Il Blog delle Stelle
Ecco il voto di PD e Forza Italia per favorire la speculazione bancaria

Ecco il voto di PD e Forza Italia per favorire la speculazione bancaria

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 113

di MoVimento 5 Stelle Europa

Ancora una volta, in Europa ma soprattutto in Italia, è passata in sordina la notizia scandalosa dell'approvazione nella scorsa plenaria di Strasburgo del pacchetto sulle cartolarizzazioni. Una notizia subissata dalle fandonie del Bomba che si è messo ad attaccare Bankitalia e Consob dopo che il suo Governo ha applicato il bail-in (approvato da Forza Italia e PD in modo scellerato nel passato). Parliamo di un insieme di due regolamenti che ha l'obiettivo di promuovere e rilanciare proprio lo strumento che è stato al centro della crisi finanziaria 2007/2008. Con un colpo di spugna, la cartolarizzazione da problema principale diventa paradossalmente una delle soluzioni per risollevare l'economia reale.

Sembrerebbe una follia senza senso, se in realtà non fosse parte di un progetto politico ben preciso volto a favorire la concentrazione e l'aggregazione bancaria, con banche universali sempre più grandi. Il tutto per mettere fuori dai giochi le banche commerciali radicate sul territorio, che assorbono parte dei profitti delle banche d'affari. Esattamente l'opposto di quello che avremmo dovuto fare dopo la crisi: smantellare le banche "too big to fail" e ridare valore alle banche che sostengono l'economia reale, arginando i rischi sistemici, attraverso la riforma più importante e urgente, la separazione bancaria, la cui proposta guarda caso è stata ufficialmente ritirata dalla Commissione europea.

In pratica, viene introdotta un'etichetta per le cartolarizzazione di "alta qualità", che rispondono a criteri di "semplicità, trasparenza e standardizzazione" (STS), in modo da ripulirne l'immagine e far sentire gli investitori più sicuri ad acquistare di questi titoli. Non solo, viene anche stabilito un trattamento prudenziale favorevole per queste cartolarizzazioni STS, che quindi beneficeranno di requisiti di capitale inferiori. Inutile ricordare che questo accade proprio quando i requisiti di capitale e l'attenzione quasi ossessiva della vigilanza sul rischio di credito si fanno sempre più stringenti e pressanti.

Ci dicono che il pacchetto STS servirà a risollevare l'economia e far ripartire il circuito del credito, perché creerà un canale alternativo alle banche per il finanziamento delle PMI e dell'economia reale. La verità è ben diversa: come prima cosa, queste cartolarizzazioni avranno ben poco di semplice, trasparente e standardizzato. Basti pensare che l'etichetta STS include nella definizione il tranching (impacchettamento di profili diversi di rischio) e i derivati, e non risolve il problema del conflitto di interesse tra le banche che creano cartolarizzazioni e gli investitori che le acquistano.

La definizione prevede infatti l'obbligo per le banche di mantenere solo il 5% delle cartolarizzazioni create, una quota di rischio troppo bassa, che in passato non ha impedito alle banche di inondare il mercato di titoli tossici. Noi avevamo insistito su una percentuale di almeno il 20%. L'etichetta STS crea quindi una falsa sicurezza dietro cui si nascondono complessità, opacità, catene di rischi sistemici, e le condizioni per una nuova crisi finanziaria.

Ma soprattutto, non ci sarà alcun beneficio per l'economia reale e l'occupazione, non aumenteranno i prestiti alle PMI perché le cartolarizzazioni rappresentano un meccanismo di finanziamento troppo costoso e complicato. Tra l'altro, lo denunciamo da anni, il problema delle PMI è soprattutto la mancanza di domanda e di prospettive di mercato, che va risolto con investimenti pubblici, oltre che con misure che sostengono un modello più sano di finanza.

Insomma, con il rilancio delle cartolarizzazioni, ad aumentare con certezza saranno solo i profitti delle grandi banche di investimento che emettono questi prodotti, il sistema bancario ombra (shadow banking) e i rischi sistemici alla stabilità finanziaria. E anche su questo provvedimento compaiono le tristi firme degli europarlamentari di centrodestra e centrosinistra, uniti nello svendere l'interesse del Paese che dovrebbero rappresentare e tutelare. Vergogna.



scopriprogramma.jpg

Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

13 Nov 2017, 17:29 | Scrivi | Commenti (113) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 113


Tags: bankitalia, consob, forza italia, m5s, pd

Commenti

 

Intanto il Cavaliere si intasca i 60 milioni di euro che dovrà restituirgli la ex moglie.

https://goo.gl/zMwwYu

Fabrizio Gareggia 17.11.17 12:37| 
 |
Rispondi al commento

Ma cara sinistra credi proprio che sia possibile andare avanti in questo modo? Credi davvero che la gente senta che il Pil (Prodotto interno lordo) sia aumentato del' 1.5%? Pensi anche che il lavoro sia aumentato di tutte le unità che state sbandierando? Ma credi davvero di aver fatto aumentare l' occupazione di cifre consistenti? Ma oltre a voi chi se ne è accorto? Ma voi vi riferite non a gente normale con una occupazione e un guadagno normale? Voi vi riferite a sfortunati che sono assunti nei supermercati a 400 euro al mese e al massimo per 4 o 6 mesi, per poi riessere sostituiti! quasi tutte le società si sono adattate a questo sistema di "prova" e poi ancora sostituzione che da origine ad altra prova...Creando effettivamente un guadagno perché la paga è più che dimezzata, i contributi non si sa e la liquidazione sarà assente. Fino a quando? L'unica cosa certa è che lo stipendio, per il nuovo lavoratore, è indegno e la soddisfazione è azzerata. Come pure il vantaggio economico è solo per le società che gestiscono la distribuzione e possono porre in essere stipendi da fame e considerevoli guadagni; ci potrà anche essere un aumento del Pil ed un aumento del lavoro, ma il tutto è semplicemente vergognoso per chi usa questi dati come una conquista sociale o come una uscita fuori dal tunnel, o abbia il coraggio di chiamare anche questo "lavoro". E' vero le Coop guadagnano moltissimo ora con questi costi umani e la possibilità di non pagare una lira di Iva sulle loro colossali vendite.
​Cosa semplicemente impossibile per i negozi che hanno dovuto chiudere a causa di questa privilegiata concorrenza perché dovevano, questi si pagare l'Iva trimestralmente o mensilmente. Tutti i supermercati e le Coop, intanto i loro scontrini non sono fiscali, i conti dell'Iva da pagare si fanno a fine anno è sono sempre in pareggio! Quindi nulla da pagare allo stato!​

marco grasso 15.11.17 22:30| 
 |
Rispondi al commento

c'e' anche da dire che se il periodo e' buono per comperare titoli e quant'altro, chi ci mette veramente i soldi guadagna solo un minimo.

ad esempio, dai dati del sole 24ore, i titoli assicurativi quest'anno sono saliti del 16% in media,. ma se hai investito su di loro, al massimo ti porti a casa il 3-4%. cioe' l grosso del malloppo lo guadagnano le banche e non chi ci mette i soldi e i rischi.

se va molto bene qualcosina arriva, se va male o si fa una patta perde solo l'investitore, non la banca che casomai ha proposto l'investimento. il banco (in questo caso la banca) comunque vince sempre. perche' anche se non c'e' crescita, o c'e' addirittura perdita, la commissione la fa comunque pagare. se invece c'e' crescita, oltre alla commissione il grosso del malloppo se lo tiene lei. in teoria dovrebbe essere che sia nei momenti buoni che in quelli cattivi si tiene solo le commissioni. invece no. o al limite una piccola percentuale. invece e' il contrario, la piccola percentuale va a chi ci mette i soldi (e rischia realmente).

con questo sistema sproporzionato alla lunga si perde, perche' l'annata negativa arriva sempre, e il guadagno fatto prima non riuscira' a coprire le perdite che si subiranno.

carlo 15.11.17 19:57| 
 |
Rispondi al commento

Arrestato La Gaipa, candidato pentastellato alle regionali siciliane.
Bilanci falsificati, firme falsificate, abusi d'ufficio, favori agli amici e agli amici degli amici, ecc....
Ormai site tutti uguali.
PD=5Stelle=ForzaItalia

Dina Due 14.11.17 19:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

STUPENDE MASCHERE......più le guardi e più ti viene da vomitare !!!!

terenzio eleuteri Commentatore certificato 14.11.17 16:16| 
 |
Rispondi al commento

Forza mafia di ziu silviu belluscone e PD (partito delinquenti ) un questi 20 anni hanno portato allo smantellamento economico sociale del quinto paese industrializzato del mondo ....l'italia , cosa ci dovremmo aspettare in futuro e nel presente da questi provetti salvatori del popolo italiano ?

Fabio Bagnoli 14.11.17 15:58| 
 |
Rispondi al commento

MI CHIEDO ANCORA E NON SMETTERO MAI DI FARLO, QUANDO IL CITTADINO, SI RENDERA' CONTO CHE QUESTO SISTEMA SI E' RADICATO NELLO STATO, PER CONTINUARE VOGLIONO AFFOGARE IL POPOLO ITALIANO E CHIUNQUE SI METTE DI TRAVERSO PER FERMARLI, COME IL MOVIMENTO 5 STELLE, QUEI POCHISSIMI GIORNALISTI LIBERI, MAGISTRATI E MILITARI ONESTI, CITTADINI CHE HANNO CAPITO E VOGLIOSI DI DARE UNA MANO PER SCONFIGGERE, QUESTO POTERE CHE TIRA DRITTO NEI PROPRI INTERESSI, FREGANDOSENE DEL POPOLO CHE MUORE DI FAME, CHE CI PROPINA IN OGNI OCCASIONE PRENDENDOCI PER IL CULO CON SLOGAN, L'ITALIA E' IN RIPRESA, MI CHIEDO QUANDO IL CITTADINO PRENDERA' COSCIENZA DI TUTTO QUESTO.

cosimo calabrese, chiaravalle Commentatore certificato 14.11.17 14:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

PURTROPPO IN QUESTO PERIODO DELL'ANNO CON QUESTO METEO IO STO MALE DI BRUTTO è GRAZIE AI "SIGNORI" ( DICENDO COSI SONO CARINO E GENTILE);
che ci amministrano alloro piacimento e decidono il destino di tanti come me, che hanno dato tutto loro stessi, alla Nazione per avere solo pesci in faccia alla fine; dopodiché con scuse varie di varia natura,per inventarsi le loro incapacità e i loro ammanchi dalle casse dello stato,per pagare i debiti, da loro stessi fatti,è che non pagheranno mai e per poi trascorrere una vita tranquilla e serena con i loro simili,a noi ci tengono in vita, per dare ancora le ultime energie, in modo in cui quando andremo in pensione, ci illuderemo solo di avercela fatta,mentre ci mancherà poco alla fine dal traguardo della vita.
ALLORO POSSO DIRE SOLO GRAZIE DI TUTTO NELLA SOLA SPERANZA,CHE.................................


L'ItaGlia è diventata come la Grecia !!
.... anche nel "Calcio " !!!
Aiutooo !!!

Un paese al fallimento non ha neanche più squadre di calcio vincenti:
dedicato a chi tifa per l’EUropa tedesca ...:

https://scenarieconomici.it/un-paese-al-fallimento-calcio/

Lino V. Commentatore certificato 14.11.17 13:15| 
 |
Rispondi al commento

RENZI:
VINCEREMO I MONDIALI IN RUSSIA.

SI ESATTAMENTE COME CREEREMO LAVORO CON IL JOBS ACT E TANTE ALTRE FREGNACCE PIDDINE

https://scenarieconomici.it/renzi-vinceremo-i-mondiali-in-russia-si-esattamene-come-creeremo-lavoro-con-il-jobs-act-e-tante-altre-fregnacce-piddine/


Esiste un Mondo parallelo de “SINISTRIA”
( gruppo europeo S.& D., PPE , ecc. , filo EUROpeisti : con più EUROpa
+ tasse
+ tagli al welfare ,
+ privatizzazioni
+ disoccupazione
+ tagli ai salari & pensioni ,
+ Grecia X Tutti !!!!
ecc. , ecc. )
, dove vivono i Renzi,
Prodi,
Fassino,
Bersani,
Pisapippa,
etc., etc. ,
Un mondo meraviglioso ,
bellissimo ,
dove l’Italia vince i mondiali di Russia nel 2018...... !!

Lino V. Commentatore certificato 14.11.17 13:05| 
 |
Rispondi al commento

Berlusconi ha sguazzato con le banche da sempre, è una tradizione di famiglia. Il padre lavorava nella banca gestita dai Gel li, Sin dona ecc., bisogna leggere la storia dei Berlusconi per capire. Apparteneva anche alla massoneria, pare quesito necessario per arrivare ai finanziamenti facili delle banche. Egli stesso, ultimamente ha affermato di essere stato lui a proporre Draghi alla Bce. Allora Dra ghi va chiamato in commissione e deve spiegare agli italiani la faccenda dell'acquisto della banca decotta. E' evidente che Ber lusconi ha smanettato bene lo Stato Italia, per i suoi affari. Gli italiani, offuscati dalle veline delle sue trasmissioni spazzatura, non hanno capito con chi si ha a che fare.

Veronica2 14.11.17 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Il contenuto dell' articolo costituisce di per sè un'ottima occasione per sottoporre ai
lettori un esempio reale delle conseguenze nefaste subite da chi ha investito i propri risparmi
in strumenti finanziari gestiti in modo infelice. Ai prodotti che avevo indicato in precedenza
va ad aggiungersi la lista che segue; l' emittente rimane sempre la stessa, BnP Paribas e
medesime rimangono purtroppo le valutazioni : del tutto negative.
Questa volta sotto la lente sono i Certificati Mini Long basati sull' indice Mib. Questi gli strumenti che sono ad oggi disallineati dall' indice e che hanno ampiamente sottoperformato lo stesso :

Certificato Ftsemib long NL0011955521, quota di allineamento 0,8eur quota reale 0,51
delta negativo 0,29eur Scadenza 18.12.20
Certificato Ftsemib long NL0011955513, quota di allineamento 0,8eur quota reale 0,56
delta negativo 0,24eur Scadenza 15.12.20
Certificato Ftsemib long NL0011955521, quota di allineamento 0,8eur quota reale 0,51
delta negativo 0,29eur Scadenza 18.12.20
Certificato Ftsemib long NL0011955513, quota di allineamento 0,8eur quota reale 0,57
delta negativo 0,23eur Scadenza 18.12.20
Certificato Ftsemib long NL0011955505, quota di allineamento 0,8eur quota reale 0,62
delta negativo 0,18eur Scadenza 15.12.20
Certificato Ftsemib long NL0011955497, quota di allineamento 1eur quota reale 0,67
delta negativo 0,33eur Scadenza 15.12.20
Certificato Ftsemib long NL0011955489, quota di allineamento 1eur quota reale 0,72
delta negativo 0,28eur Scadenza 15.12.20

E' mia convinzione che BnP Paribas vorrà rivedere la gestione di questi strumenti e migliorarla. Resta il fatto che, ad oggi, si sono rivelati un ben magro investimento.

[IMO]

Francesco C. Commentatore certificato 14.11.17 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Cosa mi dite dei PIR? (Piani individuali risparmio) introdotti con la legge di bilancio 2016. A me sembrano una specie di "cartolarizzazione" anche loro, ovvero far finanziare le PMI italiane dai risparmiatori ignari, che sottoscrivono i fondi proposti dalle banche senza conoscere i rischi insiti nell'investimento (azioni e obbligazioni emesse da piccole e medie imprese italiane, che fino a ieri si finanziavano con il prestito bancario). Cosa accadrà quando le stesse banche metteranno in quei fondi titoli di imprese a rischio defalult ma lo faranno perché spinti dalla politica? (MPS e c.ny docet). Si prepara una nuova truffa ai danni degli italiani e come Movimento sarebbe il caso di dire qualcosa.

Giuseppe Rai 14.11.17 09:44| 
 |
Rispondi al commento

Scusate,
non è possibile oscurare le due immagini , magari sostituitele con le iniziali.

Mi disturba aprire il blog e vedere coloro che se ne fregano degli Italiani.

Vincenzo A., Verona Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.11.17 09:38| 
 |
Rispondi al commento

ecco il primo arresto Sicilia, candidato M5s La Gaipa.E’ accusato di estorsione: “Ha costretto
dipendenti a firmare buste paga false” Ho sempre scritto e rimango convinto ogni siciliano che si da alla politica ha nel suo DNa il germe patologico del malaffare.. come minimo ha rogna--- povero M5s affidarsi ai siciliani porta alla rovina loro governano l'Italia .. ecco perchè siamo cosi mal ridotti


In questi anni gli italiani hanno dato fiducia alla peggior classe politica che la nostra democrazia abbia mai partorito, ne hanno raccolto i frutti disastrosi e, nonostante il ravvedimento dei tanti che sono fuggiti dai loro partiti, andiamo ad elezioni con una legge fatta apposta per riconfermare quella stessa classe politica fatta di clowns, di barzellettieri e contaballe. Il liberismo sforzista e il socialismo piduista hanno scoperto le carte e le hanno trovate identiche, un pari e patta per rimanere al potere e governare il nulla baciando i culi dei finanzieri, dei bancari e della Merkel. E il popolo? Scusate, ho bestemmiato!

Franco Mas 14.11.17 09:30| 
 |
Rispondi al commento

Quindi, se di fatto siamo una colonia, dove TUTTE le politiche, da quelle macro a quelle agricole sono esterodirette, dove le politiche nazionali hanno impatti insignificanti dello zero virgola, prendersela con i vari partiti (burattini) che si susseguono inutilmente serve a:
dar loro maggior importanza di quello che hanno;
stornare dal vero obbiettivo;
perpetuare lo status quo;
non avere strategia di cambi di rotta significativi

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 14.11.17 09:06| 
 |
Rispondi al commento

Ma la 7 è innamorata del PD ??? eppure l'Italia ha tanti problemi !! 14/11

terenzio eleuteri Commentatore certificato 14.11.17 08:38| 
 |
Rispondi al commento

BERLUSCONI e LA NAZIONALE DEL CALCIO
Udite! udite! udite! tragedia italiana. Tutti i cosiddetti giornali questa mattina gridano straziati dal dolore che l'Italia non va ai mondiali. Ma chi caaaxxxooo se ne frega! non va ai mondiali? meglio risparmiamo soldi pubblici cominciando a tagliare gli stipendi di tutti i capi e capetti della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Tutta la stampa si rammarica perchè i quotidiani esteri ironizzano su questa tragedia nazionale? ma questa è una enorme stron..ta perchè il bello deve venire. Se il Berlusca e tutta la sua congerie riformerà il governo bunga bunga allora si che tutta l'informazione mondiale ci prenderà per il cu..o per i prossimi 20 anni. E questo sarà grazie a quella parte di imbecilli del popolo italiano che ancora gli danno il voto.

giovanni ., Roma Commentatore certificato 14.11.17 08:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CesareSacchetti
Renzi:" Jobs act ha fatto oltre 900 mila posti di lavoro. Ora siamo disponibili ad una lotta ulteriore al precariato." L'85% dei nuovi occupati sono precari. La lotta al precariato con più precariato

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 08:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

leggere quello che ha scritto Wikipedia su Berlusconi : https://it.wikipedia.org/wiki/Silvio_Berlusconi

vincenzo matteucci 14.11.17 08:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Siamo il treno del Paese" (Babbeo).

https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSdiio_OSM5KTnjcFtFH-klBSLrtNdiVeC23CUzan8NLAR9LCWa

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 14.11.17 08:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

LA CURA CON LO STESSO VELENO CHE L’HA FATTA AMMALARE

E’ incredibile che a quasi dieci anni di distanza dalla crisi economica più lunga dai tempi del dopoguerra e per giunta ancora in atto si parli di cartolarizzazione del credito.
L’Europa ha forse dimenticato che è stata proprio la cartolarizzazione dei mutui a produrre la tempesta finanziaria che ha cancellato milioni di imprese,ha impoverito in maniera diffusa il ceto medio e ha sfornato milioni di emarginati economici ma evidentemente le banche vogliono tornare a fare i vecchi profitti di una volta.
La cartolarizzazione non è altro che una alchimia finanziaria per trasferire i crediti di imprese e privati al mercato con la “rassicurante” mediazione di banche ed intermediari finanziari che rischiano un ridicolo 5% a fronte di profitti ben più alti.
Evidentemente gli istituti finanziari sono assetati di profitto visto che gli interessi sui prestiti in questo periodo di doping da parte della BCE sono molto bassi.
Ecco allora il cavallo di troia per portare guadagni alla grandi banche che cominceranno a fare prestiti a destra e a manca,trasferendo i rischi al mercato finanziario e quindi al nulla.
Come è finita la vicenda delle banche che vendevano obbligazioni subordinate come se fossero biglietti della lotteria?
E come è finita,se è finita l’avventura di MPS?
Chi ha ricapitalizzato le banche americane,il mercato finanziario?
L’assicurazione delle banche come al solito sono i contribuenti,tutto il rischio va a noi.La differenza è che mentre banche ed intermediari finanziari guadagnano una barca di soldi i cittadini perdono tutto.
Proprio un bell’affare quello proposto dalla B&R.

bruno p., napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau 14.11.17 08:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

il loro fine è il nostro impoverimento e conseguente sostituzione del popolo prevedo la scellerata mossa di abbassare la soglia del bail-in da 100mila a 30 o 20mila con un semplice decreto notturno, grecia ! è la logica del cerchio chiuso o fine gioco.

mario d., orbetello Commentatore certificato 14.11.17 08:00| 
 |
Rispondi al commento

Raccolta di supercazzole renziane dell'ultima direzione PD
"Siamo il treno del paese"
"Abbiamo recuperato il gap" (ma forse intendeva il gip)
"Abbiamo rimesso in moto il Paese"
"Il futuro è una pagina bianca su cui scrivere"
"No abiure su quanto fatto" (eh?)
And the winner is:
"Abbiamo creato 980. 000 posti di lavoro"
Standing ovation.
Urla di approvazione.
Lancio di fumogeni.
Petardi. Molotov. Mine antiuomo.
Cavallette.
Sacrificio del primogenito maschio.
Crocifissione di un grillino in sala mensa.
Fulvio Maranzano

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 07:43| 
 |
Rispondi al commento

Annamaria
Fassino in Sicilia:“Il voto utile per le regionali? È quello per Musumeci".

Qualcuno parla di lapsus. Ma no, niente lapsus, Fassino dice semplicemente la verità.
In Sicilia il PD lavora alacremente per la destra, qualunque destra: quella di Berlusconi, quella di Salvini, quella di Meloni, quella di Musumeci, quella di Miccichè, quella di Cuffaro grande sponsor e ciliegina sulla torta di così variegata e onorata congrega; va bene tutto, purché spariscano i 5Stelle che minacciano di rovesciare la tavola imbandita.

Lo sanno tutti che pezzi consistenti di Pd stanno facendo campagna elettorale per Musumeci, che useranno a questo scopo il voto disgiunto e che dopo il voto sono già pronti a entrare in maggioranza con le destre e con l'onorata congrega che ha il marchio di Cuffaro.

Francamente non vedo un problema Berlusconi, che qui mi pare niente più che uno specchietto per le allodole.
Il Berlusconi di oggi, tirato a lucido e riverniciato, è solo un pezzo-e nemmeno il più importante- di un sistema di cui è sempre stato parte.
Ma il vero problema, il problema grave è IL SISTEMA che in Sicilia mostra apertamente la sua faccia ripugnante. Un SISTEMA di potere che ingloba tutto e nel quale si ritrovano tutti, identiche e indistinguibili facce di un potere che non vuol cedere, che non vuol mollare, che vuole solo perpetuarsi.
Non sono diversi, sono IDENTICI!
E' questo il vero pericolo che minaccia la Sicilia e con la Sicilia l'Italia.

Fuori solo i 5Stelle e un po' di residua sinistra (quella vera, non quella di Prodi-Bersani).Che forse farebbero bene a non guardarsi troppo in cagnesco, perché non è poco quello che hanno in comune.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 07:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C
scegliendo metodi nuovi e innovativi per selezionare dirigenti, programmi e candidati. Altrimenti sarà solo un accrocco di sigle e siglette, leader e leaderini già visti e rivisti. E il 6% di Fava in Sicilia, ora visto come una sconfitta, apparirà un trionfo.
Leggete a pag. 2 l’accorata intervista di Tomaso Montanari, animatore disinteressato (non si candida) del movimento nato al teatro Brancaccio, e dite se il metodo scelto da Mdp, Sinistra Italiana e Possibile non è l’ennesimo suicidio. Il manuale Cencelli delle “quote” per la spartizione feudale delle candidature (cioè dei prossimi parlamentari, che il Rosatellum vuole quasi tutti nominati dalle segreterie dei partiti). Un percorso che, anziché dal basso, parte dall’alto e lì si ferma. Come se bastasse aver trovato un leader spendibile, Piero Grasso, per chiudere la partita prim’ancora di giocarla. Come se la proposta avanzata da Montanari, Falcone, Arci & C. per una lista al 50% totalmente nuova, composta da candidati mai visti al governo o in Parlamento, fosse una bizzarria da teste calde movimentiste e non invece la precondizione per reinvogliare tanta gente a votare. Possibile che un uomo accorto come Grasso non comprenda che non può ridursi a foglia di fico, imbalsamatore, riciclatore, addetto al trucco e parrucco di un’Operazione Nostalgia e di una Sinistra Bonsai? Possibile che nessuno osi chiedere ai vecchi e nuovi dinosauri d’apparato uno sforzo di generosità per tenere a bada il proprio ego e mandare avanti i tanti giovani attivisti e amministratori locali capaci e perbene, aiutandoli a crescere? Di questo passo avremo una Sinistra con un discreto leader, un programma decente, una classe dirigente fin troppo collaudata e un impercettibile difettuccio: non ha voti.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 07:32| 
 |
Rispondi al commento

B
e poi tutti a spartirsi un piatto sempre più povero,ben felici della scomparsa dei voti di opinione che non controllano e della sopravvivenza dei voti comprati o scambiati che controllano
L’ha spiegato Zagrebelsky in una recente intervista a La Stampa:“A differenza di qualche anno fa,oggi vedo più impolitica che antipolitica L’impolitico è pronto a sopportare qualunque cosa L’antipolitico invece è disposto a mobilitarsi L’astensionismo non è solo quantità,ma anche qualità.Favorisce la corruzione di quel che resta della politica,poiché inaridisce il voto d’opinione,mentre gli scambisti di voti e favori non si astengono di certo”
Di qui il dubbio:“Il silenzio della classe politica è forse un segno di accondiscendenza? L’astensionismo cresce in generale,ma non quando ai cittadini viene data la possibilità di votare contro i partiti.Allora si scuotono.Nel referendum costituzionale come in quello per l’autonomia in Veneto.Si è votato su un quesito come ‘volete più autonomia?’.È come chiedere:‘Volete più soldi? Più salute?’Le analisi dei flussi segnalano un forte contributo dell’elettorato del M5S.Non è stato un voto per separar-si,ma per separar-li.Loro sono i partiti”.Se questa è l’Italia,chi vuole costruire qualcosa di nuovo e avere successo deve partire di lì.Alle prossime elezioni le uniche formazioni “nuove” potrebbero essere i 5Stelle e la Sx
I 5Stelle sono gli unici a non aver mai governato, anche se pagano le performance non proprio brillanti in alcuni comuni ereditati in macerie
La Sx è figlia di genitori ed esperienze che al governo ci sono stati eccome:decorosamente nel Prodi-1,indecorosamente nel Prodi-2 e nel quinquennio deprimente di Monti-Letta-Renzi-Gentiloni.Dunque dovrebbe compiere enormi sforzi per rinnovarsi e intercettare la voglia di cambiamento che sale dal Paese.Non solo per spirito civico,ma anche per bieco interesse:se vuole avvicinarsi al 10%, deve scongelare almeno un pezzo del grande iceberg del non-voto

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 07:31| 
 |
Rispondi al commento

A
GRASSO BONSAI-TRAVAGLIO
I casi sono 2:o siamo matti noi italiani o sono matti loro
Loro nel senso dei leader e leaderucoli della cosiddetta sx che,stando a quel che dicono, tentano di riunirsi in una sola lista con un solo leader per mobilitare gli astensionisti insoddisfatti dall’attuale offerta politica e pure i delusi dal renzismo
Se c’è un comun denominatore di tutte le elezioni dal 2013 a oggi è questo:gli italiani che vogliono cambiare davvero sono la maggioranza e si dividono fra quelli che non votano,quelli che votano 5Stelle,quelli che guardano nonostante tutto al Pd e quelli che scelgono la Meloni o in parte la Lega
Nel 2013,alle ultime Politiche,si buttarono soprattutto sul M5S e in piccola parte su Ingroia, De Magistris e Di Pietro(che però mancò il quorum e restò fuori dal Parlamento,anche perché il Pd non l’aveva voluto in coalizione)
Nel 2014,alle Europee,si divisero fra i 5Stelle, la Lista Tsipras,l’astensione e Renzi che pareva una novità.Ma già a novembre avevano scoperto il bluff,infatti restarono a casa alle Regionali in Emilia Romagna(37,7% di votanti) e in Calabria (43,8)
Alle Comunali del 2016 plebiscitarono le stellate Raggi e Appendino e,più di misura,il manager Sala Al referendum del 4 dicembre corsero alle urne (65% di votanti) per dire sì alla Costituzione e no a Renzi
Alle Comunali e alle Regionali siciliane del 2017, nuova astensione-record e vittorie di dx(salvo le esperienze civiche di Giordani a Padova,De Magistris a Napoli e Orlando a Palermo),per l’affanno del M5S e l’odore di muffa del Pd.Poi di nuovo buona affluenza ai referendum consultivi di ottobre sull’autonomia in Veneto(57,2% di votanti) e in Lombardia (38)
Ce n’è abbastanza per capire che la gente affamata di cambiamento afferra al volo tutte le occasioni utili,anche le più improbabili,per farlo sapere ai piani alti.Lì però la risposta è sempre la stessa:qualche finta lacrimuccia per la “crescente disaffezione verso la politica”

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 07:28| 
 |
Rispondi al commento

Nella riduzione a oggetto dell'essere umano non abbiamo solo il dominio perverso della banche e della multinazionali,ma dobbiamo metterci anche la prostituzione

Con amarezza leggo,e dette purtroppo, anche da donne,le solite idiozie sulle case chiuse.Ricordo che ove esistano bordelli di Stato, la vita media delle donne abusate è di 42 anni!!
Comunque, visto nell'onda di revanchismo di estrema dx risale a galla tutta la feccia fascista e anche la richiesta di bordelli di Stato, almeno, prima di dire boiate, informatevi!
Almeno sulla prostituzione non sparate sciocchezze fasciste e informatevi!
In Svezia, dal 1999, la legge non punisce chi si prostituisce ma chi paga per fare sesso. Gli effetti sono stati evidenti. Una risoluzione votata dal Parlamento Europeo a febbraio ha invitato i Paesi membri a seguire questo esempio.
In alcuni Stati europei il compiere prestazioni sessuali a pagamento è illegale, mentre in altri la prostituzione in sé è lecita, mentre sono punite varie forme di favoreggiamento (come l'agire come protettore, il prestare favoreggiamento, ogni attività che porti ad ottenere profitto dalla prostituzione, l'induzione, etc.) nel tentativo di rendere più difficile il prostituirsi.
In Svezia, Norvegia e Islanda si è recentemente affermato un nuovo modello legislativo nel quale viene punito il "cliente".lo sfruttamento, favoreggiamento, reclutamento o induzione sono illegali in gran parte d'Europa. La prostituzione minorile e la costrizione alla prostituzione ed attività similari: sono attività illegali in ogni parte d'Europa tranne che in Svizzera dove la sola prostituzione minorile (se praticata da soggetti maggiori di 16 anni) è invece permessa.
Il Modello proibizionista consiste nel vietare la prostituzione e nel punire la prostituta con pene pecuniarie o detentive. In taluni Paesi in cui è adottato questo modello, oltre alla prostituta viene punito anche il cliente. Questo modello è seguito dalla gran parte dei paesi dell'est europeo

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 07:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

85 super ricchi possiedono quanto ha metà della popolazione mondiale
Il rapporto di ricerca Working for The Few, diffuso da Oxfam,evidenzia come l’estrema disuguaglianza tra ricchi e poveri implichi un progressivo indebolimento dei processi democratici a opera dei ceti più abbienti,che piegano la politica ai loro interessi a spese della stragrande maggioranza
Una situazione che riguarda i paesi sviluppati, oltre quelli in via di sviluppo,dove l’opinione pubblica ha sempre più consapevolezza della concentrazione di potere e privilegi nelle mani di pochissimi.Ormai le leggi sono scritte e concepite per favorire i più ricchi
In Africa le grandi multinazionali,vd industria mineraria/estrattiva,sfruttano la propria influenza per evitare l’imposizione fiscale e le royalties,riducendo in tal modo la disponibilità di risorse che i governi potrebbero utilizzare per combattere la povertà;in India il numero di miliardari è aumentato di 10 volte negli ultimi 10 anni a seguito di politiche fiscali altamente regressive,mentre il paese è tra gli ultimi del mondo se si analizza l’accesso globale a un’alimentazione sana e nutriente.Negli USA,gli interessi della classe più benestante sono eccessivamente rappresentati dal governo rispetto a quelli della classe media:in altre parole,le esigenze dei più poveri non hanno impatto sulle scelte degli eletti
Viviamo in un mondo nel quale le élite che detengono il potere economico hanno ampie opportunità di influenzare i processi politici, rinforzando così un sistema nel quale la ricchezza e il potere sono sempre più concentrati nelle mani di pochi,mentre il resto dei cittadini si spartisce le briciole.(Ora,, dopo l'Africa e l'Asia,l'avidità del turbocapitalismo ha preso di mira l'Europa. Siamo noi il nuovo bottino. E lo siamo perché nella inconscietà dei popoli, ci affidiamo a governi che ci hanno già incaprettati e venduti ai signori del mondo.)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:49| 
 |
Rispondi al commento

MARIAPIA CAPORUSCIO
La pazzia del sistema capitalista è incurabile e solo mettendolo nella condizione di non nuocere, si possono evitare rischi per i cittadini. Nella loro follia, i governi asserviti ai banchieri e ai finanzieri, hanno iniziato poco alla volta a prendere a martellate i cittadini e vedere l’effetto che fa. Dopo aver capito che la reazione non era quella di staccargli dalle mani il martello e spaccare quelle loro di teste, ma gli ignari sopportavano tutto zitti e buoni anzi, continuando addirittura a sostenerli, hanno calcato sempre più la mano, rassicurati di non correre alcun rischio.
Quando si viene aggrediti, difendersi in tutti i modi non è un dovere ma un obbligo, questa non è violenza, ma legittima difesa, anzi si tratta di legge di natura e la natura non sbaglia mai! Ma se continueremo a lasciarli fare la nostra bella società tornerà all’età della pietra.
Continueremo a stare zitti e buoni anche se verranno nelle nostre case a compiere violenza fisica su di noi e sui nostri figli? Staremo zitti e buoni anche se uccideranno i vecchi per risparmiare le pensioni?
Siamo vivi o a nostra insaputa siamo stati trasformati in zombie?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:42| 
 |
Rispondi al commento

3
Infatti l’Italia ha sempre avuto un forte avanzo primario di Bilancio (Incassi meno spese), prima di pagare le mostruose cifre dovute (“ingiustamente” ) per gli interessi annuali sul debito pubblico!

(ed è per coprire queste spese, così ci dicono, che aumentano le tasse, tagliano lo stato sociale, allungano l'età della pensione, riducono i diritti democratici, abbattono i diritti civili...
quando basterebbe sottrarci alle schiavitù della Bce che arricchisce solo il sistema bancario impoverendo i popoli per salvarci tutti e vivere meglio. Ma, voi lo vedete, se qualcuno come il M5S attacca il sistema bancario lo attaccano tutti e se qualcuno in televisione come la Gabanelli nomina la Trilaterale, lo cacciano immediatamente.)

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:39| 
 |
Rispondi al commento

2
B)- Vendere proprietà pubbliche ai privati:
è un po’ quello che recentemente è successo alla Grecia.
A un certo punto, la Bce decide che un paese sovrano è troppo indebitato per poter accedere all’ennesimo prestito. Così, i banchieri sollecitano lo stato debitore a trovare i soldi per rientrare del debito, vendendo parti di patrimonio pubblico (come sta accadendo da noi).
Solitamente, queste operazioni “vengono acclamate dagli ignari cittadini “che non sanno quale grande “pacco” si sta consumando alle loro spalle.
Nel momento di massima difficoltà per la Grecia, fu addirittura prospettata la possibilità che il governo ellenico vendesse pezzi di territorio, tipo qualche isola delle Cicladi! Ciò significa che, a lungo andare, con l’aiuto di un” sistema legale creato ad arte”, le banche e le “corporation dei banchieri ” diventeranno proprietarie di tutto, compresi i nostri territori, il nostro lavoro e le nostre vite. Verrà il giorno in cui anche” i governi verranno privatizzati, o commissariati”.
In Italia ne abbiamo avuto un assaggio con l’avvento di Mario Monti, burocrate massone e uomo delle banche (ex Goldman Sacks), che ha fatto (con il suo Governo dei tecnocrati) l’ultimo danno all’Italia prima di andare via .

C)- Emettere moneta autonomamente:
questa strada, benché “risulti risolutiva definitivamente”, è assolutamente la più osteggiata e boicottata dai banchieri (che perderebbero il controllo totalitario del sistema economico e sociale), dai politici (i quali, o non si rendono conto del funzionamento del sistema, o “fanno finta di non capire rendendosi complici dei banchieri”, consolandosi con le briciole che cadono dalle loro ricche tavole) e degli economisti (formati nelle Università nelle quali le “società segrete dei banchieri ” hanno creato la giusta mentalità).
“Se l’Italia emettesse moneta autonomamente e se la BCE non fosse mai esistita, oggi il suo debito pubblico sarebbe pari a 0,00”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:35| 
 |
Rispondi al commento

1
Berluscameno
Sembra necessario ammettere che “siamo ignoranti” nel conoscere il “gioco delle tre carte” preferito dai banchieri nazionali ed internazionali.
Cerchiamo di spiegare il significato di “ Inestinguibilità del debito pubblico.”
Qual è il fine di tutto questo” meccanismo perverso”?
I governi nazionali hanno rinunciato, grazie alla compiacenza di politici corrotti dai banchieri, alla loro “sovranità monetaria”, consegnandola definitivamente nelle mani dei banchieri privati.
L’Italia, per es.,entro la fine del 2015, dovrà estinguere il suo debito con la BCE di 100€, più il 2% d’interesse, quindi dovrà pagare un totale di 102 miliardi di euro.
Domanda: se l’Italia non ha più la facoltà di emettere autonomamente la propria moneta, da dove prenderà i 2 miliardi in più che serviranno ad estinguere il debito?
Di fatto, si tratta di un “debito pubblico inestinguibile”, ossia di un sistema fondato sul debito. E’ un “debito sistematico”.
Questo meccanismo, in termini tecnici, si chiama “Moneta Debito”, mentre in termini sociali si chiama “Schiavitù Monetaria”, fenomeno che porta tutti noi, grazie ad un sistema legale creato ad hoc, a “diventare di proprietà dei banchieri”.
L’Italia per risolvere la questione ha davanti a sé tre possibilità:
A)- Chiedere un altro prestito: per l’esercizio del 2016,ossia l’Italia chiederà 100 miliardi per quadrare il bilancio in corso, più 2 per il debito del 2015.
In tutto chiederà 102 miliardi a cui aggiungere un ulteriore interesse di 2 miliardi. Totale: 104,04. Ora, il debito inestinguibile è aumentato di 4,04 miliardi.
Questa è la via normale sulla quale si avvitano gli stati occidentali, “incrementando esponenzialmente” il cosiddetto “debito pubblico”, un debito praticamente” eterno”.
Infatti, in questo “diabolico circolo vizioso”, per quanti “tagli si facciamo allo stato sociale o per quanto patrimonio pubblico venga venduto”, il debito pubblico è destinato ad” aumentare per sempre”.


SEGUE

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:34| 
 |
Rispondi al commento

Caterina 2011
Quello che tiene bassi gli stipendi di bulgari e tedeschi con mini jobs come le pensioni italiane, che costringe non solo i portoghesi, ma anche gli italiani e i greci ad emigrare, non sono stati gli odiati 10 milioni di Greci dissipatori, ma le stesse identiche politiche economiche che adesso “spezzano le reni alla Grecia” ma che da trent’anni, dati alla mano, stanno allargando continuamente la forbice fra ricchi e poveri ad ogni latitudine.
Chi continua a sostenere quelle politiche, o appartiene al lato della forbice privilegiato o spera di appartenervi presto, e se ne frega del resto o è lui l’idiota.
Quello che non si sottolinea abbastanza, nell’analisi di quanto il piano di Tsipras sia riuscito a strappare rispetto a quello bocciato dall’OCHI, è la micidiale debolezza negoziale in cui si è trovato: a capo di un popolo piccolissimo (neanche il 2% dei cittadini della UE), con una economia distrutta, un debito immane oggettivamente non pagabile, nessuna sponda politica di fatto negli altri 27 paesi, un micidiale endorsement contrario anche da parte di istituzioni che hanno tradito il dovere di essere imparziali aprendo invece la canna del gas (BCE che nega liquidità a banche appena certificate solvibili), tempi strettissimi e scadenze scadute…dalla sua parte solo la geopolitica, in teoria, perchè in pratica non so quanto sia pensabile che i Greci si mettano in casa basi militari anche russe e cinesi, oltre a quelle NATO.
In questa situazione, strappare una qualsiasi cosa, è un autentico miracolo negoziale e politico.
C’è una categoria di persone che, spontaneamente, empatizza con i più deboli ed è disposta a comprenderne ragioni e comunque bisogni. Un’altra categoria che, altrettanto istintivamente, si pone dalla parte del più forte, e non solo desidera, ma considera giusto infierire sui più deboli, considerando a priori che forza discenda da virtù e debolezza da colpa. Vae victis, appunto.
Magari psicologi e psicanalisti saprebbero spiegarci perché.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:33| 
 |
Rispondi al commento

UN UTILE INFILTRATO
ALESSANDRO GILIOLI
Mi vergogno di Renzi. Ma come? Abbiamo un premier sedicente “socialista europeo” che è anche leader del partito in assoluto più votato d’Europa nonché del partito più votato nella famiglia Pse, e non conta una mazza, non dice una mazza, non fa una mazza, si limita a un tweet a metafora calcistica due giorni prima del referendum per poi sparire di nuovo dai radar, non un’iniziativa politica, non un tentativo di cercare una soluzione, evaporate al sole tutte le parole “contro l’austerità” e “per un’Europa diversa” che pure avevano contribuito al suo 40 per cento di un anno fa? Proprio così, niente. Con alle spalle il partito più votato d’Europa. Il leader del centrosinistra, quello che sparisce di fronte ai dogmi della destra europea, è lo stesso che invece fa la voce grossa quando si tratta di fare politiche di destra in Italia, dal Jobs Act in giù. Insomma, fa baldanzose cose di destra in casa e obbedisce silente alle politiche di destra all’estero. Che sia totalmente di destra?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:31| 
 |
Rispondi al commento

LE CONTRADDIZIONI DELLA DESTRA EUROPEA

Kant diceva: ci sono due grandi misteri: il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me.
Io dico: ci sono due grandi misteri che non riesco assolutamente a spiegarmi:
-come ha fatto la destra europea (Salvini, Le Pen, Farage…) e mettersi ‘contro’ l’imposizione che in Europa è stata fatta del neoliberismo neocon USA, quando dovrebbero stare dalla stessa parte, avendo sempre predicato gli stessi principi?
-e come ha fatto la socialdemocrazia europea (Labour, Partito Socialdemocratico tedesco, PSE, Ps francese, Psoe, Pd… ) ad annacquarsi fino alla degenerazione attuale e a rinnegare tutti i valori e le ideologie di base per abbracciare incondizionatamente proprio l’ideologia a loro avversa?
Scopre Pavlov che se i cani sono stati abituati ad associare a un cerchio una bistecca e a una ellisse a una bastonata, a poi si cambia piano piano il cerchio e lo si avvicina a una ellisse, impazziscono perché non capiscono più cosa per loro è bene e a male. E a quel punto il loro asservimento è completo. Allo stesso modo le rane possono essere bollite alzando piano piano la fiamma e saranno pure grate a chi le sta bollendo. Ma questa è una infernale calamità.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:29| 
 |
Rispondi al commento

Il turbocapitalismo sta strozzando l'Europa per l'avidità di un pugno di magnati. L'Europa va sempre più a destra nel voto popolare ma era già di estrema destra nelle decisioni dei Governi.
Forse che questa ideologia di estrema destra esce dalla consapevolezza popolare? Forse erano neoliberisti quegli elettori che si sono trovati sul capo governi neoliberisti come quello di Monti o Letta o Renzi o Mattarella o Padoan? Forse li hanno voluti ed eletti loro? Forse si sono convertiti di colpo al neoliberismo tutti quei parlamentari che ‘senza se e senza ma’ hanno votato tutte le orrende leggi e riforme che hanno cancellato ogni traccia di democrazia italiana, asservendoci alle leggi di mercato, che poi si riassumono negli interessi di 200 ipercapitalisti occidentali che trattano il nostro Paese come una preda di guerra? Forse che gli Italiani o i Greci sono responsabili e dunque colpevoli di essere stati messi a forza in una Europa delle banche e dei poteri forti, che di democratico non aveva niente, che di solidale non aveva niente, ma era la cruda riproposizione del capitalismo estremo americano e della vittoria del danaro sulle masse, tenute in un conveniente stato di minorità psicologica, politica, informativa e infine di sopravvivenza?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:28| 
 |
Rispondi al commento

MA QUANTI PAESI SONO ENTRATI IN EUROPA CON I CONTI TRUCCATI?

E’ vero che la Grecia è entrata nell’euro coi conti truccati, ma è vero anche che l’Europa lo sapeva benissimo e non fece nessun controllo, tanto più che i conti erano stati truccati proprio dalla Goldman Sachs, la più grande banca d’affari americana. Come mai Francia, Italia e Germania parlano di conti truccati oggi, ma stettero ben zitte nel 2009? E come mai oggi viene a fare questi discorsi proprio l’Italia, quando anche Prodi falsificò i conti per portare l’Italia in Europa e ci introdusse a forza, perché (grazie anche alla Costituzione) non solo non ci fu nessun referendum per chiedere il nostro parere ma pure Prodi(ovvero il csx)si guardò bene dal darci le informazioni su quello che ci sarebbe successo L’allora cancelliere Helmut Kohl “era perfettamente informato della situazione di bilancio” italiana e consapevole che “l’Italia non aveva i conti in regola per entrare nell’euro”, ma per motivi politici non volle trarne le conseguenze”(Der Spiegel). “Kohl fu avvisato che l’Italia usava trucchi contabili per mostrare sulla carta che faceva progressi, mentre in realtà il suo debito cresceva.All’inizio del 1997 (Prodi),esponenti del ministero delle Finanze tedesco dissero a Kohl che a Roma “importanti misure strutturali di risparmio dei costi venivano quasi completamente omesse per considerazioni di consenso sociale”
Oggi Prodi dice che ci furono degli errori e che questa non era l’Europa a cui pensava, ma ci è difficile credere che uno che è stato docente di economia politica e ha fondato una società di studi economici ne sapesse quanto noi.Oggi c’è chi blatera che la colpa fu dei Greci,e allora la colpa fu anche degli Italiani?Come si può dare la colpa a un popolo ignorante e disinformato,quando le carte le dà chi comanda e spesso falsifica mediaticamente ogni realtà?
.
“L’euro non è solo una moneta.E’ un progetto politico volto a imporre l’ideologia neoliberista” Fusaro)

..e ancora si ripresentano??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La Deutsche Bank ha una esposizione ai derivati pari a 54,7 TRILIONI DI EURO. Pari a 20 volte il PIL tedesco e 5,7 volte il PIL della intera Europa. E poi la GRECIA che non paga 1,5 miliardi di euro deve fallire?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:22| 
 |
Rispondi al commento

CHE FINE HA FATTO LA SOCIALDEMOCRAZIA EUROPEA ?
Noi comprendiamo che questa Europa è ferocemente neoliberista, e che i diktat della Troika sono ferocemente di destra.
Ma come è stata possibile una resa così vile e meschina della sinistra europea? E’ una cosa che fa resuscitare per l’indignazione le moltitudini di uomini veri che sono morti per la democrazia e per la libertà?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:21| 
 |
Rispondi al commento

Domenico P
Questa Europa ha scritto regole a vantaggio di pochi e sulla pelle di moltissimi. Quanto alla democraticità di come sono stati eletti certi governi, lasciamo perdere. Se la Grecia ha truccato i conti e le istituzioni europee che dovevano verificare tali conti non l’hanno fatto, non è colpa di Tsipras e neppure dei bambini greci che non hanno farmaci per curarsi. In America i responsabili dello scandalo Enron sono andati in galera e ci stanno ancora. In Grecia e nel FMI e nei vertici UE, per il disastro delle finanze greche non mi risulta abbia pagato nessuno. Poi qualcuno può rallegrarsi di non fare la fila agli aeroporti (senza guardare l’esponenziale aumento delle file di disoccupati) della “libera ” Europa dello scambio di merci e danaro. Qualcun altro accontentarsi dell’idea che non esiste alternativa al meno peggio quale è questa Unione Europea. Le regole dell’UE stabiliscono che le Banche (private) comprano dalla Banca Centrale (privata/pubblica) quasi a zero interessi denaro. Con questo denaro acquistano titoli di stato, che gli Stati devono rimborsare a 3, 4 fino al 15 % di interessi. Qualcuno degli “europeisti” sa a chi giova questo sistema ?
(Vi rendete conto che se la Bce desse i soldi direttamente agli Stati, questi enormi debiti pubblici nemmeno ci sarebbero?)
.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:21| 
 |
Rispondi al commento

Cobra89
Davvero non si capisce come dei Paesi in difficoltà economica possano “salvarsi” aumentando l’IVA, cacciando i dipendenti pubblici, riducendo il potere d’acquisto dei cittadini, alzando sempre l’età pensionabile e aumentando di conseguenza la disoccupazione giovanile, aumentando le tasse sulle case bloccando il mercato immobiliare.
Con le “riforme” telecomandate da Bruxelles i dati economici vanno sempre peggiorando… e non solo in Grecia.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:20| 
 |
Rispondi al commento

Questi pessimi governi europei escono da popoli anch’essi cattivi e ben lontani dalla civiltà, dalla conoscenza e dalla responsabilità, popoli in cui una piccola parte si è resa complice del male per piccoli e meschini interessi di bottega e una grandissima parte è stata manipolata da media criminali che hanno aggravato l’ignoranza collettiva in un processo gravissimo di autodegenerazione.
Fra i popoli, purtroppo, non ci sono solo le cattive persone e i venduti al potere, ci sono anche gli ignari, i disinformati, gli inconsapevoli, e non sappiamo ormai cosa sia peggio, se la malvagità, la stupidità o l’ignoranza.
Dopo tutto è stato detto: “Signore, perdonali, perché non sanno quello che fanno”. Ma intanto che non sanno, fanno. E quello che fanno sta rovinando il mondo in un processo di autocannibalismo terrificante, in cui emergono solo le parti peggiori dell’uomo.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:20| 
 |
Rispondi al commento

“La Grecia è il più grande successo dell’euro“, lo ha detto Monti. Con Renzi, il secondo grande successo dell’euro sarà l’Italia.
Padoan dice che non c’è alcun rischio per l’Italia.
Disse esattamente le stesse cose prima della crisi finale dell’Argentina e della Grecia
Non dimentichiamoci che questo bell’arnese è stato direttore esecutivo per l’Italia del Fondo Monetario Internazionale dal 2001 al 2005 (con responsabilità su Grecia, Portogallo, San Marino, Albania e Timor Est), è stato nominato vice segretario generale dell’OCSE il 1º giugno 2007, divenendone capo economista il 1º dicembre 2009. Dal 24 febbraio 2014 è Ministro dell’economia e delle finanze del Governo di Renzi, non scelto da Renzi ma imposto a forza da quel Napolitano che ha sempre ubbidito ciecamente agli ordini del Fondo monetario e del sistema bancario e che ha firmato spudoratamente qualunque legge incostituzionale tesa a diminuire la democrazia e la sovranità del popolo italiano, i suoi diritti del lavoro, il suo stato sociale e i suoi diritti civili (e Mattarella non è da meno). A questa bella combutta di esecutori degli ordini della Troika il Pd ha dato sempre coscientemente e in modo acefalo e immorale il suo voto.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:19| 
 |
Rispondi al commento

I dittatori moderni per imporre la schiavitù usano il debito
Le banche sono il tramite per attuarla
Stiamo fallendo tutti perché i governi non ascoltano più la voce del popolo ma solo quella del capitale
Peri Cle
Successi dove è intervenuta la Troika:
1) decine di milioni di europei alla fame
2) impoverimento del tessuto industriale
3) svalutazione della ricchezza reale quali case, capannoni, attività economiche
4) aumento delle tasse
5) disoccupazione alle stelle
6) il tutto per salvare le banche.
Successi degli ultimi governi a guida Pd, con Monti Letta Renzi:
1) aumento folle del debito dello Stato, 300 miliardi in tre anni e mezzo
2) corruzione in ogni dove, in particolare a carico di esponenti PD
3) distruzione del welfare, sanità in particolare
4) corsie preferenziali per aiutare le banche, vedasi rivalutazione quote Bankitalia e Banca Etruria del padre della Boschi
5) fallimento totale sul controllo dell’immigrazione
6) servilismo filotedesco nelle politiche europee e di riflesso inutilità della Mogherini di cui si sono perse le tracce
7) il tutto, come disse Fabrizio Barca in quella famosa telefonata, perché Renzi è fuffa allo stato puro

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:19| 
 |
Rispondi al commento

IL TRADIMENTO DELLA SINISTRA EUROPEA
vv
La sinistra europea con i suoi succubi e cloni sta uccidendo la Grecia. E’ passata ormai armi e bagagli dalla parte dei padroni del capitale. Al suo confronto i voltagabbana parlamentari sono figurine da presepe. Stiamo assistendo al più grande tradimento storico delle ideologie della socialdemocrazia ormai pronta a immolare il popolo greco in nome di un coacervo di microscopici e meschini interessi, come se buttando a mare ogni ideologia di sinistra, si potesse salvare dalla catastrofe attaccata alle poltrone di piccoli poteri personali nel più grande inganno mediatico che si possa immaginare. Oggi assistiamo all’orrore che è proprio la cosiddetta sinistra che tradisce i lavoratori, i cittadini, la democrazia. Il filosofo Diego Fusari si chiede se è per stupidità o tradimento e risponde: “tradimento”. E’ un quadro tragico a cui i cloni aggiungono la loro stupidità. “Gramsci è stato ucciso una seconda volta, dopo il carcere fascista, dalle stesse forze politiche che hanno tradito il suo messaggio e disonorato la sua memoria.” La dittatura del capitale oggi vince per suicidio dell’avversario. Oggi le forze che attaccano il capitale difendendo i popoli sono rimaste quelle che chiedono il ripristino della sovranità valutaria, l’uscita dall’euro, il distacco dal Fm, la contestazione delle agenzie di rating, la lotta ai derivati e al turbo capitalismo, un’altra Europa.
Oggi la sinistra italiana sta distruggendo l'Italia. Si venduta armi e bagagli alla destra peggiore, quella più corrotta, inquinata, criminale e con Renzi è disposta pure a dare un appoggio pur di non perdere totalmente il potere. Il che vuol dire che ha perso ogni ragione di esistere.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 14.11.17 06:16| 
 |
Rispondi al commento

https://www.youtube.com/watch?v=Bxldjd6huJ8

FABIO B., bologna Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 14.11.17 05:50| 
 |
Rispondi al commento

@Patty scrive:

“…politica di sovranità monetaria indipendente e un programma di lavori pubblici che garantiva la piena occupazione…Dal 1935 in poi, la Germania iniziò a stampare una moneta libera dal debito e dagli interessi, ed è questo che spiega la sua travolgente ascesa dalla depressione alla condizione di potenza mondiale in soli 5 anni.”.

Fin qui posso applaudire alla strategia economica della Germania senza alcuna obiezione. E’ una riflessione e un’idea molto interessante e la ringrazio.

Scrive ancora: “I Nazisti...il Terzo Reich… la Germania finanziò il proprio governo e tutte le operazioni belliche, dal 1935 al 1945, senza aver bisogno di oro né debito, e fu necessaria l’unione di tutto il mondo capitalista e comunista per distruggere il potere della Germania sull’Europa e riportare l’Europa sotto il tallone dei banchieri”

Spero davvero di sbagliarmi ma il suo ragionamento, che parla così disinvoltamente dei nazisti, del terzo (e spero ultimo) reich e "il mondo capitalista e comunista che distrugge il potere della Germania sull’Europa e riporta l’Europa sotto il tallone dei banchieri", per chi ancora usa ragionare si presta ad alcuni equivoci e ad ovvie domande sacrosante.

La faccio breve perché ho un po’ di nausea:

1) Le leggi razziali contro gli ebrei erano giustificate anche per lei dal fatto che “gli ebrei” detenevano gran parte dell’economia mondiale? E mettiamo per assurdo che fosse così: Perché non prendersela sempre per assurdo con i banchieri invece di sterminare 6 milioni di ebrei?

2) O forse, meglio: per lei l’Olocausto è un’invenzione? Del mondo capitalista e comunista?

Spero di aver frainteso, anzi, ne sono sicuro ma sono temi molto delicati per tutti, specie per il MoVimento che, come sa, giustamente non esita un istante a cacciare fuori, ad esempio, un portavoce solo se mettesse in dubbio tali crimini immani perpetrati contro l’umanità i quali, se si vuole restare umani, è bene non dimenticare mai: come ad esempio l’Olocausto.

massimo m., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.11.17 02:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

https://youtu.be/GrC_yuzO-Ss 🎼
Bn

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 14.11.17 00:59| 
 |
Rispondi al commento

*****
Abbiamo sperimentato governi di destra, di sinistra, di centro, di centro destra, di centro sinistra e nessuno ha risolto minimamente i problemi endemici dell'italia forse perchè conviene mantenere questo sistema anzi indirizzarlo a proprio vantaggio. Spero che gli italiani mandino a governare chi non ha mai governato e che non farà alleanze, giustamente, con nessun partito. Credo che con questo ultimo governo si sia toccato il fondo.
*****

Pietro Z., Padova Commentatore certificato 14.11.17 00:34| 
 |
Rispondi al commento

La politica deve sapere guardare oltre , nel futuro ! Purtroppo oggi è solo una guerra tra bande per dividersi la torta , per avere una parte del territorio da sfruttare . Le varie crisi che si succedono negli ultimi tempi sono ampiamente volute dagli ingegneri della finanza , una nuova branca dell'economia moderna che tende al monopolio delle ricchezze nelle mani di pochi che hanno tanto a spese dei tanti che hanno poco o niente . Dove ci porterà questo modo assurdo della distribuzione della ricchezza se non inevitabilmente alla ribellione delle masse impoverite ? Ci aspettano tempi tragici , rivoluzioni e vittime a milioni , distruzioni e ecatombi che credevamo non più possibili ! Assisteremo a genocidi immensi , guerre sanguinose dove la violenza dei cattivi si ripeterà come in passato . Bambini e donne uccisi ferocemente , fosse comuni , sterminio di intere popolazioni in nome del dio denaro ! Tutto indica che andiamo verso questi orrendi scenari , si destabilizzano volutamente nazioni intere per poterle depredare di tutto e lasciarle a morire di fame e inedia ! Ma qualcuno si ribellerà e allora saranno dolori per tutti , anche per gli incoscienti che stanno volutamente provocando questi scenari perchè dimenticano che oggi molti possono avere e usare armi terribili che uccidono anche chi le usa .

vincenzodigiorgio 14.11.17 00:32| 
 |
Rispondi al commento

Harry Haller.. (sii clemente non parlo romanesco..🤗).. è na' traggedia vera.. m'è scesa na' Fontana de' Trevi da' gli occhi pe' Buffon.. stasera pe' dormi' nun me basterà manco a valeriana.. se devo pure commenta' er Piddi' e 'er prostata' ringalluzzito me pija un coccolone!! Fasse butta' fori da lì mondiali da sti armadi Ikea coi piedi de frassino.. è inconcepibile!
P.S. pe' parla' romanesco me sa' che me servono un paro de ripetizioni.. ve'?! O so'! 😊


..mentre se profila 'na vera Sciagura Nazzionale ('a esclusione da 'i Mondiali de calcio), me state a parla' de speculazzione e de speculatori????

Italia Svezia 0-1 (51' minuto)


(io, me guardo Report..)

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.11.17 22:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

4^ Parte

si era impadronito dell’intoccabile meccanismo della falsificazione e lo aveva messo a lavoro per il bene dello Stato. Se questa situazione fosse arrivata a infettare anche altri Stati, potete ben immaginare le implicazioni controrivoluzionarie” (Henry Makow, “Hitler Did Not Want War”, www.savethemales.com).

L’economista inglese Henry C.K.Liu ha scritto sull’incredibile trasformazione tedesca: “I nazisti arrivarono al potere in Germania nel 1933, in un momento in cui l’economia era al collasso totale, con rvinosi obblighi di risarcimento postbellico e zero prospettive per il credito e gli investimenti stranieri. Eppure, attraverso una politica di sovranità monetaria indipendente e un programma di lavori pubblici che garantiva la piena occupazione, il Terzo Reich riuscì a trasformare una Germania in bancarotta, privata perfino di colonie da poter sfruttare, nell’economia più forte d’Europa, in soli quattro anni, ancor prima che iniziassero le spese per gli armamenti“. In Billions for the Bankers, Debts for the People (Miliardi per le Banche, Debito per i Popoli, 1984), Sheldon Hemry commenta: “Dal 1935 in poi, la Germania iniziò a stampare una moneta libera dal debito e dagli interessi, ed è questo che spiega la sua travolgente ascesa dalla depressione alla condizione di potenza mondiale in soli 5 anni. La Germania finanziò il proprio governo e tutte le operazioni belliche, dal 1935 al 1945, senza aver bisogno di oro nè debito, e fu necessaria l’unione di tutto il mondo capitalista e comunista per distruggere il potere della Germania sull’Europa e riportare l’Europa sotto il tallone dei banchieri“.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.11.17 20:31| 
 |
Rispondi al commento

3^ Parte

Ci riuscì utilizzando il sistema del baratto: beni e servizi venivano scambiati direttamente con gli altri paesi, aggirando le banche internazionali. Questo sistema di scambio diretto avveniva senza creare debito nè deficit commerciale. L’esperimento economico della Germania lasciò alcuni durevoli monumenti al suo processo, come la famosa Autobahn, la prima rete del mondo di autostrate a larga estensione.

Di Hjalmar Schacht, che era all’epoca a capo della banca centrale tedesca, viene spesso citato un motto che riassume la versione tedesca del miracolo del “Greenback”. Un banchiere americano gli aveva detto: “Dottor Schacht, lei dovrebbe venire in America. Lì abbiamo un sacco di denaro ed è questo il vero modo di gestire un sistema bancario“. Schacht replicò: “Lei dovrebbe venire a Berlino. Lì non abbiamo denaro. E’ questo il vero modo di gestire un sistema bancario” (John Weitz, Hitler’s Banker Warner Books, 1999).

Benchè Hitler sia citato con infamia nei libri di storia, egli fu popolare presso il popolo tedesco. Stephen Zarlenga, in The Lost Science of Money, afferma che ciò era dovuto al fatto che egli salvò la Germania dalle teorie economiche inglesi. Le teorie secondo le quali il denaro deve essere scambiato sulla base delle riserve aurifere in possesso di un cartello di banche private piuttosto che stampato direttamente dal governo. Secondo il ricercatore canadeseHenry Makow, questo fu probabilmente il motivo principale per cui Hitler doveva essere fermato; egli era riuscito a scavalcare i banchieri internazionali e creare una propria moneta. Makow cita un interrogatorio del 1938 di C.G.Rakowsky, uno dei fondatori del bolscevismo sovietico e intimo di Trotzky, che finì sotto processo nell’URSS di Stalin. Secondo Rakowsky, “[Hitler] si era impadronito del privilegio di fabbricare il denaro, e non solo il denaro fisico, ma anche quello finanziario;

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.11.17 20:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

2^ Parte

La Germania non poteva far altro che soccombere alla schiavitù del debito e agli strozzini internazionali. O almeno così sembrava.

Hitler e i Nazional-Socialisti, che arrivarono al potere nel 1933, si opposero al cartello delle banche internazionali iniziando a stampare la propria moneta. In questo presero esempio da Abraham Lincoln, che aveva finanziato la Guerra Civile Americana con banconote stampate dallo Stato, che venivano chiamate “Greenbacks“. Hitler iniziò il suo programma di credito nazionale elaborando un piano di lavori pubblici. I progetti destinati a essere finanziati comprendevano le infrastrutture contro gli allagamenti, la ristrutturazione di edifici pubblici e case private e la costruzione di nuovi edifici, strade, ponti, canali e strutture portuali. Il costo di tutti questi progetti fu fissato a un miliardo di di unità della valuta nazionale. Un miliardo di biglietti di cambio non inflazionati, chiamati Certificati Lavorativi del Tesoro. Questa moneta stampata dal governo non aveva come riferimento l’oro, ma tutto ciò che possedeva un valore concreto. Essenzialmente si trattava di una ricevuta rilasciata in cambio del lavoro e delle opere che venivano consegnate al governo. Hitler diceva: “Per ogni marco che viene stampato, noi abbiamo richiesto l’equivalente di un marco di lavoro svolto o di beni prodotti“. I lavoratori spendevano poi i certificati in altri beni e servizi, creando lavoro per altre persone.

Nell’arco di due anni, il problema della disoccupazione era stato risolto e il Paese si era rimesso in piedi. Possedeva una valuta solida e stabile, niente debito, niente inflazione, in un momento in cui negli Stati Uniti e in altri Paesi occidentali erano ancora senza lavoro e vivevano di assistenza. La Germania riuscì anche a ripristinare i suoi commerci con l’estero, nonostante le banche estere negassero credito e dovesse fronteggiare un boicottaggio economico internazionale.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.11.17 20:28| 
 |
Rispondi al commento

Hellen Brown - 1^ Parte

“Non siamo stati così sciocchi da creare una valuta collegata all’oro, di cui non abbiamo disponibilità, ma per ogni marco stampato abbiamo richiesto l’equivalente di un marco in lavoro o in beni prodotti. Ci viene da ridere tutte le volte che i nostri finanzieri nazionali sostengono che il valore della valuta deve essere regolato dall’oro o da beni conservati nei forzieri della banca di stato“. (Adolf Hitler, citato in Hitler’s Monetary System, www.rense.com, che riprende C.C.Veith, Citadels of Chaos, Meador, 1949) Quello di Guernsey (politico del Minnesota, ndr), non fu dunque l’unico governo a risolvere i propri problemi infrastrutturali stampando da solo la propria moneta. Un modello assai più noto si può trovarlo nella Germania uscita dalla Prima Guerra Mondiale. Quando Hitler arrivò al potere, il Paese era completamente, disperatamente, in rovina.

Il Trattato di Versailles aveva imposto al popolo tedesco risarcimenti che lo avevano distrutto, con i quali si intendeva rimborsare i costi sostenuti nella partecipazione alla guerra per tutti i Paesi belligeranti. Costi che ammontavano al triplo del valore di tutte le proprietà esistenti nella Germania. La speculazione sul marco tedesco aveva provocato il suo crollo, affrettando l’evento di uno dei fenomeni d’inflazione più rovinosi della modernità. Al suo apice, una carriola piena di banconote, per l’equivalente di 100 miliardi di marchi, non bastava a comprare nemmeno un tozzo di pane. Le casse dello Stato erano vuote ed enormi quantità di case e di fattorie erano state sequestrate dalle banche e dagli speculatori. La gente viveva nelle baracche e moriva di fame. Nulla di simile era mai accaduto in precedenza: la totale distruzione di una moneta nazionale, che aveva spazzato via i risparmi della gente, le loro attività e l’economia in generale. A peggiorare le cose arrivò, alla fine del decennio, la depressione globale.

Patty Ghera, Firenze Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.11.17 20:27| 
 |
Rispondi al commento

zio e enipote.

Giovanni F. 13.11.17 20:25| 
 |
Rispondi al commento

Giacinto Auriti: "I politici sono i camerieri dei banchieri".
Aggiungo che i giornalisti sono i camerieri dei politici.
Il popolo non deve sapere.

Stefano 13.11.17 20:11| 
 |
Rispondi al commento

“Sembrerebbe una follia senza senso, se in realtà non fosse parte di un progetto politico ben preciso”

http://edoardolongo.blogspot.it/2014/02/rotschild-la-metafisica-del-dominio.html

«Pochi comprenderanno questo sistema, coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo, il pubblico forse non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi.»

Quando Rousseau consentirà “un programma deciso dagli iscritti”, metterò in votazione 2 punti programmatici:

1) Una Banca APPARTENENTE al popolo, in cui sia custodita la riserva aurea, circa 100 miliardi, appartenente al popolo, ovvero a circa 60 milioni di italiani, ciascuno azionista per una quota nominale di 1.250 euro, non cedibile. Una Banca il cui Dirigente – eletto come Portavoce della volontà popolare e soggetto a recall- , stampi moneta APPARTENENTE al popolo e la gestisca in base al programma economico finanziario deciso Direttamente, su un’idonea Piattaforma, dal popolo azionista.

2) Un ordinamento Statale Fedrelale e uno Europeo Confederale,
ordinamenti in cui il potere sia esercitato dal basso, dai cittadini di ciascuna Regione,
i quali -decidono Direttamente l’ammontare del gettito fiscale regionale e come reperire e investire tali risorse-, sia per gli interventi locali, sia per quelli extra locali, nazionali o sovra nazionali che li coinvolgono.

Zaza Cartolari 13.11.17 19:55| 
 |
Rispondi al commento

ot riandando un momentino a quei giornalisti si capisce solo che non ne potevano piu degli agguati delle iene e comunque hanno confermato tutto. Scoop solito sul nulla. "o noi o loro" lo hanno confermato.

fedele cancellieri 13.11.17 19:41| 
 |
Rispondi al commento

Nulla di nuovo, da due SCELLERATI, da due CAROGNE, da due VIGLIACCHI, da due BANDITI cosa ci si può aspettare ? Solo ed ESCLUSIVAMENTE PORCATE infinite giornaliere. Uno peggio dell'altro senza pietà e misericordia internarli nel catanga. E di sicuro danni da loro due non ne vedremo più poichè ne hanno fatte di cotte di crude e caso vuole che il popolo becero ha già dimenticato anzi al condannato lo ha già riabilitato per continuare a delinquere "UNITI SI DELINQUE MEGLIO E DI PIU'.

Emilio C., MILANO Commentatore certificato 13.11.17 19:40| 
 |
Rispondi al commento

I ladri tirano ai soldi..e poi all'argenteria!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 13.11.17 19:33| 
 |
Rispondi al commento

Quando accade una tragedia come il terremoto tra Iran e Iraq , se sei un uomo di stato, puoi scegliere tra poche opzioni verbali che esprimono vicinanza o comunque la statura del politico: tacere, dire cose appropriate o sparare frasi a cz, incurante della falsità o della caduta nel ridicolo, triste collocazione visto che si parla di vittime.

"Centinaia di vittime in Iran e Iraq. Italia vicina a chi soffre e pronta a offrire aiuti ai Paesi colpiti". Lo scrive il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni su Twitter.

Poteva solo tacere. Abbiamo i nostri terremotati senza casa e con un inverno alle porte , l' ennesimo , siamo in piena emergenza da anni , con paese distrutti e bloccati nella ricostruzione e questo " statista" va a fare il pavone su twitter. Gli "esperti"..

Fabio T., Vicenza Commentatore certificato 13.11.17 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT Massonico
Come mai cara Rosy non hai proceduto subito ed invece hai atteso l'esito delle elezioni siciliane e ti sei arrenata?

https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/13/massoneria-in-sicilia-e-calabria-200-iscritti-coinvolti-in-inchieste-di-mafia/3975194/

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 13.11.17 19:25| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

"Il processo di cartolarizzazione consiste in una specie di alchimia finanziaria che tramuta una attività finanziaria indivisa – per esempio, un credito – in una attività divisa e vendibile, cioè a dire in titoli ("carta"). Per esempio, supponiamo che la banca abbia fra le sue attività un certo numero di prestiti immobiliari; la banca può decidere di cartolarizzarli, cioè di emettere dei titoli che hanno come garanzia quei mutui. Questi titoli sono poi venduti a investitori privati o istituzionali, e così la banca rientra dei soldi prestati ai mutuatari: i fondi che la banca ottiene possono essere usati per espandere la propria attività.
I titoli cartolarizzati hanno, come le obbligazioni normali, una scadenza e un tasso di interesse, e il servizio del debito è legato ai rimborsi e ai pagamenti di interessi da parte degli originali mutuatari. La banca, oltre al vantaggio di mobilizzare quelle attività poco liquide, si viene a spogliare anche del rischio legato a quei mutui: il rischio è passato agli investitori." (da Il Sole 24 ore on line)
Mi chiedo: quale investitore, sano di mente, getta soldi in queste trovate?

Maria 13.11.17 19:14| 
 |
Rispondi al commento

Avete mai visto i documentari.....con il volto delle ARPIE ??????

terenzio eleuteri Commentatore certificato 13.11.17 18:47| 
 |
Rispondi al commento

Sembra quasi che ste leggi se le facciano i proprietari delle banche !

vincenzodigiorgio 13.11.17 18:38| 
 |
Rispondi al commento

Oramai siamo arrivati al fondo del barile... nuova rapina sull'economia reale!
Sta succedendo come per equitalia...bastaq cambiare il nome ed ecco la riforma...:il cetriolo ai risparmiatori.
LADRIIIIIIII...!

oreste .., sp Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee 13.11.17 18:30| 
 |
Rispondi al commento

incredibile aver perso la Sivilia . Non mi par logico bemmeno un po'. Ma vogliamo svegliarci. Di maio forza che manchi di fiato , Siamo Italiani e Risorgiremo.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 13.11.17 18:27| 
 |
Rispondi al commento

Il problema è la qualità dei bancari e l'ambiente nel quale operano far fallire una banca è praticamente impossibile se gestita correttamente un esempio è quello del credito al consumo dove prosperano diverse realtà anche se i finanziamenti sono effettuati in totale assenza di qualunque garanzia reale le casse di risparmio sono quasi tutte fallite perché erano diventate il bancomat del partito di maggioranza Se guardiamo a quello che è successo al Monte dei Paschi ci rendiamo conto che soltanto la violenza finanziaria può distruggere una banca

Vanni nastari 13.11.17 18:22| 
 |
Rispondi al commento

Non se ne po' più

Marina omiccioli 13.11.17 18:19| 
 |
Rispondi al commento

SONO amanti del popolo........è il popolo che non ama se stesso e li manda afffffffff.......lo !!

terenzio eleuteri Commentatore certificato 13.11.17 17:46| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori