunta-approva-piano-rientro-debito-430-milioni-1614d5d0-909d-11e6-824f-a5f77719a1a0.shtml

è quantomeno una strana coincidenza. Anche perché la cifra è molto rilevante.

Fra l'altro, non tutta la stampa ha mal riportato le vostre intenzioni:

http://www.ansa.it/lazio/notizie/2017/01/30/roma-taglio-a-sprechi-e-430-milioni-per-trasporti_b4c9b3ce-3ebe-4ce2-bc72-0bda94a32c76.html

Comunque, per le prossime volte: se davvero si tratta di una cosa diversa usate un numero diverso. E occhio, perché se quello di stavolta è un bluff ci fate una figuraccia pazzesca.

Davide 8arbieri Commentatore certificato 12.02.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Non potrebbe fregarmene di meno della vita privata della Raggi, per il resto la magistratura ed il comitato etico, faranno il loro mestiere, ossia verificare la correttezza di tutte le delibere. Quello che però mi spaventa è la gestione di quella speculazione edilizia nota come nuovo stadio. Se l'accettazione di una simile porcata è dovuta a ricatti, minacce o infiltrazioni nel movimento ditelo! Se manca il coraggio di perseguire il programma ditelo! Solo staccandoci dal consueto tran-tran che la banda bassotti ha parificato alla normale vita dei cittadini, potremmo competere con successo al governo nazionale, invece di precipitare nelle trappole sfornate in continuazione dagli scarafaggi che difendono le loro tane. Poche storie la via è una sola e l'onestà ed il buonsenso devono guidare qualsiasi iniziativa del M5S, restando nel frattempo rigidi sul programma originario, eliminando le eventuali porcate, nonchè i nostri portavoce devianti dai sentieri originali. Chiedo ai garanti di non distruggere l'ultima speranza in questo paese, verificate molto bene il caso "stadio" e comunicateci le vostre conclusioni in chiaro!

Gavello Alessandro 11.02.17 23:43| 
 |
Rispondi al commento

Avanti a testa bassa con lo strumento del FAKEPOINT!

Alessandro 11.02.17 21:08| 
 |
Rispondi al commento

Al di là delle bufale o presunte tali dei giornali, il Movimento può
chiedere a Virginia Raggi di smentire ufficialmente il legame sentimentale
con la persona alla quale ha triplicato lo stipendio? Credo sia importante.
In caso contrario il sindaco è indifendibile. Quelli sono soldi pubblici e
un sindaco del Cinquestelle non può gestire le finanze di un Comune come se
fossero i soldi di una sua azienda.


Al di là delle bufale o presunte tali dei giornali, il Movimento può chiedere a Virginia Raggi di smentire ufficialmente il legame sentimentale con la persona alla quale ha triplicato lo stipendio? Credo sia importante. In caso contrario il sindaco è indifendibile. Quelli sono soldi pubblici e un sindaco del Cinquestelle non può gestire le finanze di un Comune come se fossero i soldi di una sua azienda.


http://www.repubblica.it/politica/2017/02/10/news/secondo_fact-point_sul_fakepoint_del_m5s-158031886/?ref=HREA-1

Faber P. Commentatore certificato 11.02.17 20:36| 
 |
Rispondi al commento

Alleanza Fatto Quotidiano.it e Il Tempo di Roma, del gruppo Angelucci, per mazzolare il movimento e la Raggi.
Stesso pseudo giornalista Vincenzo Bisbiglia scrive sulle due testate.

pietruccio mannino Commentatore certificato 11.02.17 20:01| 
 |
Rispondi al commento

Qualcuno sa se il giornalista Vincenzo Bisbiglia che sul Fatto Quotidiano online spara a zero contro la Raggi e i 5 Stelle è lo stesso che scrive sul Tempo di Roma del famigerato gruppo Angelucci e ancora prima di altri palazzinari?

pietruccio mannino Commentatore certificato 11.02.17 19:41| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottimo lavoro, adesso tutti in TV a sbugiardare in diretta TV il quotidiano che deve la sua "fama" a mani pulite.

Gianluca C., Rimini Commentatore certificato 11.02.17 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
Se io nella mia attività compio degli abusi, truffe e quant'altro di illecito mi rovinano e mi fanno chiudere... per i giornali e 'giornalai'? nesuun controllo? cosa fa l'ordine dei giornalisti oltre che salotto tra di loro? Mi conforta l'idea che il tutto sarà ancora per poco... Tutti i giornali hanno vita fino all'abolizione delle sovvenzioni.
Scrivete strafottenti vi finirà l'inchiostro per sempre...

sebastiano b., catania Commentatore certificato 11.02.17 13:11| 
 |
Rispondi al commento

Repubblica ha prontamente replicato puntoxpunto a questo post confermando quello che aveva scritto qualche giorno fa... e dando del bufalaro seriale a grillo
Se il m5s è convinto di dire la verità.... che quereli il quotidiano di largo Fochetti sarà un giudice a stabilire la verità
se Grillo non lo farà....... è facile trarne le conclusioni

ottavio e. Commentatore certificato 11.02.17 12:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Piena solidarietà a Virginia Raggi. Che profonda delusione constatare che il povero Feltri pare costretto a ricorrere a certi miserabili mezzucci per ingraziarsi i "potenti" di turno e cercare di invertire la pericolosa china negativa di"Libero".
A certe testate giornalistiche, alle quali vengono elargiti copiosi finanziamenti pubblici, l'augurio di una rapida estinzione per "suicidio editoriale". Mi pongo però una domanda: chi c'è dietro le nuove e frequenti "missioni" televisivo/giornalistiche dei due Vittori nazionali (Feltri e Sgarbi), tutti tesi a screditare il M5*. La risposta non dovrebbe essere difficile!

Gianni M., Cagliari Commentatore certificato 11.02.17 12:54| 
 |
Rispondi al commento

Credo fermamente che siate degli eroi e come tali dovete armarvi di pazienza e di forza per portare avanti l'impresa straordinaria che avete intrapreso. Avere tutti contro farebbe tremare le vene ai polsi a chiunque e talvolta é possibile che qualcuno di voi ceda e cada sotto i colpi del nemico. Perché di questo si tratta: di una guerra.
“Con ordine, affronta il disordine; con calma, l’irruenza. Questo significa avere il controllo del cuore.” (SUN TZU)

Marisa marchino 11.02.17 12:01| 
 |
Rispondi al commento

QUANDO VIRGINIA RAGGI FINIRA' DI TAPPARE TUTTE LE BUCHE DI ROMA I GIORNALI, IL GIORNO DOPO, SCRIVERANNO:

L'ANTISPORTIVA RAGGI HA CHIUSO PER SEMPRE IL GOLF !

Un'attività sportiva quotidiana che tutte le amministrazioni precedenti avevano sempre garantito ai romani.

Aldo B. 11.02.17 11:27| 
 |
Rispondi al commento

Metterei anche i nomi degli articolisti, diciamo cosi', imprecisi, qualora possibile.

Bruno Liberato, Chieti tu Commentatore certificato 11.02.17 09:42| 
 |
Rispondi al commento

Non si poteva essere più precisi evitando di dover fare queste precisazioni che sicuramente loro non riporteranno. Premesso che credo incurabile chi li legge, quindi inutile ogni sforzo, quando pubblicano queste bufale il danno è fatto, perché non rettificano mai.
Mafia Rosaria Giordano

Maria Rosaria Giordano 10.02.17 20:15| 
 |
Rispondi al commento

Mi pare che la legge sulla stampa obblighi chi pubblica notizie inesatte a pubblicare le rettifiche occorrenti e richieste, dando loro il medesimo risalto. Mi sbaglio?
E allora, chiediamo FORMALMENTE la rettifica nei modi previsti dalla normativa. E' molto importante togliere il vezzo di blaterare falsità. Tutto questo, ovviamente, prima della querela. Che potrà seguire, in caso di inadempienza. Facciamo cose concrete.

Gian Paolo Barsi, Serravalle Pistoiese Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau 10.02.17 19:46| 
 |
Rispondi al commento

OLTRE DEGRADO DELL'INFORMAZIONE...

La sciatteria e la mediocrità che a volte diventa disinformazione ma questa volta sono andati oltre.

Le macchine dei tanti media che operano in Italia, e degli stessi ingranaggi e i meccanismi di funzionamento di quel “sistema” che generano un effetto assai nocivo.

Un disonesto tentativo per colpire e danneggiare avversari politici, ma questa volta avrà l'effetto boomerang, perché italiani sono più intelligenti di questi miserabili mercenari con la penna, gettare il fango, bugie e falsità non sempre funziona.

Oggi si pone un problema di degrado dell’informazione che pericolosamente può toccare tutti. E molti sta già toccando.

E' in gioco la credibilità del giornalismo italiano...


bravi avanti così

fiorellabertolucci 10.02.17 15:39| 
 |
Rispondi al commento

Che spreco, con queste bufale non ci si può' fare neppure la mozzarella.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 10.02.17 15:30| 
 |
Rispondi al commento

Un giornale che pubblica continuamente bufale dovrebbe chiudere all'istante! Denunciate, denunciate e denunciate!!

Luca P. Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 10.02.17 14:43| 
 |
Rispondi al commento

Dopo le elezioni, con la fine dei contributi ai giornali, molte di queste testate giornalistiche chiuderanno i battenti. Dopodiché vedremo come sapranno darsi da fare nel mercato del lavoro questi "giornalisti"...

Jorge C. Commentatore certificato 10.02.17 14:37| 
 |
Rispondi al commento

Caro Beppe visto che l'articolo che ho appena letto parla di bufale dei giornali mi auguro che anche l'aumento fino a 1 milione di mc per costruire uno stadio, in barba al piano regolatore che ne prevede 300 mila, concesso dalla sindaca Raggi sia una bufala altrimenti tutto quello che è stato fatto in questi 5 anni va a farsi fottere per ottenere al massimo 10/15 mila voti dei tifosi della Roma, sarebbe proprio squallido.

giovannipaolo.valenghi 10.02.17 14:34| 
 |
Rispondi al commento

Leggevo su internet che questo giornale da cesso,buono anche per le lettiere dei gatti,s'è inventato una finta esecuzione di yenemiti per mano del presidente siriano Assad usando una foto del 2014. Un pò come le buche di Roma.
Cercate su complottisti mi pare,sono talmente stupidi questi cani al guinzaglio che fanno quasi pena :-)

Taipan X Commentatore certificato 10.02.17 14:27| 
 |
Rispondi al commento

Non so se qualcuno si accorge di quello che combina Franco Di Mare a rai uno la mattina. Ha avuto il coraggio di citare il movimento 5 stelle come esempio di fallimento di manipulite, utilizzando l'inchiesta sulle presunte firme false di Palermo.

Paolo Rullo Commentatore certificato 10.02.17 13:16| 
 |
Rispondi al commento

i media in generale hanno dichiarato guerra a un movimento con idee nuove e pulite, non erano più abituati a cose normali e concrete. Utilizzano ogni mezzo per screditare cittadini che non fanno parte della casta e non hanno le mani in pasta. I signori hanno dimenticato che quando si scatena una guerra non vince mai nessuno. Io preferisco usare il buonsenso.

Antonio C., Villasanta Commentatore certificato 10.02.17 12:58| 
 |
Rispondi al commento

Che sia proprio un giornale di cazzari come "la Repubblica" a giudicare cosa sia o non sia una bufala è oltre il ridicolo .

Prossimamente a cosa assisteremo ? "la Stampa" stabilirà quale debba essere la soglia di tolleranza sulle emissioni nocive dei motori ... ?

"il Giornale" e "Libero" terranno una rubrica su etica , morale e legalità ... ?

La "RAI" ci spiegherà cosa sia l'indipendenza dell'informazione dalla politica ... ?

A riveder le stelle .

Gianfranco .

Gianfranco 10.02.17 12:46| 
 |
Rispondi al commento

DEVONO APPROVARE LA LEGGE ELETTORALE ..PER CUI DUVONO BATTERE IL CHIODO ..PER POI SAPERSI REGOLARE ...TUUTO QUI

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.02.17 11:49| 
 |
Rispondi al commento

considerazioni più che corrette! Bravi ed avanti così

guido ligazzolo, merano Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 10.02.17 11:47| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori