Il Blog delle Stelle
Attenti al caffè che bevete. È pieno di pesticidi, ma nessuno controlla

Attenti al caffè che bevete. È pieno di pesticidi, ma nessuno controlla

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 29

di MoVimento 5 Stelle Europa

Il Brasile è il primo produttore mondiale di caffè. Nella maggior parte delle sue piantagioni vengono usati pesticidi pericolosi come il Terbufos vietati in Europa perché dannosi per la salute umana. Il Terbufos è un insetticida molto potente che uccide anche solo con un minimo contatto con la pelle.

Il porto di Trieste è la porta d'ingresso del caffè brasiliano in Europa. Tuttavia, i controlli sanitari condotti dall'Agenzia dell'Ambiente del Friuli, per conto del Ministero della Salute, non analizzano la presenza di questi due pericolosi pesticidi. Si fanno le analisi ma non per scovare questi due veleni. L'ipocrisia europea è evidente: all'interno dell'Unione si vieta l'utilizzo di pesticidi pericolosi per la salute, ma non si fa nulla per impedire che entrino prodotti alimentari contaminati dalle sostanze che vieta. Piernicola Pedicini ha presentato una interrogazione al Commissario alla Salute Andriukaitis. Per la Commissione europea sono gli Stati nazionali a dover stabilire quali pesticidi debbano essere sottoposti ad analisi nell'ambito dei rispettivi programmi nazionali di controllo. Ministro Lorenzin è arrivato il momento di agire! Se hai a cuore la salute dei cittadini fai qualcosa!

LEGGI l'interrogazione presentata da Piernicola Pedicini alla Commissione europea.

LEGGI la risposta della Commissione europea che fa chiarezza sulle responsabilità del governo italiano.

VIDEO. Fai girare questo video. fai informazione.



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

27 Mar 2017, 10:20 | Scrivi | Commenti (29) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa | Twitter Gallery

  • 29


Tags: brasile, caffè, m5s, pesticida

Commenti

 

serra, donno, crimi, cari miei cretinetti, parlamentari di merda, voi non mi rappresentate; voi non state rispettando il vostro mandato

cari miei cretinetti (serra, donno, crimi), parlamentari di merda, ve la metteremo nel culo; vi metteremo in grave imbarazzo

il mandato è soprattutto tradito per il seguente motivo

cari miei cretinetti, a proteggervi il culo in italia c'è un solo piccolo fatto: una legge referendaria con quorum del 50%

cari miei cretinetti, avete fatto l'errore di smentire il mandato talmente clamorosamente che un quorum del 50% non vi sarà sufficiente (a proteggervi il culo)

cari miei cretinetti, io so che in relazione all'immigrazione, seppure con un quorum pesante, l'italia è in tal caso come se svizzera fosse, poiché un 50% non sarà sufficiente a proteggervi il culo

l'elettorato vi smentirà, clamorosamente. Il vostro arbitrio verrà deriso e vanificato

cari miei cretinetti, sicuramente non verrete rieletti

cari miei cretinetti, siete la rovina di un movimento che seppe dare speranza

dicendosi democratico, mandò in parlamento gentaglia come voi: del solito tipo; del tipo che fa i soliti giochetti

ipocrisia di chi, dicendosi democratico, continua a ignorare la volontà del suo popolo
ipocrisia di chi pretende di essere lui a dover venire interpretato dal popolo (quasi che fossero preti)

cari cretinetti serra, donno, crimi. vi siete coperti d'infamia
cari cretinetti serra, donno, crimi, vi siete infilati in un mare di merda (e un cappio al collo)

Gino Sighicelli, Pontremoli Commentatore certificato 30.03.17 06:33| 
 |
Rispondi al commento

Grazie gentilmente entrare in contatto con questa donna, perché lei mi ha dato un prestito di 149.000 euro. Ecco il suo

indirizzo e-mail personale:...... beatriceballey@hotmail.com

dsdsds ghfrghfreza Commentatore certificato 29.03.17 16:38| 
 |
Rispondi al commento

Popolazione e circa. Passiamo per il vostro canale per lanciare una chiamata li ha. Non lasciate fuorviare più da parte dei suoi prestatori che pubblicano i loro avvisi. Secondo le verifiche, le persone che potevate contattare così realmente volete un prestito senza problemi sono:
- davilla.navarro@gmail.com
- andersen.oliver12@gmail.com
- developpement.aide@gmail.com
Ecco le persone capace di voi aiutate e riempirsi. Io dirvelo e ve lo ripeto. Si sono i veri prestatori ha che potevate fare fiducia ed avere ciò che chiedete. Grazie a voi e volete in parlate alla vostra conoscenza per ridurre insieme i prestatori falsi.

lauriane dupont Commentatore certificato 29.03.17 11:29| 
 |
Rispondi al commento

Ecco un'altra riprova di come è malato il nostro sistema: migliaia di giovani (e meno giovani) laureati in chimica a spasso e intanto le multinazionali ci sbarcano di tutto sfruttando l'esiguità dei controlli (e probabilmente delle sanzioni, che se fossero adeguate, ripagherebbero tutto il nuovo personale da impiegare): x divieto di sosta invece i controlli su di noi sono implacabili!

Mauro FERRANDO Commentatore certificato 29.03.17 00:11| 
 |
Rispondi al commento

Io non bevo caffè comunque "sono gli Stati nazionali a dover stabilire quali pesticidi debbano essere sottoposti ad analisi nell'ambito dei rispettivi programmi nazionali di controllo" quindi è colpa nostra (come nazione) se eventualmente accettiamo di bere veleni:
qualcuno ha fatto analisi sul caffè del supermercato per sapere se i due pesticidi sono presenti o no?
Senza analisi è solo allarmismo.

Che poi l'Europa vieti di tutto (anche veleni non velenosi) è un altro discorso che meriterebbe un serio approfondimento.

Alessandro P., Alano di Piave Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 28.03.17 18:34| 
 |
Rispondi al commento

Oltre al porto di Trieste c'è quello di Genova. Tuttavia il problema "caffè" non si limita al business dei "crudisti" o all'uso dei pesticidi "brasiliani". Grande problema, tutto italiano, è che l'attuale legislazione non vieta ai torrefattori di utilizzare succedanei (ceci, legno, orzo, etc.) nelle loro miscelazioni rigorosamente "top secret" ne li obbliga a specificare qualità ed origini dei caffè utilizzati in tali miscele. In parole povere, in Italia, patria dell'espresso sono almeno 40anni che si beve merda... con variegati sentori di caffè. ;-)

giovanni savaresi 28.03.17 11:01| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Lorenzin dovrebbe (è d'obblogo il condizionale) indagare sui pesticidi che, con molta probabilità, sono presenti nei prodotti d'importazione come il caffè. Il problema non si porrebbe se la stessa avesse i requisiti culturali per comprendere l'importanza di una ricerca scientifica del tipo considerato.

cesare de prosperis 28.03.17 08:31| 
 |
Rispondi al commento

non solo la Cocco

NON SOLO IL CAFFE'

RAGAZZI ALBERTO ANDREA 28.03.17 01:57| 
 |
Rispondi al commento

Dato che gli affari sono affari, che l’interessi economici sono sacri ed intoccabili. Se ci va bene, siamo rovinati. Se ci va meno bene, saremo rovinati e malati. Se non si cambia radicalmente l’etica del fare, in tutti settori, la pala cui ci stiamo scavando la fossa , sarà sempre più grande.

Talelbano

Gianfranco B. Commentatore certificato 27.03.17 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Tra pasta, carne, verdure, frutti, dolci e caffè, il Pranzo col (TTIP & CETA) è servito e per finire una bella sigaretta! Chi ci dice che non ci vendano già prodotti "OGM???" Tra pesticidi ed altre diavolerie, forse "ma neanche tanto, forse" giuocano a modificarci l'organismo???

sergio tomei, Roma Commentatore certificato 27.03.17 23:21| 
 |
Rispondi al commento

Chissà che non ci sia lo zampino di Mon.to o nov.tis!!!

sergio tomei, Roma Commentatore certificato 27.03.17 22:59| 
 |
Rispondi al commento

...carne ..poi caffè ..per non parlare della frutta ..l olio ..grano ...si importa di tutto con pochi controlli ....controlli serrati sui nostri prodotti ..giustamente ..ma non sull import ....nell interesse delle nostre eccellenze ....ovviamente ..

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.03.17 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Facciamo i nomi...
Quale devo lasciare sullo scaffale?

... Lavazza, kimbo, Pellini, della torrefazione?

Ditemi quale. Voi lo sapete.
Prendete esempio da Report. Non abbiate paura delle denunce.
Io voglio sapere quale caffè bere!

Stanisław 27.03.17 17:40| 
 
  • Currently 5/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Se gli organi preposti al controllo non controllano, noi che possiamo fare... Sì, qualcosa possiamo fare, votare 5Stelle.

Franco Mas 27.03.17 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

chi dovrebbe controllare? Semplice, chi amministra ... #noMaRivotateli

michele labriola, potenza Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau 27.03.17 15:47| 
 |
Rispondi al commento

Neanche un caffè' ci fanno più' bere. E che cavolo!

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 27.03.17 15:21| 
 |
Rispondi al commento

Bene a sapersi.

flavio guglielmetto mugion, Torino Commentatore certificato 27.03.17 15:01| 
 |
Rispondi al commento

NA’ TAZZULELLA E’ CAFE’

Alcuni studiosi accertarono che la caffeina demineralizza le ossa e se a questo si aggiungono i pesticidi brasiliani, il quadro è completo. AMEN. Il caffè di Napoli , senza pesticidi e con l’acqua del Serino, non faceva male, ma solo una tazzina (tazzulella) al giorno. Si aggiunga che il caffè fa male alla prostata. Doppio AMEN.

Giuseppe C. Budetta 27.03.17 12:33| 
 |
Rispondi al commento

Miracolo!! Non ci crederete, ma sono vivo! La mattina faccio colazione col caffè, che sapete pieno di veleni (il decaffeinato invece ha la trielina), con latte fatto ormai non si sa da che e pieno di ormoni ed antibiotici. A pranzo mangio pasta fatta con farina che è piena di glifosato quando va bene, con pomodoro sicuramente cinese avvelenato all'orientale e fatto sfruttando donne, bambini, omo e quant'altro, l'acqua che bevo trabocca di arsenico, vecchi merletti e metalli pesanti nonché idrocarburi (tanto il vino è pieno di metanolo), il formaggio e il salame del secondo sono pieni di colesterolo, nitriti cancerogeni etc etc, la verdura ecologica mi fornisce piombo, catrame e quant'altro, invece col tonno e lo scatolame mi riempiono di mercurio ed alluminio. Il tutto poi mangiato su piatti con coloranti tossici ed allergenici, in ambienti radioattivi verniciati con altri tossici......
Ho denunciato per tentato omicidio il mio vicino che mi ha invitato a cena. Ma mi chiedo,
IO COME VIVO?

Oronzo Barberio, Mesagne (Brindisi) Commentatore certificato 27.03.17 12:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Azz., manco nu poco e café se può pigglià cchiù.
Ebbene, visto che pare che il caffè maggiormente venduto sia brasiliano, rispetto agli asiati e agli africani, bisognerebbe conoscere la provenienza e visto ciò, conoscere quali veleni usano nel rispettivo paese.
Ekkekkatz.

Giovanni F. Commentatore certificato 27.03.17 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Grazie, ma purtroppo sono cose risapute da anni, e le banane del sudamerica? nelle piantagioni passano con aerei a cospargere insetticida anche sopra ai dipendenti al lavoro, e cosi su quasi tutta la frutta e verdura proveniente da paesi extra EU. Report fece un servizio schok, e persino le iene, documentando tutto, al mercato piu grande d'italia quello di Milano, hanno piu volte prelevato delle campionature e fatto analisi ricercando persticidi e contaminazioni varie che qui non vengono cercate con le inesistenti analisi di controllo. Sarebbe ora che almeno noi del 5 stelle stampiamo un casino per tutelare la nostra salute, tutti i prodotti di importazione sono contaminati da agenti proibiti in Europoa, frutta, olive, verdure, carni,conserve di pomodoro dichiarate Italiane, ma provenienti dalla Cina ecc ecc. Obblighiamo chi governa ad imporre controlli su tutti i prodotti venduti in Europoa altrimenti è ridicolo avere i parametri piu restrittivi al mondo per i nostri produttori, e consentire ogni abuso nei prodotti esteri.

Antonio.P 27.03.17 11:48| 
 |
Rispondi al commento

semplice non lo prendo più, non sono schiavo di nulla e di nessuno, tutto ciò che faccio lo faccio solo per piacere e non perchè costretto da chi o che cosa.. grazie a Voi, Orgoglioso del M5S

luca Tegoni, parma Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 27.03.17 11:31| 
 |
Rispondi al commento

Noooooooooo ! anche il caffè !?!?

Alessandro L. 27.03.17 10:47| 
 |
Rispondi al commento

nel frattempo non si riesce a sapere dai controlli degli altri stati europei quali caffè o altri alimenti evitare?

beppe grillo 27.03.17 10:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione



Inserisci il tuo commento

Il Blog di Beppe Grillo è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Beppe Grillo

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Blog conferiscono all'atto della loro iscrizione sono limitati all' indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere la notifica di pubblicazione di un post. La mail di segnalazione dell'avvenuta pubblicazione di un nuovo post sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità di consultazione e/o acquisto di materiali editoriali, fotografici e filmati realizzati dal MoVimento 5 Stelle, dalla Associazione Rousseau e non solo. Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione del proprio indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.
Per poter postare un commento invece, oltre all'email, à richiesto l'inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall'utente, l'indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l'invio delle news del sito. Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog; in particolare, non ne è prevista l'aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell'utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell'utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi, salvo quanto previsto di seguito, è, dunque, prevista. In ogni caso, l'utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. 196/2003. Per l'utilizzo dei cookies, si rinvia alla lettura della Cookie Policy. Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è l'Associazione Rousseau in persona del Presidente pro-tempore, con sede in Milano, Via G.Morone n. 6, 20121.




Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori