Il Blog delle Stelle
Tutto quello che c'è da sapere sulla manovra del popolo (e che non troverete sui giornali)

Tutto quello che c'è da sapere sulla manovra del popolo (e che non troverete sui giornali)

Author di Luigi Di Maio
Dona
  • 195

di Luigi Di Maio

Quella che ho in mano è la nota di aggiornamento al Def: in queste 123 pagine c’è quello che vogliamo fare nel 2019, 2020 e 2021 come Governo. Una programmazione a medio termine che ci consente di rilanciare questo Paese. Allora, che cos'è la nota di aggiornamento al Def? Se potete scaricatela: si scrive “Nadef 2018”, la potete scaricare cercandola su Google o sul sito della Camera (che ieri l'ha approvata) o del Senato o sul sito del Governo e potrete leggere tutto quello che vogliamo fare.

QUOTA 100/FORNERO/PARTITE IVA
La cosa più importante di questa nota di aggiornamento al Def è la “Quota 100” per superare la Fornero, il reddito di cittadinanza per 6 milioni di persone in difficoltà che avranno in occasione di ricevere finalmente una proposta di lavoro (e prima di essere formati), poi c'è la pensione di cittadinanza che significa basta pensionati in fila alle mense dei poveri, e poi ci sono i rimborsi ai risparmiatori truffati e la cosa ancor più importante le imprese, con l'ires che si abbassa fino al 15 % per chi investe e per chi assume, con la Flat Tax per le partite iva, cioè per chi guadagna fino a 65mila euro le tasse scendono fino al 15% (un'unica tassa). E poi c'è la sburocratizzazione e la semplificazione, di cui andrò a parlare con gli imprenditori ad Ivrea stasera e gli racconterò che cosa stiamo per fare.

START UP
Qui dentro, però, non ci sono solo queste proposte, perché a pagina 8, per esempio, sono tutte le misure che vogliamo realizzare nel 2018. Disegno di Legge recante misure a favore delle start up innovative, il fondo di venture capital per le start up innovative: significa (come in Francia) che ci mettiamo due miliardi e cominciamo ad aiutare quei ragazzi che hanno idee innovative in tutta Italia e poi però le devono portare all'estero perché qui nessuno gliele finanzia. Lo facciamo come Governo insieme ai privati e facciamo partire quei progetti: lo chiameremo “fondo non parto più” perché tanti ragazzi non dovranno più partire grazie a questo fondo. Disegno di legge recante misure a favore dei soggetti coinvolti nella crisi del sistema bancario, per i rimborsi dei truffati. Troverete i soldi nella Legge di Bilancio e poi in questa legge troverete come erogarli.

ENTI LOCALI
Poi c'è: introduzione del reddito di cittadinanza e riforma dei centri per l'impiego, misure per il dissesto ed equilibrio finanziario degli enti locali. Noi abbiamo tanti comuni che, anche per debiti (per esempio ci sono comuni che hanno avuto calamità naturali negli anni ’80, ’90, si portano quei debiti sul groppone e adesso stanno rischiando di fallire) non possono spendere soldi per fare asili, per mettere a posto le strade. È arrivato il momento di mettere mano agli enti locali: possiamo dire che il debito va pagato, però lo scorporiamo dal bilancio, ne facciamo una struttura commissariale e questo vale per i comuni del nord e del sud che sono in difficoltà e il comune un po’ alla volta ripaga quel debito alla struttura commissariale in modo tale che tutti quelli che sono i vincoli di bilancio legati alla spesa pubblica si possono un attimo allentare e i sindaci non hanno neanche più scuse di dire che non possono spendere i soldi.

ASSENTEISMO
Poi ci sono altre misure: interventi per la concretezza delle azioni nella pubblica amministrazione e la prevenzione all'assenteismo. Su questo ci sta lavorando il ministro Giulia Bongiorno con il sottosegretario Fantinati e stanno secondo me facendo un ottimo lavoro, perché il tema è molto semplice: i furbetti del cartellino si combattono con una semplicità enorme, basta utilizzare il sistema di impronte digitali e poi una volta che l'hai beccati li sbatti fuori, così la maggior parte delle persone oneste nella pubblica amministrazione la smettono di sentirsi sempre derisi per colpa di qualche furbetto che fa così.

GIOCO D’AZZARDO
C’è poi la delega del riordino del settore dei giochi, il gioco d'azzardo. Noi col Decreto Dignità abbiamo abolito la pubblicità, ma adesso bisogna togliere tutti i centri slot da vicino le scuole, da vicino i parchi pubblici, dalle zone dove ci sono i bambini, le famiglie. Meno ne facciamo di questi centri slot e meglio è: il 2018 sarà l'anno in cui queste cose le faremo sul gioco d'azzardo.

ABOLIZIONE 400 LEGGI
La riforma del codice del lavoro: io ve l'ho detto, dovevamo abolire 400 leggi, non l’ho dimenticata quella promessa. Iniziamo da 240 leggi e facciamo un unico codice che le contiene tutte, così che i lavoratori e gli imprenditori possano d'ora in poi consultare un codice e sapere che cosa dice la legge che riguarda i loro problemi.

INVESTIMENTI (REDDITO CITTADINANZA/QUOTA 100/SPAZZACORROTTI)
Ma non è tutto, perché oltre al reddito, oltre alla riforma Fornero, si parla di corruzione a pagina 67, con la legge Spazza Corrotti, quella che sta portando avanti il nostro Bonafede e che è importantissima perché anche un recupero economico. Questo è un Paese che perde decine di miliardi di euro l'anno per la corruzione: questi soldi ci consentiranno di fare nuovi investimenti. A pagina 71 si parla di investimenti: che cosa significa investimenti? Prima di tutto reddito di cittadinanza e la lotta alla legge Fornero sono un investimento. Noi col reddito di cittadinanza investiamo in capitale umano e con “Quota 100” mandiamo in pensione persone che ne avevano diritto e investiamo di nuovo in capitale umano, liberiamo posti di lavoro che i centri per l'impiego potranno riformare e reinserire lavorativamente. Quanto ci vorrà per fare questo? Il superamento della legge Fornero e la Quota 100 partono l'anno prossimo insieme ai nuovi centri per l'impiego, insieme al reddito di cittadinanza. Reinseriremo persone che oggi non solo non trovano lavoro, ma non hanno neanche le competenze per trovare lavoro, perché a volte non sono stati formati per quello che serve oggi.

ENTI LOCALI
Non dobbiamo dimenticare un'altra cosa: le amministrazioni locali. Dobbiamo ripensare sicuramente le procedure dei vincoli, ma c'è un altro tema: aiutare gli enti locali, gli enti territoriali. Sulla riforma dei centri per l'impiego non rinuncio alle competenze che hanno le regioni: sto cercando di lavorare con tutti gli assessori regionali e il futuro di questo Governo si gioca anche sull'attenzione che avremo per le città, per i comuni, per le regioni, perché facendo così noi trasmettiamo le politiche pubbliche nazionali a livello locale.

COMUNI
Sono veramente orgoglioso del fatto che qualche giorno fa abbiamo sbloccato 2 miliardi di euro per i comuni semplicemente eliminando degli assurdi vincoli di bilancio che non permettevano la spesa. Ora però quella norma vale per i comuni che hanno degli avanzi di bilancio e non potevano spendere (una delle tante assurdità italiane), ma ci sono anche tutta un'altra serie di comuni che non hanno avanzi di bilancio e per questo secondo me si deve aprire un dibattito nella legge di bilancio, si deve inserire questa norma per cui cominciamo a commissariare i debiti dei comuni e allo stesso tempo però è il comune che paga quel debito, non che lo distribuiamo su tutta la fiscalità generale.

MADE IN ITALY/BLOCKCHAIN
A pagina 85 trovate il Made in Italy, che va d'accordo con venture capital e promozione del start up, perché il Made in Italy si protegge con le tecnologie. La contraffazione del Made in Italy, oggi, ha bisogno di una cosa molto semplice, la blockchain. Già in Italia stanno iniziando le prime sperimentazioni: il primo prodotto commerciale tracciato in Italia con la blockchain è un pollo. Vai al supermercato, punti il QR Code e sai perfettamente da dove viene quel pollo ed è certificata dalla tecnologia blockchain, che è come se fosse un notaio che vi dà la certezza dell'autenticità, della provenienza e la tracciabilità di dove è stato allevato, dove è nato e dove poi è stato lavorato. Qui al Mise stiamo per creare un fondo per la blockchain per iniziare le sperimentazioni sul Made in Italy. Quindi il tema delle nuove tecnologie sta nella stessa pagina del Made in italy.

GREEN ECONOMY
Green economy a pagina 87, ovvero tutto il tema dell’economia circolare. Lo dico con profonda emozione perché per noi sono temi che rappresentavano una delle cinque stelle.

SCUOLA
Tutto il tema della scuola: voglio dirlo perché ci sono ragazzi che oggi stanno manifestando, so che ci saranno altre manifestazioni a novembre. Vediamoci! Le porte dei ministeri sono aperte, venite qui e parliamoci, anche nelle prossime settimane, e costruiamo insieme una nuova scuola. Abbiamo un'idea sulla scuola, sull'università, ma prima di tutto dobbiamo avere soldi e risorse per ristrutturare le scuole, rilanciare quelli che sono i programmi didattici, ma soprattutto dare un compenso nella media europea a tutti i docenti italiani. Per questa ragione ci tengo prima di tutto a dire che le manifestazioni si devono sempre fare, ma la cosa che voglio dirvi è che non è vero che tagliamo a scuola e università, questa è una cosa che sta girando da giorni su tutti i giornali e io non voglio che ci dividano i giornali, quindi vediamoci per un confronto anche insieme a tutti gli altri ministri competenti e parliamone. L'unica cosa che facciamo sulla scuola, oltre a tutte le politiche che si aggiungeranno nel corso del lavoro sulla Legge di Bilancio, è che siccome c'erano dei soldi che non si spendevano per l'alternanza scuola-lavoro (le abbiamo viste le foto dell'alternanza scuola-lavoro della Buona Scuola), abbiamo scongiurato l'abbassamento degli stipendi agli insegnanti, che era una cosa che aveva previsto il precedente Governo. E c'è tanto altro da fare anche sull'università, sui baroni universitari, non ce lo dimentichiamo.

DIFESA
E poi ci sono tutte le questioni legate ai cambiamenti climatici e le spese militari. Nella nota di aggiornamento al Def c'è un punto che era nel contratto di Governo e io sono veramente contento di potervi dire che finanzieremo molte delle cose che ho detto anche tagliando un po’ della spesa militare inutile, perché noi ci dobbiamo difendere, abbiamo le tecnologie per creare una nostra struttura di difesa sempre più forte, ma non possiamo dire che tutti i soldi che si spendono sono tutti necessari e infatti ringrazio la ministra Trenta per il lavoro che ha fatto in questi giorni e per aver trovato oltre mezzo miliardo da tagliare alla spesa militare, ed è solo l'inizio.

BANCA INVESTIMENTI/TARANTO
Sono state poi aggiunte altre due cose alla nota di aggiornamento al Def, che sono due cose importantissime per noi come Movimento 5 Stelle: la banca pubblica degli investimenti (banca per gli investimenti che prevede il coinvolgimento di Banca d'Italia e Cassa Depositi e Prestiti al fine di gestire ed erogare direttamente incentivi e finanziamenti all'economia reale) e poi la riconversione economica di Taranto. C'è una proposta che verrà portata avanti nei prossimi mesi che riguarda Taranto: io l'ho promesso ai cittadini, che hanno il diritto di tornare a respirare, l'economia di quella città deve rilanciarsi e non l'ho dimenticato.

DECRETO EMERGENZE
Oltre a questo ci sono altri due decreti che si stanno discutendo in Parlamento: il Decreto Emergenze, il cosiddetto Decreto Genova (ma non c'è solo Genova), in cui ci sono i terremotati di Ischia, che finalmente hanno avuto un decreto dopo un anno e mezzo senza che nessuno li avesse considerati. C'è la norma sulla Bekaert, l'azienda che se n’è andata in Romania e ha lasciato 300 famiglie in mezzo alla strada: abbiamo fatto la reintroduzione della cassa integrazione per cessazione (che la sinistra aveva tagliato) e adesso hanno un anno di tempo, in modo tale che noi possiamo trovare un altro proprietario ma loro non finiscono in mezzo ad una strada. Ci sono le norme per il terremoto del centro Italia e tutto quello che poi abbiamo aggiunto durante la discussione, e nel Decreto Emergenza c'è una novità che riguarda gli sfollati di Genova. Sono quelli più colpiti dal crollo del ponte Morandi, avevano le case al di sotto del ponte, e questo ovviamente ha reso inagibili le loro case. Pensate che queste persone, per chi non conoscesse a fondo la situazione, non ci possono ancora rientrare neanche a prendere i propri oggetti personali. Queste persone, come promesso, entro l'anno avranno diritto a un risarcimento per comprarsi una nuova casa: è inutile che le rimandiamo nelle sistemazioni provvisorie. Inoltre le aziende della “zona rossa” hanno diritto alla cassa integrazione perché questo non è un semplice ponte, era una cerniera di una regione: quindi cassa integrazione per le aziende della zona rossa e risarcimenti alle famiglie, in tutto oltre 70 milioni di euro che permetteranno alle famiglie di comprare una nuova casa.

DECRETO SICUREZZA
Poi c'è anche un'altra questione che riguarda il Decreto Sicurezza: abbiamo sempre detto che per combattere il business dell'immigrazione si doveva chiedere conto dei soldi che si spendevano. Ebbene, nel Decreto Sicurezza entrerà un emendamento del Movimento 5 Stelle che dice che d'ora in poi cooperative, alberghi e società di palazzinari dovranno rendicontare fino all'ultimo centesimo i soldi che prendono. Un po’ alla volta capiremo dove vanno a finire tutti i soldi della gestione dell'immigrazione.

TARGHE AUTO
Poi c'è anche un'altra norma che stiamo inserendo in un altro emendamento: l'abuso di targhe straniere nelle zone d'Italia dove ci sono particolari costi per le polizze assicurative. C'è qualcuno che paga una polizza diversa. Presto metteremo mano anche a questo, perché dobbiamo abbassare le tariffe in alcune zone perché come sempre c’è l’onesto e c'è sempre il furbo, cioè quello che utilizza le targhe straniere per pagare di meno.

ENERGIA
C'è anche un'altra bella notizia: il gestore servizi energetici ha un nuovo amministratore delegato. Voi dovete pensare che il GSE non vi dice nulla, ma gestisce oltre 10 miliardi di euro di incentivi per l'energia. Che cosa significa? Che come sposti quegli incentivi aiuti le aziende ad abbassare i costi energetici, aiuti le famiglie a pagare meno le bollette elettriche, ma soprattutto stimoli dei processi virtuosi. Il professor Moneta è il nuovo amministratore delegato del Gestore Servizi Energetici, una persona che ha dedicato tutta la sua vita all'efficienza energetica e possiamo finalmente iniziare ad attuare quella che noi chiamiamo democrazia energetica.

ELEZIONI PULITE
Infine ieri è passata alla Camera una proposta di legge che si chiama Elezioni Pulite: è fantastica, perché attraverso questa legge combattiamo una volta per tutte il voto di scambio, le cabine diventano trasparenti, urne trasparenti, quindi non vedremo più quello che fotografa la scheda elettorale (che altrimenti gli si annulla il voto) e lo si denuncia. E poi gli scrutatori presi prima di tutto tra i disoccupati e a rotazione, così non ci sono sempre le stesse persone a fare gli scrutatori. Questo è un tema che ritorna spesso in alcune aree d'Italia.

Stasera sarò a Ivrea e poi ci vediamo il weekend prossimo a Italia 5 Stelle, non ve lo dimenticate perché lì come sempre ogni anno raccontiamo che cosa abbiamo fatto, però questa volta lo possiamo raccontare stando al Governo. Poi incrociamo le dita, che la settimana che sta per iniziare da lunedì è anche la settimana in cui si tagliano i vitalizi agli ex senatori (dopo che l'abbiamo fatto per i deputati).



bannerdoni5s2018.jpg

12 Ott 2018, 17:05 | Scrivi | Commenti (195) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 195


Tags: corrotti, di maio, fornero, m5s, manovra, partite iva, popolo, reddito di cittadinanza

Commenti

 

Ma quale manovra del popolo. Un invalido con 41 anni e mezzo di contributi deve ancora aspettare per la pensione. Siamo delusi e siamo in tanti alle prossime elezioni non ci fregherete

Federica B. Commentatore certificato 17.10.18 12:14| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno
mi rivolgo ai capi politici del movimento, in qualità di iscritto al Movimento.
C'è una cosa che per quanto mi sforzi non riesco a comprendere.Avete permesso una sorta di condono sul non emerso con stralcio al 20%,Avete permesso di stralciare la posizioni verso coloro che hanno subito un accertamento con percentuali differenti in base all'esito delle commissioni tributarie.Ed infine avete fotocopiato la rottamazione del governo Renzi ( da Voi in passato criticata ) per ottenere cosa? Una manovra equa avrebbe dovuto tenere conto delle ragioni per le quali un soggetto ha ricevuto un accertamento e relativa cartella!Se uno deve pagare 100.000 euro allo stato perchè ha evaso non può essere ammesso a nessun tipo di rottamazione ne di stralcio!Tutte gli altri soggetti ( come giustamente osservava Salvini ) che hanno dichiarato i loro redditi ma per cause avverse non ha potuto onorare i propri impegni allora si offrirgli una chance di riscatto.Ed esistono i sistemi per verificarlo! prima di farlo aderire allo stralcio o pace fiscale , controlli la sua situazione patrimoniale e movimenti bancari degli ultimi 3 anni e se scopri che ha condotto una vita al di sopra di quanto dichiara lo metti in galera!!Se invece questo ha perso il lavoro, chiuso la sua azienda ( o peggio fallita ) vive in affitto ( se può permetterselo ) perchè la casa gli è stata espropriata dalla banca o dallo stato..allora in quel caso lo aiuti sul serio, offrendogli un piano di rientro realmente calibrato in base alle sue capacità! Questa è giustizia sociale! non quella porcheria che avete confezionato!! Ma come potete veramente credere sul successo di una rottamazione ter!.. con quale pensiero una persona nello stato di precarietà che viviamo possa impegnare le scarsissime risorse in un rientro cosi lungo??.. con il rischio poi di vedersi azzerati gli sforzi iniziali nel caso non potesse avere la possibilità di onorarlo? e in quel caso cosa avreste previsto? Saluti

massimiliano b., pieve a nievole Commentatore certificato 17.10.18 10:50| 
 |
Rispondi al commento

remessa, io non devo andare ancora in pensione, purtroppo. E pensare che proprio Giggino di Pomigliano, dichiarò la quota 41 per tutti. Ma poi che è sta quota 100 ? Al paese mio significa quelli che raggiunge 100 con la sommatoria tra età e anni contributivi, punto.Invece No, con il limite dei 62 anni e 38 ? Avete deciso la "quota 100 Bluff" ? Un suggerimento, vedete di aggiustare sta cosa, c'è gente che ha 41 di lavoro e 61 anni di età e non può andare in pensione? Ma che c... combinate ?

salvatore Leonangeli (s leonangeli), Napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 16.10.18 23:12| 
 |
Rispondi al commento

Ho letto con attenzione, ma anche con sospetto, quello che scrivono i vari giornali in merito alla manovra appena varata dal governo. Ognuno dice la sua a seconda dell'orientamento politico che essi rappresentano. Per quanto mi riguarda mi sembra ovvio osservare che le misure in essa contenute appaiono profondamente giuste e rappresentano certamente un "cambiamento" di rotta. Appare altrettanto ovvio che alcuni sapientoni di una economia partitocratica, strumentalizzando la relatività delle leggi economiche (l'economia politica non è una scienza esatta ma si basa su leggi tendenziali), profetizzino scenari apocalittici con l'intento di scoraggiare gli entusiasmi di tanta gente che hanno dato il loro consenso per una politica del cambiamento e che ora, finalmente, grazie anche all'abolizione dei vitalizi, appena approvata dal senato, è a portata di mano. Bisogna pur dire, però, che ora tutto dipende da come queste riforme saranno attuate e dai controlli impiegati nei confronti di coloro(con particolare riferimento ai centri dell'impiego) che saranno chiamati ad operare direttamente con i cittadini (fatta la legge trovato l'inganno). Vorrei, in fine, manifestare un mio personale sgomento sul fatto che mentre si si è detto e si è scritto con tanta enfasi sulla pace fiscale , sul reddito di cittadinanza, sul superamento della legge Fornero, sull'abolizione graduale del numero chiuso alla facoltà di medicina ecc., non si è fatto alcun accenno al problema del precariato che pure è stato un cavallo di battaglia del caro Di Maio nella sua campagna elettorale e che non può essere superato col solo decreto dignità anche perchè, così come è stato concepito, rischia, ma vorrei sbagliarmi, di produrre licenziamenti (vi è comunque il reddito di cittadinanza).

Francesco Bordacchini, vibo valentia Commentatore certificato 16.10.18 20:20| 
 |
Rispondi al commento

Purtroppo un invalido con 41 anni e 7 mesi di contributi deve aspettare ancora mesi e mesi per andare in pensione e risultando la categoria dei più danneggiati sia dalla Fornero che dall'attuale governo. Questo dimostra che il governo del cambiamento e solo una grande fregatura che gli italiani vi faranno pagare appena potranno.

Federica B. Commentatore certificato 16.10.18 12:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nella ridente (ma non la solita insinuazione iena ridens) provincia bergamasca, nel meraviglioso grigio dei fumi e dei cuori, si staglia imponente un sito produttivo sotto il vessillo di un sole di blu. Qua cosa accade? Un ragazzo del Mezzogiorno, dopo anni di studio ingegneristico nella città del panetun, e dopo poco più di una decade a laura' nel sito di cui sopra. Crisi arrivo' o resa dei conti? Mai lo sapremo. L'ingegnere fu demansionato a operaio e nulla più. L'Italia si distingue anche per questo. O aspettiamo che il castigo divino metta le cose nel giusto posto?
A voi l'ardua sentenza.

Gianluca S. Commentatore certificato 16.10.18 08:25| 
 |
Rispondi al commento

Quando la tragicommedia della "manovra del popolo" sarà terminata sarebbe opportuno concentrarsi sulle ENTRATE prima che sulle uscite. In base al semplice principio universale che per dare ai poveri bisogna togliere ai ricchi, sarebbe opportuno colpire gli arricchimenti leciti e soprattutto illeciti. Per i primi si potrebbe pensare ad una patrimoniale o quantomeno ad un prestito forzoso allo Stato. . Per i secondi, quelli derivanti da attività mafiose, corruzione, evasione fiscale, bisognerebbe procedere rapidamente o accelerare il recupero massimo di beni e capitali attraverso leggi penali severissime. Tutto ciò perché le cose da fare per risanare il Paese e rilanciarne lo sviluppo sono molte di più di quelle previste nel famoso contratto di governo. E vanno da investimenti in prevenzione, risanamento e manutenzione del territorio, investimenti in istruzione, ricerca e cultura, investimenti in infrastrutture e un altro centinaio di settori. Con i pochi miliardi racimolati ( soprattutto a debito) quelle cose non si possono fare e se non si faranno il popolo lo giudicherà severamente.

Adolfo Treggiari, Romai Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 15.10.18 15:53| 
 |
Rispondi al commento

Di Maio che si cimenta con la materia previdenziale è veramente insuperabile.
L'ultima: i pensionati da 5.000 euro tolgono i soldi a quelli da 700: magnifico e soprattutto dimostrabile come un teorema (!....) sia se consideriamo le pensioni cosiddette assistenziali (pagate con la fiscalità) sia se consideriamo quelle cosiddette previdenziali (pagate con i contributi).
Non pretendo che sia dato credito a questo commento sulla fiducia, ma inviterei a sottoporre il suo contenuto al Professor Alberto Brambilla, già presidente del disciolto (dalla Fornero) Nucleo di valutazione della spesa previdenziale, esperto in materia, nonché sottosegretario del "Governo del Cambiamento".
Cordiali saluti
Piero Pistolesi

piero pistolesi 15.10.18 12:40| 
 |
Rispondi al commento

chiedo scusa, ma per qualche misteriosa ragione il Firewall del server mi impedisce di postare questo mio commento alla discussione di "Marco Bonacina da Londra", e allora mi tocca metterlo qui:

"Guido B.." ha ragione: ci hai messo nome e cognome, certificati, potevi anche metterlo il link alla pagina della Presidenza del Consiglio, senza timore alcuno, a testa alta.
(però devo apprezzare il sottile innesto, che costringerà più di qualcuno, me compreso, a leggersele quelle pagine..)

biagio salvati SALVATI Commentatore certificato 15.10.18 12:08| 
 |
Rispondi al commento

Se si riuscisse a portarla avanti , anche gradualmente, direi che è una buona manovra. Manca il taglio al CUNEO FISCALE e manca la sforbiciata all'IRPEF sulle PENSIONI. Bisogna rammentare che le pensioni , come già detto dal Prof. SAVONA, sono AUTOFINANZIATE con i contributi dei lavoratori e che quindi non c'è alcun costo per le casse dello Stato che, anzi, incamera l'IRPEF per alcuni mld.

luciano m., sassari Commentatore certificato 15.10.18 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta. Ma ATTENZIONE! QUOTA 100 deve essere strutturale, non valida solo per un anno! Ma scherziamo? Già é quota 100 per modo di dire, non capite che TUTTI i 62 enni andranno subito in pensione, se fosse sperimentale, mentre se fosse strutturale o, almeno per un quinquennio, molti potrebbero scegliere di rimanere? Create i “privilegiati” nati nel 1957 e gli “sfigati” nati gli anni dopo? Così non va bene, assurda elettoralmente ed economicamente!
Se pensate che chi é nato nel 1958 e seguenti e se la vede sfuggire per un pelo vi voti ancora vi sbagliate.
Se volete riformare la Fornero, si riforma, non si mette la data di scadenza, specie di un anno! Che visione programmatica é?

Franco R., Livorno Commentatore certificato 15.10.18 10:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bello, bravi. Mi vengono in mente due cose d SUGGERIRVI:
1-turismo: noi abbaimo la Sardegna. E' una Thailandia in casa nostra. Pensate come sviluppare questo enorme potenziale turistico.
2-Create un indirizzo web per i suggerimenti legislativi, anche se vengono da un singolo cittadino, e naturalmente preparate un gruppo di persone che possano analizzare i suggerimenti e trasmetterli con la dovuta enfasi ai Ministeri.

Rob P. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 15.10.18 00:10| 
 |
Rispondi al commento

Buona sera,

desiderate recuperare non 50 ma 150 miliardi di euro per il DEF ?


i punti da aggiungere al DEF sono:

MODIFICA UNILATERALE PER GLI STIPENDI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

- EMOLUMENTI: La soglia massima per qualsiasi forma contrattuale d'impiego subordinato e non, all'interno della pubblica amministrazione, all inclusive (comprensivo di rimborsi spese, diarie, ecc...), sopra la quale, nell'anno solare, NON risulta possibile erogare altre somme, è fissata in euro 60.000 lordi annui. Verranno riparametrati tutti gli emolumenti cominciando dalle più alte cariche dello Stato e via scendendo

- REVERSIBILITA': La quota massima, sempre all inclusive, erogata ai beneficiari delle reversibilità relativa ai dipendenti delle PA, è fissata in euro 24.000 lordi annui

CONTRIBUTI DI STATO ALLE AZIENDE PRIVATE O DI PARTECIPAZIONE STATALE

- TRASFERIMENTO DELLA SEDE LEGALE E FISCALE: Tutte le Aziende che hanno ricevuto o riceveranno contributi statali NON possono trasferire la sede fiscale e/o legale fuori dai confini nazionali salvo che abbiano già restituito allo Stato, con gli interessi legali, quanto ricevuto

- EMOLUMENTI: Tutti gli stipendi del personale avente rapporto subordinato e non nelle aziende che hanno ricevuto o riceveranno contributi statali, non potranno superare, all inclusive, la soglia dei 60.000 euro lordi annui salvo che abbiano già restituito allo Stato, con gli interessi legali, quanto ricevuto.

PROCEDURA DI CONTROLLO DELLE ALTE CARICHE DELLO STATO E DIRIGENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Al fine di combattere la corruzione, qualsiasi dipendente appartenente alle alte cariche dello Stato, a livello dirigenziale e non, che occupano ruoli considerati "delicati" nella PA, sottoscriverà una dichiarazione che risulta essere a conoscenza che la sua persona può essere oggetto di intercettazioni, pedinamenti, ecc... e di controllo in genere

Roberto C. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.10.18 21:26| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi. Ogni cosa fatta per migliorare la vita dei cittadini è benvenuta in un paese martoriato da politici corrotti e delinquenti sociali. La GIUSTIZIA è la pietra miliare per la trasformazione del nostro paese e su questo fronte si giocherà il futuro e la credibilità del nostro movimento.Un abbraccio.

Francesco Fazio, San donaci Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 14.10.18 19:22| 
 |
Rispondi al commento

Aggiungerei i vassalli dell'€uropa...nello specifico:
- giornalisti
- conduttori di talk show
- costruttori di spread
- giornalisti-terroristi
- bocconiani
- economisti
- cottarellisti......

Giuseppina Marzi Commentatore certificato 14.10.18 18:16| 
 |
Rispondi al commento

COLORO CHE TEMONO IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO

In Italia, c’è chi teme il Governo del Cambiamento, molti dei quali sono:
• i vitelloni super stipendiati per attinenza politica al PD;
• i pensionati d’oro che ebbero carriere fulminanti, per DNA o perché tesserati del PD;
• i nullafacenti che spifferano frasi ovvie, vedi Gasparri e Tajani;
• Semi-zitelle stracolme di soldi;
• Mafiosi, camorristi e ndranghetisti DOC;
• Immigrati clandestini;
• Nostalgici del vecchio impero asburgico che vorrebbero riprendersi il Lombardo Veneto, considerando l’Italia una espressione geografica;
• Politici trombati;
• Parassiti della RAI, assunti grazie alla lottizzazione politica;
• Baroni universitari e della sanità.

Giuseppe C., Sinalunga Commentatore certificato 14.10.18 17:31| 
 |
Rispondi al commento

DOVREBBERO FARE UN DECRETO CHE OBBLIGHI I MINISTRI AL GOVERNO A INVESTIRE SOLO IN TITOLI DI STATO ITALIANI

vittorio h., torino Commentatore certificato 14.10.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento

c'è da aspettarsi di tutto ..
la pubblica amministrazione come larghe parti dello stato ..
sono intrisi di mafiofasciosovieticifantozziani ..

mi spiace dirlo , dopo la RAI , la scuola è "l'azienda" pubblica più politicizzata ..

facile manipolare i giovani , da parte dei "faccio cose vedo ggente .." dei centri soSciali rossi e neri ..

prepariamoci a numerose rappresentazioni teatrali di piazza ,
che nascondono solo la volontà di non cambiare NIENTE !!

my 2 cent

P.S.
Luigi , lascia fallì Alitalia ,
Autostrade e Openfiber sono strategiche per il paese ..

RAI e ALITALIA ...
NO !!
è ora che gli italiani smettano di cacciare soldi per le aziende dei partiti !!

my 2 cent
Nello1 R

Nello1 R., Roma Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 14.10.18 09:21| 
 |
Rispondi al commento

QUAL'E' LA SOLUZIONE? PORTARE I SOLDI IN SVIZZERA SEGUENDO IL CONSIGLIO DI SAVONA?

vittorio h., torino Commentatore certificato 14.10.18 08:07| 
 |
Rispondi al commento

Di Maio si sta comportando bene e tenendo fermi i propositi che il M5s, ma personalmente dico, come penso da anni, che il programma del Governo giallo verde non si potrà realizzare perché c'è lo impedisce la sedicente Europa coi vincoli di bilancio. Ora due sono le strade:o si va avanti col programma riaffermando decisamente e con convinzione la linea politica del Governo, che io sostengo con forza, oppure ilDef diventerà un aborto di cambiamento. Lubriacone Yankee e il rinnegato Draghi non difendono il rispetto del deficiente pubblico, ma vogliono far cadere a tutti i costi questo Governo"pericoloso"per i poteri finanziari a cui si sta rompendo il giocattolo finanziario, tanto coltivato da Mastritch in poi. C'è la faranno i nostri eroi aa alzare la testa e riportare lItalia ad essere una Nazione dignitosa e grande potenza? Vedendo come sono fatti gli italiani che si sono sempre venduti al nemico dubito fortemente..... mi auguro di cuore che venga smentito, ne sarei felicissimo

claudio ., Pieve del Cairo Commentatore certificato 14.10.18 00:43| 
 |
Rispondi al commento

Non una parola su chi ha 41 anni di contributi versati ed ha iniziato a lavorare giovanissimo, non ritieni che queste persone abbiano diritto a una risposta dopo promesse a questo punto disattese! Personalmente molto "contrariato"

Maurizio Manfredini 14.10.18 00:39| 
 |
Rispondi al commento

Il ministero dell’Interno azzera il modello Riace
“Tutti i migranti siano trasferiti. Stop allo Sprar”

IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO A INSAPUTA DEL M5S.
E CHE CAMBIAMENTO !!!!!!!!!!!!!

Giuseppe D. Commentatore certificato 13.10.18 23:29| 
 |
Rispondi al commento

Boeri che ha sparato contro affermando il costo, non dettagliato, di 100 Miliardi per quota 100. Perché non riferisce di quanti lavorato in nero ha individuato il suo Istituto. Quante ispezioni sono state fatte dai suoi ispettori per far emergere il nero? Se lavorasse correttamente e impiegasse il massimo delle risorse nelle ispezioni penso che la cifra di cui sopra la potrebbe introitare in poco tempo. Vada in Puglia dove ci sono oltre 700.000 braccianti extracomunitari ed irregolari e vedrà quanti contributi per sanzioni recupera. Invece di pontificare si dia da fare per trovare la copertura annua di 7 Miliardi. Se vuole può. G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.10.18 23:16| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda quota 100 come si devono regolare le persone come me che a 50 anni hanno perso il lavoro e dopo quasi 7 anni ancora non ne hanno trovato un altro ed hanno meno di 30 anni di contributi? Andranno in pensione a 70 anni e nel frattempo vivranno d'aria? Grazie

raffy bell 13.10.18 22:56| 
 |
Rispondi al commento

E tt ok quello piu importamte e l'articolo 18
Le aziende ci stanno giocando con questo articolo licenziamento senza giusta causa e importante e poi aggiustate anche per il pagamento senza fermi amministrativi qui non si può più vivere avanti tutta sono con voi

Mario borrelli 13.10.18 20:42| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi leggo indiscrezioni giornalistiche (mi auguro false) sulle modalità relative a quota 100., in particolare si ipotizza 62 anni di età + 38 di contributi minimi. Ma in questo caso resterebbero fuori le persone di 63-64 anni rispettivamente con 37 e 36 anni di contributi. ASSURDO si mandano i più giovani e si lasciano i più vecchi. Inoltre vi siete chiesti quante persone, sopratutto nel meridione, hanno 38 anni di contributi a 62 anni di età ? Pochi, molto pochi: per avere questi requisiti dovevi iniziare a lavorare a 23-24 anni, IMPOSSIBILE AL SUD.
LUIGI riflettete prima di fare qualche figuraccia. Solo 62+38 sarà la disfatta della maggioranza e del Movimento.RIFLETTETE. Ciao

EffeErre 13.10.18 19:42| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

ma la sanità l'avete dimenticata?

cristina cassetti 13.10.18 19:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Vorrei l'abolizione dei senatori a vita e tutti i privilegi che ne conseguono, vorrei vedere dimezzati i politici questi numeri sono vergognosi e poi vorrei vedere dimezzati i dirigenti, la polizia accorpata ai carabinieri(cosa c'è ne facciamo di due istituzioni??) solo per pagare più dirigenziali... ma questa è solo utopia.... intanto ringrazio i 5 stelle i quali hanno tutto il mio sostegno e il mio voto per quello che riescono a fare.


Buonasera,
sono davvero soddisfatta del modo in cui il Governo sta lavorando per attuare i punti del Programma condivisi da M5S e Lega.
Vorrei, però, richiamare l'attenzione sui criteri per la concessione sia del Reddito di Cittadinanza che di altri benefici. Attenzione che non finiscano nelle tasche di chi ha sì un reddito personale inferiore a 780 Euro, ma anche un reddito familiare molto alto. Attenti: sarebbe un grande spreco. Questa via l'ha già seguita Renzi, elargendo indiscriminatamente gli 80 Euro solo per fini elettorali, ma io credo che Voi siate meglio. Dimostratelo, per senso di giustizia.
In quanto all'innalzamento delle pensioni minime, attenti, anche qui, a non dimenticare che potrebbe far torto a chi percepisce una pensione più alta in virtù di anni di lavoro e sacrifici. Questi si vedrebbe equiparato a chi ha lavorato molto meno, talvolta per impossibilità, ma spesso anche per scelta.
Comunque, Vi sostengo, davvero, con il cuore. Siete coraggiosi e, fino ad ora leali, diversi da chi vi ha preceduto.
In bocca al lupo.
Marina

Marina 13.10.18 19:09| 
 |
Rispondi al commento

Tutto ok. Misure che aspettavamo da anni! Solo tre cose: 1. Il reddito di cittadinanza non si può considerare un investimento perchè ha ricadute nella società di oggi e non in quella di domani.
2. Non vi è traccia di altre aree dove eliminare di sprechi e che si trovavano nel programma 5S.
3. Per favore elimina il pronome "io", quello che si trova nel Def potrà essere realizzato con una squadra coesa ed in grado di resistere a tutte le sollecitazioni che si opporranno a queste misure e con il sostegno e la partecipazione di tutti gli italiani.

sebastiano oriti, Roma Commentatore certificato 13.10.18 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Luigi, io sono divenuto disabile all'età di 7 anni ad oggi. Sono stato registrato nel Ministero del Lavoro, poi mi ha dato la legge 118/71 dalla Commissione, ma non mi è servito a niente, adesso circa 2 anni fa, mi ha riconosciuto la L. 104 al 100%, ma ancora non ho percepito ancora neppure un centesimo! Ho iniziato a lavorare negli anni 1977 di 15 giorni in un'anno, poi sono passati da due, e poi per tre in un'anno... e dopo circa 10 anni, precisamente il 2 marzo del 1988 ho fatto il contratto con la P.A. del mio Comune, (dopo aver fato tanti concorsi), intanto ho un buco di quasi 10 anni, ora ho 60 anni e ti posso dire che la Sanità non mi fa più niente, dove io ho patologie gravi e rare! Tanti traumi cranici che poi si sono trasformate in epilessie incontrollabili neppure con i farmaci). Ho fatto delle polizze private in modo che possa fare gli esami e limitati! Emi viene a costare 1.300 all'anno, oggi, mi è arrivata la risposta che prima debbo pagare io, poi loro mi ridanno una %. Mentre nel contratto non e'così! Riepilogando, le strutture pubbliche non funzionano per niente, le private è quasi come loro, vuoldire che io staro' peggio... e ovviamente NON TI POSSO PIU' RENDERE NELL'ENTE CHE PRESTO SERVIZIO! Una cosa c'è da rifare, riprendere tutte le strutture pubbliche che sono date in gestione! E le deve seguire RIGITAMENTE, in modo che vadano bene. Un saluto, da Elvio.

ELVIO MENZIETTI 13.10.18 18:14| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi, cari politici tutti dei 5 Stelle.
Vorrei che tranquillizzaste e riceveste gli studenti che in questi giorni stanno manifestando contro il governo. Vorrei che faceste capire loro quanto la Scuola, l'Università e la Ricerca sono importanti per questo governo e per tutti quelli che in futuro i 5 Stelle guideranno. Qualsiasi cambiamento della società passa per la scuola anzi è l'interagire di Scuola, Università e Ricerca col mondo del lavoro che crea altro lavoro e da questo derivano ricchezza e benessere per i la società tutta senza che i nostri giovani, figli e nipoti, siano costretti a cercare all'estero il lavoro, il loro futuro.
Dite a tutti i giovani che protestano che i 5 Stelle vogliono prima di tutto che essi frequentano scuole sicure dove non crolla loro il tetto addosso. Dite loro che le riparerete presto e che le metterete in sicurezza e provviste di tutto l'occorrente per una frequenza confortevole ed un insegnamento valido. Dite ai giovani che avranno docenti validi, preparati e motivati anche perché meglio pagati. Fate in modo di rafforzare l'alternanza scuola-lavoro che sia una cosa seria e non solo un assolvimento della burocrazia. Mi spiego: un giovane che studia meccanica in un istituto tecnico farà l'alternanza col lavoro in fabbrica o in una officina meccanica e non in un ufficio a fare fotocopie. Rafforzate la ricerca scientifica e tecnologica e create dei collegamenti diretti tra scuola e mondo del lavoro. Mettete in rete, digitalizzate tutti i centri dell'impiego in modo che tramite un computer ed un software si possa accedere alla borsa lavoro di tutta l'Italia e sapere dove il lavoro c'è, da Canicattì (AG) a Vipiteno (BZ), come fanno in Germania dove anch'io dall'Italia, previo user name e password, posso accedere e sapere i posti di lavoro disponibili in tutti i paesi, città, provincia e regioni tedesche. Noi dei 5 Stelle siamo per il buon cambiamento e i giovani non potranno fare altro che credere in noi e seguirci. Buon lavoro!

Lello Salvatore 13.10.18 16:36| 
 |
Rispondi al commento

Per quanto riguarda gli stipendi dei politici, pensioni d'oro e rurri i privilegi che riguardano i politici non ne parlate mai dei tagli e quando se li farete? Grazi

Rossi Raniero 13.10.18 15:12| 
 |
Rispondi al commento

Non mi riferisco al contenuto del Def, per quello parlerà il tempo (che dicono essere galantuomo) ma alle persone che hanno contribuito a scriverlo. In particolare mi riferisco ad una di loro, molto in vista, che risulta avere, stando a quanto da lui stesso dichiarato sul sito della Presidenza del Consiglio, un milione e trecentomila euro su un conto Svizzero ed alcune decine di migliaia di azioni in Inghilterra. Mi chiedo se la circostanza di detenere risorse finanziarie all’estero centri nulla con le sue posizioni anti euro in Italia.

Marco Bonacina , Londra Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.10.18 14:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

mancano le due cose più importanti ... sanità e cultura .... ma sembra un fatto naturale per un governo di "incompetenti"

mario 13.10.18 14:22| 
 |
Rispondi al commento

Stavo per postare alcuni motti d incitamento per dare sprono ai ragazzi del governo, tipo: "bravi", "continuate così", "siete grandi". Ma in tutta onesta , LORO, il CORAGGIO d continuare ed essere determinati, ce l'hanno già dimostrato. Perciò dovremmo essere noi cittadini a fargli sentire cn più forza la nostra vicinanza, schiodarsi dalla poltrona e scendere in piazza, se ce n'è bisogno. NN LASCIAMOLI SOLI, specialmente ora che hanno tutti contro!!!

Giampy_T 13.10.18 13:55| 
 |
Rispondi al commento

TROVATE ALTRI SOLDI SPRECATI AL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI.
I DIPENDENTI ALL'ESTERO PRENDONO STIPENDI ALTISSIMI E PER LA MAGGIOR PARTE SONO ARROGANTI E IGNORANTI E SONO ENTRATI AL MAE SENZA CONCORSO O CON LE SOLITE RACCOMANDAZIONI.

Ingrid P. 13.10.18 13:42| 
 |
Rispondi al commento

SALVE IO HO 45 ANNI DUE ANNI FA L'INPS MI HA RICONOSCIUTO L'INVALIDITA' CIVILE 80/100 CON RIDUZIONE DELLA CAPACITA' LAVORATIVA ED ESONERO DALLE VISITE ANNUALI. MA PER QUANTO RIGUARDA LA PENSIONE DI CITTADINANZA E' VALIDA ANCHE PER ME OPPURE NO. VISTO CHE LO STATO MI VERSA € 282,55 CON UNA COMPAGNA E TRE FIGLI A CARICO. GRAZIE

RAFFAELE PIGNATELLI 13.10.18 13:36| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CORRADO AUGIAS e' gia' da tempo che HA PRESO LE VECI E LE VOCI dei SACERDOTI EBRAICI.
Non e' una gran scelta.

Luca Fini 13.10.18 13:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bene alcune cose male aktre, in primis la voce: ELEZIONI PULITE, che prevede cabine trasparenti e urne trasparenti, viola di fatto una norma sacra nelle democrazie IL VOTO E' LIBERO E SEGRETO, così facendo si sa chi ha votato e cosa, secondo punto, Assicurazioni, NON TENETE CONTO DELLA PRESUNZIONE DI COLPEVOLEZZA da parte delle assicurazioni che fanno partire l'assicurazione dalla classe 14A o 18A come che, chi si assicura il veicolo di fatto sia colpevole all'origine, anche se questo non è un neo patentato, ad es: ha dovuto bloccare l'assicurazione per mancanza di fondi, stessa cosa se uno compra e assicura due veicoli diversi ad es : prima un auto e dopo 3 4 anni un furgone, l'assicurazione farà partire il furgone dalla 14a o dalla 18a classe. Si dovrebbe partire dalla classe di merito più bassa o comunque proporzionale al numero di anni di patente e guida.

Davide Deiola 13.10.18 12:48| 
 |
Rispondi al commento

Però non riesco a trovare la pagina sul #NADAF2018 dove si parla esplicitamente del reddito di cittadinanza. anche perché la copia che ho scaricato dal sito ufficiale della Camera e del senato di pagine ne ha 162 e non 132. quindi, me lo sto leggendo tutto ma se qualcuno mi indirizza per un attimo alla pagina giusta, gliene sarò grato. Grazie mille a chiunque

Massimiliano Chinelli 13.10.18 12:34| 
 |
Rispondi al commento

https://youtu.be/ss2YJ-bpj3E

Video molto interessante

Freeman 13.10.18 12:09| 
 |
Rispondi al commento

Perché non prevedere l’abolizione del bollo auto per la prima macchina? È semplice da controllare basta verificare quante auto ci sono in un nucleo familiare nella dichiarazione Isee.

Daniele Viola 13.10.18 11:32| 
 |
Rispondi al commento

ottimo lavoro,continuate su questa strada

franco bazzani (), seregno Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.10.18 11:28| 
 |
Rispondi al commento

Bravo governo ribaltate l"Italia.....e asfaltate I furbi

Mauro Gheller 13.10.18 11:18| 
 |
Rispondi al commento

Si può anche riformare la legge elettorale, ma se questa finanziaria non passa a che servono i governi eletti. L`articolo 48 è parte della costituzione che tutti gli italiani devono difendere ed è strettamente legato alla democrazia e alla sovranità popolare, gli ultimi governi hanno dato più valore e più diritto allo spread, ai creditori e ai burocati che manipolano gli stati con regole create per svendere gli stati di diritto. Forse oggi questo governo sarà l`ultima speranza per fermare queste forze di stato basato sulla costituzione con un solo articolo, articolo 1 l`Europa è fondata sul denaro sullo spread e sulla speculazione

gennaro a., carrara Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.10.18 10:12| 
 |
Rispondi al commento

Manovra, Draghi «ottimista su una soluzione di compromesso» (13/10/2018)

Sono ottimista, alla fine un compromesso si troverà. Ma tutti devono abbassare i toni. Il presidente della Bce, Mario Draghi, interviene sulla manovra economica italiana da Bali, dove ha partecipato ai lavori del meeting annuale del Fmi e del G20. La situazione italiana, ha ricordato con toni pacati, è stata complicata dal fatto che qualcuno ha cominciato a mettere in discussione l’euro, questo ha fatto salire lo spread e questo significa costi più alti per chi ha un prestito.

Dopo le tante preoccupazioni espresse sulla manovra da Fmi e Commissione e dopo il richiamo della stessa Bce a rispettare il Patto di stabilità e crescita, Draghi ha voluto essere rassicurante e ha sgomberato il campo dal rischio di contagio sugli altri Paesi Ue: «Quello che sta succedendo in Italia, ha detto, è una questione che interessa solo l’Italia, non voglio nemmeno prendere in considerazione questa ipotesi». Draghi ha aggiunto che non è la prima volta che ci sono deviazioni dalle regole Ue e non sarà l'ultima, ma nei trattati sono stati inseriti meccanismi pensati proprio per gestirle. Draghi ha infine sottolineato che rispetto a prima della crisi dell’euro, la Bce è più attrezzata per affrontare le crisi.

https://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2018-10-13/manovra-draghi-ottimista-una-soluzione-compromesso--090519.shtml?uuid=AEmE5aMG&refresh_ce=1

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 13.10.18 09:55| 
 |
Rispondi al commento

Tutto da valutare nel dettaglio e negli effetti, manca la cultura, protezione del patrimonio artistico (che crea lavoro), la profondità, è molto tecnica, comunque, è un tentativo. Per me è encomiabile la voglia di fare qualcosa per la gente, ma serve anche altro a complemento, la vita non è solo economia, sebbene parte da essa. Avrò letto male, ma la Fornero non aveva aumentato l'ètà pensionabile? Sarà ridotta (sarà ma io non leggo di questo, forse non l'ho visto). E comunque, è dal sud che deve partire una riconversione un approccio inedito, lì bisogna aguzzare l'ingegno e tirare fuori colombe dal cappello. A quel punto i redditi di cittadinanza, diventano utili, ma anche quasi superflui.

Felice L., estero Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 13.10.18 09:53| 
 |
Rispondi al commento

Grazie a tutti. Cercate di ristabilire dignità per tutti, quella dignità che gli ipocriti che hanno governato negli ultimi 25 anni avevano criminalmente negato alla gente
con la connivenza di moltissimi dirigenti pubblici senza scrupoli

Ottavio S., Cadoneghe Commentatore certificato 13.10.18 09:47| 
 |
Rispondi al commento

STUDENTI E CASINI
Per parte della mia vita ho insegnato negli ultimi 3 anni delle superiori e l'ho fatto anche a Milano negli anni di piombo,in anni in cui questa fascia di età era in parte molto più politicizzata di ora,e ovviamente dai gruppi di estrema dx o sx Per di più ho insegnato due gruppi di materie (diritto-economia,e filosofia-storia-educazione civica,con un metodo di insegnamento aperto che portava alla libera discussione e alla formazione nel ragazzo delle proprie idee politiche ed economiche.Sono stata una insegnante non convenzionale e i miei allievi lo hanno sempre apprezzato perché si sentivano sollecitati e rispettati
Oggi credo che la politicizzazione della fascia di età tra i 16 e 19-20 anni sia addirittura più scarsa di allora,anche se persistono centri sociali estremisti sia di dx che di sx che possono ancora far presa su alcuni giovani
La mia considerazione su quanto ho imparato su questa fascia giovanile è che di politica e di economia non sanno una cippa.E non credo che la situazione sia molto migliorata per quanto oggi ci sia a disposizione il web
Quando la Lega propose di abbassare l'età del voto a 16 anni e la liberalizzazione delle armi sempre a partire dei 16 anni,rimasi allibita
Secondo me,queste due proposte sono assurde
In quanto alle motivazioni per cui ad ogni inizio di anno scolastico gli studenti scendono nelle piazze(sono stata studente e lo so),la chiave politica è scarsissima.Si va in piazza per fare casino,per non andare a scuola,perché è un diversivo divertente,perché lo si è sempre fatto
E si manifesta sistematicamente contro il governo che c'è,chiunque esso sia.Poi che nella manifestazione ci sia qualcuno di estrema dx o sx che fa le sue esibizioni politiche fa parte anch'esso della tradizione
Ma dare alle loro effervescenze troppa importanza, come è stato fatto per i fantocci di Di Maio e Salvini dati alle fiamme,mi pare ridicolo e male hanno fatto i blogger che si sono scandalizzati

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.10.18 09:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ragazzi,non lasciate fare solo a salvini questa cosa,non ha le basi politico/mentali per un ragionamento equilibrato sui temi sociali. La modifica alla legge Fornero, deve INIZIARE DA QUOTA 41 SENZA LIMITI DI ETA', perchè è propedeutico a tutto il resto; il Reddito di Cittadinanza, ad esempio, deve venire fuori una volta avuti i numeri dei posti di lavoro liberati da pensionandi e colmati dai senza lavoro, nel frattepo si procede alla riforma delle agenzie per l'impiego (tenendo d'occhio le agenzia interinali, vere e proprie postazioni politico/sindacali) .E' uno dei primi step per avere un quadro chiaro e di riferimento quanti e chi può accedere al Rdc. Comunque, "calma e sangue freddo, che il nemico sta col fucile puntato", anche se fino ad ora ha sparato solo cazzate.

salvatore Leonangeli (s leonangeli), Napoli Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 13.10.18 09:38| 
 |
Rispondi al commento

...dimenticavo, ho una targa italiana, sono escluso anche dalla novità sulle targhe straniere


Un grazie di cuore a 5 Stelle e Lega per l'ennesima procurata illusione nei confronti di noi, nati tra il '53 e il '55, i più penalizzati di sempre dalla Fornero, soprattutto quelli colpevoli di non aver trovato lavoro abbastanza presto per raggiungere quota 100 attraverso la vostra fantastica legge. Un grazie di cuore da parte di chi è riuscito ad occuparsi solo intorno ai trent'anni e adesso, a 63,64 e 65, gli è preclusa, ancora una volta, la possibilità di andare in pensione. Un grazie di cuore per aver propagandato qualcosa all'insegna del cambiamento e della trasparenza e di averlo immediatamente stravolto nella sua definizione attuativa (paletto a 38 anni, divieto di cumulo gratuito, etc.), esattamente come tutti i governi precedenti.Un grazie di cuore nonostante ritenga sconcertante questa vostra predilezione nei confronti di chi ha avuto la fortuna di ottenere un lavoro stabile precocemente lasciando indietro chi ha faticato ugualmente ma in maniera diversa, i giovani che all'epoca hanno studiato e attualmente non più economicamente in grado di riscattare la laurea nel momento in cui sono state loro cambiate le carte in tavola (Le donne passate da 60 a 67 anni). Ma parlo soprattutto a nome di coloro che hanno dovuto soffrire all'ombra del lavoro nero, che hanno fatto di tutto prima di trovare quella bella occupazione trasparente che oggi, attraverso la vostra "fantastica "QUOTA CENTO", leggittimerà alla pensione chi avrà avuto 38 anni di stabiltà lasciando fuori persone più vecchie e, probabilmente, ancora più stanche.
Mi chiedo che cosa abbiamo fatto di male, noi nati nel 53,54 e 55, per subire costantemente un trattamento del genere, noi che vi abbiamo sostenuto a trecentosessanta gradi e votato non soltanto per quello che ci riguarda più da vicino.
Un grazie di cuore
Maurizio Contigiani
iscritto certificato M5S

maurizio contigiani 13.10.18 09:28| 
 |
Rispondi al commento

che mi interessi direttamente in questa manovra non c'è nulla,
non vado più a scuola, non pago l'inps per la pensione, immigrati più di cosi non ce ne stanno, non sono nemmeno potenzialmente interessato da questa flat tax, non prenderò mai il reddito di cittadinanza
una mosca bianca, forse, ma non lo credo..


Autorità dipendenti... certamente per tenere in piedi il "sistema" non occorre la indipendenza,ma la dipendenza e all'assoggettamento alle autorità politiche,nazionali e sovranazionali.
Persa la sovranità nazionale,le autorità anche se indipendenti ....dipenderanno!
é la favola della democrazia...le autorità si sono spostate fuori dai confini nazionali.
Occorre,purtroppo ritornare ai propri nazionalismi e provare a ricominciare con il piede giusto.
Alla Bartali "l'è tutto sbagliato,l'è tutto da rifare"!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 13.10.18 09:19| 
 |
Rispondi al commento

P.S. Ringrazio comunque il lavoro fatto dal Governo per non ridurre il piccolo, ma importante aumento che comunque fa la differenza. Per ora, mi accontenterei di una presa di posizione rispetto alle "classi-pollaio", che non ci permettono un buon lavoro di recupero in itinere, all'interno delle ore di lezione. Grazie ancora. Con fiducia continuo a sostenere le grandi battaglie del M5S. Continuate a dialogare in modo così diretto con i cittadini e a permettere la libertà di opinione, nel rispetto delle norme civili, e a lottare contro l'informazione errata e asservita ai vecchi poteri.

Michela D., Casaleone Commentatore certificato 13.10.18 09:12| 
 |
Rispondi al commento

3
Al vertice dell’Agcom sono passati il demitiano Santaniello,il socialista Cheli,il berlusconiano Calabrò,fino all’attuale pres.,il montiano Cardani,affiancato da Martusciello(ex venditore di Publitalia,ex deput. e sottosegr. di B),Preto(già capogabinetto di Tajani e consulente-coautore di Brunetta),Nicita (Pd,vicino a Orfini, Franceschini e Letta jr.)e Posteraro(amico di Casini)
Alla Privacy,dopo gli anni d’oro di Rodotà, arrivarono il prodiano Pizzetti,l’ex governatore forzista calabrese Chiaravalloti;e ora c’è Soro, dermatologo ed ex deput.Pd,assistito dalla giudice Iannini(moglie di Vespa),dalla leghista Bianchi Clerici(ex Cda Rai condannata dalla Corte dei Conti)e la prof. Califano(amica della Finocchiaro)
All’Antitrust,oltre a giuristi indipendenti come Saja e Tesauro,sedettero noti dipendenti come Amato(dal Psi al Pd),Guazzaloca(FI),Pilati(FI), Catricalà(Letta sr.),fino all’attuale Pitruzzella (amico di Schifani e Cuffaro)
In che senso questi signori sarebbero indipendenti?E da chi?Mai mosso un dito contro i conflitti d’interessi,le concentrazioni editoriali,le violazioni del libero mercato,del pluralismo e della privacy(quelle vere)
E perché mai dovrebbe difenderli?E da chi,poi,visto che nessuno li ha attaccati?Forse il pres. voleva difendere Bankitalia:peccato che non sia un’autorità indipendente e che,a farla fuori dal vaso,non sia chi la critica,ma essa stessa,che non ha poteri di vigilanza sul governo né deve permettersi di porre veti sulle leggi(competenza di Parlamento e governo).Dovrebbe vigilare sulle banche,possibilmente prima che falliscano.E,se non lo fa,dovrebbe cambiare governatore:ma Visco,che aveva così ben vigilato su Mps,Etruria e le banche venete(?),fu confermato proprio da Mattarella
Con chi ce l’aveva,dunque? Forsecon la pres.del Senato Casellati beccata dal Fatto a cena da B per concordare la nuova Antitrust,ovviamente dipendente dal trust.
Ma nominare la Casellati, davanti a tutti quei minori pareva brutto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.10.18 09:11| 
 |
Rispondi al commento

Non trovo corretta l'equazione più studio più devo guadagnare.


2
Poi i soliti ventriloqui, esegeti e corazzieri, citando le solite fantomatiche “fonti del Quirinale”, ci hanno spiegato il vero significato dell’oracolo: ce l’aveva con Di Maio e Salvini che avevano attaccato Juncker, Moscovici & C. per le critiche al Def e la Bankitalia e il Fondo monetario internazionale per i niet alle riforme della Fornero e del Jobs Act.
Se così fosse, significherebbe che Mattarella considera “autorità indipendenti” la commissione Ue, Bankitalia e il Fmi. Che non sono né autorità né indipendenti: il primo è il governo d’Europa, oggi (ancora per poco) imperniato su una maggioranza Ppe-Psoe; la seconda è la nostra banca centrale, di proprietà di banche private; il terzo è un organismo internazionale – espressione di 189 Paesi fondatori, per nulla indipendente, né democratico, né trasparente – che si occupa di monete e mercati.
Lo sanno tutti, Mattarella in primis, che le nostre “autorità indipendenti” sono Consob (che deve vigilare sulla Borsa), Antitrust (concorrenza nei mercati), Agcom (libertà e pluralismo nelle comunicazioni) e Garante della privacy.
O meglio: che siano “autorità”, lo dice la legge. Che debbano essere indipendenti, pure. Ma che lo siano davvero, o che lo fossero fino all’avvento dei barbari populisti, Mattarella può raccontarlo ai nipotini come fiaba della buona notte. Salvo rare eccezioni del passato remoto, sono uffici di collocamento per politici trombati o amici loro.
In Consob regnarono gli andreottiani Piga e Pazzi (poi arrestato per Tangentopoli), Cardia (ex sottosegretario del governo Dini, con un figlio consulente della Bpl di Fiorani che la Consob avrebbe dovuto stoppare nelle scalate bancarie dei furbetti), Vegas (deputato e viceministro di FI) e Nava (scelto da Gentiloni e poi fuggito per palese incompatibilità).

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.10.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento

AUTORITA' DIPENDENTI. Marco Travaglio- 13 ottobre 2018

Avendola difesa dagli assalti di B., di Re Giorgio e di Renzi, siamo felicissimi quando qualcuno cita la Costituzione. E, quando la cita il presidente della Repubblica, siamo entusiasti.
Avremmo preferito che la tenesse a mente quando sponsorizzò la controriforma Renzi-Boschi-Verdini, poi rasa al suolo dal popolo italiano, e quando firmò una legge elettorale incostituzionale, l’Italicum, senz’accorgersi che valeva solo per la Camera nella speranza (poi rivelatasi illusione) che gli elettori abrogassero l’elettività del Senato. Se ne accorse quand’era troppo tardi: cioè quando, bocciato dagli italiani il Senato dei nominati e bocciato dalla Consulta l’Italicum per la Camera, i due rami del Parlamento si ritrovavano (grazie alla sua sciagurata firma sull’Italicum) con due leggi elettorali diverse. Allora prese a reclamare l’“armonizzazione” dei due sistemi creati proprio dalla sua scriteriata firma. Vabbè, acqua passata.
Giovedì Mattarella, ricevendo alcune scolaresche, ha monitato in difesa delle “autorità indipendenti” che, secondo alcuni, sarebbero sotto attacco del governo giallo-verde, ansioso di metterle al proprio servizio. Giorgio Meletti ha già spiegato, testo alla mano, che Mattarella – in barba a quanto scritto da giornali, agenzie di stampa e siti vari – non ha mai detto che “la Costituzione tutela le autorità indipendenti”. La Costituzione non le nomina mai (sono nate molto dopo il 1948) e Mattarella, ex giudice costituzionale, lo sa benissimo.
Infatti s’è limitato a osservare che in Italia “c’è un sistema che si articola nella divisione dei poteri, nella previsione di autorità indipendenti, non dipendenti dagli organi politici, che governano aspetti tecnici a prescindere dalle scelte politiche, a garanzia di tutti”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 13.10.18 09:04| 
 |
Rispondi al commento

Luigi ottimo post,

ma dobbiamo tenerci qualche promessa
anche per ravvivare Italia 5 Stelle.
Il prossimo fine dovrà essere memorabile!

annunci 13.10.18 09:01| 
 |
Rispondi al commento

Scusate se ho ripetuto il commento, è la prima volta in cui intervengo e ho "pasticciato". Sì, le ore sono quelle, forse la mia scuola pretende molto, forse non sono 54 ma alcune settimane 50, non di meno. Parlo per Lettere. Chi mi dice poi delle ripetizioni in nero, chi lavora così a scuola non ne ha il tempo, come non lo possiedo io. Invece di sparare sulla croce rossa, informatevi. Rimaniamo dei professionisti con un iter di formazione molto lungo e una remunerazione non equivalente a quello che valiamo. Se non c'è istruzione non c'è progresso, non ci sono giovani menti che sviluppano nel lavoro il loro sapere e l'economia non avanza, bensì arretra. Uguale e conseguente discorso riguarda i tagli alla sanità. Tuttavia se un medico esercita privatamente, anche per dieci minuti si prende minimo 100 €. Chi di noi fa ripetizioni a quella cifra? Non si può poi ovviare alla cattiva consuetudine delle ripetizioni con corsi di recupero a scuola? Certo servono investimenti. Nella cultura, nel sapere, alla base di una società civile. Come il Ministro Di Maio ha promesso, aspettiamo infine quell'adeguamento di stipendio alla media europea, non solo perché con una famiglia da mantenere e marito insegnante si fatica ad arrivare a fine mese (forse avrei dovuto sposare un avvocato, ingegnere od operaio specializzato?!?), ma per dare dignità alla nostra professione, evitando commenti di genitori poco rispettosi e qualche alunno da essi influenzato che ti chiedono: "A cosa mi serve studiare tanto, se poi sono pagato una miseria?". Serve cultura per l'educazione, il futuro in una società in cui la scuola si riappropria del suo ruolo fondamentale nell'opinione pubblica e ben vengano anche gli ispettori, per controllare chi lavora davvero o ha un doppio lavoro ( non possibile per insegnanti di Lettere o Matematica e Scienze, ma per Ed. Fisica, Diritto ed Economia sì), cosa che fa diventare per loro la scuola un ripiego per guadagnare quei mille euro in più per sfizio. Stop pregiudizi

Michela D., Casaleone Commentatore certificato 13.10.18 08:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Fate presto, ormai anche crozza incomincia a sparare bordate su di voi,e la satira fa più danni dei giornali di parte,se andiate avanti così sembrate un fenomeno da baraccone, e questo è quello che stanno cercando di fare credere giornali, comici, analisti vari, ecc ecc, senza che li nominiamo , perciò il tempo stringe, fate presto!!!!!!!

marco montorsi 13.10.18 08:31| 
 |
Rispondi al commento

Ieri sera ho ascoltato Burattin dalla Palombelli. Interpreta il cane rabbioso in diverse trasmissioni di pseudo informazione, dove nessuno, stranamente, pone alcuna domanda intelligente. Chi mai potrebbe dare il voto ad un insolente maleducato come Burattin. Non accettano il NO degli italiani del 4 marzo e spero vivamente si becchino un’altra cazzuolata il 21 ottobre in Alto Adige. Se il Governo dovesse riuscire a superare le enormi difficoltà di questo periodo è ad arrivare alle elezioni europee di maggio, dopo, tutti questi che hanno sparato addosso per anni al popolo italiano, andrebbero processati per tradimento. Ogni tanto si alza qualche mantra: perlomeno con quello della veloce caduta del Governo hanno quasi dovuto smetterla. Ascoltate tutti la conferenza del Ministro Savona con la stampa estera e sarà ben chiaro a tutti il motivo per cui non lo volevano al Governo! Evviva questa pacifica rivoluzione

Enrica T. Commentatore certificato 13.10.18 08:29| 
 |
Rispondi al commento

Se le cose dovessero andare nel senso che vuole Bruxelles insiema alla BCE ed all'FMI, cioè la Troika, Ci sarebbero solo due strade da praticare. Chiudere la legislatura ed andare a nuove elezioni- Con i risultati che si prevedono non so se questo possa convenire alla Troika, oppure chiedere al popolo cosa vuole fare, se restare o uscire dall'Euro. In Grecia lo hanno fatto ed il popolo decise di restare , con le conseguene dei grandi massacri sociali che tutti sappiamo- In ogni caso dovrebbe essere il popolo sovrano a decidere il suo destino e non le Banche,i Mercati e le Agenzie di rating-

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 13.10.18 08:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da insegnante di Lettere con grande passione: avete mai provato cosa
significhi lavorare in questo campo? Nelle mie discipline, a casa si lavora
il triplo per preparare lezioni, correggere, espletare doveri burocratici
(compilazione verbali, PDP, PDP BES): 18 ore frontali per 3= 54 ore
effettivamente lavorate alla settimana, ben più delle 40 ore canoniche, e
non riconosciute dalla società, che è ancora accanita contro i due mesi (
se non ci sono esami) di vacanza estiva ( Natale e Pasqua si lavora per
correggere e recuperare ciò che non si è riusciti a fare prima, causa
impegni pomeridiani di Collegi Docenti e Consigli di Classe, ricevimenti
generali, in tutto 80 ore pomeridiane di cui nessuno sa nulla. Avendo
lavorato anche come impiegata in un istituto bancario, come altri colleghi
in diverse aziende, vi assicuro che non c'è confronto in termini di ore di
lavoro, responsabilità, stress dovuto ai numerosi incarichi correlati alla
nostra funzione. Lasciando perdere le Educazioni, che al pomeriggio hanno
molto meno lavoro, pensate a chi si fa in 4 per la cultura e l'educazione.
Per seguire poi gli alunni in un percorso formativo di successo, serve la
possibilità di lavorare in un ambiente non sovraffollato, per poter
recuperare ogni lacuna di ciascuno degli studenti, quindi a quando
l'eliminazione delle classi-pollaio, che era nei piani del M5S? A quando un
adeguamento del nostro stipendio, che da tredici anni che insegno è passato
da 1300 a neanche 1400 €, una presa in giro per professionisti che hanno
svolto un iter di studio e specializzazione il quale, nel mio caso, ha
previsto laurea universitaria vecchio ordinamento, 2 anni SSIS pagati da me
2000 € l'anno, con tirocinio diretto e indiretto gratuiti, concorso e
assunzione dopo 10 anni di vagabondaggio tra le scuole della provincia,
lontane anche più di un'ora e 30, rispetto alla mia
residenza, pur di lavorare. C'è chi, in altri campi come appunto impiegati
in PA, assume un compenso superiore

Michela D., Casaleone Commentatore certificato 13.10.18 05:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Da insegnante di Lettere con grande passione: avete mai provato cosa significhi lavorare in questo campo? Nelle mie discipline, a casa si lavora il triplo per preparare lezioni, correggere, espletare doveri burocratici (compilazione verbali, PDP, PDP BES): 18 ore frontali per 3= 54 ore effettivamente lavorate alla settimana, ben più delle 40 ore canoniche, e non riconosciute dalla società, che è ancora accanita contro i due mesi ( se non ci sono esami) di vacanza estiva ( Natale e Pasqua si lavora per correggere e recuperare ciò che non si è riusciti a fare prima, causa impegni pomeridiani di Collegi Docenti e Consigli di Classe, ricevimenti generali, in tutto 80 ore pomeridiane di cui nessuno sa nulla. Avendo lavorato anche come impiegata in un istituto bancario, come altri colleghi in diverse aziende, vi assicuro che non c'è confronto in termini di ore di lavoro, responsabilità, stress dovuto ai numerosi incarichi correlati alla nostra funzione. Lasciando perdere le Educazioni, che al pomeriggio hanno molto meno lavoro, pensate a chi si fa in 4 per la cultura e l'educazione. Per seguire poi gli alunni in un percorso formativo di successo, serve la possibilità di lavorare in un ambiente non sovraffollato, per poter recuperare ogni lacuna di ciascuno degli studenti, quindi a quando l'eliminazione delle classi-pollaio, che era nei piani del M5S? A quando un adeguamento del nostro stipendio, che da tredici anni che insegno è passato da 1300 a neanche 1400 €, una presa in giro per professionisti che hanno svolto un iter di studio e specializzazione il quale, nel mio caso, ha previsto laurea universitaria vecchio ordinamento, 2 anni SSiS pagati da me 2000 € l'anno, con tirocinio diretto e indiretto gratuiti, concorso è assunzione dopo 10 anni di vagabondaggio tra le scuole della provincia, lontane anche più di un'ora, fino ad arrivare a due, rispetto alla mia residenza, pur di lavorare. C'è chi, in altri campi come appunto impiegati in PA, assume un compenso superiore.

Michela De Togni 13.10.18 05:05| 
 |
Rispondi al commento

M5S mi potete spiegare che differenza c'è tra le leggi razziali del nazismo contro gli ebrei e il decreto sicurezza che voi, con anime di destra e di sinistra avete approvato, tra l'altro senza nessuna consultazione degli iscritti. Con la scusa del terrorismo si iniziano a discriminare i cittadini italiani secondo la loro origine.Se le legge non è uguale per tutti è discriminazione siamo d'accordo o Voi con l'anima di sinistra del M5S? Vi ho votato non certo per questa vergogna ma per la legge sul conflitto di interesse che nessuno voleva farlo e a quanto pare neanche voi.Quale è il prossimo passo?Basta leggere un libro di storia.

Aldo 13.10.18 01:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Assolutamente no Carlo, non funziona così.
I titoli di Stato se il Paese esce dall'unione monetaria vengono ridenominati in valuta locale, ed è per questo che quando si paventa l'Italexit c'è un'ondata di vendite sui BTP.

I titoli di Stato o bond sovrani sono obbligazioni emesse dalla Banca Centrale di ciascun Paese in valuta locale, e sono uno strumento di politica monetaria.
Non a caso infatti le vendite o gli acquisti di bond sovrani sul mercato secondario fanno oscillare anche il valore della valuta di riferimento.

Alessandro Albanese, Trieste Commentatore certificato 13.10.18 01:34| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ancora una volta la ragioneria dello stato??
guardate questo video di Social TV …

https://www.youtube.com/watch?v=cAmi2LRWp5Y

Aldo 13.10.18 01:23| 
 |
Rispondi al commento

"Sul seguito, fossi io un investitore estero, prima che il debito venisse ridenominato in lire venderei tutto per riprendermi euro!"

-------------------------------------------------------------------

gli investitori euro ci hanno dato, euro rivogliono. cioe' dovremmo comperare euro e dargli quelli che ci hanno prestato.

anche per questo paghiamo un interesse cosi' (realtivamente) basso, perche' l'euro e' una moneta forte e non si svaluta.

perche' se il debito fosse stato contratto in lire, con la situazione economica che abbiamo e una moneta creata proprio per svalutarsi, ci avrebbero chiesto lnteressi a due cifre.

perche' avrebbero messo nel calcolo i soldi da riavere indietro, il loro guadagno e il tutto mettendo in preventivo la svalutazione della moneta, cioe' la lira, facendoci pagare anche quella.

per quello che si dice che l'europa (l'euro) ci sta tenendo in piedi, altrimenti affogheremmo , con una moneta come la lira addirittura che nasce per svalutarsi, cioe' perdere valore, nei soli interessi del debito che abbiamo.

e se stampiamo altre lire pensando di pagare con quelle il debito, gli interesssi che pretenderebbero seguirebbero proporzionalmente il denaro che si stampa.

crediamo di poterli fare fessi? anche se torniamo alla lira loro vogliono euro, non esiste che il debito fatto in euro diventi in lire.

crediamo di avere a che fare con dei deficienti con l'anella al naso? le regole del debito (e del credito) non le fa il barone zaza' o altri.

gente, non ci stiamo a sputtanare un'occasione storica come quella che c'e' oggi per i 5stelle di cambiare realmente l'italia per delle straminchiatissime idee balzane.

carlo 13.10.18 00:40| 
 |
Rispondi al commento

comunque, ottima manovra, complimenti.

carlo 13.10.18 00:15| 
 |
Rispondi al commento

"CORRADO AUGIAS( La Repubblica,Rai 3..scrittore antiCristo per antonomasia) dalla Gruber dice:
" DOBBIAMO AVERE PAURA DELLA DITTATURA DELLA MAGGIORANZA"

------------------------------------------------------------------


penso che quelle paure si riferissero alla lega. non credo ce l'avesse con i 5stelle. al limite, forse non li ritiene capaci di frenare gli impulsi sfascisti della lega.
ma non credo che nessuno un minimo assennato (e augias lo e') possa avercela con i 5stelle, fuorche' quando si appiattiscono a certe farneticazioni paranoiche della lega salviniana.

carlo 13.10.18 00:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Io ho fiducia in voi e da subito ho auspicato un'alleanza con la Lega! Se è vero che volete dare ai docenti uno stipendio adeguato alla media europea, iniziate a farlo già da gennaio!

Giuseppe Gatto, Galatone (Lecce) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 13.10.18 00:01| 
 |
Rispondi al commento

Ho fatto in passato lo scrutatore. Nelle elezioni amministrative locali trovo più pratico e con meno possibilità di errori o di imbrogli cambiare le modalità per il voto disgiunto fatto nella medesima scheda elettorale. Si perdeva molto tempo nell'assegnare il numero delle preferenze quando nella medesima scheda vi era il partito ed il nome del governatore o del sindaco talvolta diversi dal partito. É preferibile avere una scheda elettorale in più solo per la scelta del governatore e del sindaco ed un'altra scheda per la scelta del partito. Pur essendoci una scheda in più da conteggiare lo spoglio diverrebbe anzi più snello e ripeto con zero o quasi possibilità di errori e di imbrogli.

domenico de santis, genova Commentatore certificato 12.10.18 23:48| 
 |
Rispondi al commento

Ma per la questione sgravi fiscali si saprà qualcosa prima della dichiarazione dei redditi? Quali spese verranno eliminate dalla detrazione/deduzione?

Carol 12.10.18 23:42| 
 |
Rispondi al commento

OT

Video dell'accoglienza del ministro Di Maio a Rivarolo Canavese, con le dichiarazioni su Alitalia:

http://www.quotidianocanavese.it/cronaca/rivarolo-il-ministro-di-maio-in-canavese-assicura-il-suo-impegno-per-la-comital-video-intervista-18987

Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.10.18 23:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il Premier Conte su Facebook:

" Appena rientrato a Roma dal viaggio in Etiopia ed Eritrea che conferma e rafforza il nostro ruolo nel corno d’Africa.
Ora sono al lavoro con staff, tecnici e collaboratori per definire i dettagli dei provvedimenti che il governo si appresta a varare nei prossimi giorni: il decreto fiscale e il disegno di legge sul bilancio. Nello specifico stiamo approfondendo alcune norme per la semplificazione fiscale e burocratica e le politiche attive sul lavoro.
Non ci fermiamo un attimo, il lavoro da fare è tanto, ma vi assicuro che l’impegno di questo governo è incessante. "

Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.10.18 22:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Si parla della quota 100 che non partira' da gennaio 2019 ma nella primavera. Almeno coloro che rientrano nella quota 100 e sono disoccupati o che rientrano nelle categorie riconosciute dall'ape social come usuranti dovrebbero poter andare in pensione almeno da gennaio. In particolare i disoccupati che hanno terminato gli ammortizzatori sociali e che avevano fatto domanda per l'ape social.

Luciamo c. 12.10.18 21:47| 
 |
Rispondi al commento

Onorevole Ministro Luigi Di Maio,
oggi avete UCCISO gli ex-poligrafici in lotta da tre anni per vedersi riconoscere il diritto alla pensione. Pensavo che di Ponzio Pilato ce ne fosse stato solo uno, invece Lei ha rinnovato la tradizione. Complimenti anche al suo staff del ministero che lei dirige. Mi piacerebbe incontrarla per dirle di persona cosa significa sentirsi "il nulla", perchè questo oggi noi siamo. Ma non credo succederà mai, visto che non si degnato neanche di rispondere alle lettere che avevamo consegnato al ministero. Le auguro una buona vita, quella che a noi oggi è stata negata.
Amos Farnitano


Il programma è ottimo mi pare, e soprattutto il reddito di cittadinanza: ci tengo particolarmente perché è sacrosanto, essenzialmente è il modo di rispondere di uno Stato" CIVILE " a chi non paga le tasse! Che c'entra? Mi spiego: facciamo l'esempio di un piccolo commerciante che evade, spesso, questo non è altro che un disoccupato che s'è dato da fare ed a cui nessuno ha dato una mano, DEVE pagare le tasse ma, se non riesce, se non sta sul mercato ed affoga, che smetta! Adesso col reddito di cittadinanza si può dire, prima no!
Era una presa in giro, era come dire un lavoro non c'è, un aiuto se non hai un soldo non c'è, ma se te la cavi da solo devi guadagnare almeno X, pazzesco!!! Specie con gli studi di settore. Non solo, darà anche un colpo al lavoro nero, diminuendolo al contrario di chi dice che invece salirà. Se ho il reddito di cittadinanza e mi propongono un lavoro nero io rischio, rischio di farmi male e non avere pensione, rischio di perdere il reddito di cittadinanza e rischio così di privarmi di un enorme privilegio: quello di dire a chi mi assume in nero NO Bello, mi assumi regolare e con tutti i diritti, non rischio il reddito di cittadinanza per uno che poi mi licenzia con un vaffa e magari manco mi paga!
Per ultimo, per il lavoro "regolare" che molti propongono con stipendi da fame o furberie tipo farti fare partita IVA per poi pagarti a cottimo e poco, vale la stessa cosa o quasi, in questo caso, sapendo di potere contare comunque sul reddito di cittadinanza se ti licenziano, se non sono corretti la prima cosa si va a denunciarli all'ispettorato del lavoro e si fa vertenza senza paura di perdere il posto, in caso col reddito di cittadinanza in qualche modo si mangia. Non è finita, tutto questo se funziona, se i centri per l'impiego ti devono LORO trovare il lavoro, tutto cambia, si perché quelli che si arricchiscono sfruttando chi ha bisogno li si denuncia e sai quanto nero vien fuori? TANTO!
ITALIANI FURBETTI? Basta cambiare le regole!

Tommaso Giachetti 12.10.18 21:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CORRADO AUGIAS( La Repubblica,Rai 3..scrittore antiCristo per antonomasia) dalla Gruber dice:
" DOBBIAMO AVERE PAURA DELLA DITTATURA DELLA MAGGIORANZA"

E' evidentemente POCO LUCIDO,fa' anche un po' ridere,dato che questa maggioranza,COME TUTTE LE MAGGIORANZE AGGREGATESI DAL 50 IN POI,e' stata costituita SEGUENDO LE REGOLE DELLA DEMOCRAZIA E COSTITUZIONE ITALIANA,per cui ,il SUO PERSONALE TIMORE,e' POLITICO non STRUTTURALE,ma lo PONE AGLI ASCOLTATORI COME SOVVERSIVO ,FRAINTENDENDOLO VOLUTAMENTE AD UN CAMBIAMENTO.

AUGIAS..se lo dici sul serio,SEI POCO LUCIDO,e alla TUA ETA' DIVRESTI SAPERLO CHE NON SI E' PIU' FISIOLOGICAMENTE E NEUROLOGICAMENTE LUCIDI COME UNO DI 32 ANNI.
Se lo dici perche' ci fai,HAI FALLITO.
Io comunque ti dico che un posto a Villa Margherita ,ti e' garantito per UMANITA'
Un abbraccio Corrado..e te lo dico con affetto,perche' ho letto con interesse almeno 5 libri che hai scitto,ma ho l'imoressione che si sia fatto troppo tardi,anche tu devi lasciare il posto a GENTE PIU' FRESCA.
SIAMO STATI ELETTI DEMOCRATICAMENTE,non siamo IN ISRAELE..O NO?

Luca Fini 12.10.18 21:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Il ministro Di Maio in diretta su Facebook :

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/801916916812822/

Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.10.18 20:51| 
 |
Rispondi al commento

CAMUSSO dice del def che lo sviluppo e il lavoro “sono i grandi assenti”
Qui veramente siamo alla follia, i GRANDISSIMI assenti e per troppi anni siete proprio Voi, è passato di tutto sotto il vostro naso e non avete mosso un dito, ho il presentimento che farete la fine del PD.

GIORGINO 12.10.18 20:51| 
 |
Rispondi al commento

Caro Luigi Controllate bene la nota al Def sembra che qualcuno abbia inserito a pagina 61 o 64 non ricordo una frase e alcune considerazioni sulla legge Fornero che non avete mai detto e che secondo me non vi appartengono, Vi ricordate il decreto dignità?? Spazzateli via tutti senza pietà siamo tutti con voi qualunque cosa accada


ottimo lUIGI, VADA SEMPRE AVANTI COSI', l'intelligenza unita' all'onesta' vince sempre!!

simona porta 12.10.18 20:36| 
 |
Rispondi al commento

OT

Il Premier Conte su Facebook:

" Sono orgoglioso che l’Italia sia stata eletta al Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu per il triennio 2019 – 2021.
Qualche settimana fa, parlando all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, avevo sostenuto con forza e convinzione la nostra candidatura, consapevole che il rispetto dei diritti inviolabili dell'uomo è uno dei pilastri sui quali si fonda la Repubblica Italiana e rappresenta il nostro faro.
Da sempre, ma soprattutto oggi che siamo chiamati ad affrontare le sfide che derivano dalle gravi e prolungate crisi nell'area mediterranea, inclusi i flussi migratori. Una notizia, questa, che tra l’altro arriva nei giorni del mio viaggio in Etiopia ed Eritrea. Pace, sviluppo, sicurezza sono i nostri obiettivi e le linee guida della nostra missione politica.
Per questo, nel settantesimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, avevamo avanzato la nostra candidatura.
L'Italia è un Paese che ha nel suo DNA la promozione del dialogo. E oggi l’Assemblea Generale dell’Onu ha riconosciuto il nostro ruolo nel Mediterraneo e nel Mondo, il nostro essere sempre in prima fila quando si tratta di tutelare e salvaguardare i diritti umani. "

Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.10.18 20:19| 
 |
Rispondi al commento

OT

Ministero dello Sviluppo Economico su Facebook:

"Abbiamo appena appreso la notizia che Ferrovie dello Stato ha inviato ai commissari di Alitalia la propria manifestazione di interesse.
Da oggi potrebbe nascere il primo gruppo al mondo di trasporto integrato gomma-ferro-aria.
Su Alitalia l'Esecutivo ha le idee chiare e il piano di rilancio della compagnia di bandiera è contenuto nel contratto di Governo. Tradire il contratto vorrebbe dire tradire i cittadini e noi questo non lo faremo mai.
Inoltre, il piano per Alitalia è sostenuto dal Capo del Governo e da tutte e due le forze politiche di maggioranza che lavorano ad un atto di indirizzo al Governo per rafforzare la linea del contratto per il "Governo del cambiamento".
Adesso inizia, quindi, il percorso che può portarci al 31 ottobre con altri partner industriali che faranno di nuovo grande Alitalia, senza sprechi e senza sperpero di soldi degli italiani, e lo Stato ci sarà con parte del prestito ponte.
Il nostro obiettivo non è di "salvare" la compagnia ma di rilanciarla affinché torni ad essere grande. Salvaguarderemo i livelli occupazionali ma, soprattutto, realizzeremo una politica turistica integrata per l’Italia.
Ci sono milioni di turisti in ogni parte del globo che aspettano solo di conoscere il paese più bello del mondo. Andiamo a prenderceli!"
Così il Ministro Luigi Di Maio.

Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.10.18 20:14| 
 |
Rispondi al commento

IO SO COME RISOLVERE I PROBLEMI ECONOMICI DEI COMUNI TERREMOTATI:

FIGURATI GLI ALTRI

Lo scrissi già tanti anni fa.

I notai sono una pura invenzione del capitale a difesa del capitale, ma nessun cittadino, inteso nel senso generico del termine, sente la necessità che esista tale categoria.
Costoro sono pagati profumatamente per sottoscrivere un documento prestampato che viene completato con i dati dei clienti, in cui è scritto... "della cui identità, io notaio in... sono certo". Costoro mentono perché sono certi di nulla, in quanto si basano sulla presentazione di un documento di riconoscimento, come qualsisi pubblico ufficiale può richiedere. Affermo quindi che la categoria dei notai, dovrebbe essere regolamentata diversamente e sostituita dal SEGRETARIO COMUNALE, il quale, se afferma di un cittadino "... della cui identità sono certo" è molto più probabile che lo sia.
Ora, io credo che la categoria dei notai non vada soppressa, ma che il potere di regolare le compravendite di immobili possa essere affidata anche ai Comuni, con risparmio dei cittadini e con notevoli entrate da parte dei Comuni.
Pensateci, ma io so che sarebbe una buona idea a vantaggio dei cittadini


domanda,quota 100 a 62 anni,io ho 60 anni e 40 di contributi(6 anni son andati persi in giro)devo aspettare fino al compimento del 62 anno di eta?oltretutto son invalido civile 60%,e ho iniziato ha lavorare in regola nel 1972 a 14 anni,non esiste nulla sul lavoro precoce?grazie

cortinovis giovanni 12.10.18 19:36| 
 |
Rispondi al commento

Una serie infinita di cose da fare Luigi! Ci vorrà del tempo! Dobbiamo essere fiduciosi.

Pasquale M., Airola Commentatore certificato 12.10.18 19:35| 
 |
Rispondi al commento

,..manifestazione ''studenti''...i soliti figli di''papi'' organizzati dal pd/pdl..le coop rosse/bianche non vogliono perdere i lauti guadagni ''clandestini''..

Tony 12.10.18 19:32| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Se Eni assume giovani : più produttività, meno costi, più utili. Per lo Stato : più ricavi fiscali da utili e dai consumi di questi ragazzi. Che compensano le minori contribuzioni . Caro Boeri dei 100 miliardi, solo muovendo le acque si crea un win-win.

https://www.borsaitaliana.it/borsa/notizie/radiocor/finanza/dettaglio/nRC_12102018_1228_271181664.html


Paolo Bozza 12.10.18 19:32| 
 |
Rispondi al commento

Bene Luigi! ma lo dico ormai da anni : in tutta Italia si spendono miliardi di euro della UE dello stato delle regioni in start tup fasulle in incentivi al turismo al commercio alla industria a corsi di formazione gestiti da una miriade di enti che non producono manco un posto di lavoro ! TUTTO FASULLO! ! PER MANGIARE SOLDI CHE FINISCONO AI SOLITI POLITICI
QUANDO FATE FINIRE STA MANGIATOIA MA PERCHÉ NESSUNO NE PARLA? Manco voi?

Mario Bulgarelli 12.10.18 19:24| 
 |
Rispondi al commento

Caro Di Maio,

Non posso esprimere alcun parere al tuo post, è troppo sintetico comunque mi fido sulla parola.

Seguendo la tua analisi, faccio alcune osservazioni:

- FLAT TAX, partite IVA fino a 65.000€ tassa del 15%, il pensionato/lavoratore paga forse il doppio di tasse, questa è giustizia fiscale? Tieni presente che questi ultimi cittadini, hanno votato 5 stelle (e non i titolari di impresa), ancora una volta sono stati gabbati.
Oltretutto i pensionati/lavoratori dipendenti pagano il 100% delle tasse, gli altri spesso evadono (falso in bilancio ammesso dallo stato) o non le pagano in attesa del condono (ultimo esempio la pace fiscale): questa è giustizia fiscale?

- ASSENTEISMO, per me la pubblica amministrazione è rappresentata anche dai parlamentari, la Bongiorno, sta pensando di porre fine anche all'assenteismo dei politici? Sarebbe una bella cosa mandare a casa anche i "furbetti" (truffatori se prendono uno stipendio non meritato) della politica,

- SCUOLA UNIVERSITÀ aggiungo pensioni e salari, sono fermi da anni, nonostante (per le pensioni) i tribunali abbiano detto che è ingiusto bloccare la rivalutazione conseguente all'inflazione. Sicuramente se questi compensi restano bassi, l'economia non può ripartire.

DIFESA, la ministra Trenta, non mantiene le indicazioni del Movimento che aveva dato il mandato, ai suoi delegati, di ridurre gli F35 e le missioni militari all'estero. Di queste due "prescrizioni" non è stato fatto nulla anzi.... Ancora questa settimana gli F35, con un'altra avaria, hanno confermato l'assurdità dell'acquisto perché sono dei bidoni. Eppure, come PD, PDL, ecc... non fate quanto chiede il popolo, ma la lobby delle armi (mascherata dalla necessità di difendere i nostri confini) e questo tu dici che non ABBIAMO PADRONI?

UNA DOMANDA QUANTO SPENDIAMO PER LA DIFESA?

E QUANTO PER COMBATTERE L'EVASIONE FISCALE, LA CORRUZIONE?

LE INUTILI GRANDI OPERE?

ECCO DOVE PRENDERE I SOLDI PER RILANCIARE L'ECONOMIA E FARE GIUSTIZIA FISCALE.

Giuseppe belotti 12.10.18 19:19| 
 |
Rispondi al commento

Mi domando come mai i MINORENNIvengono mandati fuori scuola a protestare. Gli organizzatori possono sottrarre alla patria potestà il minore che il genitore ha mandato a scuola? Possono i professori impunemente sottrarsi alla vigilanza del minore senza avvisare la famiglia?

FLAVIO DORIA, SANTA MARIA CAPUA VETERE Commentatore certificato 12.10.18 19:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

letto sul post:
“...in queste 123 pagine c’è quello che vogliamo fare nel 2019, 2020 e 2021 come Governo.” “Se potete scaricatela...”
Fatto! Sono elettrizzato, galvanizzato, entusiasta; lo stamperò e intanto lo farò leggere al circolo degli scacchi, stasera.. Come godo, che non mi credevano... “La cosa più importante di questa nota …. il reddito di cittadinanza per 6 milioni di persone”
Bene, lo cerco...lo cerco.. SARà UNA LEGGE CON I VARI ARTICOLI tipo il DL presentato quando il M5S era all' opposizione http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DDLPRES/0/814007/index.html?part=ddlpres_ddlpres1
Ma non c'è un tubo; cazzate tipo “L’introduzione del Reddito di Cittadinanza rafforzerà il contrasto
alla povertà...” ( pag 67 ) …
Va bene, stasera giocherò a scacchi e basta, sperando che qualcuno non sia piddino...
Prima o dopo arriverà il RDC!
W M5S

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.10.18 18:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ridurre le forze di Polizia dalle 4 attuali a 2 (CC e PS) porterebbe enormi risparmi alle Casse dello Stato, permettendo anche di assumere più personale del ruolo agenti, che poi sono loro che ci danno sicurezza nelle città pattugliando il territorio.

Tony N. 12.10.18 18:58| 
 |
Rispondi al commento

Il ministro Di Maio su facebook:

" Oggi due ragazze di 17 e 18 anni a Torino, durante una manifestazione studentesca, hanno dato fuoco a due manichini, uno con la mia faccia. È una cosa che non avrei mai fatto e che infatti in passato non ho mai fatto, ma i ragazzi, i giovani hanno tutto il diritto di protestare, anche con toni forti perché per troppo tempo la politica è stata sorda ai loro bisogni. Possono anche andare oltre righe, un po’ come ha fatto il MoVimento nella sua storia, a patto di non andare contro la legge e di non usare violenza. Quello mai.
Ora i tempi sono cambiati e al governo c’è una forza politica che fa dell’ascolto e della partecipazione il suo tratto distintivo. Urlare va bene, ma non c’è bisogno di sgolarsi. Le porte del ministero sono aperte a tutti e le mie orecchie pure. Le ho aperte ai riders, ai disoccupati, ai lavoratori, agli imprenditori. Sono aperte anche a tutti gli studenti che vogliono portare proposte per la scuola, per l’università e per il futuro del Paese. L'istruzione, i percorsi di formazione, i nuovi lavori sono tutti temi importantissimi per il Paese e in cui gli studenti devono essere coinvolti perché ne va della loro vita.
Dopo le manifestazioni, confrontiamoci insieme per scrivere una nuova storia. Le due ragazze sono state denunciate per vilipendio delle istituzioni e per l’accensione di fumogeni. Spero che la denuncia per vilipendio, un reato di epoca medievale, venga archiviata il prima possibile e che inizi un percorso sereno di confronto con gli studenti. La repressione non porta mai nulla di buono. Sono stato rappresentante studentesco per 5 anni della mia vita e so quanto sia importante la pressione politica per ottenere dei risultati. Le porte sono spalancate per chi ha voglia di confrontarsi. Avete la mia parola."

Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.10.18 18:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

AVANTI RAGAZZI CHE FRA POCO IL CICLONE PASSERA SIAMO TUTTI CON VOI

giancarlo ricomini, marina di carrara toscana Commentatore certificato 12.10.18 18:43| 
 |
Rispondi al commento

dai sostenitori avete carta bianca, e per adesso si fa quel che e' possibile fare, tempo ne avrete per sistemare definitivamente le rovine lasciate dai "grandi esperti" che ancora nonostante il loro fallimento, proclamano di fare quel che non hanno mai fatto!! Auguri e tenacia, "il dado e tratto"

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 12.10.18 18:41| 
 |
Rispondi al commento

Bravissimi !!!

Paolo Z., Crocetta Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 12.10.18 18:38| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OTTIMO, per cominciare ....bravi, continuate così!!!

antonino p. Commentatore certificato 12.10.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ottimo luigi!!! Buon lavoro e grazie!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 12.10.18 18:31| 
 |
Rispondi al commento

Questa della protesta degli studenti, a prescindere dai numeri, è abbastanza sorprendente; pur essendo in carica solo dal primo giugno, questo governo ha almeno parzialmente corretto alcune solenni minchiate in attesa di una riforma che spero davvero "rivoluzionaria"; non posso che pensare alla strumentalizzazione pidduta di alcune componenti della rappresentanza studentesca, ma, nella disperata reazione dei pidduti alla prossima scomparsa, era da mettere in conto pure questo; ottima cosa ascoltare gli studenti, ma vi consiglierei soprattutto di ascoltare,direttamente e senza mediazioni, gli insegnanti, quelli che più di tutti vedono le storture e le inefficienze del sistema scolastico, quelli che mai sono stati coinvolti ed ascoltati; e qui v'ammollo un semplice consiglio: badate all'istruzione professionale e tecnico-scientifica, facendo in modo per prima cosa, che i dirigenti scolastici di tali istituti siano degli Ingegneri, cazzo, ......(ché di fallimentari dirigenti di formazione umanistica in grado di mandare tutto a puttane per totale incomprensione, mancanza di interesse, incapacità di gestire questioni tecniche, etc, ne ho già visti troppi....); ah, e poi, vi scongiuro, consentite un ricambio totale degli insegnanti di determinate discipline soggette a rapida evoluzione tecnologica con giovani laureati aggiornati e soprattutto capaci di trasmettere passione ed interesse....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 12.10.18 18:21| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

C'e' uno strunz che e' scappato dalla fogna!!! Fategli ritrovare la strada!!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 12.10.18 18:15| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta, W il Governo del Cambiamento.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 12.10.18 18:05| 
 |
Rispondi al commento

http://www.adnkronos.com/soldi/economia/2018/10/09/italia-milioni-poveri-record-dal_cv4Nw5U2SyYtald7dnSu3H.html

Leggete I miracolosi effetti dei governi PD -Monti.
Cinque milioni di poveri. Mai cosi tanti in italia

Ciro M., Brussels Commentatore certificato 12.10.18 17:48| 
 |
Rispondi al commento

sono sempre concentrati a raccontarsela fra di loro ..i soliti noti ...pazienza ..è che non ho capito le prpteste degli studenti ...vi stanno tutti contro perchè chiedete piu' soldi appunto anche per le scuole e questi manifestano senza considerare che governate da pochi mesi ..boh ..probabilmente gli manchera' la fedeli ...

FABRIZIO P., PARMA Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 12.10.18 17:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT

Alessandro Di Battista su Facebook:

A PROPOSITO DI BANCHE D'AFFARI, DI FMI, DEI GIORNALI DI DE BENEDETTI, DI CHI CRITICA IL DEF. L'11 LUGLIO 2017 FECI NOMI E COGNOMI, AIUTATEMI A CONDIVIDERE... segue su:

https://it-it.facebook.com/dibattista.alessandro/videos/167262884203398/?__tn__=K-R


Roberto ., Roma Commentatore certificato 12.10.18 17:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutte cose bellissime ! Attenzione alla professionalità ed a ciò che di buono già esiste. Un imprenditore poco fa mi esponeva uno dei tanti problemi inerente le procedure sanitarie obbligatorie per chi produce o somministra alimenti. Oggi solo vessatorie, perché non creare dei servizi capaci di assistere e realizzare assieme all'Impresa tali procedure ? Presso l'Impresa, si intende !

Francesco Gullì () Commentatore certificato 12.10.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

OTTIMO LUIGI
Incontra i portavoce dei ragazzi per sentire le loro esigenze per la scuola.
Le RISORSE PER LA SCUOLA SI DEVONO TROVARE.
Per quanto riguarda gli insegnanti non mi sembra che guadagnino poco..credo che la scuola ABBIA ALTRE PRIORITA'.
STRUTTURE E DIDATTICA E RI-FORMAZIONE RINGIOVANIMENTO DEL PERSONALE DIDATTICO.
EDUCAZIONE CIVICA,STUDIO DELLA COSTITUZIONE ED ETICA.

Luca Fini 12.10.18 17:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

""la potete scaricare cercandola su Google o sul sito della Camera (che ieri l'ha approvata) o del Senato o sul sito del Governo e potrete leggere tutto quello che vogliamo fare.""

http://www.dt.mef.gov.it/modules/documenti_it/analisi_progammazione/documenti_programmatici/def_2018/NADEF_2018.pdf

dovrebbe essere questa...

pabblo 12.10.18 17:13| 
 |
Rispondi al commento

AVANTI TUTTA!!!!!!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 12.10.18 17:12| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori