Il Blog delle Stelle
Autostrade, i Benetton e quei soldi mai investiti in manutenzione. Il libro di Mario Giordano diceva già tutto (ma nessuno ne parlò)

Autostrade, i Benetton e quei soldi mai investiti in manutenzione. Il libro di Mario Giordano diceva già tutto (ma nessuno ne parlò)

Author di MoVimento 5 Stelle
Dona
  • 330

fonte: Dagospia

IL CAPITOLO DEL LIBRO DI MARIO GIORDANO, ''AVVOLTOI'' DEDICATO ALLE AUTOSTRADE E AI BENETTON (CHE LA GRAN PARTE DEI QUOTIDIANI SI GUARDO' DAL CITARE QUANDO USCÌ IL LIBRO)

MA LÌ BENETTON DOVEVA INVESTIRE E NON L' HA FATTO

Mario Giordano per ''la Verità'' del 15 agosto

Dov' è sono i Benetton? Dov' è Oliviero Toscani? Stanno scattando altre foto choc? O, per oggi, si accontentano dello choc del ponte crollato? Perché non parlano? Perché non spiegano? Lo scarno comunicato con cui Autostrade per l' Italia, la società che fa capo all' impero di Treviso e che è responsabile del viadotto crollato, ha commentato la tragedia di Genova, è una vergogna che non si potrà cancellare nemmeno con tutte le campagne pro immigrati dell' Oliviero bollito: «In relazione al crollo la società comunica che sulla struttura erano in corso lavori di consolidamento della soletta. I lavori erano sottoposti a costante attività di osservazione. Le cause saranno oggetto di approfondita analisi».

Tutto qui. Non una lacrima, una parola di umanità, un pensiero alle vittime. Solo formule burocratiche. Il comunicato è stato pubblicato sul sito aziendale ufficiale in mezzo alle notizie di viabilità, fra la chiusura della stazione di Modena Nord e quella dello svincolo di Sesto San Giovanni. Ci sono oltre 30 morti? Pazienza. L' importante è che riapra l' allacciamento dell' A1 con Nola.

Eppure i Benetton, oggi, avrebbero tante cose da spiegare. Per esempio: perché ogni anno la loro società ottiene dal ministero la possibilità di aumentare abbondantemente le tariffe autostradali anche se non ha fatto gli investimenti previsti (e che sono il motivo per cui vengono concessi gli aumenti)? I dati: fra il 2008 e il 2016, secondo l' ultimo rapporto, le tariffe nelle tratte gestite da Autostrade per l' Italia sono aumentate del 25%. Cifra che non trova giustificazione nell' inflazione. Perché quell' aumento? Per fare gli investimenti, per l' appunto. Che però Autostrade per l' Italia non fa.

O, almeno, non come promesso. Mancano almeno 1,5 miliardi di euro sull' intera rete che gestisce. E qui arriva il bello, uno dei punti dove la società ha investito meno è proprio il tratto ligure: qui erano previsti 280 milioni (280.354.000 per l' esattezza), ne sono stati spesi solo 76 (76.013.000). Cioè il 27,11% di quanto avrebbero dovuto e per cui si sono fatti lautamente pagare in anticipo.

E allora sarà pur vero che sul viadotto, come dice il comunicato, «erano in corso lavori di consolidamento». Ma è altrettanto vero che sulle autostrade, che risalgono agli anni Sessanta, non vengono fatti gli investimenti che dovrebbero essere fatti.

È un meccanismo perverso: noi paghiamo sempre di più, ogni passaggio al casello è ormai un salasso, una tassa nascosta. E dove finiscono questi soldi? È chiaro: nelle casse degli azionisti che hanno vinto la lotteria della concessioni. Autostrade per l' Italia ha generato nel 2017 ricavi per 4 miliardi di euro (3,94) con quasi un miliardo di utile (972 milioni). Anche negli anni della crisi, i guadagni non sono mai diminuiti. Calava il traffico? Aumentavano le tariffe.

Nelle classifiche dei Paperoni di Borsa la famiglia Benetton figura sempre ai primi posti (8,1 miliardi di euro di patrimonio, +20% l' anno scorso).

Chi mi ama mi segua, diceva un loro vecchio slogan. Ma prima paghi il pedaggio. C' era una volta l' impresa delle magliette colorate: ora l' impero si basa tutto sull' asfalto. Più semplice, no? Mentre per vendere abbigliamento bisogna superare la concorrenza, le autostrade sono un monopolio. Gestito in concessione. Perché, poi, lo Stato abbia voluto fare questo regalo ai signorotti di Treviso, non l' ha mai capito nessuno.

È successo nel 1999. L' Iri sapeva di avere per le mani, con le autostrade, una gallina delle uova d' oro, ma pensò bene di cederla. Uno degli affari peggiori che si ricordi per lo Stato, uno dei migliori che si ricordi per i Benetton, che da quel momento campano di rendita. A gestire l' operazione fu l' allora presidente dell' Iri, Gian Maria Gros Pietro, gran frequentatore di salotti che contano e amico di Romano Prodi. Subito dopo la privatizzazione delle autostrade, Gros Pietro fu assunto dai Benetton per presiedere le autostrade. Stipendio: un milione di euro l' anno.

Così va l' Italia. Con i Benetton siamo sempre stati molto generosi. E loro ne hanno approfittato per costruirsi un impero: dove c' era il maglioncino, c' è un colosso delle infrastrutture che gestisce la metà della rete autostradale italiana (3.020 chilometri di 5.886), con 2 miliardi di transiti al casello ogni anno (5 milioni e mezzo al giorno, 230.000 l' ora, 63 al secondo).
Colosso che si è allargato nelle gestione degli aeroporti (da quello di Roma a quelli della Costa Azzurra), nelle società di ingegneria, ha inventato e controlla il monopolio del Telepass e si è espanso in tutto il mondo, dal Cile all' India, dal Brasile alla Polonia. Di recente alla Spagna, dove ha appena comprato il colosso Abertis. Del resto una società che ogni secondo incassa 63 pedaggi non ha certo problemi di contanti.

Si sa che i Benetton godono di un pregiudizio positivo. Sarà per le provocazioni in salsa buonista. Sarà che comprano spazi pubblicitari su giornali e sulle tv. Eppure bisognerebbe che qualcuno cominciasse a dire loro che una parte dei soldi che incassano grazie alla concessione dello Stato andrebbero usati per rendere le autostrade un po' più sicure.

Non le pare, signor Luciano?

Perché non fate gli investimenti previsti? E perché, anche se non li fate, le tariffe aumentano? E perché, oltre ad aumentare le tariffe, vi prolungano anche le concessioni (fino al 2042, e senza le previste gare europee)? Perché lo Stato a volte preferisce farsi deferire alla Corte di giustizia per violazione del diritto dell' Unione (vedi Livorno-Civitavecchia) pur di continuare ad aiutarvi?

Perché tanta ostinata gentilezza nei vostri confronti?

«Torno a colorare il mondo e a difendere i diritti», ha detto pochi mesi fa, quando, a 82 anni, è tornato a gestire in prima persona l' azienda. Ma quelle sue parole ora suonano particolarmente stonate. Sarebbe stato sufficiente mantenere gli impegni presi con uno Stato fin troppo generoso con voi, non crede, signor Benetton?

Non era difficile: un po' meno utili e un po' più investimenti.

Un po' meno di shopping in giro per il mondo, un po' più di sicurezza per i viaggiatori. Ma ora mi sembra tardi. E allora, di fronte alla disumana freddezza di quel vostro comunicato, chiedo al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, responsabile della pratica: ma è proprio necessario che metà delle nostre autostrade siano gestite da questi signori? Il cambiamento non dovrebbe passare di qui? Mettendo fine all' impero dell' United Colors of Pedaggio?



Fai una donazione a Rousseau: http://bep.pe/SostieniRousseau e poi annuncialo su Twitter con l'hashtag #IoSostengoRousseau

bannerrousseau.jpg

17 Ago 2018, 09:37 | Scrivi | Commenti (330) | listen_it_it.gifAscolta
Invia il tuo video | Invia ad un amico | Stampa

  • 330


Tags: autostrade, avvoltoi, benetton, manutenzione, mario giordano

Commenti

 

REVOCA,DELLE CONCESSIONI.REVOCA,REVOCA.....

francesco t., ARSAGO SEPRIO Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 25.08.18 09:48| 
 |
Rispondi al commento

Qualche anno fa ho distrutto l'auto in autostrada scontrandomi con un cervo di 200kg, sulla piacenza-torino, io e la mia ragazza ci siamo salvati veramente grazie ad una squadra di Angeli, sono tornato due giorni dopo per verificare le reti di protezione che già per la loro altezza circa 1,10mt non erano sufficienti a tenere fuori certi animali,ho documentato la decadenza e piegamento di tante reti,e alcune posizionate sotto a colli che rendevano il loro salto solo 20 cm...l'assicurazione dell'auto non copre questo tipo di danni e le autostrade non si assumono le loro responsabilità, usando le loro squadre di avvocati hanno più interessi a difendersi in causa e vincere piuttosto che pagare con le proprie assicurazioni...ho perso 13.000€ nella prima causa,ed ora sono in appello, nel frattempo le Autostrade Piacenza-Torino hanno cambiato le reti da 1,10mt a 2,20mt, forse si sono accorti che erano insufficienti??? Quindi avevo ragione? Quanti incidenti sono dovuti avvenire prima di decidere di cambiare le protezioni? Ho richiesto le statistiche degli incidenti con animali avvenuti nelle Autostrade,e dopo avermi preso per il culo per un pò di tempo non mi hanno mai inviato nessuna documentazione, forse hanno interesse a segretare i dati??? Dato che morendo uno alla volta non fa notizia, voi forse potreste riuscire a sapere: quante persone muoiono ogni anno per incidenti con animali nelle autostrade??? Grazie

gabriele maroncelli 21.08.18 13:20| 
 |
Rispondi al commento

A Beppe con simpatia
Il popolo Italiano ed in particolare i ciitadini di Genova non vuole più essere preso in giro; si dia seguito all'accertamento delle responsabilità nel piu breve tempo possibile cominciando dalla revoca delle concessioni dei contratti senza avere indugi e incertezze dettate da timori e ricatti di chi ha governato facendo gli interessi dei poteri forti.
Con simpatia
Roberto

Roberto Masi Masi, Sesto Fiorentino (FI) Commentatore certificato 19.08.18 13:15| 
 |
Rispondi al commento

Salve a tutti!
La Torre Eiffel fu inaugurata 128 anni fa, e con tutte le tonnellate di peso aggiunti ogni giorno con i turisti, resterà ancora per altri 500 anni! Alla faccia del acciaio rinforzato e recente tecnologia architettonica che costruisce appartamenti costruiti sotto i ponti. Amici, prima di M5S e Governo Conte nessuno sapeva niente in Italia. Eravamo ad oscuro di tutto, e pur tropo senza sapere tutti noi abbiamo votato per 40 anni sinistra, destra o centro destra, cioè in povere parole società private che hanno preso possesso del governo prendendo decisioni sul pubblico, obbligati e costretti a favorire caprici di alcuni egoisti azionisti, e per loro business in tutti i settori dove porta profitto e potere con leggi "AD PERSONAM" e decreti a loro favore per essere giuridicamente non perseguitabili, loro ed i loro beni. Spero tanto di sbagliarmi, ma giuridicamente le leggi come sono dettate sono a loro favore: 1) Hanno 15 giorni di tempo per ingannare con documenti falsi. Se in caso non riuscissero a dimostrare la manutenzione ordinaria e straordinaria, scaricheranno le loro colpe ovviamente ad un povero lavoratore innocente. 2) Se per "esame di coscienza " la società autostradale dopo i 60 giorni acetasse la proposta di revoca del governo Conte, dato che nel 2016 hanno firmato di notte al buio un contrato fino 2027 che da comunque alla società autostradale il diritto giuridico di chiedere allo stato attuale un risarcimento di 20 miliardi. Certamente oggi a M5S e al governo Conte hanno una grande responsabilità storica, sulle loro spalle c'è il peso di 35 anni di governi al servizio della mafia. La lotta per la giustizia sociale e la legalità non sarà facile, ma per questo ho votato M5S spero nella grazia di Dio per un futuro migliore per tutti!
Auguri di cuore al M5S e al governo Conte, forza e coraggio e il Signore Dio vi benedica grandemente tutti voi che servite a Dio, al Paese, al prossimo e al bene comune! Pace e Bene.

Fabio Thika, BG Commentatore certificato 19.08.18 02:33| 
 |
Rispondi al commento

Di questo rischio di crollo si temeva da parecchio come si sapeva del contratto secretato, ma é possibile che in Italia si preferisce operare sotto la cenere anziché alla luce del sole?

Giovanni . Commentatore certificato 18.08.18 21:25| 
 |
Rispondi al commento

Di questo rischio di crollo si temeva da parecchio come si sapeva del contratto secretary o, ma é possibile che in Italia si preferisce operare sotto la cenere anziché alla luce del sole?

Giovanni . Commentatore certificato 18.08.18 21:24| 
 |
Rispondi al commento

Il cemento armato, come risaputo, ha una vita abbastanza breve; bisognerebbe fare un piano di sostituzione di tutti quelli che hanno più di 60 anni, con altri a struttura in acciaio invece di spendere "inutilmente" denaro per mantenere quelli esistenti. Inviterei il Ministro Toninelli ad indagare, nel ministero di sua competenza, per verificare se dirigenti e funzionari hanno effettivamente eseguito tutti i controlli di competenza del MIT. Capisco l'inesperienza ma rifletterei un momento prima di rilasciare dichiarazioni a "caldo". Mi vengono ancora in mente le parole del Min. Bonafede sul tribunale di Bari che doveva essere spostato in quell'ex immobile INPDAP.

Francesco Paolo Mariani, San Severo Puglia Commentatore certificato 18.08.18 20:39| 
 |
Rispondi al commento

Ma c'è da diventare scemi, ho visto su un servizio trasmesso dalla RAI che parlava di ponti costruiti in Cina, a me sembravano meravigliosi, alcuni lunghi oltre i 10 km, larghissimi e a quanto pare SICURI, allora dico : se non siamo in grado di costruire i ponti perchè non ce li facciamo costruire dai cinesi ? lo dico senza offesa per i nostri ingenieri, ma i fatti sono questi, dopo 50 anni c'è un rischio crollo, e non parlo solo di quelli costruiti dall'Ing. Morandi, sicuramente un validissimo pioniere dei ponti ma oggi, dopo 50 anni di esercizio sono tutti o quasi da chiudere e rifare, una nazione seria può e dovrebbe riconoscere la superiorità tecnologica di altri Stati, noi ad esempio mica costruiamo armi atomiche ma se ne avessimo bisogno sarebbe sbagliato acquistarli dagli americani ? io penso di no, lo stesso vale per i ponti, quelli che ho visti in Tv erano molto belli, larghi circa 100 metri e lunghi kilometri e kilometri cosa vogliamo di più? forse ci costerebbero anche meno, questo si chiama solo buonsenso e forse avremmo già anche il ponte sullo stretto di messina, ma la politica che fa, li foraggiamo per pensare e invece fanno solo seghe mentali.

rosario b. Commentatore certificato 18.08.18 19:30| 
 |
Rispondi al commento


Caro Di Maio, è fondamentale, dico fondamentale riappropriarci della sovranità monetaria. i passati governi e gli uomini che li hanno composti, nonché traditori dell'Italia, hanno venduto allo straniero tutti i gioielli di famiglia, Telecom, IRI e le sue industrie, alitalia, ferrovie, poste autostrade, porti, isole, e prestato il nostro territorio come base di sperimentazione di ordigni bellici (vedi Sardegna) e rendendosi disposti a localizzare sul nostro territorio fabbriche di armi di proprietà tedesca dove noi impieghiamo gli operai italiani. pensa a quanti di questi operai che tornano a casa la sera e accarezzano i loro bambini, le loro mani piene di tenerezza sono quelle che assemblano ordigni micidiali che seminano morte nel mondo.
Tornando alla sovranità monetaria, dobbiamo emettere subito la lira con valore identico all'Euro, distribuirla a tutte le banche e convertire tutti i depositi dei cittadini da € a £, in pochissimo tempo avremo milioni di € da restituire alla BCE e saldare il "nostro debito", la £ avra corso legale in italia e i cittadini potranno utilizzarla internamente al paese, l'€ rimarrà moneta di scambio internazionale fino al momento in cui tutti gli stati europei si doteranno anch'essi di moneta nazionale. Una volta terminata l'operazione di accumulo degli € e restituiti alla BCE le nostre monete nazionali aventi lo stesso valore potranno scambiarsi tra loro senza problemi. Lasceremo alla BCE la carta straccia dell'Euro e noi ci terremo la nostra moneta nazionale garantita dalle riserve auree e dalla solidità della nostra economia. mai faremo questo passo e mai ci risolleveremo. Al momento siamo in balia di malfattori. Domanda: questo Paese è abitato da esseri intelligenti o da emeriti imbecilli?

Enrico Cacciatori 18.08.18 19:28| 
 |
Rispondi al commento

Per ripulirci dal malcostume ITALICO...

sarebbe anche ora di farci due o tre CONTICINI!

"Bonafede"... permettendo!

Franco T., S.Vito Romano Commentatore certificato 18.08.18 19:03| 
 |
Rispondi al commento

I Benetton come Sennacherib:..."Ma io so quando ti siedi, quand'esci, quand'entri, e quando t'infuri contro di me. E per codesto tuo infuriare contro di me, e perché la tua insolenza è giunta ai miei orecchi, io ti metterò nel naso il mio anello, e fra le labbra il mio freno, e ti farò tornare per la via donde sei venuto..."

Antonio Melis 18.08.18 10:52| 
 |
Rispondi al commento

E' la prima volta che intervengo nel Blog ma sul caso Autostrade voglio portare il mio contributo. Qualche anno fa nello svolgimento del mio Master in Business Administration studiammo il caso proprio della concessione di Autostrade. Rimasi scandalizzato dalla regalia effettuata dallo stato (o meglio da un gruppo di politici EQUIVOCI) nei confronti di un privato. Un realtà come autostrade, che è un generatore certo di flussi di cassa certo e perpetuo e di ammontare di miliardi di euro all'anno, non capisco e non capirò mai perchè non debba essere gestito direttamente dallo stato. I RAPPRESENTANTI DELLO STATO NON POSSONO DARE IN MANO A PRIVATI UN ASSET CHE GARANTISCE QUESTO GENERE DI RITORNO, ALTRIMENTI SIGNIFICA CHE HANNO CONNIVENZE DI INTERESSE PRIVATI CON COLORO A CUI AFFIDERANNO LA CONCESSIONE. Se questo governo continuerà su questa linea non sarà diverso dal governo D'Alema. Lo stato italiano è evidente che ha bisogno di queste risorse e queste non devono andare nelle tasche di pochi privati. Meglio sprechi ed un carrozzone pubblico, ma che faccia ricadere a pioggia i benefici su decine di migliaia di famiglie piuttosto che una regalia ad un gruppo privato. VANNO PORTATI AVANTI GLI INTERESSI DEI CITTADINI ITALIANI. Con la riappropriazione di questo asset sarebbe possibile riportare a pioggia su tutte le regioni italiane dei benefici in termini di lavoro che permetterebbero di incidere in maniera significativa. Nel 2017 l'utile netto di Atlantia è stato di 1.172 miliardi di euro. Ipotizzando un costo del lavoro medio di 40.000 euro, ne potrebbero beneficiare circa 30.000 nuove famiglie in tutta italia.
DI AUTOSTRADE NE DEVE BENEFICIARE TUTTA L'ITALIA NON UN GRUPPO DI POCHI PRIVATI APPARTENENTI AD UN OLIGARCHIA POLITICO ECONOMICA.
RIAPPROPRIAMOCI DI AUTOSTRADE!!!

Marco Paci, Rimini Commentatore certificato 18.08.18 10:30| 
 |
Rispondi al commento

DELINQUENTE NON E' SOLO CHI DELINQUE...
MA ANCHE E SOPRATUTTO CHI GLI PERMETTE DI DELINQUERE..

aniello r., milano Commentatore certificato 18.08.18 10:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

_______

...di cosa parla Renzi oggi e ieri...?

Parla di fare gli interessi economici di Autostrade-Benetton

e cioè di costruire la bretella cercando di trascinare in campo il M5S !

La bretella l'ho vista serve solo alle ditte per farci soldi non aiuterebbe la viabilità

cittadina di Genova !

John Buatti 18.08.18 10:26| 
 |
Rispondi al commento

Finirà all'italiana tutti assolti.Con la crisi economica alle porte la gente dimenticherà in fretta presa dai problemi di sopravvivenza.I governi cambieranno e tutto finisce.Questo pensiero nasce dal concetto che un popolo non è riformabile,gli italiani non fanno eccezione anzi...provarci sempre a cambiare ma... gli anni 60 insegnano cambiare tutto per non cambiare nulla...non c'è speranza.La fine di questa società è inevitabile...dopo si vedrà..

aspettando la fine 18.08.18 10:23| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Un buon giorno a tutti, volgendo il pensiero alle persone mancate ed a tutti coloro che soffrono per l’immane sciagura che ha colpito la città di Genova.
Due anni ho intrapreso un viaggio a Pechino dove con altre persone ho incontrato investitori cinesi e imprenditori che ci hanno accolto con grande interesse e simpatia. Ho visitato un’università dove il professore che ha condotto la ricerca ci ha presentato un materiale pressoché indistruttibile adatto alla costruzione delle infrastrutture, dei manti stradali e dei porti oltre a poter essere tranquillamente usato nella comune edilizia. Abbiamo assistito molto colpiti dai pregi del materiale stesso e per le positive implicazioni che ne sarebbero derivate nell’usarlo. Ho ancora tutta la documentazione. Orbene mi chiedo? È possibile che in Italia le manutenzioni e le costruzioni di infrastrutture risalgano a secoli fa? Stanno ancora meglio in piedi gli acquedotti romani, questi paese ha bisogno di ricerca, di scambi, di studio, di innovazione tecnologica. Mettiamoci a correre in quella direzione. Un sentimento di partecipazione rivolgo a tutte le persone che si stanno prodigando a Genova per alleviare sofferenze e buon lavoro al Governo tutto

Grazia C., Romans d'Isonzo Commentatore certificato 18.08.18 10:22| 
 |
Rispondi al commento

parlate di giornali ma la rai fa sempre più schifo e adesso ci siamo noi e la lega, l'ad può nominare i direttori di rete e tg e lo deve fare adesso,non fra mesi, poi telecomunicazioni è anche internet, noi grillini boicottati e censurati peggio di prima, non vi puzza la cosa?come mai internet censura noi che sosteniamo il governo , vi sta testando ed è in mano alla sinistra ,svegliatevi, mettete multe pure a chi gestisce i social se censurano sena ragione,ossia siamo grillini non terroristi.
anna quercia

anna quercia, piancogno Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.08.18 10:13| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OT? sulle proroghe delle concessioni autostradali...

V.10. Lo stato delle concessioni autostradali
Le concessioni autostradali attribuiscono un diritto speciale ed esclusivo ad un
operatore economico che ha l’onere di gestire, in condizione di monopolio per un tempo
determinato, l’opera affidata.
Nel corso degli anni molte delle concessioni sono state oggetto di proroga da parte dello
Stato, in VIOLAZIONE dei principi di diritto europeo, che richiede che la concessione sia
limitata al tempo necessario per il recupero degli investimenti effettuati dal concessionario
nell’esecuzione dei lavori e dei servizi assieme ad un ritorno sul capitale investito.
L’indagine si prefigge una ricognizione dello stato delle concessioni attualmente in
essere al fine di valutarne la loro compatibilità con le disposizioni sovranazionali.
Inoltre, si intende analizzare l’attività che l’autorità amministrativa svolge circa il suo
compito di regolazione economica in qualità di concedente pubblico.

pag 74

24 gennaio 2018 - Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato - Deliberazione n. 1/2018/G (PDF,1.11MB)
Programmazione dei controlli (indagini e monitoraggi) per l’anno 2018 e per il triennio 2018-2020
Corte dei Conti

https://bit.ly/2Bn9TDU

sa &di 18.08.18 10:13| 
 |
Rispondi al commento

Buongiorno. Io non vi ho votati non perchè non condivida rabbia e delusione per i precedenti governi, ma perchè trovo che le vostre risposte ai problemi italiani siano sbagliate. Le vostre soluzioni sono spesso peggiori del problema e creeranno danni ancora più grossi. Mi sbaglio? Chi vivrà vedrà.
Nel frattempo dico solo che un partito di persone intelligenti in Italia non c'è mai stato e non ci sarà. Perchè gli italiani sono solo rancorosi e stupidi, sempre in lotta tra di loro. E si sa che è l'unione a fare la forza, non il j'accuse reciproco improducente.
Comunque, sono qui per farvi alcune domande: sembrate seriamente intenzionati a revocare subito la concessione a Benetton per la gestione delle autostrade. Reazione impulsiva e populista (nel senso di reazione ignorante e poco lungimirante).
Vi rendete conto che così facendo fate solo un favore ad Atlantia? Non sarebbe più conveniente lasciarle ricostruire il ponte a tempo di record con tecnologie più moderne come si è già proposta di fare? Nel contratto di concessione c'è l'impegno a costruire la variante Gronda a loro spesa. Se revocate la concessione chi pagherà per la variante? Chi gestirà le autostrade, che costano un patrimonio, nel frattempo? Siete sicuri di non dover risarcire una penale di 20 miliardi alla società per la revoca anticipata?
Capisco la rabbia, come scrivevo prima, ma non siete più furbi di nessuno e non fate altro che peggiorare la situazione. Genova ha bisogno di quel ponte! Ha bisogno di una viabilità fluida. Pensate che lo Stato italiano sia in grado di ristrutturare tutti i ponti del Morandi con le proprie tasche piene di debiti? Voi odiate i migliardari, comprensibile, ma senza quelli un'Italia con le pezze al culo finirà sotto terra. Poi non venite a dire che il Venezuela è un grande Stato, perchè fate ridere e sinceramente fate anche paura.

Mr Who 18.08.18 10:06| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

sono morte decine di persone innocenti per chiara colpa di questo sistema marcio di politici corrotti e prenditori di soldi pubblici . ed i , speriamo defunti , PD e FI non trovano di meglio che preoccuparsi per le sorti in borsa degli assassini e accusare il primo governo da 70 anni a questa parte che non intende insabbiare ma fare giustizia e ridare dignità al popolo . Un sistema che include tutti i giornali , e tutte le Tv .Tutti da tre giorni a ripetere ,in mille forme diverse, in gregge, facendo arrabbiare ancora di più i comuni cittadini, il concetto vergognoso che le concessioni si danno subito agli amici , anche in una notte, pure senza gara, ma per revocarle bisogna aspettare la Cassazione .

ciro r., napoli Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 18.08.18 10:04| 
 |
Rispondi al commento

Buondì Signori.
Ho letto e sentito tanti discorsi sulla caduta del ponte a Genova,ma NESSUN COMMENTO come sia possibile fare un ponte sopra le case o le case sotto un ponte di quelle caratteristiche?
Si potrebbe vedere i permessi di costruzione e tagliare le palle a chi ha firmato tutto questo?

Giuseppe Pasquali 18.08.18 10:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Penso in questo momento alle famiglie che non ci sono più ,
schiacciati da un ponte che doveva stare in piedi ancora per tanto tempo ,solamente distrutto da egoismi e avidità.
Il giorno del giudizio arriva anche per i signori Benetton&C
come é già arrivato poco fa per un altro che ha tolto la industria automobilistica al nostro paese.
Volevo ringraziare i giovani matti e il comico genovese e naturalmente Gianroberto di tutto quello che hanno fatto
per dare di nuovo la speranza agli italiani.
Grazie di tutto

Lukas Plazotta Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 18.08.18 09:58| 
 |
Rispondi al commento

Occorrono anche provvedimenti che impediscano:

1- clausole inpegnative per il Pubblico esagerate
(40 anni di concessione !!!!???)

2- Tutte le clausole di penalità esagerate.
Se lo Stato cambia opinione e non accetta più il contratto è tenuto a un risarcimento onesto stabilito da un tribunale NAZIONALE. (Non dai TAR né dall'Europa))

Giuseppe Flavio, vicenza Commentatore certificato 18.08.18 09:49| 
 |
Rispondi al commento

Grazie Viviana!
La gente deve sapere come e chi ci ha amministrato per diventare la Nazione più buffa del mondo!
Che figura di merda mondiale.
E più si giustificano e più parlano, più grande è la vergogna.

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 18.08.18 09:01| 
 |
Rispondi al commento

*d
Ecco: per incolpare chi non c’entra nulla basta il Tribunale di Repubblica; ma per incolpare chi c’entra bisogna attendere la Cassazione.

Questi eterni Tartuffe italioti, usi a negare anche l’evidenza, Indro Montanelli li ritraeva con un apologo: “Un gentiluomo austriaco, roso dal sospetto che la moglie lo tradisse, la seguì di nascosto e la vide entrare in un albergo. Salì dietro di lei sino alla camera e dal buco della serratura la osservò spogliarsi e coricarsi insieme a un giovanotto. Ma, rimasto al buio perché i due a questo punto spensero la luce, gemette a bassa voce: ‘Non riuscirò dunque mai a liberarmi da questa tormentosa incertezza?’

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 08:31| 
 |
Rispondi al commento

*c
Nemmeno Manca fa nomi, anche se sembra sul punto di farli: quando scrive “chi quelle società guida e controlla…”, par di vederlo mordersi la lingua e torturarsi le dita per impedire loro di scrivere “Benetton”. Poi, per non pensarci più, si scaglia contro i veri colpevoli: “Chi ha alimentato e salvaguardato l’interesse di minoranze a scapito del benessere del Paese, ostacolando nuove opere” (la famigerata “Gronda”, che avrebbe mantenuto in funzione il Ponte Morandi, e ci costerebbe 5-6 miliardi).

Sistemati i veri colpevoli, restano da accertare le vere vittime: provvede Giovanni Orsina su La Stampa, lacrimando inconsolabile per i poveri Benetton (mai nominati), “sacrificati” come “capro espiatorio contro cui l’indignazione possa sfogarsi”. Roba da “paesi barbari”, soprattutto dinanzi “a una questione complessa come il crollo del Ponte Morandi”.

Talmente complessa che ora Atlantia è pronta a ricostruirlo “in cinque mesi”. Un solo giornalista – il sempre spiritoso Luca Bottura - fa nomi e cognomi, con grave sprezzo del pericolo, su Repubblica: “Bagnai”, “Toninelli”, “i grillini” che “serbano nell’armadio lo scheletro della Gronda che forse avrebbe allungato la vita al Ponte Morandi” (mai fatta per colpa di chi non ha mai governato) e dicono “No tutto”, perfino al balsamico Tav “tra Torino e Lione” (che non c’entra nulla e infatti Bottura lo cita ma non si “arrischia” a citarlo “per paura di finire nel mirino” dei No Tav padroni di tutti i giornali, compreso il suo), “Salvini”, “Grillo”, la “Casaleggio”, “l’ansia vendicativa del governo… che sparge la calce viva della bassa politica su decine di vittime”, e “soprattutto Di Maio” perché osa attaccare “Autostrade per l’Italia (che certo non se la passa bene, ma devono dirlo i giudici)”.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 08:31| 
 |
Rispondi al commento

*c
Ci siamo fin qui barcamenati nella metafora della casa per non ricadere nel tragico errore di citare i Benetton e i governi degli ultimi 20 anni, cioè i concessionari e i concessori di Autostrade che credevamo responsabili politico-amministrativi del Ponte Morandi. Ora sappiamo dai giornaloni che essi non solo non vanno incolpati, ma neppure nominati.

Al massimo – ci insegna Ezio Mauro – si può parlare di “una delle più grandi società autostradali private del mondo” che, “in attesa che la magistratura faccia luce”, non può diventare “il capro espiatorio di processi sommari e riti di piazza”, “tipici del populismo”. E guai a dire, come fa Di Maio, “a me Benetton non pagava campagne elettorali”: questo non l’avrebbe detto “nemmeno Perón”, forse perché a Perón i Benetton non pagavano le campagne elettorali, mentre Autostrade le pagò al centrosinistra e al centrodestra almeno nel 2008 (vedi Report).

E guai soprattutto ad annunciare, come fa Conte, “la sospensione della concessione” senza aspettare “i tempi della giustizia”. Chi pensa che ai governi spetti accertare le responsabilità politico-amministrative e ai giudici quelle penali, perché un conto è revocare un contratto e un altro e mettere uno in galera, è un lurido “populista” e “pifferaio della decrescita”.

Se c’è di mezzo Atlantia, che sponsorizza La Repubblica delle Idee e nel cui Cda siede la vice presidente del gruppo Repubblica Monica Mondardini, la responsabilità politico-amministrativa non esiste più: le concessioni si danno subito, anche in una notte, pure senza gara, ma per revocarle bisogna aspettare la Cassazione. Anzi, nemmeno quella, perché la revoca sarebbe - ammonisce Daniele Manca del Corriere - “una scorciatoia”, “un errore” e “un indizio di debolezza”: uno Stato forte viceversa lascia le sue autostrade in mani private, e che mani.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 08:30| 
 |
Rispondi al commento

*b
E invitiamo caldamente i nostri lettori e gli altri italiani contagiati dai suddetti virus, a fare altrettanto. Se, puta caso, acquistate o affittate un appartamento e, dopo qualche settimana sull’intonaco ancora fresco del soffitto compare una simpatica crepa, seguita magari dal gaio precipitare di calcinacci sulla vostra testa, evitate di farvi cogliere dalla classica cultura del sospetto, tipica del peggiore populismo grillino, e di protestare col proprietario o l’amministratore del condominio perché intervenga a riparare. Vi basterà la sua parola rassicurante sul fatto che nelle abitazioni moderne la crepa arreda e non c’è da preoccuparsi, perché la casa è “sotto costante monitoraggio e non presenta alcun pericolo di crollo”.

Nel malaugurato caso in cui la casa dovesse sbriciolarsi e voi doveste sopravvivere, astenetevi dalla classica tentazione giustizialista di rinfacciare a chi di dovere i vostri allarmi inascoltati; o, peggio, di attribuirgli qualsivoglia colpa, cedendo al peggior populismo; o – Dio non voglia: sarebbe giustizia sommaria indegna di uno Stato di diritto – di chiedergli i danni prima che un Tribunale, una Corte d’appello e la Cassazione abbiano confermato irrevocabilmente la sua penale responsabilità.

C’è anche il caso che alcune circostanze infauste (tipo i funerali dei vostri cari o le fratture multiple che vi paralizzano in un letto d’ospedale) vi inducano a cedere all’emotività al punto di pretendere almeno la sostituzione dell’amministratore inadempiente, specie se doveste scoprire che costui (come l’Ad di Atlantia-Autostrade, Castellucci, sotto processo per la strage di Avellino) era già imputato per omicidio colposo plurimo per disastri precedenti: ecco, resistete a questi barbari istinti di giustizia sommaria. E, se vi chiedono ancora l’affitto della casa crollata, tenete a bada le mani e continuate a pagarlo, per non precipitare nel gorgo della cultura anti-impresa che dice “No a tutto” e porta dritto al socialismo reale.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 08:29| 
 |
Rispondi al commento

*a
United Leccons of Benetton
di Marco Travaglio
sul Fatto Quotidiano del 18 agosto:

Impreparati come siamo in fatto di modernità, di progresso, ma soprattutto di Stato di diritto, ci eravamo fatti l’idea che il crollo di un ponte notoriamente pericolante fosse responsabilità anzitutto di chi (la società Atlantia della famiglia Benetton) l’aveva in gestione e si faceva pagare profumatamente per tenerlo in piedi ma non aveva fatto nulla; e poi anche di chi (i governi di destra e di sinistra degli ultimi 19 anni) si faceva pagare profumatamente per controllare che ciò avvenisse ma non faceva nulla; e che, dopo 40 morti e rotti, il governo avesse il diritto-dovere di revocare il contratto al concessionario inadempiente.

Ma ieri per fortuna abbiamo letto il Giornalone Unico e scoperto che sbagliavamo di grosso. Attribuire qualsivoglia colpa per il ponte crollato a chi doveva tenerlo in piedi e controllare che fosse tenuto in piedi è sintomo di gravissime patologie: populismo, giustizialismo, moralismo, giustizia sommaria, punizione cieca, voglia di ghigliottina, ansia da Piazzale Loreto, sciacallaggio, speculazione, ansia vendicativa, barbarie umana e giuridica, cultura anti-impresa che dice “No a tutto”, pericolosa deriva autoritaria, ossessione del capro espiatorio, esplosione emotiva, punizione cieca, barbarie, pressappochismo, improvvisazione, avventurismo, collettivismo, socialismo reale, decrescita, oscurantismo (Repubblica, Corriere, Stampa, il Giornale).

Prendiamo nota e ci scusiamo con i Benetton e i loro compari politici se li abbiamo offesi anche solo nominandoli invano o pubblicando loro foto senz’attendere che, fra una quindicina d’anni, la Cassazione si pronunci sui loro eventuali reati. D’ora in avanti, ammaestrati da tanta sapienza giuridica che trasuda da giornaloni, tg e talk show, ci regoleremo di conseguenza nella vita di tutti i giorni.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 08:29| 
 |
Rispondi al commento

E' CAMBIATA LA MUSICA
Finalmente è cambiata la musica. E' finita la paccia per le lobby economiche e politiche che fino ad ora hanno fatt il bello e cattivo tempo in Italia.-
Gli esperti di forza italia.:Tajani e Gelmini , sedicenti garantisti, come previsto affermano he bisogna attendere il giudizio della Magistratura. Ma guarda un pò proprio quella magistratura contro la quale quando erano al governo hanno fatto di tutto e di più. Tajani poi parla di dilettanti, certo lui è un grande esperto , ma solo per i suoi interessi e quelli dei suoi compari- In questo hanno dimostrato una grande professionalità- Mettetevi l'anima in pace , ora al governo ci sono i 5stelle- Non c'è più trippa per gatti.

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 18.08.18 08:21| 
 |
Rispondi al commento

*****2
2. Applicheremo sanzioni e chiederemo risarcimenti per centinaia di milioni di euro, che sono soldi dovuti, non concessioni da barattare con l'eventuale revoca.
3. Desecreteremo tutti i contratti dei concessionari autostradali e mostreremo questa vergogna al mondo intero.
4. Chiederemo a tutti i funzionari pubblici che hanno incarichi a vario titolo, anche dentro Autostrade per l'Italia, di dimettersi da uno dei due ruoli.
5. Supporteremo anche con un decreto legge, se servirà, la Regione Liguria e il Comune di Genova per l'emergenza che stanno attraversando.
Domani saremo ai funerali solenni delle vittime del ponte Morandi. Abbiamo voluto i funerali solenni, decisi nel consiglio dei ministri, perché pensiamo che sia il minimo atto di vicinanza alle vittime, ma non posso biasimare le famiglie che hanno scelto di celebrare i funerali nel proprio comune di appartenenza, anche in dissenso con uno Stato che invece di proteggere i loro figli, ha preferito per anni favorire i poteri forti.
Ci vorrà tanto tempo per invertire la rotta e togliere la mangiatoia pubblica a questi prenditori, ma siamo stati votati proprio per questo.
Grazie a tutti per il vostro lavoro anche in questi giorni che avrebbero dovuto essere di un po' di riposo e tempo per le nostre famiglie. Saranno giorni per cuori forti, in alto i cuori!

Un abbraccio, Luigi

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 08:01| 
 |
Rispondi al commento

*****1
Ciao a tutti. Per 5 anni dall'opposizione abbiamo combattuto contro i privilegi di Autostrade per l'Italia, che gestivano e gestiscono le nostre autostrade senza gare e con doveri contrattuali ridicoli. Non è un caso che i loro contratti siano stati secretati per i vergognosi vantaggi che gli erano stati concessi. Molti dei personaggi politici che hanno permesso tutto questo, oggi o lavorano per autostrade per l'Italia o sono loro consulenti. Uno su tutti Enrico Letta, ex presidente del consiglio, passato per il Cda della società che gestisce le autostrade spagnole, comprate dai Benetton con i soldi dei pedaggi degli italiani. Sono anni che i nostri parlamentari, guidati dal nostro senatore e sottosegretario Andrea Cioffi, ad ogni legge di bilancio hanno provato a fermare le marchette ai concessionari autostradali. Il crollo del ponte Morandi è figlio di tutti i trattamenti privilegiati e delle marchette fatti ad Autostrade per l'Italia. Il bilancio, per ora, è di 39 morti, con famiglie distrutte, feriti, gente che magari resterà in carrozzella per tutta la vita, oltre 600 sfollati che si vedranno la casa abbattuta. A tutte queste persone dobbiamo delle risposte concrete, non solo il cordoglio. E su questo il governo intero non arretrerà di un millimetro. Ecco come vogliamo procedere:
1. Revoca delle concessioni ad Autostrade per l'Italia. La giusta causa per la revoca non è da rintracciare in codicilli o in commi da azzeccagarbugli, la giusta causa sono i 39 morti. E ogni volta che qualcuno come Consob o qualche professorone ci dirà che dobbiamo stare attenti ai mercati e agli iter burocratici, rispondetegli che se vogliono possono andarlo a dire alle famiglie delle vittime. Noi agiremo subito. L'atto di revoca è stato annunciato dal presidente del consiglio in persona, e lo sta istruendo direttamente insieme al Ministro Toninelli e li ringrazio a nome di tutto il Movimento per quello che stanno facendo in questi giorni.


segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 08:00| 
 |
Rispondi al commento

DaniloToninelli
serve un inventario delle concessioni e una normativa nuova che tuteli i beni statali non li regali ai privati. Il dpcm (Prodi) 8.4.08 su GU 90 del 16.4.08 prevede segreto di stato su impianti CIVILI produzione energia e infrastrutture STRATEGICHE è da abrogare

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 07:55| 
 |
Rispondi al commento

Elio Lannutti
Autostrade: la revoca della concessione per giusta causa e senza penali, anzi chiedendo i danni ai Benetton, è sacrosanto e possibile. Un precedente nel D.L. 2.11.2012 n.187. Per onorare la memoria...

https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=10212779356742388&id=1341911388

Autostrade: la revoca della concessione per giusta causa e senza penali, anzi chiedendo i danni ai Benetton, è sacrosanto e possibile. Un precedente nel D.L. 2.11.2012 n.187. Per onorare la memoria di tante vittime innocenti. Per ricostruire l’Italia dalle macerie di corruzione, malaffare,illegalità di una intera classe politica che ci ha ha svenduti ai banchieri di affari e malaffari, in primi Draghi, Prodi, D’Alema, Ciampi, Amato & Company
Insaziabili questi Benetton, più guadagnavano meno spendevano per la manutenzione delle autostrade che avevano avuto in regalo dal centrosinistra.
Fortunati questi Benetton. In pieno delirio privatizzatore comprano dall'IRI la catena Gs. La comprano con i soldi delle banche e subito la rivendono, guadagnandoci 4500 miliardi di lire. In euro sarebbero due miliardi e 250 milioni.
Fantasiosi questi Benetton. Prodi, Ciampi e Giuliano Amato s'erano impegnati con Bruxelles e soprattutto con francesi e tedeschi a smantellare l'Iri. Massimo D'Alema li prende in parola e nel 1999 decide di privatizzare la rete autostradale di proprietà dell'Iri e quindi dello Stato. Ancora una volta i Benetton non si perdono d'animo. Una lira delle loro non la rischiano, non sia mai. Bussano a Banca Intesa e gli viene aperto. Chiedono un piccolo prestito che in euro è di 8 miliardi e l'ottengono. Con questi soldi comprano dall'Iri Autostrade. Per due, tre anni la manutenzione della rete è quasi inesistente. Con i soldi rastrellati ai caselli e l'aumento delle tariffe restituiscono i soldi a Intesa.
Le Autostrade sono una Zecca che produce moneta sonante. I Benetton semifalliti come imprenditori del tessile-abbigliamento hanno diversificato

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 18.08.18 07:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Al pianto ed alle urla di dolore per questa ennesima tragedia annunciata ( e spero non impunita..) bisogna cominciare a ragionare di cose da fare...che questo Governo e questo Parlamento possono e devono fare di corsa...per sottrarre a tutte le bande seriali organizzate tutti gli strumenti di morte e distruzione che i vari PD, Forza Italia e loro ascendenti e derivati hanno dato in mano...A cominciare dalla Banche spennapolli, giustizia cieca ... etc...Che C.... ci vuole a riformare il T.U.B.
testo unico bancario? A mettere le mani e riformare il processo telematico...che cela all'unico interessato..il difeso/offeso tutto quello che gli avvocati ( suoi difensori o di controparte) scrivono, fanno e dicono? Come può un povero cristo difendersi dai suoi difensori collusi, corrotti e infedeli?...non vede un c...lo possono massacrare impunemente...ah..c'è la giustizia..ancora co' sto' c..di giustizia...spuntagli gli artigli, create gli antidoti...non si offrono armi di distruzione di massa a bande organizzate ...Mov 5 stelle e Lega finchè esisteranno PD e Forza Italia governeranno in eterno...spero solo che parlino sempre...perchè quello che dicono e fanno è la vera forza che regge e reggerà questo Governo...fateli seccare...demolite tutto il marcio che hanno creato...Se l'italia è ridotta alle macerie lo si deve a loro...se volete governare in eterno...andate nei tribunali, nelle banche, mettete il naso in tutti i loro sporchi affari...Nei tribunali si dice apertamente che il giudice può fare quello che vuole...ed è vero purtroppo... A difendere gli italiani offesi e dstrutti dalla mala giustiza è rimasto un vecchio radicale di 90 anni Mellini...vi pare cosa seria, degna? Che C. ci vuole a mettere il naso, le mani, gli occhi negli affari loschi di giudici e tribunali? La semplice volontà...il mezzo, ossia il Governo..siete al Governo fatelo!..di corsa..

fRANCESCO ., FAVARA Commentatore certificato 18.08.18 07:23| 
 |
Rispondi al commento

Quali politici si sono mangiati i soldi elargiti dai Benetton?


_____

..da quello che vedo le case erano già li quando costruirono il ponte Morandi sopra nel 1965

non si puo sradicare famiglie ed i loro unico investimento cioè la propria casa per un ponte che venne dopo.

Demolite il ponte e se ne faccia uno in ferro ad arco sovrastante sulla stessa impronta...

quel ponte serviva solo l'autostrada e non quelli del posto che non credo pagherebbero il pedaggio ogni giorno per spostarsi in giro per la città e in ogni modo se vogliono usare l'autostrada hanno piu di un'opzione per prenderla da quello che vedo su maps.

vedi qui
https://i.ebayimg.com/images/g/6i0AAOSwawpXwDql/s-l1600.jpg


qui la costruzione del pilone
nota l'esile scheletro di ferro semi-esterno sulla cima del pilone a forma di "A" .
https://i.ebayimg.com/images/g/vQQAAOSwwNtbdn5e/s-l1600.jpg

Qui il pilone quasi finito, clicca il segno + per ingrandire (se appare)
https://i.ebayimg.com/images/g/fA4AAOSwfBFbdn4q/s-l1600.jpg


ponte finito
https://i.ebayimg.com/images/g/IAwAAOSwZOBbdupi/s-l1600.jpg


Bisogna indicare bene i Benetton quali responsabili del disastro del ponte di Genova come pure bisogna indicare bene i responsabili di tutti i disastri tragedie ed attentati che abbiamo avuto in Italia con gli attentati di estrema destra ed estrema sinistra, gli attentati della mafia attribuiti a Berlusconi, bisogna indicare bene chi sapeva di atti criminali e non ha parlato come Napolitano che sapeva della terra dei fuochi della camorra piena di tumori e di malattie, bisogna pure dire di Mattarella che ha avuto il coraggio di ricevere al Quirinale Berlusconi amico dei mafiosi, detenuto e dichiarato delinquente naturale!!! Bisogna denunciare anche i servizi segreti deviati che hanno occultato tali fatti come pure la massoneria deviata che coperto certi infami personaggi!!!
Bisogna denunciare tutto questo e poi responsabili vanno messi in galera per tutta la vita!!!
Solo così possiamo salvare l'Italia altrimenti avremo ancora tante altre tragiche morti di italiani innocenti!!!
Rinaldin

franco rina Commentatore certificato 18.08.18 03:31| 
 |
Rispondi al commento

Brunetta.... troppi GRILLI per la testa?
RAID!! li ammazza stecchiti
usalo come LACCA -

Mauro Magni 18.08.18 01:36| 
 |
Rispondi al commento

M5S, giustizia e risarcimenti al più presto! Vogliamo vedere i nomi dei responsabili e le immagini del loro arresto! Vorrei vedere anche chi da piste dello stato, ha firmato i contratti capestro; spero che anche questi personaggi paghino pesantemente.

Maurizio Bag, Varedo Commentatore certificato 18.08.18 01:18| 
 |
Rispondi al commento

el Prunetta si fa intervistare?
ci vuole pala e picco - fai un buco e ci metti il microfono
vuole essere capo dei berlusconani
MMAvaff.....o

Mauro Magni 18.08.18 00:53| 
 |
Rispondi al commento

Che senso ha pagare il pedaggio????risarciteci!!!in quanto ai benetton mi fanno schifo!!!siamo stati governati per quarant'anni da assassini senza scrupoli!!!ma la musica sta cambiando giustizia sia fatta!!!

Sandy***** S., Sandonaci Commentatore certificato 17.08.18 23:59| 
 |
Rispondi al commento

lucacopioso@virgilio.it
Il Fatto Quotidiano parlava di contratto capestro e concessione coperta da segreto di stato. Molti cittadini si stanno chiedendo:" perché un contratto del genere tra lo Stato ed un privato deve essere coperto da segreto di stato? Cosa c'è da nascondere? C'è forse un patto leonino vietato dal codice o si nascondono i nomi dei contraenti e perché ?!? " Cari ministri pentastellati il popolo italiano ha il diritto di conoscere quei contratti e di sapere CHI li ha stipulati per conto dello stato, cioè per conto dei cittadini... Quei contratti devono essere posti "on line", come si fa in Francia e altrove...
Questi dei Autostrade per l'Italia sono peggio della Thyssen Group...!!!

luca C. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 23:45| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

39 MORTI sono sufficienti per la revoca di una concessione autostradale ?.....Siiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Danyda bologna Commentatore certificato 17.08.18 23:02| 
 |
Rispondi al commento

Oh l'unico ex pd che si sta ravvedendo e dice cose sensate è Fassina.
Dice che lo Stato deve riprendersi la gestione delle infrastrutture e gestire i monopoli naturali.
Cip e Ciop sulla 7 erano basiti.
Si può dire monopoli naturali on televisione?

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 22:52| 
 |
Rispondi al commento

......... e Brunetta si preoccupa degli azionisti di Atlantia ......... meglio che i TG non li ascolto piu' , quando e' troppo e' troppo , Brunetta , ci mancava Brunetta, cmq quello che Brunetta sta' perdendo in borsa glielo ripago io, se sta' zitto lo faccio volentieri

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 17.08.18 22:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E Mastella chiude
il ponte Morandi
di Benevento: "Meglio disagi che disgrazie"
La decisione del sindaco dopo una relazione dei tecnici

Morandi ma come ha potuto in una vita sola fare tanti guai?

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 17.08.18 22:22| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

CERTO CHE RENZI HA UN GRAN CULO! CHI SI RICORDA PIU' DEL COGNATO DI RENZI?


ricostruzione del ponte? OK

E chi lo farebbe? cosa cosa cosa????
AUTOSTRADE dei Benetton
chi? quelli della STRAGE DI GENOVA?
Ma che cazz. dici , sei pazzo?

Mauro Magni 17.08.18 22:14| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

una volta qualcuno mi disse

ho
ho
ho
nessuno di essi puo essere classificato singolarmente se non in un contesto per darne il significato e ritrovarsi tre esclamazioni di significato diverso

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 17.08.18 22:08| 
 |
Rispondi al commento

Piccolo dubbio
visto ciò che è successo mi posso fidare ancora a percorrere un'autostrada gestita da AUTOSTRADE SpA?

e visto che sono in concessione
(ma comunque tutto proprietà dello stato)
è giusto che io cittadino Italiano debba pagare il PEDAGGIO a loro?
Sono obbligato... e perchè
chi garantisce a me e la mia famiglia che non corro altri RISCHI?

Mauro Magni 17.08.18 22:07| 
 |
Rispondi al commento

Ragazzi attenzione. Quel ponte dai primi anni settanta a qualche anno fa a subito molti interventi abbastanza pesanti che a mio avviso sono la causa principale del crollo . E parlo del fatto che diverse volte sono stati installati diversi tipi di blocchi di cemento sempre piu' grandi ai lati e al centro per tutta la lunghezza del ponte.si chiamano se non sbaglio newgelsi e secondo come disse un tipo che ci lavorava 'pesano 2,5 tonnellate cadauno. Ua volta passando in macchina li ho contati e considerando che in alcuni punti sono doppi fanno 3 file e mezza anche se ho sbagliato per un 10 per cento a me risultano 400 blocchi e passa per circa 1,200 tonnellate.andate a vedere il pezzo rimasto se volete rendervi conto del pauroso carico che grava sul ponte anche in assenza di transito e penso anche che vi rendete conto di tutta l'ingegneria bidonistica che gira dove si trova il magna magna impunito

andrea a44, genova Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 17.08.18 22:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

No Mario Giordano non è come Cassandra
è un piccolo topolino furbacchione come tanti

La nave - berlusconia - affonda e il timoniere
si è fatto imbalsamare

che deve fare un poveraccio per "lavorare"
Andare a lavorare? meglio nuotare
tò! si avvicina LA CINQUE STELLE 100.0000 tonnellate vediamo un po'.....

Mauro Magni 17.08.18 21:59| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

*provocazioni in salsa buonista*

gergo degno della Alessandra nazionale..

in fondo a destra 17.08.18 21:57| 
 |
Rispondi al commento

vi e una corte europea, che stabilisce il diritto e la dignita dell individuo, se questa viene calpestata da assurdi contratti capestro verso la salute e l ordine pubblico dei stati membri dovrebbe essere accolta qualsiasi istanza di revisione e\o che vada contro ogni principio di conservazione e rispetto delle vite umane credo che l istanza sara accolta e deliberata nella velocita che ha richiesto la delibera di rinnovo di concessioni acconsentita altro che sciacalli Lei Signor Primo Ministro implitamente al suo comunicato ha detto molto di piu dello scritto, trovate qualsiasi forma e possibilita

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 17.08.18 21:56| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ci sono sensori che che segnalano le oscillazioni di ponti. Quello Morandi di Genova li aveva? Se no, non vedo come Autostrade possa dire che ha fatto il suo per la sua manutenzione. n questo caso sara' difficile, se il governo vuole, che Autostrade possa mantenere le concessioni. Torni tutto allo Stato e tutti gli incassi siano usati per rifare le strutture a rischio.

undefined 17.08.18 21:51| 
 |
Rispondi al commento

L'indignazione sale fino al cielo a leggere l'articolo su Dagospia e l'unico fatto che può mitigarla poggia sulla speranza che su queste concessioni, basate sui favoritismi più vergognosi, venga posta la parola fine. Solo il M5S ha la possibilità di farlo, grazie alla sua onestà e trasparenza ed alla sua non ricattabilita`. Aspettiamo con fiducia. Grazie.

mario m. Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2017 17.08.18 21:29| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il Premier Conte su Facebook annuncia l'inoltro della lettera ad Autostrade per l'Italia per l'avvio delle procedure per il ritiro della concessione.

Questo l'inzio del lungo post pubblicato su Facebook che prevede altre iniziative in merito a questa sciagura:

" Oggi il Governo, tramite la competente Direzione del Ministero delle Infrastrutture, ha formalmente inoltrato a “Autostrade per l’Italia” la lettera di contestazione che avvia la procedura di caducazione della concessione.
Il Governo contesta al concessionario che aveva l’obbligo di curare la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’autostrada A10, la grave sciagura che è conseguita al crollo del ponte. Il concessionario avrà facoltà di far pervenire le proprie controdeduzioni entro 15 giorni, fermo restando che il disastro è un fatto oggettivo e inoppugnabile e che l’onere di prevenirlo era in capo al concessionario su cui gravavano gli obblighi di manutenzione e di custodia.
Si è diffusa la notizia che Autostrade per l’Italia sarebbe disponibile a ricostruire il ponte a sue spese. Se questa proposta verrà formalizzata il Governo la valuterà, ma non come contropartita della rinuncia a far valere la voce di tutte le vittime di questa immane tragedia. Se questa iniziativa di ricostruzione del ponte verrà addebitata a “Autostrade per l’Italia” sarà solo a titolo di provvisorio risarcimento del danno, fermo restando che la ferita inferta alle vittime, ai loro familiari e al Paese è incommensurabile e non potrà certo essere rimarginata in questo modo."
Questa sciagura ci impone di adottare nuove iniziative, ben più rigorose di quelle pensate dai Governi precedenti. ( segue con un elenco di iniziative)

Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 21:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Come può chi si definisce di sinistra difendere i Benetton?
Si può negare che la proroga del 2015 sia illegittima? NO
Si può negare che la storia delle tariffe aumentate ogni anno senza trasparenza non generi, quantomeno, forti sospetti? NO
Non c'è stato un evento naturale come il terremoto quindi il disastro è accaduto per imperizia.
Chi ha controfirmato quel contratto capestro dovrebbe stare in GALERA insieme ai Benetton. In un paese normale.
Invece qui, subito dopo essersi ripresi dallo stupore, già alzano i muri in loro difesa (sole24ore e Mauro su Repubblica).
Chi è,davvero, di sinistra dovrebbe rabbrividire e non difenderli per odio contro di noi.

Ps per il restauro del ponte di Brooklyn sono stati spesi dai 300 ai 500 milioni di dollari.

Pps Giornalisti dove cazzo siete stati in tutti questi anni? Si salva solo Report e Fatto Quotidiano

Danila R., Porto San Giorgio Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che ha donato a Rousseau Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 20:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Potrebbe essere stata la rottura di uno
strallo a far crollare il ponte Morandi
colpito dal fulmine ... ma vai a vedere
perchè questo strallo non ha retto un
fulmine.

Cadranno come birlli .... nazionalizzate (tutto come prima) e riparateli.

Ci hanno rubato le strutture italiane costruite dai nostri bisnonni, nonni, padri e da noi...

Strade, autostrade, dighe, ponti, telefonia, reti enel, politici farabutti....privatizzare per voi significa spartire il bottino-

elemoruta 17.08.18 20:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Essere costretti a disquisire in maniera seria come oggi fanno tanti "opinion leader" e politici su come è stato possibile per lo Stato firmare concessioni "così favorevoli" a tutte le concessionarie di Stato autostradali è semplicemente da ipocriti e farisei, oltre ad essere uno schiaffo all'intelligenza delle persone, compresi quasi tutti i troll che pur essendo consapevoli di cosa "c'è sotto", si sono semplicemente adeguati a questo sistema.

stefanodd 17.08.18 20:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giochiamo al ponte (piccola parte terza).

Si va bè, poi ci sono le eventuali lesioni e l'esame di tutti i segni premonitori di un cedimento. Ma non è di questo che ci volevamo occupare.

Francesco C. Commentatore certificato 17.08.18 20:45| 
 |
Rispondi al commento

Puoi ingannare tutti per qualche tempo e qualcuno per sempre, ma non puoi ingannare tutti per sempre. [A. Lincoln].
Per cui, cari Giuseppe, Luigi, Matteo, Danilo - AVANTI TUTTA !!!!

Rossen Iordanov 17.08.18 20:40| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Giochiamo al ponte. (parte seconda)

Quindi il giochetto del " a furia di flettere e raddrizzare poi si spezza" avviene solo quando avremo sostituito l'arco con asta orizzontale. Insomma, il tutto funziona un pò come l'arco romano che, ancora oggi dopo tante centinaia di anni, possiamo ammirare ancora intatto nelle costruzioni di quell'epoca. Ora se la costruzione non è stata eseguita a regola d'arte impiegando il giusto Rck e la giusta quantità di cemento (dando per scontato che le armature siano state calcolate e realizzate correttamente) avremo delle campate che, con il tempo si curvano verso il basso e quindi finiscono con il cedere. Ora guardate il ponte Morandi di lato e verificate con i vostri semplici occhi, magari con l'aiuto di un binocolo, di un drone con telecamera o, se siete ricchi, di un elicottero se ci sono delle campate con la curva verso il basso. Be', è probabile che cederanno per tutto quello che ci siamo detto prima. Ora il ponte Morandi è un tantino più complesso ma, secondo la mia modesta opinione e sempre che non mi sbagli, il principio basilare resta quello. Tanti dottori intorno al capezzale non fanno mai male, anche perchè purtroppo ci sono andate di mezzo delle vite di povera gente. E non dimenticate di dare uno sguardo alle campate degli altri ponti. Magari fate analizzare anche il cemento/calcestruzzo al fine di verificarne la qualità. A proposito, lo spread da 300 a 500 rientra nei limiti della precedente fascia di oscillazione (anche lo spread oscilla, le corde di un pianoforte o di una chitarra ocillano e tante altre cose ancora. Se però la corda di una chitarra si spezza e finisce nell'occhio del chitarrista, anche in questo caso, l'oscillazione risulta dannosa. [TUTTO QUANTO ESPOSTO NELLA PRIMA E SECONDA PARTE RIFLETTE LA SOLO LA MIA OPINIONE]

Francesco C. Commentatore certificato 17.08.18 20:39| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

UNITE CRIME OF BENETTON

antonio corino, torino Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day 17.08.18 20:21| 
 |
Rispondi al commento

Giochiamo al ponte. (parte prima)

Prendete un arco da tiro al bersaglio (campata)a cui avrete tolto la sagola e piantatelo nel corridoio di casa con la parte curva rivolta verso l'alto e con le estremità che toccano bene le pareti del corridoio (piloni).Come a voler immaginare la campata. Se non avete un corridoio simile procuratevene uno o comprate un arco più lungo. A questo punto appoggiate la mano al centro dell'arco ed esercitate una pressione verso il basso. La curvatura dell'arco tenderà a diventare più piatta e vi renderete conto che la pressione delle estremità dell'arco contro le pareti del corridoio sarà aumentata. Se avete dubbi interponete fra una estremità dell'arco e la parete del corridoio un vostro dito ed applicate nuovamente la pressione come avete fatto prima. Se urlate di dolore questa verifica era inutile. Avrete compreso che la pressione che avete applicato si scarica sulle pareti e che l'arco lavora in compressione come è giusto che lavori il cemento armato. In ogni caso, sia che gridiate o no, l'arco non diventerà mai piatto e tantomeno cederà verso il basso spezzandosi (a meno che non ci poggiate un elefante). Adesso togliete l'arco e sostituitelo con un'asticella di legno di lunghezza uguale alla distanza delle pareti del corridoio. Le estremità dell'asticella devono essere bene aderenti alle pareti del corridoio. Adesso appoggiate la mano sempre al centro dell'asticella esercitando una lieve pressione dall'alto verso il basso più volte. L'asticella fletterà alternativamente verso il basso quando appoggerete la mano e tornerà orizzontale quando solleverete la mano. Noterete che, se sollevate la mano bruscamente l'asticella fletterà anche verso l'alto prima di tornare orizzontale dando luogo ad una o più oscillazioni. Noterete anche che, anche mettendo un dito in mezzo come avete fatto prima, sentirete meno dolore. Questo perchè le pareti (piloni) non sono interessate più di tanto a contenere la pressione esercitate sull'asticella. (segue

Francesco C. Commentatore certificato 17.08.18 20:16| 
 |
Rispondi al commento

OT? FOIA parte I

Il rapporto tra il Concedente e le Società concessionarie, è stato disciplinato, fino al 2007, da atti convenzionali stipulati
conformemente ad uno schema tipo predisposto, tra il 1997 e il 1998, dal Ministero dei Lavori Pubblici, con parere favorevole del Consiglio di Stato.
pag. 24 Relazione attività 2014

domanda: è possibile pubblicare sul sito del ministero lo schema tipo e il relativo parere favorevole del Consiglio di Stato???

sa &di 17.08.18 20:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tanto vale, emigra' in un Paese meno ipocrita.....


Art.1 : "L'Incredibilàzia, è una Repubblica fondata sulla merda: ponti di merda, strade di merda, ferrovie di merda, fiumi di merda, lavori di merda, leggi di merda, scuole di merda, esperti di merda, periferie di merda, impianti industriali di merda, giornali di merda: Il Presidente della Repubblica, è il Custode della Costituzione, e provvede a coprirla di merda nell'ambito e nei limiti delle proprie prerogative"...


Ovviamente, n' posto così, nun esiste....

harry haller Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day 17.08.18 19:47| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Buonasera,
non esiste contratto che non si possa recedere per inadempienza.I Benetton e compagnia per anni hanno munto gli italiani come pecore, con la differenza che almeno alle pecore un buon pastore ci tiene e le tratta bene. Abbiamo un governo del cambiamento con pieni poteri legislativi se in passato hanno trovato il modo di fare un contratto secretato e indissolubile, che si trovi il modo di aggirarlo gli avvocati italiani sono i numeri uno per questo. In materia di codici e erticoli vari non conosco molto, ma vedo che quando c'è da pagare il colpevole non si trova mai. Mi auguro che questa sia la volta che chi "rompe paga" autostrade per l'Italia incassa miliardi all'anno per i dividendi dei suoi soci e spende miserie per la mautenzione delle strade sbattendosene della sicurezza di migliaia di automobilisti, "vergogna". Spero Che M5S e Lega riescano a riprendere in mano quello che già era di noi italiani e che i vecchi politici avevano regalato all'amico del momento per una miseria del 2% una miniera di euro che ogni hanno incrementa e non conosce crisi. Di Maio, Conte, Toninelli e Salvini ....avanti tutta!!!

giovanni michele de nisco, loiri Commentatore certificato 17.08.18 19:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

che schifo, e ancora c'è gente che li vota. sono più schifosi di loro.

paolo b., ancona Commentatore certificato 17.08.18 19:21| 
 |
Rispondi al commento

Se è vero che esiste un contratto in cui anche in caso di grave inadempienza non si può rescindere!
................................................
AVRANNO un nome e cognome questi GENI della finanza che l'hanno firmato??

Ci venissero a spiegare il motivo di tanta BENEVOLENZA....
ed eventualmente sottoporli ad un T.S.O. Obbligatorio......
e RISARCIMENTO DANNI!

Franco T., S.Vito Romano Commentatore certificato 17.08.18 19:01| 
 |
Rispondi al commento

I benetton lasciati i bellissimi golfini colorati come attività primaria e intrapreso quella delle autostrade ci hanno visto bene, hanno il fior fiore degli avvocati che riescono a parlare per mezzora senza aver detto un granchè, hanno politici che riescono ad infilare leggine di prolungamento gestionale, hanno svariate decine, forse centinaia di miliardi di euro nei loro forzieri, va meglio così no ? il PDR si vergoni per contenere in se persone come l'ex segretario, ma comunque gli italiani lo stanno portando dove non può più nuocere, cioè ad un valore a una cifra.

rosario b. Commentatore certificato 17.08.18 18:43| 
 |
Rispondi al commento

Bellissimo articolo, giuste considerazioni.
#Avantitutta
Se rimaniamo in rotta, continuiamo la bonifica e restiamo tutti uniti possiamo sperare di farcela e dare risposte che lo schifo del passato non ha mai dato.
Buon lavoro a tutti noi.
Paolo Croce

Paolo Croce 17.08.18 18:40| 
 |
Rispondi al commento

È dimostrato come negli anni lorsignori abbiano goduto di attenzioni, di favori e di privilegi da parte del potere politico bipartisan succedutisi a partire dalla privatizzazione. Ma non credete che abbiano goduto di conoscenze anche ai livelli ministeriali, dove hanno potuto spadroneggiare a loro piacimento ? Senza le adeguate coperture come potevano "costruire" gli incredibili adeguamenti ingiustificati e i benevoli atteggiamenti ministeriali ? Indagare, Tonelli, indagare....Ma perché ci si limita ad Autostrade e non si accende un faro anche sull'altra concessione, quella di Aeroporti di Roma ? Forse si scoprirebbe che hanno goduto di autorizzazioni alla CIGS, con il pretesto della crisi, semplicemente per svecchiare a spese della collettività il personale pur essendo non attivo !! Un altro modo per aumentare i profitti scaricando i costi sulla collettività ! Tanto paga Pantalone !!! Indagate !!!!!!!!

Rinaldo A., Roma Commentatore certificato 17.08.18 18:35| 
 |
Rispondi al commento

___

..ho modificato il video di sorveglianza di

Autostrade (luce zoom ecc) l'ora del crollo dove si

vedono le macchine rallentare...

guardalo puo chiarire le idee della dinamica.

https://youtu.be/fVxAtMEK_CY



ezio mauro sul giornale che una volta dirigeva e che non nomino per evitare troppe risate :)

"Alla fine, davanti a questa deriva del ground zero italiano, la
buona vecchia idea di progresso deve tornare a parlare ai liberali, alla sinistra,agli uomini e alle donne di buona volontà: semplicemente perché non si può rinunciare a costruire un domani al Paese"

come si fa a costruire un domani al paese quando si mettono per iscritto, da parte degli espertoni dei precedenti governi, amenità come quelle che ho letto sulla convenzione autostradale...

cioè si obbliga il povero italiano a pagare sempre e in ogni caso ...mah

oltre che parlare facessero anche leggere "ai liberali, alla sinistra,agli uomini e alle donne di buona volontà" ciò che è scritto nel contratto di concessione di autostrade...

intanto il quotidiano diretto una volta dal signor mauro potrebbe pubblicarlo per intero...
se gia non ha provveduto :)

pabblo 17.08.18 18:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

b-
E solo pochi mesi fa, con procedura d’urgenza, era stata indetta una gara per le riparazioni di piloni e tiranti. Questo basta per far comprendere che a Genova chi poteva e doveva intervenire non ha voluto farlo per tempo.
Ma non è tutto. Perché, mentre si scava ancora tra le macerie, Autostrade e i suoi azionisti comunicano che in 5 mesi sono in grado di rifare il ponte. Dimostrando che dietro alle loro passate scelte c’era solo la volontà di moltiplicare utili già scandalosamente alti.
Noi non sappiamo come finirà questa storia. Sappiamo però che se vogliono avere ancora diritto di cittadinanza in questo Paese ex ministri, ex premier, ex sottosegretari protagonisti dell’affare e la famiglia Benetton devono presentarsi agli italiani per chiedere con umiltà perdono. Spetta invece al Parlamento il compito di trovare la strada legislativa e di diritto per annullare quella clausola sui soldi da versare ad Autostrade, in tutta evidenza vessatoria per i contribuenti. Sperando che questa volta i servi dei concessionari di Stato presenti in gran numero alla Camera e al Senato trovino la dignità di tacere. E che invece la stampa italiana ancora oggi impegnata in surreali acrobazie per non mettere nei titoli il cognome Benetton, trovi finalmente il coraggio di parlare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 17:59| 
 |
Rispondi al commento

a-
PETER GOMEZ
Autostrade, un contratto capestro e le oscene acrobazie dei media per nascondere il cognome Benetton
C’è qualcosa di osceno nella protervia con cui Autostrade per l’Italia,davanti ai cadaveri, cita contratti e penali.L’idea che una società, miracolata da una concessione statale priva di senso economico e sociale,ricordi che in base ai documenti firmati avrebbe diritto a 20 miliardi anche se venisse provata la sua responsabilità per i morti di Genova è un fatto che scuote le coscienze.Un accordo del genere (oltretutto in parte coperto da segreto di Stato)è un contratto capestro.Chiunque coltivi ancora in sé un minimo senso di giustizia può facilmente capire quale sia la truffa di quella concessione ultra decennale prolungata in tutta fretta.
Secondo il contratto anche in caso di accordo rescisso per colpa grave alla società controllata dalla famiglia Benetton spettano per anni versamenti miliardari. Non abbiamo idea del perché politici di diverso colore nel tempo abbiano accettato tutto questo. Sappiamo però che un accordo del genere autorizza le ipotesi peggiori. Che esulano dalla semplice incapacità e inettitudine di tanti governanti protagonisti dell’affare. Più volte in passato noi e altri giornalisti, a partire dai colleghi di Report, abbiamo denunciato e raccontato lo scandalo di queste concessioni. Ma quelle storie e notizie scomparivano presto dai media. Troppo potenti e ricchi i concessionari dello Stato, troppo importanti gli investimenti pubblicitari dei Benetton, perché editori e direttori ricordassero quale era il loro dovere.
Ora,dopo ridicoli tentativi di occultare la verità prendendosela con i No gronda (contrari a un’opera che quando sarà ultimata non porterà alla chiusura del ponte),la morte e la distruzione si occupano purtroppo di rimettere a posto le cose.Dal 2015 chi lavorava sotto il ponte era costretto a ripararsi dalla caduta di pezzi di ferro con delle reti.Le segnalazioni ad Autostrade erano rimaste senza seguito

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 17:58| 
 |
Rispondi al commento

Rossimauro
Il rifiuto dei parenti alle liturgie di Stato è comprensibilissimo e giustificatissimo: non ne possiamo più di autorità che abbracciano vedove ed orfani, che pronunciano davanti alle telecamere parole come "sdegno", "mai più" ecc., di funerali di Stato, secondo un copione lugubre farsesco insieme, di Vescovi paludati e compunti che pregano in suffragio dei morti e per la consolazione di amici e parenti mentre nella chiesa qualcuno scoppia in singhiozzi. Non ne possiamo più: il Governo del cambiamento deve avere la forza di cambiare, revocando come prima cosa la concessione: solo così sarà chiaro a tutti, cittadini elettori ed imprenditori, che la musica è cambiata; che ora c'è spazio solo per imprenditori onesti che rispettino le regole, regole rese chiare, semplici ma inflessibili. Lo dobbiamo alle vittime; lo dobbiamo a chi vuole fare impresa in maniera onesta, e magari, perché no, anche arricchirsi in maniera onesta, ma viene sistematicamente messo fuori mercato da chi ha "gli amici giusti" e può arricchirsi a dismisura senza necessità di rispettare le regole; la malapianta degli intrecci inconfessabili tra politica e affari (vedasi contratti segretati: perché segretati?), che ha radici tanto profonde nel nostro Paese dopo decenni di malgoverno, può essere sradicata solo se la nuova classe politica dirigente saprà assumersi le proprie responsabilità, che sono diverse da quelle della Magistratura che pure farà quanto di sua competenza, speriamo in maniera esemplare.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 17:49| 
 |
Rispondi al commento

Arroganza Prepotenza Protervia

Urge fare la sola cosa che singolarmente possiamo fare :

boicottare benetton
non comprare nei negozi benetton
non prendere l'autostrada
non compare nei negozi di Aeroporti di Roma
informarsi sulle molteplici fonti di guadagno dei benetton e boicottarli , metterli sul lastrico, solo colpendoli nel portafogli li possiamo punire come meritano

Se poi partisse qualche avviso di garanzia, e non solo per i benetton, semmai qualche custodia cautelare, e non solo per i benetton

Il ponte Morandi, come sentito in un'intervista poi mai piu' ripresa dalle TV, presento' da subito problemi, la viscosita' del cemento era sbagliata, si sapeva che andava abbattuto prima di finirlo, e' crollato da solo. Morte annunciata.
Sig. Procuratore della Repubblica di Genova sarebbe utile ritrovare quell'intervista, se i fatti denunciati sono veri l'elenco di avvisi di garanzia la terra' impegnato fino a Natale.

Non abbassiamo la guardia, fra tre giorni non deve essere tutto dimenticato, io ogni giorno ricordero' qui i morti ammazzati di Genova.

Calabresi che ha avuto il padre ammazzato dovrebbe tenere diversa condotta, anche questi sono morti ammazzati.

BOICOTTA benetton

Di Maio biosgna pensionare De Gennaro di Leonardo, ha compiuto 70anni , e' il capo della polizia (in ferie)(in Italia accade anche questo) all'epoca del G7 di Genova

Genova sempre Genova, facciamo della citta' di Genova il simbolo della nuova Italia che vogliamo
Adottiamo Genova, curiamola come un figlio, siamo tutti genovesi, non dobbiamo dimenticare, dobbiamo fare di Genova un punto di partenza, per altri sara' la loro fine, per noi un nuovo inizio.

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 17.08.18 17:44| 
 |
Rispondi al commento

A Mario Giordano
Quando il tuo padrone...scherzo
BERLUSCONI ci riempiva di spot per
IL PONTE DI MESSINA Tu dove stavi?
hai fatto un libricino sul ponte di Messina?

(pensa un po' Paghiamo ancora il suo FANTASMA)

E noi dovremmo uscire dall'Unione Europea?
E la troika ci deprime? ci comanda?

Ma siamo ben sicuri di essere in EUROPA?

Mauro Magni 17.08.18 17:40| 
 |
Rispondi al commento


Con la concessione Autostrade abbiamo fatto in tempi non sospetti la prova generale del Ceta.
Primi in Europa! Italiani innovatori!

SPATAHTAHSCRATSCACHATRATUMBTRACHATATATATRASCH!!!!!!!

Complimenti ai soliti “competenti”.
Cercatevi un nascondiglio, e sgonfiate il vostro ego smisurato altrimenti non ci state.

maria s., ancona Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.08.18 17:39| 
 |
Rispondi al commento

Beppe Grillo – La Superba è tagliata in due, in cielo volano gli elicotteri dei Vigili del Fuoco e del 118, che stanno operando in condizioni estremamente difficili e pericolose. La rapidità del loro intervento è fondamentale.
Ancora più rapidi, per natura, gli sciacalli già volteggiavano nel cielo delle parole. Parole nauseanti, al 90% inutili. E’ difficilissimo rispondere a questa gente, che nel tempo ha trasformato in pettegolezzo macabro un mestiere (informare) che era nobile. Spesso richiedeva un grande coraggio.
Gli sciacalli sono animali veloci e senza alcuna forma di rispetto, la natura non li ha neppure forgiati belli nel corso dell’evoluzione. A loro non serve essere prestanti per razzolare in mezzo alla morte ed approfittarne.

Non c’è grande opera pubblica che mancherà di essere rivalutata! Non c’è pettegolezzo che possa essere ascoltato se non da un altro pettegolo.

IO AMO GENOVA, e questo schifo di tirapiedi in cerca d’autore mi ha infastidito nel profondo.

Proprio quel viadotto e tutta l’infinita serie di revisioni a costi esorbitanti, esitato comunque nel crollo, nella tragedia: un pugno nello stomaco al futuro della città. Proprio quello stesso viadotto era una grande opera pubblica. Era malata alla nascita, e proprio mentre siamo sgomenti a contemplare il suo disastro, esito triste e muto di una gestione dissennata, gli sciacalli colpiscono esattamente lì.

La motivazione a rivalutare tutti questi mostri potenziali è ancora più forte oggi. Revisionare queste mangiatoie, rivalutare anche quei gioielli che verranno costruiti con i soldi della gente e che alla gente devono restare.

Non sono uso a rispondere agli schiavi dei rapaci, ma questa volta non posso evitarlo. Noi rivedremo tutti questi “progetti”. Che da anni e decenni stanno lì, come se fossero scritti con l’inchiostro simpatico. Destinati, dopo l’opportuna spartitoria stagionatura politica, ad essere costruiti male e di fretta. Oppure con infinita lentezza come la SA-RC.

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 17:37| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il GOVERNO DI CAMBIAMENTO M5*-Lega è quello che gli italiani onesti hanno DEMOCRATICAMENTE votato e richiesto il 4 marzo quindi è l'espressione della volontà della maggioranza degli elettori che, OGGI SICURAMENTE, sarà la maggioranza di tutti gli italiani che vogliono il BENE e l'ONORE del paese, distrutto dai vermi PD/DC/FI e soci a delinquere al seguito (caste mafiose e massone di arcore, del nazareno, della leopolda, di C.L.-comunione e liberazione dei ladri, degli pseudosindacati, dei giornalai e tvshits al servizio dei poteri occulti dei magnacci padroni e signori della sorte e futuro dei popoli, dei potenti ricc(hi)oni delle religioni e consorterie al seguito, P.A., istituzioni ed organi di stato corrotti al soldo dei banchieri ed industriali corruttori e finanziatori dei malfattori e del sistema SPORCO della società!
Oramai il bicchiere era COLMO e la pazienza del popolo, insieme alla INGENUITA' e FIDUCIA MALRIPOSTA in coloro che gareggiano e vivono per arricchirsi e distruggere gli onesti lavoratori, ha prodotto il risultato del voto del 4 marzo che, grazie ai "POPULISTI del M5* e Lega", ha evitato una reazione violenta contro i colpevoli e massacratori del POPOLO!
I danni che i vigliacchi e caste PD/DC/FI (e tutte le ex sigle precedenti) al potere in 70 anni hanno prodotto sono tanti e le conseguenze le stiamo vivendo e ne vivremo ancora tante!
Molti dei colpevoli, delle tragedie e sporchi misteri dell'italia repubblicana, non ci sono più ma qualcuno ancora sopravvive tenacemente!
I responsabili degli eccidi nazisti furono giudicati e condannati al processo di norimberga alla fine del conflitto mondiale e molti, che riuscirono a scappare e nascondersi, furono ricercati, processati e condannati alle massime pene!
Forse, al processo di Norimberga, dovevano essere giudicati anche banchieri, industriali e politicanti mondiali che avevano istigato e provocato il conflitto col pupazzo "baffino"!
Ma sono quelli che ancora oggi governano il mondo a DELINQUERE!!

giova31 17.08.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Con la sciagura di Genova si riapre il cassetto delle frasi di circostanza: i colpevoli pagheranno, non lasceremo sola Genova,era una disgrazia preannunciata, non dovrà ripetersi ecc.Questo cassetto in Italia si apre di continuo ,contornato dalle solite polemiche di partito o dichiarazioni azzardate e poi ritrattate.Le vittime di Viareggio,del Moby prince,di Ustica e di tutti gli incidenti causati da incuria ,superficialità ,corruzione e negligenza conoscono bene il contenuto di quel cassetto e attendono " la giusta giustizia"ma lo strumento della prescrizione e il connubio politica e interessi personali li priveranno del loro diritto di verità e giustizia.
Dimostriamo di essere diversi

Giuseppe C., Lucca Commentatore certificato 17.08.18 17:33| 
 |
Rispondi al commento

Raccapricciante! Sono passato anch'io di là negli anni scorsi. Brividi addosso. Ora con tutto lo sdegno che è in noi e l'inconsolabile dolore per i fratelli italiani caduti per imperizia o mancati controlli o semplice non curanza?? mi viene da pensare che da allora, 14 agosto ad oggi e per domani e dopo fin chi sa quando, il " fiume di danari" nella casse dei concessionari non si fermerà. Contrariamente alle vite dei nostri fratelli. Rabbia enorme!! Pubblicate, per favore, la pagina del miserevole contratto, con le firme e controfirme dei nostri rappresentanti ,così da poterli ricordare a futura memoria!!!????

wachtdog 17.08.18 17:31| 
 |
Rispondi al commento

Antonio Bordin
Crolla un ponte, la Liguria è spezzata in due, muoiono 38 persone e il piddino che fa?
Chiede un’indagine per indagare sulla perdita in Borsa dei poveri Benetton.
Senza vergogna !

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 17:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Oliviero Toscani...
hai fotografato qualche braccio mozzato?
Teste scaccate?
Hai portato i filtri per esaltare il rosso?

con un velo d'oscenità e il trucco del professionismo
Ecco trovato l'appiglio a tanto schifo- KLICK.
AMICO dei BenettOooOO0N!!!

Mauro Magni 17.08.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Avanti tutta Governo Conte i responsabili devono pagare.

patrizia v., cagliari Commentatore certificato 17.08.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento

I Leccogiornalisti come quelli della Sette come Parenzo vergognoso personaggio profumatamente pagato
Per offendere intelligenza degli Italiani cacciateli fuori dalle TV che si preoccupa Dei Benetton Poverini e Ringraziano il Dirigente dell Autostrade che va in TV a rispondere alle domande in tutto il Mondo i responsabili devono dare notizie ogni ora ufficialmente senza essere Ringraziato

Aldo Lanzetta (pasena), Sarno Commentatore certificato 17.08.18 17:21| 
 |
Rispondi al commento

Stefano Ragusa
Renzi dice che il PD non ha mai prorogato ai Benetton.Falso!Nella finanziaria 2017 fu prorogata la concessione fino al 2042 più un indennizzo di subentro(buonuscita)di 5.7 mld di €.Come quando finisce la storia con l'amante,e, per tornare in pace dalla moglie,si lascia sul comodino l'assegno a 9 zeri.Tiè!Compratece 'n'autostrada a pedaggio e fatte na vita!E qui viene il degno finale horror...della GRONDA! Qualcuno fece i conti di questo affare.Riporto da La Voce info,think tank piddino,non certo l'ultimo dei tupamaros grillini.Così scriveva il prof. Giorgio Ragazzi il 19-12-2017:"Sul solo indennizzo di subentro,ai tassi attuali, Autostrade ha un profitto di 2,7 mld;applicandolo a tutti i costi e ricavi previsti nei prossimi 24 anni il profitto complessivo è di 7-8 mld attuali(più di quanto incassò l’Iri dalla privatizzazione della società).Il prof.Ragazzi si chiedeva come mai,se il tasso per remunerare il prestito era del 2-3%,lo Stato riconosceva ai Benetton quasi l'8%.Ma anche riconoscendo un tasso stratosferico come quello riconosciuto da Delrio,la Gronda che costa 4 mld,si sarebbe ripagata in 3 anni.Come si giustificano dunque un anno in più di proroga e 5,6 mld di indennizzo?(totale 10 mld tondi tondi)
Il PD ha regalato 10 mld,DIECI!PULITI! ai Benetton con la scusa della gronda.Il Ponte Morandi doveva essere abbattuto e ricostruito nel 2006 in 2 anni.Più solido,in acciaio,più largo e capiente.Poi Burlando,il Dio piddino della Liguria,nel 2009,cambiò tutto.Il Ponte non si abbatte più.Diventa parte integrante del Progetto Gronda.Si badi che il M5S neppure esisteva!di che caz blaterano?Autostrade che prima era dello Stato e voleva demolirlo,ora diceva:"il Ponte starà in piedi 100 anni"(e lo dicevano i Benetton,non il M5S!)L'ultima operazione sugli stralli venne fatta nel 95,ne incamiciarono solo 2 e si vedono ancora di colore più scuro.Poi tutto si fermò.Nel 96 cambiò governo.Autostrade ottenne la famosa concessione ventennale

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 17:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Governo del cambiamento e del coraggio:
Questo contratto con Autostrade deve essere messo sotto inchiesta insieme a chi lo ha firmato. E’ palesemente nullo. Gli Italiani devono sapere tutto ciò che è stato fatto per i loro “ interessi” dai precedenti Governi. I pedaggi devono essere da subito diminuiti.
Giuseppe

Giuseppe d'Annibale 17.08.18 17:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Il ministro Bonafede ha ricordato Rita Borsellino scivendo:

" Rita Borsellino ha rappresentato, rappresenta e continuerà a rappresentare un esempio di come la lotta alla mafia si porta avanti nelle Istituzioni ma soprattutto attraverso battaglie culturali ed educative, dando un messaggio importantissimo per le nuove generazioni. A tutti quanti tocca continuare la sua opera."

Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 16:56| 
 |
Rispondi al commento

"repubblica"...
Governo Conte, quanti deliri in solo due mesi..

PER "LA REPLUBBICA" E' DELIRIO DIRE LA VERITA'E SPUTTANARE I MARIUOLI E GLI ASSASSINI... A LORO PIACE DELRIO.... FATEGLI COSTRUIRE IL PONTE SULLO STRETTO SAI CHE TAVOLATA CON LUPI (ROLEX) E DELRIO..

aniello r., milano Commentatore certificato 17.08.18 16:54| 
 |
Rispondi al commento

Renzuccio prima di sparire vai a prendere Del Rio e portatelo con te

annunziato l. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 17.08.18 16:52| 
 |
Rispondi al commento

Strage di Genova

il ponte era nato male MA per colpa dell'austerità imposta dalla troika
Dalla Germania, dall'Europa perfino dall'euro

E Forse anche della MERKEL
No non può essere perché era ANCORA troppo piccola.
Beh comunque Non si è potuto aggiustarlo prima
Allora è stato FANFANI!!!!

Mauro Magni 17.08.18 16:50| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Gian Maria Gros Pietro Presidente dell'Iri regala ai Benetton la gestione delle Autostrade e dopo poco viene assunto dai Benetton a un milione di euro l'anno. Einaudi si starà rivoltando nella tomba. A suo tempo aveva detto che ad un monopolio privato è preferibile un monopolio pubblico. Un servitore dello stato sia esso politico o manager che da ai privati la gestione di un qualcosa di pubblico in regime di monopolio, a mio avviso, dovrebbe essere perseguito e buttato in galera a vita. Bisognerebbe individuare tutti i politici che hanno contribuito a questo scempio e pubblicare i nomi degli atti dei quali sono stati responsabili. Dopo di che spetterà a noi cittadini mandarli a casa alla prima occasione. Propongo una mobilitazione nazionale su questa questione, perchè i danni che ha provocato alle vittime e a tutto il popolo italiano sono incalcolabili. Le cose di interesse pubblico, come per esempio sanità e trasporti devono essere gestiti in prima persona dallo stato e nessuno ci deve mangiare sopra, tanto meno guadagnarci fior di miliardi. Mobilitiamoci e riprendiamoci quello che è nostro. Noi cittadini contribuiamo con il pagamento delle tasse per garantire a tutti: servizi,sanità, scuole, ecc.,ecc.. e non certamente per arricchire furbi, furbastri, corrotti e gran figli di ....... Bastaaaaaaaaaaaaaaa. Scendiamo in piazza. Stabiliamo un giorno di protesta nazionale per dire basta. A proposito Renzuccio statti zitto e togliti di mezzo al più presto tu e tutta la tua corte indecente.

annunziato l. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che ha donato a Rousseau 17.08.18 16:41| 
 |
Rispondi al commento

Sei una delle Cassandra inascoltate come tante altre che si sgolano a denunciare lo schifo di imbrogli che hanno fatto questi governi ma la preoccupazione che dopo tutte queste denunce, inchieste, filmati,la magistratura dovè? capisco che le inchieste ma qui non va in galera nessuno vuol dire che quando tocchi la politica sei disarmato e tutto si ferma.
BISOGNA CHE ORA SI CAMBI

FRANCO GIACOMUCCI, ANCONA Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 17.08.18 16:37| 
 |
Rispondi al commento

Il Senatore Rossi di scelta Civica, nel 2016 fa un'interrogazione parlamentare a Del Rio, di cui non ha mai ottenuto risposta:
" il 28 aprile aprile del 2016 Rossi tornava alla carica con una nuova interrogazione, sempre al ministro Delrio: «Il viadotto Polcevera dell'autostrada A10, chiamato ponte Morandi, è un'imponente realizzazione lunga 1.182 metri, costituita su 3 piloni in cemento armato che raggiungono i 90 metri di altezza che collega l'autostrada Genova-Milano al tratto Genova-Ventimiglia, attraversando la città sulla val Polcevera - affermava il senatore - recentemente, il ponte è stato oggetto di un preoccupante cedimento dei giunti che hanno reso necessaria un'opera straordinaria di manutenzione senza la quale è concreto il rischio di una sua chiusura». Rossi chiedeva quindi al ministro Delrio «quale sia in dettaglio l'attuale situazione dei lavori di messa in sicurezza del ponte Morandi, quali siano gli interventi che ancora devono essere realizzati e se gli interventi saranno tali da comportare gravi disagi alla circolazione della città e quale sia la tempistica di fine lavori». Infine chiedeva «se corrisponda al vero che il ponte Morandi, viste le attuali condizioni di criticità, potrebbe venir chiuso almeno al traffico pesante, entro pochi anni, gettando la città nel totale caos»."

Allora vedete che se Del Rio si fosse interessato, forse tutti questi morti non ci sarebbero stati.
Non si deve lasciar perdere, predisponete una commissione parlamentare che esegua tutte verifiche e accertamenti a partire dalla cessione dell'autostrada ai Benetton, individuando tutte le responsabilità e inadempienze.

newmail ***** Commentatore certificato 17.08.18 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Strage di GENOVA
come disse un'attenta persona

anche i danni morali
Lo stato Italiano, il popolo Italiano, la nostra tecnologia la giustizia
l'imprenditoria buona.....
tutti noi paghiamo e pagheremo
danni gravissimi di - IMMAGINE nel MONDO intero --

Mauro Magni 17.08.18 16:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

OCCHIO agli infiltrati e riciclati
nave che affonda, topi nuotano

L'amico Mario Giordano
per chi non lo conoscesse....è uno dei berluskones PIU' quotati

Ha sostenuto il berluskonismo più sporco e quindi anche lui ha contribuito
Ha cambiato idea? MAH? BO? e allora?

tutti possiamo scrivere libercoli e dire verità anche SGARBI
Anche lui presto sul blog?

Mauro Magni 17.08.18 16:24| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Basta commenti su questo assassinio. Un solo grido dobbiamo twittare, condividere, URLARE : I RESPONSABILI DEVONO PAGARE. I RESPONSABILI DEVONO PAGARE! I responsabili devono risarcire le famiglie delle vittime e restituire il maltolto al popolo italiano.

Silverio Mazzella (pacchiarotto), Ponza Commentatore certificato 17.08.18 16:23| 
 |
Rispondi al commento

DOMANDE CHE ASPETTANO UNA RISPOSTA
1) Vorrei sapere come hanno fatto PD e FI (senza chiedere il permesso a nessuno) ad emanare contro leggi ad personam per non essere condannati per i tanti crimini compiuti contro gli italiani?
2) Ditemi come ha fatto Gentiloni (dimissionario e quindi anche fuori tempo) ad imporre di notte e di nascosto una legge salva ladroni assassini?
3) Cosa impedisce a voi di cancellarle e farne altrettante?
4) Perché non fate una legge che cancelli tutte queste contro leggi? Siete voi a governare adesso!
5) Cosa vi impedisce di cancellare con una legge giusta tutte le svendite dei colossi statali che hanno impoverito il popolo italiano (proprietari di questi colossi, pagati col sudore della fronte?)
6) Chi vi impedisce di stracciare queste leggi vergogna fatte da traditori della patria per arricchire criminali privati, che oltretutto non investono in Italia, ma nascondono i stramiliardi rubati nei paradisi fiscali, non pagando in Italia nemmeno le tasse?
7) Cosa vi impedisce di fare queste sacrosante leggi essendo stati votati dagli italiani per cacciare quegli abusivi che hanno sgovernato finora?
8) Cosa aspettate a cancellare quelle contro leggi che impediscono alla magistratura di condannare ladri, evasori fiscali e mafiosi?
9) Come fate a sopportare che squali assassini arrivano a rubare i soldi che gli italiani hanno sborsato in beneficienza per i terremotati e i bimbi africani?
10) Gli italiani vi hanno votati per cacciare via dal Parlamento questi traditori e cancellare con leggi giuste quelle immorali da lor signori emanate.
11) I cittadini vi hanno votati per ripulire l’Italia e riportarla alla legalità e cosa aspettate a farlo?
12) Tutti gli italiani che hanno creduto in voi lo hanno fatto per riportare l’Italia ad essere una nazione sovrana in ogni senso, come lo era prima che questi miserabili abusivi ne facessero il cesso del mondo e dopo aver privato la classe lavoratrice di tutti i diritti
(continua sotto)


------Dov' è sono i Benetton?---------

Non sarebbe bene correggere questa cosa, la prima del post in grassetto. Grazie.

pippo aroni 17.08.18 16:09| 
 |
Rispondi al commento

Io mi chiedo ma se un...governaccio del passato, in piena notte, ha emanato il prolungamento della concessione ad Autostrade per l'Italia invece di bandire una nuova gara, come le normative vigenti imponevano, ebbene non si configura un reato con la conseguente incriminazione dei resposnabili che hanno emanato questo "favore" ad una "sola" Società e che lede il diritto ad altre di partecipare alla gara per l'assegnazione di una concessione perchè
era in scadenza per Autostrade per l'Italia?

Ma se questa "dittatoriale" decisione ha favorito Autostrade per l'Italia, per quale motivo, questa...notte, non si può riunire il governo Conte e decidere che l'assegnazione va revocata non solo per responsabilità nel crollo del ponte, ma perchè l'assegnazione fatta è nulla avendo violato le normative vigenti e che non ci sono penali da pagare, in attesa del processo per sapere quanto lo Stato...riceverà per i danni subiti?

Qualora la...famigliola maletton, chieda risarcimenti, intanto non...foraggino più le squallide campagne elettorali per i loro meri...affarucci e poi bussi alla porta di una...casetta da 1,3 ml di euro a Firenze e chieda al...megalomane ed ...amichetto proprietario e alla sua degna...cricca, il rimborso per aver ricevuto "illegalmente" un favorino da...miliardi di euro, da mettersi in saccoccia!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 16:07| 
 |
Rispondi al commento

signori Benetton MEMENTO MORI !

Cosa farete, vi imbottirete la cassa di quattrini?

Tullia C., Milano Commentatore certificato 17.08.18 16:00| 
 |
Rispondi al commento

forse e' meglio, anche se la rabbia e' tanta, astenersi da polemiche e far celebrare i funerali a parenti ed amici nel modo in cui ritengano sia piu' giusto, il dolore e' immenso e non va disturbato , ci sara' tempo in cui chi ha causato tale disastro dovra' pagare l' accaduto ed assicurare a chi non puo' piu' farlo, un avvenire almeno sereno economicamente a moglie e figli che ne avranno bisogno, tra le vittime risulta anche, oltre agli altri, esserci un padre di 4 figli, oltre alle lacrime , serve aiuto immediato e tanto, come agli altri

angelo silvestri, ROMA Commentatore certificato 17.08.18 15:56| 
 |
Rispondi al commento

Domani ci saranno i funerali a Genova.Leggo OGGI, sul pezzo di carta del cementificatore romano,in prima pagina "I no che frenano l'esecutivo gronda,tap,infrastrutture,tutti i boomerang del M5S".Chiedo a qualche "esperto", il TSO in quali casi può essere richiesto e imposto?

Canzio R. Commentatore certificato Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 15:49| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Dopo anni di sonno - o meglio coma profondo sulle banche etruria, mps, banca marche, carichieti ecc..la consob si sveglia per difendere atlantia (e li mercati)

http://www.lastampa.it/2018/08/17/italia/consob-avverte-palazzo-chigi-pericoloso-turbare-i-mercati-WhfBl1E3nlpXiUEmD0NR5I/premium.html

Beppe A. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V2day Commentatore in marcia al V3day 17.08.18 15:45| 
 |
Rispondi al commento

fa parte di ingegneria basilare, qualsiasi carico distribuito si scarica sulla superficie meno idonea a supportare il carico dell intera opera, irrigidire parte delle strutture comporta ad essa di scaricare le forze sulla struttura piu debole ma questo gli ingegneri lo sanno, mai affiancare una struttura rinforzata ad un corpo "Oscillate per sua natura e progettazione" si fa verso la rottura e la lesione immediata, per questo credo che vi sia doverosamente una risoluzione contrattuale per incapacita di gestione e minimi accorgimenti e incapacita della direzione tecnica della concessonaria nel garantire sicurezza solo in riguardo all indagine aperto per attentato alla circolazione unica circostanza preventiva che potrebbe sospendere la concessione per forma di diritto e tutela senza alcuna penale, salvaguardare le vite umane e il dovere dello stato in fatto e diritto

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 17.08.18 15:25| 
 |
Rispondi al commento

Dal sito di Repubblica:

"Tutti maschi sull'ambulanza", marito rifiuta soccorso per la moglie incinta: arrestato per resistenza
Il personale del 118 ha dovuto chiamare la polizia. L'uomo, un 23enne marocchino, ha aggredito gli agenti e per questo è finito in manette

Ecco un'altra bella storia d'integrazione, allora viva l'immigrazione.
BASTA, e' ora di dire basta. Rimandatelo in Marocco. Toglietecelo dai piedi.
La nave della guardi costa Diciotti butti a mare i clandestini. Chi gli ha detto di salvarli? Noi clandestini non ne vogliamo piu'.
Non mi fido della guardia costiera che e' della M.M. , il canale di Sicilia deve esser presidiato dalla GdF . Ricordiamo che fu la GdF ad occupare la prefettura di Milano durante le giornate del 25 aprile 1945 . Della marina non ci possiamo fidare. Dichiariamo zona di guerra il canale di Sicilia e se la veda la GdF a mitragliare i barconi e i gommoni. La legge sotto il comando congiunto interno e esteri sara' regolata da un'apposita corte marziale . Non ci saranno giornalisti in giro perche' la zona sara' interdetta a chiunque non abbia motivo per essere li'.
Ogni nave deve essere identificata e il solo traffico commerciale lasciato passare . I morti messi in sacchi di plastica nera appesantiti lasciati andare al fondo. La popolazione civile non deve sapere di queste azioni di guerra.
I clandestini non si trovano in pericolo, si mettono in pericolo, per questo non vanno salvati. Mi sembra logico .
Ogni opposizione , anche quella parlamentare, sara' considerata atto eversivo, e punito con la legge marziale in tempo di guerra.
Sono stanco di incontrare clandestini ad ogni angolo di strada.
Basta clandestini, facciamo pulizia.
I Benetton hanno il loro destino gia' segnato, loro e i giornaloni, la Storia si occupera' di loro.
Il direttore Calabresi s'e' scordato del padre ammazzato? Anche la gente di Genova e' stata ammazzata. La campagna di stampa di Repubblica contro Salvini e Di Maio e' una vergogna vivente, boicotta Repubblica.

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 17.08.18 15:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Luigi Di Maio su Facebook:

" Lo dico chiaramente, c'è una volontà politica certa: Vogliamo revocare le concessione ad Autostrade per l'Italia.
Non si può continuare a far finta che nulla sia accaduto. Questa gente continua a far pagare il pedaggio senza portare manutenzione ordinaria e straordinaria ed è ora di dire basta!
Hanno scritto che il Governo frena, falso, il Governo accelera e revocherà le concessioni."

https://it-it.facebook.com/LuigiDiMaio/videos/697960350545985/


Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 15:10| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

made in italy


https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/17/serie-a-non-si-ferma-tranne-2-partite-nel-giorno-del-lutto-per-genova-polemiche-conta-piu-lesordio-di-cristiano-ronaldo/4564742/

FABIO B., bologna 17.08.18 15:07| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E quelli che volevano fare il ponte di Messina
, che fine hanno fatto?

Zanzara velenosa 17.08.18 15:05| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

da FQ

...Sappiamo però che se vogliono avere ancora diritto di cittadinanza in questo Paese ex ministri, ex premier, ex sottosegretari protagonisti dell’affare e la famiglia Benetton devono presentarsi agli italiani per chiedere con umiltà perdono. Spetta invece al Parlamento il compito di trovare la strada legislativa e di diritto per annullare quella clausola sui soldi da versare ad Autostrade, in tutta evidenza vessatoria per i contribuenti. Sperando che questa volta i servi dei concessionari di Stato presenti in gran numero alla Camera e al Senato trovino la dignità di tacere. E che invece la stampa italiana ancora oggi impegnata in surreali acrobazie per non mettere nei titoli il cognome Benetton, trovi finalmente il coraggio di parlare.

FABIO B., bologna 17.08.18 15:00| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

INUTILE CHIUDERE I PORTONI QUANDO I BUOI SONO GIA' SCAPPATI. Ricordatevelo.

Flavio Guglielmetto-Mugion, Torino Commentatore certificato 17.08.18 14:58| 
 |
Rispondi al commento

Giusto perchè Autostrade per l'Italia dice che era tutto sotto controllo, voglio vedere come giustificherà il perchè ha effettuato "solo" al primo pilone, lato Sampierdarena, lavori non certamente definibili di " manutenzione ordinaria" , come evidenziato dalla foto satellitare zommata, quelli effettuati sui tiranti che sostengono il piano stradale ma, se si guardano gli altri piloni, non è stato fatto nulla sui tiranti degli altri piloni come quello crollato quando, se è evidente che c'erano problemi sui tiranti del primo pilone, come si fa a non pensare alla sicurezza e alla prevenzione che "obbligavano" a fare le stesse cose sugli altri tiranti?

E' evidente che Autostrade per l'Italia aspettava..l'evento invece di prevenirlo come squallidamente e vergognosamente ha proposto di ricostruire il Ponte Morandi, dopo che è stata a guardare, purtroppo, il suo...crollo!

https://www.google.it/maps/@44.4249194,8.893333,141a,35y,192.76h,46.76t/data=!3m1!1e3

Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 14:53| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Domani ci saranno i funerali di stato.
Spero che ci sia solidarietà da parte nostra verso le famiglie che hanno espresso contrarietà a una passerella.
Il nuovo governo non centra nulla con questo disastro ma vedere il presidente Mattarella che rappresenta non il popolo italiano ma la vecchia politica....cercate di fermarlo. Hanno ragione le famiglie domani non è un funerale di stato ma un funerale a uno stato che ha sempre rivolto i suoi interessi alle lobby e non ai cittadini.
Grazie Renzi e grazie Mattarella che approvavate deroghe alle concessioni a DELINQUENTI.
Il mio cordoglio va a tutte le famiglie...quando furono fatti i funerali del mitico Giovanni Falcone...i palermitani si infuriarono nel vedere i rappresentati dello stato
Speriamo non accada domani lo stesso perché il nuovo governo non ha colpe....lasciare a casa Mattarella

Enzo Oreste Perin (enzo parva ), Alessandria Commentatore certificato 17.08.18 14:53| 
 |
Rispondi al commento

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/08/17/autostrade-un-contratto-capestro-e-le-oscene-acrobazie-dei-media-per-nascondere-il-cognome-benetton/4563807/

FABIO B., bologna 17.08.18 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Primo revocare immediatamente la concessione. Secondo devono risarcire profumatamente i familiari delle vittime. Terzo devono risarcire anche gli sfollati con un immobile. Quarto gli tocca demolire il ponte è ricostruirlo con i criteri odierni. Quinto dopo possono andrà a fare in c... loro è i loro referenti politici a cominciare da quel barile di m.... di Prodi è compagnia cantante.

gianluigi f., pandino Commentatore certificato 17.08.18 14:52| 
 |
Rispondi al commento

Solo tristezza e tanta, tanta rabbia.
Chi può DEVE intervenire per fare per
-prima cosa CHIAREZZA, spiegare come questo contratto è stato fatto
-seconda cosa i dirigenti preposti ai controlli (e che dovevano vigilare se gli aumenti erano giustificati) LICENZIARLI subito, che sia un esempio per fatti futuri
- terza cosa recedere per GIUSTA CAUSA

Solo spiegando, rendendo pubblico tutto ciò che è stato (mal)fatto legittimerebbe qualsiasi azione.

Bob1959 17.08.18 14:51| 
 |
Rispondi al commento

Scusate tutti per l'O.T.

È indispensabile fare qualcosa per obbligare almeno le reti televisive pubbliche a fare un'informazione MINIMAMENTE CORRETTA E NON TENDENZIOSA.

Gli sciacalli si annidano in gran numero nella Rai, tra quei molti (non tutti) presunti giornalisti che NON HANNO MAI INFORMATO I CITTADINI, MAI SOLLECITATO INCHIESTE ma hanno sempre costituito la grancassa del potere di turno.

Ho appena visto un parzialissimo, vergognoso servizio del tg3 regionale della Liguria che attaccava il M5*, cercando di addossargli tutta la responsabilità di scelte fatte o non fatte da chi per 30 anni ha comandato in Comune e Regione.
A Genova il M5* è sempre stato opposizione, neppure tanto numerosa.
I veri sciacalli sono nella Rai, al guinzaglio di chi l'ha occupata manu militari.

antonella g. Commentatore certificato 17.08.18 14:43| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

qualcuno non tanto tempo fa disse che non avrebbe affidato nemmeno il lavaggio dei cessi, in questi momenti si capisce il senso e dura pulire le incostrazioni, l acido muriatico scivola su di esso, dato lo spessore, e tanti, mai si sono resi conto che l andar di notte a luci spente a fare i propri bisognini lasciavano ad altri la loro sporcizia, spero siate dotati di guanti rinforzati e vi raccomando di adottare le mascherine usate le relative precauzioni per la Vostra sicurezza ed anche per... usate prodotti idonei, previa analisi della sporcizia da eliminare, non fatevi vendere prodotti, siete capaci di trovare e utilizzare prodotti a voi idonei per tale opera, non vi preoccupate del mercato come si evince oggi sono in grado di gestirsi , non si sa a chi hanno obbligato ad acquistare quei cessi spochi, continuate la vostra strada ed aprite come avete annuciato Palazzo di Vetro

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 17.08.18 14:40| 
 |
Rispondi al commento

E quindi più inadempienze commetti più si ha diritto a riscuotere le penali?

Giovanni . Commentatore certificato 17.08.18 14:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Letto ed approvato l'articolo, la domanda è: perchè il Governo non abbassa da domani le tariffe attuali che sono frutto degli avalli ad aumenti non giustificati? Sulla Pescara Teramo-Roma ci sono state recenti proteste dei Sindaci abruzzesi e laziali per ulteriori aumenti dei pedaggi che hanno portato a spese insostenibili per l'autostrada, tra le più costose d'europa, per "ritocchi" percentuali a due cifre ogni anno. Per 190 km scarsi, si pagano ora oltre i 23 euro. Perchè non intervenire subito e correggere al ribasso le tariffe. Dal Governo del cambiamento questo si aspettano gli italiani, non le solite chiacchiere e il niente di fatto, o magari pure la concessione di ulteriori aumenti dei pedaggi non appena sarà possibile. Non ci meraviglieremmo, ma allora si sarebbe fallito ancora una volta nel votare.

Chiara Mente Commentatore certificato 17.08.18 14:30| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

NON E' UNA QUESTIONE DI REVOCA DELLA CONCESSIONE
E' UNA QUESTIONE DI ACCERTAMENTO DELLE RESPONSABILITA' IN VIA GIUDIZIALE PER QUANTO E' SUCCESSO.
TUTTO IL RESTO, REVOCA CONCESSIONE, MULTA, RISARCIMENTO DELLE VITTIME, GALERA PER I RESPONASABILI, E' CONSEGUENZIALE.
NON E' UNA QUESTIONE POLITICA.
E' UNA QUESTIONE GIURIDICA

oreste soria 17.08.18 14:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ho sentito dire in televisione che il Contratto tra Stato e Società Autostrade prevede una penale per lo Stato qualora lo stesso Stato dovesse revocare la Concessione a Società Autostrade per inadempienze della stessa.
Ma chi lo ha siglato questo contratto? Ma perché forse si prevedevano inadempienze?

Giovanni . Commentatore certificato 17.08.18 14:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La convenzione prevede, in caso di revoca, un indennizzo pari ai guadagni dell'ultimo anno moltiplicato per il numero degli anni che restano ancora al concessionario?

Oltre che a sembrarmi ridicolo visto che è un patto troppo sbilanciato a favore del concessionario, sicuramente bisognerà tenere conto anche delle spese di manutenzione non effettuate dalla società visto che, probabilmente, si è voluto ripartire maggiori guadagni tra i dirigenti e i soci, Benetton compresi.

SPERIAMO CHE I "PRENDITORI" OLTRE CHE PAGARE EURI VADANO ANCHE IN GALERA, OPPURE LE PRIGIONI SONO SOLO PER I LADRI DI POLLI?

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 17.08.18 14:18| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ora che è tutto documentato di chi sono i responsabili il governo attuale si attivi nell' immediato per perseguire la società penalmente , chiudendo alla viabilità tratti sospetti e segnalati dagli utenti.Mi auguro che Toninelli cambi questo modus viventi della societa .
Investi si in maniera scrupolosa con materiale di qualità, non lo fai ti revoco la concessione.

vincenzo e., Orvieto Commentatore certificato 17.08.18 14:17| 
 |
Rispondi al commento

in risposta ai garantisti sulla revoca: non mi risulta che Schettino abbia aspettato 3 gradi di giudizio e nel frattempo abbia continuato a pilotare navi dopo la tragedia della Concordia
Se provochi una strage nell'ambito del tuo lavoro devi essere immediatamente INABILITATO a continuare a svolgere quel lavoro
E nel caso dei Benetton ciò si traduce nella revoca alla concessione. Punto.

Anzi, no, non punto: poichè Schettino fu messo in
galera e poi ai domiciliari PRIMA DELL'INIZIO del processo, non vedo perchè tale trattamento non debba essere applicato anche ai Benetton
Certo loro hanno molti Santi in Paradiso, ma adesso al Governo ci siamo noi
La legge DEVE essere uguale per tutti
Come Schettino anche i Benetton

maria t., roma Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 14:16| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Nazionalizzare tutto e uscire dall'Europa !

vincenzo di giorgio 17.08.18 14:13| 
 |
Rispondi al commento

L'Italia è fortunata. Nella sfortuna si capisce il pericolo scampato quando é stato respinto il referendum costituzionale proposto dal PD di Renzi, il concretizzarsi di una valida alternativa che si é materializzata con il M5S e l'alleanza di governo con la Lega. Tutto questo va visto come una combinazione fortunata oltre le più rosee previsioni. Pensiamo per un istante se al governo ci fosse stato il PD o FI. Sarebbe finito tutto in una bolla di sapone, dimenticato quasi subito. Due soldi per le vittime e tutto come prima.
Ora si parla di rivedere le regole, di mettere in primo piano le vittime. L'intenzione é che tutto questo non sia successo invano. Le conseguenze devono essere pesanti per chi ha ricevuto il privilegio di una concessione vitale per il paese, senza dimostrare la dovuta competenza.
É giustissimo. Il minimo che si può pretendere da un esecutivo degno di questo nome. Questa gente non guarda in faccia a nezsino

Pantomima Rossa Commentatore certificato 17.08.18 14:06| 
 |
Rispondi al commento

Mi auguro che i responsabili del crollo del ponte Morandi a Genova paghino nel modo piu' giusto per quelllo che e' successo, e si pensi ora alle persone che a causa della inagibilita' del ponte dovranno abbandonare le loro case.
Mi auguro che si pensi anche al reddito di cittadinanza ancora da realizzare per le molte persone che lavorano come volontari presso i comuni.

Distinti saluti

Maria Giuseppa Montanaro

Maria Giuseppa Montanaro 17.08.18 14:04| 
 |
Rispondi al commento

e parlano di sciacallaggio cosa incredibile dopo tutte secretazione dei loro atti compiuti qualcuno si ricorda il terremoto di oltre due anni fa lo sciacallo e il venditore di pendole aveva promesso una casa alla povera gentecon tati di mani a pensoloni sui maroni, stessa foto del gentil oni
la promessa l a mentenuta ha acquistato una casetta da un milione e trecento mila europer dimostrare la sua buona intenzione solo che ha sbagliato l intestatario nell atto di acquisto sara stata una svista

Antonio L., Anzio Commentatore certificato 17.08.18 14:03| 
 |
Rispondi al commento

___

..il ponte fotografato dall'alto a 3D ,

si vede solo il primo traliccio riparato o rinforzato,

fai zoom, trascina cartina e ruota con le frecce

https://binged.it/2MYupME

per altre zone (non tutta Italia è fotografata) chiudi l'attuale poi

tasto destro sulla città e scegli "view bird's eye "

John Buatti 17.08.18 13:56| 
 |
Rispondi al commento

Corruzione e lassismo ci hanno portati a questo punto ! Se non controlliamo , le ruberie diventano la prassi , il pane quotidiano dei furbi di qualsiasi tipo . Colpevoli ? Certo , ma meno di noi popolo ! Quanti di noi farebbero lo stesso se si trovassero al posto dei ladroni ? Quindi il difetto è nel manico , nel sistema chiamato giustizia che non funziona , con più di duecentomila leggi le scappatoie si trovano , e se non si trovano si spostano i processsi o le inchieste la dove ci sono gli amici . Da questa situazione non ne usciamo , ormai la maggior parte degli amministratori , politici , capi e sottocapi sono solidali tra loro in una vasta rete di connivenze e associazioni all'arraffo ! In più , dall'estero , c'è chi ci vuole moribondi , quindi non ci resta che piangere !

vincenzo di giorgio 17.08.18 13:55| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

E' vergognoso che si debba pagare oltre 100€ di pedaggio autostradale per spostarsi in macchina dal sud al nord per rimetterci la pelle. Lucrare sulla pelle degli utenti è una cosa che non può e non deve rimanere impunita.
Altro che promesse di futuri investimenti.
I RESPONSABILI DEVONO ESSERE PROCESSATI

oreste soria 17.08.18 13:55| 
 |
Rispondi al commento

Tutti indignati od addolorati in Italia?

Non è vero, il calcio con esclusione delle squadre genovesi, domenica inizia a fare festa con gli "eroi" miliardari in mutande.

Ma il sindacato calciatori (non considero la federazione visto che considero i dirigenti compagni di merenda dei Benetton) esiste solo per dividere gli utili della gallina dalle uova d'oro?

VERGOGNA, MI FATE SCHIFO! SPERO CHE IL PALLONE VI SCOPPI TRA LE P.......

giuseppe belotti, ranica -bg- Commentatore certificato 17.08.18 13:51| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Ma lo stato cosa fa? Una cosa che rende soldi la fa godere ai Benetton? Dopo non abbiamo soldi per ri costruire le case ai terremotati...cari di Maio e Salvini, non abbiate paura di scardinare questo sistema!!!

Giuseppina Marzi Commentatore certificato 17.08.18 13:50| 
 |
Rispondi al commento

Il ponte andava chiuso,troppo disastrato,ma il governo e autostrade dov'erano...in vacanza... tirare a campare in attesa degli interventi programmati per settembre.

responsabilità chi? 17.08.18 13:31| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

--------ATLANTIA RECUPERA IN BORSA + 4,29%-----------

Robe da pazzi! I cittadini italiani dovrebbero preoccuparsi per gli azionisti?

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.08.18 13:29| 
 |
Rispondi al commento

E' arrivata l'ora che il popolo Italiano si riprenda ciò che questi signori con la compiacenza dei precedenti si sono presi!!!

roberto gabellini 17.08.18 13:27| 
 |
Rispondi al commento

PER FAVORE METTIAMO UN FRENO

Ricotruire l'Italia, cioe' liberarls dalla CORRU ZIONE, dagli AFFARISTI, dalla POLITICA ASSASSINA non sarà cosa semplice e fa cile, ma non c'è altra via !

L'Italia deve cambiare, deve incominciare a comminare con le proprie gambe, quelle dell'onestà, dell'efficienza, della legalità,dei
diritti, della giustizia e dei processi rapidi e certi della sburocrstizzazione .
Occorre partire da tali esigenze e bidogni se si vuole che il Paese, lItalia non sprofon
di inesorabilmente nel baratro .
È nostro dovere come Pentastellati guidare il cambiamento . Altrimenti e la fine !

Salvatore Cannatà (salvo niketeras), Mentana Commentatore certificato 17.08.18 13:22| 
 |
Rispondi al commento

Questi figli di maiali che vogliono una penale?
Ma si vergognino.
I cittadini percorrono,pagando,autostrade che non sono sicure!
Punto e basta!
Siete venuti meno ad un principio...avete creato danni....Pagate!
Si vergognino chi li ha agevolati negli anni,si faccia chiarezza sui contratti,peraltro vergognosamente secretati.
In galera i menagers e i politici collusi.
Basta è l'ora di finirla di appropriarsi del denaro pubblico.
Mi sembra che il clima stia cambiando nonostante si voglia far intendere da parte dei media cose diverse.
I morti ci sono(purtroppo)i danni pure...quindi a chi diamo la colpa?
A chi gestisce la Autostrade...si faccia il nome della famiglia Benetton e non si nasconda il fatto che è implicato in accordi poco chiari.
Si blocchino e si sequestrino le sue proprietà,come si fa con le organizzazioni mafiose,in attesa di di stabilire l'entità dei danni.
I cittadini non debbono più pagare per danni creati da terzi.
Propongo che i cittadini(governo attuale) si costituisca parte civile.
Si metta in galera il Morandi per aver progettato un ponte sopra le abitazioni!
Si metta in galera chi ha approvato il progetto.
Che vergogna!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 17.08.18 13:15| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

È una questione che deve emergere a tutti i costi , non è nemmeno comprensibile che in un paese che si dichiari moderno si faccia manfrina tra classe politica e prenditori realizzando accordi e assegnando concessioni che non garantiscono in nessun modo il bene pubblico !! Ma in che razza di paese ci avete costretto ?! Dovete sparire ...cambiare professione ..... vi si devono addebitare tutte le responsabilità che la legge riconoscerà sulle vostre azioni ed omissioni ! Di Maio e Salvini usate la testa ma dateci dentro : SE NON ORA QUANDO ?!

alesca 17.08.18 13:10| 
 
  • Currently 4.7/5
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 
(voti: 3)
 |
Rispondi al commento

Questi sono tre link che fanno vedere lo stato del pilone crollato del Ponte Morandi a Genova e le immagini si riferiscono ad " ottobre 2017".

Io credo che anche un profano possa giudicare in quale stato era quella struttura soprattutto facendo riferimento alle parole dette da Autostrade per l'Italia sulle "manutenzioni continue " fatte sul Ponte Morandi a Genova.

In particolare c'è la terza immagine che mostra in quale stato erano le sommità dei due tiranti che sostenevano il piano stradale e c'è qualcuno che ancora vuole aspettare l'esito del processo, prima di togliere la concessione ad Autostrade per l'Italia!

Le immagini sono zoommate e usando la rotellina del mouse si può vedere scala 1:1 le immagini

https://www.google.it/maps/@44.4259909,8.8887536,3a,48.9y,326.91h,100.23t/data=!3m6!1e1!3m4!1s9EunboMIlpeef1TSNqwM5g!2e0!7i13312!8i6656

https://www.google.it/maps/@44.4259909,8.8887536,3a,15y,228.11h,105.61t/data=!3m6!1e1!3m4!1s9EunboMIlpeef1TSNqwM5g!2e0!7i13312!8i6656

https://www.google.it/maps/@44.4259661,8.888558,3a,15y,7.65h,160.81t/data=!3m6!1e1!3m4!1sqxnW9mDGL5Yi6UPHB6l2ig!2e0!7i13312!8i6656

Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 13:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

SE LO STATO DOVRA' PAGARE UNA PENALE LO PAGHI, MA CON PIOMBO E ESPLOSIVO.

Chi può dimenticare l'opera dei "SERVIZI SEGRETI DEVIATI"? Intendiamoci, furono Servizi Segreti a tutti gli effetti e furono definiti dallo Stato Italiano "deviati" solo quando furono smascherati.

Quante bombe i "Servizi Segreti Deviati" fecero esplodere trucidando italiani innocenti, al solo scopo di mantenere il potere, uno "status quo"? Piazze, banche, treni saltavano in aria maciullando italiani innocenti.

Per una volta, una sola volta, i famosi "servizi segreti deviati" facciano un servizio ai cittadini italiani e paghino, per conto dei cittadini italiani, ogni penale richiesta.

Max Stirner Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 17.08.18 12:52| 
 |
Rispondi al commento

Strepitoso Mario Giordano!

Giuseppe Gatto, Galatone (Lecce) Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.08.18 12:36| 
 |
Rispondi al commento

Un'altra "perla"...schifosa di Autostrade per l'Italia !

C'è voluta l'indignazione di tutta Italia sulla notizia che le autoambulanze dovevano pagare il pedaggio autostradale e solo "dopo" la richiesta del sottosegretario Rixi, Autostrade per l'Italia ha comunicato:


" VIADOTTO POLCEVERA: PEDAGGIO GRATUITO PER AMBULANZE

Sulla base della sollecitazione pubblica del Sottosegretario Rixi, e per favorire lo svolgimento delle preziose attività di soccorso, Autostrade per l'Italia annuncia che le ambulanze non pagheranno più il pedaggio sulla propria rete. La decisione ha effetto immediato."

Già questo messaggio è più che sufficiente per...revocare la concessione ad una "indegna" e "vergognosa" Società, che ha bisogno di una " sollecitazione pubblica" per togliere un vergognoso pedaggio, che aveva indignato ed offeso tutti gli Italiani!

Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 12:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Perché vi sono i segreti di stato sulle concessioni? Abbiamo il diritto di conoscere le verità scomode. Cosa nascondono? TRASPARENZA.

Gabriella Torelli 17.08.18 12:26| 
 |
Rispondi al commento

La verità viene sempre a galla:
Autostrade
Parmalat
Telecom
Silvio=P2
Formigoni
Maurizio =P2
Chiesa cattolica
Gianpaolo Gamba

Gianpaolo Gamba 17.08.18 12:24| 
 |
Rispondi al commento

Sono d'accordo!!!

Paolo V 17.08.18 12:22| 
 |
Rispondi al commento

Il contratto con I Benetton, grazie allo stato dei disastri economici , purtroppo esiste,e se e' vero che per disconoscerlo , lo stato attuale, quindi noi, dobbiamo pagare la penale, allora che si paghi la penale, magari nell'arco di venti anni, pero' I disastri causati e il debito da pagare venga, assolutamente accollato per intero, con I dovuti interessi a chi ha stipulato il primo contratto e coloro che hanno concesso tutti I rinnovi che sono seguiti , e soprattutto, senza concedere particolari dilazioni. Il popolo si e' STANCATO di pagare sempre per permettere a pochi farabutti di GOZZOVIGLIARE A DISMISURA SENZA DOVER RENDERE CONTO DI NIENTE!!!! E' IL TEMPO DEL CAMBIAMENTO, DIMOSTRATELO VOI CHE VI ABBIAMO MANDATI AL GOVERNO.

Claudio Chiani 17.08.18 12:20| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

_____

Scende il debito pubblico dopo il record di maggio.

A giugno è diminuito di 4,1 miliardi rispetto al

mese precedente, risultando pari a 2.323,3 miliardi di euro.

Lo rende noto Bankitalia nel supplemento al Bollettino Statistico 'Finanza pubblica, fabbisogno e debito'.
La diminuzione è dovuta alla riduzione delle disponibilità liquide del Tesoro (9,2 miliardi, a 48,4) che ha più che compensato il fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (3,8 miliardi), spiega Bankitalia, aggiungendo che gli scarti e i premi all'emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e la variazione dei tassi di cambio hanno complessivamente incrementato il debito di 1,3 miliardi.

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2018/08/17/bankitaliadebito-giugno-giu-2.3233mld_a48548cb-a0f8-42f9-85b3-f7d9fc2fbf9f.html

John Buatti 17.08.18 12:17| 
 |
Rispondi al commento

____

...senti qui sulle strade

https://video.corriere.it/video-embed/1e95b2ac-1e08-11e8-af9a-2daa4c2d1bbb?

John Buatti 17.08.18 12:05| 
 |
Rispondi al commento

Ma com’è stato svolto in questi anni il servizio di manutenzione ordinaria da parte dei concessionari di Autostrade per l’Italia ?
La macabra risposta è descritta nei tragici eventi di Genova e non solo.
Leggendo quanto emerge dalla relazione annuale (2017) sull’attività del settore autostradale in concessione pubblicata sul sito del Ministero e dei trasporti si evince una crescita esponenziale del fatturato (quasi 7 miliardi) e dei pedaggi. In calo solo gli investimenti (calati addirittura del 20%) e la spesa per manutenzioni in controtendenza rispetto alla logica che dovrebbe prevedere un aumento dei costi della manutenzione contestualmente all’aumento del traffico. Ma la sicurezza degli automobilisti è stata messa in secondo piano rispetto alla massimizzazione dei profitti già di per se abnormi.
E com’è andata invece con gli interventi straordinari ad opera dei Ministeri preposti ?
Non c’erano soldi da destinare ad interventi straordinari seppur richiesti dagli esperti a causa dei vincoli di bilancio da rispettare e imposti dal pareggio di bilancio.
Quali vincoli ? Quelli europei. E da chi sono stati imposti questi vincoli ? dal Trattato di Maastricht del 1992, da quello di Lisbona del 2007 e dal pareggio di bilancio in costituzione del 2011. E chi li ha voluti ? Indovinate ? Nell'ordine Romano Podi, Massimo D’alema, Mario Monti, con l’appoggio esterno di Mario Draghi.Torna la cricca al completo.
Ma non erano quelli che insieme partecipavano alle organizzazioni del Cartello finanziario speculativo che voleva far crollare il nostro paese ?
Esattamente. Il cerchio si chiude.

Solidarietà alle vittime di Genova. Per il crollo del ponte autostradale.
Solidarietà agli italiani per il crollo annunciato e pianificato del loro paese.

Ubaldo Nappi, Pescara Commentatore certificato 17.08.18 12:01| 
 |
Rispondi al commento

Renzi ha ricevuto 300.000 euro dai Benetton. Delrio, il suo Ministro delle infrastrutture e trasporti, non ha mai attivato controlli, ha permesso aumenti fino al 25 %, incompatibili con lo stato di crisi del Paese, ha permesso che la manutenzione scendesse da 2 miliardi e mezzo a 900.000 euro, ha ignorato i segnali di allarme, ha mantenuto il segreto di Stato sulle concessioni autostradali e le ha rinnovate rapidamente e nascostamente per altri 3 anni.
E poi gli SCIACALLI e gli AVVOLTOI dovrebbero essere quelli del M5S !!!?????
Renzi, sarà meglio che la pianti con i tuoi insulti! Perché ogni volta ti spari sui piedi!!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 11:52| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

in verita io già ieri (prima che lo riprendesse dagospia avevo commentato sotto altro articolo del blog cosi:
"cronaca di un disastro preannunciato, ero in spiaggia a leggere il libro di
Mario Giordano "Avvoltoi l'italia va a rotoli e loro si arrichiscono " ho
pensato subito al ponte crollato in Brianza a quello in sardegna, ai
disastri ferroviari recenti ....ho anche pensato ora tutto questo finirà...
ma si sà il nuovo Meritato governo non può rimediare a decenni di
sfascio,tangenti e corruzioni in poco tempo e così è successo
l'irreparabile prima che il nuovo governo potesse provvedere.Una cosa è
certa però, Giordano non è un essere soprannaturale, possibile che se ne
sia accorto solo lui? tutti i governi che dovevano rottamare il malaffare
,quelli che ora criticano il governo Populista, pensavano solo a comprarsi
casa o aerei, mentre toglievano diritti al lavoro, alla pensione, alla
sicurezza, le liquidazioni ai poveri cittadini ?Ora Delrio che voleva
prorogare la concessione autostrade sino al 2024 (chissà perchè?) non
parla più di un governo che ci farà crollare /sprofondare?(avevano
predisposto già loro??) Solo una cosa è sicura troppe persone morte per
l'avidità di pochi, a cominciare dai Magistrati più amati, ai poveri
cittadini di Genova ...ora sono certo che il governo farà giustizia, ma
giustizia quella vera perchè il vento è cambiato "

roberto CONTURSI 17.08.18 11:52| 
 |
Rispondi al commento

colpevoli impuniti dell'operazione che ha permesso il passaggio delle maggiori autostrade ,impoverendo di entrate certe il nostro sventrato Stato,sono:d'alema premier,di pietro ministro ai lavori pubblici e bargone(braccio destro del primo, a cui deve tutto)sottosegretario allo stesso dicastero da cui ,ad operazione conclusa,si è dimesso per motivi di lavoro :è stato nominato amministratore delle autostrade del tirreno che con le altre società autostradali del gruppo sorvegliava sino al 2014 quale amministratore della società pubblica appositamente creata!!!!! vi pare normale ? indagate signori!le inadempienze partono da li,colpendo a tradimento l'italia e gli italiani 1!!! preghiamo nostro signore che voglia accogliere quelle 38 innocenti anime che sono state immolate all'arricchimento dei soliti noti!!!

cosimo FANUZZI 17.08.18 11:49| 
 |
Rispondi al commento

https://es.wikipedia.org/wiki/Desaparici%C3%B3n_de_Santiago_Maldonado

https://elpais.com/especiales/2017/represion-mapuches-argentina/

Sciacalli in Patagonia
Non si vive di sole autostrade e ponti in malora, ma anche di lusso e oro.
Guardate un po' cosa sono riusciti a combinare in Patagonia alla faccia del popolo Mapuche. Cosa ci faranno con tutta quella terra: un grande campo da golf? Dove passano loro, ci scappa il morto: non sarà che portan sfiga? Ho linkato wikipedia in spagnolo che potrete facilmente tradurre con google e il quotidiano spagnolo El Pais che spiega come attraverso gli anni, i gangli dei Benetton hanno attecchito in Argentina. Volutamente lascio che siano gli stranieri a commentare. Hanno l'occhio lungo questi simpatici prenditori italiani.

Giovanna Spedicato 17.08.18 11:47| 
 |
Rispondi al commento

Povero Stato italiano Che brutta fine hai fatto sembri un clochard ubriaco di troppe privatizzazioni

undefined 17.08.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento

Buondi'
signori miei vorrei precisare una cosa riguardo al fatto di Genova:
La commissione europea ha stanziato 2,5 miliardi per le autostrade e ferrovie Italiane nel periodo 2014 al 2020,
inoltre ha approvato ad aprile corrente anno il piano di investimenti di 8,5 miliardi per il miglioramento della autostrade a e intorno a Genova .
Questa precisazione mi pare dovuta .
Saluti

Attilio Disario R dam Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 11:46| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Stefano Feltri, vicedirettore di IFQ, si preoccupa solo del danno in Borsa dei Benetton e parla di un "Governo gialloverde che ha fatto una LAPIDAZIONE"! Cosa voleva che facesse? Che li premiasse??

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 11:44| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___


...ecco Autostrade sapeva che il ponte era pericolante gia nel 2016

senti l'esperto ingegnere nel campo che da una pagella negativa al ponte gia nel 2016


l'articolo del 2016
vedi il video
https://www.primocanale.it/notizie/ponte-morandi-macch-capolavoro-un-fallimento-dell-ingegneria-e-presto-andr-ricostruito--170916.html

L'intervista video
http://video.primocanale.it:8081/video/mobile/20160505140859brencich.mp4.flv.mp4


John Buatti 17.08.18 11:43| 
 |
Rispondi al commento

Diamogli l'appalto per costruire le nuove galere le loro future dimore

Davide Strozzi 17.08.18 11:37| 
 |
Rispondi al commento

Incredibile, vergognoso e falso annuncio sul sito Autostrade per l'Italia sul " Traffico real time"!

In merito alla chiusura del tratto A10/A7 e aeroporto di Genova segnala che è chiuso per:

" lesioni alle strutture "!


Roberto ., Roma Commentatore certificato 17.08.18 11:35| 
 |
Rispondi al commento

Belin, da oggi mi sembrerebbe il minimo, autostrada GRATIS almeno sull'A10!!!
A riveder le stelle

Giuseppe V. Commentatore certificato Commentatore in marcia al V3day Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2015 Commentatore che partecipa a Italia a 5 stelle 2016 17.08.18 11:28| 
 |
Rispondi al commento

STEFANO RAGUSA.
Oggi leggo un articolo indegno sul Fatto Quotidiano: "gli annunci del governo affondano Atlantia". Talmente indegno che l'autore non ha nemmeno il coraggio di firmarsi ( è Stefano Feltri) Con le stesse motivazioni di Repubblica, difende il titolo in borsa di Benetton: "e perché gli azionisti...e perché le banche prestatrici... e perché i 7500 dipendenti"
1) I dipendenti verranno riassorbiti da ANAS in un batter di ciglio e saranno ben felici di passare da un contratto Jobs Act a un contratto Statale...
2) Gli azionisti italiani sono solo il 9% del totale, di cui la grandissima parte investitori istituzionali, banche, assicurazioni, broker. La minima parte di privati cittadini, ha già venduto alla velocità della luce il giorno dopo in cui è crollato il ponte. Chi non l'avesse ancora fatto è caldamente invitato a farlo, perché le azioni di Atlantia con tutti i macigni giudiziari che le piomberanno addosso nei prossimi mesi, non esisteranno più. Vendere, vendere, vendere.
3) Dall'articolo del prode Feltri, pupillo di Lilly Gruber, ex redatttore del Foglio, si portano a difesa di Benetton anche i 700 milioni di Cassa Depositi e Prestiti.
Ora, mi risulta veramente incomprensibile come la Cassa dello Stato, quella che gestisce i soldi dei correntisti postali... presti quasi un miliardo ad un'azienda che lavora per lo Stato. Ma se io devo prestare un miliardo a un imprenditore per farlo lavorare per me, che imprenditore è? Ritirare anticipatamente il prestito in autotutela. L'azienda sta fallendo per sue negligenze, è consentito farlo.

Carissimi tutti, Atlantia è FAL-LI-TA! Fatevene una ragione.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 11:27| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Certo, poverini , il ponte è crollato perchè c'è stato un diluvio d'acqua, eventi imprevedibili dunque, loro stavano facendo tutti i lavori previsti. Questa sarà la loro tesi difensiva. I pedaggi li stabilivano loro, essendo membri della commissione preposta,contratti secretati e complicità di governi vari- Già lo scritto in un post precedente, fra poco dovremo proclamare il lutto nazionale per la caduta in borsa di Atlantia.
Purtroppo per loro la musica è cambiata, ora c'è un governo che non è sensibile ai richiami dei finanziamenti elargiti alla politica. Questa cose mi rendono estremante contento di aver votato 5stelle- e sarà sempre così- Forza Luigi andiamo fino in fondo e facciamo pulizia di questi personaggi dediti a fare soldi sulle spalle dei contribuenti.-

Vincenzo . Commentatore certificato Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza Commentatore che ha donato a Rousseau 17.08.18 11:23| 
 |
Rispondi al commento

sto preparando un dossier su tutto...sono già alla 9^ pagina A4....con calma raga...sta uscendo troppa m*** cose che nessuno sapeva...tutto in silenzio,tutto secretato...è il massimo della trasparenza di tutti i partiti.
Alla tavola imbandita c'erano tutti,mancava il M5s...,ma la gente questo non lo capisce,ma lo capirà...tempo al tempo... il vaso di pandora si sta aprendo!
Sentirete il tanfo e verranno conati di vomito...alla prossima tornata i Partiti(la banda bassotti) troveranno suffragi con percentuali da prefisso telefonico.
Correranno ai ripari nello sparigliarsi,accorparsi,distinguersi,cambiando sigle,proclamando la loro nuova verginità,ma saranno sempre gli stessi professionisti della politica.
Ripeto qualcuno ci cascherà di nuovo,ma saranno sempre meno,ormai si sono sputtanati alla luce del sole.
% stelle avanti tutta...abbiamo un prateria davanti a noi,percorriamola tutti insieme!

oreste *****, sp Commentatore certificato Commentatore che ha donato a Rousseau 17.08.18 11:22| 
 |
Rispondi al commento

___

se Salvini avesse avuto la sfortuna di aver perso

un familiare su quel ponte per negligenza dolosa di Autostrade

continuerebbe a dire di continuare a dare contratti e soldi ad Autostrade

o revocherebbe loro il contratto ?

John Buatti 17.08.18 11:21| 
 |
Rispondi al commento

Oltre a colorare il mondo il sig. Luciano deve provvedere ad oliare il mondo che lo sostiene. I profitti dell'imprenditore statale sono certi, liquidi ed esigibili (senza la famosa alea connessa al rischio d'impresa) ma in compenso il sig. Luciano deve dividere gli utili fatti sulla pelle degli italiani con altri. Quelli peggio di lui, quelli che hanno tradito il popolo italiano.

marta 17.08.18 11:15| 
 |
Rispondi al commento

Arsenale k
“Dal 2015 cadevano calcinacci”. I dipendenti Amiu che lavoravano sotto il viadotto crollato avevano avvisato la Società Autostrade e i tecnici erano anche arrivati nella rimessa per controllare. "Se vedete cadere anche pezzi di strallo esprimete un desiderio".

#Morandi #Benetton

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 11:12| 
 |
Rispondi al commento

MASSIMO RISPETTO E COMPRENSIONE PER CHI RIFIUTA I FUNERALI DI STATO.

Chiniamo il capo,RISPETTIAMO il lutto..l'INTIMO LUTTO,nel quale io,di fronte ad esso,ONESTAMENTE,provo un INTIMA E PERSONALE VERGOGNA,in quanto NON MI SENTO ALL'ALTEZZA DI QUEL LUTTO,non sono all'altezza di quel lutto,non ne MERITO PARTECIPAZIONE,perche IO MI SENTO COMPLICE DELLO STATO,io SONO LO STATO,ho sempre SPERATO NELLO STATO,purtroppo,SOLO SPERATO E MAI,tranne in queste ultime elezioni,VOTATO PER LO STATO,e nonostante cio',io MI SENTO STATO,quindi,RESPONSABILE,e non OSO GIUDICARE o farmi solo un opinione sulla scelta di chi,GIUSTAMENTE,non accetta di CONDIVIDERE CON LO STATO il loro lutto.
NON LO MERITIAMO.
E' come se l'ASSASSINO PRESENZIA AI FUNERALI DELLA SUA VITTIMA.
INDIPENDENTEMENTE SE SONO STATI ALTRI..QUESTI ALTRI,E' 80 ANNI CHE LI VEDIAMO,E SONO PARTITI TUTTI CON LE BUONE PROMESSE.
E' TROPPO PRESTO PER SENTIRSI FUORI!
E' UN INSULTO.
Non possiamo sentirci fuori..se SIAMO STATO!
Dobbiamo RIFLETTERE SUI NOSTRI COMPORTAMENTI QUOTIDIANI,CHE FANNO STATO.
Anche noi del movimento,NON SIAMO STATI ANGELI FINO AD OGGI,nei nostri COMPORTAMENTI QUOTIDIANI.
Forse ci stiamo sforzando,ma E' TROPPO PRESTO.
Ci vogliono ANNI
Ci VORRA' MOLTO TEMPO PER RICOSTRUIRE QUESTO STATO.
ORA,deve essere SOLO L'INIZIO,silenzioso,e A CAPO CHINO.
RISPETTO!
Oggi,domani..dopodomani..quando incontreremo il nostro prossimo per la strada,INVECE DI SENTIRLO COME UN PROBLEMA..INIZIAMO A SENTIRLO COME UNA NOSTRA INTIMA POSSIBILITA' DI CRESCITA,LEGATA ALLA CON-PASSIONE,E NON GUARDIAMOLO COME UNA OPPORTUNITA' DI SFRUTTAMENTO O DI FASTIDIO.
RISPETTO,GIUSTIZIA,RISARCIMENTO,SCUSE SENTITE,PULIZIA,ETICA.

OLTRE A RIFARE LE FACCIATE DELLA SCUOLA,DEI PONTI,FACCIAMO UN PROFONDO CAMBIAMENTO DI SOSTANZA.
E' CROLLATA LA NOSTRA DIGNITA' DI PAESE,DI PERSONE.
RIPARTIAMO DALLA SCUOLA,che non deve essere solo EDUCAZIONE,MA SENTIMENTO..DOBBIAMO IMPARARE A SENTIRE DAVVERO IL DOLORE DEL NOSTRO PROSSIMO!
E..AD OGGI,non ne siamo capaci.
RISPETTO

Luca Fini, Brescia Commentatore certificato 17.08.18 11:12| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

___


qualcuno ha riportato che il camion era ancora in moto

e che lo sarebbe stato per giorni ancora..controllato il serbatoio via satellite..

beh da questo video si sentono le ruspe sotto

ma no il motore del camion !

https://youtu.be/NWl5K5TTEec

John Buatti 17.08.18 11:11| 
 |
Rispondi al commento

Provate ad andare sul sito:

http://www.atlantia.it/it/

non c'e' una parola , una foto, del disastro di Genova. I benetton non sanno nulla , non vogliono sapere nulla, non un commento, non una frase di cordoglio, nemmeno una parola di circostanza.
Questa gente passato il clamore mediatico metteranno in campo i migliori avvocati e cercheranno di non pagare . Per loro non e' successo niente, anzi chiederanno anche i danni all'Italia, perche' questi sono cittadini dello stato del profitto, non italiani, per i mancati incassi di questi giorni. Incolperanno il governo di perdere tempo, di sgombarre subito le case, i vivi e i morti, e sbaraccare tutto e ripristinare magari con la saliva il ponte . Un rappezzo si fa in poco tempo, per Natale e' tutto finito. Lo stato gli ripaga i danni subiti e Buon Natale a tutti. Questi hanno sempre lo champagne in frigorifero, anche dalle disgrazie e dai morti sanno com eguadagnarci.
Ma lo schifo dello schifo sono i giornaloni che stanno a cavillare e fare i conti di quanto costerebbe la revoca della concessione. Calabresi anche tuo padre e' stato ammazzato, come la gente di Genova, non te lo scordare. Calabresi la gente vuole giustizia, anche arrivando alle estreme conseguenze , anche arrivando all'esproprio. Capisco che padron De Benedetti abbia dato ordini precisi, ma la Storia s'e messa in moto e nessuno la ferma piu'.
Presto ai benetton sara' presentato il conto.

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 17.08.18 11:09| 
 |
Rispondi al commento

___

...guardate che il caso è semplicissimo.

Autostrada non avendo effettuato i lavori di manutenzione in tempo o quelli giuste

ha cosi violato i termini del contratto che ha sottoscritto o firmato

e si puo facilmente levargli la gestione e

revocargli il contratto con tanto di penali pagabili allo Stato no come dicono Autostrade

piu risarcire i danni alle famiglie delle persone morte e cose!

John Buatti 17.08.18 11:02| 
 |
Rispondi al commento

c
Il fatto che nel caso Autostrade il contadino fosse lo Stato,cioè milioni e milioni di italiani che per decenni avevano finanziato con le imposte la rete viaria,avrebbe dovuto sollevare qualche obiezione su un’operazione che regalava a un privato una gallina dalle uova d’oro in regime di monopolio e senza rischi d’impresa,mentre privava la collettività di un bene pubblico che non può sottostare alle regole del mercato:perché le autostrade non devono produrre profitti, ma risorse da reinvestire in manutenzione, sicurezza,nuove infrastrutture e,se avanza qualcosa,taglio delle tariffe.Il contrario di quanto accade da 19 anni:sempre meno manutenzione e sicurezza,sempre più utili ai Benetton (nascosti dietro sigle rassicuranti,tipo “Atlantia”,più adatta a un’astronave, o “Sintonia”,che fa pensare a un gruppo rock)
Ma alle privatizzazioni non si comanda e soprattutto non si domanda.Specialmente se i beneficiari elargiscono qualche aiutino per le campagne elettorali dei partiti che,appena vanno a governo,si sdebitano aumentando le tariffe autostradali senza badare troppo a dettagli tipo gli investimenti previsti dal contratto(peraltro coperto da segreto di Stato).E se dal tavolo dei loro banchetti ogni tanto cade qualche boccone dritto in gola ai giornaloni e alle tv sotto forma di pubblicità.Questo forse spiega perché, dopo il crollo epocale di Genova,stampa e tg non riuscivano proprio a ricordare il nome del concessionario che avrebbe dovuto garantire la sicurezza del Ponte Morandi e che,mentre si cercavano cadaveri,feriti e superstiti fra le macerie,favoleggiava di “costanti monitoraggi” Molto meglio puntare il dito contro il fulmine, la pioggia,il traffico, la fatalità, il governo che è lì da due mesi,i 5Stelle che avevano osato fidarsi dei comunicati di Autostrade sulla granitica resistenza del ponte e opporsi al progetto faraonico della Gronda(che costerebbe, se va bene,5 o 6 miliardi e soprattutto non sostituirebbe il Ponte Morandi, fermo restando

segue sotto

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 11:02| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

DOMANDA:
La secretazione del contratto di concessione ai Benetton secondo Voi è stata posta perché contiene dei vantaggi per lo Stato o per i Benetton?
Aspetto la risposta, magari dopo che si conoscerà il testo completo del contratto.
G.Mazz.

gianpiero m., Bergamo Commentatore certificato Commentatore che partecipa alle Europee Commentatore che partecipa alla marcia per il reddito di cittadinanza 17.08.18 11:01| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

b
Poi c’è l’alone fiabesco condiviso con la Dinasty trevigiana, sempre indicata col plurale all inclusive, “I Benetton”, senza soverchie distinzioni fra questo e quel membro, nella migliore tradizione del capitalismo famigliare (da Gli Agnelli a Gli Angelucci) o delle serie tv americane: I Simpson, I Jefferson, I Flinstones, I Sopranos. A un certo punto – era il 1999, in piena età dell’oro del centrosinistra – scoprimmo che i fratelli turchini s’erano aggiudicati la concessione di Autostrade per l’Italia, che gestisce oltre la metà della rete nazionale. Nessuno spiegò perché mai un bene pubblico, costruito con le tasse dei cittadini, dovesse fruttare miliardi a un privato, né cosa c’entrassero col cemento e l’asfalto quei simpatici tosatori di pecore e fabbricanti di maglioni.

Eppure quella “privatizzazione”, come i lettori del Fatto ben sanno, era piuttosto singolare. Immaginate un contadino che, dopo tanti sacrifici, riesce ad acquistare una cascina, la ristruttura a sue spese e va ad abitarci. Un brutto giorno, si ritrova all’ingresso un bel casello con dentro un Gilberto o un Luciano che sbuca dalla finestrella e lo apostrofa: “Lei dove va?”. “A casa mia, dove vuole che vada? Lei piuttosto chi è?”. “Sono Gilberto (o Luciano, ndr), il nuovo concessionario: da oggi casa sua è mia, se vuole entrare mi deve 15 euro”. “E perché dovrei pagare lei per entrare in casa mia?”. “Perché l’ha deciso il governo, io sono un imprenditore”. “Ah sì, e cos’ha fatto per la mia casa?”. “Beh, incasso il pedaggio e i dividendi in Borsa, le par poco?”. “Quindi, se si rompe qualcosa, ora ci pensa lei?”. “Non esageriamo: dipende dagli azionisti e dal titolo in Borsa”.

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

i benetton devono pagare, bisogna espropriarli di ogni loro avere, devono finire sul lastrico, il popolo ha gia' emesso la sua sentenza.
Aspettiamo il duo martina - renzi che dicano le solite idiozie , cosi' non dirann che non siamo democratici, poi passeremo ad applicare la sentenza

Mileto Riccardi, Bolzano Commentatore certificato 17.08.18 10:57| 
 |
Rispondi al commento

a
MARCO TRAVAGLIO- UNITED DOLORS
17 agosto 2018
La Dinasty trevigiana
Ora che, con soli due giorni di ritardo, giornali e tg hanno finalmente scoperto il nome del concessionario delle Autostrade – Benetton – ovviamente per difenderlo dalle proditorie calunnie per il ponte autostradale crollato a Genova, e la casata trevigiana s’è prontamente ricordata dopo appena 48 ore di “esprimere profondo cordoglio alle famiglie delle vittime e la propria vicinanza ai feriti nel tragico crollo” senza neppure attendere i funerali, dobbiamo confessare il sentimento di ammirazione mista a invidia che abbiamo sempre nutrito per Luciano, Gilberto & F.lli, noti imprenditori a pelo lungo passati dal tosare le pecore al tosare gli italiani. Dei loro trionfi imprenditoriali, fin da quando trasformavano gli ovini in maglioni, o usavano bimbi bianchi, gialli e neri per ridurre il razzismo e incrementare il fatturato, o si davano alla Formula 1 regalandoci Briatore, capivamo poco. Ciò che ci lasciava senza fiato erano le loro chiome, soggette a un singolare processo di stagionatura e cromatura. Sulle copertine dei rotocalchi per parrucchieri, che li ritraevano in posa in magioni principesche, sempre molto sorridenti, in smoking, le mani sinistre nelle tasche delle giacche, circondati di marmocchi ma soprattutto cani e gatti (anch’essi a pelo lungo), le loro zazzere non incanutivano con l’età, come per noi comuni mortali: passavano direttamente dal castano all’azzurro metallizzato, per un inspiegabile fenomeno di cui, sempreché si tratti davvero di capelli e non di lane, sono noti due soli precedenti: quello dell’Avvocato Agnelli e quello della Fata Turchina di Pinocchio. Due personaggi che presentano ciascuno un punto comune con i nostri fratellini: il primo, l’abilità nell’accumulare miliardi inversamente proporzionale al numero delle ore lavorate; la seconda, una certa indulgenza verso i bugiardi.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 10:56| 
 |
Rispondi al commento

Mentre Salvini chiedeva che si sospendessero i pedaggi nelle zone vicine al disastro, Autostrade lo faceva pagare anche alla ambulanze! E' il capitalismo, bellezza!

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 10:49| 
 |
Rispondi al commento

Di chi è la responsabilità per la caduta del Ponte Morandi è un punto fermo,cosa diversa e per la magistratura accertare nello specifico quanti ,chi,dove,in che modo hanno avuto responsabilità nel crollo del ponte

undefined 17.08.18 10:46| 
 |
Rispondi al commento

SONO ANDATI A SCAVARE
NEI COMITATI NO GRONDA
( UN OPERA CHE SAREBBE FINITA
NEL 2028 CHE PRIMA MARTA VINCENZI
E CLAUDIO BURLANDO AVEVANO FERMATO )

PUR DI NOMINARE QUESTI SIGNORI

E NONOSTANTE I MORTI E LA TRAGEDIA
CHE SI E' CONSUMATA
LA VERGOGNA E L'INDECENZA DEI MEDIA
NON HA AVUTO RITEGNO...
ANCORA ANCORA ANCORA......

BUM BUM 17.08.18 10:31| 
 |
Rispondi al commento

Caro MARIO GIORDANO
sei stato la quinta colonna berluskoniana
da una vita
e adesso ti danno spazio su questo blog?

TU sei uno dei portatori d'acqua di questi AVVOLTOI.....
fai un piacere vai a GALLEGGIARE da un'altra parte

Mauro Magni 17.08.18 10:28| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Tutto molto interessante e preciso. C'è un'altro "affare" del gruppo Benetton che è un po uscito dai radar ed è quello relativo alla 4 pista
dell' Aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino.
In questo affare emerge con maggior vigore la strategia "predatoria" di questo gruppo. In estrema sintesi hanno acquistato la "Maccarese S.p.a, una grandissima eccellenza agricola a pochi chilometri da Roma e l'hanno smantellata con il solo scopo di lucrare sulla vendita dei terreni per realizzare la fantomatica 4 pista.
Se si analizza la vicenda anche in relazione alle varianti "ambientali" deliberate dalla Regione lazio, in merito all'oasi faunistica che si interponeva, si capisce anche la sponda politica che li sostiene. Per chi vive il territorio sa perché il M5S non è riuscito a "sfondare" in quel comune

Giovanni Velato Commentatore certificato 17.08.18 10:26| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

La revoca ad Autostrade è Atto Dovuto!

Carol 17.08.18 10:19| 
 |
Rispondi al commento

VEROOOO!

Non l'avevo notato
MARIO GIORDANO
noto giornalista non è stato sentito ne intervistato da NESSUNO!!
Ecco spiegato il "mistero"

Franco T., S.Vito Romano Commentatore certificato 17.08.18 10:17| 
 |
Rispondi al commento
Discussione

Occorre analizzare bene il problema e poi portare alla sbarra tutte le persone coinvolte nell"affaire"
Da quello che sta venendo alla luce di porcherie ne sono state fatte tante, troppe per non andare sino in fondo.
E' mai possibile che ci vogliono dei morti per sensibilizzare la stampa italiana sulle schifezze contrattuali, addirittura secretate?
E' giunta l'ora di andare sino in fondo.

mzee.carlo 17.08.18 10:07| 
 |
Rispondi al commento

2
Vogliamo ricordare che Matteo Renzi, fin dalla prima Leopolda, presentò nei suoi CENTO PUNTI un programma che mirava alla completa privatizzazione dello Stato a 360 gradi, che avrebbe comportato la cancellazione progressiva dello Stato Sociale? E che Renzi ha tentato anche in Italia di privatizzare le ferrovie con tagli costanti alla sanità e alla scuola?
Ma lo sanno gli elettori del Pd che cos'è lo Stato Sociale e a che pericoli va incontro uno Stato che privatizza i trasporti pubblici, i beni essenziali come l'acqua, la sanità, i beni territoriali come i fiumi, i laghi, le sorgenti, le coste? Persino la scuola????
Lo sanno i cittadini che le multinazionali sono al di sopra degli Stati e che non sono soggette alle leggi degli Stati? E che se una multinazionale danneggia la vita e la salute di esseri umani o inquina e distrugge un territorio e lo Stato danneggiata le fa causa, la causa sarà dibattuta da un tribunale creato dalle multinazionali stesse che non valuterà il danno, la morte o la vita, ma giudicherà in base al proprio profitto perso o danneggiato, arrivando a dare pesanti multe allo Stato che osa mettere quel profitto in pericolo?

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 09:53| 
 |
Rispondi al commento

1
LA MARCIA FUNESTA DELLE PRIVATIZZAZIONI- Viviana Vivarelli
Tra il 1993 e i primi mesi del 2001 in Italia furono fatte cessioni al mercato di quote di aziende pubbliche per circa 234.800 miliardi di lire.Le cessioni riguardarono importanti aziende di proprietà del Ministero del Tesoro (specialmente Enel e Eni, ma anche Telecom, Seat, Ina, Imi, Mediocredito Centrale, Bnl, dell’Iri, Finmeccanica, Aeroporti di Roma, Cofiri, Autostrade, Comit, Credit, Ilva, Stet, Enichem, Saipem, Nuovo Pignone, Efim, e enti a controllo pubblico come Istituto Bancario S. Paolo di Torino e Banca Monte dei Paschi di Siena, più enti pubblici locali come Acea, Aem, Amga.E il Pd non ha mai abbandonato il progetto di privatizzare l'acqua.
I Paesi nel mondo che hanno privatizzato l'acqua ora si ritrovano con tariffe enorme e rubinetti da cui esce acqua sporca e carica di colibatteri e hanno dovuto fare delle rivoluzioni per riavere l'acqua pubblica.
L'Inghilterra, che aveva privatizzato le ferrovie e si è ritrovata con una rete ferroviaria priva di manutenzione, pericolosa e con tariffe aumentate, ora pensa a riprivatizzarle.
Vogliamo ricordare che il sistema perverso che domina l'Europa è un neoliberismo che vorrebbe la completa privatizzazione dei servizi pubblici solo per l'arricchimento smisurato di poche compagnie, che pensano solo a massimizzare i profitti, diminuendo le spese e gettando in una miseria anche maggiore i più deboli ?
Renzi, attraverso la famigerata coppia del decreto “Sblocca Italia” e dalla Legge di Stabilità, ha tentato di portare un secondo banchetto ai neoliberisti europei della Troika, quelli dei grandi interessi finanziari: Il Piano era l'aggregazione /fusione dei 4 colossi multiutility – A2A, Iren, Hera e Acea- già collocati in Borsa, che avrebbero inghiottito tutte le società di gestione dei servizi idrici, ambientali ed energetici, divenendo gli unici campioni nazionali, in grado di competere sui mercati internazionali.

segue

viviana vivarelli, bologna Commentatore certificato 17.08.18 09:53| 
 |
Rispondi al commento



Inserisci il tuo commento

Il Blog delle Stelle è uno spazio aperto a vostra disposizione, è creato per confrontarsi direttamente. L'immediatezza della pubblicazione dei vostri commenti non permette filtri preventivi. L'utilità del Blog dipende dalla vostra collaborazione per questo motivo voi siete i reali ed unici responsabili del contenuto e delle sue sorti.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Non è possibile copiare e incollare commenti di altri nel proprio.
Per rispondere ad un commento è necessario utilizzare la funzione "Rispondi al commento"

Comunque il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio, cancellare i messaggi.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

La lunghezza massima dei commenti è di 2000 caratteri
Se hai dei dubbi leggi "Come usare il blog".


 

Invia un commento

Invia un commento certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori




Numero di caratteri disponibili:      




   


Inserisci il tuo video

Invia un video

Invia un video certificato





Memorizza i miei dati?

*Campi obbligatori











Invia il post ad un amico


Invia questo messaggio a *


Il tuo indirizzo e-mail *


Messaggio (opzionale)


*Campi obbligatori