Il Blog delle Stelle
Il beach volley è meglio delle slot: giochiamo insieme il 10 agosto a Cagliari

Il beach volley è meglio delle slot: giochiamo insieme il 10 agosto a Cagliari

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 11

In questi anni le lobby del settore, con un’incessante pubblicità, hanno promosso una pratica rischiosa come l'azzardo, trattandolo come un semplice gioco. Il risultato è che siamo stati invasi da spot su scommesse sportive, gratta e vinci (sarebbe meglio chiamarli Gratti & Perdi), slot e chi più ne ha più ne metta. Alla diffusione della cultura del “tentar la sorte” si sono prestati anche sportivi ed attori.

Tutto questo, con il Decreto Dignità, sarà finalmente vietato. Ciò che nuoce alla salute e alla nostra economia, ciò che agevola il riciclo di denaro sporco delle mafie e ciò che provoca povertà non deve essere pubblicizzato. Tra le fasce più a rischio, quella dei minori. Secondo una ricerca del Caritas di Roma l’ 80% conosce l’azzardo attraverso spot tv e il 68% online. L’88% dei giovanissimi azzarda con scommesse sportive, il 48% con i ‘Gratta e Vinci’, il 30% con le scommesse online, il 25% con le slot machines-videolottery.

L’influenza degli amici nell’indurli all’azzardo, è solo del 43%, mentre la pubblicità televisiva influisce per l’80%. Anche questi dati allarmanti ci hanno stimolati a creare un “evento itinerante” di sensibilizzazione sociale e culturale. Con “l’Azzardo non è un Gioco”, scenderemo in campo tra la gente a denunciare i danni sociali ed economici provocati dal dilagare dell'azzardo; daremo vita ad eventi nei quali ci si potrà “divertire” con i veri giochi: pallavolo, calcetto, e tanto altro sano divertimento.

E’ indubbio, infatti, che l attività sportiva sia una preziosa occasione di socializzazione per l’individuo e che il valore sociale delle relazioni, che si possono stringere e consolidare in questo ambito, siano preziose per prevenire quegli episodi di “alienazione o solitudine” propri dell’azzardo. Si inizierà da Cagliari!

Vi diamo appuntamento venerdì 10 AGOSTO 2018, presso la struttura sportiva BT ESIT di fronte al Chiosco La Dolce Vita, per vivere con noi una giornata all’insegna dello SPORT, della solidarietà e della riflessione! Con noi ci saranno tantissimi altri parlamentari e portavoce locali del MoVimento 5 Stelle.

Via aspettiamo venerdì dalle 9:30 in poi e ricordatevi… che l’azzardo non è un gioco!



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

9 Ago 2018, 10:15 | Scrivi | Commenti (11) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 11


Tags: azzardo, beach volley, cagliari, poetto

Commenti

 

In questi ultimi anni hanno vietato giocare a carte nei locali pubblici perchè considerato gioco d'azzardo!!!

Riempendo ogni angolo disponibile di ludopatiche ed "innocue" SLOT........

OGGI grazie alla Lungimiranza di chi ci ha finora governato stiamo tutti BENISSIMO!!

Franco T., S.Vito Romano Commentatore certificato 12.08.18 00:16| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi bisogna porre un freno anche ai gratta e vinci,addirittura adesso nei supermercati "obbligano" le cassiere a venderti i gratta e vinci al momento di pagare.
A mio parere questa pratica deve essere punita, induzione all'azzardo.

davide p. Commentatore certificato 11.08.18 12:00| 
 |
Rispondi al commento

Bisogna ripristinare le legge contro i giochi d'azzardo e in ogni loro forma, come c'era una volta. Non solo slot machines ma anche sale poker e simili.

Igor Zante Commentatore certificato 10.08.18 18:42| 
 |
Rispondi al commento

Forti! Bravi! State setacciando il malaffare come nessun altro ha mai fatto e mai avrebbe fatto!!
Vi sono vicinissimo, anche se non posso permettermi nessun contributo fattivo.
Antonio

ANTONIO TESTA 09.08.18 22:03| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Le politiche di questi anni hanno permesso non solo che andassero in crisi gli oratori che veramente con pochi soldi creavano dei giovanotti pronti alla vita con un senso altamente morale di preparazione al loro futuro. Ma hanno permesso che fallissero e chiudessero tutti i circoli dove gli anziani andavano non solo a bere qualche bicchiere in più, ma giocavano a carte, biliardo e sopratutto bocce. grandissimo passatempo sicuramente più economico dei grata e vinci.e da non sottovalutare la grande possibilità di socializzare e veramente continuare a vivere.

Salvatore A., Malnate Varese Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 09.08.18 19:37| 
 |
Rispondi al commento

Basta slot, toglieteli dai bar fino ad arrivare ai tabacchini, ripulirete le città da questi mangiasoldi, creano povertà non ricchezza

Filippo Bellan 09.08.18 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Bravi e giunto il momento di sanare la società sono problemi non indifferenti ho visto miei amici mangiarsi discoteche fabbriche e famigle distrutte .hanno perso tutto al casino'. E triste tutto questo . se potete vietare nei bar le macchinette fatelo non si riesce a bere un caffè in pace vedi questi malati che ci lasciano la pensione in meno di un ora

Massimiliano conti 09.08.18 13:43| 
 |
Rispondi al commento

Fuori Post.
Vorrei che mi si spiegasse il perchè del rifiuto di abolire art.18. Le opposizioni ne stanno facendo una bandiera di propaganda contraria e io nei miei piccoli capannelli non riesco a dare esaurienti spiegazioni.
Aspetto spiegazioni.

Silverio Mazzella (pacchiarotto), Ponza Commentatore certificato 09.08.18 13:37| 
 |
Rispondi al commento

Vorrei parlare di vaccini e immunodepressi.
E’ mai possibile che ci si focalizzi solo sui vaccini (che sono sacrosanti, ma con tutti i loro limiti) e sulle malattie per cui si viene vaccinati e non si parli, invece, di tutte quelle , anche banali come un raffreddore, che possono costituire un grave rischio per chi è immunodepresso?
Inserire un bambino immunodepresso in una classe, soprattutto alla scuola materna ed elementare significa esporlo, ogni giorno ad un rischio potenzialmente molto grave, , anche se tutti i bambini fossero regolarmente vaccinati ....
Le vaccinazioni sono importanti, ma non si deve speculare troppo sull’argomento....., per il bene di tutti i bambini.
Marina

Marina M 09.08.18 12:13| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori